Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

L’Europa vuole la Luna: missione entro il 2025

di Candido Romano

L’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, vuole la Luna. L’Europa si affianca quindi a Cina e Stati Uniti in una rinvigorita corsa allo spazio, in particolare verso il nostro satellite. Ci sono diversi segnali importanti a sostegno: la compagnia francese ArianeGroup ha firmato infatti un contratto di un anno con l’ESA per studiare la possibilità di preparare una missione scientifica entro il 2025, con lo scopo di estrarre risorse dalla Luna come la regolite.

Leggi il resto dell’articolo

La Russia vuole portare la pubblicità nel cielo

di Matteo Tontini

I piani controversi di un’azienda con sede in Russia vorrebbero portare le pubblicità nel cielo serale usando centinaia di minuscoli satelliti in orbita. L’ambizioso progetto di marketing diffonderebbe slogan e loghi luminosi a 480 chilometri di distanza dalle persone a cui è destinato.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon lancia l’evento re:MARS: focus sull’IA

di Filippo Vendrame

Amazon ha annunciato re:MARS, un nuovo evento globale dedicato all’Intelligenza Artificiale per il Machine Learning, l’Automazione, la Robotica e lo Spazio. Negli ultimi due anni, l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, ha organizzato un evento annuale privato, conosciuto come “MARS”, in cui miliardari, astronauti e tante altre personalità hanno discusso del futuro della tecnologia. Adesso, quell’evento si sta trasformando in una conferenza pubblica.

Leggi il resto dell’articolo

Lunedì 21 gennaio ci sarà una super Luna rossa e all’alba l’eclissi totale

di Lorenzo Spada
Eclissi-totale-Luna-Rossa

Appassionati di astronomia, Lunedì 21 gennaio 2019 tenetevi liberi in quanto si verificheranno due eventi molto interessanti legati al nostro satellite naturale. Poco prima dell’alba potremo ammirare una super Luna che si colorerà di rosso, prima di oscurarsi del tutto come l’unica eclissi totale di tutto il 2019. Si tratterà dunque di un avvenimento molto raro […]

L'articolo Lunedì 21 gennaio ci sarà una super Luna rossa e all’alba l’eclissi totale proviene da TuttoTech.net.

Iridium Certus, la rete che collega navi e aerei

di Matteo Tontini

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa volesse farci Iridium con i satelliti Next (il cui ultimo gruppo è stato da poco lanciato), ebbene, la risposta arriva a distanza di pochi giorni. Ha appena debuttato Certus, un servizio satellitare “globale” a banda larga che promette di tenere collegati aerei, navi e altri veicoli (compresi quelli a guida autonoma) anche nei luoghi più remoti della Terra.

Leggi il resto dell’articolo

L’azienda spaziale italiana D-Orbit si aggiudica un contratto ESA da 2,6 milioni di euro

di Elena Re Garbagnati

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato a D-Orbit un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”. Per chi non lo ricordasse, D-Orbit è l’azienda italiana che ideò un sistema di deorbitaggio dei satelliti. Un progetto importante perché, montando il dispositivo sui satelliti prima di spedirli nello Spazio, consente di “togliere di mezzo” i satelliti non più in uso, parcheggiandoli in un’area denominata “cimitero” oppure bruciandoli al contatto con l’atmosfera. In entrambi i casi si evita di incrementare il problema dei detriti spaziali, con tutti i benefici che ne conseguono.

GSTP è un programma dell’ESA ideato per consentire alle industrie spaziale europee di sviluppare tecnologie all’avanguardia. Nell’ambito del GSTP, i partner dell’ESA – fra cui l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) – assegnano finanziamenti a progetti ingegneristici promettenti, di modo che possano evolvere in prodotti maturi.

Il contratto in questione ha un valore di 2,6 milioni di euro, da investire nello studio, nella progettazione, nella produzione e nella qualifica di un veicolo capace di trasportare un gruppo di CubeSat in orbita, quindi lanciarli nello Spazio in modo indipendente, anche in orbite differenti. La prima fase del contratto, che è iniziata il primo gennaio 2019, avrà una durata di cinque mesi e porterà alla finalizzazione del progetto. La seconda fase, che durerà 11 mesi, si concluderà con la consegna del veicolo spaziale qualificato. Il lancio è previsto per la seconda metà del 2020.

Il veicolo dovrà essere equipaggiato con distributori modulari e configurabili, in grado di ospitare diverse combinazioni di CubeSat di differenti dimensioni. Ogni CubeSat sarà connesso al veicolo fino al suo rilascio nello Spazio. Dal veicolo riceverà sia energia sia dati, di modo che agli operatori da terra possano eseguire il checkout dei loro CubeSat nelle fasi di pre-lancio. Una soluzione che costituisce una semplificazione per gli operatori CubeSat, e che dovrebbe garantire da una parte il rilascio preciso nell’orbita desiderata, dall’altra forti risparmi sui costi di lancio.

D-Orbit sta già lavorando al progetto con l’implementazione di ION CubeSat Carrier, un dispenser di CubeSat il cui primo lancio è previsto per la metà del 2019.

L’esplorazione dello Spazio è un’epopea avvincente, che ha portato l’uomo a spedire sonde verso Venere, Giove, Saturno e altri interessanti oggetti cosmici del Sistema Solare. Per non perdervi nessun dettaglio leggete l’ottimo libro di Giovanni Bignami L’esplorazione dello spazio

Cina sulla Luna fa germogliare semi di cotone

di Candido Romano

La missione cinese Chang’e-4 ha già stabilito il record per aver fatto atterrare il primo lander sulla parte nascosta della Luna. La missione però è solo all’inizio, perché c’è già una seconda “prima volta”: alcuni semi sono germogliati sulla Luna e questo non era mai accaduto. L’agenzia spaziale cinese tra gli altri obiettivi ha quello di creare un piccolo ecosistema autosufficiente sul nostro satellite e far crescere delle piante di cotone.

Leggi il resto dell’articolo

Perché la Nasa porterà la blockchain in volo

di Antonino Caffo

La National Aeronautics and Space Administration sta pensando seriamente di affidare parte delle proprie attività ad una soluzione blockchain. Il motivo? Garantire la privacy e la sicurezza dei dati degli aeromobili e gestire meglio il traffico interspaziale.

Leggi il resto dell’articolo

Gli scienziati hanno scoperto “The Cow”, la possibile nascita di un buco nero

di Lorenzo Spada
The Cow possibile buco nero

Il buco nero è ormai diventato un elemento di cultura pop sul quale ruotano moltissime storie di fantascienza. Tuttavia, seppur rappresentato come effettivamente un pozzo tutto nero in quanto nemmeno la luce riesce a scappare (perché la forza di gravità è più alta di qualsiasi altro punto nell’universo), non siamo mai riusciti davvero a osservarlo. […]

L'articolo Gli scienziati hanno scoperto “The Cow”, la possibile nascita di un buco nero proviene da TuttoTech.net.

Video e immagini della faccia nascosta della Luna

di Candido Romano

La missione dell’Agenzia Spaziale Cinese Chang’e-4 prosegue, anzi, dicono sia un successo. La Cina dimostra ancora di essere una superpotenza e di fatto è iniziata una nuova corsa allo spazio. Sono state rilasciate nuove immagini e video dell’atterraggio del lander sulla faccia nascosta della Luna, almeno a noi terrestri. Inoltre sono state pubblicate nuove immagini del rover Yutu-2 che sta effettuando alcuni test di movimento, che solca il suo lunare.

Leggi il resto dell’articolo

SpaceX, in diretta il primo lancio dell’anno

di Candido Romano

SpaceX si appresta ad effettuare il primo lancio dell’anno. Oggi 11 gennaio saranno messi in orbita 10 satelliti Iridium NEXT, trasportati dal razzo Falcon 9 con un lancio Vandenberg Air Force Base, in California. Questi fanno parte dell’ultimo lotto di satelliti, per un ammontare di 75, che l’azienda di Elon Musk trasporterà nello spazio. L’obiettivo finale è la formazione di una costellazione di satelliti, chiamata appunto Iridium NEXT.

Leggi il resto dell’articolo

Misteriosi segnali radio si ripetono dallo spazio

di Candido Romano

Sono tornati i cosiddetti fast radio burst (FRB), gli impulsi radio ad alta energia che provengono dallo spazio profondo, oltre la nostra galassia. Alcuni astronomi ne hanno rilevati altri 13, che si ripetono e durano pochi millesimi di secondo. Alcuni di questi provengono dalla stessa posizione e non è ancora chiaro agli scienziati cosa li generi. Proseguono quindi gli studi su questi impulsi che arrivano da 1,5 miliardi di anni luce rispetto a noi.

Leggi il resto dell’articolo

Il Sole diventerà una sfera di cristallo

di Marco Locatelli

Il Sole diventerà una gigantesca sfera di cristallo, e così anche le altre stelle che brillano nell’universo. Ma niente paura: passerà ancora del tempo prima che questo accada. Secondo i dati elaborati dai ricercatori dell’Università di Warwick, in Gran Bretagna, e pubblicati sulla rivista scientifica Nature, la nostra stella infatti, entro 10 miliardi di anni si solidificherà.

Leggi il resto dell’articolo

Individuate nuove esplosioni di onde radio proveneienti da oltre la Via Lattea

di Lorenzo Spada
Onde radio spazio Via Lattea

Qualche tempo fa alcuni scienziati hanno individuato delle onde radio particolari provenienti da una porzione di universo oltre la Via Lattea (la nostra galassia). Ebbene, in questi giorni è stato annunciato che la ricezione è stata ripetuta, con nuove emissioni provenienti dal di fuori della nostra galassia. Gli scienziati che utilizzano il telescopio canadese Hydrogen […]

L'articolo Individuate nuove esplosioni di onde radio proveneienti da oltre la Via Lattea proviene da TuttoTech.net.

La sonda TESS della NASA ha trovato il terzo pianeta extrasolare

di Lorenzo Spada
NASA sonda TESS

Ci prendiamo una breve pausa dalla fiera del CES 2019 per comunicarvi che la sonda TESS della NASA ha individuato il suo terzo pianeta extra solare che potrebbe ospitare la vita (nome ufficiale HD 21749b). La distanza potrebbe sembra immensa, visto che si parla di 53 anni luce, ma non lo è se si pensa […]

L'articolo La sonda TESS della NASA ha trovato il terzo pianeta extrasolare proviene da TuttoTech.net.

Ultima Thule, immagini mostrano la sua vera forma

di Candido Romano

La NASA grazie a New Horizons è riuscita a catturare nuove immagini con risoluzione migliore di Ultima Thule, l’oggetto spaziale più lontano mai osservato. Se la prima immagine mostrata ieri poteva solo far presagire la sua forma, quello pubblicate più di recente dall’agenzia spaziale statunitense mostrano la sua vera forma. Molti l’associano a una scamorza o caciocavallo spaziale, ma chiaramente l’agenzia non si spinge con similitudini così “popolari”.

Leggi il resto dell’articolo

Cina mostra la faccia nascosta della Luna

di Candido Romano

Un evento storico, quello portato a termine dal lander dell’agenzia spaziale cinese Chang’e-4: per la prima volta è stata raggiunta e mostrata la faccia nascosta della Luna. La Cina è quindi la prima ad aver effettuato un atterraggio controllato nell’emisfero non visibile della Luna, oltre ad aver inviato già le prime immagini. L’atterraggio è avvenuto presso il bacino Polo Sud-Aitken, un grande cratere che si estende con un diametro di 2.500 chilometri.

Leggi il resto dell’articolo

La sonda cinese Chang’e-4 è atterrata sul lato nascosto della Luna

di Lorenzo Spada
Chang'e-4 foto lunare lato nascosto

Lanciata lo scorso 7 dicembre, la sonda cinese Chang’e-4 è atterrata con successo sul lato nascosto della Luna, segnando un momento storico per la divisione spaziale cinese e per l’umanità, visto che mai nessuno aveva fatto atterrare nulla da quel lato. Chiamato erroneamente lato oscuro e reso famoso soprattutto dai Pink Floyd e dalla loro “Dark […]

L'articolo La sonda cinese Chang’e-4 è atterrata sul lato nascosto della Luna proviene da TuttoTech.net.

NASA Ultima Thule, l’oggetto spaziale più distante

di Candido Romano

Si chiama Ultima Thule ed è l’oggetto spaziale più distante mai osservato da una sonda spaziale. New Horizon ha compiuto un passaggio ravvicinato e la NASA ha messo a disposizione la prima immagine dell’oggetto, che si trova a 6,4 miliardi di chilometri di distanza dalla Terra. Aiuterà gli scienziati a fornire nuovi dettagli sulla formazione del Sistema Solare.

Leggi il resto dell’articolo

SpaceX lancia satellite GPS militare, il video

di Candido Romano

C’è sempre una prima volta, anche per SpaceX, la compagnia aerospaziale del prolifico Elon Musk. Nel corso delle ultime ore ha lanciato nello spazio per la prima volta un satellite militare per la missione GPS III SV01, la prima missione spaziale per la sicurezza nazionale statunitense. In particolare questo satellite GPS è soprannominato Vespucci ed è stato lanciato per conto dell’aeronautica militare degli Stati Uniti, la United States Air Force.

Leggi il resto dell’articolo

❌