Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

AGCOM multa Vodafone per scarsa trasparenza

di Filippo Vendrame

AGCOM ha erogato una sanzione pari a 87 mila euro a Vodafone per violazione delle disposizioni previste dall’articolo 70 del D.lgs. 1° agosto 2003, n. 259 in combinato disposto con l’articolo 3, allegato A) della delibera n. 519/15/CONS. In termini più semplici, l’operatore è stato multato per non aver fornito agli utenti in fase di sottoscrizione del contratto tutte le informazioni necessarie. Inoltre, Vodafone avrebbe poi fatturato costi differenti da quelli prospettatati dai clienti.

Leggi il resto dell’articolo

DAZN, 500 mila euro di multa dall’Antitrust

di Filippo Vendrame

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha multato DAZN con un’ammenda di ben 500 mila euro per due pratiche commerciali scorrette. L’AGCM ha comunicato di aver chiuso un’istruttoria iniziata lo scorso agosto nei confronti di Perform Investment Limited e Perform Media Services S.r.l. in cui ha accertato le criticità che hanno portato alla multa.

Leggi il resto dell’articolo

AGCOM, nuova multa a Wind Tre

di Filippo Vendrame

AGCOM ha comunicato di aver multato l’operatore Wind Tre per la violazione dell’articolo 2 della delibera n. 326/10/cons, recante “Misure di tutela degli utenti dei servizi di comunicazione mobili e personali”. Trattasi di una violazione che riguarda la trasparenza e la tutela dell’utenza. Le contestazioni riguardano l’operatore 3 Italia.

Leggi il resto dell’articolo

Google multata nuovamente dall’Unione Europea

di Antonino Caffo

Google è stata colpita con una terza, pesante ammenda, da parte dell’antitrust dell’Unione Europea. Questa volta la cifra è di 1,49 miliardi di euro, inflitta per aver abusato del monopolio di ricerca nell’ambito delle iniziative di AdSense. Secondo l’organo continentale, dal 2006 Big G avrebbe venduto ad aziende ed enti la possibilità di piazzare nei loro siti il suo famoso box di ricerca, offrendo pubblicità mirata ma anche vietando che ai clienti di includere motori di ricerca rivali tra le proprie pagine.

Leggi il resto dell’articolo

Mega multa ad Autoliv e TRW: 368 milioni per i prezzi di airbag e cinture

di Donato D'Ambrosi

L’Antitrust europeo ha raggiunto un verdetto sull’indagine avviata qualche mese fa che riguardava i prezzi degli airbag e delle cinture di sicurezza venduti alle Case costruttrici di auto. Il provvedimento del Garante ha individuato il coinvolgimento diretto di Autoliv, TRW e Takata, che hanno accettato di pagare una multa e chiudere la faccenda. L’episodio mette però apre uno squarcio sulla legittimità del mercato di sistemi che dovrebbero garantire la sicurezza di milioni di persone.

LA MULTA A TRW E AUTOLIV Come riporta il New York Times, i tre Costruttori di airbag e cinture di sicurezza hanno patteggiato un’ammenda equivalente a 368 milioni di euro, dopo aver ammesso la loro colpevolezza. Ma solo Autoliv e TRW saranno destinatari del provvedimento, essendo Takata fallita proprio a causa dello scandalo globale degli airbag difettosi. L’azienda giapponese è ormai nelle mani di KSS (Key Safety Systems), colosso statunitense nella produzione di sistemi di ritenuta e di sicurezza per auto.

BMW E VOLKSWAGEN TRA I PIU’ COLPITI L’Antitrust europeo avrebbe accertato l’intesa delle tre aziende nel fissare i prezzi di airbag e cinture di sicurezza, contravvenendo alle regole sulla concorrenza. Tra i Costruttori maggiormente penalizzati dal cartello sui ricambi ci sarebbero le Case Volkswagen e BMW, essendo committenti di volanti, airbag e cinture di sicurezza.

13 MILIONI DI PERSONE PENALIZZATE DAI CARTELLI “(I cartelli, ndr)Danneggiano i consumatori europei e incidono negativamente sulla competitività del settore automobilistico europeo, che impiega circa 13 milioni di persone” dichiara Margrethe Vestager, commissario per la concorrenza. L’invito della Commissione che controlla la concorrenza nell’UE a qualsiasi persona o azienda interessata dalle azioni dei due cartelli è di costituirsi e chiedere un risarcimento in tribunale.

L'articolo Mega multa ad Autoliv e TRW: 368 milioni per i prezzi di airbag e cinture proviene da SicurAUTO.it.

TikTok, multa milionaria: raccoglie dati dei bimbi

di Candido Romano

Da un grande successo derivano grandi responsabilità: pare che i creatori di TikTok non siano riusciti a capirlo in tempo. L’app è stata multata dalla Federal Trade Commission (FTC) per un totale di 5,7 milioni di dollari. TikTok negli ultimi mesi ha visto una crescita esponenziale, ha superato infatti il miliardo di download: prima era conosciuta col nome di Musical.ly, ora è proprietà della società cinese ByteDance,

Leggi il resto dell’articolo

SKY, multa da 7 milioni dall’AGCM

di Filippo Vendrame

Il contenuto del pacchetto Calcio per la stagione 2018/19 costerà molto caro a SKY. L’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha multato SKY Italia per “pubblicità ingannevole e pratica aggressiva” avendo accertato due violazioni del Codice del Consumo. Complessivamente, l’Autorità ha erogato sanzioni per un totale di ben 7 milioni di euro. Più nello specifico, l’istruttoria ha rivelato che SKY non ha fornito informazioni chiare e immediate sul contenuto del pacchetto Calcio per la stagione 2018/19, lasciando intendere ai potenziali nuovi clienti che tale pacchetto fosse comprensivo di tutte le partite del campionato di serie A come nel triennio precedente.

Leggi il resto dell’articolo

iPhone rallentati: Apple pubblica la nota AGCM

di Marco Grigis

La questione degli iPhone rallentati, in presenza di una batteria non più completamente performante, torna a occupare la cronaca tecnologica italiana. Apple ha infatti pubblicato, sul suo sito ufficiale, la nota dell’AGCM relativa al caso: lo scorso anno, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva comminato al gruppo di Cupertino un’importante multa, per la mancata comunicazione agli utenti dei cambiamenti introdotti con iOS 10.2.1.

Leggi il resto dell’articolo

Wind Tre, multa per telemarketing indesiderato

di Filippo Vendrame

Wind Tre è stato sanzionato con una multa di 600 mila euro dal Garante per la privacy per telemarketing indesiderato. Più nello specifico, l’operatore ha ricevuto la sanzione a causa di gravi violazioni della normativa sulla protezione dei dati personali nel corso di attività di marketing telefonico, anche tramite SMS. L’Autorità mette in evidenza che la multa erogata all’operatore è giunta a seguito di un provvedimento adottato prima dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo, con il quale il Garante, sulla base di numerose segnalazioni, aveva dichiarato illecito il trattamento dei dati dei clienti effettuato dalla società telefonica e vietato l’ulteriore uso di tali dati a fini di marketing.

Leggi il resto dell’articolo

DJI è nei guai per corruzione

di Antonino Caffo

Il più grande produttore al mondo di droni consumer, DJI, ha scoperto diversi casi di grave corruzione all’interno dell’azienda, con la conseguenza di dover sostenere spese che la porteranno a perdere, per l’esercizio 2018, oltre 1 miliardo di yuan (150 milioni di dollari).

Leggi il resto dell’articolo

Antitrust multa Sony per 2 milioni di euro

di Candido Romano

PlayStation Plus, il servizio in abbonamento di Sony per giocare online su PlayStation 4, è a pagamento, ma l’azienda è stata poco chiara nel comunicarlo. Per questo l’AGCM, Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, ha comminato all’azienda giapponese una multa di 2 milioni di euro, dopo un procedimento istruttorio. In particolare la multa è diretta verso Sony Interactive Entertainment Europe, Sony Interactive Entertainment Europe Network e Sony Interactive Entertainment Italia.

Leggi il resto dell’articolo

AGCOM dovrà modificare la multa erogata a Vodafone

di Filippo Vendrame

La vicenda delle bollette a 28 giorni sembra non volersi chiudere. Dopo la clamorosa sentenza del TAR che annulla la multa milionaria erogata da AGCOM nei confronti di Wind Tre, il TAR torna nuovamente protagonista chiedono ad AGCOM di rivedere la multa erogata a Vodafone. Trattasi della medesima multa milionaria che il TAR ha annullato a Wind Tre.

Leggi il resto dell’articolo

Wind Tre, annullata la multa milionaria dal TAR

di Filippo Vendrame

Il TAR ha deciso di annullare la multa milionaria che AGCOM aveva erogato a Wind Tre per la nota vicenda delle bollette ogni 28 giorni. Con una sentenza clamorosa, il TAR ha deciso di annullare quanto AGCOM aveva deciso attraverso la delibera del 19 Dicembre 2017 in cui comminava a Wind Tre una pesante sanzione per non aver adempiuto al ritorno al sistema di fatturazione su base mensile, continuando a fatturare ai suoi clienti ogni 28 giorni. Una multa del valore di ben 1.160.000 euro.

Leggi il resto dell’articolo

❌