Recensione benchmark e test SSD OCZ Vertex 3

Categoria: Hard disk
Voto: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Loading...Loading...

Con il nuovo Vertex 3 ed i controller SandForce della serie 2000 si compie un ulteriore passo in avanti nel mondo dello storage allo stato solido, grazie all’aumentata banda passante che l’interfaccia SATA3 ha messo a disposizione, per mezzo della quale possiamo raggiungere prestazioni, sia in lettura che in scrittura, addirittura doppie rispetto a quanto visto in precedenza e livelli di IOPS impressionanti, il tutto con un Overprovisioning inferiore al 7% della capacità complessiva.

Specifiche tecniche
Velocità sequenziale: 550MB/sec. in lettura; 520MB/sec. in scrittura
Random Write: 60000 Iops (aligned), 20000 (sustained)
Capacità: 120GB, 240GB, 480GB
Interfaccia: SATA 6Gbs (SATA 3)
Supporto TRIM: Si
Supporto S.M.A.R.T: Si
Garanzia: 3 anni, assistenza tecnica gratuita 24/7
Consumo: 2,0 W (TYP) attivo / 0,5 W (TYP) stand by
Temperatura di storage: da -44° C a 85° C
Temperatura operativa: da 0°C a 55° C
Dimensioni: 99.8 mm x 69.63 mm x 9,3 mm
Peso: 77 grammi
Shock operativo: 1500G
Durata prevista: 2 milioni di ore MTBF


Il Vertex 3 è veramente il miglior SSD, al momento, presente sul mercato; sotto ogni punto di vista è in grado di competere e prevalere anche sui prodotti di impronta più professionale come le unità allo stato solido su slot PCI-Express di cui la linea RevoDrive, della stessa OCZ, è la soluzione più diffusa.

Fonte



Articoli correlati

comments powered by Disqus