Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Corsair A500 – Recensione

di Marco Pedrani
Corsair è un’azienda che conosciamo tutti, famosa per i suoi case, RAM, periferiche dedicate ai videogiocatori e soprattutto per i suoi sistemi di raffreddamento a liquido, di qualità e capaci di gestire anche le CPU più complicate. Quello che forse non tutti ricordano è che, nel 2010, la società di Freemont provò a entrare nel […]

Assetto Corsa Competizione, annunciato il nuovo SRO E-Sport GT Championship

di Andrea Riviera
Dopo il successo dell’evento di beneficenza Charity Challenge SRO Motorsports, Kunos Simulazioni e AK Informatica hanno annunciato l’edizione 2020 del SRO E-Sport GT Series Championship, il campionato su Assetto Corsa Competizione che coinvolge piloti reali e piloti virtuali con un nuovissimo format. I partecipanti infatti saranno suddivisi in 3 categorie: PRO Series dedicata esclusivamente ai piloti […]

Assetto Corsa Competizione, De Salvo campione della AK Charity Challenge

di Nicola Armondi
Domenica sera, in occasione delle due gare finali su Assetto Corsa Competizione dell’AK Charity Challenge, l’evento Esports di beneficenza organizzato da AK Informatica e supportato dai partner Intel e Logitech, è stato Giovanni De Salvo ad imporsi sugli avversari. Sul circuito sudafricano di Kyalami il pilota virtuale della Jean Alesi Esports Academy, a bordo della Porsche 991II […]

SRO Charity Challenge, successo incredibile su Assetto Corsa Competizione

di Andrea Riviera
E’ andata in scena ieri pomeriggio su Assetto Corsa Competizione, dopo le due semifinali, la Grand Final a Monza della SRO Charity Challenge, la competizione a scopo benefico organizzata da SRO Motorsports Group, AK Informatica e Kunos Simulazioni, grazie anche al supporto dei numerosi partners. Per la prima volta una competizione Esports, anche a causa […]

Dallara Esports Championship annunciato da Dallara e AK Informatica

di Giacomo Todeschini
Dallara e AK Informatica hanno svelato il Dallara Esports Championship, un campionato eSports che mette in palio delle opportunità uniche di lavoro all’interno di Dallara. Dallara è il maggior produttore mondiale di auto da competizione, con oltre trecento vetture da corsa settimanalmente impegnate su diversi circuiti internazionali. Vista la momentanea sospensioni delle attività sui circuiti […]

Assetto Corsa Competizione: SRO Charity Challenge contro il COVID-19

di Andrea Riviera
SRO E-Sports GT Series, Kunos Simulazioni e Ak Informatica hanno da poco annunciato la SRO Charity Challenge, un evento molto speciale a scopo benefico. Si tratta infatti di una gara da due ore su Assetto Corsa Competizione che coinvolgerà sia piloti virtuali che piloti reali sull’iconico circuito di Monza con l’obbiettivo di intrattenere il pubblico appassionato […]

Assetto Corsa Competizione, al via le iscrizioni all’AK Charity Challenge

di Nicola Armondi
È stata annunciata oggi la AK Charity Challenge, il torneo su Assetto Corsa Competizione dedicato ai sim racers che desiderano supportare attivamente, tramite una donazione, l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, attualmente impegnato in prima linea nella battaglia contro il COVID-19. La competizione, organizzata da AK Informatica e supportata dai partner Intel e Logitech, offre […]

Assetto Corsa Competizione: data di uscita per PS4 e Xbox One annunciata

di Mattia D'Elia
I piloti virtuali su console saranno felici di apprendere che Assetto Corsa Competizione, il titolo realizzato da Kunos Simulazioni, approderà su PlayStation 4 e Xbox One il 23 giugno 2020; l’annuncio è arrivato direttamente dagli sviluppatori e da 505 Games. Assetto Corsa Competizione sarà disponibile sia in formato digitale nei rispettivi digital store che in […]

Case Mid Tower Corsair Carbide Series SPEC-01

di Aggregator

Il Carbide Series SPEC-01 è la prova che un look elegante, un design intelligente ed una struttura resistente non devono necessariamente essere costosi e che la semplicità non è detto che sia noiosa. Il pacchetto comprende uno stile grintoso, un’enorme finestra sul pannello laterale per poter ammirare i componenti interni ed una ventola d’aspirazione frontale con illuminazione a LED che indirizza l’aria fresca direttamente sulle schede grafiche.

All’interno c’è spazio sufficiente per cinque ventole, e i quattro vani con combinazione disco rigido/SSD rendono l’installazione e l’aggiornamento delle memorie semplici e rapidi. Gli intagli di instradamento dei cavi ti aiutano a ridurre l’ingombro interno e i filtri antipolvere integrati garantiscono una protezione per i componenti interni. Sulla parte frontale, il connettore USB 3.0 garantisce una velocità ad altissime prestazioni dei dispositivi di storage.

Come tutti i Case Corsair, SPEC-01 è progettato per offrire il massimo raffreddamento anche in caso di overclocking, GPU multiple o semplicemente la necessità di una maggiore aerazione. Sono disponibili punti di montaggio per l’installazione fino a cinque ventole, incluse due frontali da 140mm o 120mm, due da 120mm in alto ed una ventola sempre da 120mm nella parte posteriore.

In aggiunta ai due alloggiamenti per unità ottiche standard da 5,25 pollici, ci sono quattro alloggiamenti integrati combo per unità da 3,5/2,5 pollici (dischi rigidi meccanici o unità a stato solido). L’installazione delle unità da 3,5 pollici non necessita di attrezzi e si dispone di fori per l’instradamento dei cavi per creare assemblaggi dall’aspetto gradevole e con una migliore circolazione dell’aria. Senza contare che c’è un apposito intaglio per CPU per consente di aggiornare il sistema di raffreddamento senza dover rimuovere la scheda madre. I filtri delle ventole frontali aiutano a tenere la polvere lontano dalle parti interne e il pannello frontale ha una porta USB 3.0 per prestazioni più veloci di unità flash USB e dischi rigidi portatili.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

Garanzia: 2 anni
Peso: 4.8kg
Colore: Black
Fattore di forma case: Mid-Tower
Dimensioni: 447mm x 200mm x 428mm
Supporto scheda madre nel case: Mini-ITX, MicroATX, ATX
Lunghezza massima GPU: 414mm
Altezza massima dissipatore di calore CPU: 150mm
Lunghezza massima PSU: 230mm
Slot di espansione case: 7
Alloggiamenti per unità case: (x2) 5.25 (x4) Combo 3.5/2.5
Materiali case: Acciaio
Alimentatore case ATX (not included)
Connessioni esterne: (x1) USB 2.0 (x1) USB 3.0 (x1) Cuffie (x1) Micropono
Posizioni di montaggio delle ventole Frontali: (x2) 120/140mm Top: (x2) 120mm Retro: (x1) 120mm
Ventole incluse: (x1) 120mm
Posizioni di montaggio radiatore: retro 120mm
Compatibile con dissipatori di calore a liquido: Corsair H55, H60, H75, H80i

Fonte

Recensione benchmark e test memorie RAM 32 GB

di Aggregator

Otto gigabyte per modulo sono diventati quasi comuni per molte piattaforme di fascia alta, anche se le migliori frequenze e latenze si hanno con i moduli con una minore densità. Abbiamo testato cinque kit da 32 GB per vedere quali prestazioni è possibile ottenere:

Memorie Frequenza Timing Tensione Garanzia
2 x Adata XPG DDR3
AX3U2800W8G12-DGV
DDR3-2800 (XMP) 12-14-14-36 1.65 volt A vita
Corsair Vengeance Pro
CMY32GX3M4A2800C12R
DDR3-2800 (XMP) 12-14-14-36 1.65 volt A vita
G.Skill Ripjaws X
F3-2400C11Q-32GXM
DDR3-2400 (XMP) 11-13-13-31 1.65 volt A vita
Kingston HyperX Beast
KHX24C11T3K4/32X
DDR3-2400 (XMP) 11-13-13-31 1.65 volt A vita
Patriot Viper 3
PV332G240C1QK
DDR3-2400 (XMP) 11-13-13-31 1.65 volt A vita
[adv1]

Oggi una capacità di 8 GB è alla portata di tutti, diffusa quasi come un bene comune. La capacità in sé non è una novità, ma dei problemi tecnici l’hanno tenuta lontano dalle configurazioni più veloci fino a non molto tempo fa. La maggiore densità spesso si porta appresso una maggiore latenza. Intel ha migliorato, anche se di poco, la situazione adottando un controller di memoria migliore nelle CPU Haswell. Impostazioni di frequenza DDR3-1600 CAS 7 (8,75 ns), DDR3-1866 CAS 8 (8,57 ns) e DDR3-2133 CAS 9 (8,44 ns) sono diventate una sorta di “test” per i kit dual-channel da 16 GB.

Il kit di memoria migliore di questa recensione deve essere necessariamente uno che lavora ad alte frequenze e/o supporta timing ridotti. In altre parole, le Vengeance Pro DDR3-2800 di Corsair sono l’unico kit di memoria da 32 GB in grado di prendersi il nostro riconoscimento.

Fonte

Come riconoscere la qualità di un alimentatore per pc

di Aggregator

Credete che tutti i componenti degli alimentatori siano realizzati dall’azienda del marchio stampato sulla scatola? Sbagliato. In questa guida vi mostreremo le caratteristiche di un buon alimentatore e vi riveleremo chi li costruisce. Perchè i prodotti di qualità si possono trovare anche fra le marche più sconosciute.

OEM (Original Equipment Manufacturers) gestiscono tutta la produzione internamente, dalla progettazione alla realizzazione. Aziende come Enermaz, FSP, HEC o Seasonic creano i propri prodotti, e ne fanno anche per altri marchi. Alcuni di loro si focalizzano sull’esportazione e forniscono una gamma completa di modelli, che poi sono venduti sotto differenti etichette. L’area industriale intorno a Shenzhen, Cina, è il centro di tutti gli alimentatori a basso costo che trovate nel mondo.

[adv1]

Dopo molti test e indagini sui modelli budget vi consigliamo di non acquistare soluzioni Rasurbo, Inter-Tech (Sinan Power, Coba), Tech Solo, RaptoxX, Tronje, Xilence, Ultron, World Link, Q-Tec e altri, infatti tutte queste soluzioni sono frutto del lavoro di produttori come Enhance, World Link, Andyson, Topower, Casing Macron e Channel Well, che si sono dimostrati poco affidabili.

Come identificare un alimentatore scadente prima di comprarlo?

1. Bisogna sospettare di alimentatori molto potenti che costano poco, ed essere consapevoli del fatto che non esistono alimentatori decenti a 50 euro. Il prezzo minimo varia a seconda del tipo di alimentatore, ma per ognuna di queste esiste un prezzo minimo, e si va al di sotto di quest’ultimo allora bisogna essere estremamente cauti. Il problema diventa molto rilevante con i computer che si vendono già assemblati; costano poco, ma dentro potreste trovarci un alimentatore da 400 watt che costa 20 euro, realizzato da un’azienda senza scrupoli perfettamente consapevole dei rischi.

2. È bene controllare sempre le specifiche. Per esempio, se un alimentatore dichiara alte prestazioni sui canali da 3,3 e 5 volt mentre i numeri del canale 12 V sono bassi, ci dev’essere qualcosa che non va: dichiarare le prestazioni massime per canale, ma sorvolare su quelle combinate è infatti una scelta sospetta.

3. Invece è importante sapere quanta energia è disponibile se si usano tutti i canali. Se un alimentatore non offre questa informazione, evitatela.

4. E poi fareste bene a prendere con le molle le più entusiastiche definizioni del marketing, come Super, Extreme, Gaming, Combat e così via. Aggettivi altisonanti e superlativi abusati non indicano nulla, se non una crisi creativa. Anzi, se sono affiancati a specifiche che dovrebbero essere normali, meglio essere sospettosi.

5. Un Power Factor Correction (PFC) passivo piuttosto che attivo porta a un’efficienza inferiore.
Pochi connettori o cavi molto corti potrebbero essere un problema. Un alimentatore da 750 W solitamente ha 4 connettori PCIe per schede grafiche (2 x 6-pin and 2 x 6+2-pin), quindi pensateci due volte se un modello ne offre solo due (o almeno considerate le opzioni di aggiornamento).
Con alimentatori poco costosi, la qualità dell’isolamento del cavo potrebbe essere scadente, o i cavi potrebbero non essere completamente isolati.

6. Fate attenzione se ci sono poche indicazioni, o non ce ne sono affatto, sulla circuiteria di protezione. Se l’alimentatore riporta solo l’OPP (overload protection) o magari SCP (short circuit protection) è un problema. Se trovate anche l’OVP (overvoltage protection), questo significa che probabilmente è equipaggiato con un semplice resistore variabile all’ossido di metallo. Queste misure di sicurezza però sono assolutamente insufficienti e non possono rimpiazzare alcun tipo di chip digitale di sicurezza.

Fonte

❌