Differenze versioni Microsoft Windows 8 e Windows RT

Categoria: Windows
Voto: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Loading...Loading...

Windows 8 è la nuova versione del sistema operativo più diffuso al mondo, le cui due caratteristiche peculiari sono il carattere multidevice “nativo” e la nuova interfaccia (Modern UI, basata su Metro UI di Windows Phone) ottimizzata per il controllo touch. Ma qui c’è subito il rischio di fare confusione: Windows 8 è formalmente solo il sistema operativo per i PC, in tutte le loro varianti (desktop, all-in-one, notebook, ultrabook, “convertibili”…) e per i tablet dotati di processore con architettura x86. Fine.

È disponibile in tre versioni, “regolare”, pro ed Enterprise, ma non funziona su tablet con processore ARM né tantomeno sui telefoni: per i primi è stato realizzato Windows RT, per i secondi Windows Phone 8. Questi, pur facendo parte dell’ecosistema Microsoft di ultima generazione e condividendo l’interfaccia Modern UI, NON sono Windows 8. La cosa ha ripercussioni pratiche: mentre Windows 8 è compatibile con le app del Windows Store ma anche con tutti i programmi desktop passati (i programmi “legacy”), Windows RT è compatibile solo con le app del Windows Store, pur disponendo anch’esso di una modalità desktop per la gestione dei file e per alcuni specifici programmi compatibili (come Office 2013 RT). Attenzione, dunque, a non far confusione: con l’arrivo di molti tablet “convertibili”, dotati cioè di tastiera fisica collegabile, il rischio di acquistare un Windows RT pensando di poterci installare di tutto e di più è quanto meno fondato.

Interfaccia touch e “modern”, la novità N.1
Fermo restando che il desktop tradizionale è comunque disponibile, la principale novità di Windows 8 è l’eliminazione del pulsante Start, al cui posto arriva la schermata Start, in chiaro stile Windows Phone. I programmi diventano app e sono le tradizionali “mattonelle” (tile) ben conosciute agli appassionati di smartphone, ampie, colorate e animate: molte sono preinstallate, come quelle relative ai contatti, alla posta, al desktop (che attiva la modalità desktop “tradizionale”) e ai contenuti multimediali, ma per scaricarne di altre è stato creato appositamente il Windows Store. Seguendo un’impostazione comune nel mercato mobile, anche quest’ultimo è formalmente un’app. I contenuti del Windows Store non sono compatibili con le versioni precedenti di Windows e sono realizzati per essere riprodotti a schermo pieno e per sfruttare con semplicità il touchscreen: il successo di queste app e la semplicità di utilizzo su diversi strumenti e piattaforme sarà alla base del successo dell’intero sistema operativo.

Windows 8 è stato concepito fin dagli albori per essere usato indifferentemente su display touch o con la tradizionale accoppiata di mouse e tastiera: per accedere a opzioni avanzate, configurazioni e funzionalità extra, è sufficiente scorrere un dito dal bordo di uno dei lati del tablet verso l’interno. A seconda del lato, compariranno opzioni specifiche, e lo stesso si può fare (pur con più difficoltà) con il mouse e la tastiera. Per ritornare alla schermata Start basta premere l’apposito pulsante sulla tastiera oppure, nel caso dei tablet, il tasto fisico presente nella cornice dell’apparecchio.

Fonte



Articoli correlati

comments powered by Disqus