Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

SicurAUTO.it va in vacanza: ci rivediamo il 19 agosto!

di Donato D'Ambrosi

L’estate 2019 è bella che iniziata e secondo un recente sondaggio oltre 8 italiani su 10 useranno e stanno usando l’auto per andare in vacanza verso spiagge, montagne, laghi. Vale ancora la pena svegliarsi la mattina presto per la famigerata partenza intelligente? Dopo aver controllato se tutto quello che serve in vacanza è nella valigia, hai controllato di avere anche gli oggetti che non devono mancare in viaggio? E se i bambini più piccoli viaggiano per la prima volta in auto, quali sono gli errori da evitare? Se il cane impazzisce dalla voglia di viaggiare con la testa di fuori cosa bisogna fare? Ecco alcune domande che troveranno risposta nelle utili guide qui sotto. Anche per la Redazione di SicurAUTO.it è arrivato il momento di staccare la spina, ricaricarci e tornare pronti da voi con notizie sempre aggiornate, curiosità sul mondo delle auto e guide. Quindi vi auguriamo buone vacanze con i nostri migliori consigli. Con tutti voi ci rivediamo dopo la pausa estiva, il 19 agosto. Intanto non fatevi sorprendere dagli imprevisti in viaggio: ecco le cose più importanti che dovete sapere.

DOVE ANDRANNO GLI ITALIANI IN VACANZA

Secondo una recente indagine, un italiano su due (49%) partirà ad agosto e tra chi ha già deciso la destinazione, per l’81% l’auto ha un ruolo principale nel viaggio: tra questi, il 73% partirà direttamente con la propria macchina o con quella di altri compagni, mentre l’8% opterà per un’auto a noleggio (qui sotto trovi le dritte per risparmiare senza farti fregare dalla fretta). Le mete più gettonate sono in Italia, che batte l’Europa e l’extra-Europa con il 79% delle preferenze; quasi la metà del campione è diretto verso le spiagge di Calabria (13%), Sardegna e Puglia (entrambe al 10%) e Sicilia (8%). Tra le località di montagna scelte dal 16% dei vacanzieri su quattro ruote spicca il Trentino-Alto Adige (47%), mentre è Firenze la più gettonata delle città d’arte, visitate dal 5%. Roma, Milano e Firenze sono le 3 città italiane tra le 35 mete mondiali più visitate durante le vacanze.

Buone vacanze a tutti e Arrivederci al 19 agosto!

Ricordate di allacciare le cinture davanti e dietro e sistemare i bambini negli appositi seggiolini per auto 😉

Previsioni traffico agosto 2019: i giorni da bollino rosso e nero

Cinture di sicurezza posteriori: 5 motivi per indossarle sempre

Liquidi auto: quali controllare prima di partire

Autostop legale o illegale? Cosa dice la legge italiana

Guidare con i tacchi, le infradito e a piedi nudi: la normativa

I bagagli sul tetto dell’auto: quali sono le regole da ricordare?

Non dissetarsi alla guida fa sbagliare come bere alcolici

Caldo in auto: come combattere l’afa al volante

Come utilizzare il climatizzatore

10 cose da non dimenticare quando si parte per le vacanze

In auto con mamma e papà, i bambini cosa fanno?

10 errori da non fare in estate con i bambini a bordo

Seggiolini auto e trasporto bambini: guida completa

La cintura di sicurezza in gravidanza comporta dei rischi? Qual è l’uso corretto?

10 errori da non fare quando si viaggia con medicinali in auto

Pericolo bagagli! Ecco un crash test ADAC che lo dimostra

Con l’auto sovraccarica la sbandata è assicurata

Obbligo soccorso animali: la guida su cosa fare e chi chiamare

Animali in auto, come trasportarli in tutta sicurezza

15 errori da non fare con il noleggio auto

The post SicurAUTO.it va in vacanza: ci rivediamo il 19 agosto! appeared first on SicurAUTO.it.

Viaggi in auto condivisi: le alternative a BlaBlaCar

di Raffaele Dambra

Viaggi in auto condivisi

Con 75 milioni di utenti in oltre 20 Paesi diversi, BlaBlaCar è senza dubbio la più grande piattaforma al mondo di car pooling su lunghe distanze. Ed è molto diffusa anche in Italia (2,5 milioni di iscritti nel 2017, ora saranno decisamente aumentati), soprattutto tra i giovani. Forse però non tutti sanno che sono disponibili altre applicazioni per i viaggi in auto condivisi: meno famose della start-up francese ma non per questo meno affidabili. Scopriamone qualcuna.

VIAGGI IN AUTO CONDIVISI: CAR POOLING DELL’AUTOSTRADA DEI LAGHI

Ideato da Autostrade per l’Italia, questa iniziativa di car pooling interessa l’Autostrada dei Laghi (A8-A9) a beneficio delle persone che percorrono il tragitto da Como e Varese verso Milano e viceversa. Su entrambe le arterie sono state allestite corsie ad hoc per il passaggio ai caselli delle auto in car pooling iscritte alla piattaforma, alle quali è stato riservato un interessante sconto sul pedaggio: 50 centesimi di euro a tratta anziché 1,70, con una riduzione del 70,5%. La riduzione è applicata nei giorni feriali e nelle ore di punta (6:30-9:30 e 17:30-20:00), limitatamente alle auto condivise con almeno quattro persone a bordo. Per cercare o inserire passaggi bisogna andare sul sito autostradecarpooling.it.

VIAGGI IN AUTO CONDIVISI: CAR POOLING ROMA

Car Pooling Roma è un servizio della Provincia di Roma e Autostrade per l’Italia per la condivisione di viaggi in auto non solo nella Capitale ma un po’ in tutto il Lazio. Basta registrarsi per poter consultare la bacheca dei passaggi disponibili o per pubblicare l’offerta di un passaggio. Indirizzo: roma.autostradecarpooling.it

JOJOB: CAR POOLING PER LAVORATORI

Jojob è una piattaforma che promuove la condivisione di auto private tra due o più persone nel tragitto casa-lavoro e lavoro-casa. È possibile selezionare gli utenti più affini al proprio tragitto, che lavorano nella propria azienda o presso aziende limitrofe e viaggiano agli stessi orari, e aggiungerli tra i preferiti per poi eventualmente viaggiare insieme. Jojob è uno strumento non vincolante, che si può utilizzare tutti i giorni o anche solo una volta in caso di necessità. Il servizio è disponibile sul sito jojob.it o tramite app per dispositivi Android, iOs e Windows Phone. Simile a Jojob è BePooler.com.

PASSAGGI IN AUTO CON ROAD SHARING

RoadSharing.com è un servizio di car pooling internazionale con base anche in Italia. Funziona più o meno come tutti gli altri siti di questo genere e tra le altre cose ha una sezione dedicata agli eventi (concerti, fiere, festival, mostre, ecc.) per i quali si desidera condividere le spese di viaggio.

HAPPYWAYS: CAR POOLING PER EVENTI

E a proposito di eventi, HappyWays si definisce il primo portale di car pooling interamente dedicato proprio alle grandi manifestazioni sportive, musicali, ecc. Basta iscriversi, selezionare un evento d’interesse tra quelli proposti sul sito e proporre un passaggio mettendo a disposizione i posti liberi dell’auto, specificando se il passaggio c’è anche al ritorno. Chi cerca invece il passaggio può farlo invece direttamente nella pagina dell’evento scegliendo un posto disponibile. Il sito è happyways.it.

YOUTRIP: VIAGGI IN AUTO CONDIVISI GRATIS (O QUASI)

YouTrip è una piattaforma di car pooling molto particolare perché, secondo la policy del servizio, gli utenti che condividono l’auto con altre persone possono chiedere un contributo spese sia in denaro che in altre forme. Per esempio piatti tipici del luogo, oggetti tradizionali o soltanto il piacere di viaggiare insieme. “Perché un oggetto inutilizzato”, si legge sul sito youtrip.it, “abbandonato da anni dentro un cassetto piuttosto che in garage, può avere un valore molto più importante di quanto spesso si creda”. Insomma, il baratto applicato al car pooling.

VIAGGI IN AUTO CONDIVISI: VIAVAI – AUTOSTOP ORGANIZZATO

Come si può intuire dal titolo si tratta di una piattaforma che mette in contatto persone alla ricerca di un passaggio per varie destinazioni in Italia e in Europa. I viaggi sono resi più sicuri dall’obbligo di inviare, in fase di iscrizione, una copia di un documento d’identità e del codice fiscale. L’iscrizione al servizio ha un costo di 11,90 euro. L’indirizzo del sito è viavai.com/autostop.

The post Viaggi in auto condivisi: le alternative a BlaBlaCar appeared first on SicurAUTO.it.

5 cibi da evitare prima di mettersi alla guida

di Donato D'Ambrosi

Mangiare in modo smisurato prima di mettersi alla guida è pericoloso tanto quanto partire a stomaco vuoto. Ma non tutti sanno che stare al volante per diverse ore richiede ugualmente energia oltre che riposo: tra 1000 e 1350 kcal al giorno. Per evitare di sovraccaricare l’apparato digerente e i colpi di sonno al volante bisognerebbe evitare alcuni cibi calorici ma anche carboidrati e ortaggi acidi. Ecco i consigli dell’esperto su cosa mangiare prima e durante il viaggio.

QUANTA ENERGIA SI BRUCIA ALLA GUIDA

Molto dipende dalle abitudini quotidiane a tavola, per questo è importante sapere che se ci si mette al volante, l’ideale è non ingurgitare oltre 2500 kcal circa ma neppure solo con un caffè. “Non ci si deve mai mettere al volante a stomaco vuoto, perché si può soffrire di bassi livelli di zucchero nel sangue e vertigini” Spiega la Dott.ssa Mari Carmen López del centro medico SEAT – “Inoltre, i morsi della fame diminuiscono la capacità di attenzione mentre la mente è su altre cose”. Al contrario, pasti abbondanti provocano sonnolenza, dolori addominali, bruciore di stomaco e gas, tutti sintomi che alterano la capacità di concentrazione. Dopo pranzo, ad esempio, è stato dimostrato che l’attenzione diminuisce del 10%. “Fare soste frequenti, mangiare piccole quantità e, dopo il pasto principale, camminare per 15 minuti o fare un pisolino per schiarirsi le idee“. Ma cosa è meglio evitare quando di guida per diverse ore?

I CIBI DA EVITARE IN VIAGGIO

Gli alimenti da evitare sono cibi fritti, fritti in pastella, piccanti e salse che possono compromettere una guida sicura. Al volante è anche meglio evitare riso, fagioli e pasta. Poiché la guida è un’attività che non richiede un apporto calorico significativo, è meglio non mangiare troppi carboidrati perché causano gonfiore. Inoltre, si digeriscono facilmente e fanno sentire di nuovo affamati. Mangiare troppi frutti acidi, cipolle e pomodori, anche se sono sani, provoca indigestione acida, quindi è meglio evitarli se si guida per una giornata intera. Le bevande energetiche durante la guida sono assolutamente sconsigliabili.

COSA MANGIARE IN VIAGGIO

Oltre 2 caffè o tè si rischia di diventare nervosi, ma poi è sempre soggettiva la cosa. Idratarsi bevendo acqua, succo di frutta e qualche bevanda analcolica permette di stare più concentrati al volante. Prima di mettersi in viaggio conta anche cosa si mette di solido nello stomaco. Qualche idea per restare leggeri la fornisce la Dott.ssa López con i consigli sui cibi da preferire prima e durante il viaggio.

Colazione

– Due fette di pane tostato con prosciutto cotto o formaggio
– Pezzo di frutta
– Caffè o tè

Spuntino

– Panino vegetariano e acqua

Pranzo

– Insalata
– Carne o pesce alla griglia o arrosto
– Frutta
– Acqua e caffè o tè

Spuntino pomeridiano

– Frutta, yogurt e acqua

The post 5 cibi da evitare prima di mettersi alla guida appeared first on SicurAUTO.it.

Bambini in auto: 7 rimedi contro il mal di macchina

di Redazione

Bambini in auto rimedi mal di macchina

Quando si fanno lunghi viaggi con bambini in auto, specialmente se molto piccoli, bisogna fare i conti con alcuni inconvenienti. Tra questi c’è senz’altro il mal di macchina, che colpisce un bimbo su tre (ma ne soffrono anche molti adulti). Un malessere fastidioso che spesso condiziona le famiglie nella scelta della meta da raggiungere, ma che si può tenere a bada seguendo 7 facili rimedi.

I CONSIGLI DEI MEDICI DEL BAMBINO GESÙ CONTRO IL MAL D’AUTO

Le 7 regole d’oro contro il mal d’auto dei bambini sono state redatte dai medici dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, che hanno realizzato una guida sulla sicurezza stradale dei più piccoli insieme alla Fondazione ANIA. La guida è stata pubblicata integralmente sull’ultimo numero del magazine digitale dell’istituto ospedaliero, che si intitola ‘A scuola di salute’.

CAUSE E SINTOMI DEL MAL D’AUTO DEI BAMBINI

Prima di passare ai rimedi per il mal di macchina dei bambini, i medici si sono soffermati sulla cause. Perché si soffre di mal d’auto? Il disturbo è causato dall’ipersensibilità del centro dell’equilibrio, situato all’interno dell’orecchio. La ripetuta sollecitazione di questo centro comporta un malessere dovuto a movimenti rotatori ed esposizioni a eccessivi stimoli visivi. Malessere che in gergo chiamiamo, appunto, mal d’auto, e che a seconda del mezzo di trasporto può essere anche mal di treno, mal d’aereo, mal di mare, ecc. I sintomi del mal d’auto sono pallore, sbadigli, sudorazione fredda e nausea fino al vomito. Proprio il vomito, però, aiuta il bambino a stare meglio: quindi non è il caso di allarmarsi se il piccolo vuole rimettere, anzi è utile.

MAL D’AUTO DEI BAMBINI: I RIMEDI DA SEGUIRE

Spiegate le cause, passiamo come promesso ai rimedi del mal d’auto dei bambini. Sono 7 regole semplici ma efficaci e soprattutto naturali. 1) Affrontare il viaggio in auto quando il bambino ha ancora sonno; 2) Mantenere una guida tranquilla senza accelerazioni o decelerazioni, soprattutto in curva; 3) Evitare odori forti di benzina o aria viziata; 4) Far fare frequenti spuntini salati sia prima sia durante il viaggio, insieme a piccoli sorsi di acqua o di tè; 5) Distrarre e intrattenere con musica o giochi per far guardare avanti; 6) Usare l’aria condizionata o aprire i finestrini per mantenere fresco l’ambiente; 7) Fare soste ogni 2/3 ore per far sgranchire le gambe.

PER I CASI PIÙ DIFFICILI C’È IL DIMENIDRINATO

Seguendo questi consigli il viaggio con i bambini in auto dovrebbe filare liscio. Tuttavia i medici del Bambino Gesù hanno previsto, per i casi più difficili, anche l’utilizzo di farmaci a base di dimenidrinato, una molecola utilizzata in caso di nausea e sensazioni di vertigini, efficace perciò pure per il mal d’auto. Il dimenidrinato si può assumere in capsule molli, e allora va preso circa mezzora prima della partenza. Oppure sotto forma di gomma da masticare, e in questo caso si deve prendere non appena compaiono i sintomi del mal di macchina. Attenzione: il dimenidrinato non è somministrabile ai bambini con meno di 2 anni.

L'articolo Bambini in auto: 7 rimedi contro il mal di macchina proviene da SicurAUTO.it.

❌