Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Disco orario auto: normativa e sanzioni

di Raffaele Dambra

Disco orario auto normativa sanzioni

Nonostante l’invasione di app e dispositivi ultra tecnologici, tra gli accessori che non devono mai mancare in un’automobile ce n’è anche uno dal sapore vintage: il disco orario auto, quell’oggetto in plastica bianco e blu che da decenni serve a indicare l’orario di arrivo e di parcheggio di una vettura nelle aree di sosta a tempo. E che curiosamente non è stato ancora sostituito da un congegno più moderno ed evoluto. Tant’è vero che il Codice della Strada ne prevede ancora il regolare utilizzo con relative sanzioni in caso di inosservanza.

DISCO ORARIO AUTO: CHE COS’È E COME È FATTO

Il problema dei parcheggi riguarda quasi tutte le città, dalle metropoli ai centri più piccoli. Una delle soluzioni più comuni consiste nel limitare la durata della sosta in alcune zone, in modo da favorire la rotazione dei parcheggi. Il disco orario svolge quindi una funzione di controllo, perché permette di conoscere l’orario in cui un’auto è stata parcheggiata. In questo modo se la sosta in una determinata strada è limitata, per esempio, a un massimo di due ore, attraverso il disco orario si può stabilire se l’automobilista stia rispettando o no l’ordinanza. Il disco orario auto standard è di forma rettangolare, color blu, e con una ‘P’ sulla parte anteriore posta sotto la finestrella che mostra l’orario d’arrivo. Al momento del parcheggio dev’essere regolato sull’ora esatta e posizionato sul parabrezza o sul cruscotto, in modo che sia ben visibile dall’esterno.

NORMATIVA DEL DISCO ORARIO AUTO

Il comma 6 dell’articolo 157 del Codice della Strada dispone che “nei luoghi ove la sosta è permessa per un tempo limitato è fatto obbligo ai conducenti di segnalare, in modo chiaramente visibile, l’orario in cui la sosta ha avuto inizio. Ove esiste il dispositivo di controllo della durata della sosta è fatto obbligo di porlo in funzione”. Il disco orario viene prevalentemente utilizzato nelle aree dove la sosta a tempo è gratuita, generalmente delimitate da strisce bianche orizzontali accompagnate da segnali stradali verticali con il simbolo del disco e l’indicazione del tempo massimo di stazionamento. Viceversa le aree a pagamento sono delimitate dalle ben note strisce blu e gestite dai parchimetri elettronici e relativi ticket.

DISCO ORARIO AUTO: SANZIONI IN CASO DI MANCATO UTILIZZO

Il già citato articolo 157 del CdS, al comma 8, precisa che “chiunque viola le disposizioni (di porre obbligatoriamente in funzione il disco orario, ndr) è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 42 a euro 173”. Ai sensi invece del dispositivo dell’articolo 7 comma 15, chi parcheggia la vettura per un tempo superiore al consentito rischia una multa da 26 a 102 euro. Inutile ricordare che entrambe le sanzioni sono ridotte del 30% se pagate entro 5 giorni dalla notifica.

LA TRUFFA DEL DISCO ORARIO ‘MOTORIZZATI’

I più attenti sapranno che già da qualche anno sono in commercio dischi orari motorizzati. Dotati cioè di un congegno, simile al meccanismo di una piccola sveglia da comodino, che sposta lentamente e gradualmente in avanti l’orario d’arrivo del disco orario, in modo che a un eventuale controllo l’auto risulti sempre in regola. Si tratta di un dispositivo tanto geniale quanto truffaldino, e ovviamente al 100% illegale. La cosa buffa è che un aggeggio del genere si può tranquillamente acquistare per pochi euro sui più noti siti di e-commerce (sì, anche Amazon), non essendone vietata la vendita. Ma chi l’utilizza sottovaluta le conseguenze del suo comportamento. Nella migliore delle ipotesi si tratta infatti di una violazione amministrativa; ma se l’utilizzo del disco orario ‘automatico’ avviene in un’area a pagamento scatta la denuncia penale! Queste le sanzioni previste: in un’area di sosta gratuita, infrazione dell’art. 157 del CdS, multa da 42 a 173 euro; in un’area di sosta a pagamento, truffa a danno dello Stato o di un altro ente pubblico (art. 640 comma 1 del Codice Penale), multa pecuniaria da 309 a 1549 euro e reclusione da 1 a 5 anni. Rischiare così tanto per non pagare un ticket di pochi euro ci sembra davvero folle…

The post Disco orario auto: normativa e sanzioni appeared first on SicurAUTO.it.

A Marzo come cambia l’ora da solare a legale

di redazione

oralegale-cambio

Attenzione al cambio dell'ora da solare a legale nel mese di marzo: vi spieghiamo come funziona questo passaggio dall'ora solare a quella legale per il quale dormiremo un'ora in meno.  Un'ora avanti per gli orologi tra la notte di sabato 26 e domenica 27 marzo 2016, quando scatta l'ora legale. Il ritorno all’ora solare avverrà a fine ottobre. Appuntamento puntuale quello del cambio dell’orario in primavera, cioè il passaggio dall’Ora Solare all’Ora Legale che rappresenta la fine dell'inverno e l’avvio delle giornate di sole primaverili. QUI http://www.youtube.com/watch?v=P8PkGTw2oNE QUANDO E' NATA L'ORA LEGALE? - In Italia l'ora legale è stata adottata per la prima volta nel 1916, tramite il decreto legislativo n. 631 del 25 maggio, ed è rimasta in uso fino al 1920. Tra il 1940 e il 1948 fu abolita e ripristinata diverse volte a causa della Seconda guerra mondiale. Passaggio Ora Solare Legale approfondisci QUI GUARDA tutti i cambi dell'orario link QUI Leggi il cambio da  LEGALE a SOLARE Guarda qui gli Orologi sportivi selezionati da Elaborare link QUI rosso_corsa_orologio_RALLYE   ---- orario_cambio_legale_solare http://www.youtube.com/watch?v=ZtJrtcovDf4  

Le date del cambio orario solare/legale/solare avviene nella notte.

Passaggio da solare a legale Passaggio da legale a solare
2016 Tra sabato 26 marzo 2016 e domenica 27 marzo 2016 Tra sabato 29 ottobre 2016 e domenica 30 ottobre 2016
2017 Tra sabato 25 marzo 2017 e domenica 26 marzo 2017 Tra sabato 28 ottobre 2017 e domenica 29 ottobre 2017
2018 Tra sabato 24 marzo 2018 e domenica 25 marzo 2018 Tra sabato 27 ottobre 2018 e domenica 28 ottobre 2018
2019 Tra sabato 30 marzo 2019 e domenica 31 marzo 2019 Tra sabato 26 ottobre 2019 e domenica 27 ottobre 2019
2020 Tra sabato 28 marzo 2020 e domenica 29 marzo 2020 Tra sabato 24 ottobre 2020 e domenica 25 ottobre 2020
2021 Tra sabato 27 marzo 2021 e domenica 28 marzo 2021 Tra sabato 30 ottobre 2021 e domenica 31 ottobre 2021
2022 Tra sabato 26 marzo 2022 e domenica 27 marzo 2022 Tra sabato 29 ottobre 2022 e domenica 30 ottobre 2022
2023 Tra sabato 25 marzo 2023 e domenica 26 marzo 2023 Tra sabato 28 ottobre 2023 e domenica 29 ottobre 2023
2024 Tra sabato 30 marzo 2024 e domenica 31 marzo 2024 Tra sabato 26 ottobre 2024 e domenica 27 ottobre 2024
2025 Tra sabato 29 marzo 2025 e domenica 30 marzo 2025 Tra sabato 25 ottobre 2025 e domenica 26 ottobre 2025
2026 Tra sabato 28 marzo 2026 e domenica 29 marzo 2026 Tra sabato 24 ottobre 2026 e domenica 25 ottobre 2026
2027 Tra sabato 27 marzo 2027 e domenica 28 marzo 2027 Tra sabato 30 ottobre 2027 e domenica 31 ottobre 2027
2028 Tra sabato 25 marzo 2028 e domenica 26 marzo 2028 Tra sabato 28 ottobre 2028 e domenica 29 ottobre 2028
 
❌