Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Killer AX1650, il modulo Wi-Fi 6 per il gaming online

di Manolo De Agostini
Rivet Networks ha presentato Killer AX1650, un modulo Wi-Fi 6 per PC di ogni formato e portatili basato sul controller Intel Cyclone Peak (AX200). La nuova soluzione di Killer è ottimizzata per il gaming online competitivo grazie a firmware e driver messi a punto dall’azienda. Il prodotto si presenta in formato M.2 (quindi dovrebbe essere […]

Iotty, l’interruttore davvero smart bello da vedere

di Tom's Hardware
Gli interruttori smart sono delle piccole meraviglie che ci permettono di dare un tocco super hi-tech alla nostra casa e, finalmente, è arrivato un prodotto che è anche bello da vedere. Siamo nel 2019 e l’intelligenza artificiale è entrata nelle nostre case. Abbiamo assistenti digitali sugli smartphone e nelle stanze di casa nostra, ma cosa […]

Wi-Fi Alliance, 5 falle nel WPA3: aggiornate i firmware degli access point

di Dario D'Elia
La Wi-Fi Alliance aveva assicurato che lo standard WPA3 sarebbe stato nettamente superiore nel livello di sicurezza rispetto al WP2, ma la recente scoperta di ben cinque vulnerabilità ha colto molti addetti ai lavori un po’ di sorpresa. Un team di ricercatori della New York University e della Tel Aviv University ha scoperto che sebbene […]

Fiat e Wind: nasce la nuova Panda iperconnessa

di Redazione

Al giorno d’oggi la connettività rappresenta una delle caratteristiche principali cercate dal cliente durante l’acquisto della vettura. Lo dimostra anche il recente esordio della tecnologia 5G di TIM. Per questo Fiat in collaborazione con la compagnia telefonica Wind Tre propone una nuova versione della sua best-seller: la Panda Connected by Wind. Dopo averla presentata al Salone di Ginevra, Fiat ha organizzato una giornata dedicata alla stampa italiana, che ha potuto toccare con mano il nuovo modello.

IL DESIGN GIOVANILE

Basata sulla versione Cross, la Fiat Panda subisce dei leggeri cambiamenti estetici specifici per questa variante “iperconnessa”. L’auto è stata presentata con livrea bianca, il tetto nero e specchietti arancioni. Quest’ultimi riprendono i colori Wind per sottolineare maggiormente la collaborazione tra le due aziende. L’auto, che a listino è disponibile anche in altre tinte, presenta anche i loghi con il numero celebrativo “120” dell’anniversario di Fiat e la scritta “Connected by Wind”. Le maniglie e la slitta paracolpi rivestiti con un trattamento lucido e i cerchi bicolore da 15” completano il design esterno. Gli interni si differenziano dal resto della gamma per i sedili in tessuto nero con cuciture bianche e verdi. Il sistema multimediale prevede la presenza della Radio U-connect TM Mobile con comandi al volante e il supporto dove fissare il proprio smartphone.

LA CONNETTIVITÀ DEL WIND PACK

La Panda Connected by Wind offre livelli di connettività difficilmente disponibili su una city car. Il Wind Pack, infatti, offre un router Wi-Fi Webpocket 4G che permette di collegare fino a 15 dispositivi contemporaneamente. Una volta attivato si trasforma in un hotspot personale, creando una rete senza fili che permette ai clienti di navigare su internet e ascoltare la propria musica preferita in streaming. La batteria integrata può essere ricaricata attraverso l’apposita presa da 12V della vettura. Il router Wi-Fi, che può essere portato con sé una volta scesi dall’auto, abbinato alla scheda SIM Wind, offre 50 Giga di traffico mensile il primo anno incluso nel prezzo con la connessione super veloce 4G/4,5G. Dal secondo anno ogni cliente è libero di scegliere il piano tariffario che preferisce tra quelli proposti da Wind.

PREZZI E OFFERTA LANCIO

La Panda Connected by Wind verrà lanciata sul mercato con una campagna pubblicitaria che ha come protagonista Fabio Rovazzi e con un porte aperte dedicato in programma il 13 e 14 aprile. Il prezzo di lancio della Fiat Panda Connected by Wind è di 9.950 euro, se si sceglie la formula del finanziamento. Nella fase di lancio, i clienti potranno beneficiare anche dell’offerta BE-SMART by FCA Bank, che premette al cliente di ottenere sia un vantaggio aggiuntivo di 1.500 euro, sia di scegliere, alla fine del contratto, se sostituire la vettura acquistandone una nuova, se tenerla pagando la Rata Finale Residua oppure se restituirla.

L'articolo Fiat e Wind: nasce la nuova Panda iperconnessa proviene da SicurAUTO.it.

Piazza Wi-Fi Italiana: hanno già aderito 2035 comuni

di Dario D'Elia
“Piazza Wifi Italia“, il progetto del MISE per fornire connettività Wi-Fi ai comuni, ha già registrato 2.035 richieste. È questo il numero di comuni italiani che hanno aderito all’iniziativa a poco più di un mese dal lancio. Per altro, di questi, 581 hanno già firmato le convenzioni con Infratel che avviano la procedura per l’installazione […]

Wi-Fi 6: come funziona e perché è una rivoluzione

di Valentino Viscito
Dato l’aumento di dispositivi Smart, oggigiorno è sempre più importante disporre di una solida connessione; è per questo che, a metà 2019, farà la sua comparsa il Wi-Fi 6. Quest’ultimo porterà a una vera e leggi di più...

Piazza Wifi Italia al via, accessi Internet gratuiti per i cittadini

di Dario D'Elia
“Piazza Wifi Italia“ è uno dei nuovi progetti del Ministero dello Sviluppo Economico che consentirà a milioni di cittadini di connettersi gratuitamente a Internet via Wi-Fi potenzialmente da tutte le città della penisola. Il progetto prevede infatti per tutti i Comuni che ne faranno richiesta (qui il modulo) di accedere allo stanziamento previsto dal MISE. […]

Wi-Fi gratuito in tutti i comuni italiani: due iniziative lo renderanno reale

di Biagio Petronaci

Oggigiorno sono pochissimi i cittadini che decidono di non sfruttare le infinite potenzialità di internet: alcune statistiche, risalenti al 2018, mostrano che gli utenti connessi sarebbero più di 4 miliardi. Circa due anni fa, il Ministero per i beni e le attività culturali e l’Agenzia per l’Italia digitale avevano introdotto un progetto molto interessante, WiFi Italia. L’idea […]

L'articolo Wi-Fi gratuito in tutti i comuni italiani: due iniziative lo renderanno reale proviene da TuttoAndroid.

Amazon ha acquisito eero, dispositivi Wi-Fi mesh per migliorare e agevolare la copertura in casa

di Dario D'Elia
Amazon ha confermato l’acquisizione della californiana eero, una società specializzata nello sviluppo di extender Wi-Fi pensati per l’ambiente domestico. “Siamo notevolmente impressionati della squadra di eero e come abbiano inventato velocemente una soluzione Wi-Fi che faccia funzionare agevolmente i dispositivi connessi”, ha commentato Dave Limp, SVP di Amazon Devices and Services. “Abbiamo una visione condivisa […]

In futuro caricheremo gli smartphone tramite il Wi-Fi

di Thomas De Faveri

Dal MIT arriva l'ultima trovata per dire addio alle batterie: l'energia arriva direttamente dal Wi-Fi e dalle onde elettromagnetiche, grazie al principio della rectenna.

L'articolo In futuro caricheremo gli smartphone tramite il Wi-Fi proviene da TuttoAndroid.

MIT converte Wi-Fi in elettricità, addio batterie?

di Candido Romano

Un futuro in cui i dispositivi di elettronica di consumo come smartphone, tablet o indossabili potrebbero funzionare senza batterie. Questo potrebbe accadere grazie a una ricerca internazionale guidata dal MIT di Boston, pubblicata su Nature, che ha sviluppato un nuovo dispositivo flessibile che cattura il segnale Wi-Fi e lo converte in elettricità.

Leggi il resto dell’articolo

Recensione devolo Magic 2, Wi-Fi Mesh alla portata di tutti

di Andrea Ferrario

La connettività Wi-Fi di casa è scarsa? Ci sono alcune stanze in cui la navigazione Internet va a rilento e altre in cui proprio non arriva il segnale? Se avete questo problema, ci sono diversi modi per migliorare la situazione: sostituire il modem router con uno dotato di un wi-fi migliore, utilizzare un ripetitore o sfruttare la rete elettrica per trasferire il segnale di rete nelle stanze non raggiunte dal Wi-Fi. Ogni soluzione ha i suoi pro e contro, ma devolo ha realizzato un prodotto in grado di abbinare più tecnologie che assieme assicurano una connessione più stabile, più veloce e in grado di raggiungere distanze impossibili da ottenere con altri dispositivi.

Stiamo parlando di “Magic”, un ripetitore wi-fi mesh che sfrutta la tecnologia Powerline più avanzata.

Vantaggi e svantaggi delle varie tecnologie

Nuovo router con Wi-Fi migliore

Cambiare il router per migliorare la connettività Wi-Fi non è solitamente la scelta migliore. È vero che con un modello di fascia alta, compatibile con gli ultimi standard wireless e dotato di antenne efficaci e potenti, è possibile ampliare la copertura del wireless.

Tuttavia non cambierete il modo in cui il Wi-Fi è propagato: dal punto in cui è presente il modem, il segnale Wi-Fi si propaga creando una sorta di bolla, e più ci si allontana dal router, più il segnale s’indebolisce, e quindi diventa meno stabile e la velocità diminuisce. Se avete la fortuna di poter collegare il modem al centro della vostra casa, e non vivete in una reggia, probabilmente non avrete bisogno di altri dispositivi. Ma, come spesso accade, il router si trova lungo un muro perimetrale della casa, e quindi non è possibile coprire uniformemente tutto l’appartamento.

Ripetitore Wi-Fi

Il ripetitore Wi-Fi classico non fa altro che “catturare” il segnale Wi-Fi e ritrasmetterlo. Nonostante funzioni, e sia una soluzione economica, ha diversi svantaggi: crea una seconda rete wireless, bisogna trovare il posto più adatto dove installarlo (che solitamente è una zona dove il segnale Wi-Fi principale sia almeno il 50% della potenza di quello originario), la nuova rete Wi-Fi offrirà una velocità inferiore rispetto a quella originaria.

Inoltre, quando vi muoverete nella casa con un dispositivo, il passaggio tra le due reti Wi-Fi non sarà senza soluzione di continuità e l’esperienza generale ne risentirà.

Ripetitore Mesh

Funziona essenzialmente come il ripetitore Wi-Fi, ma migliora l’ergonomia, gestendo in maniera intelligente le reti wi-fi. Un utente non si renderà conto a quale hot-spot sarà connesso, non avrà rallentamenti o problemi di connettività mentre si sposta da una parte all’altra dell’appartamento.

Inoltre i dispositivi mesh sono solitamente basati su tecnologie con antenne e canali di trasmissioni multipli, in grado di sostenere alte velocità anche distanziandosi dal ripetitore principale. Nonostante ciò, una diminuzione della potenza è da tenere in considerazione. Questi dispositivi sono molto più costosi di un semplice repeater.

Powerline

La tecnologia Powerline è in grado di usare la rete elettrica per trasferire i dati. È quindi possibile portare la connettività Internet in un punto molto distante dalla sorgente dove è presente il router. Gli adattatori Powerline di buona qualità possono propagare una rete wireless al punto di destinazione, mettendo a disposizione una potenza e velocità di trasmissione molto vicina a quella originaria, come se si fosse vicinissimi al router, senza subire penalizzazioni in termini di stabilità e velocità della connessione.

devolo Magic: Mesh + Powerline

Per sviluppare Magic, la tedesca devolo ha abbinato il meglio delle soluzioni descritte, quindi la tecnologia Powerline, di cui può vantare un’esperienza di anni nel settore, e che permette di portare il segnale dati dalla parte opposta dell’appartamento (o su differenti piani) senza perdita di potenza, assieme alla tecnologia Mesh, che migliora il Wi-Fi senza incappare nei problemi descritti nel paragrafo dedicato ai repeater.

Il prodotto che abbiamo provato, e che vedete nelle foto, è il Magic 2, che si differenzia dal Magic 1 principalmente per la tecnologia Powerline adottata.

Installazione a portata di tutti

Nonostante l’elevato contenuto tecnologico del prodotto, in grado di sfruttare le ultime novità sia in termini di Wi-Fi che Powerline, la procedura d’installazione è a portata di chiunque. Non dovrete avere alcuna conoscenza tecnica approfondita per installare Magic.

Nella confezione troverete due dispositivi. Collegate quello più grande nella stanza in cui volete portare (migliorare) la connettività Internet. Attendete un minuto circa per l’inizializzazione fino a quando il LED presente sarà di colore bianco e fisso. Collegate il secondo dispositivo, quello più piccolo, a una presa di corrente vicino al router, e poi collegate un cavo di rete, dal router al Magic.

Ora non dovrete fare altro che attendere qualche minuto, automaticamente i due dispositivi si “rintracceranno” e si abbineranno. Quando i LED di entrambi i dispositivi saranno fissi e di colore bianco, significherà che tutto è concluso e pronto all’uso. Nella stanza, lontana dal router, in cui avete installato il dispositivo più grande ora sarà presente una rete Wi-Fi stabile e veloce, mentre potrete anche sfruttare fino a due connessioni di rete cablate, grazie alle due porte Gigabit Ethernet.

Se invece vorrete abilitare la rete mesh, allora la procedura non sarà molto differente. Basterà collegare il dispositivo più grande a una presa di rete vicino al router, premere il tasto a forma di “casetta” sul dispositivo e poi il tasto WPS, disponibili sulla maggior parte dei modem router. Quando il tasto smetterà di lampeggiare e diventerà bianco fisso, significherà che la connessione Mesh è stata stabilita correttamente. Potrete a questo punto scollegare il dispositivo e riposizionarlo nella stanza dove desiderate.

Test

Abbiamo svolto dei test in differenti scenari, misurando la velocità della rete in queste condizioni:

  • Cavo diretto dal router al PC
  • Connessione via cavo a Magic 2, con Powerline connessa al router
  • Connessione Wi-Fi del router a circa 5 metri in campo libero
  • Connessione Wi-Fi del router a circa 5 metri, con due piani di dislivello e ostacoli (mura)
  • Connessione Wi-Fi di Magic 2, a due piani di dislivello

Questi sono i risultati che abbiamo ottenuto:

Cavo diretto dal router al PC Connessione via cavo a Magic 2, con Powerline connessa al router Connessione Wi-Fi del router a circa 5 metri in campo libero Connessione Wi-Fi del router a circa 5 metri, con due piani di dislivello e ostacoli (mura) Connessione Wi-Fi del router a circa 5 metri, con due piani di dislivello e ostacoli (mura)
Download 35.24 Mbit 35.95 Mbit 23.34 Mbit 8.00 Mbit 24.68 Mbit
Upload 12.18 Mbit 12.26 Mbit 11.99 Mbit 9.13 Mbit 12.09 Mbit

I risultati mostrano chiaramente come nel nostro test siamo stati in grado di portare la connettività, a due piani di distanza, tramite rete elettrica, senza alcun tipo di perdita. Usando la tecnologia Powerline come spina dorsale del sistema, è anche possibile portare una connessione senza fili dalla parte opposta della casa o a piani di distanza, godendo ugualmente della massima velocità offerta dalla connessione.

In base a dove vorrete portare la connessione Wi-Fi, potrete poi decidere se usufruire delle funzioni Mesh, così da avere una rete uniforme ed efficiente, o semplicemente sfruttare una connessione wireless alternativa.

Abbiamo effettuato test anche “caricando” la rete elettrica, senza notare particolari differenze. Può capitare che se sulla stessa rete elettrica viene alimentato un grande elettrodomestico, l’efficienza della Powerline diminuisca. Tuttavia le variabili in questo caso sono molte, poiché dipendono dagli elettrodomestici e dalla rete elettrica stessa. Ogni caso fa scuola a parte e non esiste una formula in grado di darvi a priori delle certezze sull’efficienza che potete ottenere.

Verdetto: chi dovrebbe acquistare devolo Magic

devolo Magic rappresenta lo stato dell’arte delle Powerline con Wi-Fi integrato. Non solo è compatibile con gli ultimi standard Powerline, in grado di raggiungere velocità fino a 2400 Mbit, ma la connettività Wi-Fi eredita le caratteristiche dei ripetitori Mesh, evitando i difetti dei classici ripetitori.

La facilità d’installazione è massima e non prevede nulla di più che il collegamento alle prese di corrente. In pochi secondi sarete in grado di portare la connettività Internet, alla massima velocità, in qualunque parte della vostra casa.

L’offerta Magic di devolo prevede più versioni del prodotto, in grado di soddisfare diverse tipologie di utenti e capacità di spesa. Chiunque abbia la necessità di portare Internet in zone remote della propria casa, con semplicità, dovrebbe considerare questi prodotti. Per maggiori informazioni, prezzi e disponibilità, potete fare riferimento al sito ufficiale dell’azienda.

Qual’è il futuro del Wi-Fi?

di Claudio Davide Ferrara

Anni fa la rete Internet era interamente connessa e accessibile tramite cavi, oggi invece l’utente comune identifica le reti wireless come “Internet” e le connessioni Wi-Fi sono largamente utilizzate anche in ambiente domestico. A questo proposito, durante il 2018 il consorzio industriale Wi-Fi Alliance darà il via al suo programma chiamato Wi-Fi Certified Home Design.

Attualmente chi costruisce abitazioni non le concepisce per essere adattate alle connessioni Wi-Fi, di solito infatti i router o gli access point vengono aggiunti successivamente da chi acquista una casa. Questo ovviamente non è un dato positivo per la connettività, perché a seconda dell’edificio …

The post Qual’è il futuro del Wi-Fi? appeared first on Edit.

Curiosità: cosa significa Wi-Fi?

di Jessica Lambiase

Tanti termini appartenenti al mondo della tecnologia vengono, per forza di cose, utilizzati automaticamente senza chiedersi quale sia il significato intrinseco; uno di questi termini è sicuramente Wi-Fi, quelle quattro importantissime lettere che denotano lo standard di connettività wireless alla rete tramite scheda.

Se non ci fosse quel termine, dovremmo riferirci a quella tipologia di connessione come un modo di accedere a Internet “secondo lo standard 802.11″; sicuramente non “suona” così bene quanto vorremmo ed utilizzare quelle quattro lettere in luogo dei numeretti ha il suo charme, eppure la domanda resta: cosa significa Wi-Fi, davvero?

2000px-Wi-Fi_Logo.svg

I più navigati, ma non soltanto loro, hanno attribuito a Wi-Fi il significato di Wireless Fidelity, ovvero “Fedeltà Wireless”, usando come convenzione quella che ha generato una nomenclatura molto simile per un’altra tecnologia: stiamo parlando di Hi-Fi, che è in realtà la contrazione di “High Fidelity“.

Ciò ha soltanto in parte senso, poiché il significato originale della parola Wi-Fi non è affatto Wireless Fidelity, anzi: Wi-Fi è null’altro che un brand – diventato successivamente un marchio registrato – creato su commissione dalla Interbrand. 

In altre parole: di per sé la parola Wi-Fi non ha significato ed è così simile ad “Hi-Fi” soltanto per generare un’associazione mentale – inizialmente lo standard Wi-Fi era visto come un promotore della diffusione audio/video su Internet.

Soltanto dopo l’adozione del nome e del logo, alcuni membri della Wi-Fi Alliance hanno esposto dubbi sul perché un nome che sembrava un’abbreviazione non avesse nessuna spiegazione grammaticale; è per questo che, come compromesso, si concordò di affiancare al logo lo slogan

The Standard for Wireless Fidelity.

Morale della favola: inizialmente Wi-Fi non significava nulla ma, con una strizzata d’occhi, è stato successivamente ricondotto a “Wireless Fidelity”.

L'articolo Curiosità: cosa significa Wi-Fi? appare per la prima volta su Chimera Revo - News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

❌