Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Vernice bianca, nera, grigia e argento: quale colore scalda di più al sole?

di Donato D'Ambrosi

Quale colore scegliere su un’auto nuova, ma potendo anche usata? Ci sono diverse correnti di pensiero e logiche per scegliere la vernice auto migliore per una questione di costi, convenienza, estetica o praticità. Non tutti sanno come scegliere l’auto giusta e si fanno guidare dall’istinto. Anche se le vernici auto sono diventate più tecnologiche, colore e calore sono sempre legati l’uno all’altro. Qual è il colore che scalda di più al sole? E’ una domanda che dovrebbe porsi anche chi compra un furgone o un mezzo da lavoro con una vernice scura per trascorrerci diverse ore. In un interessante test sono state confrontate con una termocamera le carrozzerie di 4 auto identiche ma di 4 colori diversi al sole. Ecco quale vernice scalda di più tra bianco, nero, grigio e argento.

LA VERNICE BIANCA NON E’ PIU’ SOLO DA TAXI

Col bianco, nelle sue varie sfumature pastello, perlato, lucido, non si sbaglia mai. E se pensate che è tornata in voga la vernice di colore bianco tra i colori che si rivendono più facilmente, il test del blog MikesCarInfo vi darà ragione sulla scelta. Tra le quattro auto identiche parcheggiate al sole c’è da aspettarsi che la carrozzeria si quella bianca sia la più “fresca”. Alla prova della termocamera rivelatrice, la vernice bianca infatti arriva a 45 °C. Non sappiamo da quanto fossero parcheggiate, ma è poco rilevante poiché le 4 vernici sono state sottoposte alla stessa esposizione.

QUANTO E’ CALDA LA VERNICE NERA

Passare dal bianco alla vernice nera è come saltare dalla padella alla brace perché se per qualsiasi motivo si mette la mano sulla carrozzeria l’urlo è assicurato. Sappi una cosa, se stai pensando ai vantaggi per cui scegliere una vernice nera ce ne sono ben pochi. Di sicuro la rivendibilità e l’eleganza di una berlina nera è maggiore di un’auto che sembrerà un taxi dismesso. La prova della termocamera però mostra chiaramente che con una carrozzeria a 70°C bisognerà usare il climatizzatore (maggiori consumi) con maggiore frequenza. Se pensiamo poi alla sicurezza di guida (vernice nera si vede meno in condizioni di scarsa luminosità), il bianco sul nero vince a mani basse.

SCEGLIERE TRA GRIGIO CALDO E GRIGIO FREDDO

Cosa cambia però tra il colore grigio metallizzato e l’argento? Sotto al sole ci si aspetterebbe che la vernice grigia sia indifferentemente una via di mezzo tra il bianco e il nero. E invece non è così. Alla prova della termocamera l’effetto della grana della vernice metallizzata fa aumentare la temperatura della carrozzeria e non di poco. La vernice di grigio metallizzato (grana fine) si scalda fino a circa 54 °C, meno della vernice argento (grana grossa) che arriva a 63 °C. Quindi scegliere la giusta tonalità di vernice può rivelarsi importante tanto quanto la scelta del colore migliore.

The post Vernice bianca, nera, grigia e argento: quale colore scalda di più al sole? appeared first on SicurAUTO.it.

Le auto a guida autonoma saranno tutte chiare: ecco quali colori spariranno

di Donato D'Ambrosi

La diffusione delle auto a guida autonoma sarà fortemente influenzata dalle scelte legislative degli Stati ma c’è un aspetto di cui si parla ancora poco che riguarda le sfide per i produttori di vernici. Eh si, poiché se in Europa ad esempio è autorizzato il livello di guida autonoma 2, alcuni modelli sono già equipaggiati del livello 3 e oltre, ma inibito. Man mano che il livello di guida autonoma aumenta, aumenta anche la capacità delle auto di vedere e percepire gli altri mezzi. In questo la funzione della vernice e dei colori può essere una grossa limitazione. Ecco perché molti colori in futuro potrebbero sparire dai campionari dei Costruttori, e adesso capiremo perché.

LE FINITURE OPACHE NON RIFLETTONO AL MEGLIO

I Lidar saranno sempre più numerosi, piccoli e diffusi sulle auto a guida autonoma poiché rappresentano gli una parte dei sensi con cui percepiscono gli oggetti e le altre auto. Durante i test più recenti però si è scoperto che le superfici più riflettenti agevolano il lavoro dei Lidar, al contrario di quelle meno riflettenti. Il Lidar infatti, misura il tempo che impiega un impulso di luce per tornare indietro dopo aver colpito un oggetto. Quanto basta per capire che i rivestimenti e le vernici opache tanto in voga negli ultimi anni, non avranno una lunga vita.

IL BIANCO VINCE SUL NERO

Lo stesso accadrà per i colori nero e grigio che assorbono una quantità maggiore di luce a infrarossi rispetto ai colori chiari, come spiega Nexa Autocolor. Le auto nere infatti riducono i segnali IR riflessi del 50% rispetto alle auto bianche, alterando il funzionamento dei sensori basati su laser. Ma anche i materiali sempre più sofisticati e diversi dalla semplice lamiera di acciaio dovranno essere rivisti. Le parti in plastica, riducono la riflessione della luce e si prestano meno rispetto all’alluminio e all’acciaio. Ma non per questo vedremo tornare in uso i paraurti metallici aboliti negli anni ’90 perché troppo pericolosi nel contatto con i pedoni.

NON SOLO VERNICI MA ANCHE MATERIALI INNOVATIVI

Le sfide delle aziende impegnate nella produzione delle vernici per i Costruttori auto sono fatte anche di ricerca e sviluppo di rivestimenti che possano ridurre le ombre dei materiali meno riflettenti. E non bisogna pensare che si tratti solo di sicurezza, poiché le vernici innovative delle auto connesse dovranno anche ridurre gli accumuli di polvere, neve e sporcizia sui sensori sempre per lo stesso motivo. SE tutte le auto del futuro fossero di un solo colore i costi di produzione si ridurrebbero in modo significativo. Ma a giudicare dai colori preferiti dagli automobilisti, è più facile immaginare che il marketing la farà da padrone anche sul futuro delle auto a guida autonoma.

L'articolo Le auto a guida autonoma saranno tutte chiare: ecco quali colori spariranno proviene da SicurAUTO.it.

Vernice remobile Nexus

di redazione

Nexus propone una vernice spray gommata removibile in kit, con protettore e nastro adesivo per prestazioni eccezionali e una finitura impeccabile. Protegge gli oggetti dall’umidità, dall’acido, dalla ruggine e dalla corrosione. È resistente alle intemperie, agli agenti chimici e durevole nel tempo. Applicabile sui materiali più svariati: metallo, legno, vetro, cemento, tessuti, corde e molto altro. Si asciuga velocemente in 5 minuti per ogni strato. Resistente alle temperature da -10°C a 90°C e alle radiazioni solari, oltre ai raggi UV. La confezione include: 2 bombolette di vernice spray removibile (400 ml); 1 rullo protettore (30m x 550mm); 1 rullo di nastro adesivo di carta (28m x 15mm). Tutti gli articoli sono disponibili presso il distributore esclusivo SD Distribuzione, on line su www.speedup.it oppure presso i Megastores Bep’s, ora anche online www.beps.it.
Info: www.speedup.it – www.beps.it

L'articolo Vernice remobile Nexus proviene da ELABORARE Tuning.

❌