Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Come migliorare le prestazioni dell’auto con gli ammortizzatori adattativi KONI Special Active

di redazione

Prestazioni dell’auto al top con gli ammortizzatori adattativi KONI Special Active, una nuova linea di ammortizzatori in grado di migliorare anche perfomance e comfort in tutte le condizioni di guida. Tutto ciò in modo assolutamente meccanico grazie al brevetto FSD.

Special Active è l’ultima generazione di ammortizzatori KONI in grado di ottenere il miglior risultato bilanciando prestazione e comfort. Il cuore di questi performanti componenti è il brevetto KONI FSD (Frequency Selective Damping) cioè il pacchetto valvole speciali sul pistone dell’ammortizzatore che gli consente di adattarsi automaticamente, ma in modo meccanico, alle condizioni della strada.

Come funziona il brevetto FSD sugli ammortizzatori adattativi KONI

Il brevetto FSD prevede un “pacco” valvole sul fondo del pistone che lascia inalterata la compressione, ma modifica l’estensione secondo i due parametri di frequenza delle sollecitazioni (Hz, Hertz cioè cicli al secondo) e velocità del pistone (m/s). Di solito si agisce su quest’ultimo parametro (è già un lusso!), ottenendo una forza diversa per differenti velocità di traslazione.

Sui KONI Active il meccanismo è congeniato per reagire ad entrambi i parametri in modo “automatico” e in modalità “meccanica”, certamente più affidabile, restituendo un’intensità di reazione (forza del pistone in Newton, N) adeguata a quello che aveva in testa il progettista KONI, cioè garantire comfort, stabilità e risposta sincera del mezzo ai loro clienti utilizzatori.

Il brevetto FSD va proprio ad agire sul miglioramento tecnico, ma “vestito” su ogni singolo modello, modificando il “carattere” della vettura. Insomma, l’auto ti “parlerà” (tecnicamente restituzione delle sollecitazioni al cervello) in maniera diversa, e quasi sicuramente migliore.

Ammortizzatori adattativi KONI – Il test su auto

Una Mustang V8 da 5 litri, un’Audi A4 serie S 2.0 TFSI Avant Sportline e un pick up turbodiesel Mercedes Benz X-Class cos’hanno in comune? Assolutamente nulla ed è meglio che sia così! Però dimostrano la versatilità del brevetto FSD! Su questi modelli, con e senza FSD, abbiamo percorso quasi 200 Km da Barge (CN), dove ha sede lo stabilimento più grande al mondo di pastiglie freni per automobili gestito dall’ITT statunitense oggi proprietaria di KONI.

I 200 codici degli ammortizzatori Koni Special Active sono consultabili sul sito web di Motorquality.

L’articolo completo con tutti i dettagli su funzionamento e test degli ammortizzatori KONI Special Active è su Elaborare 253.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 253 Ottobre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Ottobre n° 253 2019

L'articolo Come migliorare le prestazioni dell’auto con gli ammortizzatori adattativi KONI Special Active proviene da ELABORARE.

Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI, ecco il test con ammortizzatori Koni Sport

di redazione

Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI? Il test con ammortizzatori Koni Sport ha riscontrato, sia in modo strumentale che su strada, un notevole miglioramento prestazionale!

Come scegliere l’assetto migliore

In Italia siamo sempre alla disperata ricerca di cavalli da infilare sotto al cofano, trascurando completamente il comparto sospensioni e ancor più l’impianto frenante. Questo è un errore madornale perché possiamo avere tutta la potenza che vogliamo, ma se non viene scaricata a terra e gestita come si deve, non potremmo disputare nemmeno una gara di accelerazione sul dritto, per non parlare della paga che prenderemmo nei Time Attack o anche in un semplice track day. Il test con ammortizzatori Koni è la prova che ci voleva!

Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI

Per il test con ammortizzatori Koni abbiamo scelto una delle auto più vendute in Europa, la VW Golf VI del 2010; ovviamente non poteva che essere una GTI equipaggiata con il nobile 2.0 TSI da 211 CV. Per ridurre al minimo le variabili in gioco abbiamo scelto di sostituire solo gli ammortizzatori, lasciando gli elementi elastici di serie, optando per un kit completo “Koni Sport”, Marchio distribuito dalla Motorquality e montato dalle sapienti mani dell’Officina “Simoncini” di Pomezia (RM).

Come scegliere l'assetto migliore su Golf GTI, ecco il test con ammortizzatori Koni Sport

Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI – Gli ammortizzatori Koni Sport

Sostanzialmente i “Koni Sport” non sono per l’utente che cerca le prestazioni estreme in pista, ma per la fetta di clienti che predilige un utilizzo stradale della vettura, solo con un pizzico di sportività in più e quindi devono essere un mix ottimale tra performance e comfort. Questi ammortizzatori, progettati per auto che hanno già di serie un’impostazione sportiva, permettono di effettuare uno step in termini prestazionali, garantendo un upgrade sia a livello di controllo sia di stabilità; inoltre, aspetto che non va sottovalutato, assicurano un netto miglioramento della frenata.

Come scegliere l'assetto migliore su Golf GTI, ecco il test con ammortizzatori Koni Sport

Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI – Gli ammortizzatori Koni Sport, la prova su strada

Finita l’operazione è arrivato il momento del test auto. Il sostegno garantito alla VW Golf GTI è decisamente più massiccio e la tenuta di strada ne ha beneficiato in modo evidente. È chiaramente più dura nella risposta in presenza di buche profonde, mentre la sospensione riesce a copiare meglio le irregolarità dell’asfalto, garantendo quindi una buona impronta della gomma a terra. Sebbene sia stato scelto un settaggio non eccessivamente rigido fra quelli disponibili, i Koni Sport necessitano di un tempo più lungo per stabilizzarsi dopo una profonda sconnessione dell’asfalto.

L’articolo completo con tutti i dettagli sul test degli ammortizzatori Koni Sport è su Elaborare 242.

Come scegliere l'assetto migliore su Golf GTI, ecco il test con ammortizzatori Koni Sport

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 242 Ottobre 2018

 

L'articolo Come scegliere l’assetto migliore su Golf GTI, ecco il test con ammortizzatori Koni Sport proviene da ELABORARE.

Distributore KONI Italia è Motorquality

di Paolo Turco

Distributore KONI Italia – Motorquality annuncia con entusiasmo questa nuova importante partnership con KONI, marchio famoso per l’eccellenza dei suoi prodotti. KONI è uno dei più importanti produttori internazionali di ammortizzatori che, da sempre, si è contraddistinto per l’elevata qualità di questi componenti ed in Italia è stato finora rappresentato dalla storica azienda WEISS

Distributore Koni Italia

A Motorquality è affidata la distribuzione in Italia delle linee KONI Sport, Koni Str.T, Koni Classic, Koni Heavy Track e Raid e KONI Special Active, che offrono performance senza compromessi. KONI si aggiunge, dunque, ai marchi prestigiosi distribuiti in Italia in esclusiva da Motorquality, allargando in maniera significativa il portafoglio dei prodotti offerti dall’Azienda milanese.

INFO
Motorquality S.p.A.
Via Carducci, 125 – 20099
Sesto San Giovanni (MI) – Italy
+39 02249511 – info@motorquality.it

L'articolo Distributore KONI Italia è Motorquality proviene da ELABORARE.

❌