Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

The Promised Neverland – Kaiu Shirai parla del finale

di Domenico Bottalico
Lo sceneggiatore di The Promised Neverland, Kaiu Shirai, è stato recentemente intervistato dal quotidiano francese Le Figaro e ha parlato dell’ispirazione dietro la serie e del suo finale oramai prossimo e molto attesso da fan e lettori. Sull’ispirazione di The Promised Neverland, lo sceneggiatore ha rivelato che in parte proviene da alcuni incubi avuti da bambino dopo […]

Kay. La Guerra del Buio: Sergio Bonelli Editore annuncia la data di uscita in fumetteria

di Giovanni Arestia
Per la prima volta, dal 16 maggio, arriva sugli scaffali delle fumetterie, in un nuovo inedito formato, l’epopea della Guerra del Buio di Kay, la telepate che abbiamo già potuto conoscere nell’universo narrativo di Nathan Never, nonché prima serie a fumetti di genere fantascientifico pubblicato da Sergio Bonelli Editore, ideata da Michele Medda, Antonio Serra e […]

The Promised Neverland: “progetto speciale” per il finale?

di Domenico Bottalico
Dopo la conferma ufficiale della fine di Demon Slayer – Kimetsu no Yaiba – cliccate QUI per tutti i dettagli – un altro manga di grandissimo successo si avvicina alla conclusione ovvero The Promised Neverland scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu. Sul numero 23 della rivista Weekly Shonen Jump, dove viene serializzata […]

Nathan Never Deep Space: nuova miniserie per l’Agente Speciale Alfa

di Domenico Bottalico
Attraverso il proprio sito ufficiale Sergio Bonelli Editore ha annunciato, mostrando anche le primissime tavole, la nuova miniserie Nathan Never Deep Space. La miniserie avrà periodicità mensile e sarà composta da tre albi nel classico formato Bonelli ovvero albi da 96 pagine in bianco e nero, dimensioni 16×21. Nathan Never Deep Space riporterà il lettore […]

Adventures in Neverland, su Kickstarter approda il gioco su Peter Pan

di Mabelle Sasso
È disponibile su Kickstarter la campagna crowdfunding per il finanziamento di Adventures in Neverland, gioco da tavolo ispirato a Peter Pan. Adventures in Neverland, ideato da Bas Damoiseaux, Bart Latten e Vicky Swers, sarà un gioco da tavolo di tipo narrativo (story-based) in cui i giocatori, da 2 a 4, vestiranno i panni dei personaggi […]

Planet Manga annuncia 3 nuovi manga

di Domenico Bottalico
Attraverso i suoi canali social e alcune dirette instagram e facebook, Planet Manga ha annunciato nel corso della settimana l’arrivo di ben 3 nuovi manga in Italia. Il primo titolo ad essere stato annunciato è stato Plunderer di Suu Minazuki, autore del quale Planet Manga pubblica già Angeloid – Sora no Otoshimono. Attualmente ancora in corso sulla […]

Nathan Never: Stazione Spaziale Internazionale, recensione di un incontro tra le stelle

di Manuel Enrico
Il fumetto fantascientifico italiano ha dal 1991 un volto preciso: Nathan Never. Nato dalla fantasia di Bepi Vigna, Michele Medda e Antonio Serra, l’Agente Speciale Alfa da trent’anni ogni mese porta in edicola la fantascienza, affrontando ogni declinazione del genere. Tratto distintivo della serie è l’aver mantenuto sempre un approccio ‘futuribile’, dandoci la sensazione che […]

Sergio Bonelli Editore: un fumetto al giorno gratuitamente per 14 giorni

di Domenico Bottalico
Anche Sergio Bonelli Editore si unisce alle iniziative legate alla distribuzione gratuita dei fumetti in formato digitale aderendo così all’iniziativa #iorestoacasa, per prevenire le possibilità di contagio da Coronavirus, e lancia l’iniziativa #acasaconbonelli. A partire da lunedì 23 marzo, e ogni giorno per i successivi 14 giorni, sul sito ufficiale dell’editore milanese verrà messo a […]

10 errori da non fare quando si guida sulla neve o il ghiaccio

di Donato D'Ambrosi

Guidare sulla neve o il ghiaccio con le gomme invernali o tenere le catene a bordo (resta aggiornato sull’elenco delle ordinanze invernali in ogni regione) a volte non basta ecco perché abbiamo raccolto un vademecum con gli errori più frequenti da non fare quando si guida in inverno e  i consigli utili per gli automobilisti in una breve guida su come prepararsi al meglio ad affrontare situazioni di guida più o meno difficoltose. Vediamo di seguito i 10 errori da non fare nella guida su neve o ghiaccio che puoi condividere tra le persone che hai a cuore!

1.GUIDA SU NEVE O GHIACCIO: NON RISCHIARE

Se affacciandosi alla finestra non si vede null’altro che bianco è il caso di soffermarsi a pensare se davvero vale la pena uscire con l’auto  e sottovalutare le insidie che neve e ghiaccio nascondo. Ciò non significa blindarsi in casa ma essere consapevoli che potremmo non essere adeguatamente equipaggiati. Per essere sicuri meglio approfondire qui come preparare l’auto ad affrontare l’inverno.

2.NON GUIDARE ALLA CIECA

Potrebbe sembrare scontato ma non lo è, considerando che l’abitudine maturata durante l’anno di attaccarsi ai tergicristalli per rimuovere qualsiasi cosa dal parabrezza, anche quando il vetro è ghiacciato si spera nel miracolo delle spazzole anteriori. Se con qualche difficoltà si guadagna uno spioncino da cui sbirciare la strada, vetri laterali e lunotto passano in secondo piano pur di partire. Non c’è niente di più pericoloso che limitare il proprio campo visivo senza riuscire a vedere le auto sopraggiungere agli incroci. Meglio dotarsi di uno spray de-ghiacciante da tenere in casa per scongelare in pochi secondi i vetri e le guarnizioni attaccate che impediscono l’apertura degli sportelli.

3.PRIMA DI PARTIRE PENSATE AL COMFORT

Una volta saliti a bordo bisogna ricordarsi che l’auto sarà gelida e pensare di aspettare che il condizionatore d’aria (scalda l’aria sfruttando l’acqua calda del sistema di raffreddamento in uscita dal motore) vada a regime è pura utopia. In questi casi meglio impostare una temperatura adeguata tramite il climatizzatore, ricordandosi poi di spegnerlo se l’auto non riesce a svincolarsi da partenze difficoltose; più avanti vediamo come non partire su neve o ghiaccio. Leggi qui come usare il climatizzatore nel modo corretto anche in inverno e qui sotto un video sulla corretta manutenzione del climatizzatore.

4.LA PARTENZA SULLA NEVE O GHIACCIO

L’istinto al volante quando si guida su neve o ghiaccio ci spinge a comportarci come siamo abituati a fare: cintura di sicurezza (il minimo, si spera), prima marcia e via. E’ la situazione più difficoltosa in cui si possa trovare l’auto soprattutto se l’asfalto è coperto da uno spesso strato di neve schiacciata da altre auto o da un sottile strato di ghiaccio (si nota dall’aspetto più scuro e lucido dell’asfalto). In situazioni del genere partire con la seconda marcia è il consiglio comune più valido ricordandosi però che il rilascio della frizione deve essere molto dolce evitando anche di affondare sull’acceleratore. Meglio mantenere una velocità costante, bassa (va ricordato che con le catene da neve il limite scende a 50 km/h e in alcuni casi è consigliato anche 40 km/h se si montano le calze da neve, approfondisci qui il test di salita di calze e catene da neve). Ciò non toglie che la prima marcia possa essere utilizzata se le condizioni della strada lo consentono.

5. COME GUIDARE IN SALITA CON LA NEVE

Una volta raggiunta una buona motricità è meglio non perderla, quindi avanzare con una velocità bassa ma costante poiché ripartire da fermo in salita potrebbe essere più impegnativo. Uno degli errori più pericolosi riguarda la disattivazione dei controlli elettronici di sicurezza e assistenza alla guida. Disattivare il controllo di trazione può aiutare in caso di partenza in piano con le catene da neve (leggere sempre quanto consigliato dal manuale dell’auto) ma il controllo di stabilità è meglio lasciarlo attivato (laddove disinseribile) poiché soprattutto in salita aiuta a mantenere motricità e aderenza. E se si sente qualche pneumatico slittare non bisogna farsi prendere dal panico ma mantenere la giusta andatura (meglio quindi non frenare o decelerare di colpo).

6. COME GUIDARE IN SALITA CON LA NEVE

Anche se sembrerebbe una follia consigliare di non usare  freni, in realtà è così: quando si guida su neve e ghiaccio bisogna rispolverare i consigli sul freno motore della scuola guida. Mantenere quindi le marce alte e scalarle rilasciando dolcemente la frizione riduce la velocità tenendo motricità sulle ruote. E’ pur vero che in caso di emergenza o per arrestare l’auto il freno va utilizzato ma cercando di non stuzzicare troppo l’ABS. Il motivo è semplice: sulla neve o il ghiacciogli spazi di arresto raddoppiano, ma non tutti lo ricordano.

7. LA PRECEDENZA IN CASO DI NEVE O GHIACCIO

Quando si guida su neve o ghiaccio, soprattutto se le temperature sono calate drasticamente e all’improvviso, bisogna essere consapevoli che non tutte le auto incrociate in strada potrebbero essere ben equipaggiate con gomme invernali  o essere preparati ad una guida preventiva. Questo significa che andrebbero evitate le manovre brusche, raggiungendo invece gli incroci con una velocità bassa in modo da tenere a distanza le altre auto, soprattutto quelle in evidente difficoltà. La cosa migliore da fare è agevolare il passaggio o l’immissione senza rischiare il contatto.

8. INCASTRARSI SUI BINARI DI NEVE

E’ quasi sempre la strada più facile quella già battuta dalle altre auto che ci spinge a infilare le ruote nei solchi scavati da altri. In realtà diventa un binario da cui diventa difficile uscire nel caso si presenti qualche ostacolo improvviso davanti. Meglio evitare i canali nella neve e se la neve è molto compatta e il ghiaccio mette a dura prova anche gli pneumatici invernali l’unica soluzione è fermarsi in un luogo sicuro e montare le catene da neve per disimpegnarsi magari con l’auto carica di passeggeri e bagagli.

9. GOMME INVERNALI SOLO DAVANTI

Quando si acquista un SUV l’idea di poter scalare le montagne è forte ma questa convinzione si scontra con i limiti fisici e climatici: la maggior parte dei SUV in commercio infatti è equipaggiato di serie con pneumatici M+S (vedi cosa cambia rispetto alle vere gomme termiche) non adatti ad avanzare sulla neve – nel video qui sotto invece puoi vedere le differenze tra gomme All season e Invernali. Pensare di affidarsi alla trazione integrale o montare le gomme invernali solo su un asse è fortemente sconsigliato. Curiosi di sapere che succede? Guarda i video dei test con gomme estive e invernali su auto a trazione integrale.

10. CATENE DA NEVE QUESTE SCONOSCIUTE

Le catene da neve spolverate a novembre e riposte nel bagagliaio dell’auto per superare i controlli su strada servono a poco. E la situazione peggiora quando si chiedono in prestito catene da neve di emergenza ad amici e conoscenti in occasioni di sporadici weekend in montagna (tanto nessuno ai  posti di blocco controlla se sono della misura giusta, si crede). Non è raro vedere automobilisti alle prese con catene aggrovigliate e arrugginite (anche nuove appena comprate in area di servizio) alle prese con tragicomiche imprese di montaggio. Il consiglio sempre valido è prepararsi a casa a montare e smontare più volte le catene tenendo le istruzioni a portata di mano. Solo così si potrà guidare sereni e sicuri di non restare bloccati nel bel mezzo di una forte nevicata.

The post 10 errori da non fare quando si guida sulla neve o il ghiaccio appeared first on SicurAUTO.it.

Catene da neve: 5 errori da non fare per salvarsi la pelle

di Donato D'Ambrosi

Montare le catene da neve è tra le cose più importanti che un automobilista dovrebbe essere in grado di fare. L’improvvisazione quando si guida su una strada con l’obbligo di catene da neve può essere molto pericolosa. Se non sapete come montare le catene da neve, trovate qui la guida sulla scelta e il montaggio. Oggi però vogliamo approfondire gli errori da non fare quando si montano le catene da neve e darvi quei consigli che meno frequentemente si trovano sul libretto di istruzioni.

1.MONTARE LE CATENE DA NEVE IN UN POSTO QUALSIASI

La decisione di montare le catene da neve si prende quasi sempre all’improvviso, quando le condizioni dell’asfalto e la neve che si deposita diventano più preoccupanti. Il primo errore quando si montano le catene da neve è fermarsi in un punto qualsiasi o dopo una curva e sul ciglio della strada. Anche se voi avete già percorso la curva, potreste sorprendere le altre auto in arrivo e innescare situazioni di rischio. Piuttosto, evitate di fermarvi lungo la strada, su strade in pendenza e cercate di rendervi visibili il più possibile.

2.MONTARE LE CATENE DA NEVE DOVE POSSONO TRAVOLGERVI

Montare le catene da neve richiede più tempo e maggiore impegno rispetto alle prove andate a buon fine nel garage di casa. Ricordate che il fattore maggiore di rischio sono gli altri veicoli in circolazione che potrebbero travolgervi mentre montate le catene. Sarebbe più indicato preferire uno spazio ampio e piano dove non ci sono auto in circolazione, come una stazione di carburante o il parcheggio di un supermercato. In ogni caso posizionate sempre l’auto in modo che non sia di intralcio, sia visibile ma che ci sia sempre qualcosa a proteggervi (es. alberi, delimitatori, pali della luce e altro).

3.MONTARE LE CATENE DA NEVE SENZA GUANTI

Se sporcarvi le mani non vi spaventa quando cambiate una gomma forata, sappiate che nel montare le catene da neve farete i conti con il gelo. Dimenticare dei guanti spessi ma comodi può essere un grosso problema: proteggete le mani dal freddo e dall’acqua per essere più concentrati nel montaggio delle catene da neve. Senza guanti le dita si intorpidiranno presto e se il montaggio non riesce al primo colpo tutto sarà più difficile.

4.MONTARE LE CATENE DA NEVE IN EQUILIBRIO

Prima di chinarvi a montare le catene da neve posizionate qualcosa a terra e inginocchiatevi sulla gamba più comoda. Mentre l’altra gamba poggia sul piede e vi aiuterà ad essere stabili e in caso di emergenza ad alzarvi velocemente e allontanarvi. Restando accovacciati e sospesi mentre montate le catene da neve i muscoli delle gambe saranno in tensione per tutto il tempo. Se preferite potete procurarvi delle ginocchiere di gomma, altrimenti anche un paio di tappetini saranno sufficienti.

5.MONTARE LE CATENE DA NEVE ALLA CIECA

Quando ci si imbatte in come montare le catene da neve, ben pochi si preoccupano anche di come poi andrà fatto il procedimento inverso. La parte più facile del montaggio rischia di diventare quella più complessa in fase di smontaggio delle catene da neve. Il consiglio da non dimenticare è individuare un punto del cerchio (esempio la valvola di gonfiaggio) in corrispondenza della quale si andrà a chiudere la catena che poi finisce dietro il cerchio. Così facendo non dovrete cercare a tentoni dove si trova l’aggancio e non sarete costretti a spostare di diversi metri l’auto, magari senza accorgervi di essere finiti sulla carreggiata.

The post Catene da neve: 5 errori da non fare per salvarsi la pelle appeared first on SicurAUTO.it.

Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020

di Donato D'Ambrosi

Oggi scatta l’obbligo delle gomme invernali su autostrade e strade extraurbane: si circola solo con pneumatici invernali o catene da neve a bordo. Per molte regioni d’Italia non è una novità, mentre in alcune province le temperature rigide hanno fatto scattare l’obbligo delle gomme invernali attraverso ordinanze comunali.  Ecco l’elenco aggiornato delle ordinanze neve 2019 – 2020 e i consigli per mettersi in viaggio in sicurezza con gli pneumatici giusti.

PNEUMATICI INVERNALI, QUELLI OBBLIGATORI

Come ogni anno, facciamo chiarezza sull’obbligo delle gomme invernali che è scattato in anticipo in alcune regioni, mentre in altre sarà vigente nelle prossime settimane. Quali gomme si possono montare per rispettare l’ordinanza neve? Secondo il Codice della Strada, le gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre devono avere sul fianco la marcatura M+S. Come abbiamo più volte spiegato però la sola marcatura M+S (Mud+Snow) non è sufficiente a garantire la migliore sicurezza nella guida su asfalto freddo. Il motivo è che negli anni i Costruttori hanno sviluppato mescole sempre più performanti che migliorano l’aderenza al di sotto dei 7 °C. Questo vale soprattutto per le gomme invernali, ma anche per i più recenti pneumatici quattro stagioni che hanno il simbolo della montagna e del fiocco di neve (3PMSF). La scelta tra le gomme invernali e le gomme quattro stagioni dipende da una serie di valutazioni che spieghiamo nel video qui sotto. Per tutti gli altri che guidano solo nei weekend su strade soggette alle ordinanze sono più indicate le catene da neve da tenere a bordo.

LE ORDINANZE NEVE AGGIORNATE AL 2019 – 2020

Le ordinanze neve 2019 – 2020 più recenti vedono l’obbligo di pneumatici invernali in Abruzzo, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria e Marche.

-L’Aquila da 17 novembre 2019 al 19 aprile 2020
-Provincia di Como (su strade extraurbane) da 15 novembre 2019 a 15 aprile 2020
-Provincia di Rimini (su strade extraurbane) da 15 novembre 2019 a 15 aprile 2020
-Provincia di Savona (su strade extraurbane) da 15 novembre 2019 a 15 aprile 2020
-Provincia di Ancona (su strade extraurbane) da 15 novembre 2019 a 15 aprile 2020
-Provincia di Fermo (su strade extraurbane) da 15 novembre 2019 a 31 marzo 2020

L’elenco aggiornato delle ordinanze neve 2019 – 2020 è consultabile qui.

I CONSIGLI PER L’INVERNO E LE GOMME INVERNALI

Le ordinanze prescrivono inizio e scadenza dell’obbligo di equipaggiarsi delle gomme invernali (o catene) ma non di smontarle dopo la scadenza dell’obbligo. E’ importante ricordare che gli pneumatici invernali legalmente si possono utilizzare tutto l’anno anche se sono meno sicuri in estate. E’ obbligato a smontare le gomme invernali entro il 15 maggio solo chi monta pneumatici con codice di velocità inferiore al libretto dell’auto (non meno di Q). Anche se può essere scontato per molti, le gomme invernali vanno su tutte e 4 le ruote a differenza delle catene, solo sulle ruote motrici. Chiariamo uno dei dubbi più frequenti di chi guida un’auto a trazione integrale alle prese con le catene: le catene su un’auto 4×4 vanno su tutte le ruote. Se però avete a disposizione solo una coppia di catene è meglio montarle sulle ruote anteriori così da avere un miglior controllo dell’auto. Per tutte le altre curiosità e informazioni vi rimandiamo alle guide per l’inverno qui sotto.

Migliori pneumatici invernali 2019 – 2020
Catene da neve: guida alla scelta e al montaggio
Gomme invernali dal 15 novembre: cosa rischia chi guida senza pneumatici invernali
Pressione pneumatici invernali: perché le gomme si sgonfiano col freddo
Test gomme quattro stagioni 2019 – 2020
Test pneumatici invernali SUV: le migliori gomme del 2019
Gli accessori auto più utili per l’inverno da tenere nel bagagliaio

The post Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

Gomme invernali dal 15 novembre: cosa rischia chi guida senza pneumatici invernali

di Donato D'Ambrosi

Le gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre richiameranno milioni di italiani per il cambio agli pneumatici invernali. Molte auto rimonteranno le gomme invernali in deposito dalla scorsa primavera, mentre altri ne sceglieranno di nuove. Per questi potrà essere utile sapere quali sono le migliori gomme invernali 2019 – 2020 in questo test. Mentre per tutti rinfreschiamo quali sono le cose da sapere sull’obbligo di gomme invernali, quando vanno montate e cambiate per evitare una multa inaspettata.

GOMME INVERNALI OBBLIGATORIE, MA ANCHE QUATTRO STAGIONI O CATENE

Secondo un’indagine di Facile.it, nel 2018 1,2 milioni di automobilisti hanno dichiarato di viaggiare senza montare pneumatici invernali (o con catene da neve a bordo) nei periodi in cui erano obbligatori. L’8% ha detto di essersene dimenticato, il 7% di non poterselo permettere economicamente e il 6% ritiene che le gomme invernali siano poca utilità. E’ chiaro che alla base di queste risposte il più delle volte c’è una inadeguata conoscenza di rischi (senza), norme e tecnologia legati all’uso delle gomme invernali. Intanto bisogna ricordare che l’obbligo delle gomme invernali scatta dal 15 novembre al 15 aprile solo sulle strade soggette a fenomeni nevosi identificabili attraverso la segnaletica stradale. Tuttavia lo stato dell’arte sugli pneumatici invernali garantisce maggiore sicurezza in tutte le condizioni di guida invernali, dalla neve all’asciutto, al ghiaccio. Quindi montare le gomme invernali è una valutazione per la sicurezza che va al di là dell’obbligo.

LA MULTA PER GUIDA SENZA GOMME INVERNALI O CATENE A BORDO

Tornando all’indagine sulle gomme invernali, circa 1 automobilista su 3 (il 34%) ha dischiarato di aver montato gomme invernali. Al secondo posto (il 25%) invece monta gomme quattro stagioni evitando il cambio stagionale. E poi c’è chi (il 25,3%) guida occasionalmente su strade sottoposte alle ordinanze invernali e quindi lo fa solo per essere in regola. Per scegliere tra gomme invernali e quattro stagioni bisogna fare alcune valutazioni, come spiega il video qui sotto. Entrambe sono legali per il Codice della Strada, tuttavia ci sono ancora margini di miglioramento per essere “performanti” a 360 gradi, come viene fuori da questo test sulle gomme quattro stagioni 2019 – 2020. In caso di fenomeni nevosi in atto se si è sprovvisti di mezzi antisdrucciolevoli, è probabile che gli organi di polizia preposti ai controlli vi manderanno indietro. Ma sappiate che guidare senza gomme invernali o catene da neve a bordo vi espone a una multa da 85 euro sulle strade soggette ad obbligo pneumatici o catene da neve (art. 192 CdS).

QUANDO MONTARE E TOGLIERE LE GOMME INVERNALI

L’equivalenza tra pneumatici invernali e gomme quattro stagioni crea non poca confusione anche sull’obbligo e le multe in caso di guida con pneumatici non conformi. Mentre le gomme quattro stagioni si possono tenere tutto l’anno, quindi senza fare caso alle scadenze delle ordinanze, per le gomme invernali non è così. C’è chi per risparmiare o motivi di reperibilità monta pneumatici invernali che hanno un codice di velocità inferiore al libretto di circolazione, ma non inferiore a “Q”. Questo è permesso però solo dal 15 ottobre al 15 maggio, poi vanno cambiate con quelle estive, pena una multa da 431 euro (art. 78 CdS). Dal punto di vista legale, le gomme invernali con il codice di velocità non inferiore si potrebbero tenere anche in estate, mettendo però in conto un’usura accelerata e una frenata non abbastanza sicura come con le gomme estive.

The post Gomme invernali dal 15 novembre: cosa rischia chi guida senza pneumatici invernali appeared first on SicurAUTO.it.

Test pneumatici invernali 235/35 R19: misure grandi in difficoltà nel 2019

di Donato D'Ambrosi

La misura delle gomme invernali si rivela ancora una volta decisiva nel test sugli pneumatici invernali 235/35 R19 del 2019. La misura delle gomme supersportive invernali è stata messa sotto indagine da Autobild che ha provato 11 pneumatici invernali in 14 valutazioni diverse. Tra i brand più o meno noti, 3 merche sono sconsigliate e solo 4 pneumatici invernali da 19 pollici hanno superato il test con “molto buono”. Guarda questo test invece se cerchi le migliori gomme invernali con altre misure.

STESSI TEST MA PNEUMATICI INVERNALI CON MISURE DIVERSE

Prima di vedere direttamente i risultati del test pneumatici invernali sportivi di Autobild bisogna fare una precisazione. Leggendo i risultati dei vari test pneumatici invernali che pubblichiamo è facile confondersi se si vede una marca primeggiare in un test mentre risulta più indietro in un’altra classifica di gomme invernali. Sorvoliamo sul giudizio spesso prevalentemente soggettivo dei tester nelle prove dinamiche delle gomme. Le performance degli pneumatici invernali cambiano molto in base alle varie misure, anche se sulla carta il modello è lo stesso.

TEST PNEUMATICI INVERNALI PENALIZZATO SUL BAGNATO

Le gomme invernali Nexen Winguard Sport 2 e le Nankang SV-2 Winter sono state bocciate da Autobild per evidenti carenze su asfalto bagnato. Le gomme invernali Nokian WR A4 invece sono “non raccomandate” per la frenata su neve da 100 km/h 9 metri più lunga delle migliori gomme invernali nel test.

https://www.autobild.de/artikel/winterreifen-test-2019-255-35-r-19-15750651.html

LE GOMME INVERNALI DAL MIGLIOR RAPPORTO PREZZO-PRESTAZIONI

A metà classifica del test pneumatici invernali 2019 per la misura 235/35 R19 ci sono Toyo (sufficiente), Kumho (sufficiente), Michelin (buono), Hankook (buono), Continental (buono) e Uniroyal (buono). Le gomme invernali testate da Autobild al centro della classifica hanno performance allineate nelle prove su neve, asfalto bagnato e asciutto. Clicca sull’immagine qui sotto per vedere a tutta larghezza quali sono le migliori gomme invernali 235/55 R19 del test.

LE MIGLIORI GOMME INVERNALI 235/35 R19

Tra le gomme invernali migliori nella misura 235/55 R19 Autobild elegge Goodyear, Vredestein e Uniroyal. Le gomme invernali Goodyear Ultra Grip Performance + sono fresche di lancio sul mercato hanno ottenuto ottimi voti in tutte le valutazioni invernali. Gli pneumatici invernali Vredestein Wintrac Pro sono i più equilibrati in tutte le prove, mentre le gomme Uniroyal MS plus 77 hanno il miglior compromesso tra prestazioni e prezzo di acquisto.

The post Test pneumatici invernali 235/35 R19: misure grandi in difficoltà nel 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Cambiare le gomme: prezzi degli pneumatici invernali e quattro stagioni 2019

di Donato D'Ambrosi

Quando è il momento giusto di cambiare le gomme invernali o montare le quattro stagioni? Un po’ dipende dalla convenienza dei prezzi degli pneumatici invernali 2019 ma anche dalle ordinanze gomme e catene da neve che si attivano spesso a macchia di leopardo. Se sei in procinto di cambiare le gomme estive con quelle invernali o quattro stagioni, ecco la top10 dei migliori pneumatici invernali secondo le ricerche online, con marche e prezzi medi. Se invece stai cercando consigli sulla scelta tra pneumatici invernali e quattro stagioni, ecco un video che aiuta a capirne le differenze e i vantaggi.

TOP10 DEI MIGLIORI PNEUMATICI SUL WEB

Cambiare le gomme invernali al posto delle estive è inevitabile per chi guida frequentemente su strade soggette alle ordinanze invernali. Per gli sciatori occasionali invece ci sono le catene da neve o i ragni. A circa un mese dall’entrata in vigore dell’obbligo di montare gomme invernali, è già possibile cambiare le gomme estive con quelle invernali (ma occhio all’indice di velocità che deve essere uguale sul libretto di circolazione). E chi è alla ricerca delle migliori gomme invernali del 2019 si è messo in moto da un pezzo. L’Osservatorio di un noto motore di ricerca online ha così stilato la Top10 delle marche di pneumatici più cercati online. Ecco cosa è cambiato nelle preferenze degli automobilisti alla ricerca degli pneumatici invernali migliori 2019 – 2020.

GOMME INVERNALI E QUATTRO STAGIONI, COSA CAMBIA

I migliori pneumatici invernali e quattro stagioni 2019 secondo le ricerche web vedono in testa Michelin, Hankook e Pirelli sul podio. L’indagine si basa sulle ricerche effettuate online nella categoria degli pneumatici auto tra settembre 2018 e settembre 2019 e nella tabella qui sopra si può vedere cosa è cambiato negli ultimi 2 anni. Nonostante il prezzo maggiore rispetto alle gomme invernali gli automobilisti continuano ad essere interessati alle gomme quattro stagioni. La scelta tra le gomme invernali e le gomme quattro stagioni dipende molto dalla criticità delle condizioni invernali che si affrontano alla guida. Il video qui sotto spiega in modo molto semplice cosa cambia tra gomme estive, invernali e quattro stagioni.

QUANTO COSTA CAMBIARE LE GOMME INVERNALI 2019

Il prezzo degli pneumatici invernali e quattro stagioni dipende dalla dimensione, e non escludono nessun veicolo, dall’utilitaria ai veicoli commerciali. Per capire quanto costa cambiare le gomme in inverno, l’indagine ha preso in considerazione un’utilitaria con ruote da 14 pollici e pneumatici 175/65R14 82T. In base ai prezzi rilevati ad inizio settembre 2019, il prezzo degli pneumatici invernali più economici è in media 27 euro per le gomme invernali Kumho Wintercraft. Il prezzo sale a 50 euro in media per Michelin e Pirelli, ma può anche superare 80 euro per le gomme invernali chiodate Maxxis Arctictrekker.

PREZZI 2019 DELLE MIGLIORI GOMME QUATTRO STAGIONI ONLINE

Mentre cambiare le gomme invernali è una ricerca che si concentra in particolare nelle regioni del centro nord, gli utenti interessati alle migliori gomme quattro stagioni sono spalmati su tutto il Paese. Il miglior prezzo rilevato per le gomme quattro stagioni online è 32 euro per gli pneumatici Fortuna e Imperial. Per le gomme Pirelli quattro stagioni invece il prezzo rilevato è di 67 euro, mentre in base ai modelli il prezzo medio degli pneumatici quattro stagioni Hankook varia da 42 a 54 euro. Un consiglio sempre valido comunque è rivolgersi a più installatori per confrontare vari preventivi, poiché acquistando le gomme online poi andrà aggiunto il costo di montaggio, equilibratura e convergenza.

The post Cambiare le gomme: prezzi degli pneumatici invernali e quattro stagioni 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali

di Donato D'Ambrosi

Scegliere i migliori pneumatici invernali prima che inizi l’obbligo con le ordinanze invernali è la strategia di chi investe sulla sicurezza di guida piuttosto che cercare una marca di gomme qualsiasi a prezzo stracciato. Se la temperatura scende stabilmente sotto i 10 °C montare le gomme invernali diventa fondamentale al di là delle ordinanze sulle gomme o le catene da neve. Se si guida un’auto ad alte prestazioni poi, montare le gomme invernali giuste permette anche di risparmiare soldi sulla durata delle gomme nel tempo. Con l’inverno alle porte Goodyear ha rinnovato completamente la gamma di pneumatici invernali con le UltraGrip9+, dalle utilitarie alle sportive, ecco come migliorano frenata e durata su ghiaccio.

PNEUMATICI INVERNALI GOODYEAR 2019

Gli pneumatici invernali Goodyear UltraGrip Performance+ migliorano le prestazioni sulle auto sportive, nella guida su asciutto e bagnato, grazie a due tecnologie. La Traction Protect Technology sfrutta una mescola contenente resina che migliora l’elasticità e il ripristino della forma dello pneumatico e migliora l’aderenza in frenata. La Winter Grip Technology, invece, consiste in un nuovo mix di mescole che forniscono una maggiore elasticità della gomma a bassa temperatura su neve e ghiaccio.

DURATA MIGLIORATA DEGLI PNEUMATICI INVERNALI

Con la nuova gamma UltraGrip 9+, Goodyear ottimizza la durata delle gomme invernali. La tecnologia Mileage Plus protegge il pneumatico dalle rotture e dal distacco di pezzi di gomma provocati dalle avverse condizioni stradali. Analogamente alle altre gomme invernali, la Winter Grip Technology assicura un’aderenza migliorata su neve e ghiaccio.

PNEUMATICI INVERNALI PER VAN

La sicurezza degli pneumatici invernali non esclude anche i mezzi da lavoro, dove peso e dimensioni richiedono abilità e dotazioni all’altezza. Con miglioramenti del disegno del battistrada e delle mescole della gomma, il nuovo Goodyear UltraGrip Cargo per i veicoli commerciali è pensato per migliorare le performance ma contenere anche i costi di utilizzo. L’introduzione di UltraGrip Performance+ sarà graduale, con più dell’60% delle misure disponibili già da settembre così come tutte le misure di UltraGrip 9+ e UltraGrip Cargo.

The post Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali appeared first on SicurAUTO.it.

Elenco siti affidabili per previsioni meteo

di Aggregator

Prima di tutto bisogna dire che i seguenti siti non sono attendibili al 100% ma, tutto sommato, sono abbastanza affidabili. A prescindere comunque dal sito visitato, potrai filtrare i risultati della ricerca in base a diversi fattori (come, ad esempio, località, giorno della settimana, fascia oraria, eccetera). Detto questo, ecco i migliori 5 siti per le previsioni del tempo in Italia.

[adv1]

3BMETEO
3BMeteo è un classico, ma forse poco conosciuto, sito di previsioni meteo molto affidabile. Disponibile anche l’app ufficiale per smartphone e/o tablet Android, BlackBerry, iOS e Windows Phone.

ILMETEO
ilMeteo è un ottimo sito di previsioni meteo con una grafica semplice ma, al tempo stesso, molto chiara (anche se a mio avviso è presente troppa pubblicità). Disponibile anche l’app ufficiale per cellulari, smartphone e/o tablet Android, iPhone/iPad, Windows Phone, BlackBerry, Bada e Symbian.

METEOAM
MeteoAM è il servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare, molto dettagliato, ricco di informazioni e l’unico senza alcuna forma di pubblicità. Disponibile anche l’app ufficiale per smartphone e/o tablet Android e iOS.

METEO.IT
Meteo.it è un altro ottimo sito di previsioni meteo che, tra l’altro, offre anche utili informazioni e preziosi consigli. Oltre alla versione per mobile, anche in questo caso è possibile trovare pure l’app ufficiale per smartphone e/o tablet Android, iOS e Windows Phone.

SAT24
Sat24 è il sito per le previsioni meteo che ti consiglio di visitare maggiormente in quanto permette di visualizzare le immagini da satellite in tempo quasi reale. Disponibile anche l’app ufficiale per smartphone e/o tablet Android e iOS.

P.S. Per sapere le previsioni del tempo in men che non si dica, puoi anche fare una semplice ricerca su Google scrivendo semplicemente meteo come chiave di ricerca (in questo modo le previsioni meteo verranno visualizzate direttamente nei risultati della ricerca).

Fonte

❌