Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 16 Febbraio 2020RSS feeds

Malwarebytes rileva più Malware su Mac che su Windows

di Vittorio Rienzo
Come ogni anno, Malwarebytes Lab ha pubblicato un rapporto sulle minacce alla sicurezza che affliggono i PC di tutti gli utenti che utilizzano il software antivirus della società. Ciò che è emerso è estremamente interessante, specialmente per quanto riguarda i Mac, che hanno visto un aumento delle minacce del 400% rispetto all’anno precedente, chiudendo per […]
Meno recentiRSS feeds

Huawei P30 Lite e HONOR 10 ricevono nuove patch di sicurezza

di Pietro Paolucci

Aggiornamenti di sicurezza in arrivo per Huawei P30 Lite e HONOR 10, che ricevono le patch di sicurezza di gennaio 2020. Ecco tutti i dettagli, le novità, le correzioni e le informazioni su come aggiornare.

L'articolo Huawei P30 Lite e HONOR 10 ricevono nuove patch di sicurezza proviene da TuttoAndroid.

Google bacchetta Samsung: modifiche non necessarie al kernel minano la sicurezza

di Giuseppe Biondo

Un ricercatore di Google ha individuato una falla provocata da Samsung con una modifica al kernel

L'articolo Google bacchetta Samsung: modifiche non necessarie al kernel minano la sicurezza proviene da TuttoAndroid.

Animali in strada: in Campania un numero verde per le segnalazioni

di Raffaele Dambra

Animali in strada

La presenza di animali in strada, randagi ma anche selvatici, è molto pericolosa per gli automobilisti nonché oggetto di possibili controversie con i gestori di strade e autostrade nell’ipotesi di un sinistro. Questo soprattutto alla luce di alcune recenti sentenze che hanno di fatto limitato, e non di poco, le responsabilità di enti e società in caso di impatto di un veicolo con animali liberi di circolare sulla carreggiata. Meglio quindi prevenire tali situazioni e, non a caso, la Regione Campania si è da poco attivata per istituire un numero verde che serve a segnalare la presenza in strada di animali senza padrone, attivando così il pronto intervento veterinario.

CAMPANIA: NUMERO VERDE PER SEGNALARE ANIMALI IN STRADA

Il numero verde telefonico 800.178.400, in funzione già dal 12 febbraio 2020, istituito dalla Asl Napoli 1 Centro in attuazione della legge regionale della Campania a tutela dei animali, consente dunque la tempestiva segnalazione di animali vaganti o feriti su strade urbane ed extraurbane sia da parte delle Forze dell’ordine che direttamente dai cittadini. In particolare le segnalazioni devono immediatamente attivarsi in presenza di cani e altri animali randagi o feriti, animali selvatici, animali maltrattati, oppure se si assiste a un incidente che ha coinvolto animali o ad episodi di abbandono.

ANIMALI IN STRADA: IN CAMPANIA NUMERO VERDE ATTIVO 24 ORE SU 24

Come riporta l’edizione campana di Repubblica, il numero verde regionale è istituito presso la sede operativa del CRIUV (Centro di riferimento regionale per L’Igiene Urbana Veterinaria) ed è attivo h24. Le segnalazioni giunte al numero verde vengono registrate su supporto informatico in ordine cronologico e immediatamente trasmesse dall’Asl Napoli 1 Centro al primo veterinario reperibile del Servizio Veterinario Pubblico della Asl competente per il territorio. Che a sua volta attiva le procedure interne aziendali garantendo l’intervento in tempi adeguati in base alla tipologia di soccorso.

SEGNALAZIONE ANIMALI RANDAGI E SELVATICI SULLE STRADE: PRONTE ALTRE INIZIATIVE

Il consigliere regionale Carmine De Pascale, commentando l’avvio del servizio, ha dichiarato che “con l’inizio dell’attività del numero verde regionale per il pronto intervento veterinario, la Campania dimostra coi fatti di avere a cuore, di amare e tutelare gli animali”, spiegando inoltre che questa normativa “all’avanguardia in Italia” ha il merito anche di definire le competenze precise di Regione, Comuni, Asl e proprietari degli animali. “I passi successivi”, ha poi concluso De Pascale, “sono la promozione delle adozioni, la microchippatura, che porterà a una vera e propria anagrafe canina, e l’istituzione del Registro Tumori Animali i cui dati saranno comparati con quello umano per verificare possibili analogie a livello territoriale”.

The post Animali in strada: in Campania un numero verde per le segnalazioni appeared first on SicurAUTO.it.

USA accusano di nuovo Huawei di spionaggio, la società smentisce

di Lucia Massaro
“Le accuse statunitensi rivolte a Huawei di usare intercettazioni legali non sono altro che una cortina fumogena e non seguono alcuna logica accettata nel settore della cyber security”. È solo una parte della dura risposta ufficiale di Huawei nei confronti degli Stati Uniti che accusano (nuovamente) il colosso di Shenzhen di attività di spionaggio. Come […]

TLS 1.0 e 1.1: la pensione è vicina

di Claudio Davide Ferrara
Tutti i principali browser vendor dovrebbero abbandonare il supporto a TLS 1.0 e 1.1 entro i prossimi mesi Leggi TLS 1.0 e 1.1: la pensione è vicina

TLS 1.0 e 1.1: la pensione è vicina

di Claudio Davide Ferrara

Tutti i principali browser vendor dovrebbero abbandonare il supporto a TLS 1.0 e 1.1 entro i prossimi mesi

Leggi TLS 1.0 e 1.1: la pensione è vicina

Si può guardare la TV in auto?

di Raffaele Dambra

Si può guardare la TV in auto

Come rispondere alla domanda “si può guardare la TV in auto”? Ok, in teoria non ci sarebbe nessuna necessità di vedere la televisione anche durante un tragitto in auto, eppure molti lo fanno. E rispetto al passato è diventato pure più semplice, perché per guardare la TV in macchina non è più necessario dotarsi di mini televisori o lettori dvd portatili, ma sono più che sufficienti dispositivi di uso ormai comune come smartphone, tablet e notebook, insieme a una buona connessione dati.

SI PUÒ GUARDARE LA TV IN AUTO? LA NORMATIVA

La normativa di riferimento sull’utilizzo della TV a bordo di un’auto è l’articolo 173 comma 2 del Codice della Strada, lo stesso che regolamenta l’uso dei telefonini alla guida. In effetti il CdS, in attesa di futuri quanto necessari aggiornamenti, raggruppa con un’unica terminologia tutti gli apparecchi radio-televisivi e telefonici, disponendo per essi le stesse prescrizioni e le medesime sanzioni. In particolare l’art. 173 comma 2 vieta “al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore […] Consentendogli invece “l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare” purché conservi una “adeguata capacità uditiva ad entrambe le orecchie che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani”. Il mancato rispetto di tali disposizioni comporta una multa da 165 a 661 euro.

IL CONDUCENTE NON PUÒ GUARDARE LA TV IN MACCHINA

Quindi il conducente non può guardare la TV in macchina (e ci mancherebbe altro!), così come non può distrarsi con l’uso del cellulare o di un altro dispositivo simile. Inoltre, poiché il conducente è tenuto durante la guida a “conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza” (articolo 141 comma 2 CdS), non deve neppure deconcentrarsi ‘sbirciando’, anche saltuariamente, una TV o un qualsiasi altro strumento di diffusione video nella disponibilità del passeggero sedutogli a fianco sul sedile anteriore. Ovviamente questi divieti si riferiscono al veicolo in movimento, dato che nulla impedisce al guidatore di vedere la TV o di maneggiare un telefonino in un’auto regolarmente in sosta e a motore spento, senza ovviamente disturbare la quiete pubblica con il volume troppo alto.

I PASSEGGERI POSSONO GUARDARE LA TV IN AUTO?

Contrariamente al conducente, i passeggeri hanno piena libertà di guardare la TV in auto, utilizzando dispositivi mobili o fissi (per esempio alcuni modelli hanno i monitor posizionati sui poggiatesta dei sedili anteriori, per essere visti dai passeggeri seduti su quelli posteriori). Anzi nei lunghi viaggi in auto con i bambini, TV, lettori dvd portatili, tablet e smartphone risultano utilissimi per farli un po’ svagare rendendogli il tragitto meno noioso. L’unica raccomandazione per gli altri occupanti dell’auto consiste nel tenere il volume a livelli accettabili per non distrarre il guidatore. Inoltre, per riprendere quanto scritto nel precedente paragrafo, al passeggero seduto sul sedile anteriore si raccomanda una certa prudenza nell’utilizzo di un dispositivo video, perché potrebbe (anche involontariamente) attirare su di esso l’attenzione del guidatore. Con conseguenze molto pericolose.

The post Si può guardare la TV in auto? appeared first on SicurAUTO.it.

Apple si associa alla FIDO Alliance: addio alle password alfanumeriche

di Lucia Massaro
Apple si è unita alla FIDO Alliance, l’associazione che ha l’obiettivo di sviluppare e promuovere uno standard di autenticazione che faccia a meno delle password alfanumeriche. Dopo Google, Facebook, Amazon, Arm, Intel, Microsoft, Qualcomm, Samsung e altri protagonisti del settore tecnologico, anche il colosso di Cupertino ha finalmente deciso di mettere a disposizione le proprie […]

Rilasciate le ultime patch di sicurezza per Debian 9.12 e 10.3

di Leonardo Dominici
È di pochi giorni fa la notizia che il team che cura lo sviluppo di Debian, ha rilasciato importanti patch per la sicurezza di due versioni della nota distro Linux: Debian 10 e Debian 9. Essendo solo patch di sicurezza gli sviluppatori non hanno aggiunto alcun tipo di nuova funzione, ma resta chiara a tutti […]

Eset annuncia la versione 3.0 di Secure Authentication

di Antonino Caffo
Eset ha lanciato la nuova versione, la 3.0, di Secure Authentication. Si tratta di una soluzione per l’autenticazione multi-fattore che consente alle aziende di ogni dimensione, di mettere in sicurezza dispositivi mobili, prevenire i data breach e soddisfare i requisiti di conformità. Questa nuova versione offre una serie di migliorie, inclusa l’introduzione dell’Identity Connector e […]

Guida sul bagnato: il sistema Shake legge l’asfalto scivoloso

di Donato D'Ambrosi

Guidare sul bagnato richiede prudenza sempre e comunque, ma ci sono situazioni in cui l’asfalto reso scivoloso da una pioggia temporanea non è visibile subito. Un rischio frequente per le auto più prestazionali su cui Hella in collaborazione con Porsche ha messo una toppa presentando la tecnologia SHAKE che legge la strada e riconosce l’asfalto scivoloso. Ecco come funziona e in che modo lavora con i sistemi di sicurezza e comunica con l’auto.

GUIDA SUL BAGNATO, LA TECNOLOGIA MIGLIORA LA SICUREZZA

La tecnologia Shake consente di rivelare la presenza di umidità sulla superficie stradale e pre-attivare i sistemi di assistenza e di sicurezza. La presenza di umidità sull’asfalto viene controllata con un sensore incorporato nei passaruota anteriori della nuova Porsche 911.  Il sensore Structural Health and Knock Emission (da qui SHAKE) identifica le condizioni stradali rischiose tramite l’umidità e comunica con l’auto, gestendo la funzione Porsche Wet Mode, anch’essa al debutta sulle auto di serie.

COME FUNZIONA IL SENSORE CHE RILEVA L’ASFALTO BAGNATO

L’asfalto bagnato è una delle cause principali di incidenti che i conducenti sottostimano di più “Se dobbiamo prevenire tutto ciò in modo preciso, i conducenti devono essere consapevoli in tempo utile delle condizioni stradali in modo che possano conseguentemente adattare il proprio comportamento” spiega Michael Jaeger, membro dell’executive board della divisione Elettronica. Se il sensore SHAKE rileva l’asfalto bagnato, intensifica l’azione dei sistemi Porsche Stability Management (PSM) e del Porsche Traction Management (PTM).

SISTEMI DI SICUREZZA PIU’ EFFICIENTI PER AUTO A GUIDA AUTONOMA

Intanto il conducente alla guida riceve un avviso che gli comunica il rischio di guida sull’asfalto bagnato consigliando di passare alla Wet Mode. “È un grande vantaggio rispetto a molti sistemi attuali, che avvisano unicamente il conducente quando una situazione critica in presenza di superficie stradale molto bagnata ha già avuto luogo” afferma Jaeger. Il sensore può essere applicato teoricamente anche a scenari di guida autonoma e cambia paradigma sul controllo della strada attraverso pneumatici connessi. “Per determinare l’attrito statico e quindi le distanze di frenata, un’informazione precisa sulle condizioni stradali risulta vitale. E questo è esattamente ciò che il sensore SHAKE può rivelare in modo efficace.

The post Guida sul bagnato: il sistema Shake legge l’asfalto scivoloso appeared first on SicurAUTO.it.

Chrome bloccherà i download da pagine HTTP

di Claudio Davide Ferrara

Gli sviluppatori di Google Chrome programmano di bloccare il download dei file che potrebbero nascondere malware e altre minacce

Leggi Chrome bloccherà i download da pagine HTTP

Chrome bloccherà i download da pagine HTTP

di Claudio Davide Ferrara
Gli sviluppatori di Google Chrome programmano di bloccare il download dei file che potrebbero nascondere malware e altre minacce Leggi Chrome bloccherà i download da pagine HTTP

Sudo: patch correttiva per il bug di pwfeedback

di Claudio Davide Ferrara

Disponibile la patch per la rimozione del bug di pwfeedback che permetteva di accedere ai privilegi di root in un sistema Linux

Leggi Sudo: patch correttiva per il bug di pwfeedback

Autostrade per l’Italia mette in sicurezza 587 gallerie

di Raffaele Dambra

Autostrade per l'Italia

Dopo lo scoop secondo cui centinaia di gallerie poste sulla rete autostradale italiana non sarebbero a norma, e probabilmente anche per lanciare un segnale di ‘buona volontà’ in vista della delicata decisione sulla possibile revoca della concessione, Autostrade per l’Italia ha annunciato imponenti controlli su ben 587 gallerie per un investimento complessivo di circa 70 milioni di euro. Ad oggi ne sono già state monitorate 135secondo i migliori standard del settore e utilizzando le più avanzate tecnologie disponibili sul mercato”.

AUTOSTRADE PER L’ITALIA: IL PIANO DEI CONTROLLI DELLE GALLERIE

La prima fase del piano di sorveglianza, avviata a gennaio, è svolta da un consorzio di società esterne specializzate in attività di monitoraggio delle infrastrutture. Le ispezioni sono state pianificate partendo dalle gallerie più datate, realizzate prima degli anni ‘80, e costruite senza impermeabilizzazione. Questa fase prevede una prima ispezione per esaminare nel dettaglio lo stato del calcestruzzo, verificare le canaline posizionate e l’ancoraggio degli impianti (come ventilatori, telecamere, portacavi, ecc.). Sulla base dei primi riscontri effettuati, qualora necessario, vengono immediatamente effettuati gli interventi di ripristino. Le ispezioni e le verifiche preliminari di tutte le gallerie saranno concluse entro metà marzo 2020.

GALLERIE AUTOSTRADE: MONITORATE CON GEORADAR E LASER SCANNER

Sulla base degli esiti delle prime analisi, parte successivamente, su ognuna delle 587 gallerie, una seconda fase di controlli per approfondire maggiormente lo stato e le condizioni di ogni infrastruttura. Si procede, innanzitutto, con un intervento preparatorio che prevede il lavaggio della calotta delle gallerie; poi si prosegue effettuando rilievi in profondità attraverso anche l’utilizzo di tecnologie come il georadar (una vera e propria ‘radiografia’ che individua eventuali difetti non visibili a occhio) e il laser scanner (che, tra le altre cose, permette di individuare con assoluta precisione la presenza di punti umidi) per mezzo delle quali i progettisti hanno ben chiari i punti su cui porre la massima attenzione nelle successive fasi e su cui procedere con eventuali indagini specifiche di approfondimento. Una volta conclusa l’analisi strumentale, si procede a una nuova ispezione visiva e acustica delle gallerie, con percussione manuale del rivestimento.

AUTOSTRADE PER L’ITALIA: CONTROLLO DELLE GALLERIE SOLO DI NOTTE

Questa seconda fase di monitoraggio approfondito sarà conclusa entro la fine del 2020. Autostrade per l’Italia assicura che tutti i controlli effettuati, e i relativi interventi di manutenzione, consentiranno di attuare un radicale piano di ammodernamento complessivo del sistema galleristico della rete, con risorse già preventivate. Ovviamente per limitare al massimo gli effetti sul traffico, gli interventi si svolgono prevalentemente durante l’orario notturno, interrompendo la viabilità dalle 22:00 alle 6:00. Come detto, fino a questo momento si sono fatte verifiche preliminari su 135 gallerie, prevedendo in diversi casi anche le successive attività di lavaggio, controllo con georadar, marcatura e caratterizzazione dei calcestruzzi.

LE GALLERIE DI AUTOSTRADE PER L’ITALIA SOTTOPOSTE A MONITORAGGIO

ASPI ha comunicato infine anche il posizionamento delle 587 gallerie oggetto dei controlli:
– 285 gallerie sulla direzione di Tronco di Genova;
– 17 gallerie sulla direzione di Tronco di Milano;
– 10 gallerie sulla direzione di Tronco di Bologna;
– 113 gallerie sulla direzione di Tronco di Firenze;
– 10 gallerie sulla direzione di Tronco di Fiano Romano;
– 30 gallerie sulla direzione di Tronco di Cassino;
– 70 gallerie sulla direzione di Tronco di Pescara;
– 52 gallerie sulla direzione di Tronco di Udine.

AUTOSTRADE PER L’ITALIA: I CONTROLLI SOLO DOPO I RILIEVI DEL MINISTERO?

Ovviamente plaudiamo all’iniziativa di Autostrade per l’Italia che ha attivato il monitoraggio su 587 gallerie. C’è però il sospetto, come abbiamo scritto all’inizio, che questa improvvisa solerzia sia derivata anche (o soprattutto?) dalla severa relazione diffusa lo scorso mese di novembre dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, l’organo tecnico del Ministero delle Infrastrutture, secondo cui 200 gallerie della rete autostradale italiana, delle quali 105 gestite da ASPI, non rispettavano i criteri della direttiva europea 2004/54 (che fissa requisiti molto rigidi in termini di sicurezza), risultando quindi non a norma. La relazione si chiudeva con l’intimazione a mettersi in regola quanto prima (i gestori avrebbero dovuto in realtà farlo entro l’aprile 2019). E a porre in atto tutte le misure necessarie per ridurre al minimo i rischi durante il transito nelle gallerie sotto osservazione. Autostrade per l’Italia aveva risposto precisando che gli adeguamenti alla normativa UE non riguardavano in alcun modo la sicurezza strutturale delle gallerie, assicurando comunque di aver già iniziato i lavori necessari (qui la risposta completa della concessionaria). Insomma, l’ennesima dimostrazione che per ottenere qualche risultato bisogna pungolare l’interlocutore. E pungolarlo bene.

The post Autostrade per l’Italia mette in sicurezza 587 gallerie appeared first on SicurAUTO.it.

Sudo: patch correttiva per il bug di pwfeedback

di Claudio Davide Ferrara
Disponibile la patch per la rimozione del bug di pwfeedback che permetteva di accedere ai privilegi di root in un sistema Linux Leggi Sudo: patch correttiva per il bug di pwfeedback

Ford, ecco la giacca segnaletica ideale per i ciclisti

di Valentina Acri
Ford Emoji Jacket è l’esclusiva giacca ideata e sviluppata dagli ingegneri dell’Ovale Blu per ottimizzare le tensioni tra i diversi utenti della strada. Gestibile tramite dei comandi wireless posizionati sul manubrio della propria bici, permetterà agli utenti di poter avvisare gli automobilisti presenti in strada anticipandone le azioni. É un dato di fatto ormai che con l’accrescersi […]

Samsung Galaxy S10, S10+ e S10e tallonano i Pixel anche in Italia con questo aggiornamento

di Paolo Giorgetti

Samsung Galaxy S10, Galaxy S10+ e Galaxy S10e ricevono in Italia un nuovo aggiornamento software che include le patch di sicurezza di febbraio 2020: ecco le novità dei nuovi firmware G973FXXU4BTA8, G975FXXU4BTA8 e G970FXXU4BTA8.

L'articolo Samsung Galaxy S10, S10+ e S10e tallonano i Pixel anche in Italia con questo aggiornamento proviene da TuttoAndroid.

❌