Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 13 Dicembre 2018RSS feeds

YouTube Rewind 2018 è il video con più dislike

di Candido Romano

Era solo una questione di tempo, YouTube Rewind 2018 è un disastro. Rompe il record come video meno piaciuto sulla piattaforma: è ufficialmente il video con più dislike e supera nettamente la precedente prima posizione, Baby di Justin Bieber. Un contenuto iconico, che dovrebbe rappresentare la summa degli eventi e sostanzialmente la cultura della piattaforma. Con questo record si può comprendere il netto distacco tra l’azienda, gli utenti e gli stessi creatori di contenuti, di cui molti hanno aspramente criticato le scelte di quest’anno.

Leggi il resto dell’articolo

Instagram annuncia le tendenze del 2018

di Candido Romano

Instagram saluta il 2018 celebrando le tendenze sulla piattaforma, ma soprattutto cosa hanno condiviso di più le persone, esprimendo così la loro creatività. I messaggi d’amore e gesti gentili sono ancora una priorità per la community, infatti la Gif con il cuore e il filtro “occhi a cuore” sono stati di gran lunga i più usati nelle Storie Instagram del 2018.

Leggi il resto dell’articolo

Google, dominio Duck.com ceduto a DuckDuckGo

di Marco Locatelli

DuckDuckGo, il motore di ricerca anti-Google lanciato nel 2008 e che garantisce la privacy (non raccoglie i dati dell’utente), ha acquistato il dominio Duck.com da Google. Rispondendo ad alcune indiscrezioni che sono circolate nei giorni scorsi, il CEO di DuckDuckGo Gabriel Weinberg ha dichiarato che il nuovo dominio Duck.com renderebbe più facile per le persone utilizzare il suo motore di ricerca.

Leggi il resto dell’articolo

Interfaccia

di Erika Giulianini
L'interfaccia principale e di gestione di Canva, per l'amministrazione del proprio account, dei progetti, delle condivisioni, dei social e molto altro. Leggi Interfaccia
Ieri — 12 Dicembre 2018RSS feeds

Instagram, nuove funzionalità per gli influencer

di Candido Romano

Instagram da tempo è la piattaforma perfetta per tutti i personaggi celebri che vogliono instaurare un rapporto diretto con il proprio pubblico. Negli ultimi mesi però ha introdotto diverse nuove funzionalità e sono in fase di test alcune nuove espressamente rivolte ai profili con molti seguaci.

Leggi il resto dell’articolo

Video: massimizzare la resa sui social

di Marco Grigis
Alcuni consiglio per massimizzare la resa dei video sui social network, soprattutto a scopo promozionale: ecco qualche idea utile. Leggi Video: massimizzare la resa sui social

Video: massimizzare la resa sui social

di Marco Grigis

Alcuni consiglio per massimizzare la resa dei video sui social network, soprattutto a scopo promozionale: ecco qualche idea utile.

Leggi Video: massimizzare la resa sui social

Meno recentiRSS feeds

Pornhub spiega il 2018: vince Fortnite

di Marco Grigis

Non solo festeggiamenti e vacanze, il mese di dicembre corrisponde tradizionalmente al mese dei bilanci. Una fedele fotografia degli ultimi 12 mesi online giunge, però, da un portale noto soprattutto per la sua vocazione per l’intrattenimento per gli adulti: PornHub. Con la sua sesta edizione del “A Year in Review”, il sito non solo ha analizzato i trend più sexy del momento, ma ha evidenziato moltissime tendenze che con i contenuti scottanti hanno relazioni soltanto indirette. A partire da Fortnite, il videogioco più gettonato del 2018.

Leggi il resto dell’articolo

Facebook, tre brevetti per anticipare le nostre destinazioni e profilarci sempre meglio

di Alessandro Crea

Facebook, come molti altri colossi del Web, può già oggi sapere facilmente dove ci troviamo, ma non gli basta: per profilarci sempre meglio e proporci contenuti mirati sempre più chirurgicamente, vuole sapere anche dove stiamo per andare. A questo servono infatti tre brevetti depositati di recente presso lo US Patent and Trademark Office, l’ufficio nazionale preposto a marchi e brevetti.

Interrogato in merito, Anthony Harrison, un portavoce di Facebook, ha detto che come tutti sanno la maggior parte dei brevetti registrati non vedranno mai alcuna applicazione concreta e che non bisogna dunque prendere gli ultimi tre in questione come indicatori della direzione in cui il brand ha intenzione di muoversi. Può darsi, ma se c’è qualcosa di vicino alla distopia di 1984 sono questi brevetti, davvero inquietanti.

facebook_brevetto_1

Il primo si chiama Offline Trajectories e, come dice il nome, descrive un metodo per prevedere dove abbiamo intenzione di dirigerci, in base ai nostri dati di posizione. La tecnologia descritta nel brevetto calcolerebbe una “probabilità di transizione basata almeno in parte su dati relativi all’ubicazione registrata in precedenza, associati a una pluralità di utenti che sono stati nella posizione corrente”.

Tradotto significa che Facebook incrocerebbe i nostri dati posizionali con quelli di altre persone che conosciamo, per cercare di determinare la nostra destinazione. A che pro?‎ Ad esempio per caricare in anticipo il nostro newsfeed in modo che sia leggibile anche se siamo offline, se immagina che ci stiamo dirigendo in un luogo dove la copertura di segnale mobile o wifi è scarsa o assente. Questa è la parte bella e utile, ma la verità è che ovviamente con questo tipo di dati potrebbe fare di tutto.

Le altre due tecnologie brevettate infatti rivelano maggiormente lo scopo, che alla fine come detto è raggiungere un livello di profilazione sempre più preciso. Il brevetto intitolato “Location Prediction Using Wireless Signals on Online Social Networks” descrive ad esempio come rilevare l’intensità dei segnali NFC, Wi-Fi e Bluetooth per stimare la posizione corrente dell’utente con una precisione maggiore rispetto al GPS, al fine di anticipare la destinazione successiva. Un esempio concreto? Tramite questa tecnologia sarebbe possibile “imparare” la categoria a cui appartiene la posizione corrente dell’utente, gli orari di apertura e quelli più frequentati a seconda delle fasce di età e, in base a questo, comprendere in quale delle diverse destinazioni vicine potrebbe recarsi.

Predicting Locations and Movements of Users Based on Historical Locations for Users of an Online System” infine spiega più nel dettaglio come utilizzare i dati di localizzazione di più utenti per comprendere le tendenze e i flussi di spostamento da un luogo a un altro, in base a età o interessi simili.

Facebook raccoglie molti di questi dati già ora. Se dunque siete preoccupati per la vostra privacy potete cercare di limitare i dati che passate al social network disabilitando i servizi di localizzazione dell’app mobile, o potreste addirittura adottare una soluzione più drastica, rinunciando all’app mobile e tornando a usare Facebook dal browser, ovviamente evitando di usare la geolocalizzazione per i contenuti che pubblicate.

L'articolo Facebook, tre brevetti per anticipare le nostre destinazioni e profilarci sempre meglio proviene da Tom's Hardware.

Instagram, arrivano i messaggi vocali

di Candido Romano

L’ultimo aggiornamento di Instagram ha introdotto la possibilità di inviare e ricevere messaggi vocali. Ormai non può essere considerato solo un social network di immagini, dato che si sta espandendo sempre di più con nuove funzionalità. Dopo WhatsApp, Facebook Messenger e molte app di messaggistica, le note vocali arrivano anche sul social network preferito dagli influencer.

Leggi il resto dell’articolo

FlixBus annucia la compatibilità con Apple Pay

di Lorenzo Spada
FlixBus Apple Pay

Continuiamo a parlare di Apple Pay e, dopo avervi comunicato della sua disponibilità ufficiale anche in Germania, vi comunichiamo che il servizio FlixBus ha annunciato che, attraverso la propria app in versione iOS, è possibile pagare le tariffe degli autobus sfruttando il servizio di pagamenti di Apple. La scelta di dare fiducia ad Apple Pay, così […]

L'articolo FlixBus annucia la compatibilità con Apple Pay proviene da TuttoTech.net.

Waymo One

di Andrea Alfano

Waymo One è un servizio commerciale di robotaxi a guida autonoma che la divisione di Alphabet ha ufficialmente lanciato all’interno della città di Phoenix.

Leggi il resto dell’articolo

La botnet che ha arruolato 20 mila siti WordPress

di Antonino Caffo

Gli utenti di WordPress si trovano ad affrontare una pesante falla di sicurezza, scovata dai ricercatori di Wordfence.  Si tratta di una botnet che, al momento, pare aver ingaggiato almeno 20 mila siti, infettati sfruttando un accesso forzato ai pannelli di amministrazione dei backend.

Leggi il resto dell’articolo

Come inviare messaggi vocali su Instagram

di Gaetano Abatemarco
Instagram permette di inviare messaggi vocali tramite Direct, in questo modo potete velocemente dialogare con i vostri contatti senza dover digitare del testo. L’invio dei messaggi è molto semplice ma prima di mostrarvi come inviare leggi di più...

Facebook vuole ingegneri per la blockchain

di Antonino Caffo

Lo scorso luglio, Evan Cheng era stato promosso a Direttore dell’Ingegneria Blockchain di Facebook. Una mossa con cui il social poggiava la prima pietra di un team ad-hoc, concentrato allo sviluppo di soluzioni integrate in ambito catena di valore.

Leggi il resto dell’articolo

Facebook si dà alle televendite in diretta

di Lorenzo Spada
Televendite Facebook

Lo shopping non conosce confini e, per porre un freno allo strapotere di Amazon e di eBay, Facebook sta cercando di riportare in auge una tecnica molto popolare negli anni 90′: le televendite. Stando a quanto condiviso dalla redazione di TechCrunch, il social network di Mark Zuckerbeg sta testando una funzione che permette alle aziende e […]

L'articolo Facebook si dà alle televendite in diretta proviene da TuttoTech.net.

Facebook multata di 10 milioni di euro dell’Antitrust italiana: ecco perché

di Lorenzo Spada
Facebook Messenger hacker

Grossa multa quella che l’Antitrust italiana ha affibbiato a Facebook per presunte violazioni del Codice del consumo. Stiamo parlando di una multa di 10 milioni di euro che, seppur siano una goccia nel mare nei ricavi del colosso dei social media, rappresentano comunque una grossa cifra. L’indagine, portata avanti dallo scorso aprile 2018 quando è stata […]

L'articolo Facebook multata di 10 milioni di euro dell’Antitrust italiana: ecco perché proviene da TuttoTech.net.

Facebook, 10 milioni di multa dall’Antitrust

di Marco Locatelli

Anche l’Italia bacchetta Facebook, e lo fa con una multa salata. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha sanzionato Facebook con 10 milioni di euro di ammenda per non aver informato in modo esaustivo gli utenti circa l’uso che il social network avrebbe fatto dei loro dati.

Leggi il resto dell’articolo

L’Australia a favore dell’accesso ai dati di chat

di Antonino Caffo

L’Australia ha votato per approvare la legge sulla controversa legislazione che impone alle società tecnologiche di consegnare i messaggi da app come Whatsapp e simili agli organi di controllo. Il progetto legislativo è passato con una maggioranza di 44 favorevoli e 12 contrari, dopo che anche il partito laburista, prima detrattore, ha lasciato perdere le obiezioni per consentire che il disegno passasse in anticipo rispetto alle feste. Nonostante il ripensamento, gli emendamenti saranno discussi all’inizio del nuovo anno. La norma permetterà alle autorità di accedere a tre tipi di comunicazioni ottenute dalle compagnie che forniscono servizi con informazioni sensibili.

Leggi il resto dell’articolo

Microsoft Edge nel 2019 sarà ufficialmente basato su Chromium e arriverà anche su Mac

di Lorenzo Spada
Microsoft Edge

Confermando quando vi abbiamo anticipato nei giorni passati, Microsoft Edge nel 2019 subirà una rivoluzione totale, modificando non solo il proprio motore di rendering ma anche il codice sorgente su cui si baserà. Il browser web infatti nel 2019 si baserà su Chromium, lo stesso codice sorgente su cui si basa Google Chrome. Come novità […]

L'articolo Microsoft Edge nel 2019 sarà ufficialmente basato su Chromium e arriverà anche su Mac proviene da TuttoTech.net.

❌