Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 23 Gennaio 2019RSS feeds

Smartphone Xiaomi “foldable”: il primo video che svela come si piega

di Alessandro Crea

Lin Bin, presidente e co-fondatore di Xiaomi, ha deciso di darci un assaggio del futuro prossimo per quanto riguarda il settore mobile, postando sul popolare social network cinese Weibo un breve video in cui possiamo vedere in azione un dispositivo con display in grado di piegarsi su entrambi i lati, così da passare da tablet a smartphone e viceversa.

Ovviamente per il momento si tratta solo di un concept evidentemente in fase di sviluppo da parte del colosso cinese, ma le premesse sono davvero interessanti. Anzitutto infatti, come ormai da tradizione Xiaomi per i modelli di fascia alta, anche il nuovo concept mostra uno chassis con una cornice sottilissima, che ricorda molto quello del Mi Mix 3.

Inoltre la MIUI, l’interfaccia grafica che Xiaomi utilizza sui suoi smartphone, appare in grado di adeguarsi automaticamente al formato orizzontale o verticale, ruotando (forse al momento con una transizione un po’ troppo lunga) e ridimensionandosi.

Stranamente è invece assente qualsiasi tipo di notch o comunque di bordo più spesso dove poter ospitare la fotocamera frontale egli eventuali sistemi per il riconoscimento facciale che nel Mi Mix 2 erano stati posizionati nel bordo in basso e, in modo più funzionale, in un sistema slide nel Mi Mix 3.

Certamente insomma questa nuova tipologia di dispositivi pieghevoli porrà diverse sfide progettuali alle aziende e, almeno inizialmente, chiederà agli utenti di accettare alcuni inevitabili compromessi tra funzionalità, innovazione e design. I tempi però sembrano ormai maturi, tanto che Xiaomi ha ammesso di star valutando la produzione di questo concept, se la risposta dei consumatori attraverso i social sarà positiva. Il nome? Xiaomi ha pensato a Mi Mix Flex o Mi Dual Flex, ma è pronta ad accettare suggerimenti.

Xiaomi Mi 8 è caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo e con a bordo lo Snapdragon 845 è acquistabile a 399 euro attraverso Amazon. Lo trovate a questo link.

Meno recentiRSS feeds

Motorola Razr: smartphone con display pieghevole

di Francesco Ciannamea

Motorola ha fatto richiesta di brevetto per uno smartphone con display pieghevole. Sembra trattarsi di una rivisitazione in chiave moderna del modello Razr.

(...)
Continua a leggere Motorola Razr: smartphone con display pieghevole su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Oppo, smartphone pieghevole prima del Mobile Word Congress 2019?

di Lucia Massaro

OPPO potrebbe presentare il suo smartphone pieghevole due giorni prima dell’inizio del Mobile World Congress 2019 – la più grande fiera al mondo dedicata ai dispositivi mobili. Come di consuetudine, i produttori che saranno presenti hanno cominciato a inviare i propri inviti ai media. L’azienda cinese ha in programma l’evento “Get Closer” per il 23 Febbraio.

Gli inviti sono piegati in modo da lasciar ipotizzare che l’azienda potrebbe svelare il suo smartphone pieghevole. Queste supposizioni pongono le proprie basi sulle presunte affermazioni fatte dal Product Manager Chung Wang qualche mese fa. Wang aveva fatto intendere che Oppo stesse lavorando su questa nuova tipologia di smartphone e che avremmo avuto maggiori informazioni probabilmente in occasione del Mobile World Congress.

Per il momento sono solo ipotesi e non sappiamo se il produttore cinese abbia già un prototipo finito – come Samsung – o se condividerà solamente delle informazioni a riguardo. Non è chiaro nemmeno quale tipo di meccanismo possa utilizzare, ma tra i brevetti depositati dalla società, ce n’è uno che vede un dispositivo capace di piegarsi più volte su stesso, proprio come l’invito in questione.

Inoltre, il nome dell’evento “Get Closer” conferma che Oppo presenterà la sua nuova tecnologia zoom loseless 10x per il comparto fotografico degli smartphone. L’azienda – dunque – potrebbe portare un nuovo prodotto che la integri per mostrare il funzionamento e le potenzialità di questa nuova tecnologia.

OPPO Find X, top di gamma dell’azienda cinese con fotocamera a scomparsa, è disponibile in sconto a questo link a 513  euro.

Il leggendario Motorola RAZR pronto a tornare sotto forma di smartphone pieghevole

di Saverio Alloggio

Motorola RAZR è uno dei telefoni cellulari che hanno fatto la storia del settore. Il primo modello, lo storico V3, è stato commercializzato nel 2004 diventando rapidamente uno dei più venduti della storia, con circa 140 milioni di unità distribuite.

Lenovo, ora detentrice del brand, sembra essere intenzionata a commercializzarlo nuovamente sotto forma di smartphone pieghevole, seguendo un po’ quello che dovrebbe essere il trend dominante nel 2019.

Ne è convinto il Wall Street Journal, che ha realizzato un report in merito. Lenovo potrebbe sfruttare l’appeal ancora esercitato dal Motorola RAZR unitamente al know how già acquisito in tema di display pieghevoli. Del resto, l’azienda cinese è stata la prima a mostrare prototipi con questa tecnologia, e i tempi sembrano essere ormai maturi per l’arrivo sul mercato di prodotti del genere.

Lenovo avrebbe già stretto un accordo con l’operatore telefonico Verizon per un lancio in esclusiva sul territorio statunitense, almeno nella fase iniziale. Si parla di un prezzo di listino attorno ai 1.500 dollari e una produzione che dovrebbe assestarsi sui 200.000 esemplari. Insomma, una sorta di prova per sondare la reazione del mercato, per poi magari estenderne la commercializzazione su scala globale.

Tra l’altro, si tratterebbe del secondo ritorno del Motorola RAZR, che qualche anno fa è tornato sul mercato sotto forma di smartphone Android con tanto di retro un Kevlar. Un’operazione che ha riscosso anche un discreto successo, ma che di fatto non ha avuto alcun seguito. Adesso Lenovo sembra intenzionata a riprovarci, anche se non è stato fornito alcun dettaglio tecnico nel report del Wall Street Journal.

Potremmo ipotizzare la presenza dello Snapdragon 855, così da poter sfruttare anche la rete 5G negli Stati Uniti (con Verizon da sempre in prima linea da questo punto di vista), ma in questo momento è davvero solo una supposizione. Le prime informazioni concrete potrebbero arrivare nel corso del Mobile World Congress di Barcellona, quest’anno in programma dal 25 al 28 febbraio. Lenovo potrebbe sfruttare l’eco mediatico della fiera spagnola per questa sorta di ritorno al futuro.

Il Galaxy S9, nella colorazione Black, è in offerta su Amazon con uno sconto di 250 euro rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.

LG G8 potrebbe avere un secondo display da agganciare come una cover

di Lucia Massaro

Il prossimo top di gamma di casa LG potrebbe avere un secondo display. L’indiscrezione arriva da CNET che, in un report, ha spiegato che non si tratta né di uno schermo flessibile – in stile Samsung – né di uno arrotolabile come visto sulla TV OLED proposta da LG stessa durante il CES 2019. Lo schermo in questione sarà agganciabile come una cover.

Questo doppio display potrebbe potenzialmente raddoppiare le dimensioni totali dello schermo. Non sappiamo se l’azienda deciderà di includerlo nella confezione di vendita o se sarà un accessorio venduto separatamente. Il dispositivo è uno dei tanti che sarà presentato il mese prossimo a Barcellona in occasione del Mobile Word Congress. La stessa fonte – però – ci fa sapere che LG non ha ancora scelto il nome definitivo e non è chiaro se lo smartphone farà parte della serie G.

La soluzione del doppio schermo accessorio potrebbe essere un’alternativa allo smartphone con display pieghevole. Mentre Samsung sembra aver risolto le problematiche legate al nuovo form factor e dovrebbe presentare un modello finito il 20 febbraio, altre aziende stanno ancora cercando soluzioni per problemi software e per l’usura che comporta un display flessibile.

In un mercato smartphone che sembra ormai saturo, è sempre più difficile differenziarsi e ogni produttore cerca di portare novità per cercare di imporsi. Ancor di più LG che da sempre fatica a distinguersi in un settore dominato da Apple, Huawei e Samsung per i dispositivi di fascia alta e dai marchi cinesi che conquistano gli utenti attenti al budget.

LG G7 ThinQ con Snapdragon 845 e 4GB di RAM è disponibile su Amazon con 400 euro di sconto rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.

Microsoft al lavoro per portare Windows sugli schermi pieghevoli

di Valerio Porcu

Anche Microsoft si sta preparando ai dispositivi pieghevoli, e sta progettando nuove funzioni di Windows specificamente pensate per questa nuova generazione di oggetti. Anzi, secondo le fonti di The Verge l’azienda starebbe facendo “grossi investimenti” sia sui pieghevoli sia sui dispositivi a doppio schermo, tanto in ambito Windows quanto per la famiglia Surface.

Si sta lavorando quindi per rendere Windows e le applicazioni (almeno quelle MS) compatibili con gli schermi pieghevoli. Un impegno che Microsoft sta portando avanti sia da sola, con l’evoluzione del Progetto Andromeda, sia in collaborazione con partner storici come Intel.

Il primo indizio di questi sforzi è stato notato e pubblicato su Twitter ieri, e rimanda allo sviluppo di Windows Composable Shell, vale a dire di un software modulare e adattabile, pronto a “piegarsi” secondo il dispositivo su cui è installato. Uno sforzo che dovrebbe portare un po’ alla volta alla massima modularità di Windows Core OS.

Per Microsoft si tratta di un’impresa complessa ma anche determinante. Dopo aver rinunciato agli smartphone, infatti, l’azienda continua a detenere una quota maggioritaria solo per quanto riguarda i computer. Ma il mondo si sta chiaramente spostando verso smartphone e tablet, che cominciano a sembrare sempre più dei sostituti accettabili di un “vero PC”. Anzi, in molti casi già lo sono e a Redmond lo sanno benissimo.

Quello futuro potrebbe essere uno scenario che non include Microsoft, e che vede Google come attore principale (Android) ed Apple come inseguitore (iOS). Microsoft ha dunque ancora un problema da risolvere, e se la strada non sarà quella di fare smartphone con Windows, allora forse sarà quella di fare PC a forma di smartphone; insomma, la vecchia storia della montagna e di Maometto.

Belli gli smartphone, ma per certe cose un vero PC è ancora la scelta migliore. Magari uno leggero, elegante e potente come l’Asus Zenbook 14.

Samsung, ora non ci sono dubbi: lo smartphone pieghevole sarà svelato il 20 febbraio

di Saverio Alloggio
Il 20 febbraio non sarà soltanto il giorno del Galaxy S10. Samsung si prepara infatti ad alzare il sipario anche sul tanto chiacchierato smartphone pieghevole. Ve lo avevamo anticipato qualche giorno fa, e oggi è praticamente arrivata la conferma. L’azienda sudcoreana ha pubblicato un post sul proprio portale e installato una serie di tabelloni pubblicitari […]

Samsung: lo smartphone pieghevole sarà presente il 20 febbraio assieme al Galaxy S10?

di Lucia Massaro
Sono passate solo poche ore da quando Samsung ha annunciato la data dell’evento di presentazione della nuova famiglia Galaxy S10, che già alcune voci affermano che i nuovi top di gamma potrebbero essere accompagnati dal tanto atteso smartphone pieghevole. Il colosso sudcoreano alzerà il sipario su Galaxy S10 il 20 Febbraio a San Francisco, qualche […]

Samsung, lo smartphone pieghevole è in ritardo?

di Lucia Massaro
Lo smartphone pieghevole di Samsung continua a far parlare di sé ormai da mesi. Dopo una prima dimostrazione, a novembre, dell’esistenza di Galaxy F (questo il probabile nome) avvenuta a luci basse per non mostrare i dettagli, ci si aspettava una presentazione durante il CES di Las Vegas. Così non è stato. Tuttavia, alcuni dettagli potrebbero […]

Smartphone pieghevole: Xiaomi ha un prototipo già pronto?

di Lucia Massaro

Gli smartphone pieghevoli sono i dispositivi più attesi dell’anno. Samsung ha già mostrato il suo prototipo lo scorso novembre e sono tanti i produttori – soprattutto cinesi – che stanno lavorando nella stessa direzione. Nelle scorse ore, il noto Evan Blass ha pubblicato sul suo profilo Twitter un video che mostra uno smartphone pieghevole realizzato da Xiaomi.

Prima di entrare nel dettaglio, è bene sottolineare che lo stesso Blass ha dubbi circa l’autenticità del video. Dunque, potrebbe anche trattarsi di un falso anche se fatto molto bene. Ciò che si vede sembra essere un tablet di grandi dimensioni con icone simili all’interfaccia grafica di Xiaomi. Nelle stesse impostazioni, compare la scritta MIUI 10.

A un certo punto, l’utente piega i due lati del dispositivo. Nessuna cerniera, solo un grande schermo flessibile. Lo smartphone sembra diviso in tre con le parti laterali che si flettono per passare a una modalità compatta. La transazione avviene in maniera fluida con l’UI che si adatta in maniera veloce al nuovo form factor senza che ci siano blocchi nella navigazione.

Can't speak to the authenticity of this video or device, but it's allegedly made by Xiaomi, I'm told. Hot new phone, or gadget porn deepfake? pic.twitter.com/qwFogWiE2F

— Evan Blass (@evleaks) January 3, 2019

Come detto precedentemente, difficile dire se si tratti davvero di un prototipo realizzato da Xiaomi. Che sia vero o no, sembra un modello davvero ben riuscito e non sarebbe utopistico pensare che appartenga all’azienda guidata da Lei Jun dato che – sotto questo punto di vista – la maggior parte dei produttori di smartphone interessati a questa nuova tipologia di dispositivi ha già cominciato a lavorarci su. Tuttavia, l’unica a essere davvero pronta sembra essere Samsung che dovrebbe presentare il suo Galaxy F in via ufficiale entro questo primo trimestre.

Xiaomi Mi 8 Lite, lo smartphone medio-gamma caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo è disponibile a 229 euro su Geekmall a questo link.

L'articolo Smartphone pieghevole: Xiaomi ha un prototipo già pronto? proviene da Tom's Hardware.

Xiaomi realizza un prototipo di smartphone pieghevole|video

di Andrea Genovese

Xiaomi sembra stia lavorando ad un prototipo di smartphone pieghevole, seguendo il trend dei nuovi display flessibili.

(...)
Continua a leggere Xiaomi realizza un prototipo di smartphone pieghevole|video su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: ,

In questo video dovrebbe esserci il fighissimo smartphone pieghevole di Xiaomi

di Irven Zanolla

Un filmato mostra il presunto smartphone pieghevole di Xiaomi in tutto il suyo splendore, con due sezioni laterali che si piegano verso il retro.

L'articolo In questo video dovrebbe esserci il fighissimo smartphone pieghevole di Xiaomi proviene da TuttoAndroid.

Google a lavoro su uno smartphone pieghevole?

di Lucia Massaro

Il 2019 dovrebbe essere un anno pieno di nuove tendenze per i dispositivi mobili tra 5G, fori sul display e smartphone pieghevoli. Da LG a Samsung passando per Oppo e Huawei, quasi tutti i produttori sembrano lavorare verso la stessa direzione. Ed ecco che oggi nuove voci affermano che Google sta lavorando per creare un dispositivo con pannello pieghevole.

Secondo il blogger russo Eldar Murtazin, il colosso di Mountain view aveva creato non meno di 7 prototipi per i suoi Pixel 3 tra cui – appunto – uno smartphone pieghevole su cui ora potrebbero esserci nuove informazioni. Tramite un tweet, una nuova fonte ha confermato l’ipotesi di Murtazin mostrando alcune immagini del presunto prototipo.

Come potete notare dall’immagine qui sotto, si tratterebbe di un dispositivo con meccanismo a cerniera e non di un vero e proprio panello flessibile. Per quanto sia difficile giudicare l’attendibilità della notizia, l’indiscrezione risulta interessante soprattutto se consideriamo che Google ha annunciato – nel mese di agosto – il supporto nativo di Android per il nuovo form factor. A questo punto, però, sorge una nuova ipotesi altrettanto condivisibile.

New Rumors .. #Google Working on foldable smartphone #GoogleFoldablePhone pic.twitter.com/lbx8VxHfBz

— duggtech@gmail.com (@TechNavvi) December 27, 2018

L’azienda californiana potrebbe – infatti – avere a disposizione uno smartphone pieghevole solamente per testare le nuove funzionalità da integrare nelle prossime versioni del robottino verde. Se così fosse, a beneficiare di tutto ciò ci sarà in prima fila Samsung che dovrebbe presentare il suo Galaxy F il prossimo mese, probabilmente durante il Mobile World Congress di Barcellona.

Pixel 3 XL e il Pixel 3 di Google sono disponibili sullo store ufficiale tramite questo link.

L'articolo Google a lavoro su uno smartphone pieghevole? proviene da Tom's Hardware.

Samsung, nuovi brevetti mostrano occhiali smart e display avvolgibili

di Vittorio Pipia

Samsung ha depositato due nuovi brevetti che potrebbero anticipare il futuro dei dispositivi indossabili e di smartphone o tablet con display avvolgibili e completamente flessibili.

Il primo brevetto mostra un paio di occhiali smart, una sorta di Hololens ma realizzato dall’azienda coreana, che cerca di risolvere il problema dei riflessi causati dalle lenti, in modo da offrire un’esperienza più naturale e godibile. Ogni lente è poi dotata di un display, che mostra rispettivamente un’immagine dedicata all’occhio destro e sinistro, in modo da evitare fenomeni di motion sickness.

Il secondo brevetto mostra invece quello che presumibilmente potrebbe essere uno smartphone con display avvolgibile. Sebbene il concetto possa sembrare strano, offrirebbe in realtà alcuni vantaggi, come quello di avere uno schermo con la giusta dimensione a seconda delle esigenze – per esempio uno schermo quadrato per guardare le foto su Instagram, oppure uno schermo in formato 21:9 per godersi un film, e al contempo minimizzando gli ingombri quando non in uso.

Sicuramente un dispositivo molto particolare, ma al momento non ci è possibile dirvi di più. Trattandosi di brevetti, Samsung può averli depositati anche solo in via cautelativa.

Oltre a ciò, è stato depositato anche il marchio Star 10, in Europa e in America. Sebbene il 10 possa essere un riferimento all’imminente top di gamma Galaxy S10, il neo-brand è di classe 9, ovvero accomuna dispositivi come tablet, smartphone, PC e cuffie VR.

Che le due cose possano essere legate? Lo sapremo molto probabilmente il prossimo anno.

Se volete provare l’esperienza della realtà virtuale spendendo poco e senza necessità di installazioni particolari, l’Oculus Go è la scelta giusta.

L'articolo Samsung, nuovi brevetti mostrano occhiali smart e display avvolgibili proviene da Tom's Hardware.

Corning a lavoro su un vetro ultrasottile per gli smartphone pieghevoli

di Lucia Massaro

Il futuro del mercato smartphone è sempre più legato agli schermi flessibili. Corning – azienda americana produttrice di soluzioni in vetro e ceramica – non vuole farsi trovare impreparata e si è messa a lavoro su un vetro ultrasottile capace di adattarsi al nuovo form factor.

Con il passare del tempo, il vetro di Corning si è evoluto quasi quanto la tecnologia alla quale è destinato. Il Gorilla Glass dei nostri smartphone – per esempio – è diventato resistente alle cadute e ai graffi. Per questo, presto potrebbe essere modellato per proteggere gli smartphone pieghevoli.

Per raggiungere un raggio di curvatura sufficientemente stretto, è necessario che il vetro sia più sottile di quello attualmente disponibile. Grazie a un tour nel quartier generale dell’azienda fatta dai colleghi di CNET, sappiamo che il vetro ultrasottile sul quale sta attualmente lavorando Corning ha uno spessore di 0,1 mm che può piegarsi quasi a metà su un raggio di 5 mm. Il direttore tecnologico, Polly Chu, afferma che “è più sottile di un capello umano”.

Corning Vetro pieghevole

Il produttore americano sta comunque sperimentando anche altre soluzioni che prevedono un mix di materiali. È stata – per esempio – presa in considerazione la plastica che, a differenza del vetro, è più incline a piegarsi ma è anche più facile da graffiare ed è soggetta a cambiare colore nel tempo.

Tuttavia, questa nuova tipologia di vetro è ancora in fase di sviluppo e ci vorrà tempo prima di vederla effettivamente sul mercato anche perché non è ancora chiaro quale sarà il form factor dei futuri smartphone pieghevoli.

Il Galaxy S9, attuale smartphone top di gamma Samsung, è disponibile all’acquisto attraverso Amazon con oltre 300 euro di sconto rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.

L'articolo Corning a lavoro su un vetro ultrasottile per gli smartphone pieghevoli proviene da Tom's Hardware.

Gli smartphone pieghevoli conteranno su un vetro Gorilla Glass molto sottile

di Paolo Giorgetti

Gli smartphone pieghevoli del futuro potranno contare su un particolare vetro Corning Gorilla Glass molto sottile e, ovviamente, pieghevole. Scopriamo qualche dettaglio in più dalla sede di Corning.

L'articolo Gli smartphone pieghevoli conteranno su un vetro Gorilla Glass molto sottile proviene da TuttoAndroid.

I display flessibili di Samsung si tingono di giallo: un competitor avrebbe tentato di rubarne i segreti

di Alessandro Crea

Bloomberg ha rivelato nelle scorse ore una spy story in piena regola, non ambientata però nella Berlino della Guerra Fredda ma nella Corea del Sud attuale: un’azienda cinese competitor di Samsung avrebbe infatti tentato di sottrarre al colosso i segreti del suo nuovo display flessibile, corrompendo il CEO e otto impiegati di uno dei fornitori che li produce.

Il tentativo del resto è comprensibile (non giustificabile ovviamente): il 2019 sarà infatti l’anno di esordio di diversi dispositivi pieghevoli, soprattutto smartphone. Tra questi sicuramente uno dei più importanti sarà targato Samsung, che sullo sviluppo della tecnologia degli OLED flessibili ha investito 150 miliardi di won (oltre 130 miliardi di dollari) in sei anni.

L’introduzione di questi dispositivi porterà una ventata di novità nel settore stagnante degli smartphone e potrebbe fornire un importante vantaggio industriale all’azienda che metterà piede per prima nel nuovo segmento. Chi dunque non ha le conoscenze tecnologiche per realizzare un display flessibile, cerca di non restare indietro. Anche con mezzi scorretti.

Al momento non si conoscono i dettagli della vicenda, come ad esempio il nome del fornitore coinvolto o dell’azienda cinese. Nel report si dice soltanto che il CEO avrebbe ricevuto più di 15 miliardi di won (circa 13,8 miliardi di dollari) per divulgare i segreti industriali di cui era in possesso.

I protagonisti sarebbero ora tutti agli arresti, scoperti dalle autorità mentre cercavano di imbarcare i prodotti su un cargo destinato alla Cina. Per coprire meglio il proprio tentativo, il CEO avrebbe anche fondato un’azienda fittizia intestata alla cognata, in cui realizzare i display OLED flessibili destinati al competitor cinese.

In Corea del Sud il furto di proprietà intellettuali è un reato grave, visto che il Paese cerca di proteggere la propria posizione di leadership in campo tecnologico, sempre più minacciata proprio dal costante avanzare dei produttori cinesi.

Il Galaxy S9, nella colorazione Black, è in offerta su Amazon con uno forte sconto rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.

L'articolo I display flessibili di Samsung si tingono di giallo: un competitor avrebbe tentato di rubarne i segreti proviene da Tom's Hardware.

OPPO: smartphone pieghevole in arrivo al MWC 2019

di Carla Stea

royole flexpai

OPPO non ha intenzione di smettere di stupire con smartphone dal form factor particolare. Dolo lo slider motorizzato di OPPO Find X, durante il prossimo Mobile World Congress l’effetto sorpresa sarà riservato al suo primo smartphone pieghevole. La notizia sembra essere ufficiale, poiché confermata dalla stessa azienda.

Anche OPPO produrrà il suo pieghevole

Il prossimo anno sarà (anche) quello degli smartphone pieghevoli, che si affiancheranno a device con doppo schermo e display con microscopici notch che sembrano più un buco nello schermo. OPPO, decisa più che mai a penetrare nel mercato europeo, non ha certo deciso di rimanere a guardare. Soprattutto, considerando che è stato fra i primi produttori ad introdurre nuovi modi di concepire lo smartphone votati a garantire il massimo spazio frontale dedicato al display.

Sembra che l’azienda cinese sia pronta a presentare durante il prossimo MWC – che si terrà a febbraio dal 25 al 28 febbraio 2019 – il suo primo smartphone pieghevole, equipaggiato quasi certamente con schermo flessibile. A confermarlo è stato Chuck Wang – product manager di OPPO – durante un’intervista rilasciata al sito olandese Tweakers. Purtroppo, non è stato rilasciato alcun dettaglio in merito al possibile design del terminale e la possibile data di rilascio sul mercato, l’unica traccia è un brevetto depositato qualche tempo fa dall’azienda. Certamente, la scelta di un parterre come il MWC lascia intendere che lo smartphone arriverà in versione internazionale praticamente da subito. Non dovrebbe esserci il rischio che rimanga riservato al mercato cinese, non avrebbe granché senso.

OPPO è decisa a penetrare da subito, rientrando così fra le prime realtà produttrici, in un settore tutto nuovo che colossi come Samsung e Huawei si preparano ad invadere. Per il momento, l’unico prototipo di smartphone pieghevole, equipaggiato con display flessibile, che sia stato mostrato in pubblico dai giganti del settore è quello di Samsung. Ad ogni modo, la sua natura di unità di pre-produzione è evidente, a partire dall’approssimazione delle linee estetiche, ancora troppo goffe per essere considerato un device quasi pronto per la commercializzazione. Tuttavia, c’è un piccolo produttore che ha battuto tutti sul tempo ufficializzando e commercializzando (a partire da dicembre ed in versione sviluppatore) il primo smartphone flessibile. Si tratta di Royole FlexPai, probabilmente non è il device più bello del mondo, ma sembra completo e pronto ad affrontare il pubblico. La partita è aperta ed è tutta da giocare!

 

The post OPPO: smartphone pieghevole in arrivo al MWC 2019 appeared first on telefonino.net.

OPPO a lavoro su uno smartphone pieghevole: novità durante il MWC 2019?

di Lucia Massaro

Alla ricerca di soluzioni sempre più innovative, cresce anche il numero di produttori di dispositivi mobili che sembrano orientarsi verso gli smartphone pieghevoli. Dopo Samsung, LG e Lenovo anche OPPO si dirige verso questa direzione. A conferma di ciò ci sono le affermazioni fatte ad alcuni portali dal product manager Chung Wang, durante un tour nel quartiere generale dell’azienda.

Secondo alcune fonti, Wang avrebbe dichiarato che sono perfettamente consapevoli del fatto che “Samsung e Sony stanno lavorando su un telefono pieghevole, ma che ci saranno altre informazioni da parte di OPPO su questo argomento, probabilmente durante il Mobile World Congress”. L’azienda cinese potrebbe infatti svelare dettagli interessanti sfruttando la vetrina mediatica della fiera di Barcellona, che si terrà il prossimo febbraio 2019.

Non sappiamo se vedremo un prodotto finito o se verranno condivise solo informazioni, ma è certo l’interesse di OPPO per questa nuova tipologia di smartphone. La società ha, infatti, brevettato un certo numeri di design pieghevoli negli ultimi anni, tra cui un dispositivo che si piega più volte su stesso.

Con Google che ha affermato che Android supporterà nativamente questo nuovo form factor, il 2019 potrebbe essere l’anno dei dispositivi con schermo pieghevole. Resta da vedere se gli smartphone pieghevoli saranno il futuro o se si tratterà solo di un fuoco di paglia. Nel dubbio, tutte le aziende vogliono assicurarsi un posto per non restare indietro.

Il top di gamma OPPO Find X con sistema di fotocamera a scomparsa è disponibile all’acquisto a 999 euro a questo link. 

L'articolo OPPO a lavoro su uno smartphone pieghevole: novità durante il MWC 2019? proviene da Tom's Hardware.

❌