Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 15 Settembre 2019RSS feeds

Apple esalta le fotocamere e la durabilità degli iPhone 11 Pro in diverse nuove pubblicità

di Lorenzo Spada
iPhone 11 Pro

Un po’ come per tutte le aziende che cercano di vendere qualcosa di nuovo, anche per Apple e i suoi nuovi iPhone 11 Pro il primo passo è il marketing. Ed ecco allora che su YouTube sono state caricate le prime pubblicità che tendono ad esaltare le caratteristiche fotografiche e la durabilità della scocca dei […]

L'articolo Apple esalta le fotocamere e la durabilità degli iPhone 11 Pro in diverse nuove pubblicità proviene da TuttoTech.net.

iPhone 11 e iPhone Pro: l'innovazione è (anche) nel prezzo #prospettive

di HDblog.it

Settembre è un mese di solide certezze: la fine dell’estate e il ritorno a scuola, l’arrivo dell’autunno, i post su Facebook con il video di “Wake me up when September ends”, l’annuncio dei nuovi iPhone e, a stretto giro, le polemiche sul prezzo dei nuovi iPhone. Anche questo nono mese del 2019 non ha fatto eccezione. E così fra una canzone dei Green Day e i compiti delle vacanze ancora tutti da fare, Apple il 10 settembre ha lanciato i suoi nuovi iPhone 11 e iPhone 11 Pro con un evento speciale allo Steve Jobs Theater. Come da copione, sono seguite a ruota le critiche (sempre molto lette e condivise) sul cosiddetto “caro iPhone”, definizione che funziona bene nei titoli perché associa in maniera surrettizia il costo di uno smartphone ai rincari dei beni di prima necessità, delle utenze casalinghe o dei pedaggi autostradali.

Solitamente a questo tipo di polemiche basta rispondere così: “se pensate che gli iPhone siano troppo cari, non comprateli, nessuno vi obbliga a farlo” (vale anche per i Galaxy Note di Samsung, o i flagship di Huawei). Quest'anno però le critiche sono doppiamente insensate: per la prima volta dal 2017, infatti, gli iPhone costano - in media - qualche euro in meno rispetto alla gamma dell’anno precedente. Due anni fa Apple lanciava l’iPhone X, lo smartphone che, più di ogni altro, contribuì all’inizio dell’era dei super-flagship, cioè gli smartphone di punta che costano mille euro o più.

L’anno dopo, con gli iPhone XR, XS e XS Max, Apple è riuscita a spingere il costo medio dei suoi dispositivi ancora più alto (una scelta che si è rivelata vincente: nonostante il calo previsto delle unità vendute, i profitti hanno tenuto grazie a un Average Selling Price più alto). La settimana scorsa, ecco invece la mossa in controtendenza (ma giustificata, come vedremo, da vari fattori): l’iPhone entry level di quest’anno, cioè l’iPhone 11, costa 50$ (o 50€) in meno del suo omologo dell’anno scorso, l’iPhone XR. I modelli di punta costano uguale (a fronte di prestazioni maggiori e nuovi componenti più performanti).

(aggiornamento del 15 September 2019, ore 10:31)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Come disattivare Facetime su iPhone, iPad e Mac

di Valentino Viscito
Visto l’arrivo di un bug che permette ai malintenzionati di poter trasformare i vostri dispositivi in cimici tramite Facetime, molti di voi si sono interrogati su come disattivarlo sul proprio dispositivo iOS e macOS. Proprio leggi di più...

Come effettuare hard reset su iPhone XR

di Valentino Viscito
Può capitare che, nonostante iOS sia ottimizzato al massimo, il vostro iPhone si blocchi. In alcuni casi però non si riesce a far fronte a questa complicazione con un semplice spegnimento del dispositivo, quindi risulta leggi di più...
Ieri — 14 Settembre 2019RSS feeds

La versione 10.61 beta di App Google ci svela alcune feature in arrivo

di Roberto F.

Grazie al codice della versione 10.61 beta di App Google scopriamo alcune delle novità a cui gli sviluppatori del colosso di Mountain View stanno lavorando

L'articolo La versione 10.61 beta di App Google ci svela alcune feature in arrivo proviene da TuttoAndroid.

iPhone 11: la ricarica wireless inversa c’è, ma è disabilitata

di Giuseppe

L'hardware necessario sarebbe tutto all'interno dei nuovi smartphone, ma il blocco via software non consente di utilizzare la ricarica inversa

L'articolo iPhone 11: la ricarica wireless inversa c’è, ma è disabilitata proviene da TuttoTech.net.

C’è una nuova app di Xiaomi nel Play Store: ecco Pulitore, pronto a liberare memoria

di Marco Grasso

Cleaner Lite, in italiano semplicemente Pulitore, è una nuova applicazione pubblicata oggi da Xiaomi sul Google Play Store che si pone lo scopo di liberare spazio nella memoria del dispositivo.

L'articolo C’è una nuova app di Xiaomi nel Play Store: ecco Pulitore, pronto a liberare memoria proviene da TuttoAndroid.

iPhone 11 Pro, Apple pubblica due spot incentrati su resistenza e fotocamere

di HDblog.it

Apple ha pubblicato nelle scorse ore due video promozionali dedicati agli iPhone 11 Pro, i suoi nuovi smartphone che da ieri è possibile preordinare con consegne a partire dal 20 Settembre, anche su Amazon.

Il primo video enfatizza la robustezza di iPhone 11 Pro che Apple ha ulteriormente migliorato grazie anche all'adozione di un vetro più resistente. Nel video si vede un iPhone "maltrattato" da tutta una serie di oggetti che gli vengono scagliati contro in una sorta di galleria del vento. Sarà davvero più resistente? Lo scopriremo anche nelle prossime settimane con i tanti drop test che inizieranno a spopolare, come da tradizione, su YouTube.

(aggiornamento del 15 September 2019, ore 15:21)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meno recentiRSS feeds

Google Pixel 4: Altre informazioni sulla fotocamera

di Alessandro Matthia Celli

Impossibile navigare in rete, tra i social o in qualche forum, senza imbattersi in una notizia sul Google Pixel 4, tutti ne parlano e tutti ne scrivono.

(...)
Continua a leggere Google Pixel 4: Altre informazioni sulla fotocamera su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Apple App Store, arrivano i "periodi di grazia" per i servizi in abbonamento

di HDblog.it

Apple ha introdotto un "periodo di grazia" per le app che offrono un servizio in abbonamento con rinnovo automatico. Ciò significa che l'utente potrà continuare a usufruire del servizio per qualche giorno anche se è in ritardo con il pagamento dell'ultima rata. Durante questa fase, Apple cercherà di ottenere il quanto dovuto dall'utente. Il periodo di grazia ha una durata di 6 giorni per le app con abbonamento a rinnovo settimanale, mentre per tutti gli altri (da mensile ad annuale) è di 16 giorni.

L'iniziativa ha evidenti vantaggi per i consumatori che non subiranno interruzioni dei servizi dovuti a banali sviste o dimenticanze, ma secondo Apple a guadagnarci di più saranno proprio gli sviluppatori (e di conseguenza Apple stessa, visto che trattiene una percentuale su ogni abbonamento venduto attraverso l'App Store). Il ragionamento della società è che se un utente rimane senza un servizio, potrebbe anche realizzare che in fondo non gli è così necessario, e decidere di non rinnovare l'abbonamento.

Ricordiamo che durante il keynote tenuto nei giorni scorsi Apple ha annunciato anche i suoi nuovi servizi in abbonamento: Arcade ed Apple TV+.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Amazon a 198 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Editor di foto online per ritagliare immagini e modificarle con filtri

di Claudio Pomes
Per la maggior parte degli utenti non è necessario disporre di tutti gli strumenti disponibili con un programma di fotoritocco professionale come PowerPoint o come GIMP (anche se quest'ultimo è...

Continua...

Amazon mette in preordine i nuovi iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max

di Canna
E si avvicina il giorno delle consegne dei nuovi iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max, previsto per il 20 settembre. Sono però aperti i preordini e, da qualche ora, è possibile anche preordinare i nuovi iPhone su Amazon. […]

iPhone 11: la ricarica wireless inversa ci sarebbe ma disattivata via software

di HDblog.it

Quando Apple ha presentato i nuovi Phone 11, 11 Pro e 11 Pro Max, in molti si sono chiesti che fine avesse fatto una novità data quasi per certa da tutti i rumor: il supporto alla ricarica wireless inversa.

La casa di Cupertino non l’ha menzionata nel corso del Keynote e non vi è traccia di tale funzione sulle pagine ufficiali dei nuovi iPhone, tuttavia le ultime indiscrezioni - che verranno confermate o smentite dal primo teardown - sembrano riaccendere le speranze sulla sua presenza.

Reliable sources are saying iPhone 11 and 11 Pro do include the hardware for bilateral charging, but that it is software disabled. Uncertain whether this was removed prior to final production run.

(aggiornamento del 15 September 2019, ore 10:31)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Samsung Flow ora consente il mirroring dello schermo dello smartphone sui tablet

di Gerardo Orlandin

Con l'ultimo aggiornamento, gli utenti di Samsung Flow ora possono eseguire il mirroring dello schermo dello smartphone sui tablet Galaxy, inoltre, la finestra sullo schermo dello smartphone può essere utilizzata insieme ad altre app sul tablet utilizzando la funzione Multischermo. La seconda nuova funzionalità aggiunta riguarda la possibilità di trasferire intere cartelle anziché solo file.

L'articolo Samsung Flow ora consente il mirroring dello schermo dello smartphone sui tablet proviene da TuttoAndroid.

Kiwi Browser aggiunge le scorciatoie nella barra degli indirizzi e altri miglioramenti

di Gerardo Orlandin

Google Chrome è un ottimo browser per la maggior parte degli utenti, tuttavia Kiwi Browser è una delle alternative preferite. L'app ha recentemente ricevuto un aggiornamento che aggiunge le scorciatoie nella barra degli indirizzi, il supporto per dispositivi a 64 bit e ottimizzazioni per gli smartphone pieghevoli.

L'articolo Kiwi Browser aggiunge le scorciatoie nella barra degli indirizzi e altri miglioramenti proviene da TuttoAndroid.

Come riavviare Mac bloccato

di Alessio Salome
Anche i computer Apple non sono esenti da blocchi, quindi è un cosa normale se alcune volte possono piantarsi all’improvviso. Se siete capitati in una situazione simile, allora sicuramente state cercando una guida che vi leggi di più...

iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max: via ai preordini, disponibili anche su Amazon

di Lucia Massaro
Apple ha aperto le prenotazioni sul suo store online di iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max. Le consegne verranno effettuate a partire dal 20 settembre, giorno in cui la nuova generazione di iPhone verrà resa disponibile anche nei negozi fisici. Intanto, è possibile prenotare i nuovi iPhone anche su Amazon. Di […]

iPhone 11, Pro e Pro Max, via ai pre-ordini, anche su Amazon

di HDblog.it

iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max sono disponibili in pre-ordine da pochi minuti, e già i tempi di attesa per la consegna o per il ritiro presso uno degli Apple Store italiani si stanno allungando, perlomeno per alcune varianti. Annunciati a inizio settimana (QUI i dettagli sull'11, QUI invece quelli sui modelli Pro),  possono essere acquistati sia con la permuta di un iPhone precedente che a prezzo pieno (PREZZI Italia). Su Unieuro, intanto, è disponibile uno sconto del 5%.

La nuova gamma di iPhone è disponibile in pre-ordine anche su Amazon:

Come detto, son passate da poco le 14 e già le consegne registrano slittamenti importanti. Questa la fotografia della situazione al momento:

(aggiornamento del 15 September 2019, ore 10:31)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone 11 già scontati: da 51€ a 94€ in meno su Unieuro | Finito bug

di HDblog.it

Preordine appena partiti (alle 14.00) e vi segnaliamo subito un occasione da day one non facile da trovare quando si parla di iPhone appena lanciati. Su Unieuro è possibile ordinare i nuovi iPhone 11 al prezzo di listino ma, nel carrello, otterrete il 5% di sconto a cui, tramite codice sconto PAYPAL2019, potrete aggiungere altri 10€ ribasso.

In poche parole avrete un risparmio che varia dai 51€ di iPhone 11 64GB fino ai circa 94€ di iPhone 11 Pro Max 512GB. Un risparmio notevole considerando che iPhone non è ancora realmente uscito.

Il "bug" probabilmente verrà corretto nel giro di poche ore (finito bug).

(aggiornamento del 15 September 2019, ore 10:31)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

General Motors sceglie Android per il suo infotainment

di Alessandro Matthia Celli

General Motors ha annunciato che Android di Google supporterà il sistema di infotainment delle sue auto ad iniziare dai modelli del 2024.

(...)
Continua a leggere General Motors sceglie Android per il suo infotainment su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

❌