Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Le dieci migliori serie Young Adult: i nostri consigli

di Stefania Ricco
Quando si parla di Young Adult (o YA, in gergo) si intendono romanzi rivolti principalmente a un pubblico di teenagers, ovvero ragazzi compresi tra i tredici e i diciannove anni. Ovviamente la definizione ha dei confini non così delineati, ed essendo caratterizzata da una fascia d’età comprende in sé diversi generi, e proprio come nel […]

Le 20 migliori auto elettriche: il test estremo in Norvegia

di Donato D'Ambrosi

Un super test invernale in Norvegia rivela quali sono le migliori auto elettriche per autonomia della batteria e capacità di ricarica al freddo

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

I 10 guasti più frequenti di un’auto elettrica in inverno 2020

di Donato D'Ambrosi

I guasti più frequenti di un’auto elettrica in inverno sono molto simili a quelli di un’auto standard: ecco le panne maggiori che richiedono l’intervento del carroattrezzi

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

10 errori da non fare quando si guida sulla neve o il ghiaccio

di Donato D'Ambrosi

Guidare sulla neve o il ghiaccio con le gomme invernali o tenere le catene a bordo (resta aggiornato sull’elenco delle ordinanze invernali in ogni regione) a volte non basta ecco perché abbiamo raccolto un vademecum con gli errori più frequenti da non fare quando si guida in inverno e  i consigli utili per gli automobilisti in una breve guida su come prepararsi al meglio ad affrontare situazioni di guida più o meno difficoltose. Vediamo di seguito i 10 errori da non fare nella guida su neve o ghiaccio che puoi condividere tra le persone che hai a cuore!

1.GUIDA SU NEVE O GHIACCIO: NON RISCHIARE

Se affacciandosi alla finestra non si vede null’altro che bianco è il caso di soffermarsi a pensare se davvero vale la pena uscire con l’auto  e sottovalutare le insidie che neve e ghiaccio nascondo. Ciò non significa blindarsi in casa ma essere consapevoli che potremmo non essere adeguatamente equipaggiati. Per essere sicuri meglio approfondire qui come preparare l’auto ad affrontare l’inverno.

2.NON GUIDARE ALLA CIECA

Potrebbe sembrare scontato ma non lo è, considerando che l’abitudine maturata durante l’anno di attaccarsi ai tergicristalli per rimuovere qualsiasi cosa dal parabrezza, anche quando il vetro è ghiacciato si spera nel miracolo delle spazzole anteriori. Se con qualche difficoltà si guadagna uno spioncino da cui sbirciare la strada, vetri laterali e lunotto passano in secondo piano pur di partire. Non c’è niente di più pericoloso che limitare il proprio campo visivo senza riuscire a vedere le auto sopraggiungere agli incroci. Meglio dotarsi di uno spray de-ghiacciante da tenere in casa per scongelare in pochi secondi i vetri e le guarnizioni attaccate che impediscono l’apertura degli sportelli.

3.PRIMA DI PARTIRE PENSATE AL COMFORT

Una volta saliti a bordo bisogna ricordarsi che l’auto sarà gelida e pensare di aspettare che il condizionatore d’aria (scalda l’aria sfruttando l’acqua calda del sistema di raffreddamento in uscita dal motore) vada a regime è pura utopia. In questi casi meglio impostare una temperatura adeguata tramite il climatizzatore, ricordandosi poi di spegnerlo se l’auto non riesce a svincolarsi da partenze difficoltose; più avanti vediamo come non partire su neve o ghiaccio. Leggi qui come usare il climatizzatore nel modo corretto anche in inverno e qui sotto un video sulla corretta manutenzione del climatizzatore.

4.LA PARTENZA SULLA NEVE O GHIACCIO

L’istinto al volante quando si guida su neve o ghiaccio ci spinge a comportarci come siamo abituati a fare: cintura di sicurezza (il minimo, si spera), prima marcia e via. E’ la situazione più difficoltosa in cui si possa trovare l’auto soprattutto se l’asfalto è coperto da uno spesso strato di neve schiacciata da altre auto o da un sottile strato di ghiaccio (si nota dall’aspetto più scuro e lucido dell’asfalto). In situazioni del genere partire con la seconda marcia è il consiglio comune più valido ricordandosi però che il rilascio della frizione deve essere molto dolce evitando anche di affondare sull’acceleratore. Meglio mantenere una velocità costante, bassa (va ricordato che con le catene da neve il limite scende a 50 km/h e in alcuni casi è consigliato anche 40 km/h se si montano le calze da neve, approfondisci qui il test di salita di calze e catene da neve). Ciò non toglie che la prima marcia possa essere utilizzata se le condizioni della strada lo consentono.

5. COME GUIDARE IN SALITA CON LA NEVE

Una volta raggiunta una buona motricità è meglio non perderla, quindi avanzare con una velocità bassa ma costante poiché ripartire da fermo in salita potrebbe essere più impegnativo. Uno degli errori più pericolosi riguarda la disattivazione dei controlli elettronici di sicurezza e assistenza alla guida. Disattivare il controllo di trazione può aiutare in caso di partenza in piano con le catene da neve (leggere sempre quanto consigliato dal manuale dell’auto) ma il controllo di stabilità è meglio lasciarlo attivato (laddove disinseribile) poiché soprattutto in salita aiuta a mantenere motricità e aderenza. E se si sente qualche pneumatico slittare non bisogna farsi prendere dal panico ma mantenere la giusta andatura (meglio quindi non frenare o decelerare di colpo).

6. COME GUIDARE IN SALITA CON LA NEVE

Anche se sembrerebbe una follia consigliare di non usare  freni, in realtà è così: quando si guida su neve e ghiaccio bisogna rispolverare i consigli sul freno motore della scuola guida. Mantenere quindi le marce alte e scalarle rilasciando dolcemente la frizione riduce la velocità tenendo motricità sulle ruote. E’ pur vero che in caso di emergenza o per arrestare l’auto il freno va utilizzato ma cercando di non stuzzicare troppo l’ABS. Il motivo è semplice: sulla neve o il ghiacciogli spazi di arresto raddoppiano, ma non tutti lo ricordano.

7. LA PRECEDENZA IN CASO DI NEVE O GHIACCIO

Quando si guida su neve o ghiaccio, soprattutto se le temperature sono calate drasticamente e all’improvviso, bisogna essere consapevoli che non tutte le auto incrociate in strada potrebbero essere ben equipaggiate con gomme invernali  o essere preparati ad una guida preventiva. Questo significa che andrebbero evitate le manovre brusche, raggiungendo invece gli incroci con una velocità bassa in modo da tenere a distanza le altre auto, soprattutto quelle in evidente difficoltà. La cosa migliore da fare è agevolare il passaggio o l’immissione senza rischiare il contatto.

8. INCASTRARSI SUI BINARI DI NEVE

E’ quasi sempre la strada più facile quella già battuta dalle altre auto che ci spinge a infilare le ruote nei solchi scavati da altri. In realtà diventa un binario da cui diventa difficile uscire nel caso si presenti qualche ostacolo improvviso davanti. Meglio evitare i canali nella neve e se la neve è molto compatta e il ghiaccio mette a dura prova anche gli pneumatici invernali l’unica soluzione è fermarsi in un luogo sicuro e montare le catene da neve per disimpegnarsi magari con l’auto carica di passeggeri e bagagli.

9. GOMME INVERNALI SOLO DAVANTI

Quando si acquista un SUV l’idea di poter scalare le montagne è forte ma questa convinzione si scontra con i limiti fisici e climatici: la maggior parte dei SUV in commercio infatti è equipaggiato di serie con pneumatici M+S (vedi cosa cambia rispetto alle vere gomme termiche) non adatti ad avanzare sulla neve – nel video qui sotto invece puoi vedere le differenze tra gomme All season e Invernali. Pensare di affidarsi alla trazione integrale o montare le gomme invernali solo su un asse è fortemente sconsigliato. Curiosi di sapere che succede? Guarda i video dei test con gomme estive e invernali su auto a trazione integrale.

10. CATENE DA NEVE QUESTE SCONOSCIUTE

Le catene da neve spolverate a novembre e riposte nel bagagliaio dell’auto per superare i controlli su strada servono a poco. E la situazione peggiora quando si chiedono in prestito catene da neve di emergenza ad amici e conoscenti in occasioni di sporadici weekend in montagna (tanto nessuno ai  posti di blocco controlla se sono della misura giusta, si crede). Non è raro vedere automobilisti alle prese con catene aggrovigliate e arrugginite (anche nuove appena comprate in area di servizio) alle prese con tragicomiche imprese di montaggio. Il consiglio sempre valido è prepararsi a casa a montare e smontare più volte le catene tenendo le istruzioni a portata di mano. Solo così si potrà guidare sereni e sicuri di non restare bloccati nel bel mezzo di una forte nevicata.

The post 10 errori da non fare quando si guida sulla neve o il ghiaccio appeared first on SicurAUTO.it.

Guidare l’auto in inverno: la velocità è il maggiore rischio in Europa

di Donato D'Ambrosi

Guidare l’auto in inverno può essere un problema a causa dell’asfalto bagnato e delle condizioni di luce, almeno è così molti neopatentati alle prime armi. Secondo un sondaggio commissionato da Nokian invece, gli errori nella guida su neve e ghiaccio sono secondi a un’abitudine di pestare il piede sull’acceleratore. Ecco quali sono i maggiori rischi della guida invernale in Germania, Francia, Italia, Polonia e Repubblica Ceca.

GUIDARE IN INVERNO: I RISCHI MAGGIORI IN EUROPA

Il pericolo legato alla velocità è sottolineato in particolare dai polacchi e dai tedeschi (rispettivamente il 57% e 56% degli intervistati). La velocità è anche il principale fattore di rischio per i cechi (52%) e gli italiani (43%). Gli automobilisti francesi sono stati gli unici a indicare le strade scivolose e innevate come il fattore di rischio più importante (45%), mentre solo il 32% degli intervistati ha dichiarato che la velocità è il comportamento più pericoloso quando si è alla guida. Negli altri Paesi coinvolti nel sondaggio, le strade ghiacciate sono state indicate come la seconda minaccia più importante (ad eccezione della Germania). Il terzo fattore di rischio più rilevante di guidare in inverno è il mancato rispetto della distanza di sicurezza dal veicolo che precede. La distanza di sicurezza è un rischio più sentito dai tedeschi (il 50% rispetto al 25% e al 33% degli altri Paesi).

GLI PNEUMATICI INVERNALI E I RISCHI IN INVERNO DELLE GOMME NON CONFORMI

In media, solo il 29% degli intervistati ha indicato l’uso di pneumatici usurati come fattore di rischio sulla strada, un dato basso, all’ottava posizione tra i fattori di rischio. Allo stesso tempo, alla domanda specifica sulle possibilità di migliorare la sicurezza in inverno, gli automobilisti hanno indicato più spesso l’uso di pneumatici invernali (quasi due su tre; circa l’80% in Italia). Il secondo miglior modo per aumentare la sicurezza, secondo gli intervistati, è quello di controllare l’usura del battistrada, mentre il terzo è quello di verificare le condizioni del sistema frenante dell’auto.

GUIDARE IN INVERNO CON LE CATENE DA NEVE: I PAESI CHE LE USANO DI PIU’

Pochi automobilisti sentono la necessità di utilizzare le catene da neve sulle strade invernali: solo il 14% degli automobilisti europei, infatti, ha indicato che questo accessorio ha contribuito a migliorare la sicurezza. Questo è dovuto, probabilmente, al fatto che le catene da neve sono necessarie solo su specifici tratti in salita, ad esempio in montagna. Ciò spiega in gran parte perché questo equipaggiamento è importante per quasi un quarto dei francesi e una percentuale leggermente più bassa di italiani.

The post Guidare l’auto in inverno: la velocità è il maggiore rischio in Europa appeared first on SicurAUTO.it.

Gli accessori auto più utili per l’inverno da tenere nel bagagliaio

di Donato D'Ambrosi

Cosa potrebbe mai succedere in inverno? Gli imprevisti con l’auto in inverno sono talmente tanti che non è facile prepararsi a tutto. Ma se avete fatto una costante manutenzione auto, partire in sicurezza è molto più facile avendo a bordo gli accessori auto più utili. Dalla guida di tutti i giorni ai weekend sulla neve ogni utensile può tornare utile a trarsi d’impaccio o aiutare altre auto in panne. Ma visto che il bagagliaio delle auto non è infinito, cerchiamo di ridurre allo stretto indispensabile gli accessori auto più utili da tenere in auto per l’inverno.

1.CAVI AVVIAMENTO BATTERIA

I cavetti per l’avviamento della batteria scarica sono un must per guidare in sicurezza durante l’inverno. Attenti però alla scelta dei cavi di emergenza di buona qualità poiché non tutti sono uguali, a parte l’aspetto e i colori rosso e nero. Avere a bordo i cavi di emergenza serve a poco se non si conosce la procedura corretta per collegare la batteria scarica a quella di soccorso. Il video qui sotto spiega in modo facile e chiaro come avviare anche le auto moderne.

2.COMPRESSORE E KIT RIPARAZIONE FORATURE

In inverno le gomme si sgonfiano più in fretta che in estate ed è molto probabile che spostandosi di molti chilometri verso città innevate sia necessario controllare la pressione delle gomme. Avere a bordo un compressore portatile 12V diventa indispensabile soprattutto se in caso di foratura utilizzate un kit per la riparazione di emergenza.

3.CINGHIA DI TRAINO

Restare bloccati al punto da dover richiedere il carroattrezzi è più improbabile di una batteria scarica in inverno, ma comunque possibile se nessuno può aiutarvi ad avviare l’auto. Per tutte le situazioni in cui l’auto non riesce a ritornare in strada per la neve, il fango o se serve trainarla per brevi tratti bisogna fare ricorso alla cinghia di traino. Attenzione però, poiché il traino e il soccorso sono regolamentati dall’articolo 165 del CdS.

4.TORCIA

Una comune torcia a led dovrebbe far parte della trousse standard di qualsiasi automobilista e in inverno averne una può essere di particolare aiuto. In inverno infatti le ore di luce si riducono e se non c’è illuminazione pubblica anche una banale foratura diventa un problema insormontabile senza torcia. E’ vero che molti cellulari ce l’hanno di serie, ma meglio preservare la carica per potersi tenere in contatto con i mezzi di soccorso.

5.KIT DI PRONTO SOCCORSO INVERNALE

Come la torcia, anche il kit di pronto soccorso dovrebbe essere sempre in auto e controllato annualmente per verificarne la scadenza. Non è obbligatorio avere il kit di primo soccorso in auto, ma se pensate di acquistarlo assicuratevi che all’interno ci siano anche le coperte termiche utili nell’attesa del carro attrezzi.

6.SPRAY DEGHIACCIANTE PER VETRI

In base alle località e all’ora in cui si va al lavoro trovare i vetri dell’auto ghiacciati non è raro e ricorrere allo spray deghiacciante previene anche il rischio di scheggiature o rigature. Attenzione però poiché pulire preventivamente il parabrezza facilitare di molto la rimozione del ghiaccio. Lo stesso vale per le guarnizioni delle portiere: se idratate in anticipo con prodotti appositi si previene l’effetto ventosa degli sportelli bloccati.

7.LAMPADINE DI RICAMBIO

Le lampadine di ricambio per i fari non sono obbligatorie in auto, ma averne di ricambio vi permetterà di proseguire un viaggio in totale sicurezza. E’ pur vero che non sempre cambiare le lampadine bruciate è come cambiare i tergicristalli, ecco perché può essere utile allenarsi in garage.

The post Gli accessori auto più utili per l’inverno da tenere nel bagagliaio appeared first on SicurAUTO.it.

Bridgestone riceve il premio per i migliori pneumatici invernali 2019

di Donato D'Ambrosi

Il test dei migliori pneumatici invernali 2019 – 2020 ha premiato Bridgestone come produttore dell’anno delle gomme per l’inverno 2019. Ad assegnare il premio a Bridgestone è stata la rivista tedesca Auto Bild dopo aver testato oltre 100 gomme invernali e quattro stagioni in numerose prove. Tra i migliori pneumatici su neve, bagnato e asciutto solo Bridgestone è risultata la gomma invernale più equilibrata. Ecco i dettagli del test e della gomma invernale migliore secondo il magazine tedesco.

PREMIO AL MIGLIOR PRODUTTORE DI GOMME INVERNALI 2019

Tra 18 produttori di pneumatici invernali, Bridgestone ha surclassato tutti nel Supertest invernale. Il premio come miglior produttore di pneumatici a Bridgestone è il risultato di una serie di valutazioni, inclusa quella fatta su 53 pneumatici invernali di dimensione 225/45 R17. Obiettivo del test è stato individuare i migliori pneumatici invernali con il minore spazio di frenata su asciutto, bagnato e neve. Tra tutte le gomme invernali testate da Auto Bild, l’ha spuntata il Bridgestone Blizzak LM005.

LA GAMMA DELLE GOMME INVERNALI BRIDGESTONE MIGLIOI NEI TEST 2019

Il Bridgestone Blizzak LM005 della gamma invernale, per vettura, per SUV e per la mobilità estesa, ha dimostrato alti livelli di sicurezza in tutte le condizioni di guida in inverno nella misura 225/45 R17. È disponibile in 118 misure (dai 14” ai 21’’) ma solo 24 misure sono dotate della tecnologia DriveGuard integrata. Mentre 46 ulteriori misure saranno introdotte nel 2020, con un’espansione della gamma fino ai 22 pollici.

MIGLIORI PNEUMATICI INVERNALI CON ETICHETTATURA “A”

E’ il miglior pneumatico invernale con etichettatura europea “A”, la più alta della categoria, per aderenza sul bagnato su tutta la gamma. Inoltre i test dell’ente indipendente TÜV SÜD hanno certificato gli pneumatici invernali Bridgestone Blizzak LM005 tra i migliori pneumatici invernali per le categorie “frenata su neve”, “frenata su ghiaccio” e “aderenza su neve”. Le performance di Bridgestone sono state poi confermate da Auto Bild, che ha classificato Blizzak LM005 come “Esemplare” secondo i risultati dei test invernali 2019 con la misura 225/45 R17.

The post Bridgestone riceve il premio per i migliori pneumatici invernali 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Come vestire i bambini in inverno e allacciarli al seggiolino correttamente

di Donato D'Ambrosi

Allacciare correttamente i bambini nel seggiolino auto è più difficile in inverno. Il dilemma di molti genitori su come vestire i bambini in inverno per non farli ammalare è un argomento caldo anche per la sicurezza in auto. E’ corretto allacciare i bambini nel seggiolino con il giubbotto addosso? Quali sono gli indumenti più pratici da mettere a un bambino in inverno senza compromettere la sicurezza in caso d’incidente? Ecco i consigli per i genitori che in inverno sono più esposti al rischio di allacciare il bambino al seggiolino auto nel modo sbagliato.

COME VESTIRE UN BAMBINO IN INVERNO

Quando si allaccia il bambino nel seggiolino auto, il piumino imbottito non aiuta a capire quanto strette sono le cinture e per il timore di tirarle troppo si lascia un lasco eccessivo. C’è poi il rischio che i materiali sintetici favoriscono lo scivolamento del bambino in caso di incidente, che aumenta se il giubbottino è sbottonato. Come andrebbero vestiti allora i bambini inverno? Il consiglio unanime degli esperti è togliere il piumino al bambino prima di metterlo nel seggiolino. Inoltre, vestire il bambino con più strati sottili aiuta a tenerlo caldo senza l’effetto spugna delle cinture che affondano nel giubbotto.

GLI ERRORI PIU’ FREQUENTI CON IL SEGGIOLINO

I piumini e i giubbotti imbottiti sono gli indumenti più caldi per un bambino e pratici perché sono più leggeri. Quando i bambini salgono in auto però vengono allacciati al seggiolino con il giubbotto indossato. E’ l’errore più frequente in inverno con i bambini in auto se poi non si stringono correttamente le cinture del seggiolino. Per evitare di commettere errori con i bambini nel seggiolino, è consigliabile togliere il giubbotto. Poi assicurarsi che le cinture siano abbastanza strette in modo che ci sia solo lo spazio di un dito. Nel video qui sotto guarda tutti gli errori da evitare nel montaggio del seggiolino.

IN INVERNO COL CALDO E IL FREDDO IN AUTO: COSA FARE

Vestire i bambini in inverno e combattere gli sbalzi di temperatura è la missione di tutte le mamme. Quando si sale in auto si corre lo stesso rischio dei riscaldamenti a palla nelle abitazioni. Se l’abitacolo è riscaldato e il clima acceso, torna ancora più utile togliere il giubbotto al bambino prima di allacciarlo nel seggiolino. Se invece in auto l’abitacolo è freddo può essere utile coprire le gambe del bambino con il suo stesso giubbotto. Va da se che anche un piccolo plaid o una copertina da viaggio torna utile. L’importante è ricordare che vestire un bambino in inverno non deve comportare una scelta tra coprirli troppo o farli stare comodi, ma una via di mezzo che non trascuri la sicurezza in auto.

The post Come vestire i bambini in inverno e allacciarli al seggiolino correttamente appeared first on SicurAUTO.it.

Cambiare le gomme: prezzi degli pneumatici invernali e quattro stagioni 2019

di Donato D'Ambrosi

Quando è il momento giusto di cambiare le gomme invernali o montare le quattro stagioni? Un po’ dipende dalla convenienza dei prezzi degli pneumatici invernali 2019 ma anche dalle ordinanze gomme e catene da neve che si attivano spesso a macchia di leopardo. Se sei in procinto di cambiare le gomme estive con quelle invernali o quattro stagioni, ecco la top10 dei migliori pneumatici invernali secondo le ricerche online, con marche e prezzi medi. Se invece stai cercando consigli sulla scelta tra pneumatici invernali e quattro stagioni, ecco un video che aiuta a capirne le differenze e i vantaggi.

TOP10 DEI MIGLIORI PNEUMATICI SUL WEB

Cambiare le gomme invernali al posto delle estive è inevitabile per chi guida frequentemente su strade soggette alle ordinanze invernali. Per gli sciatori occasionali invece ci sono le catene da neve o i ragni. A circa un mese dall’entrata in vigore dell’obbligo di montare gomme invernali, è già possibile cambiare le gomme estive con quelle invernali (ma occhio all’indice di velocità che deve essere uguale sul libretto di circolazione). E chi è alla ricerca delle migliori gomme invernali del 2019 si è messo in moto da un pezzo. L’Osservatorio di un noto motore di ricerca online ha così stilato la Top10 delle marche di pneumatici più cercati online. Ecco cosa è cambiato nelle preferenze degli automobilisti alla ricerca degli pneumatici invernali migliori 2019 – 2020.

GOMME INVERNALI E QUATTRO STAGIONI, COSA CAMBIA

I migliori pneumatici invernali e quattro stagioni 2019 secondo le ricerche web vedono in testa Michelin, Hankook e Pirelli sul podio. L’indagine si basa sulle ricerche effettuate online nella categoria degli pneumatici auto tra settembre 2018 e settembre 2019 e nella tabella qui sopra si può vedere cosa è cambiato negli ultimi 2 anni. Nonostante il prezzo maggiore rispetto alle gomme invernali gli automobilisti continuano ad essere interessati alle gomme quattro stagioni. La scelta tra le gomme invernali e le gomme quattro stagioni dipende molto dalla criticità delle condizioni invernali che si affrontano alla guida. Il video qui sotto spiega in modo molto semplice cosa cambia tra gomme estive, invernali e quattro stagioni.

QUANTO COSTA CAMBIARE LE GOMME INVERNALI 2019

Il prezzo degli pneumatici invernali e quattro stagioni dipende dalla dimensione, e non escludono nessun veicolo, dall’utilitaria ai veicoli commerciali. Per capire quanto costa cambiare le gomme in inverno, l’indagine ha preso in considerazione un’utilitaria con ruote da 14 pollici e pneumatici 175/65R14 82T. In base ai prezzi rilevati ad inizio settembre 2019, il prezzo degli pneumatici invernali più economici è in media 27 euro per le gomme invernali Kumho Wintercraft. Il prezzo sale a 50 euro in media per Michelin e Pirelli, ma può anche superare 80 euro per le gomme invernali chiodate Maxxis Arctictrekker.

PREZZI 2019 DELLE MIGLIORI GOMME QUATTRO STAGIONI ONLINE

Mentre cambiare le gomme invernali è una ricerca che si concentra in particolare nelle regioni del centro nord, gli utenti interessati alle migliori gomme quattro stagioni sono spalmati su tutto il Paese. Il miglior prezzo rilevato per le gomme quattro stagioni online è 32 euro per gli pneumatici Fortuna e Imperial. Per le gomme Pirelli quattro stagioni invece il prezzo rilevato è di 67 euro, mentre in base ai modelli il prezzo medio degli pneumatici quattro stagioni Hankook varia da 42 a 54 euro. Un consiglio sempre valido comunque è rivolgersi a più installatori per confrontare vari preventivi, poiché acquistando le gomme online poi andrà aggiunto il costo di montaggio, equilibratura e convergenza.

The post Cambiare le gomme: prezzi degli pneumatici invernali e quattro stagioni 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

❌