Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

L’Antitrust indaga su Amazon: abuso di posizione dominante?

di Dario D'Elia
L’Antitrust ha avviato un’indagine nei confronti di cinque società del gruppo Amazon, ovvero Amazon Services Europe S.à r.l., Amazon Europe Core S.à r.l., Amazon EU S.à r.l., Amazon Italia Services S.r.l. e Amazon Italia Logistica S.r.l., per un presunto abuso di posizione dominante (art. 102 del TFUE). Il procedimento si concluderà entro il 15 aprile […]

Comune di Roma, la rete mobile Iliad (qui) non s’ha da fare

di Dario D'Elia
Il Comune di Roma da più di un anno sta rimbalzando le richieste di Iliad in relazione alla possibilità di installare impianti di telecomunicazione mobile e broadband wireless access, stando a quanto riporta il Garante del Mercato e la Concorrenza. La vicenda si svelata in ogni dettaglio nell’ultimo bollettino dell’AGCM. In pratica tra settembre 2017 […]

DAZN, 500 mila euro di multa dall’Antitrust

di Filippo Vendrame

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha multato DAZN con un’ammenda di ben 500 mila euro per due pratiche commerciali scorrette. L’AGCM ha comunicato di aver chiuso un’istruttoria iniziata lo scorso agosto nei confronti di Perform Investment Limited e Perform Media Services S.r.l. in cui ha accertato le criticità che hanno portato alla multa.

Leggi il resto dell’articolo

Riflettori Antitrust sul patto Sky-Mediaset Premium: l’acquisizione di R2 è un pericolo?

di Dario D'Elia
L’Antitrust (AGCM) ha avviato il 7 marzo un procedimento istruttorio per valutare l’acquisizione della piattaforma tecnica di Mediaset Premium (R2 Srl) da parte di Sky. Non sarà una passeggiata, anche se l’AGCOM a febbraio ha già dato l’ok all’operazione. “Il procedimento è diretto ad accertare le possibili ricadute concorrenziali dell’acquisizione da parte di Sky, operatore […]

TIM, Wind Tre e Fastweb nel mirino dell’Antitrust

di Filippo Vendrame

TIM, Wind Tre e Fastweb sono finite nuovamente nel mirino dell’Antitrust. Come è possibile leggere all’interno dell’ultimo bollettino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, agli citati provider sarebbero contestate alcune violazioni al Codice di Consumo per quanto concerne le loro offerte di connettività in fibra ottica. Più nello specifico, TIM, Wind Tre e Fastweb non avrebbe rispettato alcune precedenti delibere dell’Autorità.

Leggi il resto dell’articolo

Ryanair e Wizz Air sanzionate dall’AGCM, il bagaglio grande è un servizio essenziale non opzionale

di Dario D'Elia
Ryanair e Wizz Air sono state sanzionate dall’Antitrust (AGCM) per una pratica commerciale scorretta riguardante le regole di trasporto del bagaglio a mano grande, che da novembre 2018 avrebbero voluto escludere dalla tariffa base. Dovranno pagare rispettivamente 3 milioni e 1 milione di euro, inoltre comunicare all’Autorità entro 60 giorni le misure adottate in ottemperanza […]

L’Antitrust indaga sui radiotaxi napoletani, come in altre città concorrenza sleale contro DigiTaxi e Mytaxi

di Dario D'Elia
Ancora grane nel mondo dei taxi, questa volta a Napoli. L’Antitrust ha avviato un procedimento istruttorio per possibile intesa restrittiva della concorrenza nei confronti di Consortaxi, Taxi Napoli, Radio Taxi Partenope e Desa Radiotaxi (La570). Sono accusate di aver ostacolato i servizi di prenotazione via app di DigiTaxi e Mytaxi Italia. La storia è nota […]

SKY, multa da 7 milioni dall’AGCM

di Filippo Vendrame

Il contenuto del pacchetto Calcio per la stagione 2018/19 costerà molto caro a SKY. L’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha multato SKY Italia per “pubblicità ingannevole e pratica aggressiva” avendo accertato due violazioni del Codice del Consumo. Complessivamente, l’Autorità ha erogato sanzioni per un totale di ben 7 milioni di euro. Più nello specifico, l’istruttoria ha rivelato che SKY non ha fornito informazioni chiare e immediate sul contenuto del pacchetto Calcio per la stagione 2018/19, lasciando intendere ai potenziali nuovi clienti che tale pacchetto fosse comprensivo di tutte le partite del campionato di serie A come nel triennio precedente.

Leggi il resto dell’articolo

iPhone rallentati: Apple pubblica la nota AGCM

di Marco Grigis

La questione degli iPhone rallentati, in presenza di una batteria non più completamente performante, torna a occupare la cronaca tecnologica italiana. Apple ha infatti pubblicato, sul suo sito ufficiale, la nota dell’AGCM relativa al caso: lo scorso anno, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva comminato al gruppo di Cupertino un’importante multa, per la mancata comunicazione agli utenti dei cambiamenti introdotti con iOS 10.2.1.

Leggi il resto dell’articolo

ADUC si rivolge ad AGCM e AGCOM per far sospendere i rincari tariffari TIM sul mobile

di Dario D'Elia

L’associazione dei consumatori ADUC ha chiesto all’Antitrust e all’AGCOM di far sospendere a TIM l’annunciato rincaro tariffario che verrà applicato su alcune vecchie offerte mobili a partire dal 25 febbraio. Il motivo principale è legato al fatto che TIM non avrebbe fornito “correttamente ai consumatori le informazioni sulle modifiche contrattuali con 30 giorni di anticipo”. La nota informativa sul sito ufficiale risale al 21 gennaio, e anche la campagna SMS è stata avviata quindi almeno sulla tempistica tutto potrebbe essere corretto, ma il tema è senza dubbio legato alla qualità delle informazioni offerte.

“Dal 25 febbraio 2019 TIM aumenterà il prezzo di alcuni piani tariffari per i cellulari, di 0,99 euro al mese e di 1,99 euro al mese, ma lo fa senza garantire al consumatore/cliente la conoscibilità della modifica delle condizioni contrattuali e quindi la possibilità di esercitare il diritto di recesso senza il pagamento di penali”, scrive l’ADUC.

Il messaggio SMS spedito ai clienti, secondo l’associazione, violerebbe le disposizioni AGCOM in tema di modifica contrattuale. Prima di tutto dovrebbe recare la scritta “Modifica delle condizioni contrattuali” e in secondo luogo “indicare il contenuto della modifica”. 

“TIM non solo omette le informazioni previste dall’Agcom ma sembra addirittura un messaggio promozionale e, di conseguenza, il cliente non interessato a nuove promozioni non utilizzerà il link”, puntualizza ADUC. La pagina Web sul sito ufficiale pare mancare di ulteriore trasparenza poiché non viene specificato quali piani tariffari subiranno l’aumento da 99 centesimi e da 1,99 euro. Inoltre, anche a seguito dell’invio dell’SMS, si è costretti ad andare “sul sito di TIM e poi ancora entrare nel proprio profilo personale MyTIM (o crearlo) per sapere a quanto ammonterà l’aumento”.

“La lettura complessiva della pagina web che parla di ‘offerte arricchite’ e di ‘promozioni a lui riservate’ – insieme alle ‘novità’ menzionate nell’SMS – rafforza nel lettore la percezione che si tratti di una promozione e non di modifiche contrattuali sfavorevoli, tanto più che le informazioni sulla possibilità di recedere senza penali è relegata alla seconda parte della pagina web”, conclude l’associazione.

“Una macchinosità ideata da TIM per ostacolare l’effettiva conoscenza delle modifiche contrattuali in corso”.

Antitrust multa Sony per 2 milioni di euro

di Candido Romano

PlayStation Plus, il servizio in abbonamento di Sony per giocare online su PlayStation 4, è a pagamento, ma l’azienda è stata poco chiara nel comunicarlo. Per questo l’AGCM, Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, ha comminato all’azienda giapponese una multa di 2 milioni di euro, dopo un procedimento istruttorio. In particolare la multa è diretta verso Sony Interactive Entertainment Europe, Sony Interactive Entertainment Europe Network e Sony Interactive Entertainment Italia.

Leggi il resto dell’articolo

Antitrust, rischi per lo sviluppo del 5G in Italia

di Filippo Vendrame

L’Antitrust paventa alcuni rischi in Italia per lo sviluppo del 5G. All’interno dell’ultimo bollettino del 2018, l’AGCM ha deliberato di inviare una segnalazione relativa agli ostacoli all’installazione di impianti di telecomunicazione mobile e broadband wireless access presenti nelle normative locale (comunale e provinciale), regionale e nazionale. Secondo l’Antitrust, tali ostacoli restringono ingiustificatamente la concorrenza nei mercati delle telecomunicazioni e rischiano di determinare ricadute negative rilevanti sui livelli di servizio erogati ai consumatori e alle imprese, nonché sulla competitività dell’Italia nei confronti di altri Paesi.

Leggi il resto dell’articolo

L’AGCM sospende 4 siti Buy & Share: ecco quali!

di Canna
Le indagini effettuate, con la collaborazione del Nucleo Antitrust della Guardia di Finanza, hanno evidenziato che gli operatori in questione utilizzano la prima fase di promozione per acquisire credito attraverso un rapido scorrimento delle liste e la conseguente consegna dei […]

Obsolescenza programmata: multe milionarie per Apple e Samsung

di Federico Gambarelli

La notizia è una di quelle destinate a scaldare gli animi di sostenitori e detrattori di entrambe le aziende: Apple e Samsung sono state multate dall’AGCM per una pratica definita obsolescenza programmata, che consiste nel rallentare, attraverso il rilascio di aggiornamenti di sistema, alcuni dei propri device più datati.

(...)
Continua a leggere Obsolescenza programmata: multe milionarie per Apple e Samsung su Androidiani.Com


© federicogambarelli for Androidiani.com, 2018. | Permalink |

Tags del post: , , ,

❌