Realizzare un Paid To Write con WordPress

Categoria: Webdesign
Voto: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Loading...Loading...

La moda dei blog Paid To Write, ovvero pagati per scrivere, sta prendendo sempre più piede in Italia ed il crescente numero di blog WordPress, che tenta di realizzare il proprio paid to write italiano, ne è la dimostrazione più immediata. Ma come si fa a realizzare un ptw con WordPress? Di quali plugin si ha bisogno?


Partiamo dal fatto che WordPress è già una piattaforma blog multi-author cioè multiautore; questo primo vantaggio ci permetterà in maniera immediata di far registrare i cosiddetti writers che con i loro post e articoli popoleranno il nostro portale Paid To Write. Ogni utente registrato corrisponde ad un autore, che sarà in grado di scrivere i propri post e pubblicarli, previa revisione degli amministratori, e successivamente guadagnare con sistemi di revenue sharing implementati da alcuni plugin dedicati.

Il PTW funziona in modo molto semplice: un autore scrive il proprio post e ad ogni visualizzazione di quest’ultimo, vengono mostrati degli annunci pubblicitari, di solito AdSense, con una percentuale nota che mediamente va dal 50% fino al 100%; per comprendere meglio tali percentuali, ipotizziamo quest’ultimo caso: risulterà quindi che tutti gli annunci pubblicitari visualizzati sul post saranno dell’autore che lo ha scritto; di conseguenza gli introiti derivanti dai click dei visitatori sugli annunci saranno interamente percepiti dall’autore che ha scritto il post.

Il metodo appena descritto è noto come revenue share, ovvero condivisione dei profitti. Al momento WordPress non dispone nativamente di tali funzionalità dedicate, ed è per questo che per realizzare il proprio paid to write ci si deve dotare di alcuni plugin fondamentali per lo sviluppo, il mantenimento e l’organizzazione.

Ovviamente con la premessa appena fatta, sarà opportuno dotarsi immediatamente di plugin che gestiscono il sistema di revenue sharing, come ad esempio Author Advertising Plugin oppure AdSense Revenue Sharing. Con questi plugin sarà possibile gestire le varie percentuali di visualizzazione degli annunci pubblicitari, la posizione ed il contenuto degli annunci, ed altre interessanti cosucce.

Fonte



Articoli correlati

comments powered by Disqus