Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 13 Luglio 2020RSS feeds

Apple, i MacBook andranno a ruba nel terzo trimestre del 2020

di HDblog.it

Si prospetta un trimestre d'oro per le vendite di MacBook: le fonti nella supply chain di Digitimes prevedono una crescita del 20% tra luglio e settembre rispetto al periodo tra aprile e giugno. In genere il Q3 è molto propizio per via del ritorno a scuola, ed è probabile che la pandemia di COVID-19 invoglierà ad aggiornare i proprietari dei computer più datati; è facile ipotizzare che si tratti di un settore più consono ai MacBook Air, il cui prezzo di listino rimane in qualche modo accessibile. In ogni caso, le fonti dicono anche che Apple incrementerà gli ordini di MacBook Pro verso la fine del terzo trimestre.

È anche probabile che nei prossimi mesi verrà presentato il primo Mac basato su processori ARM, e secondo Ming-Chi Kuo potrebbe essere proprio il MacBook Pro; ma si prevede un suo arrivo a fine anno, non a fine estate. In effetti proprio il periodo di incertezza che inevitabilmente seguirà un cambiamento così epocale dovrebbe fare da deterrente ai clienti più prudenti. Insomma, le variabili in gioco sono tante; quello che conta è che anche se non è immediatamente evidente il perché, la previsione per il trimestre è ottimista.

Tra le altre novità, i fornitori si aspettano una domanda cospicua di notebook e componenti per sistemi server


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone 12 arriva in ritardo anche per Wedbush: negli scaffali da ottobre

di HDblog.it

Gli iPhone 12 saranno presentati a settembre, ma si potranno comprare solo a ottobre: questa è l'ultima previsione di Wedbush, una delle società di consulenze finanziarie che segue più da vicino, e spesso con un buon grado di precisione, le vicende dei prodotti della Mela. I colleghi di 9to5mac che hanno condiviso la nota rilasciata agli investitori osservano tuttavia che non viene precisato se alcuni modelli arriveranno prima di altri, come spesso ipotizzato nelle scorse settimane.

Un po' tutti coloro che osservano da vicino il mercato dell'elettronica di consumo concordano che probabilmente quest'anno gli iPhone 12 (o comunque si chiameranno) arriveranno un po' più tardi del solito: è vero che indiscrezioni di questo tipo tendono ad essere cicliche, ma quest'anno sono particolarmente plausibili a causa della pandemia di COVID-19 e dei problemi che hanno causato le relative quarantene. Le fabbriche sono state costrette a chiudere per diverse settimane, e le restrizioni ai voli hanno impedito il movimento dei dipendenti per le verifiche di persona sul luogo di produzione.

Tuttavia, ognuno ha proposto un po' la propria teoria su tempi e modi più precisi - basandosi naturalmente sulle proprie fonti. In alcuni casi si pensa che i due iPhone 12 "lisci" arriveranno in tempo, mentre i due modelli Pro verso ottobre, novembre o addirittura fine anno; in altri potrebbe essere in ritardo solo il 12 Pro Max; in altri tutti quanti; in altri nessuno, ma le disponibilità saranno molto limitate. La stessa incertezza si riscontra in relazione alla data del keynote.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Batteria di iPhone 12 più piccola dell'11: il rumor fa discutere

di HDblog.it

L'entusiasmo iniziale che aveva accompagnato la prima infornata di rumor di Jon Prosser - che a maggio ha svelato nomi, specifiche chiavi e prezzi dei prossimi quattro iPhone - si è gradualmente smorzato. D'accordo, il design con bordi piatti in stile iPhone 4 è ormai una certezza acquisita, ma il notch di dimensioni ridotte no: sembra infatti che possa restare uguale, ancora una volta. E poi c'è tutto il polverone sulle EarPods e sul caricatore che non sarebbero più integrati nella confezione.

Oggi arriva un'altra notizia che, se confermata, potrebbe scontentare molti. Stiamo parlando delle batterie della prossima generazione di iPhone, la cui capienza sarebbe emersa dalle certificazioni di tre diversi enti: 3C, KTL e Safety Korea. E sarebbe inferiore a quella vista su iPhone 11.

Associare le batterie ai vari modelli di iPhone non è difficile: la più piccola, quella da 2.227 mAh, la troveremo sulla versione più compatta, iPhone 12 da 5,4 pollici, mentre su iPhone 12 Max e 12 Pro, che condividono la stessa diagonale da 6,1 pollici, ci sarà una batteria da 2.775 mAh. Infine, iPhone 12 Pro Max, con il suo schermo da 6,7 pollici e la scocca maggiorata potrà ospitare l'unità più capiente, da 3.687 mAh. Ricapitolando, dovrebbe venire a delinearsi il seguente scenario:


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple iPhone è sempre più "Made in India": Foxconn amplia la fabbrica

di HDblog.it

Foxconn investirà 1 miliardo di dollari per ampliare la sua fabbrica di iPhone in India, stando a Reuters: la richiesta arriverebbe direttamente da Apple che, come sappiamo, vuole dipendere sempre meno dalla Cina, per via del clima di tensione politica e commerciale tra il governo di Pechino e quello americano.

Lo spostamento verso l'India in sé non è la notizia, quindi, ma è la magnitudine dell'operazione. Foxconn, secondo le fonti dell'agenzia stampa, dovrebbe ampliare la fabbrica che si trova a Sriperumbudur, in cui attualmente vengono prodotti gli iPhone XR - presentati a settembre 2018 ma ancora in commercio. L'obiettivo è produrre altri modelli di iPhone, ma non si sa precisamente quanti e quali; la manovra dovrebbe comunque creare 6.000 nuovi posti di lavoro in India.

L'India sta investendo molto per rubare alla Cina il ruolo di fabbrica del mondo, attraverso un programma politico articolato, fatto di incentivi e agevolazioni. Lo scorso mese, il governo ha annunciato un nuovo piano da 6,65 miliardi di dollari di incentivi a cinque leader globali del mercato smartphone per spostare le loro fabbriche lì. Dall'altra parte, va considerato che ormai il costo della manodopera locale è inferiore rispetto alla Cina.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Come scaricare musica gratis

di Manuel Baldassarre
Nonostante i vari servizi streaming di musica ci propongano degli abbonamenti mensili a prezzi davvero appetibili, ci sono ancora moltissimi utenti che cercano delle soluzioni per scaricare musica gratis ed averla sempre a disposizione. Abbiamo leggi di più...

Come scaricare video da Facebook su iPhone

di Roberto Cocciolo
Nonostante l’applicazione di Facebook consenta la condivisione di migliaia di video, ne rende praticamente impossibile il download. Ciò avviene non solo agli utenti che si limitano a guardare il video, ma anche a coloro che leggi di più...
Ieri — 12 Luglio 2020RSS feeds

Data di rilascio iOS 14: quando è prevista l’uscita dell’aggiornamento

di Jader Liberatore
Svelato durante l’evento Apple del 22 giugno 2020, iOS 14 è il nuovo sistema operativo per iPhone, iPad e iPod Touch studiato dagli sviluppatori di Apple per migliorare l’esperienza d’uso e l’efficacia dei nostri dispositivi. Ma quando sarà disponibile per essere installato nei nostri device? Ecco alcune previsioni sulla possibile data di uscita di iOS […]

Replica evento Apple WWDC 2020: come rivedere il keynote

di Jader Liberatore
A causa di alcuni impegni non hai potuto seguire l’evento di apertura della World Wide Developers Conference di Apple del 22 Giugno 2020 in diretta streaming? Vuoi vedere la replica della WWDC 20? In questo articolo potrai trovare tutte le informazioni necessarie per rivedere l’evento Apple in streaming senza costi e direttamente dal sito ufficiale. […]
Meno recentiRSS feeds

Apple Glass in vista: la produzione delle lenti polarizzate test è iniziata | Rumor

di HDblog.it

A metà maggio uno dei leaker più quotati quando si parla di Apple, Jon Prosser, ha parlato degli Apple Glass, e lo ha fatto approfonditamente. Non sappiamo ancora se ci abbia visto giusto prevedendo un lancio tra la fine dell'anno e il primo trimestre del 2021. A quanto pare, però, Apple sta entrando nel vivo del progetto. Secondo quanto appurato da The Information, infatti, il colosso di Cupertino avrebbe già iniziato la produzione delle prime lenti polarizzate di test da utilizzare proprio sugli Apple Glass. Tuttavia, il report precisa anche che - a differenza di quanto sostenuto da Prosser - la produzione di massa delle lenti sia lontana ancora almeno un anno, forse due.

Le lenti, a quanto pare, sono semitrasparenti e polarizzate, composte di strati e materiali multipli e però estremamente sottili. Le dimensioni sarebbero, sempre secondo il report, leggermente più grandi delle lenti che si trovano negli occhiali classici: impossibile non pensare che sia un'esigenza dettata dall'estendere la porzione di visuale che potrà ospitare informazioni. La realizzazione sarebbe responsabilità del fornitore Foxconn (che avrebbe lavorato circa tre anni allo sviluppo delle lenti) e dell'azienda Akonia Holographic. Apple ha in programma anche un visore AR/VR, dallo sviluppo - pare - travagliato, che però sarebbe un prodotto diverso dagli Apple Glass, destinati ad essere invece nel design molto più vicini a canonici occhiali.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

MacBook: i nuovi 14″ e 16″ nel 2021 con Apple Silicon

di Salvatore Lo Magno
Il solito, affidabile, analista Ming-Chi Kuo torna a parlare di MacBook e lo fa menzionando tra questi il nuovo MacBook Pro con display da 14 pollici e i processori Apple Silicon. Come sappiamo, Apple ha annunciato all’evento WWDC 2020 la […]

Apple, MacBook Air e Pro da 13″ entro fine anno con Apple Silicon secondo un’analista

di Antonello Buzzi
Prima dell’annuncio ufficiale in occasione dell’ultima conferenza WWDC, erano ormai parecchi mesi che in rete circolavano vari rumor e presunte informazioni relative al passaggio di Apple dai processori Intel attuali ai futuri Apple Silicon basati sull’architettura ARM già largamente impiegata dalla compagnia di Cupertino per la realizzazione dei SoC destinati ad iPad e iPhone. Recentemente, […]

Al papà di Linux piacciono i Mac con processori ARM

di HDblog.it

Il passaggio dai processori Intel ai quelli sviluppati in proprio e basati sull'architettura ARM, annunciato alla WWC 2020, rappresenta per Apple la seconda, storica svolta introdotta nella linea Mac - la precedente risale al 2005 ed ha avviato la transizione dai processori PowerPC a quelli di Intel. Come ogni cambio di rotta, la mossa suscita le reazioni di utenti finali e addetti ai lavori tra i quali recentemente si è inserito anche Linus Torvalds.

Il papà di Linux ha espresso un parere favorevole alla scelta di Apple e i punti salienti del suo intervento alla Linux Foundation Open Source Summit and Embedded Linux Conference tenutasi la settimana scorsa sono sostanzialmente due: da un lato i benefici che chi sviluppa software per ARM potrà avere con le nuove macchine di Apple; dall'altro la poco velata critica ai traguardi che i portatili con CPU ARM hanno raggiunto.

Per quanto riguarda il primo aspetto Torvalds - citando l'ecosistema cloud di Amazon - ha affermato che lo sviluppo per ARM sino ad ora è stato fatto in cloud, ma che questo non è il metodo preferito, non lo è almeno per chi sviluppa kernel: non vuoi solo sviluppare per ARM, vuoi usare effettivamente ARM nel tuo lavoro quotidiano su desktop. L'ostacolo - e si passa al secondo punto - è rappresentato dalla scarsa potenza delle macchine con architettura ARM.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Ecco i primi Mac con processore Apple Silicon in arrivo a fine 2020

di Giovanni Mattei
Risparmio energetico sui MacBook Pro? Sì, con questa app
Secondo un rumor Apple potrebbe lanciare un nuovo modello di MacBook Pro 13,3 e MacBook Air con processore Apple Silicon entro fine 2020 o inizio 2021

MacBook Pro ARM a fine anno, nuovo design nel 2021

di HDblog.it

In un report di marzo, il noto analista Ming-Chi Kuo si era espresso sui piani di Apple per i prossimi MacBook, anticipando il passaggio ai processori ARM - transizione annunciata nel corso della recente WWDC 2020 - e prevedendo l'arrivo del primo MacBook con la nuova architettura già entro il 2020.

Di mezzo c'è stata (e c'è ancora) la pandemia, che potrebbe aver stravolto i piani di Cupertino. Oppure no: perché Kuo è tornato sull'argomento, ribadendo le previsioni espresse a marzo. E ha pure rilanciato: non solo a fine anno arriverà un MacBook da 13,3 pollici con processore Apple Silicon, ma potrebbe essere affiancato anche da un MacBook Air (sempre con ARM), che al più tardi arriverebbe nella primavera del 2021. Limitatamente all'Air, aggiunge anche che l'adozione della nuova architettura potrebbe permettere ad Apple di abbassare i prezzi - ma non si sbilancia con cifre precise.

Questi due nuovi modelli, comunque, secondo Kuo nell'estetica saranno identici a quelli attuali. L'atteso redesign dei MacBook Pro, che pur avendo linee ancora attuali scontano delle cornici ormai troppo generose attorno al display, è però ancora sulla rampa di lancio: e il 2021 sarà l'anno giusto per vederlo. Nello specifico, sembra che dovremo aspettare fino alla metà del prossimo anno. Le indiscrezioni restano sempre le stesse: l'ottimizzazione delle cornici dovrebbe permettere ad Apple di introdurre un modello da 14 pollici che conservi un'impronta simile (o identica) a quella dell'attuale modello da 13,3 pollici.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Stanchi della beta di iOS 14? ecco come effettuare il downgrade e tornare alla stabile

di Giuseppe
Ecco la lista ufficiosa di iPhone e iPad aggiornati a iOS 14
Questa volta Apple ha fatto un po' di casino, rilasciando la beta di iOS 13.1 prima del rilascio finale di iOS 13: se non volete rimanere per sempre con un software beta sul vostro iPhone/iPad ecco la guida giusta per poter effettuare il downgrade

Oneplus 8 e tanti altri smartphone in offerta su Amazon

di Nicolò D'Evangelista

Se dovete cambiare smartphone e state cercando l’occasione giusta, oggi potrebbe essere il giorno giusto. Abbiamo infatti selezionato le migliori offerte Amazon dedicate a questa categoria con sconti molto interessanti.(...)
Continua a leggere Oneplus 8 e tanti altri smartphone in offerta su Amazon su Androidiani.Com


© nicolodevangelista for Androidiani.com, 2020. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Mercato PC: Apple resta in quarta posizione, dominano Lenovo e HP

di Lucia Massaro
Il mercato dei PC torna a crescere nel secondo trimestre del 2020, dopo un calo significativo nel trimestre precedente. Secondo le nuove statistiche preliminare diffuse da Gartner, le spedizioni mondiali sono aumentate del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2019 raggiungendo quota 64,8 milioni di unità. Il motivo principale è stato attribuito all’emergenza sanitaria che […]

Musica in streaming, che impennata! Il virus spinge Spotify e Apple Music

di HDblog.it

Spotify asso pigliatutto in un mercato dello streaming musicale in forte crescita: così potremmo riassumere il momento che sta vivendo il settore, spinto inevitabilmente dalle condizioni di isolamento sociale che hanno incentivato il consumo di contenuti video e musicali online.

Il quadro viene disegnato - e spiegato - da Counterpoint Research, che ha analizzato a fondo il primo trimestre dell'anno rilevando un boom degli abbonamenti a pagamento (+35% rispetto al Q1 2019) che ora sfiorano i 400 milioni di sottoscrizioni. Si tratta di un incremento superiore anche alla crescita degli utenti mensili attivi (+20% su base annua): in pratica, risulta più facile che un utente che già usufruisce del servizio in modo gratuito effettui l'upgrade all'abbonamento premium di quanto un nuovo utente attivi un account base.

SPOTIFY SU TUTTI, MA APPLE MUSIC E' A RUOTA

Piattaforme di musica in streaming: mercato del Q1 2020 e share per ricavi


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 683 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Musica in streaming, che impennata! Il virus spinge Spotify e Apple Music

di HDblog.it

Spotify asso pigliatutto in un mercato dello streaming musicale in forte crescita: così potremmo riassumere il momento che sta vivendo il settore, spinto inevitabilmente dalle condizioni di isolamento sociale che hanno incentivato il consumo di contenuti video e musicali online.

Il quadro viene disegnato - e spiegato - da Counterpoint Research, che ha analizzato a fondo il primo trimestre dell'anno rilevando un boom degli abbonamenti a pagamento (+35% rispetto al Q1 2019) che ora sfiorano i 400 milioni di sottoscrizioni. Si tratta di un incremento superiore anche alla crescita degli utenti mensili attivi (+20% su base annua): in pratica, risulta più facile che un utente che già usufruisce del servizio in modo gratuito effettui l'upgrade all'abbonamento premium di quanto un nuovo utente attivi un account base.

SPOTIFY SU TUTTI, MA APPLE MUSIC E' A RUOTA

Piattaforme di musica in streaming: mercato del Q1 2020 e share per ricavi


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone 12 Pro, nuove conferme sui 6 GB di RAM

di Lucia Massaro
La futura generazione di iPhone 12 è attesa per il mese di settembre, salvo ritardi. La macchina delle indiscrezioni però ha già da tempo cominciato a fornirci alcuni dettagli sui prossimi smartphone targati Apple. Nelle scorse ore, sono arrivate nuove conferme sul quantitativo di RAM a disposizione del processore A14 Bionic. Secondo il leaker L0vetodream, […]
❌