Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Samsung PowerStick Jet, a IFA 2019 l’aspirapolvere che sfida Dyson

di Saverio Alloggio
Dyson ha reinventato il concetto stesso di aspirapolvere. Da quel momento tutti i concorrenti si sono ritrovati a inseguire l’azienda britannica, sia dal punto di vista tecnico che da quello marketing. In occasione di IFA 2019 però, Samsung ha presentato la sua PowerStick Jet, una scopa elettrica che, almeno sulla carta, sembra avere tutte le […]

Nokian Powerproof e Wetproof SUV: 4 novità dei nuovi pneumatici UHP

di Donato D'Ambrosi

Nokian ha appena presentato le nuove gomme estive Powerproof e Wetproof SUV. Ma cosa cambia tra le due nuove gomme UHP (Ultra High Performance)? Come scegliere la gomma giusta? Intanto bisogna dire che entrambi nuovi pneumatici si basano sulla tecnologia Dual Safety Zone. Vediamo quali sono le 4 novità delle nuove gomme estive Nokian e cosa differenzia le Powerproof e le Wetproof SUV.

NOKIAN POWERPROOF PER SUV DI GRANDI DIMENSIONI

Le nuove gomme Nokian Powerproof e le Wetproof SUV sono progettate e realizzate per i SUV di grandi dimensioni e il clima dell’Europa centrale. Ok, ma ti starai chiedendo cosa cambia tra le due visto che entrambi i nuovi pneumatici estivi si basano sulla Dual Safety Zone. Sulle gomme Nokian Powerproof SUV si differenzia la Power Zone, responsabile della precisione di guida (su gomme dal battistrada simmetrico da 17 a 21 pollici indispensabile). La Wet Safety Zone sul lato interno del pneumatico massimizza la sicurezza sulle strade bagnate. Le scanalature del flusso trapezoidali dividono la nervatura centrale e la costola più vicina alla spalla interna. Il design ampio e sinuoso del fondo della scanalatura consente un’efficace prevenzione dell’aquaplaning conservando l’acqua e accelerandone la rimozione tra lo pneumatico e la superficie stradale.

LE SCANALATURE SWOOP DELLE NOKIAN POWERPROOF SUV

Le scanalature poste fra i blocchi della spalla interna ottimizzano anche la resistenza all’aquaplaning delle Nokian Powerproof SUV. Le estremità della scanalatura poste nei blocchi del battistrada sono state allargate e i loro lati presentano una dentellatura a forma di corno. Queste scanalature Swoop facilitano ulteriormente la rimozione dell’acqua. Le ampie scanalature principali immagazzinano efficacemente anche l’acqua, migliorando la sicurezza in caso di pioggia. La nuova mescola di gomma Dynamic Grip SUV è ottimizzata per i SUV, in modo da migliorare aderenza e tenuta per questo segmento di vetture. La struttura del battistrada a più strati riduce anche la resistenza al rotolamento e il consumo di carburante, secondo Nokian.

LE NOKIAN WETPROOF PER SUV MEDIO-PICCOLI

Il nuovo Nokian Wetproof per SUV di piccole e medie dimensioni si caratterizza per le prestazioni di frenata sul bagnato e resistenza all’aquaplaning. Il sistema Responsive Lock sostiene le nervature longitudinali per agevolare il deflusso dell’acqua. Le scanalature delle nervature sono dotate di controparti ad incastro che rispondono fissandosi l’una contro l’altra quando i Nokian Wetproof premono contro la superficie stradale. Questo nuovo design aumenta la stabilità di guida senza compromettere la sicurezza sul bagnato.

IL DESIGN DELLE NOKIAN WETPROOF ABBATTE LA RUMOROSITA’

Il design della superficie che ricorda quello di una pallina da golf, controlla il flusso d’aria e impedisce la creazione di suoni sgradevoli. Le Nokian Wetproof sono progettate per ridurre anche la resistenza dell’aria, che raffredda la superficie del pneumatico. Per diminuire il rischio di aquaplaning, poi le aree delle spalle dello pneumatico sono dotate di scanalature a tromba. Le rientranze a forma di proiettile accumulano l’acqua tra pneumatico e strada, accelerandone il deflusso verso le scanalature trasversali e massimizzando l’aderenza. Il nuovo Nokian Wetproof SUV è disponibile nelle categorie di velocità H (210 km/h), V (240 km/h) e W (270 km/h) e la gamma delle misure offre 27 modelli da 16 a 19 pollici.

The post Nokian Powerproof e Wetproof SUV: 4 novità dei nuovi pneumatici UHP appeared first on SicurAUTO.it.

Tesla Powerwall in Africa: aiuto alle telecomunicazioni

di Emanuela Acri
Ormai è risaputo che Tesla è una delle azienda che da sempre ha un occhio di riguardo per la salvaguardia dell’ambiente. La produzione di auto elettriche è solo una dei progetti in cui è impegnata quotidianamente l’azienda fondata nel 2003 in California. Infatti, uno degli impegni presi da Tesla riguarda, ad esempio, la produzione e […]

Power Bank con ricarica wireless: le migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
In questa guida sempre aggiornata raccogliamo le migliori power bank con ricarica wireless. Che sia a lavoro, all’università o anche in casa, una power bank con ricarica wireless rappresenta una comodità indiscutibile. Svincolarsi dai cavi leggi di più...

Power Bank 20.000 mAh: le migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
In questa guida sempre aggiornata raccogliamo le migliori power bank da 20.000 mAh. Se si è a lungo furori casa, per viaggio, per studio o per lavoro c’è la necessità di ricaricare completamente i device leggi di più...

Le auto più rilassanti e facili alla guida da comprare del 2019

di Donato D'Ambrosi

Le auto moderne sono un concentrato di tecnologia, molto più sicure rispetto ad alcuni anni fa ed equipaggiate di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida.  Ma quando si sceglie un’auto nuova si bada più alla sicurezza che a quanto è facile da guidare. Come scegliere un’auto facile da guidare? Sicuramente un modello che non crea più fastidi e confusione a causa degli allarmi e avvisi sonori. Per capire quali sono i modelli più facili da guidare, rilassanti e meno fastidiosi del 2019 JD Power ha intervistato oltre 20.000 proprietari e locatari. Ecco quali sono i modelli più facili e meno stressanti dello studio Tech Experience Index USA.

I SISTEMI CHE STRESSANO DI PIU’ ALLA GUIDA

Gli avvisi alla guida sono una manna dal cielo, soprattutto quando ci si distrae proprio nel momento sbagliato o non si scorge un’auto o un pedone. Con l’aumentare dei sistemi di assistenza alla guida sono aumentati anche i segnali luminosi e sonori. Per molti conducenti l’irruenza, la frequenza, il suono e ridondanza di questi allarmi non sono sempre graditi. Al punto di diventare fastidiosi e complicare il modo di guidare l’auto pur di non sentirli. E’ quanto accade ad esempio con il sistema di mantenimento della corsia che viene disabilitato dal 59% dei clienti di un brand, mentre è meno fastidioso per il 90% di chi sulle auto di un’altra marca non lo trova stressante.

LE AUTO PIU’ FACILI DA GUIDARE

Lo studio misura ogni anno l’esperienza, l’uso e l’interazione dei proprietari con 38 tecnologie per veicoli durante 90 giorni di proprietà. Dallo studio JD Power è emerso che in media, il 23% dei clienti con questi sistemi si lamenta degli avvisi fastidiosi. Per capire quali sono le auto più facili da guidare e quali le più fastidiose del 2019 bisogna andare più a fondo. La Hyundai Kona e la Toyota C-HR sono le auto più facili da guidare nel segmento “small car”. La Kia Forte (non venduta in Europa) ottiene il massimo punteggio nel segmento “Compatte”. La Kia Stinger è la preferita tra le luxury car. La Porsche Cayenne (medie) e la Ford Expedition (grandi – non disponibile in Europa) ottengono il punteggio maggiore per le auto lussuose. Le Hyundai Kona e Kia Stinger sono tra le preferite per il secondo anno consecutivo. La Kia Stinger in particolare è l’auto più facile da guidare che non fa impazzire con gli avvisi. A proposito, ecco la classifica delle migliori auto da comprare nel 2019 in base alla qualità. Ma quali sono i sistemi di assistenza alla guida preferiti dai consumatori USA?

I SISTEMI PREFERITI NEGLI USA

I sistemi innovativi e di assistenza preferiti dallo studio JD Power sono l’allarme anticollisione collisioni con il punteggio più alto (813) tra le sei categorie valutate nello studio. Il mirroring degli smartphone (789) è il secondo. Tra le funzioni invece più gradite ci sono comfort e praticità (787), intrattenimento e connettività (782), assistenza alla guida (768) e navigazione (744).

The post Le auto più rilassanti e facili alla guida da comprare del 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Auto ibride: cosa indicano le sigle P0, P1, P2, P3 e P4?

di Nicodemo Angì

sigle-auto-ibride-

Le auto ibride possono avere molte sigle, P0, P1, P2, P3, P4, ecc. e pensiamo quindi che sia interessante descriverle per sapere cosa si sta per comprare/noleggiare. Questa varietà deriva dalla posizione del motore elettrico nel powertrain ibrido, una scelta dettata da diverse considerazioni. Le sigle P0, P1, P2, P3, P4 identificano in qualche maniera la “distanza” fra il motore elettrico e le ruote, che decresce andando da P0 a P4. Sappiamo che le automobili ibride uniscono motori a scoppio e macchine elettriche, unità complementari in virtù di “caratteri” molto diversi. I motori a combustione hanno infatti meno coppia ai bassissimi regimi mentre quelli elettrici, leggeri e compatti, erogano molta coppia anche a zero giri e creano il loro “carburante” in rilascio/frenata. Il loro lato negativo è che hanno bisogno di pesanti e costose batterie. Occorre inoltre porre attenzione nel caso si debba trainare un’auto elettrica o ibrida in panne.

P0 e P1: IL MOTORE ELETTRICO INCONTRA QUELLO TERMICO

Abbiamo anticipato che i motori elettrici sono poco ingombranti e questo permette una certa libertà di scelta sul “dove” inserirli nelle auto ibride. Le unità più piccole possono essere montate al posto dell’alternatore e quindi collegate al motore con una cinghia in una configurazione identificata con la sigla P0. Si tratta di Belt-driven Starter Generator (BSG) che agiscono anche come motorino d‘avviamento e generatore. La loro potenza arriva a circa 15 kW e danno un contributo tangibile con modifiche limitate ai powertrain esistenti. Inserendo il motore/generatore all’uscita del motore abbiamo la configurazione P1, che vede la macchina elettrica girare alla stessa velocità dell’albero motore e richiede qualche modifica in più. Anche in questo caso la potenza non è molto alta ma c’è il vantaggio di un rendimento che, vista l’assenza della cinghia di azionamento, può superare il 90%.

LA VERSATILITA’ DELLA CONFIGURAZIONE P2

Cosa accade spostando il motore elettrico fra il motore e la trasmissione? Il passaggio dalla sigla P1 a quella P2, che implica una frizione che disconnette il motore termico, apre molte possibilità alle auto ibride. Si possono aggiornare trasmissioni già esistenti, ad esempio sostituendo al convertitore di coppia il gruppo motore elettrico – frizione. In pratica il motore elettrico è collegato all’entrata della trasmissione e eroga energia al posto di quello termico. La frizione permette di avviare il motore a scoppio, partire da fermo e viaggiare in modalità elettrica senza però trascinarlo. Il sistema con la sigla P2 permette inoltre all’auto ibrida di “veleggiare” con il solo motore elettrico e motore termico spento. La configurazione P2 è versatile: la Porsche Panamera usa una trasmissione ZF che incorpora un motore elettrico da ben 100 kW di picco.

P3 E P4 CONTRO GLI ATTRITI 

Questo cambio è ottimizzato per le auto sportive e permette di mantenere i bassi consumi permessi dai diesel, che sono stati abbandonati da PorscheLa configurazione P3 sposta il motore “a valle” del cambio. In questo modo si minimizzano le perdite, dato che il motore elettrico trascina soltanto la parte finale della trasmissione. Questa soluzione è però un po’ costosa perché costringe a riprogettare buona parte della trasmissione. Le auto ibride con la sigla P4  hanno un motore elettrico che agisce esclusivamente sull’asse non collegato al motore termico: questa soluzione è usata per esempio da PSA. In questo modo si può avere una trazione integrale senza collegamento meccanico con il motore termico. Anche il modo elettrico puro è facilmente ottenibile, basta scollegare la trasmissione “principale” e muoversi usando soltanto l’assale collegato al motore elettrico.

SIGLA P5: IL MOTORE NELLE RUOTE

Ricordiamo poi che lo schema meccanico con la sigla P4 massimizza il recupero dell’energia perché gli organi trascinati sono al minimo e quindi anche le perdite meccaniche fino al motore elettrico. Una curiosità: per le auto ibride (e quelle elettrice) esiste la sigla P5 che indica i motori nelle ruote, una soluzione che azzera la “distanza” e nella quale la Cina ha investito molto. Questa sigla, a differenza di quelle P0, P1, P2, P3 e P4, ha un’applicazione ancora limitata nelle auto di serie.

The post Auto ibride: cosa indicano le sigle P0, P1, P2, P3 e P4? appeared first on SicurAUTO.it.

Apple Powerbeats Pro si mostrano in nuove colorazioni, disponibili dal 30 Agosto

di Giuseppe
Apple Powerbeats Pro nuove colorazioni

Siete interessati all'acquisto delle Apple Powerbeats Pro ma il colore nero proprio non vi attira? A partire dal 22 Agosto potrete preordinare queste ottime cuffie bluetooth in tre nuove colorazioni

L'articolo Apple Powerbeats Pro si mostrano in nuove colorazioni, disponibili dal 30 Agosto proviene da TuttoTech.net.

Il ritorno di He-Man in Masters of the Universe: Revelation

di Mabelle Sasso
Grandi notizie per gli appassionati di He-Man e i Masters Of the Universe, nella giornata di ieri Netflix ha annunciato a sorpresa Masters of the Universe: Revelation, una nuova serie animata dedicata ad He-Man. L’annuncio è avvenuto durante una conferenza tenutasi all’annuale Power-Con di Anaheim, la convention dedicata a He-Man e She-Ra, a cui era […]

Power Bank tascabili: le migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
In questa guida sempre aggiornata raccogliamo le migliori power bank tascabili disponibili attualmente sul mercato. Che sia in viaggio, a lavoro o in giro con amici e famiglia sicuramente capiterà almeno una volta di imbattersi leggi di più...

Redmi Note 7S, Redmi Note 7 Pro e Mi Power Bank 2i disponibili da oggi in nuovi colori

di Thomas De Faveri

Xiaomi e Redmi colorano l'estate: ecco Redmi Note 7 Pro e Redmi Note 7S nella nuova colorazione Astro White, e Mi Power Bank 2i in colorazione Black Sandstone.

L'articolo Redmi Note 7S, Redmi Note 7 Pro e Mi Power Bank 2i disponibili da oggi in nuovi colori proviene da TuttoAndroid.

Poweramp si aggiorna alla versione 3.0 in versione stabile con nuove funzionalità e interfaccia migliorata

di Gerardo Orlandin

Nonostante i servizi di streaming musicale abbiano messo progressivamente in ombra questo ottimo player, l'app ha recentemente ricevuto ulteriori funzionalità e una nuova interfaccia utente con Poweramp 3.0 versione stabile.

L'articolo Poweramp si aggiorna alla versione 3.0 in versione stabile con nuove funzionalità e interfaccia migliorata proviene da TuttoAndroid.

Recensione QiStone 2: non solo una powerbank wireless

di Giuseppe Brandi
Negli scorsi anni la ricarica wireless non è riuscita a riscuotere il successo che merita, nonostante la geniale idea di fondo che permette di caricare i propri dispositivi senza l’impiego di alcun cavo. Con l’introduzione della ricarica leggi di più...

Porsche in testa alla classifica USA delle auto preferite nel 2019

di Donato D'Ambrosi

Con la qualità delle auto nuove vendute negli USA non si scherza e lo dimostra il report annuale di JD Power che nell’ultimo bollettino ha eletto Hyundai-Kia per il minor numero di difetti. La nuova classifica sul miglior design interno ed esterno però assegna un punteggio più alto a Porsche. Come emerge dal rapporto di JD Power però il punteggio varia per segmento di auto. Secondo i consumatori la qualità percepita dai consumatori USA dei modelli di massa si è avvicinata molto a i brand di lusso. Ecco le Marche e i modelli con il punteggio più alto nella soddisfazione dei clienti per prestazioni, progettazione e contenuti.

I BRAND AUTO CON IL PUNTEGGIO MIGLIORE

Lo studio JD Power 2019 Automotive Performance, Execution and Layout esamina le valutazioni complessive sulle auto acquistate e possedute per almeno 90 giorni. L’indagine punta a dare una valutazione globale dei modelli e delle marche che va oltre i difetti di cui JD Power tiene conto nel Quality Index. L’indagine considera 90 caratteristiche dell’auto tra esterni, interni, guida, abitabilità, performance, efficienza, sicurezza e connettività. Tra tutte le auto, Porsche è il brand che ha ottenuto il punteggio più alto (891), mentre l’Audi A7 è il modello più gradito. Qui sotto la classifica completa, cliccala per visualizzarla a tutta larghezza.

LE MARCHE MIGLIORI PER SEGMENTO

In generale le auto di più grandi dimensioni ottengono punteggi migliori rispetto ai veicoli più piccoli e meno costosi. La classifica di un marchio, quindi, è una funzione dei tipi di veicoli che il produttore produce e quanto bene esegue su quei veicoli. Nel segmento delle auto di lusso Porsche (891) anticipa BMW e Genesis in parità con 868 punti, seguite da Audi (867) e Volvo (863). Tra i segmenti di massa invece Ram è il brand con più alto punteggio (851) in salita di 26 punti, poi Dodge (848) MINI (835), Volkswagen (829) e Ford (828). Come Ram anche Dodge (+24); Jaguar (+16); Land Rover (+15); Audi (+14); e Jeep (+14) sono in miglioramento rispetto al 2018.

I MODELLI DI AUTO PREFERITI NEGLI USA

Considerando invece i singoli modelli per segmento, JD Power ha raccolto maggiori consensi per Toyota Yaris nel segmento “small car”. Tra le auto medie ricevono il punteggio più alto la Honda Accord, Nissan Altima e Toyota Camry. La BMW Serie 2 seguita dalla Mercedes CLA sono le meglio posizionate nel segmento “Small Premium”. La Dodge Challenger è la migliore tra le auto sportive medie. La Kia Forte è la preferita tra le auto compatte. La Nissan Maxima è in testa tra le “Large”, Mini Cooper tra le sportive compatte e Mercedes Classe C tra le Premium compatte.

The post Porsche in testa alla classifica USA delle auto preferite nel 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Configurazione FRITZ!Powerline 1260E: velocità senza compromessi!

di Manuel Baldassarre
La copertura delle rete WiFi nelle nostre case è un problema che nel tempo si è cercato di risolvere in tantissimi modi differenti, ed il Powerline assieme alle reti mesh sembra essere stato uno dei leggi di più...

Tartarughe Ninja e Power Rangers insieme in un crossover a fumetti!

di Roberto Tavecchia
In un’epoca florida e rigogliosa per la cultura pop, le Tartarughe Ninja hanno incontrato chiunque: dai Ghostbusters a Sonic, da Garfield a Batman. Ora le testuggini possono cancellare un altro nome iconico degli anni “90 dalla loro lista, i Power Rangers. Questa la trama dell’ambizioso crossover: “I Power Rangers partono alla volta di New York […]

Amazon Prime Day 2019, i migliori powerbank in offerta

di Saverio Alloggio
Siamo ormai alla seconda – e ultima – giornata dell’Amazon Prime Day 2019. Le offerte termineranno alle 23:59 di oggi, per cui rimangono poche ore per approfittare degli sconti messi a punto dal gigante dell’e-commerce. Come spesso accade in queste occasioni, alcuni tra i prodotti più ricercati sono gli accessori per smartphone, proposti a prezzi […]

Tronsmart PB20: Powerbank compatto da 20000mAh | Recensione

di Pasquale Marzocchella

L’azienda cinese Tronsmart è ormai sinonimo di affidabilità al giusto prezzo. La line-up di prodotti è molto ampia e comprende smart speakers, caricabatterie, cavi e power bank. Restando in quest’ultima tipologia, oggi parleremo del power bank Tronsmart PB20.

(...)
Continua a leggere Tronsmart PB20: Powerbank compatto da 20000mAh | Recensione su Androidiani.Com


© pasqualemarzocchella for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

❌