Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 24 Febbraio 2020RSS feeds

Huawei e Google continuano a collaborare per gli smartphone meno recenti

di Roberto F.

La collaborazione tra Google e Huawei procede per tutti i dispositivi che sono stati certificati prima del 16 maggio 2019

L'articolo Huawei e Google continuano a collaborare per gli smartphone meno recenti proviene da TuttoAndroid.

Meno recentiRSS feeds

Google prende le distanze da Huawei e dice di non installare le sue app

di Irven Zanolla

Dopo un lungo silenzio sulla vicenda, Google si decide a fare chiarezza su Huawei e sui servizi GMS che non saranno più preinstallati negli smartphone del colosso cinese.

L'articolo Google prende le distanze da Huawei e dice di non installare le sue app proviene da TuttoAndroid.

Auto usate certificate: le garanzie di Ford Approved

di Donato D'Ambrosi

Le auto usate si confermano la scelta principale degli italiani. Nel 2019 sono stati venduti oltre 3 milioni di veicoli usati, cioè 159 auto usate ogni 100 auto nuove. Un trend che le stesse Case auto stanno sempre più cavalcando offrendo servizi di auto usate certificate, come Ford Approved di cui parleremo in questo articolo.

COSA SONO LE AUTO USATE CERTIFICATE

I canali tradizionali per acquistare un’auto usata sono essenzialmente 3: rivolgersi a un privato, a un venditore o alle Concessionarie. Questo lo sanno grossomodo tutti. Qualcosa cui spesso non si fa abbastanza attenzione invece è il livello di rischio associato al venditore dell’auto che stiamo per comprare. Nel primo caso il rischio è tutto dell’acquirente, che si assume la responsabilità dei controlli da fare sull’auto usata; scarica qui la check list. Nel secondo caso (rivenditore-salonista) quella responsabilità assume più i contorni della fiducia che si instaura con il venditore, non di rado mal riposta, se poi si scoprono danni occulti all’auto o chilometri scalati. E poi ci sono le auto usate certificate. Ma cosa significa “auto usata certificata”? Per capirlo meglio scopriamo da vicino il servizio Ford Approved.

AUTO USATE, LA CERTIFICAZIONE INIZIA DALLA SELEZIONE

Le auto usate certificate, a differenza delle auto usate che hanno una garanzia legale di 2 anni (riducibile a 1, previo consenso tra le parti), sono veicoli con un pedigree noto alla rete ufficiale dei Costruttori. Sono solitamente auto già nelle disponibilità dei Concessionari o che le concessionarie ritirano da permute di clienti/società noti. Ford, ad esempio, certifica solo auto usate della stessa marca che hanno non più di 5 anni. Nessun modello è escluso dalla certificazione Ford Approved, infatti sulla pagina Ford.it si può cercare qualsiasi auto Ford tra circa 2500 veicoli in vendita.

I CONTROLLI DA SUPERARE PER LE AUTO USATE CERTIFICATE

Poi ciò che cambia tra un’auto usata garantita, che si può comprare quasi ovunque presso rivenditori specializzati, e un’auto usata certificata è nei controlli. Prendendo nuovamente Ford come esempio, le auto usate “in ingresso”, vengono controllate in 75 aree diverse, dalla meccanica alla carrozzeria, per assicurarsi che la qualità dell’auto sia all’altezza per poter essere certificata. Inoltre, ogni auto viene collegata ai sistemi diagnostici Ford da cui viene estrapolata tutta la sua storia, dalla manutenzione ordinaria al controllo dei dati originari. Infine le auto certificate con l’usato Ford Approved passano in vetrina solo dopo gli aggiornamenti software, se necessari, alle ultime versioni disponibili.

The post Auto usate certificate: le garanzie di Ford Approved appeared first on SicurAUTO.it.

Le 10 auto usate economiche con più km vendute a gennaio 2020

di Donato D'Ambrosi

Se doveste comprare un’auto usata con la minima spesa, probabilmente cerchereste tra le auto usate economiche con più chilometri. Un acquisto che per molti potrebbe sembrare azzardato, visto che il rapporto degli italiani con l’auto è più platonico che basato sulla manutenzione auto ordinaria. E invece secondo un’indagine sulle auto usate online, ci sono modelli di auto usate intramontabili, che al di là del valore e dei km sono tra le auto usate più vendute in 2 mesi.

AUTO USATE ECONOMICHE, L’INDAGINE ONLINE

La classifica delle auto usate economiche con più chilometri proviene da un’elaborazione di Autouncle sul numero di auto usate vendute online in meno tempo. Sono state considerate le auto usate con meno di 10 anni di età e la percorrenza media maggiore, a fronte del maggior numero di vendite tra gennaio e febbraio 2020. Guardando la classifica delle auto usate più economiche per vendite, si capisce come ormai sia incrinato il binomio auto tedesche-indistruttibilità.

LE 5 AUTO USATE PIU’ VENDUTE CON PIU’ KM

Non sorprende che tra le auto usate più economiche vendute online ci siano molte Fiat, quanto invece il fatto che le auto FCA sono nelle prime 5 posizioni della classifica. L’auto usata con una media di più chilometri è la Fiat Bravo, venduta in oltre 1100 esemplari. La Fiat Punto Evo però fa meglio, forte della sua presenza stabile tra le 10 auto nuove più vendute per molti mesi, è la scelta preferita per oltre 3500 utenti, nonostante i suoi 126 mila km in media. La Fiat Freemont, con in media 120 mila km, può dare ancora tanto, se si pensa che nasce come auto per la famiglia e i grandi spostamenti.

AUTO USATE ECONOMICHE, MA NON TROPPO CON LE MARCHE STRANIERE

Tra le altre 5 auto usate più economiche bisogna arrivare in ultima posizione per trovare una tedesca. La Volkswagen Passat è la seconda più venduta (e la più cara), ma con una media di km di gran lunga più bassa (106 mila km). Una sola francese, ancora una volta monovolume, e due Opel ma di tipologia totalmente diversa sono tra le auto usate economiche che gli italiani hanno cercato e acquistato di più tra gennaio e febbraio 2020.

The post Le 10 auto usate economiche con più km vendute a gennaio 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

Gli USA starebbero valutando una mossa durissima contro Huawei

di Vincenzo

Il governo degli USA sta studiando le prossime mosse contro Huawei e una delle proposte al vaglio sarebbe particolarmente drastica.

L'articolo Gli USA starebbero valutando una mossa durissima contro Huawei proviene da TuttoAndroid.

Tokusatsu. I telefilm giapponesi con effetti speciali dalle origini agli anni Ottanta, recensione

di Tom's Hardware
La cultura giapponese è talmente affascinante e varia che, inutile dirlo, trova su noi occidentali un terreno sempre fertile dove attecchire. Una società, quella nipponica, così piena di contrasti non può lasciare indifferente nessuno, tanto più che – caratterizzata da un “essere futuro” (alcuni dei marchi tecnologici che hanno fatto la storia sono giapponesi) e […]

Huawei: prorogato il ban per altri 45 giorni

di Alessandro Ricatti

Dopo quasi un anno, la situazione fra Huawei e gli USA non tende a migliorare. Come già avvenuto, l’amministrazione Trump ha, di nuovo, prorogato le licenze temporanee per altri 45 giorni. Ad oggi, però, continua a regnare l’incertezza su una decisione che, se confermata, potrebbe causare molti problemi all’azienda cinese.

(...)
Continua a leggere Huawei: prorogato il ban per altri 45 giorni su Androidiani.Com


© alessandroricatti for Androidiani.com, 2020. | Permalink |

Tags del post: , ,

Il Dipartimento di Giustizia USA di nuovo contro Huawei, ma gli concede 45 giorni di proroga

di Giovanni Mattei

Il Dipartimento di Giustizia USA ha accusato Huawei di racked e spionaggio industriale, mentre gli viene concessa una proroga di 45 giorni

L'articolo Il Dipartimento di Giustizia USA di nuovo contro Huawei, ma gli concede 45 giorni di proroga proviene da TuttoAndroid.

Huawei, gli USA concedono altri 45 giorni di proroga

di Lucia Massaro
Il governo degli Stati Uniti ha deciso di concedere a Huawei un’ulteriore proroga di 45 giorni, prima dell’entrata in vigore del divieto di fare affari con aziende statunitensi. L’annuncio è stato fatto dal Dipartimento del Commercio. Le motivazioni di questa concessione sono le stesse delle volte precedenti, ossia la difficoltà di alcune aziende USA di sostituire […]

USA accusano di nuovo Huawei di spionaggio, la società smentisce

di Lucia Massaro
“Le accuse statunitensi rivolte a Huawei di usare intercettazioni legali non sono altro che una cortina fumogena e non seguono alcuna logica accettata nel settore della cyber security”. È solo una parte della dura risposta ufficiale di Huawei nei confronti degli Stati Uniti che accusano (nuovamente) il colosso di Shenzhen di attività di spionaggio. Come […]

I 10 motori migliori per auto del 2020

di Donato D'Ambrosi

I 10 motori migliori per auto del 2020 sono stati premiati da una giuria di giornalisti USA specializzati dopo aver provato le auto per almeno 2 mesi. Tra i motori migliori per un’auto, la classifica Best Engine, anche quest’anno riserva un posto d’onore per un motore elettrico.  Ecco tutti i dettagli, i numeri e l’elenco dei 10 motori auto migliori 2020.

MOTORI E CILINDRATA, PIU’ GRANDI E PIU’ IBRIDI O ELETTRICI

Nell’elenco dei 10 migliori motori auto 2020 mancava un motore superiore a 6 litri dal 2015, da quando il paradigma cilindrata-motori si è convertito progressivamente a cubature più parche. Gli appassionati di muscle car saranno sicuramente entusiasti sapendo che per la giuria di Wards 10 Best Engines & Propulsion Systems 2020, il motore della Chevrolet Corvette Stingray è tra i 10 migliori del 2020. Il motore V8 6.2L OHV spiazza il motore la Chevrolet Bolt elettrica eletto nel 2018. Parlando di elettriche la giuria ha premiato quest’anno la Hyundai Kona EV per il suo propulsore da 150 kW.

I 10 MOTORI MIGLIORI PER AUTO 2020

Tra i 10 migliori motori 2020 molti sono sicuramente più “a loro agio” sul mercato americano che europeo, ma la classifica dimostra che sempre più propulsori ibridi superano la critica del settore. Daimler con il motore 3.0L 48V Turbo I-6 della Mercedes GLE 450 ed FCA con il motore 3.6L 48V eTorque del RAM 1500 hanno un sistema microibrido 48V. Entrambi i motori infatti utilizzano al posto del tradizionale alternatore un generatore che “assiste” il motore a combustione per abbattere consumi ed emissioni. E’ curioso notare come dal 2015, anno in cui fu premiato anche l’Ecoboost Ford, non si è mai più scesi al di sotto della cilindrata di 1,4 litri. Ecco di seguito l’elenco completo dei 10 motori migliori per auto del 2020.

– BMW 3.0L DOHC Turbocharged I-6 (BMW M340i)
– Daimler 3.0L DOHC 48V Turbo I-6 (Mercedes-Benz GLE450)
– FCA 3.6L DOHC 48V eTorque V-6 (Ram 1500)
– Ford 2.3L DOHC High Performance Turbo 4-Cyl. (Mustang)
– GM 3.0L DOHC Turbodiesel I-6 (GMC Sierra)
– GM 6.2L OHV V-8 (Chevrolet Corvette Stingray)
– Honda 2.0L DOHC Atkinson i-VTEC 4-Cyl./HEV (Accord Hybrid)
– Hyundai 150-kW Propulsion System (Kona EV)
– Hyundai 1.6L DOHC Turbocharged 4-Cyl. (Sonata)
– Nissan 2.0L DOHC VC-Turbo 4-Cyl. (Altima)

CURIOSITA’ SUL PREMIO MOTORE MIGLIORE DELL’ANNO 2020

Il titolo “10 Best Engines & Propulsion Systems” è stato cambiato dal 2020 proprio per aprire a tutti i sistemi di propulsione, benché le auto ibride fossero già candidate e premiate nelle edizioni precedenti. La giuria di Ward’s valuta ogni auto per un periodo di 2 mesi considerando criteri oggettivi e soggettivi di analisi. Per poter essere inserito nella rosa dei motori migliori candidati, l’auto deve essere in listino almeno entro il primo trimestre dell’anno e con un prezzo base non superiore a 60 mila dollari.

The post I 10 motori migliori per auto del 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

Gli USA accusano Huawei di utilizzare backdoor per spiare i governi

di Giovanni Mattei

Una nuova accusa da parte degli USA contro Huawei punta il dito contro l'abilità del colosso cinese di utilizzare backdoor per accedere a dati sensibili

L'articolo Gli USA accusano Huawei di utilizzare backdoor per spiare i governi proviene da TuttoAndroid.

Tesla usata: l’Autopilot si disattiva se il cliente non paga

di Donato D'Ambrosi

Comprare una Tesla usata richiede più attenzioni di quanto potesse immaginare l’incauto cliente che ha scoperto l’Autopilot disattivato da Tesla solo dopo l’acquisto dell’auto elettrica usata. L’episodio per quanto singolare, non va sottovalutato considerando che le auto connesse che ricevono aggiornamenti OTA in remoto saranno sempre di più. Ecco cosa è successo e perché Tesla può rivalersi sui clienti disattivando funzioni dell’auto a distanza.

TESLA USATA ALL’ASTA E AUTOPILOT DI SERIE

I contorni della vicenda Tesla riportata da Jalopnik hanno dell’incredibile perché dimostrano come l’idea di acquistare un’auto usata full optional per pagarla meno non funzionerà più con le auto che si aggiornano in remoto. Tesla è la Casa auto che ha fatto degli aggiornamenti OTA (Over The Air) un suo cavallo di battaglia. Compri l’auto che ha tutto l’hardware incluso e attivi funzioni, sistemi e servizi quando vuoi anche a distanza di anni, incluso l’Autopilot. Peccato che al cliente della Tesla Model S usata nessuno avesse detto che Tesla dà e Tesla toglie senza alcun preavviso. Ripercorriamo i fatti salienti dell’Autopilot Tesla disattivato. Tale Alec, sarebbe il nome del cliente Tesla, ha acquistato una Tesla Model S 2017 da un rivenditore di auto negli USA puntando sul fatto che l’auto era equipaggiata con Enhanced Autopilot e Full Self Driving Capability.

TESLA DISABILITA L’AUTOPILOT SE IL CLIENTE NON HA PAGATO

I due sistemi, del valore complessivo di 8 mila dollari, facevano parte dell’equipaggiamento di serie, come mostra la scheda tecnica associata al VIN della Tesla Model S usata, nell’immagine sotto. La Tesla Model S del 2017 faceva parte del lotto di auto che Tesla aveva ritirato dai clienti a causa dei numerosi problemi tra cui il display centrale difettoso. Il rivenditore l’aveva acquistata da Tesla all’asta circa 1 mese prima di venderla ad Alec. In questo lasso di tempo, l’auto è stata evidentemente riparata, come si vede dalle fatture pubblicate da Jalopnik, prima di venderla ad Alec. Dopo l’acquisto però il cliente ha ricevuto l’amara sorpresa: l’Autopilot non c’era più. Le funzioni di guida avanzata per cui aveva acquistato la Tesla Model S usata erano state disabilitate da Tesla ancora prima che l’auto passasse dal rivenditore alle mani del cliente (aggiornamento OTA del 18 novembre).

L’AGGIORNAMENTO TESLA SULLE AUTO ELETTRICHE USATE

Pare che il tutto sia avvenuto all’oscuro del rivenditore, a dimostrazione del fatto che Tesla può mettere le mani direttamente sulle auto dei clienti . Alla richiesta di chiarimenti, Tesla avrebbe risposto al cliente che “la guida autonoma non era una caratteristica per cui aveva pagato. Ci scusiamo per la confusione. Se è ancora interessato ad avere quelle funzionalità aggiuntive, possiamo iniziare il processo per acquistare l’aggiornamento.” Pare che la vicenda sia già oggetto di studio per capire se la condotta Tesla nei confronti del rivenditore e del cliente finale sia stata lecita oppure no. Intanto vi consigliamo di assicurarvi anche tramite la rete ufficiale che la Tesla usata cui siete interessati sia realmente equipaggiata di tutto. O al prossimo aggiornamento OTA rischiate di dover pagare più di quanto avreste voluto spendere per un’auto elettrica usata.

The post Tesla usata: l’Autopilot si disattiva se il cliente non paga appeared first on SicurAUTO.it.

Auto Usate, crollo delle Diesel nel 2020: -11% di vendite

di Donato D'Ambrosi

Le auto usate perdono l’11% di vendite, un crollo che fa pensare a una minore fiducia verso le auto diesel sia da parte dei consumatori che dei rivenditori di auto. A gennaio 2020 le auto usate restano la prima scelta degli italiani che vogliono cambiare veicolo. Nel confronto tra diesel e benzina, i veicoli a gasolio però sono in picchiata sia tra i privati che tra i professionisti, mentre continuano a crescere le radiazioni di auto.

AUTO USATE DIESEL, IL CROLLO DI VENDITE A GENNAIO 2020

Secondo il bollettino Auto-Trend ACI elaborato sui dati del Pubblico Registro Automobilistico, a gennaio 2020 sono state vendute 175 auto usate ogni 100 auto nuove immatricolate. Un dato che, a dispetto del calo di vendite di auto usate di quai il 7% rispetto a gennaio 2019, conferma la solidità conclamata del mercato. Complessivamente a gennaio 2020 hanno cambiato proprietario circa 20 mila veicoli in meno rispetto al 2019: 267.903 contro 287.807. Se si mette sulla bilancia il numero di veicoli per alimentazione, i veicoli usati calano nei passaggi di proprietà (-11,5%) e anche nelle minivolture (-6,7%), cioè i passaggi di proprietà tra rivenditori.

ANCHE I RIVENDITORI STANNO CAMBIANDO IDEA SULLE AUTO USATE DIESEL

Questo significa che il clima di incertezza dovuto ai blocchi delle auto diesel, sta cambiando anche le strategie commerciali di chi fa delle auto usate la sua fonte di guadagno. Al contrario invece cresce per la prima volta la tendenza dei rivenditori a mettere in vetrina auto usate a benzina (+5,8%). Le auto a benzina a gennaio 2020 sono aumentate anche nelle prime iscrizioni del +4%, dimostrando che gli italiani non hanno poi tanti dubbi se scegliere un’auto nuova a benzina o diesel. E’ quasi ribaltato il paradigma che voleva il parco auto nuovo e usato sbilanciato verso i veicoli a gasolio. Si presume che questo cambiamento si rafforzerà nei prossimi mesi con la diffusione delle Fiat mild-hybrid tra le auto più vendute in Italia.

MENO RADIAZIONI DI AUTO USATE RISPETTO ALLE IMMATRICOLAZIONI

A gennaio 2020 diminuiscono anche le radiazioni di auto11,3% rispetto al mese del 2019 (ogni 100 auto immatricolate ne sono state radiate 85). In negativo nel primo mese del 2020  anche le radiazioni dei motocicli che hanno fatto rilevare a gennaio un vistoso calo dell’14,7% (-10,6% la media giornaliera).

The post Auto Usate, crollo delle Diesel nel 2020: -11% di vendite appeared first on SicurAUTO.it.

Huawei vuole preinstallare circa 70 app nei suoi smartphone: ecco perché

di Pietro Paolucci

Huawei ha in mente un piano di sopravvivenza per fare a meno dei servizi di Google. Ecco quale sarebbe la strategia del colosso di Shenzhen per offrire dispositivi completi e fruibili a livello internazionale, pur senza l'ecosistema di Google.

L'articolo Huawei vuole preinstallare circa 70 app nei suoi smartphone: ecco perché proviene da TuttoAndroid.

Il ban a Huawei e le difficoltà degli USA potrebbero avere una soluzione

di Giuseppe Biondo

Se inizialmente si pensava che lo scontro tra Trump e Huawei avrebbe potuto risolversi, gli ultimi accadimenti hanno occluso quasi ogni spiraglio

L'articolo Il ban a Huawei e le difficoltà degli USA potrebbero avere una soluzione proviene da TuttoAndroid.

5G, MISE: “Garantire la sicurezza ma senza chiudere la porta a nessuno”

di Lucia Massaro
L’Italia non ha in programma di bloccare le società di telecomunicazioni cinesi nello sviluppo della futura rete 5G del Paese. Ad affermarlo è la sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Mirella Liuzzi, che – nell’intervista a DigitEconomy.24, report elaborato dal Sole 24 Ore-Radiocor in collaborazione con Luiss Business School – ha affermato che “al di là della […]

Huawei rinuncia definitivamente a Google, ma non ad Android e all’Europa

di Pietro Paolucci

Huawei saluto Google, ma non rinuncia ad Android che sarà la base dei futuri smartphone come dichiara un elemento di spicco dell'azienda, che fra l'altro conferma anche l'arrivo della serie Huawei P40 in Europa. Ecco tutti i dettagli.

L'articolo Huawei rinuncia definitivamente a Google, ma non ad Android e all’Europa proviene da TuttoAndroid.

Auto usate: nel 2019 il prezzo medio è 13.700 euro

di Donato D'Ambrosi

Le auto usate sono per gli italiani un’alternativa ormai non più seconda alle auto nuove. Nel 2019 le auto usate in vendita online avevano un’età media di poco superiore a 8 anni e un prezzo medio di quasi 14 mila euro. Ecco un report regione per regione sulla scelta degli italiani in fatto di auto usate.

I MODELLI PIU’ DIFFUSI TRA LE AUTO USATE ONLINE

L’indagine sulle auto usate online proviene dall’Osservatorio di un importante sito di annunci online che sulla base dei dati PRA elegge Roma, Napoli e Milano come le città con più passaggi di proprietà. Nel 2019 hanno cambiato proprietario 3,1 milioni di veicoli (+0,5% rispetto al 2018). Dagli annunci online è stato possibile capire che in Italia il prezzo medio delle auto usate è nettamente inferiore rispetto a Germania, Austria, Belgio e Olanda. L’età media delle auto in vendita è di 8,2 anni, ma i modelli più diffusi per tipologia sono la Volkswagen Golf tra le tradizionali, la Toyota Auris tra le auto ibride e la Tesla Model S tra le auto elettriche.

LE CITTA’ CON PIU’ PASSAGGI DI PROPRIETA’ PER AUTO USATE

Rispetto al 2018, i passaggi di proprietà delle auto usate sono aumentati del +0,5%, raggiungendo 3.102.893 atti. Tra i capoluoghi di regione, ai primi posti per trascrizioni c’è Roma (230.908 passaggi), poi Napoli (144.854) e Milano (135.402). Confrontando i dati con la popolazione residente, il podio passa a Trento con 866 passaggi di proprietà ogni 10 mila abitanti, Aosta (747,5) e Perugia (684,4). Fanalini di coda Genova (474), Milano (503,1) e Firenze (513,7).

QUANTO COSTA IN MEDIA UN’AUTO USATA ONLINE

Il prezzo medio di vendita delle auto usate si attesta, in generale, a 13.715 euro (+3%), un dato nettamente inferiore a Paesi come Germania (17.750 euro), Austria (17.685 euro), Belgio (16.205 euro) e Olanda (15.280 euro). Tra le province capoluogo di regione “più care” troviamo ancora una volta Trieste con un costo medio di 15.695 euro, seguita da Perugia (15.230 euro), Firenze (15.155 euro), Bologna (15.070 euro) e Milano (14.745 euro). Nettamente più economica l’offerta a L’Aquila e Genova, dove gli acquirenti devono prevedere rispettivamente 10.530 euro e 11.305 euro. I prezzi salgono se si considerano le vetture usate elettriche (25.815 euro) o ibride (27.060 euro).

The post Auto usate: nel 2019 il prezzo medio è 13.700 euro appeared first on SicurAUTO.it.

Alcuni college statunitensi potrebbero monitorare gli spostamenti degli studenti grazie a un’app

di Biagio Petronaci
Alcuni college statunitensi starebbero testando alcune applicazione con cui sarà possibile monitorare gli spostamenti degli studenti. Stando a quanto riportato da The Verge, per il momento non sappiamo se tutti gli alunni di queste strutture siano obbligati a installare i software nel proprio device o se abbiano effettivamente una scelta. La discutibile funzionalità sarebbe stata […]
❌