Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Huawei porterà un emulatore di tastiera meccanica nei suoi smartphone

di Giovanni Pardo

Huawei rilascia in Cina un emulatore di tastiera meccanica Cerry per Huawei Mate 30 e tutti i suoi smartphone dotati di motore per la vibrazione di tipo lineare: l'esperienza sarà davvero simile?

L'articolo Huawei porterà un emulatore di tastiera meccanica nei suoi smartphone proviene da TuttoAndroid.

Porsche: il 40% dei proprietari passano da iOS ad Android

di Alessandro Matthia Celli

All’Automobility LA 2019, il presidente e CEO di Porsche North America, Klaus Zellmer, ha affermato che il 40% dei proprietari di auto Porsche sono intenzionati a lasciare iOS per Android.

(...)
Continua a leggere Porsche: il 40% dei proprietari passano da iOS ad Android su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR

di redazione

Le bielle Porsche StepCom e i motori rapporto di compressione variabile, ovvero VCR (Variable Compression Ratio): ecco come funzionano! Porsche Consulting, divisione di ingegneria e sviluppo della Casa di Stoccarda, in collaborazione con la tedesca Hilite, ha infatti brevettato una delle soluzioni più interessanti viste finora per la realizzazione di motori a rapporto di compressione variabile VCR.

Il rapporto di compressione (RC) è il rapporto tra il volume massimo (quando il pistone si trova al PMI) e quello minimo (quando il pistone raggiunge il PMS) misurabile all’interno del cilindro.

Bielle Porsche Stepcom – Brevetto geniale

La modalità con cui l’invenzione Porsche permette di variare il RC durante il funzionamento del motore è semplice nella sua genialità. È stata sviluppata insieme all’Azienda tedesca Hilite, produttrice di componenti per l’industria automobilistica come sistemi di distribuzione variabile e comandi idraulici per cambi automatici.

Il sistema a RC variabile Hilite StepCom prevede l’impiego di speciali bielle, nelle quali l’alloggiamento dello spinotto è dotato di un elemento eccentrico che può ruotare grazie all’azione di due piccole aste ad azionamento idraulico. Il principale vantaggio tecnico di queste particolari componenti è la facilità di integrazione in architetture motoristiche già esistenti, in quanto è sufficiente sostituire le bielle tradizionali con quelle StepCom.

Bielle Porsche Stepcom – Come funzionano

Nella biella StepCom, lo spinotto del pistone è montato in un cuscinetto eccentrico, che ruotando va a modificare la lunghezza effettiva della biella, influendo così sul rapporto di compressione. La forza che fa ruotare il cuscinetto eccentrico è dovuta alla massa oscillante del pistone e alla pressione esercitata sullo stesso dalla combustione, che aumenta al salire della pressione di sovralimentazione.

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti delle Bielle Porsche StepCom è su Elaborare 254.

Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR
Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 254 Novembre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Novembre n° 254 2019



L'articolo Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR proviene da ELABORARE.

Smartphone Android vs iPhone: i possessori di Porsche preferiscono Apple

di Lucia Massaro
Che smartphone utilizzano di più i possessori di automobili targate Porsche? La risposta è stata fornita dal CEO del marchio, Klauss Zellmer, durante la Automobility Conference di Los Angeles, che ha spiegato in che modo le scelte in ambito smartphone dei suoi clienti influenzano lo sviluppo delle caratteristiche Porsche, soprattutto in relazione ai sistemi di […]

Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV

di redazione

Questa Porsche 911-991 GT3 RS elaborata con 500 CV è poesia e musica, va al di là del concetto di prestazione pura. Esplora l’intimo di chi la guida, si fonde col suo pilota, lo porta al limite delle sue capacità, convincendolo ad entrare in ogni curva più forte di quanto avrebbe fatto in quella precedente. E’ la compagna ideale per i track day in pista!

Porsche 911-991 GT3 RS elaborata

Questa Porsche rappresenta una delle ultime evoluzioni della GT3. Porsche, infatti, non ha mai stravolto i suoi concetti di base, preferendo lavorare sull’affinamento delle proprie vetture. Ha sempre cercato di migliorare e di intervenire solo dove fosse realmente necessario.

Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV
Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV

Tutto ciò negli anni ha reso grande la 911 e di conseguenza anche il marchio Porsche, donandogli un’aura di affidabilità ed efficienza che ha fatto dimenticare gli sbagli commessi con progetti più complessi realizzati sulle auto nate “ex novo” (chi non ricorda le problematiche delle Boxster o delle 996: prima 911 raffreddata a liquido…).

Porsche 911-991 GT3 RS modificata

La politica dei piccoli passi l’ha sempre premiata. Sulla 991 il 6 cilindri boxer ha subìto una serie di miglioramenti per quanto concerne la riduzione degli attriti interni, in modo da raggiungere quota 9.000 g/m e una potenza di 500 CV che, su 4 litri di cilindrata, determinano una potenza specifica di 125 CV/litro: un risultato eccellente per un aspirato a fronte delle normative antinquinamento cui ha dovuto sottostare.

Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV
Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV

Scheda tuning Porsche 911-991 GT3 RS
Montaggio terminale di scarico Porsche Cup con dekat
Rivisitazione altezze e geometrie ruote

Cerca la Porsche 911 nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Porsche 911-991 GT3 RS è su Elaborare 254.

Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV
Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 254 Novembre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Novembre n° 254 2019



L'articolo Porsche 911-991 GT3 RS elaborata 500 CV proviene da ELABORARE.

Elaborare Novembre n° 254 2019

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 254 Novembre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

app-digitali-magazine-tuning-elaborare

Test Drive – Porsche 911-991 GT3 RS 500 CV,  Opel Insignia 2.0 Turbo 4×4 263 CV | Adda, BMW 320d E46 190 CV | Officina Maizza, Fiat 126 Plus 175 CV | Cataldo Prototipi, Punto Sporting 105 CV|DCGarage

CLICCA QUI

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Elaborare Novembre n° 254 2019

L'articolo Elaborare Novembre n° 254 2019 proviene da ELABORARE.

La TECNOLOGIA di PORSCHE TAYCAN 100% Elettrica

di Andrea Galeazzi
Ho avuto l’occasione di guidare per una giornata la nuova Porsche Taycan. La prima Porsche 100% elettrica della casa tedesca. Da Porschista vi posso dire che ho ritrovato la stessa cura dei dettagli, della dinamica di guida e dell’handling di […]

Come funzione l’ECOSISTEMA APPLE

di Andrea Galeazzi
Nelle ultime settimane ci sono stati molti aggiornamenti software. I MAC hanno ricevuto Catalina, iPad OS sul mio PRO, la 13.1.3 su iPhone 11 pro max. Poi Apple Watch e Air pods. Ho portato tutto alla presentazione della Porsche Taycan […]

VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica con preparazione Officina Labò

di redazione

Il VW Maggiolone 1303 Cabrio con preparazione Officina Labò è un’auto storica elaborata sportiva German style! Questa Cabrio è stata trasformata in un esemplare unico prendendo spunto dalle elaborazioni classiche degli anni ’70, utilizzando componenti di derivazione Porsche per triplicare la potenza e renderla più esclusiva. Ecco il perché della scritta “RS” sul cofano motore.

VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica preparata

Il VW in esame è un 1303 Cabrio Kharmann, il cosiddetto Maggiolone che si differenziava dal Maggiolino principalmente per la diversa configurazione con sistema McPherson dell’avantreno, costruito nel 1975 e trasformato secondo la filosofia “German Style” a fine anni ’90. Il Cabrio bianco del nostro servizio coniuga perfettamente soluzioni abbastanza spinte con la sobrietà del progetto nel suo complesso, diventando piacevole nell’aspetto senza mai essere provocatorio.

VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica elaborata

La base del 1303 Cabrio del 1975 era di per sé buona, cosicché non sono stati necessari interventi sostanziali di restauro né per la carrozzeria né per il tetto. Solo la moquette interna è rifatta integralmente ex novo. I sedili anteriori originali sono sostituiti con due Recaro recuperati da una Golf GTI, che hanno gli stessi attacchi a 3 guide come sul Maggiolone, e poi ritappezzati, insieme alla panchetta posteriore, in similpelle nera.

VW Maggiolone 1303 Cabrio  auto storica elaborata sportiva con preparazione Officina Labò
VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica elaborata sportiva con preparazione Officina Labò

VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica tuning

Gli interventi tuning sul motore del VW Maggiolone 1303 Cabrio sono stati radicali. “Buttato” integralmente il propulsore originale da 1.192 cc e 34 cavalli di potenza, al suo posto troviamo un monoblocco derivato dal 1600 boxer con pistoni Mahle da 94 mm mantenendo le bielle originali, alleggerite, in abbinamento ad un albero motore equilibrato Bugpack da 69 mm, con bronzine di biella e di banco KS, per arrivare alla cilindrata di 1.915 cc. Le teste sono delle Magnum speciali 044 S lavorate, con sedi valvole da 40/36 e valvole di aspirazione Manley.

Scheda tuning VW Maggiolone 1303 Cabrio by Officina Labò

Di serie c’è rimasto ben poco: la carrozzeria, il tettuccio, i freni posteriori e i semiassi.
Tutto il resto è stato oggetto di trasformazione, adattamento o elaborazione.
Carrozzeria e abitacolo:
2 parafanghi ant. in vetroresina allargati di 4 cm € 260,00
2 parafanghi post. in vetroresina allargati di 4 cm € 260,00
Bocchettone carburante racing OMP € 150,00
2 sottomaniglie porta € 30,00
1 sottomaniglia baule € 10,00
2 pomelli sicure portiera cromate € 20,00
4 alzacristalli cromati € 120,00
2 sedili usati Recaro € 300,00
Tappezzeria sedili e pannelli porta € 700,00
Moquette abitacolo e vano bagagli € 400,00
Volante anatomico Antera in pelle € 200,00
Sistema SNAP-OFF volante Simoni Racing € 180,00
Cruscotto artigianale in fibra tipo Porsche 911. € 400,00
5 strumenti Porsche 911 revisionati e modificati € 700.00
Interruttori cruscotto originali Porsche 911 € 350,00
Consolle centrale copri-tunnel € 80,00
1 leva cambio Bug Trigger € 60,00
Quik shift leva cambio € 10,00
1 leva freno a mano cromata € 40,00
Pedaliera in alluminio € 50,00
Interruttore generale impianto elettrico € 50,00
2 fari profondità Cibiè Oscar € 200,00
2 indicatori direzione trasparenti Opel Tigra € 40,00
2 plastiche fari posteriori trasparenti € 40,00
Scritta RS cofano posteriore € 70,00

Ruote e freni:
Serie distanziali ruota in alluminio con attacchi centraruote € 200,00
Serie colonnette ruota con dadi € 160,00
4 cerchi in lega OZ Volcano 7,5Jx17” ET 35 € 1.200,00
4 pneumatici Continental 215/40 ZR17 € 1.000,00
1 cerchio in lamiera per ruotino soccorso 4Jx15” € 70,00
1 pneumatico di soccorso Michelin 125/80 R15 € 110,00

Impianto frenante Tar Ox costituito da: 2 dischi freno Viper autoventilanti, forati e baffati; 2 pinze in titanio a 4 pompanti; 1 pompa freno Porsche 944 a doppio circuito € 2.500,00
Serie raccordi e tubi freno in aeroquip € 230,00

Assetto
Testine sterzo rinforzate € 80,00
Bracci avantreno modificati e rinforzati € 180,00
2 perni fuso anteriori revisionati e modificati per freni a disco € 100,00
4 ammortizzatori Giraldi a doppio effetto modificati
€ 700,00
2 molle rinforzate e abbassate di 6 cm € 150,00
Barra antirollio posteriore con serie attacchi € 150,00

Motore:
Blocco motore 1.915 cc completo di: 4 pistoni compressi Mahle da 92 mm; 4 spinotti; 8 ferma spinotti in teflon; serie fasce elastiche; 4 cilindri incamiciati; 2 testate Magnum 044S con sedi valvole maggiorate; 4 valvole di aspirazione Manley da 40 mm; 4 valvole di scarico da 36 mm; molle valvola CB Performance; aste bilancieri e bicchierini CB Performance; tubi scorrimento aste bilancieri; albero a camme W 120 Engle 294° alzata 11 mm; albero motore bilanciato Bugpack da 69 mm; bronzine di banco e di biella KS; 4 bielle originali equilibrate; volano originale equilibrato;
pignoncini volano maggiorati
Totale € 5.500,00
Pompa olio maggiorata € 170,00
Coppa olio supplementare in alluminio € 130,00
Radiatore olio anteriore revisionato in alluminio spazzolato € 130,00
Termostato per radiatore olio € 40,00
Filtro olio esterno con adattatore € 70,00
Raccordi in treccia d’acciaio e tubi radiatore olio in aeroquip € 230,00
Kit 2 carburatori Weber 40 mm con collettori e tiranteria € 1.200,00
Pompa elettrica benzina € 170,00
Filtro benzina cromato € 20,00
Impianto scarico 4 in 1 CSP Super Competition € 1.338,00
Spinterogeno Bosch 009 cromato € 148,00
Bobina blu Bosch 12 V € 35,00
Puleggia millimetrata € 40,00
Convogliatore Porsche con ventola € 1.220,00
Frangifiamma “Firewall” cromato e alettato € 60,00

Trasmissione:
Kit frizione in rame € 350,00
Coppia conica 8:33 € 300,00

Manodopera:
h 400 X € 40,00=€ 16.000,00

Costo totale intervento tuning € 38.701,00

Motore VW Maggiolone 1303 Cabrio  auto storica elaborata sportiva con preparazione Officina Labò
Motore VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica elaborata sportiva con preparazione Officina Labò

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della VW Maggiolone 1303 Cabrio by Officina Labò è su Elaborare 252.

VW Maggiolone 1303 Cabrio  auto storica
VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 252 Settembre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 252 settembre 2019



L'articolo VW Maggiolone 1303 Cabrio auto storica con preparazione Officina Labò proviene da ELABORARE.

Huawei Mate 30, ecco a voi le prime foto hands on!

di Niccolò Proietti Savina

Huawei Mate 30 è ancora protagonista di alcuni leaks pubblicati online. Ecco come dovrebbero presentarsi la versione base, la Lite, la Pro e l’edizione Porsche Design.

(...)
Continua a leggere Huawei Mate 30, ecco a voi le prime foto hands on! su Androidiani.Com


© niccoloproietti for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , , , ,

Porsche Taycan, la berlina elettrica avrà Apple Music integrato | Ecco gli interni

di HDblog.it

Porsche Taycan, la prima berlina elettrica del marchio tedesco, arriverà sul mercato all'inizio del 2020 con un'iniezione di tecnologia: non solo l'architettura elettrica da 800 Volt, ma anche un abitacolo totalmente digitalizzato dominato da un sistema di infotainment di nuova generazione. Proprio di questo parliamo oggi: Porsche ha annunciato che Taycan sarà il primo veicolo al mondo ad integrare l'esperienza di streaming musicale di Apple Music all'interno del proprio impianto infotelematico.

Attesa al debutto ufficiale il prossimo 4 settembre, la nuova Porsche Taycan permetterà agli abbonati al servizio di Apple di ascoltare gli oltre 50 milioni di brani e le migliaia di playlist e di godere della piattaforma globale di livestreaming Beats 1 per una durata di tre anni, termine entro il quale si esauriranno i dati internet inclusi nell'acquisto della vettura e si potrà comunque procedere all'acquisto di un nuovo pacchetto dati.

L'annuncio - che offre anche un primo sguardo agli interni di Porsche Taycan, in particolare alla strumentazione 100% digitale e al touchscreen inclusi nel nuovo Porsche Advanced Cockpit - spiega in che modo Porsche abbia integrato i servizi Apple all'interno del sistema infotelematico. In particolare, sono state introdotte le seguenti funzionalità:


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus è in offerta oggi su a 649 euro oppure da Yeppon a 771 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

La realtà virtuale contro il mal d’auto? L’idea Porsche contro la chinetosi

di Antonio Elia Migliozzi

Per molte persone i viaggi in auto sono un vero e proprio incubo. La chinetosi è un problema molto diffuso tra quanti viaggiano in auto e sempre più colossi automotive stanno cercando delle soluzioni. Porsche svela i suoi visori VR che sfruttano la realtà aumentata per trasportare i passeggeri nel mondo dell’intrattenimento virtuale immersivo. La nuova piattaforma tecnologica promette di essere estremamente duttile coprendo attività che vanno dalla visione di un film agli applicativi per il lavoro come nel caso delle conference call. Per integrare la realtà aumentata a bordo delle sue vetture Porsche ha scelto di lavorare con l’azienda Holoride, attiva nel settore dallo scorso anno. Il lavoro comune ha permesso di mettere a punto il primo prototipo in soli 100 giorni. Mentre lo sviluppo prosegue, Porsche non nasconde un certo ottimismo sulla prossima integrazione di questa tecnologia “anti mal d’auto” a bordo degli ultimi modelli.

INCUBO CHINETOSI

Porsche ha presentato i primi risultati del suo lavoro di ricerca contro la chinetosi. Con Holoride offrirà ai passeggeri l’opportunità di immergersi nel mondo dell’intrattenimento virtuale. Il sistema sfrutta un visore VR con sensori collegati al veicolo in modo che i contenuti riprodotti si adeguino ai movimenti su strada dell’auto. Ad esempio, se l’auto percorre una curva, anche la navetta spaziale in cui il passeggero viaggia virtualmente cambierà direzione. Ciò si traduce in un’esperienza altamente coinvolgente che promette di ridurre significativamente i sintomi della chinetosi. Da Porsche fanno sapere che in futuro il sistema sarà anche in grado di accedere ai dati di navigazione dell’auto per adattare la durata di un gioco VR a quella del viaggio in auto. La realtà virtuale può essere utilizzata per integrare altri servizi di intrattenimento come film o videoconferenze di lavoro.

INTRATTENIMENTO 2.0

Il lavoro di Porsche e Holoride si è concretizzato grazie alle informazioni condivise all’interno del network Startup Autobahn. “Siamo grati a Startup Autobahn che ha dato un forte impulso ai nostri progetti nelle ultime settimane, consentendoci di realizzare un prototipo in soli 100 giorni”, spiega Nils Wollny, Ceo di Holoride. La startup tech, nata alla fine del 2018 a Monaco, si occupa di esplorare le nuove frontiere dell’intrattenimento in auto. Il nuovo software offre contenuti elastici perché si tratta di prodotti media appositamente progettati per l’uso a bordo dei veicoli. Holoride ha scelto di utilizzare un approccio basato su una piattaforma aperta che permette ad altre case automobilistiche e produttori di contenuti di beneficiare di questa tecnologia. Porsche è convinta che questa interfaccia sarà presente sulla sua flotta entro breve e per questo la presenterà al pubblico in occasione del prossimo Salone dell’auto di Francoforte.

GLI SVILUPPI

Da parte sua Holoride mira a portare sul mercato questa nuova forma di intrattenimento tramite VR entro i prossimi tre anni. Con l’ulteriore sviluppo della connettività tra veicoli e tra veicoli e infrastruttura stradale. Presto anche le informazioni sul traffico potranno diventare parte dell’esperienza digitale. Ad esempio gli stop dell’auto nel caso di un semaforo rosso potrebbero quindi trasformarsi in ostacoli imprevisti all’interno del gioco in esecuzione. Come detto lo sviluppo di questo mondo virtuale è stato possibile grazie al supporto di Startup Autobahn. Porsche è partner di questa piattaforma di innovazione, tra le più grandi d’Europa, che dal 2017 mette in contatto automotive e mondo della tecnologia. All’interno di questo incubatore Costruttori e startup sviluppano insieme prototipi e valutano eventuali collaborazioni future. Negli ultimi due anni e mezzo Porsche ha intrapreso più di 60 progetti con Startup Autobahn. Circa un terzo di questi sono stati inclusi nello sviluppo di serie.

The post La realtà virtuale contro il mal d’auto? L’idea Porsche contro la chinetosi appeared first on SicurAUTO.it.

NSU Prinz TTS auto storica elaborata 120 CV con preparazione Ezio Campoli

di redazione

E’ quasi completa la preparazione dell’auto storica NSU Prinz TTS elaborata dal tuner sorano Ezio Campoli, uno dei nomi più apprezzati nella preparazione di auto classiche stradali e da competizione. La piccola utilitaria a motore posteriore, spesso mal giudicata per via di un’estetica forse non proprio esaltante, è ancora una delle vetture da battere nelle competizioni riservate alle “storiche” nella categoria fino a 1.200 cc.

NSU Prinz TTS auto storica elaborata 120 CV con preparazione Ezio Campoli

In pochi sanno che il 4 cilindri raffreddato ad aria della NSU Prinz TTS è stato realizzato prendendo spunto dal propulsore Porsche, con cilindri raffreddati ad aria, teste singole, camere di scoppio emisferiche e albero a camme in testa. In questa configurazione, messa a punto per le gare di durata, eroga una potenza massima di 120 CV, in grado di assicurare prestazioni mozzafiato!
Ezio Campoli – Tel. 338/6793167

L'articolo NSU Prinz TTS auto storica elaborata 120 CV con preparazione Ezio Campoli proviene da ELABORARE.

Porsche richiama 100 mila auto negli USA per il cambio difettoso

di Donato D'Ambrosi

Un difetto al cambio delle Porsche Cayenne e Panamera può tradursi in un problema per la sicurezza del guidatore, dei passeggeri e di chi sta intorno all’auto parcheggiata. Porsche ha infatti informato gli organi dell’NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) del richiamo per il cambio che in condizioni particolari potrebbe passare da solo in folle quando l’auto è parcheggiata. Un problema simile a un altro caso che riguardava le Jeep di FCA ma che era provocato da un malfunzionamento del software. In questo caso le Porsche richiamate in officina potrebbero essere affette da un problema meccanico.

IL PROBLEMA AL CAMBIO QUANDO LA PORSCHE E’ IN “PARK”

La campagna di sicurezza NHTSA per il problema al cambio delle Porsche è stata pubblicata nel bollettino 19V446 e riguarda 99.665 modelli venduti negli USA. Il guasto accertato dal Costruttore ha richiesto il richiamo delle Cayenne e Panamera per verificare l’usura di un comando legato alla leva. Il difetto rientra nell’ambito dei richiami per motivi di sicurezza perché il conducente potrebbe credere di aver posizionato la leva in “Park” mentre in realtà l’auto non è in quella modalità di sicurezza. Il rischio è che l’auto possa muoversi quando il conducente è sceso o comunque fuori dal suo controllo. Anche se Porsche afferma di non essere a conoscenza di incidenti legati al problema invita a recarsi in officina e ad usare sempre anche il freno a mano.

LE PORSCHE COINVOLTE NEL RICHIAMO

Le auto coinvolte nel richiamo di sicurezza sono le Porsche Cayenne prodotte dal 15 novembre 2002 al 2 febbraio 2010 e le Porsche Panamera prodotte dal 6 luglio 2009 al 6 settembre 2016. Il problema riguarda una boccola che collega il selettore marce alla trasmissione e che potrebbe non funzionare a dovere. Di conseguenza, i conducenti potrebbero pensare di aver messo il veicolo in Park anche se è ancora in Drive, Reverse o Neutral.

COME VERIFICARE IL DIFETTO TRAMITE VIN

Il richiamo alle Porsche Cayenne e Panamera sembra circoscritto agli Stati Uniti, ma è plausibile che il Costruttore invierà una raccomandata anche ai clienti europei nel caso dovessero rientrare nel lotto di auto difettose. Tuttavia l’NHTSA ha messo a disposizione un servizio sul suo portale per verificare tramite il VIN (numero di telaio) a 17 cifre se l’auto è tra le Porsche Cayenne e Panamera con il cambio difettoso da controllare in officina.

The post Porsche richiama 100 mila auto negli USA per il cambio difettoso appeared first on SicurAUTO.it.

Porsche Emory 356 RSR top car elaborazione 400 CV

di redazione

La top car Porsche Emory 356 RSR con elaborazione 400 CV by Emory Motorsport è una vettura da sogno! Immaginate di dotarla di un potente motore, strettamente imparentato con l’originale, e di un comparto telaio/sospensioni moderno ed efficiente. Alla Emory Motorsport sono andati ben oltre la semplice immaginazione!

Il fenomeno del resto-mod, ovvero il restauro di auto storiche con l’utilizzo di componenti aliene al modello di vettura su cui si sta lavorando, o addirittura alla marca stessa, è in continua ascesa. Una delle Case più amate dai costruttori di resto-mod è la Porsche.

Porsche Emory 356 RSR elaborata

Sulla Porsche Emory 356 RSR il propulsore Emory-Rothsport Outlaw-4 è sviluppato e costruito direttamente dalla Casa californiana, in collaborazione con la Rothsport Racing, con sede in Oregon, che produce da oltre trent’anni motori e pezzi di ricambio speciali per Porsche stradali e da corsa. Il motore si basa sul 6 cilindri boxer da 3.600 cm³ che equipaggiava la serie 964. Si può scegliere l’alimentazione a carburatori con accensione a spinterogeno oppure l’iniezione elettronica con accensione elettronica a bobine. Le cilindrate vanno da 2,4 a 2,6 litri e, a richiesta, si può avere la sovralimentazione con turbocompressori.

Porsche Emory 356 RSR top car elaborazione 400 CV

Porsche Emory 356 RSR modificata

La Porsche Emory 356 RSR è una 356 B con il telaio di una 964 e adotta il 4 cilindri piatto Emory da 2,4 litri, “vitaminizzato” da una coppia di turbocompressori Garrett forniti di supporti degli alberini realizzati con cuscinetti a sfere. I cilindri sono dotati di alimentazione singola, quindi con 4 corpi farfallati; i parametri del motore sono gestiti da una centralina Motec appositamente programmata. L’aria pompata dai compressori è raffreddata da due intercooler da circa 40×20 cm, inseriti con rara maestria nei due parafanghi posteriori. La potenza sviluppata dal propulsore varia dai 325 ai 400 CV, a seconda della pressione di sovralimentazione.

Porsche Emory 356 RSR tuning

Nell’abitacolo della Porsche Emory 356 RSR una serie di particolari Momo danno un po’ di sfarzo all’ambiente spartano. Davanti alla classica strumentazione Porsche troviamo un volante Momo Prototipo con bordo in pelle invecchiata, montato su un mozzo Momo a sgancio rapido. Più in basso e spostato a destra, Emory ha installato una leva del cambio Rothsport con un pomello del cambio Targa della linea Momo Heritage, che offre un controllo più diretto della trasmissione a cinque velocità G50 serie 03. Completano “l’arredamento” un manometro del turbo in stile Porsche 935, sedili in stoffa rossa antifiamma ispirati ai modelli da competizione 908 e 917 e pedali Momo in alluminio aeronautico.

Porsche Emory 356 RSR top car elaborazione 400 CV

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Porsche Emory 356 RSR è su Elaborare 250.

Porsche Emory 356 RSR top car elaborazione 400 CV

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 250 Giugno 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare Giugno n° 250 2019



L'articolo Porsche Emory 356 RSR top car elaborazione 400 CV proviene da ELABORARE.

Tesla Model S vs Porsche Panamera: quanto costa la manutenzione?

di Redazione

Quanto costa la manutenzione di un’auto elettrica? È vero che non andrà mai in officina? L’indagine Manutenzione Auto elettrica e ibrida confronta i piani di manutenzione ordinaria, e i costi da sostenere durante i primi 6 anni, di 40 auto tra Elettriche (EV), Ibride (HEV) e “tradizionali” (ICE). In questa pagina parliamo dei costi reali di manutenzione della Tesla Model S a confronto con la vs Porsche Panamera 3.0 V6 da 330cv. Quale delle due richiede meno ore di manodopera? Quali sono i tagliandi più costosi e quali ricambi si sostituiscono nei primi 6 anni sulle auto elettriche e a combustione interna? Ecco le differenze più eclatanti emerse dai piani di manutenzione ufficiali delle Tesla Model S e Porsche Panamera benzina raffigurati anche nell’infografica in basso. Qui invece puoi consultare i costi di tutte le altre auto elettriche e ibride rispetto ai modelli equivalenti tradizionali.

Sfoglia lo Speciale e leggi gli approfondimenti e le interviste qui.

I ricambi da sostituire

Guardando i piani di manutenzione della Tesla Model S ci si stupisce della quantità di ricambi da sostituire a fronte del costo dei singoli tagliandi. Bisogna anche dire che da pochi mesi Tesla non obbliga i clienti a fare i tagliandi ordinari, ma li consiglia per garantire l’efficienza dell’auto nel tempo. Qualora i clienti dovessero decidere di fare i tagliandi annuali, i costi sarebbero esattamente quelli riportati nell’infografica, che si applicano anche alla Model S D100, l’unica oggi attualmente a listino (la nostra indagine aveva preso in considerazione le auto in vendita sino a dicembre 2018). Ai tagliandi dispari, oltre a una serie di controlli e aggiornamenti, vengono cambiate solo le batterie nei telecomandi e le spazzole tergicristalli. Nei tagliandi pari invece si sostituiscono anche filtro clima, cartuccia disidratatore clima e liquido freni. La Porsche Panamera, nonostante la caratura premium, limita la manutenzione ordinaria a olio e filtri, concedendosi un cambio candele ogni 2 anni e nuovo olio PDK ogni 6 anni.

Quante ore in officina

La Tesla Model S 75D è l’elettrica più costosa da manutenere e più onerosa in MDP: è suo il tagliando più lungo di tutte le elettriche, ben 4 ore a 2, 4 e 6 anni. In 6 anni trascorre almeno 15 ore in officina, più di tutte le altre auto elettriche dell’indagine. Per quanto più costosa (da acquistare) e potente, la Porsche Panamera 330cv a trazione posteriore passa meno ore totali in officina: circa 9 ore divise in soli 3 tagliandi in 6 anni. I tagliandi biennali costano infatti in media ogni anno quasi il 30% in meno rispetto alla Tesla Model S. La Porsche Panamera si concede pochi capricci: il cambio candele al 2^ tagliando (costo 1003 euro) e il cambio olio PDK al 6^ tagliando (costo 1107 euro). La Tesla Model S invece non fa sconti, pur essendo elettrica: i tagliandi pari costano 525 euro, quelli dispari 800 euro. E’ curioso notare come la sostituzione del liquido refrigerante prevista al 4^ Tagliando non contribuisce ad aumentare il costo del service, come invece accade per le altre EV. La Model S è l’unica tra le auto elettriche dello studio meno conveniente nella manutenzione ordinaria, anche rispetto alla diretta rivale con motore a combustione interna. Leggi qui il commento del direttore di SicurAUTO.it sull’indagine.

Sintesi

Tesla Model S 75D (EV)
– Ore MDP totali: 15 ore
– Costo totale 6 tagliandi: 3975 euro
– Costo medio annuale tagliandi: 662 euro
– Frequenza tagliando: annuale
– Intervallo km tagliando: 20 mila km

Porsche Panamera 3.0 330cv (ICE)
– Ore MDP totali: 9.1 ore
– Costo totale 3 tagliandi: 2767 euro
– Costo medio annuale tagliandi: 461 euro
– Frequenza tagliando: biennale
– Intervallo km tagliando: 30 mila km

Clicca sull’infografica qui sotto per vederla a tutta larghezza.

L'articolo Tesla Model S vs Porsche Panamera: quanto costa la manutenzione? proviene da SicurAUTO.it.

❌