Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

TIM: in arrivo possibili rimodulazioni dal 25 febbraio

di Andrea Genovese

TIM dal prossimo 25 febbraio, sarebbe pronta ad annunciare una serie di rimodulazione per gli utenti con offerte ricaricabili non più in commercializzazione.(...)
Continua a leggere TIM: in arrivo possibili rimodulazioni dal 25 febbraio su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Amazon è in vena di regali e offre 10 euro per una Ricarica in Cassa da 30

di Paolo Giorgetti

Amazon è oggi molto generosa e oltre al buono acquisto da 5 euro regala un bonus di altri 10 euro a coloro che effettueranno la prima Ricarica in Cassa da almeno 30 euro.

L'articolo Amazon è in vena di regali e offre 10 euro per una Ricarica in Cassa da 30 proviene da TuttoAndroid.

Apple AirPower in arrivo? La produzione della base di ricarica wireless potrebbe essere iniziata

di Alessandro Crea
La base di ricarica wireless Apple AirPower potrebbe finalmente raggiungere il mercato a breve: a dirlo sono i colleghi di Mac Rumors, che citano il tweet di un sito web di Hong Kong, che a sua volta afferma di aver ricevuto la “soffiata” sull’avvio della produzione da una fonte attendibile, parte della catena dei fornitori […]

OnePlus e Oppo potrebbero adottare lo standard di ricarica wireless Qi

di Angelo Falcone

Oppo è entrata a far parte del Wireless Power Consortium e questo potrebbe segnare l'arrivo della ricarica wireless con standard Qi su Oppo e OnePlus.

L'articolo OnePlus e Oppo potrebbero adottare lo standard di ricarica wireless Qi proviene da TuttoAndroid.

Hyundai e Kia: verso la ricarica intelligente

di Nicolò Guccione
Chiamato Automated Valet Parking System, AVPS in breve, il nuovo concept combina due tecnologie con cui abbiamo già familiarità; guida autonoma e ricarica wireless. L’idea è semplice Hyundai e Kia dicono che gli utenti, per evitare il sovraffollamento delle postazioni di ricarica, non dovranno più pensare a dove parcheggiare le auto e come eseguire la […]

Power Bank con ricarica rapida: le migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
Oggi come oggi essere fuori casa per molto tempo e avere necessità di ricaricare velocemente i propri dispositivi è sempre più frequente e comune a tutti. Le power bank con ricarica rapida offrono prestazioni senza leggi di più...

Samsung Galaxy S10, eccolo nella prima immagine dal vivo

di Lucia Massaro

Manca poco alla presentazione della serie Galaxy S di Samsung e, come di consuetudine, indiscrezioni e rumors non si fanno attendere.  Poche ore fa, il noto Evan Blass ha pubblicato una foto sul suo account twitter del presunto Galaxy S10 con nome in codice Beyond 1.  Si tratta di un’immagine dal vivo e non di un render.

Già a primo colpo, notiamo la presenza di un buco sul display Infinity-O che ospita una sola fotocamera. L’ultimo render, però, mostrava due sensori frontali. Quindi, è probabile che solo la variante top implementerà una dual-camera anteriore. Ricordiamo – infatti – che si fa sempre più insistente la possibilità che i prossimi top di gamma della casa sudcoreana possano essere commercializzati in tre varianti, le cui differenze potrebbero risiedere proprio nel numero di fotocamere.

Lo smartphone in foto è dotato di uno schermo curvo, probabilmente OLED. Inoltre, sembra che Samsung abbia deciso di ridurre ulteriormente la cornice superiore e inferiore. Blass non si limita a mostrare l’immagine ma aggiunge che il Galaxy S10 sarà in grado di ricaricare in modalità wireless altri dispositivi compatibili come cuffie e orologi.

Samsung Galaxy S10 "Beyond 1," in the wild. pic.twitter.com/EMquh59Kln

— Evan Blass (@evleaks) January 3, 2019

In tal senso, il colosso dei Seul non sarà di certo il primo in quanto il Huawei Mate 20 Pro supporta già una tecnologia simile. Per il resto, il Galaxy S10 dovrebbe essere equipaggiato con il recente Exynos 9820 accoppiato ad almeno 6GB di RAM. Come sempre, però, non si tratta di notizie ufficiali e dovremo aspettare la presentazione prevista per la fine di febbraio.

Il Galaxy S9+, nella colorazione Black, è disponibile su Amazon con uno sconto di 300 euro rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.

L'articolo Samsung Galaxy S10, eccolo nella prima immagine dal vivo proviene da Tom's Hardware.

Belkin Boost Up, sbarca sull’Apple Store il dock di ricarica wireless per iPhone e Watch

di Alessandro Crea

Se siete orfani dell’annunciato ma finora mai commercializzato Apple AirPower, Belkin ha la soluzione che fa per voi: si chiama Boost Up ed è un dock di ricarica wireless su cui poggiare contemporaneamente un iPhone e un Watch. Già disponibile anche nello Store italiano, il Boot Up supporta lo standard Qi ed è in grado di erogare 7,5 W, assicurando così la ricarica degli iPhone XS alla massima velocità possibile.

Belkin Boost Up è molto curato ed elegante. Disponibile nelle colorazioni bianca o nera, consente anche di ricaricare lo smartphone senza estrarlo da una eventuale custodia, a patto che non sia più spessa di 3 mm. Inoltre, grazie alla presenza di una porta USB-A da 5 watt sul retro è possibile collegare un terzo dispositivo, ad esempio un paio auricolari AirPods o di cuffie Beats, ma in generale qualsiasi dispositivo provvisto di porta USB-A.

Purtroppo però il Belkin Boost Up riempie solo parzialmente il vuoto lasciato dall’Apple AirPower, anche se per alcuni potrebbe offrire persino qualcosa di più. A differenza della base di ricarica annunciata da Apple infatti, le postazioni sul Boost Up sono rigidamente separate, con quella dedicata al Watch che è anche magnetica e con un’inclinazione tale da consentire l’utilizzo del Watch come sveglia. L’AirPower invece dovrebbe essere un semplice tappetino su cui poggiare nell’ordine e nell’orientamento che si preferisce l’iPhone, il Watch e anche la custodia degli iPad. A voi giudicare cosa è più comodo. Il prezzo è pari a 159,95 euro.

belkin_adattatore_usb_hdmi

Le novità però non finiscono qui, perché Belkin ha introdotto anche un adattatore da USB-C a HDMI, che però nel momento in cui scriviamo non è ancora disponibile nello Store italiano. Anche in questo caso però si tratta di una soluzione che va a colmare un vuoto importante, perché consente di espandere ulteriormente le capacità del nuovo iPad Pro. L’adattatore Belkin infatti è l’unico che consente lo streaming sicuro di contenuti da Netflix e iTunes supportando contemporaneamente risoluzione 4K a 60 Hz, HDR e HDCP 2.2. Nel Regno Unito, dove il Belkin è già disponibile nello Store, il prezzo è di 49,95 sterline, pari a circa 60 euro.

L'articolo Belkin Boost Up, sbarca sull’Apple Store il dock di ricarica wireless per iPhone e Watch proviene da Tom's Hardware.

OUKITEL K7 Power: rugged da 10.000 mAh a 87 euro!

di Manuel Baldassarre
Giocate spesso con lo smartphone, ma improvvisamente lui ti ricorda che la carica è inferiore al 20%? Quando siete fuori per lavoro dovreste avere sempre con voi un secondo telefono oppure una Power Bank?… Allora leggi di più...

AUKEY: Nuova Ricarica Rapida nei prodotti 2019!

di Manuel Baldassarre
Al momento dell’acquisto di un alimentatore, sia esso per PC o per smartphone, siamo sempre portati a cercare in esso un parametro molto importante: la velocità di ricarica. Grazie ad una nuova partnership, AUKEY – leggi di più...

Ecco come funziona la ricarica rapida Super VOOC di OPPO

di Angelo Falcone

Facciamo un piccolo approfondimento sul funzionamento della tecnologia di ricarica rapida Super VOOC di OPPO, la più veloce sul mercato.

L'articolo Ecco come funziona la ricarica rapida Super VOOC di OPPO proviene da TuttoAndroid.

Smartphone e ricarica rapida: quale caricabatterie acquistare?

di Saverio Alloggio

La ricarica rapida in ambito smartphone è diventata una vera e propria giungla di standard. I principali produttori ne adottano uno proprietario: dal Super Charge di Huawei al Fast Charge di Samsung, passando per il Super VOOC di Oppo al Dash Charge di OnePlus, fino ad arrivare al Quick Charge di Qualcomm. Insomma, non è semplice districarsi fra tutte queste nomenclature, soprattutto quando si è alla ricerca di un caricabatterie che possa consentire di caricare velocemente i dispositivi.

Il grande punto di domanda infatti riguarda la compatibilità tra i diversi standard. Un esempio: con uno smartphone Huawei dotato di standard Super Charge, è possibile utilizzare un caricabatterie Fast Charge di Samsung e usufruire ugualmente della ricarica rapida? È una questione complessa, che deve essere affrontata partendo dall’USB Power Delivery.

Quest’ultimo è uno standard integrabile senza alcun costo di licenza, giunto ormai alla terza versione. Con Power Delivery l’alimentazione tramite USB funziona in entrambe le direzioni. Questo ha permesso di alimentare i notebook con USB-C, che possono arrivare a richiedere anche 20 watt nell’utilizzo a pieno regime. Recentemente lo standard ha raggiunto la potenza di ben 100 watt, e questo ne ha esteso la compatibilità a tutta una serie di prodotti.

Il Power Delivery è stato lanciato in concomitanza con la larga diffusione, soprattutto in ambito smartphone, dei connettori USB-C, che ormai rappresentano lo standard dominante. È integrato di default in tutti i dispositivi basati su Android Oreo, per cui è presente anche sui vari Huawei, Samsung, Xiaomi (solo per citarne alcuni) che possono contare sugli standard di ricarica rapida proprietari. Non solo, persino Apple l’ha implementato su iPhone, iPad e MacBook.

Cosa vuol dire questo? Semplicemente che, qualora il vostro smartphone integri uno degli standard di ricarica rapida proprietari che abbiamo già citato, e vogliate acquistare un caricabatterie di terze parti che riesca comunque a garantire la carica veloce, vi basterà puntare su uno certificato Power Delivery. Amazon ne è piena, tra i produttori principali segnaliamo Anker e Aukey, con due modelli peraltro attualmente in offerta (a questo link e a questo link).

Tra l’altro, per quanto riguarda i nuovi iPhone XS e XS Max, occorre ricordare un aspetto importante. Sono infatti compatibili con la ricarica rapida ma, per usufruirne, è necessario acquistare separatamente dei caricabatterie ad hoc, in quanto quelli presenti nella confezione di vendita sono quelli standard. Anche in questo caso dunque possono venire in aiuto quelli certificati Power Delivery, con una spesa tra l’altro decisamente più contenuta rispetto agli accessori originali Apple.

Tutto questo ovviamente non vuol dire che i vari standard proprietari possano ritenersi superati. Ognuno integra delle peculiarità che cambiano da produttore a produttore: ad esempio, il Quick Charge di Qualcomm è in grado di controllare la temperatura del dispositivo per evitare che si surriscaldi troppo. Inoltre è probabile che, attraverso gli standard proprietari, si riesca a caricare lo smartphone ancora più velocemente rispetto a quanto già avverrebbe sfruttando il Power Delivery (il Super VOOC di Oppo ricarica da 0 a 75% in appena 30 minuti).

La questione invece si complica con gli smartphone dotati ancora di connettore micro-USB. In questi casi il consiglio è quello di fare sempre riferimento ai caricabatterie originali del produttore, qualora aveste la necessità di acquistarne uno.

Siete alla ricerca di un caricabatterie Power Delivery per il vostro smartphone? Date un’occhiata a questo modello realizzato da Anker, costa appena 11 euro.

L'articolo Smartphone e ricarica rapida: quale caricabatterie acquistare? proviene da Tom's Hardware.

Come caricare lo smartphone velocemente

di Andrea Rossi
A parte pochi casi, anche le batterie degli smartphone più avanzati non presentano proprio una durata da record. A volte, con un utilizzo intenso, risulta difficile arrivare anche a tarda serata. Proprio per questo motivo leggi di più...

Amazon è in vena di regali e offre 10 euro per una Ricarica in Cassa da 30

di Paolo Giorgetti

Oggi Amazon è generosa e offre un buono da 10 euro a coloro che effettueranno la prima Ricarica in Cassa da almeno 30 euro entro il 31 gennaio 2019. Ecco come fare e le principali condizioni della promozione.

L'articolo Amazon è in vena di regali e offre 10 euro per una Ricarica in Cassa da 30 proviene da TuttoAndroid.

Apple Pencil 2 non si può ricaricare tramite le basi di ricarica wireless Qi

di Leonardo Zannini
Nell’evento Apple tenutosi settimana scorsa sono stati presentati molti prodotti interessanti, dal MacBook Air al Mac Mini, passando per i nuovi iPad Pro e anche dalla nuova Apple Pencil, strumento praticamente indispensabile per chi usa i leggi di più...

CoopVoce offre 5 euro di ricarica ogni 250 punti Coop con “Autoricarica con la spesa”

di Gianluigi Abbate

CoopVoce regala 5 euro di ricarica ogni 250 punti Coop attivando "Autoricarica con la spesa". Bisogna però essere anche soci di alcune Cooperative aderenti

L'articolo CoopVoce offre 5 euro di ricarica ogni 250 punti Coop con “Autoricarica con la spesa” proviene da TuttoAndroid.

❌