Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper

windows 10

Windows 10 - C'è un fastidioso problema con Windows 10 (solo uno?) che gli utenti stanno segnalando in massa da tempo, ma che Microsoft si ostina a ignorare. Riguarda la risoluzione del wallpaper del desktop: molti utenti hanno notato che anche mettendo uno sfondo al desktop bellissimo, ad alta risoluzione, questo non appare così meraviglioso come dovrebbe essere. Come mai? Semplice: Windows 10 fa di testa sua e in realtà comprime l'immagine, probabilmente per risparmiare spazio. Motivazione nobile e lodevole, ma io volevo lo sfondo dello schermo super mega bellissimo. C'è tuttavia un sistema per far sì che si possa vedere sempre l'immagine sul desktop di Windows 10 con la miglior risoluzione possibile.

Windows 10: come avere sfondi del desktop con la miglior risoluzione

La cosa più semplice da fare è sostituire l'immagine compressa che Windows 10 ha deciso di usare al posto di quella ad alta risoluzione scelta da voi. Dovete:

  1. andare su C:\Users\\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Themes
  2. qui troverete un file senza estensione chiamato TranscodedWallpaper
  3. rinominate questo file in un altro modo
  4. copiate l'immagine ad alta risoluzione che volete mettere in questa cartella, chiamandola a sua volta TranscodedWallpaper, sempre senza estensione
  5. se notate la presenza della cartella CachedFiles, eliminatela

C'è poi però un sistema con qualche passaggio in più per bloccare per sempre questo tipo di compressione dell'immagine dello sfondo del desktop da parte di Windows 10:

  1. andate nell'editore del registro di Windows digitanto regedit nella casella di ricerca del menu Start
  2. scegliete la prima opzione che vi viene data
  3. andate in HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
  4. qui create una nuova chiave cliccando col tasto destro del mouse all'interno del riquadro a festra e scegliendo New (Nuovo), poi DWORD (32-bit) Value
  5. ora chiamate il vostro nuovo valore DWORD "JPEGImportQuality", togliete però le virgolette
  6. fate doppio clic su di esso per modificarlo
  7. impostate la base in decimale e la casella Value data su 100
  8. fate clic su OK

Via | Gizmodo.com

Foto | okubax

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 16:00.

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper

windows 10

Windows 10 - C'è un fastidioso problema con Windows 10 (solo uno?) che gli utenti stanno segnalando in massa da tempo, ma che Microsoft si ostina a ignorare. Riguarda la risoluzione del wallpaper del desktop: molti utenti hanno notato che anche mettendo uno sfondo al desktop bellissimo, ad alta risoluzione, questo non appare così meraviglioso come dovrebbe essere. Come mai? Semplice: Windows 10 fa di testa sua e in realtà comprime l'immagine, probabilmente per risparmiare spazio. Motivazione nobile e lodevole, ma io volevo lo sfondo dello schermo super mega bellissimo. C'è tuttavia un sistema per far sì che si possa vedere sempre l'immagine sul desktop di Windows 10 con la miglior risoluzione possibile.

Windows 10: come avere sfondi del desktop con la miglior risoluzione

La cosa più semplice da fare è sostituire l'immagine compressa che Windows 10 ha deciso di usare al posto di quella ad alta risoluzione scelta da voi. Dovete:

  1. andare su C:\Users\\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Themes
  2. qui troverete un file senza estensione chiamato TranscodedWallpaper
  3. rinominate questo file in un altro modo
  4. copiate l'immagine ad alta risoluzione che volete mettere in questa cartella, chiamandola a sua volta TranscodedWallpaper, sempre senza estensione
  5. se notate la presenza della cartella CachedFiles, eliminatela

C'è poi però un sistema con qualche passaggio in più per bloccare per sempre questo tipo di compressione dell'immagine dello sfondo del desktop da parte di Windows 10:

  1. andate nell'editore del registro di Windows digitanto regedit nella casella di ricerca del menu Start
  2. scegliete la prima opzione che vi viene data
  3. andate in HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
  4. qui create una nuova chiave cliccando col tasto destro del mouse all'interno del riquadro a festra e scegliendo New (Nuovo), poi DWORD (32-bit) Value
  5. ora chiamate il vostro nuovo valore DWORD "JPEGImportQuality", togliete però le virgolette
  6. fate doppio clic su di esso per modificarlo
  7. impostate la base in decimale e la casella Value data su 100
  8. fate clic su OK

Via | Gizmodo.com

Foto | okubax

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 16:00.

Se dovete vendere il vostro PC con Windows 10, ecco alcune cose da fare prima

Windows 10

Windows 10 - Se volete vendere il vostro vecchio PC con Windows 10, assicuratevi prima di darlo via di ripulire per bene il vostro vecchio dispositivo. Questo per evitare di consegnare a un perfetto estraneo su eBay tutte le vostre informazioni e dati personali. E' infatti probabile che sul computer voi abbiate salvato foto, video e documenti. Prima di mettervi a cancellare tutto, fate un backup completo dei dati, usando o un disco rigido esterno o un servizio di cloud storage. La primissima cosa da fare è salvare manualmente tutte le cartelle che avete creato.

Come fare il backup dei dati e cartelle

Una volta salvate tali cartelle, potete utilizzare la funzione di backup di Windows per tutto il resto:

  1. andate in Impostazioni
  2. cliccate su Tutte le impostazioni
  3. cliccate su Aggiornamenti e sicurezza
  4. cliccate su Backup
  5. disconnettete il disco rigido esterno che eventualmente avete usato per salvare i dati del backup solamente una volta completato il backup

Cosa fare se ci sono software di terze parti installati

Passiamo poi ai software di terze parti che avete eventualmente installato sul computer. Con particolare riferimento a quelli che si usano in modalità di compatibilità, assicuratevi di non dover annullare la registrazione del computer nell'interfaccia utente di quel programma prima di pulire il disco rigido. Se non annullate tale registrazione, ci sono alcuni giochi e applicazioni che potrebbero chiedervi di riacquistarle.

In teoria le app e i software acquistati/installati tramite il Windows Store non dovrebbero creare problemi, ma è sempre bene prima controllare con il produttore del software.

Come cancellare i dati dal PC prima di venderlo

Dopo aver fatto tutto ciò, siete pronti per il reset vero e proprio. Prima di iniziare, dovete però sapere che tale processo non cancellerà proprio tutto tutto. Diciamo che è un processo di pulizia a livello "consumer". Il che vuol dire che sarà abbastanza sicuro se il computer verrà comprato da un utente medio che non sia eccessivamente smanettone e che non sa come accedere ai file cancellati.

Ma se vendete il computer a una persona esperta, ecco che potrebbe essere in grado di recuperare quei dati cancellati. Per ovviare a ciò, forse vi conviene far cancellare i dati dal computer da una persona esperta che usi software specializzati.

Comunque sia, se volete cancellare e resettare il computer prima di venderlo, ecco cosa dovete fare:

  1. andate nelle Impostazioni
  2. cliccate su Tutte le impostazioni
  3. cliccate su Aggiorna e sicurezza
  4. cliccate su Ripristino
  5. cliccate su Inizia subito che trovate sotto la voce Ripristina questo PC
  6. cliccate su Elimina tutto
  7. seguite tutte le istruzioni

Una volta completata la procedura, dovete procedere su un dispositivo diverso con i passaggi finali della procedura:

  1. andate sul account.microsoft.com/devices
  2. selezionate Rimuovi
  3. seguite tutte le istruzioni per rimuovere il vostro vecchio dispositivo dal vostro account

Via | The Next Web

Foto | 126940499@N05

Se dovete vendere il vostro PC con Windows 10, ecco alcune cose da fare prima pubblicato su Downloadblog.it 27 dicembre 2017 18:00.

Se dovete vendere il vostro PC con Windows 10, ecco alcune cose da fare prima

Windows 10

Windows 10 - Se volete vendere il vostro vecchio PC con Windows 10, assicuratevi prima di darlo via di ripulire per bene il vostro vecchio dispositivo. Questo per evitare di consegnare a un perfetto estraneo su eBay tutte le vostre informazioni e dati personali. E' infatti probabile che sul computer voi abbiate salvato foto, video e documenti. Prima di mettervi a cancellare tutto, fate un backup completo dei dati, usando o un disco rigido esterno o un servizio di cloud storage. La primissima cosa da fare è salvare manualmente tutte le cartelle che avete creato.

Come fare il backup dei dati e cartelle

Una volta salvate tali cartelle, potete utilizzare la funzione di backup di Windows per tutto il resto:

  1. andate in Impostazioni
  2. cliccate su Tutte le impostazioni
  3. cliccate su Aggiornamenti e sicurezza
  4. cliccate su Backup
  5. disconnettete il disco rigido esterno che eventualmente avete usato per salvare i dati del backup solamente una volta completato il backup

Cosa fare se ci sono software di terze parti installati

Passiamo poi ai software di terze parti che avete eventualmente installato sul computer. Con particolare riferimento a quelli che si usano in modalità di compatibilità, assicuratevi di non dover annullare la registrazione del computer nell'interfaccia utente di quel programma prima di pulire il disco rigido. Se non annullate tale registrazione, ci sono alcuni giochi e applicazioni che potrebbero chiedervi di riacquistarle.

In teoria le app e i software acquistati/installati tramite il Windows Store non dovrebbero creare problemi, ma è sempre bene prima controllare con il produttore del software.

Come cancellare i dati dal PC prima di venderlo

Dopo aver fatto tutto ciò, siete pronti per il reset vero e proprio. Prima di iniziare, dovete però sapere che tale processo non cancellerà proprio tutto tutto. Diciamo che è un processo di pulizia a livello "consumer". Il che vuol dire che sarà abbastanza sicuro se il computer verrà comprato da un utente medio che non sia eccessivamente smanettone e che non sa come accedere ai file cancellati.

Ma se vendete il computer a una persona esperta, ecco che potrebbe essere in grado di recuperare quei dati cancellati. Per ovviare a ciò, forse vi conviene far cancellare i dati dal computer da una persona esperta che usi software specializzati.

Comunque sia, se volete cancellare e resettare il computer prima di venderlo, ecco cosa dovete fare:

  1. andate nelle Impostazioni
  2. cliccate su Tutte le impostazioni
  3. cliccate su Aggiorna e sicurezza
  4. cliccate su Ripristino
  5. cliccate su Inizia subito che trovate sotto la voce Ripristina questo PC
  6. cliccate su Elimina tutto
  7. seguite tutte le istruzioni

Una volta completata la procedura, dovete procedere su un dispositivo diverso con i passaggi finali della procedura:

  1. andate sul account.microsoft.com/devices
  2. selezionate Rimuovi
  3. seguite tutte le istruzioni per rimuovere il vostro vecchio dispositivo dal vostro account

Via | The Next Web

Foto | 126940499@N05

Se dovete vendere il vostro PC con Windows 10, ecco alcune cose da fare prima pubblicato su Downloadblog.it 27 dicembre 2017 18:00.

Microsoft finirà gli aggiornamenti gratuiti a Windows 10 il 31 dicembre

Windows 10

Microsoft - Se ricordate, tecnicamente la maggior parte delle offerte di aggiornamenti gratuiti a Windows 10 era terminata nel luglio 2016. Tuttavia c'era stata un'eccezione. Se si usava la funzione Accessibility, ecco che la promo era stata estesa. Ma anche questa sta per concludersi. Microsoft, infatti, ha rivelato sul suo sito che gli aggiornamenti gratuiti per coloro che necessitano di questo tipo di tecnologia finiranno il 31 dicembre 2017. Tale lasso di tempo è stato concesso per venire incontro a coloro che dovevano attendere l'aggiornamento del mese di luglio 2016 prima di ottenere la funzione di accessibilità, ma dato che da allora ci sono stati parecchi update importanti, c'è una buona probabilità che tutti costoro siano già passati a Windows 10.

E' importante questa data perché segna la fine ufficiale e formale dell'offerta di Microsoft per modernizzare e unificare la base di utenti di Windows. Ma quanto ha funzionato questa politica di Microsoft? Secondo NetMarketShare, la tuota di utilizzo complessiva di Windows 10 relativamente al mercato dei PC è salita del 9& nel mese di novembre 2015 e del 29.3% nel mese di ottobre 2017, ma pare che Windows 7 sia ancora la versione dominante con un solido 46.6%, con un calo inferiore al 10%.

prosegui la lettura

Microsoft finirà gli aggiornamenti gratuiti a Windows 10 il 31 dicembre pubblicato su Downloadblog.it 06 novembre 2017 16:00.

Microsoft aggiunge su Windows 10 una funzione anti-cheat game

Windows 10

Microsoft - A inizio settimana Windows ha cominciato il roll-out del Windows 10 Fall Creators Update. Zitta zitta, l'azienda ha anche introdotto una funzione anti-cheat game, senza fare tanto clamore e scalpore. A dire il vero, Microsoft aveva rivelato per la prima volta l'esistenza di tale funzionalità a luglio, in una Windows 10 Insider Build, promettendo di condividere in seguito maggiori informazioni. Questa nuova funzione si chiama TruePlay ed è nata per aiutare gli sviluppatori di giochi a combattere attività di cheater come aimbot e wallhack.

Sembra che TruePlay sia assai simile al software anti-truffa di Valve (VAC). Il sistema raccoglie dati all'interno dei giochi e genera avvisi quando nota qualcosa fuori dal comune. Gli sviluppatori potranno così ricevere informazioni da TruePlay riguardanti cheater e truffatori. Per impostazione predefinita, al momento dell'update di Windows 10, TruePlay è disabilitato, ma pare che Microsoft stia cominciando a rendere disponibili le API per gli sviluppatori di giochi. Per ora TruePlay è limitato ai giochi universali presenti sulla piattaforma UWP di Windows, ma Microsoft spera di portare la funzionalità fuori dal Microsoft Store. Anche perché essendo limitata solo ai giochi su UWP, non affronta veramente i giochi in cui cheater barano effettivamente.

prosegui la lettura

Microsoft aggiunge su Windows 10 una funzione anti-cheat game pubblicato su Downloadblog.it 20 ottobre 2017 13:00.

Microsoft: Windows 10 per mobile non è più una priorità

microsoft windows 10 mobile

Microsoft - Joe Belfiore di Microsoft ha spiegato tramite un tweet su Twitter che Windows 10 per mobile non sarà più in cima alle priorità dell'azienda. Belfiore ha sottolineato come, ovviamente, Windows 10 per mobile avrà anche patch per la sicurezza, ma l'aggiunta di nuove funzionalità e modifiche hardware per Windows Mobile 10 "non sono più al centro dell'attenzione". Ma perché la piattaforma ha perso così d'importanza? Belfiore ha una spiegazione: la difficoltà a riuscire a far realizzare applicazioni agli sviluppatori. Microsoft ha cercato di pagare le aziende per produrre app e ha pure scritto loro per invogliarli, ma la maggior parte delle aziende rispose che il numero di utenti coinvolto era troppo basso per fare investimenti in tale direzione.

Perché creare un'applicazione per un gruppo relativamente piccolo di proprietari di cellulari Windows quando ci sono molti più utenti di iOS e Android? Ci sono poi altri motivi per questa celta, vuol la lentezza di Microsoft nel rispondere ad Apple e Google, nonché una strategia hardware incompatibile. Qualunque sia la ragione, Windows ha riconosciuto implicitamente che Android e iOS hanno un chiaro vantaggio.

prosegui la lettura

Microsoft: Windows 10 per mobile non è più una priorità pubblicato su Downloadblog.it 09 ottobre 2017 15:00.

Microsoft: con Windows 10 e Cortana possibile gestire i dispositivi smart home con la voce

Windows 10

Microsoft ha deciso di aggiungere una nuova funzionalità al suo assistente digitale Cortana su Windows 10 sia per PC che per mobile. In pratica ha implementato la nuova opzione "Connected Home", la trovate nel menu delle impostazioni di Cortana Netbook. Grazie a questa opzione, gli utenti potranno ora controllare una serie di dispositivi smart home direttamente tramite la loro voce. Come riferito da Windows Central, questa sezione Connected Home supporta i dispositivi Nest di Alphabet e prodotti che supportano la piattaforma SmartThings di Samsung.

Inoltre può anche controllare i dispositivi da Wink, Insteon e Hue. Una volta attivato il supporto per questi prodotti dall'apposito menu delle Impostazioni, ecco che si potrà utilizzare il nostro computer con Windows 10 o il nostro cellulare magari per controllare un termostato Nest, una lampada collegata a Hue o una videocamera che utilizza SmartThings. Ancora non si sa se questa opzione arriverà anche sull'applicazione Cortana di Microsoft su iOS e Android.

prosegui la lettura

Microsoft: con Windows 10 e Cortana possibile gestire i dispositivi smart home con la voce pubblicato su Downloadblog.it 09 ottobre 2017 09:00.

Microsoft: prorogato l'aggiornamento gratuito di Windows 10 S fino a marzo

windows 10

Microsoft ha deciso di prorogare l'aggiornamento gratuito di Windows 10 S almeno fino al prossimo mese di marzo. La promozione per l'update arriverà fino al 31 marzo 2018, tre mesi in più rispetto a quanto originariamente previsto. Questo vuol dire che gli utenti avranno un pochino più di tempo per decidere se vogliono aggiornare a Windows 10 Pro. Diciamo che l'arrivo di Windows 10 S ha prodotto reazioni contrastanti negli utenti, questo anche perché non permette di installare applicazioni del Windows Store, il che vuol dire non poter installare software popolari come Photoshop e Steam.

Tuttavia, la medesima limitazione che infastidisce molti utenti, permette a Microsoft di controllare meglio il funzionamento del proprio sistema operativo, contribuendo a garantire prestazioni migliori con relativa maggior durata della batteria. Microsoft si sta sforzando parecchio per spingere Windows 10 S, ma bisogna vedere cosa ne penseranno gli utenti.

prosegui la lettura

Microsoft: prorogato l'aggiornamento gratuito di Windows 10 S fino a marzo pubblicato su Downloadblog.it 07 settembre 2017 11:00.

Microsoft promette che non forzerà più gli utenti a fare gli aggiornamenti

microsoft

Microsoft - Si potrebbe dire che il roll out di Microsoft Windows 10 sia stato un mezzo disastro. Non è che il sistema operativo sia pessimo, anzi, in molti lo considerano decisamente migliore rispetto a Windows 8 e Windows 8.1. Il vero problema è il modo in cui Microsoft ha praticamente forzato gli utenti ad effettuare l'aggiornamento. Riconoscendo l'errore, Microsoft ha ora promesso di non obbligare mai più gli utenti a fare un aggiornamento in questo modo e lo ha promesso proprio in tribunale. Se non avete famigliarità con le tattiche di aggiornamento di Microsoft Windows 10, vi rammentiamo come molti utenti abbiano notato come i loro computer scaricassero automaticamente l'enorme file di aggiornamento di Windows 10, senza neanche chiedere.

Il problema, poi, è stato aggravato da avvisi di aggiornamento vaghi e confusi (nel mio caso, per esempio, la casellina in basso a a destra che si apriva per suggerire di effettuare l'aggiornamento si apriva a tradimento nei momenti più impensati ed era tutta bianca, non compariva la scritta. Sapendo dove stava la X per chiuderla, la chiudevo tutte le volte, ma se avessi cliccato a casaccio sul bianco nel tentativo di chiuderla avrei avviato l'aggiornamento a mia insaputa), avvisi che hanno portato molti utenti ad avviare l'aggiornamento a Windows 10 senza rendersene conto. Successivamente Microsoft si è scusato per questa strategia di aggiornamento e ora afferma di aver imparato molto da questa vicenda.

prosegui la lettura

Microsoft promette che non forzerà più gli utenti a fare gli aggiornamenti pubblicato su Downloadblog.it 27 agosto 2017 16:00.

Come fare e modificare screenshot su Windows senza usare Paint: ecco il nascosto Snipping Tool

disperazione

Snipping Tool - Non so se avete seguito la vicenda, ma ieri Microsoft aveva annunciato che col prossimo aggiornamento di Windows Autumn avrebbe eliminato lo storico Paint. La disperazione si è abbattuta sugli utenti (ivi inclusa la presente), da sempre abituati ad usare Paint non solo per svago, ma anche per lavoro. Ecco allora che Microsoft stamattina ha fatto marcia indietro vedendo la delusione degli utenti e ha annunciato che sì, Paint normale non sarà presente di default nel nuovo aggiornamento di Windows, ma sarà comunque scaricabile dal Windows Store. Tuttavia, ci sarebbe un altro sistema per fare e modificare screenshot su Windows: si tratta di Snipping Tool o Strumento di cattura, strumento nascosto in Windows di cui la maggior parte delle persone ignora l'esistenza.

Snipping Tool: dove si trova e come usarlo

prosegui la lettura

Come fare e modificare screenshot su Windows senza usare Paint: ecco il nascosto Snipping Tool pubblicato su Downloadblog.it 25 luglio 2017 14:00.

Microsoft ci ripensa: MS Paint continuerà a vivere sul Windows Store

ms-paint-guardian.jpg

25 luglio 2017 - Microsoft ha deciso di fare un passo indietro e di non uccidere lo storico MS Paint. L'annuncio è arrivato poche ore dopo l'ondata di delusione manifestata sui social network dagli utenti che in un modo o nell'altro sono cresciuti smanettando con Paint e quelli che, strano ma vero, anche oggi continuano ad utilizzarlo non soltanto per svago.

E così, a sorpresa, Microsoft ha confermato che a partire dal prossimo aggiornamento di Windows 10, quello che arriverà senza Paint installato, gli utenti avranno la possibilità di scaricarlo gratuitamente dal Windows Store.

prosegui la lettura

Microsoft ci ripensa: MS Paint continuerà a vivere sul Windows Store pubblicato su Downloadblog.it 25 luglio 2017 11:40.

Kaspersky denuncia Microsoft all'Antitrust a causa di Windows Defender

kaspersky

Kaspersky vs Microsoft - Piccoli problemi nel mondo degli antivirus. Kaspersky ha infatti denunciato all'Antitrust europeo la Microsoft: tutta colpa di come Microsoft sta spingendo l'uso di Windows Defender soprattutto in Windows 10. Kaspersky sostiene che Microsoft stia utilizzando la propria posizione predominante con Windows per spingere in maniera non corretta Windows Defender, il suo software antivirus, danneggiando così i prodotti concorrenti. A seguito di una prima denuncia con il servizio russo Federal Antimonopoly (FAS), Microsoft ha modificato un po' la sua politica, ma non abbastanza per soddisfare Kaspersky che ha fatto nuovamente ricorso con la Commissione Europea e il German Federal Cartel Office.

Perché Kaspersky ha denunciato la Microsoft?

prosegui la lettura

Kaspersky denuncia Microsoft all'Antitrust a causa di Windows Defender pubblicato su Downloadblog.it 07 giugno 2017 13:00.

Windows 10 S: la nuova versione non ci permetterà di usare Google come motore di ricerca predefinito

disperazione

Windows 10 S - Microsoft ha da poco lanciato una nuova variante più leggera di Windows 10, chiamata Windows 10 S. Ebbene, dalle FAQ di questa nuova versione emergono un paio di dati inquietanti. La prima cosa che si nota è che il web browser di default del nuovo sistema operativo sarà Edge. Il che è una cosa nota in quanto ciò che rende Windows 10 S "leggero" è il fatto di eseguire solamente applicazioni provenienti dall'app store di Windows. E in questo momento nessun altro browser importante è presente nello store. Quello che nessuno però aveva specificato finora è il fatto che né Edge né Internet Explorer vi permetteranno di modificare il motore di ricerca predefinito in Windows 10 S. Come spiegato da LaptopMag, questo vuol dire che se userete Windows 10 S al posto della versione normale di Windows 10, sulla barra degli indirizzi vi ritroverete per forza Bing come motore di ricerca senza alcuna possibilità di passare a Google, DuckDuckGo o gli altri concorrenti. A meno di non andare direttamente nei rispettivi siti web.

Su Microsoft Windows S dite addio a Google come motore di ricerca predefinito

prosegui la lettura

Windows 10 S: la nuova versione non ci permetterà di usare Google come motore di ricerca predefinito pubblicato su Downloadblog.it 03 maggio 2017 16:00.

❌