Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 19 Febbraio 2019RSS feeds

Amazon, spedizioni a zero emissioni entro il 2030

di Filippo Vendrame

Amazon vuole che metà delle sue spedizioni siano ad emissioni zero entro il 2030. La società di Jeff Bezos ha alle spalle una lunga storia di progetti focalizzati sulla sostenibilità ed il risparmio energetico. Si pensi, per esempio, ai programmi innovativi come Frustration Free Packaging e Ship in Own Container oltre alla sua vasta rete di parchi solari ed eolici, senza dimenticarsi degli investimenti nell’economia circolare con il Closed Loop Fund.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon Gaming Week, tanti sconti per i giocatori

di Filippo Vendrame

Buone notizie per tutti gli appassionati di gaming. Amazon, infatti, ha lanciato la nuova promozione Gaming Week. Sino al 24 febbraio, il colosso dell’ecommerce proporrà tantissimi sconti su una ricca selezione di prodotti dedicati al gaming come videogiochi, tastiere, mouse, monitor, accessori vari e tantissimo altro ancora.

Leggi il resto dell’articolo

Ieri — 18 Febbraio 2019RSS feeds

Mercato Unico Digitale, un’altra spallata ai colossi del Web affinché siano equi con le PMI europee

di Dario D'Elia
In Europa le piattaforme e-commerce, quelle di prenotazione e i motori di ricerca non potranno più discriminare i fornitori e dovranno essere trasparenti anche nel posizionamento delle offerte. Queste le principali novità introdotte dal nuovo regolamento approvato venerdì dal Parlamento europeo, il Consiglio dell’Unione europea e la Commissione europea. A seguito della prossima pubblicazione ufficiale […]
Meno recentiRSS feeds

Amazon, niente sede a New York

di Antonino Caffo

Amazon ha cancellato i piani per costruire un secondo quartier generale a New York, in seguito al respingimento da parte di residenti e legislatori locali, preoccupati di ciò che potrebbe accadere in un’area già ad alta densità di traffico.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon Moments per il rewarding degli utenti

di Filippo Vendrame

Gli sviluppatori di app e siti web cercano sempre di trovare nuovi modi migliori per mantenere i propri utenti all’interno delle loro piattaforme il più a lungo possibile. Per aiutare a centrare questo obiettivo, Amazon ha lanciato Moments, un servizio di rewarding degli utenti che consentirà agli sviluppatori di creare dei “Moments” (momenti), cioè delle azioni che gli utenti dovranno compiere all’interno delle piattaforme per essere premiati con dei regali. Queste azioni possono essere la sottoscrizione di un abbonamento o il raggiungimento di alcuni target.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon in Romagna con un nuovo centro logistico

di Filippo Vendrame

Amazon continua ad investire in Italia annunciando l’apertura in un nuovo centro logistico che sorgerà nel comune di Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini. I permessi per la costruzione della nuova sede del colosso dell’ecommerce in Italia sarebbero in dirittura d’arrivo tanto è vero che è la stessa amministrazione comunale di Santarcangelo di Romagna ad annunciare il nuovo progetto della società americana.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon lancia due brand di arredamento in Italia

di Filippo Vendrame

Amazon ha annunciato un’interessante novità per tutti coloro che necessitano di arredare la propria casa. Il colosso dell’ecommerce ha dunque svelato Movian e Alkove cioè i suoi nuovi brand di mobili per l’Italia, che propongono pezzi di arredamento per il salotto, la sala da pranzo, il bagno e il resto della casa.

Leggi il resto dell’articolo

Nuova sede logistica Amazon a Santarcangelo (RN), presto 50 nuovi posti di lavoro

di Dario D'Elia
Amazon si appresta a costruire una nuova sede logistica presso Santarcangelo, nel riminese. Come ha confermato il sindaco Alice Parma, sono in via di definizione le procedure amministrative. Il centro dovrebbe sorgere “nel tratto di via Tosi compreso fra gli stabilimenti Marr e la ferrovia”. Si parla per ora della creazione di circa 50 nuovi […]

La lista nozze si crea su Amazon

di Filippo Vendrame

Buone notizie per tutte le coppie che stanno organizzando il loro matrimonio. La lista nozze, infatti, può essere creata e personalizzata all’interno di Amazon.it, scegliendo tra tutti i prodotti online, grazie ad Amazon Assistant. All’interno di Amazon.it, infatti, ha debuttato il servizio Lista Nozze, che sarà di aiuto alle coppie in procinto di sposarsi nella creazione della lista nozze ideale, offrendo loro un’esperienza altamente personalizzata.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon Scout, il robot corriere di Amazon

di Filippo Vendrame

Amazon pensa che in futuro gli ordini potranno essere consegnati ai clienti attraverso un sorta di corriere robot completamente automatizzato. La società di Jeff Bezos ha iniziato a testare Amazon Scout, un vero e proprio corriere robot pensato per sostituire il corriere umano nella consegna dei prodotti al cliente finale. Questo curioso robot dispone di dimensioni di un piccolo frigo ed è dotato di un piccolo scompartimento e di 6 ruote per muoversi agevolmente lungo i marciapiedi delle città.

Leggi il resto dell’articolo

Zalando testa le consegne in-home senza i clienti

di Filippo Vendrame

Zalando vuole risolvere i problemi di logistica per rendere lo shopping più smart e piacevole. Ogni cliente ha diverse esigenze e necessità in fatto di acquisti e la società ha quindi deciso di esplorare il potenziale di un nuovo servizio di consegne che punta ad andare in contro a quello che i clienti chiedono. L’innovazione è da sempre nel DNA della società e anche questo test rientra perfettamente nella volontà di proporre soluzioni nuove e che mettano al centro degli interessi i clienti. Webnews ha avuto di parlare con Remko Bakker, Team Lead Business Development di Zalando, per approfondire questo progetto.

Leggi il resto dell’articolo

Zalando abilita i pagamenti posticipati con carta di credito e bonifico bancario

di Dario D'Elia

Zalando, il servizio e-commerce specializzato nel settore moda e lifestyle, ha inaugurato due nuove opzioni di pagamento in Italia: “Prova prima, paga dopo!” e “Bonifico Bancario posticipato entro 18 giorni”. In pratica si tratta di metodi di pagamento posticipati: un’anteprima per il mercato italiano.

Nello specifico “Prova prima, paga dopo!” è un metodo di pagamento tramite carta di credito che consente di provare gli articoli ordinati, scegliere se tenere tutto o rendere ciò che non piace entro 10 giorni lavorativi. La chiave del meccanismo è legata al fatto che l’addebito sulla carta di credito è previsto entro due settimane dall’acquisto.

In pratica nella mail di conferma dell’ordine viene mostrata la data programmata del prelievo. “Durante l’acquisto ti verrà chiesto di inserire i dati della tua carta (Visa o Mastercard, NdR.), ma non sarà eseguita alcuna pre-autorizzazione”, spiega Zalando.

“Se renderai tutto l’ordine entro la scadenza programmata, non sarà addebitato alcun importo. Se sceglierai di rendere solo alcuni articoli dell’ordine entro le due settimane previste, ti addebiteremo soltanto ciò che hai scelto di tenere”. E oltre queste scadenze? Nessun problema, poiché si avranno 100 giorni per restituire il prodotto e quindi ottenere il rimborso.

Bonifico Bancario posticipato entro 18 giorni” è ancora più semplice. In pratica consente di pagare il proprio ordine entro 18 giorni dalla spedizione semplicemente selezionando la specifica voce in fase di acquisto. Ovviamente è compatibile anche con la possibilità di resi parziali.

“Siamo entusiasti di poter offrire un livello di convenienza mai visto prima dai consumatori italiani tramite questi nuovi servizi innovativi di pagamento posticipato”, ha commentato Lorenzo Pretti, Responsabile della Strategia Commerciale per il Sud Europa di Zalando. “Il nostro obiettivo è quello di offrire la massima personalizzazione per i nostri clienti, che nei diversi Paesi europei hanno differenti necessità, le quali cambiano nel tempo. In Francia abbiamo testato e lanciato con successo il sistema di pagamento posticipato con carta nel 2016. Per i clienti francesi, questo era un modo di pagare online completamente nuovo e oggi circa un terzo dei clienti francesi utilizza questa opzione di pagamento. Non vediamo l’ora di vedere i risultati anche in Italia”.

L'articolo Zalando abilita i pagamenti posticipati con carta di credito e bonifico bancario proviene da Tom's Hardware.

Iliad, subito al lavoro sulla rete 5G

di Filippo Vendrame

Iliad intende iniziare da subito a lavorare sull’implementazione della sua rete 5G non appena potrà disporre delle frequenze aggiudicate durante la recente asta. Trattasi di dichiarazioni importanti che arrivano direttamente da Benedetto Levi, AD di Iliad Italia, durante un’intervista ad Affari&Finanza della Repubblica. L’Amministratore Delegato dell’operatore francese ha fatto il punto della situazione a circa 7 mesi dal lancio di Iliad in Italia.

Leggi il resto dell’articolo

Zalando: prima compri e poi paghi

di Filippo Vendrame

Zalando rivoluziona il mercato dell’ecommerce in Italia introducendo i servizi di pagamento posticipati per offrire ai suoi clienti un’esperienza d’acquisto personalizzata. La piattaforma di ecommerce di prodotti alla moda continua, dunque, a mettere al centro dei suoi interessi le esigenze dei clienti annunciando la nuova forma di pagamento “Prova prima, paga dopo!” disponibile per i clienti che acquistano con carta e “Bonifico Bancario posticipato entro 18 giorni”.

Leggi il resto dell’articolo

Carte di credito: form di inserimento dati in Javascript

di Vito Gentile
Uno script che mostra come realizzare, in Javascript, un form di inserimento dei dati di una carta di credito. Leggi Carte di credito: form di inserimento dati in Javascript

Amazon, un Natale da record

di Filippo Vendrame

Natale da record per Amazon. Il colosso dell’ecommerce ha annunciato di aver superato ogni record grazie ai clienti in tutto il mondo, con il maggior numero di sempre di articoli ordinati a livello globale. La società di Jeff Bezos evidenzia che tra gli articoli più venduti quest’anno, si trovano il nuovo Echo Dot, la serie L.O.L. Surprise! Glam Glitter per i giocattoli, capi Carhartt per gli articoli moda e cuffie senza fili Bose QuietComfort tra i prodotti di elettronica.

Leggi il resto dell’articolo

Gli italiani sanno dei pericoli online, ma la febbre da shopping spazza via ogni cautela

di Valerio Porcu

Il 32% degli italiani ha “messo le proprie credenziali bancarie nelle mani sbagliate” durante le ultime settimane. Ad affermarlo è Kasperky Lab, che ha intervistato oltre 12mila persone in 22 Paesi per giungere a tale conclusione. In Italia, il 98% delle persone “dimostra di essere consapevole delle minacce finanziarie che possono annidarsi online”, ma questo non ha impedito che un terzo di loro si esponesse a qualche rischio.

La ricerca dimostra che molte persone ancora temono di spendere denaro online, e che “sfortunatamente le loro preoccupazioni sono fondate”. Il 32% ammette di aver subito il furto delle credenziali bancarie, e un quarto di loro non ha mai recuperato il maltolto.

Uno dei problemi, forse il più rilevante, è che un terzo delle persone non riesce a ricordarsi le proprie credenziali. Il che non sarebbe un problema se fossero conservate in modo sicuro, ma spesso si trovano su un file di testo non protetto; se si perde il telefono, chi lo trova potrà leggere quel file, vedere le vostre password e spendere i vostri soldi. Un rischio a cui si aggiunge quello del malware, sempre presente.

Un’altra abitudine pericolosa è il farsi prendere dalla foga del risparmio e inserire dati di pagamento su siti non sicuri. Molti inoltre non sono in grado di dire su quali e quanti siti hanno inserito tali dati; una difficoltà più che comprensibile considerata la grande quantità di negozi online a cui ci possiamo rivolgere. La nota curiosa, rivelano i ricercatori di Kasperky, è che il 48% si dice preoccupato per la sicurezza dei dati di pagamento, e la stessa percentuale “ammette di aver dimenticato o di non aver neanche cercato di ricordare su quali siti o quali applicazioni abbia effettivamente condiviso le proprie credenziali”.

Per rendere più sicuro lo shopping online sarebbe utile dunque una maggiore consapevolezza da parte delle persone, ma anche strumenti migliori. Non tutti sanno però che ce ne sono molti già disponibili: molte banche impongono o almeno offrono l’opzione di usare una doppia conferma prima di autorizzare una transazione. Altre permettono di creare una carta di credito virtuale solo per gli acquisti online. E ci sono le ricaricabili, che in caso di furto aiutano a contenere il danno. E ci sono strumenti come PayPal, ApplePay o GooglePay, che rendono un po’ più difficile un eventuale attacco. Questi nuovi strumenti, secondo Kaspersky, sono già usati dal 30% degli intervistati. Il 58% ha usato PayPal, e il 13% dice di aver usato una criptovaluta.

Per stare online e al sicuro la cosa più importante è avere buone abitudini. Ma anche un software di sicurezza è di grande aiuto, come Kaspersky Internet Security 2018.

L'articolo Gli italiani sanno dei pericoli online, ma la febbre da shopping spazza via ogni cautela proviene da Tom's Hardware.

Amazon rende lo shopping più divertente

di Filippo Vendrame

Amazon rende lo shopping più veloce, facile e divertente. All’interno dell’eshop italiano i clienti possono trovare i prodotti preferiti per la propria abitazione tramite animazioni 3D che permettono di vedere gli oggetti nella propria casa, osservarli da tutti gli angoli e chiedere personalizzazioni sulla base delle proprie preferenze. Le funzionalità Amazon Scout, Amazon AR View e Amazon 360 View si possono utilizzare su una selezione di prodotti dedicati alla casa, la cucina e la sala da pranzo, camere da letto, giardino e molto altro. Amazon evidenzia che nei prossimi mesi il catalogo sarà ampliato costantemente.

Leggi il resto dell’articolo

Buy and Share, l’Antitrust blocca 4 siti

di Filippo Vendrame

L’Antitrust italiano ha adottato 4 provvedimenti cautelari nei confronti di 4 siti che effettuavano vendite online di prodotti elettronici attraverso il meccanismo del così detto “Buy and Share“. Più nello specifico si tratta di una modalità di vendita che prevede che i consumatori possano acquistare un prodotto ad un prezzo particolarmente scontato ma che per poter ottenere il bene a quel prezzo devono impegnarsi a fare in modo che almeno altre 2/3 persone effettuino un analogo acquisto, aderendo ad una specifica lista.

Leggi il resto dell’articolo

Shopping online, più trasparenza nelle transazioni

di Filippo Vendrame

L’Unione Europea sta introducendo regole migliori e più chiare sia per le imprese che per i consumatori quando si tratta di vendite di beni. Il Consiglio Europeo ha dato il via libera alla direttiva sulle vendite di beni, che mira a fornire un quadro giuridico coerente in tutta l’UE, garantendo al contempo un livello elevato di protezione dei consumatori. La direttiva copre le transazioni a distanza (comprese quelle online), nonché le vendite dirette, per evitare la frammentazione e fornire maggiore chiarezza ai consumatori.

Leggi il resto dell’articolo

❌