Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Skoda Kamiq, il B-Suv furbo e “quasi” autonomo

di Tommaso Marcoli
Skoda entra nel mondo dei B-Suv, segmento tra i più vivaci e in crescita del mercato dell’automobile, con un nuovo modello: Kamiq. Quest’ultimo entra a far parte della famiglia di veicoli rialzati del marchio boemo, dopo Kodiaq e Karoq, con l’ambizione di divenire il membro di maggior successo in termini commerciali. Ma come riuscire a […]

Stephen Amell (Green Arrow) e Grant Gustin (Flash) hanno girato la loro ultima scena insieme

di Roberto Tavecchia
Nonostante le nuove stagioni degli show facenti parte dell’Arrowverse sono appena iniziate negli States, il viaggio di Stephen Amell come Oliver Queen sta per avviarsi alla sua naturale conclusione. La scorsa settimana, Amell ha condiviso sui social media che aveva girato la sua ultima scena con Supergirl per l’ultima volta, e lunedì ha invece condiviso […]

Dying Light: in arrivo crossover con Left 4 Dead 2

di Ivan Miralli
Nonostante i giocatori di tutto il mondo stiano aspettando con impazienza Dying Light 2, il cui lancio è previsto per i primi mesi del 2020, Techland non ha ancora finito di supportare il titolo originale, uscito nell’ormai “lontano” 2015 su PlayStation 4, Xbox One e PC. Stando infatti a quanto annunciato nella giornata di oggi dalla […]

Crisis on Infinite Earths: ci sarà anche Lucifer!

di Roberto Tavecchia
Più si susseguono le notizie di Crisis on Infinite Earths, e più il mega-crossover DC Comics assume connotazioni enormi: l’ultima indiscrezione vedrebbe unirsi un’altra special guest-star al gigantesco ed ambizioso evento televisivo, il Lucifer di Tom Ellis. La notizia arriva dall’account Twitter Canadagraphs, che in passato ha contribuito ad anticipare con scatti rubati ed indiscrezioni […]

Crisis on Infinite Earths: il destino di Flash è già segnato?

di Roberto Tavecchia
Una nuova dichiarazione rilasciata da Eric Wallace, showrunner di The Flash, lascia pochi dubbi sul destino del personaggio nell’imminente mega-crossover dell’Arrowverse, Crisis on Infinite Earths. Quando The Monitor è apparso per la prima volta in Elseworlds, il mega-crossover dello scorso anno, sia Superman (Tyler Hoechlin) che Green Arrow (Stephen Amell) hanno dato una sbirciatina all’interno […]

Crisis On Infinite Earths: una fan art riunisce tutti i Supermen

di Lorenzo Ferrero
Oltre ad adattare una delle trame più imponenti e significative della storia della DC Comics, l’ambizioso crossover “Crisis On Infinite Earths” dell’emittente americana CW sta realizzando una delle cose più incredibili che ogni fan dei fumetti possa desiderare, in particolare quelli di Superman, visto che tre diversi attori che hanno interpretato il buon Clark Kent […]

Michael Rosenbaum non sarà più in Crisis on Infinite Earths, ecco perché

di Roberto Tavecchia
In mezzo a tantissimi graditi ritorni nell’incredibile mega-crossover Crisis on Infinite Earths in arrivo il prossimo inverno su The CW, c’è anche un’uscita eccellente, quella di Michael Rosenbaum. Here ya go. 🙂 pic.twitter.com/8PFT6wsPMo — Michael Rosenbaum (@michaelrosenbum) September 24, 2019 Inizialmente dato per certo come vi avevamo riportato due mesi fa circa, il casting di […]

Nissan: nel 2021 nuovo crossover elettrico

di Valentina Acri
Nissan sembra essere a lavoro già da tempo su un nuova auto elettrica, preparandosi a lanciare sul mercato automobilistico degli Stati Uniti una nuova EV di cui ancora non si conosce il nome. La casa automobilistica giapponese ha introdotto il primo veicolo elettrico, Leaf, quasi un decennio fa conquistando buona parte del mercato europeo delle […]

Crisis on Infinite Earths: ci sarà anche Jonah Hex!

di Roberto Tavecchia
Crisis on Infinite Earths, attesissimo mega-crossover superoistico DC Comics targato The CW, aggiunge un altro nome molto famigliare agli spettatori, Jonah Hex. Direttamente dal vecchio West, Johanathon Schaech riprenderà il ruolo di Jonah Hex nell’epico evento che coinvolgerà le serie dell’Arrowverse: Arrow, The Flash, Supergirl, DC’s Legends of Tomorrow e Batwoman. Benché non si sappia […]

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 19.000 euro

di Redazione

Le guide all’acquisto di SicurAUTO.it proseguono senza sosta e nell’occasione torniamo a occuparci di crossover dopo aver recentemente presentato i modelli acquistabili con circa 21.000 euro. Stavolta però abbassiamo leggermente il tiro con i consigli per l’acquisto di crossover con budget fino a 19.000 euro. Com’è noto questa tipologia di vettura sta scalando rapidamente le classifiche di vendita, anche perché la proposta è molto varia con carrozzerie che, a seconda dei casi, rappresentano un punto di incontro tra il mondo dei suv e quello delle berline. Oppure tra l’universo delle station wagon e quello delle monovolume. Ciò vuol dire che ci sono tanti tipi di auto crossover adattabili alle diverse esigenze e non è sempre facile scegliere la vettura giusta. Per questo cercheremo di aiutarvi elencando le caratteristiche dei modelli più in voga sul mercato. Guida aggiornata il 30 maggio 2019.

IL MERCATO DEI CROSSOVER IN ITALIA

Abbiamo poc’anzi accennato al mercato dei crossover che in Italia va a gonfie vele. E in effetti nel primo quadrimestre del 2019 i ‘piccoli suv’, come qualcuno li definisce, si sono presi una fetta molto ampia, con il 31,8% delle nuove immatricolazioni nel nostro Paese. Un dato in deciso aumento rispetto al 27,1% dello stesso periodo dello scorso anno, a dimostrazione che il segmento non solo è molto diffuso ma è pure in grande ascesa. Da gennaio ad aprile del 2019 le vetture crossover più vendute da noi sono state Fiat 500X, Volkswagen T-Roc, Dacia Duster, Jeep Renegade, Renault Captur e Nissan Qashqai. Ma di di queste solo alcune rientrano nella nostra guida per motivi di budget, per cui vi rimandiamo alle prossime. Detto questo possiamo finalmente passare ai consigli per l’acquisto di crossover con budget fino a 19.000 euro.

FIAT 500X URBAN

La Fiat 500X Urban è un crossover elegante e innovativo costruito sullo stesso telaio della Jeep Renegade. Lunga 426 cm e con un bagagliaio che parte da 350 litri, rispetto alle versioni Cross e City Cross la Urban è più indicata per il traffico cittadino. Il nostro budget permette appena di acquistare il modello 1.6 E-TORQ 110cv 4×2 Urban da 19.750 euro, con motore 1.6 benzina da 110 CV/81 kW, 6,7 l per 100 km di consumi dichiarati ed emissioni stimate in 154 g/km di CO2. Nel 2015 il crash test Euro NCAP di Fiat 500X ha ottenuto 4/5.

FORD FIESTA ACTIVE

Prendete una Fiesta qualunque, allungatela di appena due centimetri (ora sono 406), allargate le carreggiate di un altro centimetro e piazzatela su quattro cerchioni da 17 pollici. Sistemate qua e là qualche dettaglio ‘aggressivo’ ed eccovi servito il novello crossover Ford Fiesta Active, ben performante sia su strade urbane che extraurbane. Col nostro budget possiamo permetterci solo due versioni del crossover Ford: 1.0 Ecoboost 85cv Active da 18.400 euro e 1.0 Ecoboost 100cv Active da 19.900 euro. Montano entrambe un propulsore a benzina con cambio manuale e trazione anteriore, ma dalla potenza differente. Il crash test di Ford Fiesta del 2017 by Euro NCAP ha dato come risultato 5/5.

KIA SOUL

La seconda generazione di Kia Soul spicca nella gamma dei crossover compatti per il suo design molto originale, visibile soprattutto nel posteriore verticale. La lunghezza dice 414 cm, l’abitacolo è comodo mentre il bagagliaio paga forse uno spazio non ben distribuito, anche se 354 litri di capacità minima non sono pochissimi. Con i nostri 19.000 in saccoccia possiamo acquistare due versioni di Kia Soul, entrambe a benzina. Ci riferiamo alla 1.6 16V GDI Life Soul da 18.000 euro e alla 1.6 16V GDI You Soul da 19.500 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.6 da 132 CV/97 kW, dichiara 6,7 l/100 km di consumi e 156 g/km di emissioni. Il crash test Euro NCAP di Kia Soul ha ottenuto 4/5 nel 2014.

KIA STONIC

Kia Stonic è un crossover venduto in Italia dal 2017 e che rispetto a molti concorrenti è meno alto e più slanciato, oseremmo dire quasi sportivo. 414 cm, 5 porte e 5 posti, offre un capiente bagagliaio da 332 litri espandibili fino a 1100. Disponibile ad alimentazione benzina e gpl da 16.750 a 19.250 euro. L’interessante versione bifuel è la 1.4 GPL Urban da 18.750 euro, con propulsore 4 cilindri da 1400 cm3 di cilindrata e 96 CV/71 kW di potenza, che consuma 7,9 l/100 km ed emette 121 g/km di CO2. Il crash test Euro NCAP di Kia Stonic effettuato nel 2017 è andato così così: solo 3/5.

NISSAN JUKE

La Nissan Juke è uno dei crossover compatti più venduti e di fatto tra i modelli che hanno inaugurato il segmento. Sottoposto a un ultimo restyling nel 2014, ha beneficiato di numerose migliorie sia tecniche che estetiche. Juke è lunga 413 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 354 litri. Avendo a disposizione un budget di spesa sui 19.000 euro circa si possono scegliere cinque versioni benzina, diesel e gpl della Nissan Juke, con prezzi che oscillano da 18.400 a 19.950 euro. Da segnalare soprattutto la versione a doppia alimentazione 1.6 GPL Visia da 19.700 euro, dotata di un motore 4 cilindri da 108 CV/79 kW, con consumi dichiarati di 8,4 l/100 km e 135 g/km di emissioni. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle su 5.

OPEL CROSSLAND X

Il crossover tedesco Opel Crossland X è stato realizzato sulla base della Peugeot 2008 (ne parleremo a breve) ma rispetto alla cugina d’Oltralpe è più lungo di sei centimetri (421 vs 415). Ha uno stile un po’ tutto suo, che può piacere come non può piacere, ma che gli consente di differenziarsi nel folto panorama del segmento. Il bagagliaio parte da 410 litri. Disponibile in due versioni benzina: 1.2 81cv MT5 da 17.650 euro e 1.2 81cv Advance MT5 da 19.150 euro. Entrambe sono spinte da un motore 1.2 82 CV/60 kW con cambio manuale che consuma 5,0 l/100 km ed emette 117 g/km. Il crash test Euro NCAP del 2017 di Opel Crossland X ha ottenuto 5/5.

PEUGEOT 2008

Nel 2016 è stato presentato un restyling del crossover Peugeot 2008, che non ha portato però sostanziali cambiamenti a un modello già molto apprezzato da una clientela trasversale. Lungo 415 cm, dispone di un buon bagagliaio da 410 litri a salire. Relativamente al nostro budget di riferimento sono vendita tre versioni a benzina da 18.330 a 19.130 euro. La più potente è la PureTech 82 Signature S/S con propulsore 1.2 da 83 CV/615 kW e consumi ed emissioni piuttosto bassi: 5,0 l/100 km e 114 g/km. Nel 2013 il crash test Euro NCAP di Peugeot 2008 ha ottenuto 5/5.

RENAULT CAPTUR

Il crossover compatto Renault Captur riprende gran parte della meccanica della Clio berlina, di cui però è più lunga di 6 cm, per un totale di 412. Stile forte e avventuroso, ruote grandi e altezza da vero suv, 157 cm, si caratterizza per la verniciatura bicolore, anche se non è l’unica ad averla. Il bagagliaio parte da 455 litri, niente male. Sono ben quattro le varianti che abbiamo a disposizione con il nostro budget, dalla ‘timida’ 0.9 TCe 90cv LIFE da 16.650 euro alla ben più audace 0.9 TCe 90cv SPORT EDITION MY19 da 19.850 euro. E c’è pure una versione diesel, la 1.5 dCi 90cv LIFE, con motore 1.5 da 90 CV/66 kW, consumi stimati in 4,2 l/100 km e 111 g/km di emissioni di CO2. Prezzo di listino del modello a gasolio: 18.950 euro. Per la Renault Captur un ottimo 5/5 nel crash test Euro NCAP del 2013.

SUZUKI S-CROSS

3

Il recente restyling del crossover giapponese Suzuki S-Cross ha regalato un nuovo frontale ma ha mantenuto, per fortuna, l’ottima abitabilità con quattro posti comodi che possono diventare cinque senza particolari sforzi. Il tutto in 430 cm di lunghezza, mentre il vano bagagli offre poco più di 400 litri, molto ben sfruttabili. A livello motoristico è disponibile per noi la versione 1.0 Boosterjet 2WD Easy da 18.990 euro, con motore 1.0 benzina spinto da 112 CV/82 kW, che consuma 5,3 l/100 km ed emette 120 g/km di CO2. Il crash test di Suzuki S-Cross by Euro NCAP risale al 2013 è ha dato come punteggio 5 stelle su 5.

L'articolo Consiglio acquisto crossover: budget fino a 19.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 21.000 euro

di Redazione

Se recentemente abbiamo presentato le auto a 7 posti e i suv da 29.000 euro, la nuova guida di SicurAUTO.it è dedicata ai consigli per l’acquisto di crossover con un budget di 21.000 euro circa. Spingendoci al massimo fino a 23.000 euro, non un centesimo di più. Le proposte, a seconda del costruttore, sono molto diverse tra loro, con carrozzerie che, caso per caso, rappresentano un punto di incontro tra il mondo dei suv e quello delle berline. E, perché no, tra l’universo delle station wagon e quello delle monovolume. Con questa nuova guida vogliamo aiutarvi a scegliere l’auto che meglio si adatta alle vostre esigenze e al vostro budget, ovviamente senza mai dimenticare la sicurezza. Non a caso per ogni modello abbiamo inserito il crash test di Euro NCAP con punteggi, foto e video della prova. Guida aggiornata il 14 maggio 2019.

I CROSSOVER PIÙ VENDUTI IN ITALIA

I crossover in Italia hanno un loro perché se pensiamo che nei primi quattro mesi del 2019 si sono presi una fetta di mercato molto ampia, con il 31,8% delle nuove immatricolazioni. In pratica quasi un italiano su tre che ha acquistato una vettura nuova, ha scelto un crossover. L’anno scorso la percentuale nel medesimo periodo era solo del 27,1%, quindi si tratta di un segmento non solo molto diffuso ma anche in grande ascesa. Soltanto le berline vendono di più. Le crossover più vendute in Italia da gennaio ad aprile del 2019 sono state la Fiat 500X, la Volkswagen T-Roc, la Jeep Renegade, la Renault Captur e la Nissan Qashqai. Di queste solo alcune rientrano nella nostra guida per motivi di budget. Ma ora bando alle ciance e passiamo ai nostri consigli per l’acquisto di crossover fino a 21.000, con lieve sforamento a 23.000 euro.

FIAT 500X

Il crossover Fiat 500X dal modello simbolo della casa torinese ha preso soltanto il nome, visto che è stato costruito sullo stesso telaio della Jeep Renegade. Con 426 cm di lunghezza risulta comodo per quattro persone a bordo, e anche il bagagliaio da 350 litri si adatte bene alle esigenze di quattro passeggeri. Nel nostro range di spesa fino a 21.000 euro o poco più sono disponibili numerose versioni Cross e Urban sia benzina che diesel, in vendita da 19.750 euro (1.6 E-TORQ 110cv 4×2 Urban) a 23.000 euro secchi (1.3 Mjet 95cv 4×2 120). Nel 2015 il crash test Euro NCAP di Fiat 500X ha ottenuto 4/5.

FIAT PANDA CITY CROSS

Chi dice che il mitico ‘pandino’ sia buono soltanto per il traffico della città? Fiat Panda City Cross è un roccioso crossover 4×4 che si adatta a ogni tipo di terreno ed è degno di fuoristrada ben più rinomati. Lungo 370 cm, è un po’ più alto della versione classica e dispone di un bagagliaio da 225 litri. A soli 15.000 euro possiamo portarci a casa il modello a benzina 1.2 69cv S&S E6 City Cross: 69 CV/51 kW di potenza, consumi a 5,6 l/100 km ed emissioni stimate in 129 g/km. Solo 3 stelle per il crash test di Fiat Panda Cross del 2015 a cura di Euro NCAP.

FORD FIESTA ACTIVE

Prendete una Fiesta qualunque, allungatela di appena due centimetri (ora sono 406), allargate le carreggiate di un altro centimetro e piazzatela su quattro cerchioni da 17 pollici. Sistemate qua e là qualche dettaglio ‘aggressivo’ ed eccovi servito il novello crossover Ford Fiesta Active, ben performante sia su strade urbane che extraurbane. Col nostro budget possiamo permetterci diverse versioni, dalla 1.0 Ecoboost 85cv Active da 18.400 euro alla 1.0 Ecoboost 100cv Powershift Active da 22.400 euro. Ci sono anche due modelli diesel. In particolare l’1.5 TDCi 120cv Active da 21.000 euro ha 120 CV/88 kW di potenza, consuma 4,4 l/100 km ed emette 112 g/km. Il crash test di Ford Fiesta del 2017 by Euro NCAP ha dato come risultato 5/5.

FORD KA+ ACTIVE

Ford Ka+ Active è la versione crossover del modello più compatto di casa Ford, con potenzialità da fuoristrada leggero e uno stile più rampante. È lungo 395 cm, ha 5 posti, 5 porte e un bagagliaio che parte da 270 litri. Decisamente economico rispetto ad altri modelli analoghi, Ka+ Active si può portare a casa con soli 13.250 euro se si sceglie la versione benzina 1.2 85cv S&S Active; o con 14.750 euro optando per il diesel 1.5 EcoBlue 95cv S&S Active. La seconda consuma molto meno (4,1 l/100 km) ed emette pure meno CO2 (108 g/km). Euro NCAP ha effettuato nel 2017 il crash test di Ford Ka assegnando il modesto punteggio di 3/5.

JEEP RENEGADE

La Jeep Renegade è un crossover compatto che si adatta bene a tutte le superfici, anche a quelle più accidentate. È a suo modo un modello passato alla storia perché si tratta della prima Jeep prodotta fuori dai confini statunitensi. E sapete dove la producono? Proprio in Italia, negli stabilimenti di Melfi! 423 cm di lunghezza, 5 porte e 5 posti, dispone di un bagagliaio da 351 litri. Con il budget a nostra disposizione si può acquistare solo la versione 1.0 T3 120cv Longitude con motore benzina 1.0 da 120 CV/88 kW, 5,9 l/100 km di consumo combinato e 132 g/km di emissioni di CO2 dichiarate. Costa 23.000 euroIl crash test Euro NCAP di Jeep Renegade datato 2015 ha ottenuto 5/5.

KIA SOUL

La seconda generazione di Kia Soul spicca nella gamma dei crossover compatti per il suo design molto originale, visibile soprattutto nel posteriore verticale. La lunghezza dice 414 cm, l’abitacolo è comodo mentre il bagagliaio paga forse uno spazio non ben distribuito, anche se 354 litri di capacità minima non sono pochissimi. Con i nostri 21.000 in saccoccia o poco più possiamo acquistare quattro versioni di Kia Soul, due benzina e due diesel, dalla 1.6 16V GDI Life Soul da 18.000 euro alla 1.6 16V CRDI You Soul da 22.800 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.6 diesel da 136 CV/100 kW e dichiara 4,8 l/100 km di consumi e 128 g/km di emissioni. Il crash test Euro NCAP di Kia Soul ha ottenuto 4/5 nel 2014.

KIA STONIC

Kia Stonic è un crossover venduto in Italia dal 2017 e che rispetto a molti concorrenti è meno alto e più slanciato, oseremmo dire quasi sportivo. 414 cm, 5 porte e 5 posti, offre un capiente bagagliaio da 332 litri espandibili fino a 1100. Disponibile con motore benzina, diesel e anche Gpl, da 16.750 a 23.000 euro. Le versioni Gpl sono ben tre: la 1.4 GPL Urban da 18.750 euro, la 1.4 GPL Style da 20.250 euro e la 1.4 GPL Energy da 22.750 euro. Il motore però è sempre lo stesso: un 4 cilindri da 1400 cm3 di cilindrata e 96 CV/71 kW di potenza, che consuma 7,9 l/100 Km ed emette 121 g/km di CO2. Il crash test Euro NCAP di Kia Stonic effettuato nel 2017 è andato così così: solo 3/5.

NISSAN JUKE

La Nissan Juke è uno dei crossover compatti più venduti e di fatto tra i modelli che hanno inaugurato il segmento. Sottoposto a un ultimo restyling nel 2014, ha beneficiato di numerose migliorie sia tecniche che estetiche. Juke è lunga 413 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 354 litri. Avendo a disposizione un budget di spesa sui 21.000 euro si possono scegliere innumerevoli versioni benzina, diesel e gpl della Nissan Juke, con prezzi che oscillano da 18.400 a 22.880 euro. Molto interessanti soprattutto i tre modelli bifuel: 1.6 GPL Visia da 19.700 euro, 1.6 GPL Acenta da 21.250 euro e 1.6 GPL Business da 22.215 euro, tutti dotati di un motore 4 cilindri da 108 CV/79 kW, con consumi dichiarati di 8,4 l/100 km e 135 g/km di emissioni. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle su 5.

NISSAN QASHQAI

Dopo aver ‘inventato’ nel 2006 il segmento dei crossover, la Nissan Qashqai è ancora oggi tra le bestseller di gamma a livello mondiale. Aggiornata recentemente, offre adesso più spazio nell’abitacolo grazie alle accresciute dimensioni (439 cm, bagagliaio da 430 litri). L’offerta di motori utile per il nostro limite di spesa prevede soltanto la versione 1.3 DIG-T 140 Visia, in vendita a 22.235 euro. Propulsore 1.3 benzina da 140 CV/103 kW, 5,3 l/100 km di consumi e 121 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP di Nissan Qashqai ha raggiunto il punteggio di 5/5 nel 2014.

OPEL CROSSLAND X

Il crossover tedesco Opel Crossland X è stato realizzato sulla base della Peugeot 2008 (ne parleremo a breve) ma rispetto alla cugina d’Oltralpe è più lungo di sei centimetri (421 vs 415). Ha uno stile un po’ tutto suo, che può piacere come non può piacere, ma che gli consente di differenziarsi nel folto panorama del segmento. Il bagagliaio parte da 410 litri. Disponibile in tantissime versioni benzina da 17.650 a 22.650 euro, e una sola diesel. Si tratta della 1.6 Diesel 99cv Advance S&S MT5, spinta da un motore da 102 CV/75 kW, con consumi di 4,0 l/100 km e 105 g/km di emissioni di CO2, ottimi entrambi. Il crash test Euro NCAP del 2017 di Opel Crossland X ha ottenuto 5/5.

PEUGEOT 2008

Al Salone di Ginevra del 2016 è stato presentato un restyling del crossover Peugeot 2008, che non ha portato però sostanziali cambiamenti a un modello già molto apprezzato da una clientela trasversale. Lungo 415 cm, dispone di un buon bagagliaio da 410 litri a salire. Relativamente al nostro budget di riferimento sono vendita versioni benzina e diesel da 18.330 a 22.670 euro. Con 20.930 euro si può comprare per esempio la 2008 BlueHDi 100 Active S/S, con propulsore 1.5 diesel da 102 CV/75 kW e consumi ed emissioni bassissime: 3,5 l/100 km e 93 g/km. Nel 2013 il crash test Euro NCAP di Peugeot 2008 ha ottenuto 5/5.

RENAULT CAPTUR

Il crossover compatto Renault Captur riprende gran parte della meccanica della Clio berlina, di cui però è più lunga di 6 cm, per un totale di 412. Stile forte e avventuroso, ruote grandi e altezza da vero suv, 157 cm, si caratterizza per la verniciatura bicolore, anche se non è l’unica ad averla. Il bagagliaio parte da 455 litri, niente male. Sono tantissime le varianti che abbiamo a disposizione con il nostro budget, dalla ‘timida’ 0.9 TCe 90cv LIFE da 16.650 euro alla ben più audace 1.3 TCe 130cv FAP SPORT EDITION2 da 22.400 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.3 benzina da 130 CV/96 kW, consuma 5,6 l/100 km ed emette 128 g/km. Per la Renault Captur un ottimo 5/5 nel crash test Euro NCAP del 2013.

RENAULT KADJAR

Crossover tra i più imponenti (448 cm di lunghezza, bagagliaio da 472 litri), Renault Kadjar coniuga le linee riuscite e muscolose della ‘sorellina’ Captur con la base tecnica della Nissan Qashqai. Il risultato è una vettura comoda e innovativa, e che non costa neppure tanto. Con 21.350 euro possiamo infatti permetterci l’interessante versione 1.3 TCE 140cv FAP LIFE, con propulsore 1.3 benzina da 140 CV/103 kW e consumi ed emissioni limitati rispettivamente a 5,9 l/100 km e 135 g/km. Il crash test Euro NCAP di Renault Kadjar nel 2015 ha avuto come esito 5/5.

SUZUKI S-CROSS

Il recente restyling del crossover giapponese Suzuki S-Cross ha regalato un nuovo frontale ma ha mantenuto, per fortuna, l’ottima abitabilità con quattro posti comodi che possono diventare cinque senza particolari sforzi. Il tutto in 430 cm di lunghezza, mentre il vano bagagli offre poco più di 400 litri, molto ben sfruttabili. A livello motoristico sono disponibili per noi quattro versioni tutti con alimentazione a benzina. Si parte dalla 1.0 Boosterjet 2WD Easy da 18.990 euro alla 1.0 Boosterjet 2WD Cool Auto da 22.990 euro. Già dalla sigla si capisce che l’ultima dispone del cambio automatico, mentre il motore 1.0 è spinto da 112 CV/82 kW, consuma 5,7 l/100 km ed emette 131 g/km di CO2. Il crash test di Suzuki S-Cross by Euro NCAP risale al 2013 è ha dato come punteggio 5 stelle su 5.

L'articolo Consiglio acquisto crossover: budget fino a 21.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

Yokohama Geolandar X-CV G057: arriva in Italia la gomma M+S per SUV

di Donato D'Ambrosi

Yokohama irrompe ufficialmente nel segmento SUV con le gomme Geolandar X-CV G057, pneumatici con marcatura M+S di grandi dimensioni. Le nuove Geolandar sono disponibili anche in Italia in 23 misure diverse, tutte per cerchi da 18 pollici in su. Più specialistico delle All season Yokohama BluEarth-4S AW21 e destinate anche ad impieghi differenti. Vediamo più da vicino quali novità portano al debutto le nuove gomme Yokohama per SUV premium.

LEGALI SULLA CARTA TUTTO L’ANNO

Un nome che non nasconde il chiaro orientamento delle nuove Geolandar Yokohama: la sigla X-CV indica la destinazione delle gomme ai Crossover Vehicle. Rispetto alle gomme All Season dello stesso Costruttore però bisogna chiarire che avere la marcatura M+S (mud and snow) non è esattamente come guidare con le gomme invernali. Il video qui sotto spiega chiaramente le differenze. Prima di passare alle caratteristiche tecniche, vediamo i plus che promette il Costruttore. Secondo quanto afferma Yokohama, il geolandar X-CV G057 è l’8% più efficace sul bagnato, il 23% più silenzioso, il 3% più efficiente nel risparmio di carburante, rispetto al Parada Spec-X (PA02).

ASIMMETRICA e IDROFOBA

La mescola costituita da “microsilice e polimeri” è realizzata in combinazione con una carcassa fatta apposta per i veicoli con un baricentro più alto che sottopongono le gomme a forze molto diverse. Il battistrada a disegno asimmetrico si sviluppa su 4 grandi e profonde scanalature longitudinali che drenano l’acqua per minimizzare il rischio di aquaplaning.

23 MISURE IN ITALIA

La gamma di pneumatici Yokohama Geolandar X-CV G057 si articola su 23 misure da 18 a 22 pollici. Dimensioni per cui resistenza all’usura, durata chilometrica, confort sullo sconnesso e rigidezza della carcassa diventano fondamentali. Dalla calettatura 255/55R18 (unica da 18 pollici) alla 275/40R22, tutte le Yokomaha Geolandar X-CV 057 riportano il codice di  omologazione W per velocità fino a 270 km/h.

L'articolo Yokohama Geolandar X-CV G057: arriva in Italia la gomma M+S per SUV proviene da SicurAUTO.it.

Toyota elettriche: la prima auto a batterie svelata al Salone di Shanghai

di Redazione

Toyota lancia la sfida al settore delle vetture 100% elettriche con la presentazione al Salone dell’Auto di Shanghai del primo di una serie di 10 modelli a batteria. Si tratta della Toyota C-HR EV, variante del popolare crossover ibrido molto apprezzato anche in Italia. Il veicolo sarà prodotto e commercializzato in Cina a partire dal 2020. Nel corso dello stesso anno debutteranno, sul resto dei mercati mondiali, gli altri EV non ancora svelati.

TRAZIONE ANTERIORE

La vettura nasce sulla piattaforma TNGA, predisposta per ospitare le batterie in posizione posteriore-centrale. Il motore, così come la trazione, rimane anteriore, anche se Toyota non ha per ora aggiunto particolari tecnici significativi. C-HR EV si appresta quindi ad essere il trampolino di lancio per la sfida elettrica di Toyota, che dopo aver guidato la rivoluzione ibrida punta ora ad aggredire il mercato anche con le elettriche pure. Entro il 2030 infatti, la Casa conta di arrivare a vendere più di 5,5 milioni di veicoli elettrificati all’anno, tra full hybrid ed EV.

ESTERNI INVARIATI, INTERNI INEDITI

Stando alle prime immagini disponibili il modello non sembra differire troppo nell’estetica da quello ibrido commercializzato in Europa. Si notano un frontale rivisto, con un nuovo disegno per il paraurti e diverse prese d’aria, e ruote ridisegnate per migliorare l’aerodinamica. Gli interni, invece, spiccano per la strumentazione completamente digitalizzata e configurabile, con schermo centrale sulla plancia per gestire il sistema di infotainment e leva del cambio di dimensioni ridotte.

DUE GEMELLE E UNA CONCEPT

Toyota ha presentato a Shanghai due varianti della nuova elettrica, praticamente identici ma prodotti da joint-venture diverse. Alla C-HR EV propriamente detta, che verrà prodotta nella fabbrica GAC-Toyota di Guangzhou, si affianca la Izoa EV, gemella costruita a Tianjin nell’impianto FAW-Toyota. Ad accompagnarle alla convention cinese c’era la concept Rhombus, modello di ultracompatta a quattro posti. Destinata ai giovani, ha linee avveniristiche e dovrebbe rispondere ai gusti e alle esigenze di mobilità dei nati negli ultimi 30 anni.

L'articolo Toyota elettriche: la prima auto a batterie svelata al Salone di Shanghai proviene da SicurAUTO.it.

Ford Puma 2019, ora ibrida e crossover

di Redazione

È uscita dalle scene più di 15 anni fa, ma Ford ha deciso di ricominciare a produrre la Puma, con uno stile tutto nuovo. L’auto, che ha sfilato in sordina al Go Further di Amsterdam, non è più la coupé commercializzata dalla Ford tra il 1997 e il 2002, ma si è trasformata in un SUV compatto. Andrà quindi a riempire il vuoto della gamma SUV di Ford, collocandosi a metà tra EcoSport e Kuga, di cui è stata appena svelata la terza generazione. La vettura saràdisponibile a partire dal 2020 e sarà prodotta nello stabilimento rumeno di Craiova, su cui Ford ha investito ad oggi circa 1,5 miliardi di euro.

DA COUPÉ A SUV

La Ford ha rilasciato al momento pochissime informazioni riguardanti la nuova Puma, ma dalle prime immagini e dichiarazioni si riesce a intuire il radicale cambiamento rispetto al passato. Non si tratta più della coupé che ricordiamo, ma di un vero e proprio crossover con linee aerodinamiche e sportive. Appare piuttosto rialzata da terra e dovrebbe avere una capacità di carico maggiore alla media della sua categoria. Il bagagliaio, secondo Ford “sviluppato con l’aiuto delle idee dei clienti” conterrà un carico di 456 litri, arrivando quasi a pareggiare la Kuga. Le misure ancora non sono ufficiali, ma pare che la lunghezza debba aggirasi intorno ai 4,2 metri, dato che sarà assemblata sulla stessa piattaforma della Fiesta.

NUOVO MOTORE IBRIDO

Il marchio statunitense punta ancora sull’elettrico. Le poche informazioni ufficiali disponibili confermano infatti che la Puma avrà un’alimentazione mild hybrid, con l’elettrico di supporto al tradizionale motore. Il sistema è lo stesso usato in precedenza su Fiesta e Focus, l’EcoBoost Hybrid a 48 Volt, applicato al tre cilindri benzina 1.0 EcoBoost da 155 CV. Per quanto riguarda altre motorizzazioni le informazioni disponibili attualmente sono scarse, ma pare che il nuovo SUV compatta condividerà con Fiesta trasmissioni e motore 1.5 turbodiesel.

L’ECOBOOST DA 48V

La soluzione di Ford per abbattere consumi ed emissioni è il sistema ibrido EcoBoost. Il tutto si basa su una batteria agli ioni di litio da 48 Volt, che recupera energia in fase di decelerazione grazie al BISG (Belt-drivenIntegrated Starter Generator), un generatore elettrico che si sostituisce all’alternatore. La batteria, una volta ricaricata, fornisce in partenza una coppia aggiuntiva, migliorando sia l’efficienza sia le prestazioni. Il supporto elettrico entra in scena anche in fase di accelerazione e per alimentare i componenti elettrici a bordo.

L'articolo Ford Puma 2019, ora ibrida e crossover proviene da SicurAUTO.it.

Kia Ceed: prima immagine del crossover

di Redazione

Prosegue il percorso di crescita della gamma della Kia Ceed. Partita dalle più tradizionali varianti a due volumi e station wagon, già da ora può contare sull’inedita versione shooting brake denominata ProCeed che ha recentemente fatto il suo debutto commerciale. Ma le novità non si fermano qui e nel corso dell’anno, più precisamente nel corso della stagione autunnale, il produttore coreano presenterà anche un’inedita variante crossover del suo modello di medie dimensioni, oggi anticipato da un bozzetto che ne svela, almeno in parte, le linee.

PRESENZA OBBLIGATORIA

La scelta di declinare la Ceed anche in una versione a “ruote alte” è dettata dall’importanza di essere presente in uno dei segmenti in più forte espansione in questo momento. Suv e crossover, infatti, rappresentano oggi il 40% delle vendite nel nostro Paese. Questo tipo di carrozzeria, infatti, più che ad una reale necessità di mobilità, risponde a un gusto estetico dettato da un fenomeno sociale e di moda che negli ultimi anni si è fatto sempre più forte.

POSSIBILI FORME DA COUPÈ

Partendo dall’unico bozzetto rilasciato, non è facile intuire quelle che saranno le linee della nuova Kia Ceed Crossover. Tuttavia, è possibile, ipotizzare quella che sarà in generale la forma della carrozzeria. Osservando con attenzione il disegno, infatti, è possibile notare come la parte posteriore della vettura abbia una linea che ricorda in maniera piuttosto esplicita quella di una coupé, con il tetto che scende in maniera progressiva verso il basso, unito a un montante C massiccio. La forma del lunotto, invece, ricorda quello in uso sulla ProCeed, che dona all’insieme un piacevole tocco dinamico.

ANCHE MILD-HYBRID?

Difficile fare ipotesi su quello che potrebbe essere il powertrain della vettura. Molto probabilmente, sotto il cofano della futura Kia Ceed in variante crossover troveremo molti dei propulsori in uso sul resto della gamma Ceed. Come il 1.4 T-GDi a benzina da 140 CV o il 1.6 CRDi a gasolio da 136 CV. Non è da escludere anche il debutto di una versione del mild-hybrid proprio sul 1.6 turbodiesel, come si è visto l’anno scorso nel corso del Salone di Parigi. Attualmente, infatti, questo tipo di soluzione è in uso unicamente sulla Sportage con il motore 2.0 CRDi. Ereditati dall’attuale gamma Ceed saranno anche i vari sistemi di sicurezza, che assicurano una guida autonoma di livello due grazie a sistemi come, ad esempio, il cruise control adattivo e il Lane Following Assist

L'articolo Kia Ceed: prima immagine del crossover proviene da SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

di Redazione

Proseguono le guide all’acquisto di SicurAUTO.it . Dopo aver analizzato il mercato delle piccole e quello delle berline compatte del segmento C e dei SUV è il momento di parlare dei Crossover, che si distinguono da questi ultimi per le dimensioni anche minori, per la disponibilità della trazione anteriore in luogo di quella integrale e per una maggiore vocazione urbana da tuttofare. Noi di SicurAUTO.it, con questa nuova guida, vogliamo aiutarvi a scegliere l’auto che si adatta di più alle vostre esigenze e al vostro budget, ovviamente senza mai dimenticare la sicurezza. Le guide sono strutturate per fascia di prezzo e si basano su un budget prestabilito, prendendo come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Per ogni segmento abbiamo preso in considerazione i modelli più venduti del mercato. Tutte le guide che realizzeremo saranno costantemente aggiornate, tornate quindi spesso per scoprire le novità. Ecco i Crossover che si possono acquistare con un budget di circa 15.000 euro.

Guida aggiornata il 22 marzo 2019.

LE VOSTRE ESIGENZE PRIMA DI TUTTO

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta, bilanciando tra le diverse esigenze, trovando la giusta motorizzazione, magari rendersi conto solo dopo qualche mese di aver sbagliato. A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la vostra scelta prima di tutto sulle vostre esigenze. A parte il budget, è importante, anzi fondamentale, conoscere le proprie esigenze e avere ben chiaro l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero? Per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di un acquisto importante e impegnativo sotto il profilo economico, quindi bisogna sapere quanti km l’anno si percorrono e in che tipo di strade, perché anche se un diesel in assoluto consuma meno, il delta di prezzo con la versione benzina potrebbe comunque rendere sconveniente il suo acquisto. Alle vetture con alimentazione alternativa (GPL – Metano) dedicheremo una guida a parte.

BENZINA O DIESEL

Sulla scelta tra benzina e diesel vale la pena soffermarsi ancora un momento, ripassando anche un po’ di storia. Fino al 1997 la scelta tra uno o l’altro era molto semplice: il diesel era per chi faceva tantissimi chilometri, la benzina per tutti gli altri. Questo accadeva per due motivi, il superbollo e le prestazioni piuttosto scarse (del diesel). Ma con l’invenzione del common rail e l’abolizione della sovrattassa le cose sono drasticamente cambiate. Il piacere di guida è aumentato esponenzialmente in pochi anni e il delta di prezzo è diminuito. Quindi, calcolatrice alla mano, bisogna fare bene i conti considerando la percorrenza media annuale, il consumo di carburante, i costi della manutenzione programmata e quelli della polizza, per stabilire a partire da qualche chilometraggio il diesel convenga rispetto al benzina.

IL CONCESSIONARIO E LA PROVA SU STRADA

Quando avete scelto il modello preferito, ma anche se avete un rosa di due o tre auto candidante o se perfino brancolate nel buio, una visita al concessionario può aiutarvi a schiarire le idee. Vedere un modello di persona, accomodarsi al posto guida e magari sentire il rumore del motore, sembrano azioni banali, ma spesso si rivelano risolutive per capire l’auto. La foto migliore o il video più accurato non equivarranno mai a trovarsi la vettura di fronte, per quanto noi cerchiamo di descrivervi tutto nelle nostre prove su strada di lunga durataTuttavia la vostra prova su strada è importantissima. Sentire il volante tra le proprie mani e avere una prima impressione sul comportamento dell’auto può dirci molto e può farci scoprire caratteristiche che magari non ci piacciono o non ci aspettavamo. Bisogna sempre chiedere di provare un’auto prima di comprarla, se possibile nella motorizzazione desiderata; tutti i concessionari hanno a disposizione auto targate per il test drive ed è un vostro diritto provarle per saggiarne le caratteristiche.  Passati in rassegna i consigli preliminari, ecco in breve i Crossover con un budget intorno ai 15.000 euro disponibili sul mercato, in ordine alfabetico.

CITROÊN C3 AIRCROSS

La Citroen C3 Aircross è un SUV compatto in vendita dal 2017 che ripropone le linee anticonvenzionali, ma più moderate lanciate dalla C4 Cactus. Ha un prezzo di listino che parte da 18.250 euro e con i suoi 415 cm di lunghezza si pone praticamente al vertice dei B-SUV adatti anche alla città. Bisogna sicuramente non farsi mancare nulla per superare il tetto dei 25 mila euro al quale non si arriva neppure con la versione top di gamma Shine. Per chi si accontenta di qualcosa in meno ci sono anche gli allestimenti Live e Feel. La gamma di motori è piuttosto ampia e mette di fronte alla scelta tra i benzina PureTech 82, PureTech 110 S&S Feel EAT6, PureTech 130 S&S e diesel BlueHDi 100 e BlueHDi 120. Guarda qui il crashtest Euro NCAP della C3 Aircross.

FIAT PANDA CITY CROSS

Deriva strettamente dalla Fiat Panda normale, con sospensioni rialzate e design incattivito, ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Il progetto risente dell’età, nonostante gli aggiornamenti hitech del sistema d’infotainment, infatti Fiat ha già svelato forme eproporzioni della prossima Panda con il prototipo Fiat 120. A un prezzo di listino che parte da 14.890 euro la Fiat Panda City Cross si può scegliere solo con trazione anteriore (a differenza della 4×4) e solo con motore 1.2 benzina da 69 cavalli. Per sapere quanto è sicura guarda qui il video e la scheda del crash test.

FORD KA+ ACTIVE

Come non notare le differenze con la Ford KA+ e in effetti vale lo stesso discorso della Fiat Panda, solo che il progetto della KA+ è molto più recente e conta su dotazioni di serie più ricche. Il prezzo di listino e su per giù lo stesso – parte da 13.250 euro –  ma ha di serie, tra le varie,  il Cruise Control e i cerchi in lega già dall’allestimento base Active. I  motori disponibili sono 2 : il benzina 1.2 85cv S&S Active e il diesel 1.5 EcoBlue 95cv S&S Active. La FOrd Ka+ da cui deriva non ha ottenuto un risultato brillante nel crashtest Euro NCAP.

KIA STONIC

È lunga 4,14 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 332 dm3. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto 3 stelle (85%, 84%, 62%, 25%). 4 motorizzazioni disponibili, 3 benzina e un diesel. Entry level è il 4 cilindri da 84 cavalli 5,2 l/100 km e 118 g/km CO2, seguito da un altro 4 cilindri ma da 100 cv 5,5 l/100 km e 125 g/km CO2, e da un 3 cilindri da 120 cv, 5 l/100 km e 115 g/km CO2. L’unica motorizzazione diesel disponibile è un 4 cilindri da 110 cv 4,2 l/100 km e 198 g/km CO2. Il prezzo di listino parte da 16.750 euro. Con la Stonic si completa l’offerta SUV di KIA. La Stonic, il cui nome è una crasi tra i termini speed e tonic, si presenta con un design all’avanguardia, dove si coglie il family feeling della Casa coreana. L’abitacolo è confortevole, e si presenta ben curato nei minimi dettagli, sia per i materiali sia per l’intrattenimento a bordo. Scopri qui quanto è sicura nel crashtest Euro NCAP.

NISSAN JUKE

Fortemente ispirata all’iconico concept Gripz visto a Francoforte 2015. È lunga 4,13 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 354 dm3. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.6 è spinta da un 4 cilindri con 108 CV, con un prezzo di listino che parte da 14.900 euro. Lo stesso motore benzina è disponibile anche nella variante bifuel GPL o in alternativa al motore 1.5 DCi a gasolio.

PEUGEOT 2008

Con il restyling presentato al Salone di Ginevra 2016 la Peugeot 2008 ha acquisito una connotazione più da Suv e il suo bagaglio tecnologico è stato arricchito con l’introduzione del Peugeot i-Cockpit. È lunga 4,16 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 350 dm3. Testata nel 2013 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.2 PureTech 82 Access è spinta da un 3 cilindri con 82 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,9 L/100 km con 114 g/km di emissioni di CO2 e un prezzo di listino parte da 18.330 euro. In alternativa ci sono anche le versioni BlueHDi 100, BlueHDi 120, PureTech Turbo 110 e PureTech Turbo 130.

RENAULT CAPTUR

È lunga 4,12 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 350 dm3. Testata nel 2013 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 900 TCe è spinta da un 3 cilindri turbobenzina con 90 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,1 L/100 km con 113 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 18.950 euro. La Renault Captur deriva strettamente dall’ultima generazione di Clio, con la quale condivide anche la quasi totalità della meccanica, ed è imparentata con la Nissan Juke.

L'articolo Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

❌