Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

A Venezia basta un’app per prenotare al CUP o scaricare i referti

di Pietro Paolucci

Con l'app dell'Azienda ULSS 3 Serenissima, gli utenti possono accedere ai servizi sanitari in mobilità, direttamente da smartphone. Ecco tutte le funzioni disponibili, come scaricarla e tutte le informazioni in proposito.

L'articolo A Venezia basta un’app per prenotare al CUP o scaricare i referti proviene da TuttoAndroid.

Posizioni Yoga: migliori app per Android e iOS

di Salvo Vosal
migliori app yoga

Lo Yoga, come sostenuto da numerose ricerche scientifiche odierne è un’ottima disciplina da praticare per coltivare il proprio benessere psicofisico, grazie allo svolgimento di attività che comprendono movimenti del corpo e esercizi di respirazione, finalizzate al rilassamento e alla meditazione, un qualcosa un po differente dallo Yoga tradizionale. La disciplina dello Yoga si è diffusa […]

Posizioni Yoga: migliori app per Android e iOS

Frequenza cardiaca: le migliori app da usare

di Valentino De Stefano
Lo sviluppo della tecnologia ci consente di usare giornalmente nuove funzioni, grazie alle quali è possibile anche controllare e monitorare la nostra salute. Questo grazie a numerose applicazioni che sono state sviluppate proprio per effettuare leggi di più...

L’app Digiuno Intermittente permette di perdere peso rapidamente senza contare le calorie

di Gerardo Orlandin

Digiuno Intermittente è un'applicazione che aiuta l'utente a perdere peso rapidamente attraverso dei cicli di digiuno monitorato che permettono all'organismo di accelerare il metabolismo e bruciare le riserve di grasso corporeo. L'app include vari programmi di digiuno guidati adatti a principianti ed esperti, uomini e donne.

L'articolo L’app Digiuno Intermittente permette di perdere peso rapidamente senza contare le calorie proviene da TuttoAndroid.

Migliori app per fitness

di Valentino De Stefano
Avere un bel fisico è il desiderio della gran parte delle persone. Tuttavia, per ottenere un fisico scolpito o semplicemente per mantenersi in forma ci vuole molta costanza e soprattutto tanta volontà. Molte persone decidono quindi leggi di più...

OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro: per voi un buono di 10 euro!

di Manuel Baldassarre
Il 10 Ottobre OnePlus ha presentato quello che sembra essere lo smartphone più veloce mai realizzato: il OnePlus 7T Pro, con a bordo il nuovo Snapdragon 855+. Con uno speciale codice sconto però, voi lettori di leggi di più...

Le migliori App per misurare la frequenza cardiaca

di Salvo Vosal
App battito cardiaco

Esistono sui nostri smartphone app di ogni genere dedicate a svariate operazioni, alcune di queste sono dedicate alla salute. Proprio in questa categoria di app rientrano le soluzioni che permettono di monitorare il battito cardiaco. In questo articolo vedremo tutte le migliori app per il battito cardiaco e spiegheremo in breve come funzionano. Come funzionano […]

Le migliori App per misurare la frequenza cardiaca

10 errori da non fare quando si viaggia con medicinali in auto

di Redazione

Se la vacanza si trascorrerà in una località lontana, per la quale è richiesto un lungo trasferimento in auto, bisognerà porre particolare cura alla preparazione dei bagagli, soprattutto, per i soggetti che necessitano di viaggiare con medicinali specifici al seguito. La scorta di farmaci da tenere in auto, magari cospicua se ci si reca all’estero o in una piccola isola, deve essere preservata dalle alte temperature dei mesi caldi per non rischiare che si alterino i composti chimici e si perdano gli effetti curativi. Scopriamo quali sono i 10 errori da non fare quando si viaggia con medicinali in auto.

1 CONSERVAZIONE ERRATA DEI FARMACI

Ogni farmaco è corredato dal cosiddetto bugiardino, il foglio che indica dettagliatamente come il medicinale va utilizzato. Nelle informazioni divulgate dal produttore viene specificato anche come il farmaco va conservato, a quali temperature e viene anche indicato se tenerlo al riparo dalla luce diretta del sole. Quindi il primo passo per non compiere errori gravi è quello di leggere per ogni farmaco le indicazioni sulla conservazione.

2 SOTTOPORRE I MEDICINALI A SBALZI DI TEMPERATURA

In alcune categorie di farmaci la corretta temperatura di conservazione è chiaramente indicata, in altri spesso non è specificata. In quest’ultimo caso la regola generale da seguire è quella di conservare i farmaci a una temperatura non superiore ai 30 gradi, solitamente è consigliato di mantenerli stabilmente intorno ai 25 gradi. Per i farmaci che necessitano di essere conservati in frigo, nell’ipotesi che nel luogo della vacanza non siano di facile reperimento, è opportuno predisporre una borsa termica con ghiaccio sintetico e ricordarsi di trasferirli in un frigorifero una volta arrivati (Leggi qui il decalogo delle cose da non dimenticare in vacanza).

3 ATTENZIONE ALL’UMIDITA’

Al pari degli sbalzi di temperatura anche l’umidità può compromettere le condizioni e l’efficacia di un farmaco. I medicinali custoditi in un locale poco areato e umido, o nel caso dovessero venire a contatto con indumenti bagnati quando si è al mare, rischiano di alterarsi chimicamente e quindi risultare inefficaci o pericolosi. Nel caso di cerotti transdermici l’umidità potrebbe renderli inutilizzabili, così come potrebbero essere compromesse le strisce per test diagnostici.

4 PARTIRE CON FARMACI IN SCADENZA

Come è risaputo ogni farmaco ha una precisa data di scadenza superata la quale, se assunto, si rischia di non beneficiare degli effetti curativi o, peggio ancora, in alcuni casi si rischiano danni all’organismo. Se un farmaco viene esposto ad alte temperature la “vita” utile potrebbe ridursi in maniera considerevole. Il suggerimento è quindi quello di non portare in vacanza medicinali prossimi alla scadenza (Leggi qui quali sono le abitudini degli automobilisti italiani in estate).

5 LASCIARE A CASA SCATOLE E BUGIARDINI

Spesso nella preparazione dei bagagli si cerca di recuperare spazio e lasciare a casa il superfluo. Per quanto riguarda i farmaci da portare in vacanza è meglio evitare di togliere i blister dalle scatole, lasciando imballi e bugiardini a casa. Un farmaco nella giusta scatola lo rende immediatamente riconoscibile, soprattutto in caso di necessità, e inoltre è sempre bene in vista la data di scadenza (Sai quali sono i controlli da fare all’auto in vista delle vacanze?).

6 NO AI PORTAPILLOLE IMPROVVISATI

Se si ha la necessità di portare in borsa o in tasca le dosi giornaliere di farmaci è meglio evitare contenitori improvvisati da utilizzare come portapillole. Un contenitore inadeguato può risultare particolarmente sensibile al calore o non offrire la protezione della quale necessitano i medicinali. È sempre meglio custodire i farmaci nelle proprie confezioni.

7 GUARDA QUELLO CHE INGURGITI

Se nonostante le precauzioni prese temiamo di aver commesso qualche errore di conservazione dei farmaci durante il viaggio è importante verificarne l’aspetto prima di impiegarli. Spesso un farmaco alterato può cambiare colore e odore, nel caso di creme e pomate alcuni componenti possono separarsi. Se non si è certi delle condizioni di un farmaco è utile sentire il parere del medico o di un farmacista.

8 BOMBOLETTE SPRAY ROVENTI

Se nel corredo di farmaci per le vacanze sono presenti prodotti spray, contenuti in recipienti sotto pressione, vale una regola universalmente riconosciuta. Le bombolette spray non si lasciano sotto la luce diretta del sole, tantomeno vanno dimenticate nell’abitacolo quando si parcheggia l’auto nelle ore diurne; la temperatura all’interno di una vettura esposta al sole può raggiungere valori altissimi e uno spray potrebbe anche esplodere e innescare un incendio.

9 FARMACI NELLA STIVA DI UN AEREO

Se la vacanza inizia con un volo, per poi magari continuare con un’auto a noleggio, bisogna evitare di lasciare i farmaci nei bagagli per la stiva dell’aereo. Il vano bagagli di un aeromobile può essere sottoposto a sbalzi termici importanti, passando da freddo gelido al caldo torrido, e pertanto il rischio di ritrovarsi con farmaci inutilizzabili una volta atterrati è alto (Sai davvero tutto sul noleggio auto all’estero?).

10 BAMBINI, MAI ABBASSARE LA GUARDIA

In vacanza si va per rilassarsi e rigenerarsi ma non bisogna mai perdere di vista la sicurezza, specie quella nei confronti dei bambini. Anche se si soggiorna in una casa vacanze o in un hotel non bisogna mai lasciare i farmaci alla portata dei bambini ma custodirli in luoghi difficilmente accessibili o sottochiave (Qui trovi i 10 errori da non fare con i bambini in vacanza).

The post 10 errori da non fare quando si viaggia con medicinali in auto appeared first on SicurAUTO.it.

I migliori siti e app di anatomia umana in 3D

di Salvo Vosal
I migliori siti di anatomia

Il corpo umano è una macchina perfetta, che viene continuamente esplorata in modo sempre più approfondito. Non solo chi studia medicina (o esercita già la professione di medico), ma anche appassionati e curiosi, oggi possono consultare comodamente vari atlanti di anatomia in 3D sempre più accurati. Se in passato era necessario consultare vari testi di anatomia per capire […]

I migliori siti e app di anatomia umana in 3D

10 consigli per combattere l’allergia in auto

di Redazione

Con l’ingresso della primavera possiamo finalmente goderci le giornate più lunghe e assolate, sempre che il polline non sia in agguato. A differenza di quanto si pensa, la primavera a volte c’entra poco con le riniti allergiche. Ecco quindi una guida con i consigli per polline e allergia valida tutto l’anno. Come combattere i fastidi dell’allergia in auto? Mantenere l’attenzione durante la guida diventa una vera sfida, ecco perché abbiamo creato questa guida con 10 consigli da seguire per combattere polline e allergia. Iniziamo con l’esaminare la causa. L’aria si riempie di pollini e altri allergeni che provocano tanti fastidi a un numero sempre crescente di persone. E’ in questo periodo che l’auto può diventare una trappola per chi soffre di allergia se trascurata tutto l’anno. Ma con i dovuti accorgimenti, è possibile rendere l’abitacolo un luogo più salubre e piacevole anche in primavera.

1 MANTERE PULITO L’ABITACOLO

Ogni automobilista è consapevole della rapidità con la quale l’abitacolo della propria vettura riesce a riempirsi di polvere e sporcizia. Viaggiando con i finestrini aperti tutto il pulviscolo, lo smog e i pollini dispersi nell’aria entrano e si depositano su tutte le superfici dell’abitacolo, impregnando di solito i rivestimenti tessili. Una frequente pulizia, magari effettuata con un aspiratore dotato magari di filtro HEPA contribuirà a rendere più sani gli interni della vettura. Intanto, se non li conosci scopri i 10 errori da non fare al lavaggio fai da te.

2 FILTRO ANTIPOLLINE SEMPRE EFFICIENTE

Il filtro antipolline è sicuramente l’arma più efficace per combattere le allergie quando ci si trova all’interno dell’auto. Le auto di produzione più recente ne sono quasi tutte dotate ma averlo non basta; bisogna cambiarlo periodicamente anche se non si usa il climatizzatore. Il motivo lo spiega il video qui sotto, ma basta già pensare che nel tempo si satura di pollini, polveri, piccoli pezzi di foglie e insetti. Il costo dell’intervento è davvero ridotto e il cambio avviene solitamente in pochi minuti.

3 PULIZIA DI CONDOTTI E BOCCHETTE DI AERAZIONE

Se non abbiamo avuto particolare cura della nostra auto durante l’anno, dimenticandoci per più stagioni dell’esistenza del filtro antipolline, è un intervento necessario. Probabilmente i condotti dell’areazione sono particolarmente sporchi e impolverati. Non è raro che all’interno dei condotti si creino delle muffe, responsabili di cattivi odori e aria malsana diffusa nell’abitacolo quando si attiva la climatizzazione. È quindi opportuno dedicare attenzione alla pulizia e alla disinfezione di questi componenti anche con una spazzola morbida e sottile. La soluzione migliore si ottiene smontando le bocchette con l’aiuto di un esperto o in alternativa spruzzare uno spray sanificante.

4 FUMO E ANIMALI

Trasportare spesso animali a bordo contribuisce in maniera determinante a sporcare l’abitacolo. I nostri amici a quattro zampe inevitabilmente perdono pelo che si attacca alla tappezzeria e svolazza per l’abitacolo. Il consiglio in questo caso è pulire con maggior frequenza l’abitacolo e spazzolare almeno 1 volta a settimana delle bestiole. Riguardo al fumo, ricordando che fumare fa male in generale, in auto crea cattivi odori, impregna i tessili e rende pessima l’aria a bordo. Ricordiamo inoltre che è vietato e sanzionato fumare in auto se a bordo sono presenti minori o donne in gravidanza.

5 SANIFICAZIONE DELL’ABITACOLO

Una volta che il nostro abitacolo è stato ripulito accuratamente, dai tappetini ai poggiatesta, è il momento di procedere a una sanificazione con un prodotto specifico. In commercio si trovano degli spray a svuotamento totale: li si attiva e il contenuto fuoriesce completamente da solo. Saturano l’abitacolo abbattendo la carica batterica, sanificando le superfici e rimuovendo al tempo stesso eventuali cattivi odori. Si lascia agire per una decina di minuti la nuvola sprigionata dalla bomboletta (ovviamente rimanendo all’esterno dell’auto) e poi è sufficiente fare aerare l’abitacolo. Ovviamente su un’auto trascurata per anni, non ci si deve aspettare miracoli. A proposito sapevi che gli effetti delle allergie sono causa di un gran numero di incidenti stradali?

6 USARE IL CLIMATIZZATORE E IL RICIRCOLO

Durante il periodo della pollinazione quando si viaggia in auto è fortemente consigliato di tenere i finestrini chiusi. Se abbiamo pulito a fondo gli interni e cambiato il filtro antipolline potremo usare il climatizzatore per avere la temperatura ideale. Agendo in questo modo si manterrà l’aria interna il più possibile pulita, limitando i disagi delle allergie. Leggi anche qui come usare al meglio il climatizzatore.

7 ORARI STRATEGICI PER USARE L’AUTO

La concentrazione dei pollini nell’aria è maggiore durante le ore centrali della giornata. Quindi compatibilmente ai propri impegni, è preferibile spostarsi in auto di prima mattina o in tarda serata. Ovviamente non sempre è possibile evitare di muoversi negli orari clou e quindi bisogna ricorrere ai consigli riguardo pulizia ed efficienza del filtro. In casi estremi, ricorrere a una mascherina bocca-naso e agli occhiali da sole non è sbagliato.

8 EVITARE I PARCHI E I PRATI

Nonostante tutti gli accorgimenti per rendere l’abitacolo quanto di più simile a una cellula protettiva è opportuno limitare ulteriormente il rischio di imbattersi nei pollini. E’ consigliabile evitare di passare da zone verdi, nelle quali sia stata da poco tagliata l’erba, evitando così parchi e viali alberati.

9 GITE FUORI PORTA, MEGLIO AL MARE

Con l’inizio della bella stagione si è più propensi a trascorrere del tempo all’aria aperta e magari organizzare una gita fuori porta. Se si è affetti da allergie ai pollini è meglio preferire per le zone di mare piuttosto che per quelle di campagna. L’aria respirata in riva al mare è senza dubbio meno carica di pollini e sicuramente più piacevole da respirare.

10 EVITARE AUTODIAGNOSI

Sempre più italiani si scoprono allergici. Non è raro che anche persone che non hanno mai avuto problemi con pollini e polveri comincino a patire fastidi durante questo periodo. Il consiglio è quello di rivolgersi a uno specialista allergologo e fare le cosiddette prove allergiche, così da identificare quali sono le sostanze che causano l’allergia e prendere così provvedimenti mirati.

L'articolo 10 consigli per combattere l’allergia in auto proviene da SicurAUTO.it.

Huawei Track AI identifica i problemi visivi

di Luca Colantuoni

L’intelligenza artificiale non viene sfruttata solo per migliorare la qualità delle foto scattate con uno smartphone, ma anche per aiutare persone con varie disabilità. Proprio per questo Huawei ha avviato il programma “AI for Good” e una delle tecnologie più interessanti è Track IA, grazie alla quale è possibile identificare problemi visivi nei bambini, utilizzando i recenti Huawei P30.

Leggi il resto dell’articolo

MacBook: presto sensori per la salute?

di Marco Grigis

Apple potrebbe presto inserire sensori per la salute nei suoi MacBook, così come già avviene per la linea Apple Watch. È quanto rivela un nuovo brevetto accordato alla società di Cupertino, pronto a svelare l’integrazione di sistemi per la rilevazione biometrica direttamente nella tastiera dei laptop. Al momento, però, non è dato sapere se la registrazione verrà effettivamente tradotta in un prodotto reale.

Leggi il resto dell’articolo

Lo spazzolino con intelligenza artificiale Oral-B

di Candido Romano

Oral-B ha presentato al Mobile World Congress 2019 di Barcellona il primo spazzolino da denti elettrico dotato di intelligenza artificiale. Si chiama Genius X ed è stato progettato da professionisti del settore. Sfrutta l’Intelligenza Artificiale per migliorare sensibilmente l’igiene orale delle persone: dopo aver studiato migliaia di modalità diverse di spazzolamento, le combina e le valuta.

Leggi il resto dell’articolo

App per perdere peso con Android

di Giuseppe Testa
app per perdere peso

Quando aumentiamo di peso e prendiamo qualche chilo di troppo ci ritroviamo sempre a dire, da lunedì inizio la dieta, cosa che puntualmente avviene, ma che nel giro di pochi giorni viene abbandonata. Visto che non tutti possiamo permetterci un personal trainer o un nutrizionista, può venire in nostro aiuto, una serie di utilissime app […]

App per perdere peso con Android

Consigli per stare correttamente davanti al computer

di Aggregator

Uno dei problemi principali di qualiasi utente informatico è come aumentare l’operatività alla propria postazione di lavoro. Esistono ovviamente delle accortezze da prendere, come la postura, una corretta posizione di mouse e tastiera, l’angolatura del monitor, l’illuminazione e quant’altro. Vediamo insieme quindi quali sono le principali linee guida da prendere in seria considerazione per la vostra salute per un vostra piacevole permanenza davanti al computer.

[adv1]

Prima di posizionare corretamente il vostro computer e la tastiera, è importante che voi siate seduti correttamente. Il primo è di stare con la schiena ben dritta con i gomiti in posizione retta. Il secondo è di dotarsi di una sedia comoda, possibilmente girevole e munita di rotelle, in modo da potervi muovere e posizionarvi in modo corretto alla scrivania.

Fonte

❌