Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

NordVPN lancia NordPass, una soluzione per la gestione delle password

di Giuseppe
NordPass è un nuovo password manager dai creatori di NordVPN
Desiderate che le password dei vostri account e servizi siano sempre al sicuro? Provate NordPass e le sue feature.

Ethical hacking: il ruolo degli hacker nella cybersecurity

di Claudio Davide Ferrara

Jake Davis, ex componente del gruppo Lulzsec e oggi pentester, spiega perché la definizione "ethical hacking" non ha più senso

Leggi Ethical hacking: il ruolo degli hacker nella cybersecurity

Come reagire a violazioni informatiche o truffe online? La guida di Panda Security

di Dario D'Elia
In questi giorni di Black Friday si fa un gran parlare di rischi per la sicurezza informativa e truffe, soprattutto se si bazzica per siti sconosciuti, ma come reagire? La risposta la fornisce oggi Panda Security con una sorta di vademecum. Prima di tutto il consiglio fondamentale è di segnalare immediatamente ogni irregolarità alla Polizia […]

Ethical hacking: il ruolo degli hacker nella cybersecurity

di Claudio Davide Ferrara
Jake Davis, ex componente del gruppo Lulzsec e oggi pentester, spiega perché la definizione "ethical hacking" non ha più senso Leggi Ethical hacking: il ruolo degli hacker nella cybersecurity

Auto smart: i rischi sottovalutati mettono in pericolo la privacy

di Redazione

Anche le auto hanno iniziato a far parte del mondo degli oggetti tecnologici e connessi ad internet. Le auto smart trasmettono i nostri dati di navigazione (e anche personali) a dei server dei Costruttori. Tutti i dati trasmessi a dei server, che siano dati personali, posizione, o altro, possono essere intercettati o venduti a terze parti. E’ ciò che ci hanno insegnato gli scandali che hanno coinvolto anche grandi aziende di telecomunicazione. Naturalmente bisogna sempre  conoscere e comprendere i pericoli derivanti da un mondo iperconnesso che ha le sue contromisure per tutelare la privacy.

MACCHINE CHE SPIANO?

Si sono registrati casi di compagnie di auto a noleggio come Hertz che installavano sulle proprie auto spyware e tracciamenti di dati per registrare informazioni sui clienti a loro insaputa. Hertz ha negato di aver acceso questi dispositivi, ma il semplice fatto che questi sistemi fossero installati sulle auto all’insaputa dei guidatori dovrebbe far pensare. Il caso è diverso quando si acquista un’auto smart: siamo consapevoli della possibilità che tutti i nostri dati vengano rilevati,  trasmessi e custoditi dai server aziendali. Anche i sistemi OBD registrano dati che possono essere poi facilmente rintracciabili. Come abbiamo già visto, inoltre, anche il tipo di banda usata per la trasmissione dei dati può essere un rischio: un sovraffollamento nella rete, un ritardo nella trasmissione (la latenza) dei dati, o qualche interferenza possono causare seri problemi ai possessori – e alle case produttrici – di smart cars.

I DATI CONNESSI COME MONETA DI SCAMBIO

Come spesso avviene però l’utente medio non può accedere a tutte le informazioni e le policy che riguardano questi meccanismi. Se non siamo preoccupati che una telecamera ci osservi o che un software registri tutti i nostri movimenti allora non dovete sottostare a nessuna precauzione. Ma se invece temete che la vostra privacy venga violata attraverso questa connessione allora è bene far sentire la propria voce.

LA PRIVACY DA TUTELARE

Come dice Harold Li, vice presidente di una delle compagnie di cybersecurity e reti VPN più affidabili al mondo: “le violazioni di sicurezza, attraggono moltissimo l’attenzione ma non molti cambiano poi le loro abitudini. Questo perché la maggior parte delle persone non percepisce questi incidenti come qualcosa che li colpisce direttamente e non sanno che azioni possono compiere per proteggersi”. Certo, la soluzione non è acquistare una vecchia auto senza connessione ma informarsi e capire che software sono installati sulla propria auto, come possiamo controllarli e che diritti abbiamo. Se l’evoluzione tecnologica continua in questo senso – dunque con sistemi sempre più interconnessi – le grandi aziende saranno obbligate a fare un passo avanti e ad adottare policy più trasparenti rispetto alla conservazione dei dati personali degli utenti.

The post Auto smart: i rischi sottovalutati mettono in pericolo la privacy appeared first on SicurAUTO.it.

Facebook JS SDK e rischi per la privacy

di Claudio Davide Ferrara
Uno sviluppatore evidenzia i rischi per la privacy dei social login button forniti da piattaforme come Facebook Leggi Facebook JS SDK e rischi per la privacy

Facebook JS SDK e rischi per la privacy

di Claudio Davide Ferrara

Uno sviluppatore evidenzia i rischi per la privacy dei social login button forniti da piattaforme come Facebook

Leggi Facebook JS SDK e rischi per la privacy

Trend Micro lancia la nuova campagna di sensibilizzazione per i più piccoli

di Antonino Caffo
Sono tanti i pericoli che navigano in rete, soprattutto per i più piccoli. Cyber Bullismo, fake news, condivisione di immagini o video non appropriati. In questo scenario, Trend Micro ha presentato “Conta fino a 3!”, la nuova campagna video di security awareness. Dedicata ai minori e ai genitori come audience primarie, la campagna digitale ha […]

Un bug di sicurezza di Android permetterebbe di hackerare la fotocamera

di Alessandro Matthia Celli

Un pericoloso bug di sicurezza di Android potrebbe consentire a chiunque di hackerare la fotocamera del telefono. Le vulnerabilità delle app della fotocamera consentono agli aggressori di scattare foto in remoto, registrare video e spiare gli utenti.

(...)
Continua a leggere Un bug di sicurezza di Android permetterebbe di hackerare la fotocamera su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Come controllare la sicurezza delle password di un account Google

di Alessio Salome
Google mette a disposizione per gli utenti che utilizzano il browser Chrome per navigare su Internet oppure che dispongono di un account e/o dispositivo Android di sfruttare un vero e proprio Gestore delle password (Password leggi di più...

Aggiornate i vostri Samsung Galaxy S8 e S8+, ecco le patch di sicurezza di novembre 2019

di Paolo Giorgetti

Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+ iniziano a ricevere le patch di sicurezza di novembre 2019 con un aggiornamento: il rollout dei firmware G950FXXS6DSK7 e G955FXXS6DSK7 è partito.

L'articolo Aggiornate i vostri Samsung Galaxy S8 e S8+, ecco le patch di sicurezza di novembre 2019 proviene da TuttoAndroid.

Siamo tutti pedoni 2019: le relazioni al centro della sicurezza in città

di Donato D'Ambrosi

Torna la campagna per la sicurezza stradale Siamo tutti pedoni 2019, l’iniziativa del Centro Antartide che SicurAUTO.it contribuisce a divulgare da diversi anni. Quest’anno il tema dell’abitabilità delle città diventa centrale: accogliere i pedoni per fare delle città luoghi in cui i pedoni possano avere uno spazio di sicurezza. Un numero sempre maggiore di auto e meno spazi pubblici per le relazioni umane restringono il cerchio di sopravvivenza delle persone. Ecco i fattori più importanti da cui dipende la coesistenza di tanti utenti diversi in un luogo grande, ma non abbastanza sicuro, come la città.

SPAZIO E SICUREZZA DEI PEDONI IN CITTA’

Siamo tutti pedoni è la campagna che da 10 anni è impegnata a sensibilizzare le città sulla sicurezza pedonale e l’uso dei trasporti alternativi all’auto. Una mission che passa anche per l’analisi della sicurezza reale che le città offrono ai pedoni. Il 42% delle vittime della strada in città è un pedone o un ciclista, secondo i dati del Centro Antartide 1/3 muore sulle strisce pedonali. Secondo i numeri del The World’s Cities, entro il 2030 circo il 60% delle persone vivrà negli agglomerati urbani. DI questi 1/3 vivrà nelle città da oltre 500 mila abitanti. Uno scenario che porterà a un ulteriore peggioramento della situazione attuale se non si corre ai ripari.

CITTA’ ABBASTANZA GRANDI DA ESSERE PIU’ SICURE ANCHE PER I PEDONI

La campagna siamo tutti pedoni 2019, porta l’attenzione sulle città fatte di relazioni. Lo fa analizzando quali sono i fattori che rendono grande un luogo pubblico. Esistono i fattori misurabili, gli elementi tangibili e le caratteristiche chiave. “Non si tratta di dimensioni” spiega il Centro Antartide ma di svolgere fino in fondo le funzioni di luogo, cioè di entità socio-culturale”. “L’attenzione deve essere rivolta alla ricchezza e varietà di usi ed attività. E’ chiaro che questi sono i fattori su cui lavorare per migliorare la qualità della vita ed esprimere pienamente il potenziale di grandezza di quel luogo”.

CIRCA 13 PEDONI PER OGNI AUTO IN CITTA’

Il miglioramento della qualità delle città e della sicurezza dei pedoni, dovrebbe passare quindi per la ri-conversione delle strade da infrastrutture a luoghi di incontro e di socializzazione. Basti pensare che un tempo le strade assicuravano ad ogni pedone da 1 a 2 metri quadrati. Poi si è attuato un percorso evolutivo dei trasporti fino a rendere centrale l’automobile che richiede in città da 13 a 37 metri quadrati (da ferma) e circa 139 metri quadrati quando si muove (fonte Victoria Transport Policy Institute). “Le strade e i marciapiedi costituiscono i più importanti luoghi pubblici di una città e i suoi organi più vitali”. Ha dichiarato l’antropologa Jane Jacobs – Quando si pensa a una città la prima cosa che si pensa sono le sue strade: secondo che esse appaiono interessanti o insignificanti, anche la città appare tale”.

The post Siamo tutti pedoni 2019: le relazioni al centro della sicurezza in città appeared first on SicurAUTO.it.

Scovata una giganstesca falla, a rischio le informazioni personali di 1,2 miliardi di persone

di Thomas De Faveri

Una mega falla di sicurezza avrebbe dato libero accesso online ai dati personali di oltre 1,2 miliardi di persone, tra cui nomi, indirizzi email, numeri di telefono e molto altro.

L'articolo Scovata una giganstesca falla, a rischio le informazioni personali di 1,2 miliardi di persone proviene da TuttoAndroid.

Polizia di Stato e Fastweb collaborano per la sicurezza nazionale

di Dario D'Elia
La Polizia di Stato e Fastweb venerdì hanno siglato un accordo per la tutela delle reti e dei sistemi informativi, di interesse nazionale, che la telco fornisce per le funzioni istituzionali di enti pubblici e privati operanti nei settori strategici per il Paese. Il Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli e l’AD di Fastweb […]

OnePlus, a rischio i dati personali di alcuni utenti

di Lucia Massaro
I dati personali di alcuni utenti OnePlus erano accessibili a parti non autorizzate. Dalle pagine del proprio forum, il produttore cinese ha confermato l’esistenza di una falla di sicurezza nei propri sistemi che ha messo a rischio la privacy dei suoi clienti. I dati a rischio sono “nome, numero di telefono, indirizzo e-mail e indirizzo […]

Thales Gemalto, i vantaggi della Software Monetization per le aziende

di Antonino Caffo
Sappiamo bene quanto i servizi e la customer experience siano sempre più determinanti per il successo del business. E questo è vero soprattutto in un’epoca di profonde trasformazioni digitali. Con le aziende che si allontanano sempre più dall’hardware come principale fonte di ricavo, è interessante capire come queste possano integrare, in modo efficace, una strategia […]
❌