Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Volkswagen Golf V TDI 140 elaborata 425 CV con preparazione

di redazione

Questa Volkswagen Golf V TDI 140 elaborata con 425 CV e preparazione di Federico Motori/AutoMotori Service & LB Engineering vanta una potenza triplicata, grazie alla lavorazione del monoblocco, del turbo e degli organi interni del motore. I 425 CV ottenuti da un 2.0 diesel sono davvero tanti, ma nonostante la potenza esagerata ben gestibili nella guida di tutti i giorni.

VW Golf 5 TDI 140 – Tuning motore

L’operazione di tuning della Golf V TDI 140 si è svolta in due fasi, ottenendo prima 345 CV e poi gli attuali 425 CV. All’inizio il motore è stato completamente smontato partendo dal monoblocco (tipo BKD 16 valvole), a cui ha fatto seguito la lavorazione e la sostituzione dei componenti principali.

Tra questi citiamo il primo turbo GTB2265VK (compressore in avional 6+6 blades) Garrett di derivazione BMW 530d fornito da TurboFlash, le bielle in acciaio forgiato ad H rovesciata della Maxspeeding Rods, la lucidatura ed equilibratura di precisione dell’albero motore (con volano e puleggia servizi), oltre ai pistoni pesati e portati tutti alla stessa grammatura.

VW Golf 5 TDI 140 elaborata 425 CV - motore
VW Golf 5 TDI 140 elaborata 425 CV – motore

VW Golf 5 TDI 140 – Tuning assetto e freni

Il giorno della prova l’assetto montato sulla vettura era un TA Technix a ghiera, che tuttavia si è rivelato un po’ morbido per l’uso in pista e sostituito poi con uno della AP Sport. I cerchi in lega Mak DTM One da 17” di colore nero, abbinati a pneumatici invernali della Kumho, sono stati rimpiazzati con gli OZ Ultraleggera e i pneumatici Yokohama Neova AD08R 225/45 R17 per ottimizzare la messa a terra della potenza.

VW Golf 5 TDI 140 – Tuning estetica

Per quanto riguarda il tuning esterno praticamente nulla da segnalare, a parte la mascherina di derivazione Golf GTI e la verniciatura della parte inferiore del paraurti posteriore. Dato qualche anno sulle spalle della vettura, è stato eseguito un detailing completo presso la Beautycar Trapani con applicazione di un rivestimento nano-ceramico sulla carrozzeria. In seguito alla prova, sul retro della Golf il proprietario ha installato un estrattore Maxton Design affiancato ad un grintoso scarico con quattro uscite.

Scheda tecnica tuning Volkswagen Golf V TDI 140 by D.F. Motori/AM Service&LB Engineering

  • MOTORE
  • Lavorazione completa monoblocco, albero motore ecc. 3.000€
  • Turbo Garrett GTD3071V fornito da AVD Turbo 1.600€
  • Collettori di scarico 4in1 realizzati dalla Rudicar Corse 500€
  • Iniettori maggiorati Nozzles Firad +120% 800€
  • Pompa alta pressione Bosch modificata stage 3 900€
  • Map sensor 4 bar Bosch 60€
  • Prigionieri testa ARP 400€
  • Intercooler maggiorato 14 lt Orra Racing 450€
  • Linea di scarico full 76 mm 1.000€
  • Aspirazione diretta da 90 mm con filtro a doppio cono BMC, giro tubi intercooler maggiorato e accorciato, il tutto realizzato da Antonino Palmeri Automotori Service e Tony Sanna Autotecnica. Costo lavoro totale 750€
  • Mappa a cura dell’Ing. Luigi Bombaci (L.B. Engineering, Catania) 500€
  • Modifiche successive alla prova:
  • Scarico a quattro uscite 350 €
  • TRASMISSIONE
  • Gruppo frizione rinforzato LUKpro DMF con modifica disco e spingidisco by Scazzosi 660€
  • Modifiche successive alla prova:
  • Gruppo frizione rinforzato Sachs Performance DMF con modifica disco e spingidisco 660€
  • ASSETTO
  • Ammortizzatori TA Technix 350€
  • Cerchi in lega Mak DTM One 7,5jx17” 600€
  • Pneumatici Kumho Wintercraft 225/45 R17 500€
  • Modifiche successive alla prova:
  • Ammortizzatori AP Sport regolabili 600€
  • Cerchi in lega OZ Ultraleggera 900 €
  • Pneumatici Yokohama Neova AD08R 225/45 R17 650€
  • INTERNI
  • Manometro turbo Depo Racing 60€
  • Manometro EGT Depo Racing 100€
  • Autoradio 2 Din da 9” 300€
  • ESTETICA
  • Mascherina anteriore Golf GTI 150€
  • Verniciatura paraurti posteriore 100€
  • Coating nano-ceramico sulla carrozzeria by Beauty Trapani 800€
  • Modifiche successive alla prova:
  • Estrattore posteriore Maxton Design 150€

Costo totale intervento tuning: oltre 13.000 Euro

Cerca la Volkswagen Golf nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della VW Golf V TDI 140 by D.F. Motori/AM Service&LB Engineering è su Elaborare 257.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 257 Febbraio 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020
Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020

L'articolo Volkswagen Golf V TDI 140 elaborata 425 CV con preparazione proviene da ELABORARE.

Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV con preparazione

di redazione

Questa Volkswagen Scirocco 2.0 TDI con 297 CV è stata elaborata con preparazione di AM Service Autotecnica & LB Engineering.

VW Scirocco 2.0 TDI tuning estetica

Nel 2017 il colore impiegato dal proprietario per questa Scirocco era il Blu satin opaco per la carrozzeria e il nero lucido per il tetto realizzati con pellicole 3M, ma dal 2018 ha deciso di tornare al bianco originale lasciando soltanto il tetto nero. In compenso sono arrivati la mascherina R e tutti gli aggiornamenti del modello restyling 2015 che riguardano i fari ridisegnati e i nuovi paraurti della Scirocco R più aggressivi, soprattutto quello posteriore con sfoghi per l’aria.

L’ultimo perfezionamento, successivo alla prova, ha interessato l’avantreno con l’installazione di un generoso splitter Maxton Design di color nero lucido, mentre il retrotreno è impreziosito dall’estrattore Maxton Design.

Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV - posteriore
Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV – posteriore

VW Scirocco 2.0 TDI tuning motore

Si è deciso di far sviluppare il propulsore della Scirocco e per raggiungere a motore chiuso circa 300 CV si è lavorato sul turbocompressore, gli iniettori maggiorati, la pompa alta pressione, l’intercooler e il giro tubi di quest’ultimo realizzato con la stessa tecnica effettuata su Black Comet. Inoltre l’aspirazione diretta ha un condotto da 76 mm in acciaio con filtro a cono BMC.

L’intercooler originale è stato sostituito con uno maggiorato della Orra Racing posto dietro il paraurti; il turbo invece è un Garrett GTB2265VK di derivazione Audi, fornito da AVD Turbo, e gli iniettori maggiorati sono di derivazione Golf 7 GTD con map sensor Bosch da 4 bar.

Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV - motore
Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV – motore

VW Sciricco 2.0 TDI tuning assetto

A livello di sospensioni, si è andati sul sicuro montando un set di ammortizzatori a ghiera Bilstein B8 per ridurre l’altezza dal suolo e migliorare l’handling. L’impianto frenante anteriore inizialmente prevedeva soltanto dischi forati, ma è stato maggiorato in seguito alla nostra prova tramite l’utilizzo di componenti provenienti da una Porsche Cayenne con pinza a 6 pompanti, dischi da 350 mm e tubi in treccia aeronautici anteriori e posteriori. I cerchi in lega Oxigin Attraction nero lucido sono nella misura 8Jx18″, con pneumatici Bridgestone Potenza S001 235/40 R18.

Scheda tecnica tuning VW Scirocco 2.0 TDI

  • MOTORE
  • Turbo Garrett GTB2265VK derivazione Audi, fornito da AVD Turbo 1.600€
  • Iniettori maggiorati Golf 7 GTD 800€
  • Pompa alta pressione Bosch modificata stage 3 900€
  • Map sensor 4 bar Bosch 60€
  • Intercooler maggiorato 14 lt Orra Racing 450€
  • Scarico in acciaio da 63 mm by Vitty Exhaust System 1.000€
  • Aspirazione diretta, condotto da 76 mm con filtro a doppio cono BMC, giro tubi intercooler condotto maggiorato e accorciato, il tutto realizzato da Antonino Palmeri Automotori Service e Tony Sanna Autotecnica. Costo lavoro totale 750€
  • Mappa a cura dell’Ing. Luigi Bombaci (L.B. Engineering, Catania) e Matteo Liani 500€
  • TRASMISSIONE
  • Gruppo frizione rinforzato LUKpro DMF con modifica disco e spingidisco realizzata da Alessandro Scazzosi 660€
  • ASSETTO
  • Molle H&R -3 cm 250€
  • Cerchi in lega Oxigin Attraction 8jx18” 700€
  • Pneumatici Bridgestone Potenza S001 235/40 R18 550€
  • Modifiche successive alla prova
  • Ammortizzatori Bilstein B8 800€
  • Impianto frenante ant. maggiorato Porsche Cayenne 350 mm 1.000€
  • Tubi in treccia aeronautici ant. e post. 130€
  • INTERNI
  • Sedili rivestiti in pelle by Beautycar Trapani 2.000€
  • Volante rivestito in pelle by Beautycar Trapani 150€
  • Manometro turbo Depo Racing 60€
  • Manometro EGT Depo Racing 100€
  • Autoradio 2 Din da 9” 300€
  • ESTETICA
  • Kit aerodinamico Scirocco R restyling comprensivo di fari 1.800€
  • Modifiche successive alla prova:
  • Lama anteriore Maxton Design 200€
  • Estrattore posteriore Maxton Design 150€

Costo totale intervento tuning: oltre 12.000 Euro

Cerca la VW Scirocco nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della VW Scirocco 2.0 TDI by AM Service Autotecnica & LB Engineering è su Elaborare 256.

Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV su Elaborare 256
Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV su Elaborare 256

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 256 Gennaio 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare n. 256 Gennaio 2020
Cover Elaborare n. 256 Gennaio 2020

L'articolo Volkswagen Scirocco 2.0 TDI elaborata 297 CV con preparazione proviene da ELABORARE.

Audi TT TDI elaborata 289 CV con preparazione Ecu-Tronika

di redazione

Con 289 CV e la coppia di un turbodiesel l’Audi TT TDI elaborata con preparazione Ecu-Tronika svela altre facce del suo carattere, con prestazioni eccellenti, ripresa da brivido e tanto divertimento!

Audi TT TDI elaborata

La preparazione di questa Audi TT TDI elaborata è a motore chiuso, quindi intervenendo soltanto a livello di accessoristica e mappatura della centralina elettronica. Tutto ruota intorno alla sostituzione del turbocompressore originale con un Garrett GT2260Vk di derivazione BMW, sempre a geometria variabile.

Audi TT TDI elaborata 289 CV con preparazione Ecu-Tronika

A questo turbo sono abbinati uno scarico completo in acciaio da 70 mm, privo di catalizzatore, e un intercooler maggiorato con tubazioni in alluminio. Per poter essere convenientemente sfruttato è stato necessario montare una pompa rail di idonea portata, iniettori maggiorati e sensori rail/turbo specifici. Il filtro aria scelto per questa elaborazione è un BMC. La frizione originale ha lasciato il posto ad una Sachs Performance, indispensabile per garantire la giusta tenuta a fronte di quasi 100 CV in più.

Audi TT TDI modificata

L’Audi TT TDI modificata by Ecu-Tronika sa abbinare l’economia del motore diesel a prestazioni elevatissime e al piacere di guida di una vera sportiva. Peccato che Audi, proprio sulla TT, non abbia voluto migliorare l’avantreno, da sempre punto debole delle “derivate Golf”, altrimenti sarebbero stati dolori per tante supercar di alto lignaggio!

Scheda tuning Audi TT TDI
Turbocompressore Garrett GT2260VK derivazione BMW 1.200 Euro
Iniettori maggiorati 1.000 Euro
Pompa rail maggiorata 600 Euro
Scarico completo in acciaio 70 mm 600 Euro
Intercooler e tubazioni in alluminio 500 Euro
Sensore rail 130 Euro
Sensore pressione turbo 70 Euro  
Filtro aria BMC 50 Euro
Frizione Sachs Performance completa di volano 1.000 Euro
Eliminazione valvola spegnimento 
Mappatura Ecu-Tronika 400 Euro
Strumentazione EGT Road Italia 150 Euro 
Manometro pressione turbo Road Italia 100 Euro
OZ Ultraleggera 18” con pneumatici Pirelli PZero 225/40 
Griglia TT RS 350 Euro
Molle Eibach 280 Euro

Costo totale intervento tuning 6.430 Euro

Audi TT TDI elaborata 289 CV con preparazione Ecu-Tronika

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Audi TT TDI by Ecu- Tronika è su Elaborare 250.

Audi TT TDI elaborata 289 CV con preparazione Ecu-Tronika

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 250 Giugno 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare Giugno n° 250 2019

 

L'articolo Audi TT TDI elaborata 289 CV con preparazione Ecu-Tronika proviene da ELABORARE.

Volkswagen T-Cross: ora anche con il 1.6 TDI da 95 CV

di Redazione

Arrivato sul mercato con motorizzazioni benzina, il SUV compatto di Volkswagen amplia la propria gamma con una nuova versione turbodiesel. Oggi, il listino della T-Cross si amplia con la 1.6 TDI da 95 CV. La nuova versione si affianca alla 1.0 TSI dell’esordio, declinata nelle varianti da 95 e 115 CV.

LA PIÙ PICCOLA DI WOLFSBURG

La Volkswagen T-Cross è l’ultima arrivata nella famiglia SUV della Casa tedesca. A listino, ora, si può scegliere tra l’ammiraglia Touareg, la Tiguan, la T-Roc e, appunto, la T-Cross. Con una lunghezza di soli 4,11 metri, l’auto è declinata in tre livelli di allestimento: Urban, Style e Advanced.

MANUALE O AUTOMATICA

La versione a gasolio della T-Cross monta lo stesso quattro cilindri che a fine 2018 ha esordito sulla T-Roc. Si tratta del 1.6 TDI da 95 CV di potenza e 250 Nm di coppia. Come sulla sorella maggiore, anche sulla T-Cross l’unità a gasolio sarà disponibile sia in abbinamento al cambio manuale a cinque marce sia con il doppia frizione DSG da sette rapporti. È offerto in opzione ad un sovraprezzo di 1.500 euro. L’auto riesce a scattare da 0 a 100 in 11”9, che diventano 12”5 con il DSG e raggiunge i 180 km/h di velocità massima. A livello di consumi, la T-Cross 1.6 TDI promette 5,3 l/100 km se manuale e 5,5 l/100 km se automatica. Le emissioni di CO2 vanno da 129 a 148 g/km.

IN PROMOZIONE DA 20.900 EURO

Il listino della nuova Volkswagen T-Cross 1.6 TDI parte da 21.950 euro per la versione Urban. Si prosegue con la 1.6 TDI Style manuale (23.250 euro), con la 1.6 TDI Style DSG (24.750 euro), con la 1.6 TDI Advanced manuale (24.850 euro) e si termina con la 1.6 TDI Advanced DSG (26.350 euro). Al lancio la vettura è offerta con prezzo di partenza da 20.900 euro. Le versioni a benzina di pari potenza, invece, hanno un prezzo di partenza di 19.000 euro, mentre per le più potenti 1.0 TSI da 115 CV il listino parte da 21.450 euro.

L'articolo Volkswagen T-Cross: ora anche con il 1.6 TDI da 95 CV proviene da SicurAUTO.it.

Seat Leon 1.9 TDI preparazione 310 CV

di redazione

Seat_Leon_TDI-310-C

Questa Seat Leon 1.9 TDI ha 310 CV di potenza e una coppia di 552 Nm grazie alla preparazione di Rudicar Corse, che ha lavorato profondamente la testata e sostituito bielle e turbocompressore. Assetto artigianale, freni carboceramici e un autobloccante cercano di rendere guidabile questa “pallottola” d’argento. La vettura è stata preparata per competere nelle gare di accelerazione, i cosiddetti “spari” sui 400 m, dove si difende sempre egregiamente. Il propulsore ha toccato quota 310 CV senza spingere troppo con la pressione di sovralimentazione, mantenendo anche una buona sfruttabilità nell’utilizzo su strada con consumi accettabili. I freni e l’assetto sono stati migliorati in seguito al nostro test. Il Tuning – Il punto chiave di questa Leon è il motore, il mitico 1.9 TDI a 8 valvole che per anni ha mosso gloriosamente migliaia di veicoli del gruppo Volkswagen. Quello che equipaggia la “nostra” Seat è la versione da 130 CV. Ora scopriamo insieme le migliorie che hanno permesso di raggiungere i 310 CV con una pressione di 2,7 bar. Iniziamo dalla testa, completamente lavorata con macchine CNC e rifinita a mano per ottenere prestazioni superiori. Seat Leon TDI 310 CVAssetto e freni – Per quanto riguarda le sospensioni, il proprietario ha optato per una soluzione mista: all’anteriore Nunzio Farinato ha costruito dei ghiera regolabili in compressione, estensione, pre-carico molla e altezza; al posteriore invece ci sono dei classici Koni rossi con molle rinforzate. I freni non passano di certo inosservati: all’avantreno sono stati potenziati con dischi carboceramici da 360 mm provenienti addirittura dalla Ferrari F430 con pinze a 6 pompanti, mentre al posteriore troviamo dischi e pinze dell’Audi S3. Ad aumentare la presenza scenica ci pensano 4 distanziali sui mozzi e cerchi in lega dal peso contenuto, ovvero i mitici OZ Racing Ultraleggera da 18″ che calzano pneumatici Bridgestone Potenza S002 Adrenalin 225/40 R18. Estetica – All’esterno questa Leon difficilmente tradisce la presenza di quel “mostro” di potenza che si cela sotto il cofano. La linea accattivante di serie infatti non è stata alterata, ad eccezione dei deflettori dell’aria per i finestrini anteriori, degli adesivi Seat Sport e dei fari allo Xeno anteriori. Al posteriore anche il terminale di scarico è tutto sommato discreto e riprende il disegno ovale di quello originale. Interni – L’abitacolo di serie è già sportiveggiante, grazie anche ai sedili profilati. Completano la dotazione del quadro strumenti un manometro del turbo con fondoscala a 3,5 bar, uno digitale della temperatura dei gas di scarico della GMC. Scheda tuning Seat Leon 1.9 TDI
Motore
Testata lavorata da NPS con valvole di aspirazione e scarico maggiorate, pacco molle rinforzato, condotti di aspirazione e scarico raccordati e lucidati 1.800 €
Albero a camme sportivo con fasatura e alzata maggiorata NPS 400 €
Collettore di aspirazione dinamico 540 €
Collettore di scarico artigianale 500 €
Scarico artigianale completo in acciaio inox 600 €
Turbo maggiorato su base Garrett 2260 con cuscinetto a sfera ceramico e raffreddato ad acqua 1500 €
Tubazione aspirazione e mandata turbo in acciaio inox 450 €
Filtro aria sportivo a pannello K&N 60 €
Intercooler frontale artigianale 350 €
Bielle ad H rovesciata Rosten Performance 400 €
Prigionieri testata con relativi bulloni 300 €
Iniettori maggiorati 700 €
Rimappatura centralina elettronica di serie 350 €
Attivazione Launch Control sull’elettronica di serie 150 €
Sensore map da 4 bar 200 € Trasmissione
Frizione Sachs 900 €
Differenziale autobloccante Wavetrack 800 € Assetto
Ammortizzatori anteriori By Farinato regolabili in compressione, estensione, pre-carico molla e altezza 1.250 €
Ammortizzatori Koni rossi e molle rinforzate 500 €
Cerchi OZ Ultraleggera da 18” con gomme Bridgestone S002 Adrenalin 235/40 R18 1.600 €
Distanziali Freni
Dischi anteriori carboceramici 360×32 mm
Pinze anteriori Brembo a 6 pompanti
Dischi e pinze posteriori derivazione Audi S3 Estetica
Fari Xeno
Adesivi Seat sport
Deflettori aria finestrini anteriori Interni
Manometro turbo 3.5 bar
Sensore lambda GMC Interventi effettuati dopo il test
Impianto frenante ant. con pinza Brembo 8 pompanti derivazione Audi RS6 e pastiglie Pagid RS29
Intercooler aria/acqua
Ammortizzatori ricostruiti con canne lappate
Powerflex Black series
Bracci sospensione Audi TT Costo totale intervento tuning oltre 13.000 Euro L’articolo completo con tutti i dettagli, dati strumentali e test drive della Seat Leon 1.9 TDI è su Elaborare 228.
leonACQUISTA ELABORARE n° 228 Giugno 2017 QUI 
ABBONATI alla rivista mensile ELABORARE 
QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONAMENTO DIGITALE ANNUALE a solo 22,99€
Cover Elaborare 228

Audi A3 TDI elaborazione elettronica

di redazione

A3-Audi-elaborazi

Con questa elaborazione elettronica l’Audi A3 TDI guadagna ben 40 CV! Va.Ma. Preparazioni, distributore ufficiale in Italia dei prodotti Revo per il tuning elettronico, ha infatti riprogrammato la centralina elettronica di un’Audi A3 TDI 1.6. Grazie alla nuova mappa Revo, il 4 cilindri sovralimentato ha ottenuto un incremento di potenza di 40 CV e 7 kgm di coppia, senza mettere a repentaglio l’affidabilità e la fruibilità del motore. I consumi, ad andature normali, restano pressoché invariati. Il software Revo è disponibile sia per le A3 TDI con centralina Bosch sia Delfi.

Seat Leon 1.9 TDI preparazione 310 CV

di redazione

Questa Seat Leon 1.9 TDI ha 310 CV di potenza e una coppia di 552 Nm grazie alla preparazione di Rudicar Corse, che ha lavorato profondamente la testata e sostituito bielle e turbocompressore. Assetto artigianale, freni carboceramici e un autobloccante cercano di rendere guidabile questa “pallottola” d’argento. La vettura è stata preparata per competere nelle gare di accelerazione, i cosiddetti “spari” sui 400 m, dove si difende sempre egregiamente. Il propulsore ha toccato quota 310 CV senza spingere troppo con la pressione di sovralimentazione, mantenendo anche una buona sfruttabilità nell’utilizzo su strada con consumi accettabili. I freni e l’assetto sono stati migliorati in seguito al nostro test. Il Tuning - Il punto chiave di questa Leon è il motore, il mitico 1.9 TDI a 8 valvole che per anni ha mosso gloriosamente migliaia di veicoli del gruppo Volkswagen. Quello che equipaggia la “nostra” Seat è la versione da 130 CV. Ora scopriamo insieme le migliorie che hanno permesso di raggiungere i 310 CV con una pressione di 2,7 bar. Iniziamo dalla testa, completamente lavorata con macchine CNC e rifinita a mano per ottenere prestazioni superiori. Seat Leon TDI 310 CVAssetto e freni - Per quanto riguarda le sospensioni, il proprietario ha optato per una soluzione mista: all’anteriore Nunzio Farinato ha costruito dei ghiera regolabili in compressione, estensione, pre-carico molla e altezza; al posteriore invece ci sono dei classici Koni rossi con molle rinforzate. I freni non passano di certo inosservati: all’avantreno sono stati potenziati con dischi carboceramici da 360 mm provenienti addirittura dalla Ferrari F430 con pinze a 6 pompanti, mentre al posteriore troviamo dischi e pinze dell’Audi S3. Ad aumentare la presenza scenica ci pensano 4 distanziali sui mozzi e cerchi in lega dal peso contenuto, ovvero i mitici OZ Racing Ultraleggera da 18" che calzano pneumatici Bridgestone Potenza S002 Adrenalin 225/40 R18. Estetica - All'esterno questa Leon difficilmente tradisce la presenza di quel “mostro” di potenza che si cela sotto il cofano. La linea accattivante di serie infatti non è stata alterata, ad eccezione dei deflettori dell’aria per i finestrini anteriori, degli adesivi Seat Sport e dei fari allo Xeno anteriori. Al posteriore anche il terminale di scarico è tutto sommato discreto e riprende il disegno ovale di quello originale. Interni - L’abitacolo di serie è già sportiveggiante, grazie anche ai sedili profilati. Completano la dotazione del quadro strumenti un manometro del turbo con fondoscala a 3,5 bar, uno digitale della temperatura dei gas di scarico della GMC. Scheda tuning Seat Leon 1.9 TDI Motore Testata lavorata da NPS con valvole di aspirazione e scarico maggiorate, pacco molle rinforzato, condotti di aspirazione e scarico raccordati e lucidati 1.800 € Albero a camme sportivo con fasatura e alzata maggiorata NPS 400 € Collettore di aspirazione dinamico 540 € Collettore di scarico artigianale 500 € Scarico artigianale completo in acciaio inox 600 € Turbo maggiorato su base Garrett 2260 con cuscinetto a sfera ceramico e raffreddato ad acqua 1500 € Tubazione aspirazione e mandata turbo in acciaio inox 450 € Filtro aria sportivo a pannello K&N 60 € Intercooler frontale artigianale 350 € Bielle ad H rovesciata Rosten Performance 400 € Prigionieri testata con relativi bulloni 300 € Iniettori maggiorati 700 € Rimappatura centralina elettronica di serie 350 € Attivazione Launch Control sull’elettronica di serie 150 € Sensore map da 4 bar 200 € Trasmissione Frizione Sachs 900 € Differenziale autobloccante Wavetrack 800 € Assetto Ammortizzatori anteriori By Farinato regolabili in compressione, estensione, pre-carico molla e altezza 1.250 € Ammortizzatori Koni rossi e molle rinforzate 500 € Cerchi OZ Ultraleggera da 18” con gomme Bridgestone S002 Adrenalin 235/40 R18 1.600 € Distanziali Freni Dischi anteriori carboceramici 360x32 mm Pinze anteriori Brembo a 6 pompanti Dischi e pinze posteriori derivazione Audi S3 Estetica Fari Xeno Adesivi Seat sport Deflettori aria finestrini anteriori Interni Manometro turbo 3.5 bar Sensore lambda GMC Interventi effettuati dopo il test Impianto frenante ant. con pinza Brembo 8 pompanti derivazione Audi RS6 e pastiglie Pagid RS29 Intercooler aria/acqua Ammortizzatori ricostruiti con canne lappate Powerflex Black series Bracci sospensione Audi TT Costo totale intervento tuning oltre 13.000 Euro L'articolo completo con tutti i dettagli, dati strumentali e test drive della Seat Leon 1.9 TDI è su Elaborare 228. leonACQUISTA ELABORARE n° 228 Giugno 2017 QUI  ABBONATI alla rivista mensile ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONAMENTO DIGITALE ANNUALE a solo 22,99€ Cover Elaborare 228

Audi A3 TDI elaborazione elettronica

di redazione

A3-Audi-elaborazione

Con questa elaborazione elettronica l'Audi A3 TDI guadagna ben 40 CV! Va.Ma. Preparazioni, distributore ufficiale in Italia dei prodotti Revo per il tuning elettronico, ha infatti riprogrammato la centralina elettronica di un'Audi A3 TDI 1.6. Grazie alla nuova mappa Revo, il 4 cilindri sovralimentato ha ottenuto un incremento di potenza di 40 CV e 7 kgm di coppia, senza mettere a repentaglio l’affidabilità e la fruibilità del motore. I consumi, ad andature normali, restano pressoché invariati. Il software Revo è disponibile sia per le A3 TDI con centralina Bosch sia Delfi.

Turbo maggiorato per Audi A3

di redazione

Turbo-Domorace-Audi-A3

Per l'Audi A3 TDI 170 CV 8P (motori BMN BMR) i tecnici della Domorace hanno sviluppato un kit turbo maggiorato Plug&Play. Il turbo è un Garrett GT 22-56v a geometria variabile, carter compressore con ventola induttore diametro 40,5 mm (originale d. 36,5 mm), A/R53 per un'erogazione della coppia e della potenza lineare e priva di vuoti anche a basso regime. Potenza e coppia incrementabili fino al 40% in abbinamento alla riprogrammazione della centralina elettronica. Nelle versioni dotate di filtro DPF Euro 4 si dovrà provvedere alla sua rimozione e successiva applicazione dello specifico downpipe, provvisto di catalizzatore metallico a 200 celle. L'attuatore pneumatico a depressione con sensore di posizione per il controllo della geometria variabile, viene azionato direttamente dalla elettrovalvola gestita dalla ECU. La pressione massima costante consigliata è di 1,8 bar, mentre quella di picco, raggiunta al regime di rotazione di 3.200 g/m in quarta, non deve essere superiore a 2,3 bar. Il kit è composto da un turbocompressore Garrett GT 22-56v a geometria variabile saldato a tig magnesio/inconel direttamente sul collettore di ghisa originale, kit guarnizioni turbocompressore in acciaio, tubo dell'olio per la lubrificazione del turbo di tipo aeronautico, flangia downpipe originale senza modifiche, manicotto in alluminio per il collegamento turbocompressore/scatola filtro aria e manicotto in silicone blu per il collegamento carter compressore/tubazione intercooler.

Seat Leon TDi preparazione 357 CV

di redazione

Seat Leon TDi 357 CV by RDP Rettifiche Motori

La preparazione di questa Seat Leon TDi con una potenza di 357 CV è stata realizzata dal tuner RDP Rettifiche Motori & LB Engeneering. Il vero pezzo forte di questa Leon è il motore, e chi meglio del preparatore può aiutarci a capire dove e come si è intervenuti sul mitico TDI? Così, direttamente sul circuito agrigentino, incontro Gerardo De Prisco che, orgoglioso della sua creatura, inizia a spiegarmi le varie fasi del potenziamento del propulsore. “L'elaborazione di un motore è sempre una sfida”, mi racconta Gerardo, “uno studio accurato che richiede valutazioni oculate e tanta esperienza”. Tutto ciò ha portato l’esperto motorista al raggiungimento di notevoli risultati; ma quali sono i segreti di tale potenza? Il tuner sostiene che non tutti avrebbero scelto di appesantire l'albero motore con 8 contrappesi, per poter reggere molta più coppia e potenza. Di solito c'è la corsa all'alleggerimento credendo di ottenere dei benefici, ma solo studiando l'effettivo utilizzo del propulsore si può scegliere quale strategia adottare per farlo girare al meglio. Assetto e freni - Per quanto riguarda il primo, il proprietario ha optato per un ghiera regolabile della Ta-technix, mentre l'impianto frenante, di serie, è stato potenziato solo dopo il nostro servizio. I bei cerchi in lega di colore nero da 18" sono dei MAK XLR ultraleggeri dal peso di 8.4 Kg ciascuno, e calzano pneumatici Yokohama Advan Sport V105 225/40 R18. Estetica - Il nero è il colore predominante, a partire dalla carrozzeria incattivita con il paraurti anteriore della Leon Cupra con lama sottoparaurti by RDX Design e calandra “no logo”. Anche al posteriore il paraurti proviene dalla Leon Cupra, mentre l’estrattore è della Lester. Interni - L’abitacolo è molto curato e sobrio già di serie, grazie al pack sport Seat. Per arricchire il tutto, il volante è rivestito con pelle scamosciata e traforata by Beauty Car Trapani, mentre i fondini del quadro strumenti sono della Birba Racing. Scheda tuning Seat Leon TDi  MOTORE Monoblocco (tipo BKD 16 valvole) completamente preparato con: Pistoni stampati Nüral Federal-Mogul over-size con trattamento Durablow di Nüral e aumento della cilindrata Bielle in acciaio forgiato ad H rovesciata MaxspeedingRods Albero motore rinforzato a 8 contrappesi (in luogo dei 4 dell’originale) Testata AMC con profilo valvole a flusso migliorato e sgrossatura condotti, equilibratura di precisione albero motore (con volano e puleggia servizi) Modifiche al sistema di lubrificazione con maggiorazione della pompa e dei passaggi dell’olio nel monoblocco per garantire una migliore lubrificazione ad alti regimi. (Costo totale esclusa manodopera per il montaggio, 6.000€) Turbo Garrett GTX2269VK (compressore GTX 11 blades derivazione BMW 530d F10, fornito da “TurboFlash” di Giuseppe Di Benedetto 1.400€ Injector Nozzles Firad +120% 800€ Map sensor 4 bar Bosch 60€ Intercooler maggiorato Big FMIC RSP Motorsport da 22lt 500€ Radiatore olio Setrab 13 row con esclusione scambiatore di serie e installazione piastra Mocal con valvola termostatica by AD Racing Components 250€ Radiatore gasolio aggiuntivo Setrab 10 row con tubi di collegamento in treccia aeronautici fornito da AD Racing Components 130€ Full custom exhaust oversized 76 mm prodotto da Eros Vitti “Vitti Exhaust System” 1.000€ Aspirazione “corta” Diretta, condotto da 80 mm con filtro a doppio cono BMC, giro tubi intercooler con condotto maggiorato e accorciato, il tutto realizzato da Antonino Palmeri Automotori Service e Tony Sanna Autotecnica. Costo lavoro totale 750€ EGR e valvola flap ASV eliminate fisicamente Ricircolo vapori olio escluso tramite vaschetta di recupero dedicata 40€ Collettore aspirazione in alluminio 140€ Custom remap a cura dell'ing. Luigi Bombaci (L.B. Engineering, Catania) 500€ Totale motore: 11.750€ Trasmissione Cambio derivazione Audi A3 con rapporti più lunghi dell’originale Leon 750€ Gruppo frizione rinforzato LUKpro DMF con modifica disco e spingidisco realizzato da Alessandro Scazzosi 660€ Short Shifter Golf 6 R 40€ Assetto Ammortizzatori a ghiera regolabili Ta-technix 460€ Cerchi in lega MAK XLR ultraleggeri 18" 900€ Pneumatici Yokohama Advan Sport V105 225/40 R18 600€ Interni Volante rivestito con pelle scamosciata e traforata by Beauty Car Trapani 150€ Fondini quadro strumenti Birba Racing 80€ Manometro turbo 4.1 bar AEM Electronics 250€ Manometro EGT Depo Racing 60 mm 160€ Manometro temperatura olio Depo Racing 60 mm 100€ Estetica Paraurti anteriore Leon Cupra con lama sottoparaurti by RDX RaceDesign e calandra “no logo” 400€ Paraurti posteriore Leon Cupra con estrattore by Lester 400€ Minigonne laterali Seat Sport 350€ Verniciatura parti di carrozzeria by Autocarrozzeria Peraino 400€ Fari posteriori Dectane CarDNA a LED 250€ Palpebre fari anteriori RDX RaceDesign 25€ Costo totale intervento tuning oltre 17.000 Euro Seat Leon TDi 357CV (1)L'articolo completo con tutti i segreti, i dati strumentali e la prova in pista della Seat Leon TDi è su Elaborare 225. Seat Leon TDi 357 CV ACQUISTA ELABORARE n° 225 marzo 2017 QUI  ABBONATI alla rivista mensile ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONAMENTO DIGITALE ANNUALE a solo 22,99€  Cover Elaborare 225

VW Golf VII 1.6 TDI elaborazione 187 CV!

di redazione

VW Golf VII TDI DMP Motors

Una elaborazione davvero interessante per la VW Golf VII 1.6 TDI  con 187 CV, rispetto ai 105 CV iniziali. Presso l’officina DMP Motors di Sala Consilina (SA) continua il lavoro di sviluppo del motore di questa VW Golf VII 1.6 TDI. Il nuovo step, messo a punto dal tecnico Pasquale Di Mare, ruota intorno alla sostituzione del turbocompressore originale con uno maggiorato, abbinato ad un nuovo downpipe specifico, filtro aria sportivo e una nuova mappatura della centralina elettronica. Al banco prova frenato è stata ottenuta una potenza massima di 187 CV e una coppia di 389 Nm, in grado di assicurare alla Golf eccellenti prestazioni mantenendo una perfetta affidabilità nel tempo.
❌