Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Tuning, cosa è?

di redazione

Tuning – Cosa è Il tuning? Cosa intende con la parola tuning? Con il termine tuning si indicano quelle operazioni di personalizzazione attraverso la modifica (elaborazione) di un veicolo a 2, 3 o 4 ruote (tuning moto, tuning auto) che grazie al tuning diventa “personalizzato ed unico” rispetto alla configurazione originale standard prodotta in serie dalle case automobilistiche (o motociclistica) sulle nuove auto.

Con il tuning si interviene su diversi parti dell’auto come sulla carrozzeria, sui motori, sugli impianti audio di mezzi più recenti: c’è chi restaura e fa tuning su vetture d’epoca ma anche chi lo applica nelle competizioni.
Il tuning è comprende anche un mondo di appassionati che con l’attività correlata fa anche girare l’economia italiana.

Tuning Peugeot 308 GTi top car elaborazione tuning tedesco 310 CV
Un bel tuning auto

STORIA DEL TUNING – Quale è la sua storia? Qualcuno afferma che il tuning (dall’inglese to tune, regolare, accordare, mettere a punto) sia originario degli Stati Uniti d’America negli anni sessanta con le Hot rod, le T-bucket e le Lowrider. Ma questo è in parte vero perché in realtà da noi in Italia gia negli anni 50/60 si iniziava a fare tuning elaborando le auto utilizzando: spesso si usa anche il termine “truccare”,  “auto truccata” per dire appunto auto elaborata nel motore o altri particolari. 

Alcuni marchi automobilistici come, ad esempio, Abarth, hanno deciso di dedicarsi alle trasformazioni sulle auto con una strategia di marketing decisa per avvicinarsi al pubblico giovane, evidenziando la caratteristica della “preparazione”, vero DNA del marchio. 

Tuning freni, motore, assetto, hi-fi, carrozzeria (estetico)

  1. Tuning modifiche meccaniche motore, impianto frenante, assetto e scarico.
  2. Tuning modifiche estetiche alla carrozzeria o parti di essa
  3. Modifiche all’impianto elettrico e di illuminazione
  4. Modifiche all’impianto audio
  5. Modifiche agli interni

Raduni Tuning Club Auto FebbraioTuning estetico – Per tuning estetico si intende l’elaborazione della vettura o di altro veicolo sulla carrozzeria oppure comprendere anche l’interno del veicolo. La sostituzione dei cerchi originali con altri solitamente in lega leggera, rientra sia in ambito estetico ma anche meccanico. Qui rientra anche l’uso di distanziali, che hanno lo scopo di aumentare l’escursione l’ET del cerchio per spostarlo verso l’esterno.

elab (1)

Tuning carrozzeria (esterno)

ll tuning della carrozzeria delle automobili avviene con l’aggiunta o di accessori e kit  quali “minigonne”, alettoni posteriori, spoiler, appendici sottoparaurti anteriori o posteriori, prese d’aria sul cofano e/o sul tettuccio, l’allargamento dei parafanghi o il rimodellamento della carrozzeria al fine di allargare passaruota o modificare la sagoma dei paraurti. 

Poi ci sono interventi più soft come la riverniciatura parziale o totale del veicolo, la pellicolatura (wrapping), l’oscuramento dei cristalli e la sostituzione dei gruppi ottici anteriori e posteriori. Con il wrapping si riveste l’auto con una particolare pellicola che permette facilmente di cambiare il colore, protegge la vernice originale. Questa tecnica può anche essere utilizzata per rivestire il mezzo (sia esso moto, auto, camion, scooter ecc.) con disegni o loghi di sponsor.

int  e audio  (21)Tuning abitacolo (estetico) 

Questo tuning estetico riguarda gli interni. Modifiche tipiche in questo senso riguardano la strumentazione interna (plancia del cruscotto, indicatori aggiuntivi, carputers), la sostituzione di volante, pomello e cuffia del cambio, pedaliere, leva e cuffia del freno a mano, sostituzione dei sedili o rivestimento degli stessi, luci interne e riverniciatura del cruscotto e dei pannelli di rivestimento interni.

Tuning Meccanico

Gli interventi di tuning meccanico possono riguardare vari componenti del veicolo. In genere si divide tuning per:

  1. motore e impianto di scarico
  2. impianto frenante e sulle ruote
  3. sospensioni e telaio

TUNING MOTORE – Gli interventi al motore e al sistema di scarico possono leggeri o pesanti radicali. Si va dalla semplice sostituzione del silenziatore o del filtro dell’aria con altro di tipo sportivo fino a spingersi ad interventi più importanti come la sostituzione degli alberi a camme, riduzione del rapporto di compressione con la spianatura della testata, installazione di valvole aspirazione e scarico maggiorate, modifica della frizione, del cambio, aggiunta di sistemi di sovralimentazione, rimappature della centralina del veicolo.Opel-Kadett-tuning-motore
TUNING FRENI – Le modifiche all’impianto frenante riguardano il montaggio di dischi freno di diametro maggiore,  in leghe più resistenti e nella sostituzione di pinze maggiorate con numero di pistoni maggiore e pastiglie di derivazione sportiva. Con la modifica di questo tipo si garantiscono prestazioni più elevate di frenatura, spazi di arresto minori e freni mtm_ssresistenza maggiore nelle condizioni di uso gravoso come in pista nei track day.

Gli interventi sulle sospensioni hanno lo scopo di “abbassare” e “irrigidire” il veicolo, aumentandone cosi la tenuta di strada e la stabilità, specialmente in curva. Possono riguardare solo le molle, o estendersi anche all’ammortizzatore, il quale può avere taratura fissa, regolabile (con la possibilità di regolare l’altezza a piacimento con interventi sull’ammortizzatore stesso) o sistemi estremi che consentono di modificare elettronicamente i parametri di altezza e taratura dall’interno dell’abitacolo.

Vanno inoltre segnalate le cosiddette sospensioni idrauliche, che si possono estendere in maniera molto evidente causando l’innalzamento o l’abbassamento di parte del veicolo, con escursioni anche di parecchi centimetri da terra, il cui utilizzo è confinato a scopi prettamente estetici.

TUNING CAR AUDIO – È il tuning praticato dai cultori del car audio hi-fi quelli che amano le prestazioni dell’impianto audio della vettura: si va dall’adozione di amplificatori, altoparlanti dedicati alle varie frequenze (tweeter, midrange, woofer e subwoofer), sorgente autoradio di qualità e un crossover in grado di separare le varie frequenze sonore e destinarle ai vari altoparlanti. Nelle preparazioni più estreme, si arriva a modificare completamente l’assetto del vano portabagagli, installandovi tutto il materiale sopracitato, con l’aggiunta di luci al Neon o Led ottenendo un effetto stroboscopico in grado di operare in sincrono con la musica.

Negli ultimi anni ha preso piede anche l’utilizzo di sorgenti dotate di lettore DVD incorporato, e ancor più recentemente l’utilizzo di schermi supplementari situati anche nel baule o in altre zone dell’auto, come per esempio dietro i poggiatesta , al posto della plafoniera d’illuminazione dell’abitacolo.
Tuning Audio Spl sql

Raduni e altre manifestazioni tuning – Numerosi sono gli eventi tuning in italia come il My Special Car (che non esiste più), l’Elaborare Day, l’Automoracing, il Roma Tuning Show, gli Speedday di Monza ed altri. Spesso in questi raduni si svolgono vere e proprie competizioni, nelle quali si valutano i veicoli suddivisi in categorie tra cui: audio, estetica, scarico (inteso come rumorosità dell’impianto di scarico) e preparazioni meccaniche.

GARE TUNING

Nelle gare di tuning (solitamente statiche) ci sono 3 categorie dove si gareggia: soft tuning, hard tuning e extreme che definiscono anche il livello di importanza di una elaborazione. 
SOFT TUNING in questa categoria rientrano modifiche meno appariscenti ed interventi non invasivi con montaggio di kit estetici after market che non stravolgono la vettura.
HARD TUNING è la categoria dove ci sono le elaborazioni più complete sulla carrozzeria con lavorazioni artigianali come la resinatura dei componenti estetici, verniciature particolari o anche quando si montano vertical doors);
EXTREME TUNING  comprende le “Super Car” con vistosi allargamenti della carrozzeria, verniciature multi colore molto particolari, sostituzione complete di motori (“trapianto del motore”) e modifiche spettacolari.

my special car show rimini 2012 audio

Tuning a 360°- Su questo sito ci sono tantissimi contenuti. I link sotto riportati potrebbero interessarti: contengono Tuning applicato con modiche già effettuate e realizzate

Tuning assetto tuning-elaborazione/assetto-modifica-soluzioni-applicazioni

Tuning motore tuning-elaborazione/come-elaborare-il-motore
Tuning modifica centralina motore moduli tuning-elaborazione/centralina-mappatura-moduli
Tuning cerchi in lega gruppo ruota tuning-elaborazione/cerchi-lega-gruppo-ruota-news
– Tuning impianto stereo hi-fi tuning-elaborazione/car-stereo-entertainment-hi-fi
– Tuning Pneumatici e gomme categoria/pneumatici-gomme

Qui trovi proprio tutte le news tuning
 categoria/tuning-elaborazione

Leggi anche
– Tuning estetico modifiche di carrozzeria – Cosa è il tuning estetico?  link QUI
– Tuning Hi-Fi Car – Cosa è il tuning audio? link QUI
– Tuning MECCANICO – Cosa è il tuning meccanico link QUI
– TUNING cosa è in generale link QUI

Insomma avrai capito che “tuning” significa elaborare, modicare, “truccare” l’auto al fine di adeguarla ai propri gusti o alle proprie specifiche esigenze. Qualcuno definisce “tuning” quella passione per l’auto che ci porta a modificare, elaborare, personalizzare, truccare, variare, trasformare il nostro mezzo meccanico (auto, moto, scooter, camion, fuoristrada) per migliorarlo, correggere i difetti, rettificare, perfezionare e rifinire.

La modifica/personalizzazione che riguarda sia l’aspetto prestazionale (influisce quindi inevitabilmente sulla meccanica del motore o dell’assetto) sia estetica (riguarda la carrozzeria) è effettuata o da operatori del settore, meccanici qualificati (elaboratori, preparatori) o con il fai date dagli appassionati nel box di casa.

Se sei appassionato di tuning puoi restare sempre informato: non perdere la rivista ELABORARE ogni mese in edicola.
Buon tuning con ELABORARE! ABBONATI AL MAGAZINE

L'articolo Tuning, cosa è? proviene da ELABORARE.

Chevrolet pick-up elaborazione audio 600 Watt

di redazione

Pick-up Chevrolet impianto audio 600 Watt

Questa elaborazione sul pick-up Chevrolet del 1949 ha un motore da quasi 500 CV e un impianto audio da 600 Watt. Il restauro operato dalla Sound Machine di Dairago e da altri due centri specializzati della Lombardia ha trasformato il Chevy come non è mai stato in passato. Un impianto quasi tutto Audison - L’impianto audio è un capolavoro di semplicità, essenzialità e intelligenza progettistica. Per espresso desiderio del committente non si è puntato tanto sulla potenza, che ammonta a circa 600 Watt complessivi (su 4 Ohm), quanto sulla qualità del suono e sulla coerenza timbrica, ottenute attraverso l’uso di componenti quasi tutti firmati Audison. L’impianto è dotato di un’unica sorgente di segnale, un iPad Mini provvisto di dock station/convertitore Cambridge Audio iD 100. L’AP1 D e i subwoofer Hertz creano una solida base su cui l’amplificatore e i diffusori del fronte anteriore tessono le loro trame armoniche. In realtà, dal punto di vista acustico, la distinzione tra fronte anteriore e posteriore non ha ragion d’essere: i due fronti di emissione si amalgamano in un campo sonoro uniforme, coerente e nel contempo ricco di micro-dettagli e sfumature; una sorta di rete a maglie strette che avvolge l’intero abitacolo. Pick-up Chevrolet impianto audio 600 WattScheda impianto audio Chevrolet pick-up Sorgente: 1 x Apple iPad Mini Dock station/convertitore per iPad: 1 x Cambridge Audio iD 100 Unità di controllo: 1 x Audison DRC Amplificazione: 1 x Audison AP8.9 bit Prima; 1 x Audison AP1 D Prima Diffusori fronte anteriore: 2 x midwoofer da 165 mm Audison Voce AV 6.5; 2 x midrange da 80 mm Audison Voce AV 3.0; 2 x tweeter da 28 mm Audison Voce AV 1.1 Diffusori fronte posteriore: 2 x subwoofer da 250 mm Hertz ES F25.5 L’installatore - Sound Machine Tel. 0331/436233 - www.soundmachine.it L'articolo completo con tutti i dettagli del tuning meccanico e dell'impianto audio del pick-up Chevrolet è su Elaborare 223. Pick-up Chevrolet impianto audio 600 WattACQUISTA ELABORARE n° 223 gennaio 2017 QUI  ABBONATI alla rivista mensile ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONAMENTO DIGITALE ANNUALE a solo 22,99€  cover-elaborare-223

Smart elaborazione impianto audio

di redazione

Smart elaboraudio

Installare non uno, ma due impianti audio a bordo di una minuscola Smart sembra un’elaborazione impossibile, ma ill centro Audio Car Caserta l’ha realizzata. Anzi, a ben guardare gli impianti sono addirittura tre. La realizzazione sulla Smart ha qualcosa di prodigioso, nel senso che supera l’ordine naturale delle cose. Il senso comune ci dice che non è possibile installare due sistemi audio completi, con tanto di processore digitale e subwoofer da 300 millimetri, nel microscopico abitacolo di una Smart. Tuttavia l’Audio Car Caserta, rinomato centro di installazione della Campania, lo ha fatto. Si tratta di due impianti distinti, che condividono soltanto la sorgente di segnale, un sintolettore/navigatore Alpine INE-W977BT, e il processore Audison bit One. (...) Smart elaboraudioSmart elaboraudio Qualità del suono e SPL - L’impianto SQL è costruito attorno a un Hertz HDP 5, versatile amplificatore a cinque canali in classe D capace di erogare 4 x 70 + 1 x 380 watt RMS su 4 Ohm. Dotato di crossover elettronico con filtri a 12/24 dB, l’HDP 5 pilota due diffusori coassiali Audison AVX 6,5 e un subwoofer da 300 millimetri Audison AV 12; i coassiali sono collocati in un elegante alloggiamento in vetroresina ricavato nel cruscotto, mentre il sub è montato nella zona poggiapiedi del passeggero, in quello che in origine era il vano alloggio della batteria. Più vigoroso l’impianto SPL, che vede schierati tre amplificatori Hertz HCP 1D e un HCP 4, per una potenza complessiva di oltre 1.400 watt RMS su 4 Ohm.  (...) Smart elaboraudioSmart elaboraudio Superare non significa forzare - Per il cablaggio sono stati utilizzati cavi Audison Connection, apprezzati per la struttura Multiple Wire Winding che garantisce il miglior trasferimento dei segnali e delle correnti. La batteria originale della Smart ha lasciato il posto a due AGM da 100 ampère, collocate in un vano ricavato sotto il sedile sinistro. Questi due (o tre, se volete) impianti non sono una mostruosità nel senso latino del termine, un qualcosa da esibire al solo scopo di stupire. Ma sono una sorta di annuncio per mostrare le vette cui l’installazione, che è a suo modo una forma d’arte, può arrivare. Info: Audio Car Caserta Tel. 0823/353549 - www.audiocarcaserta.net L'articolo completo con tutti i dettagli dell'elaborazione, lo schema dell''impianto e i dati tecnici sull'impianto della Smart è su Elaborare 214. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

 
❌