Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Passare con il rosso: l’hanno fatto 3,5 milioni di americani nel 2019

di Donato D'Ambrosi

Passare con il rosso non comporta solo una multa e la perdita di punti patente: il 50% delle vittime USA sono pedoni e ciclisti

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Nissan Ariya, ecco il nuovo crossover con 500 km di autonomia

di Valentina Acri
Nissan svela Ariya: il nuovo crossover coupé 100% elettrico presentato in diretta streaming nel nuovo Nissan Pavillion di Tokyo. Arriverà in Europa nel 2021 con due tagli di batterie da 63 kWh e 87 kWh, due tipi di trazione  e quattro potenze di motori. L’Ariya, basato sull’omonimo prototipo presentato al Tokyo Motor Show 2019, promette un’autonomia del ciclo […]

Infinite Statue, in arrivo la Carlo Verdone Collection in scala 1:18

di Matteo Garattoni
Infinite Statue, azienda 100% italiana, realizza un nuovo colpaccio. Proprio nelle scorse ore arriva tramite un post sulla loro pagina Facebook l’annuncio della nuova Carlo Verdone Collection che entrerà a far parte della serie Car Legacy Collection di cui fanno già parte la Bianchina di Fantozzi e la recente Dune Buggy di Bud Spencer tratta dal film […]

My Little Pony: arriva il pony dei Ghostbusters

di Mabelle Sasso
In arrivo una nuova figure della Crossover Collection di My Little Pony a tema Ghostbusters. Ad omaggiare il mitico gruppo di acchiappafantasmi dei film e della tv sarà Plasmane. Lanciata all’inizio di maggio di quest’anno, la serie Crossover Collection di My Little Pony ha da subito catturato l’attenzione di appassionati e collezionisti per aver unito […]

Harry Potter: Mezzosangue, Tassofrasso, le traduzioni e gli adattamenti della saga

di Valentina Testa
Mezzosangue, Purosangue e Nati Babbani, perchè si è creata tanta confusione? Della saga di Harry Potter sono state realizzate diverse traduzioni in italiano. In pochi ricordano la primissima versione, dove la casa Ravenclaw fu tradotta in Pecoranera e che successivamente fu modificata in Corvonero. Oggi quelle primissime edizioni hanno un valore economico e collezionistico non […]

Netflix migliori film di guerra | Luglio 2020

di Manuel Enrico
Campi di battaglia, profondità degli abissi e scontri campali: ecco gli ingredienti vincenti per un film di guerra perfetto. Non importa l’aderenza alla storia, l’importante è che la storia raccontata offra agli spettatori un racconto che faccia della guerra il suo fulcro narrativo. All’interno dei palinsesti dei servizi streaming, in mezzo alle tante proposte, anche […]

Cutie Marks & Dragons: i My Little Pony giocano a D&D

di Mabelle Sasso
In Demand Toys, negozio specializzato in giocattoli da collezione, ha diffuso le immagini in anteprima di un set di My Little Pony dedicato a Dungeons & Dragons. Cutie Marks & Dragons sarà un set speciale da collezione della serie Crossover Collection e conterrà 5 figure speciali ispirate al gioco di ruolo fantasy più celebre del […]

Clacson al semaforo: chi suona sconta una penitenza in India

di Donato D'Ambrosi

Suonare il clacson al semaforo quando scatta il verde è un simbolo di tutte le città congestionate, strumento che ai limiti (e oltre) delle regole serve agli automobilisti per comunicare tra loro. Più è sregolata la circolazione stradale, più è frequente l’uso del clacson, al punto da creare rischi per la sicurezza stradale ed eccessivo inquinamento acustico. Forse tra le città più trafficate, Mumbai (India) ha trovato la soluzione all’abuso del clacson al semaforo, con una penitenza ideata dalla Polizia.

SUONARE IL CLACSON IN CITTA’ E AL SEMAFORO E’ VIETATO

L’uso del clacson nel centro abitato è vietato, salvo casi di estrema necessità previsti dall’art. 156 CdS. Peccato che, a meno di una contestazione immediata da parte di un agente di polizia sul posto, usare il clacson è di uso e costume in molte città del mondo. Il più delle volte, anche in Italia, il clacson al semaforo viene suonato per spingere l’auto prima della fila a partire appena scatta il verde. Tanto che, per il timore di bloccare la fila e perdere tempo, in molti neppure spengono l’auto (se invece c’è lo Start&Stop, fa tutto da sola). Ci sono molte altre città però dove il clacson è usato come dispositivo salvavita di emergenza per evitare incidenti, che considerando la densità dei veicoli sono all’ordine del giorno.

L’ESPERIMENTO INDIANO CONTRO IL CLACSON AL SEMAFORO

A Mumbai però la Polizia ha sperimentato un trucco per dissuadere i conducenti a suonare il clacson al semaforo, e non con una multa. Nel video virale che si vede qui sotto Pranaya Ashok, portavoce della Polizia indiana spiega che “Questo è quello che volevamo dire: suonare il clacson o fare rumore non sposta il traffico. Il traffico impiega il suo tempo per spostarsi, ok?”

CLACSON AL SEMAFORO, IN INDIA ALLUNGA L’ATTESA

L’esperimento “Honk More Wait More” (più suoni, più aspetti) ha suscitato l’ilarità tra i cittadini di Mumbai ma anche l’interesse delle autorità a diffonderlo in altre località dell’India. Il sistema funziona così: se in prossimità del semaforo i clacson dei veicoli superano la soglia di rumore rilevata da una sonda acustica, il countdown del rosso si azzera e aumenta. E le facce dei conducenti indiani nel video qui sopra, sorpresi dall’attesa infinita, spiega quanto sia radicata nella guida urbana l’abitudine di suonare il clacson. “Il clacson è un’azione brutta e indisciplinata“, ha concluso Ashok. “Irrita le orecchie di una persona normale”. E voi cosa fate quando scatta il verde al semaforo?

The post Clacson al semaforo: chi suona sconta una penitenza in India appeared first on SicurAUTO.it.

Incidente con semaforo giallo e rosso: colpa a metà tra i due conducenti

di Redazione

Semaforo rosso e semaforo giallo: chi ha ragione in un incidente? La Cassazione fa chiarezza con la sentenza numero 37004 del 10 aprile 2019, pubblicata il 4 settembre (quarta sezione penale). Non si tratta della solita multa per passaggio col rosso: 167 euro e taglio di 6 punti-patente, secondo l’articolo 146 del Codice della strada. Parliamo invece di un reato: un sinistro con feriti seri o morti al semaforo, che rientra nel Codice penale (si tratta di omicidio). Quindi, stabilire chi ha torto e chi ha ragione diventa ancora più importante.

UNO COL GIALLO, L’ALTRO COL ROSSO: INCIDENTE MORTALE

La dinamica dell’incidente al semaforo (rosso o giallo) preso in esame è semplice. Ecco la scena: entrambi i mezzi viaggiano sulla stessa strada di Roma e nella medesima direzione, paralleli. L’autobus nella corsia centrale, riservata ai mezzi pubblici; la motocicletta nella corsia alla destra dell’autobus. Giunti a una grande piazza con incrocio regolato da semaforo, l’autobus impegna l’incrocio col semaforo giallo a 42 km/h (col limite di 50); la moto, in precedenza fermo alla linea di stop, parte quasi contemporaneamente bus, svolta verso sinistra a 30 km/h col rosso. Andando a urtare, al centro della piazza, contro il fianco destro del bus, che lo ha agganciato e trascinato per più di 20 metri: per questo, il centauro muore.

COLPA AL 50% FRA I DUE GUIDATORI

Il semaforo rosso imponeva al motociclista di fermarsi. Il semaforo giallo obbligava il guidatore del bus a non oltrepassare gli stessi punti stabiliti per l’arresto, a meno che vi si trovava così prossimo, al momento dell’accensione della luce gialla, che non poteva più arrestarsi in condizioni di sufficiente sicurezza: in tal caso, doveva sgombrare sollecitamente l’area di intersezione con prudenza. Secondo la Cassazione, però, la colpa dell’incidente al semaforo è metà. Il motivo? Le norme sulla circolazione stradale impongono severi doveri di prudenza e diligenza proprio per far fronte a situazioni di pericolo, determinate anche da comportamenti irresponsabili altrui, se prevedibili.

SEMAFORO: UN PRINCIPIO “SACRO”

La Cassazione richiama un principio della circolazione, già fissato in passato: il conducente con diritto di precedenza ha l’obbligo di tenere una condotta prudente. Non può solo invocare il comportamento imprudente del guidatore col rosso, se prevedibile. Un principio che vale sia in presenza di semafori, sia quando ci sono i cartelli triangolari sulla precedenza, sia infine col classico cartello di stop. Per determinare meglio le colpe degli incidenti così complessi, saranno decisivi il verbale delle Forze dell’ordine e le relazioni dei periti.

The post Incidente con semaforo giallo e rosso: colpa a metà tra i due conducenti appeared first on SicurAUTO.it.

❌