Recensione e guida completa cloud storage Dropbox

Categoria: Cloud
Voto: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Loading...Loading...

Dropbox costituisce un servizio web che rende disponibili gratuitamente agli utenti 2 GB di spazio, eventualmente espandibili con profili commerciali. Attualmente è tra quelli più popolari, in quanto è decisamente semplice da utilizzare e consente di sincronizzare e condividere facilmente cartelle, file e documenti fra diversi apparecchi fissi o portatili con grande efficienza.

Si apprezzano particolarmente la possibilità di interagire con i documenti in modalità offline e di collaborare facilmente con diversi contatti. Esso facilita infatti la condivisione di contenuti di vario genere, ad esempio in termini lavorativi per operare su un medesimo progetto in modo sicuro con il supporto della crittografia AES a 256 bit oppure privatamente per rendere pubblici dei file mediante un link o più semplicemente per pubblicare gallerie di immagini fruibili da amici e parenti.


La disponibilità di app per iPhone, Android e BlackBerry consente oltretutto di avere sempre con sé i file di maggiore interesse, riuscendo eventualmente ad aggiornarli in mobilità. Oltre al vantaggio di riuscire ad accedere ai file da diverse postazioni, risulta particolarmente efficace il processo automatico di sincronizzazione nei device coinvolti. Per iniziare ad utilizzarlo è innanzitutto necessario creare un profilo nel sito dedicato, dove vanno inseriti nome, cognome ed indirizzo email valido. Il passaggio successivo consiste nell’installazione del client nei computer o dispositivi mobili d’interesse, al fine di attivare il processo di sincronizzazione in background con l’inserimento dei dati del proprio account e dei nomi dei relativi apparecchi per distinguerli tra loro. Dropbox si appoggia ad un server web dedicato nel quale vengono inseriti i file, i quali vengono salvati automaticamente.

Oltre all’accesso in linea, si può così contare su uno strumento potente ed affidabile in termini di produttività personale. Nel momento in cui viene creato e salvato un file in uno dei dispositivi che fanno parte del set, il client di Dropbox ha il compito in automatico di eseguire l’upload di esso non appena viene rilevata una connessione Internet. Al successivo accesso al medesimo profilo con gli altri device appartenenti al gruppo verrà eseguito l’ulteriore processo di sincronizzazione per allineare lo stato dei file. Il server remoto è in grado di gestire una cronologia delle variazioni apportate ai file negli ultimi 30 giorni, al fine di non perdere alcuna versione dello stesso.

Fonte



Articoli correlati

comments powered by Disqus