Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Recensione Renault Clio: salto di qualità per la compatta francese

di Tommaso Marcoli
Come si può invecchiare rimanendo giovani? Una domanda che sorge spontanea guardando la quinta generazione della Renault Clio, berlina francese nata nel 1990 e da subito entrata nell’immaginario comune grazie alla sua accessibilità e al suo inconfondibile stile. Quasi 30 anni trascorsi con disinvoltura, senza tradire la propria vocazione di berlina adatta sia al tempo […]

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 16.000 euro

di Redazione

Con questa guida chiudiamo il capitolo dedicato alle auto utilitarie, che abbiamo già affrontato occupandoci di modelli in vendita a 10.000 euro e vetture acquistabili spendendo fino a 13.000 euro. Stavolta ci concentriamo invece sulla fascia premium del segmento B, con i consigli per l’acquisto di un’utilitaria con budget fino a 16.000 euro. Come avrete sicuramente già visto, le guide di SicurAUTO.it contengono una breve scheda per ogni automobile presentata, con le caratteristiche più importanti, il prezzo, le emissioni, i consumi e, quando disponibile, il crash test. Perché per noi la sicurezza viene sempre prima di tutto, anche dell’estetica. Tutte le guide che realizziamo saranno aggiornate periodicamente, perciò tornate spesso a trovarci per scoprire le ultime novità. Guida aggiornata il 18 giugno 2019.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, possiamo passare alla nostra guida con i consigli per l’acquisto di un’utilitaria con budget fino a 16.000 euro circa.

CITROEN C3

La Citroen C3 model year 2016 ha dimensioni più compatte rispetto al passato e caratteristiche da agile cittadina (ora misura 399 cm, mentre il bagagliaio parte da 300 litri). Per strada è subito riconoscibile grazie agli originali airbump, i paracolpi laterali. Con il nostro budget si possono comprare numerosissime versioni della C3, benzina o diesel, con cambio manuale o automatico. Sforando leggermente (prezzo di listino 17.850 euro) possiamo per esempio accedere alla PureTech 110 S&S Feel EAT6 con propulsore 1.2 benzina da 110 CV/81 kW e cambio automatico, che consuma 5,1 l/100 km ed emette 120 g/km. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Citroen C3 ha ottenuto 4/5.

FIAT PANDA

A quasi quarant’anni dal debutto e giunta ormai alla terza generazione, l’utilitaria Fiat Panda non vuole proprio saperne di farsi da parte. E del resto perché dovrebbe, dato che in Italia continua a guidare le classifiche di vendita con ampio margine sulla concorrenza? La Panda misura 365 cm di lunghezza, ha 5 porte, 4 posti e un bagagliaio da 200 litri. Spendendo intorno ai 16.000 euro si possono acquistare due versioni gpl e due a metano della Panda. Su tutte la 1.2 69 CV EasyPower E6d-Temp Lounge, con alimentazione bifuel gpl/benzina, che costa 15.500 euro. Nel 2018 il crash test di Fiat Panda eseguito da Euro NCAP ha dato come risultato 0/5.

FORD KA+ ACTIVE

Utilitaria con aspirazioni da piccolo crossover, Ford Ka+ Active offre parecchio spazio all’interno sia in altezza che in larghezza, mentre su strada si muove con la giusta agilità. Misura 395 cm di lunghezza e la capacità del bagagliaio parte da 270 litri. Mettendo sul piatto 14.750 euro ci portiamo a casa la versione diesel con cambio manuale 1.5 EcoBlue 95cv S&S Active, spinta da un propulsore da 95 CV/70 kW che consuma 4,1 l/100 km ed emette 108 g/km di CO2. Appena tre stelle per la Ford Ka+ nel crash test Euro NCAP effettuato nel 2017.

HONDA JAZZ

La giapponese Honda Jazz è lunga 402 cm, dispone di 5 posti e con l’ultimo restyling è migliorata soprattutto esteticamente, mantenendo la generosa abitabilità e la facilità di guida. I modelli a nostra disposizione sono tutti a benzina, uno dei quali con cambio automatico. Si tratta della versione 1.3 Trend CVT con motore da 102 CV/75 kW, consumo dichiarato nel ciclo misto di 5,8 l/100 km e 106 g/km di emissioni di CO2. La Honda Jazz offre di serie il dispositivo di frenata automatica d’emergenza. Il prezzo di listino parte da 17.500 euro. Punteggio pieno (5 stelle) per il crash test Euro NCAP di Honda Jazz fatto nel 2015.

LANCIA YPSILON

L’iconica utilitaria Lancia Ypsilon è l’unica vettura del glorioso marchio torinese a ricevere ancora soddisfazioni dal mercato delle auto. L’ultimo restyling del 2015 ha riguardato sia la carrozzeria che l’abitacolo e gli interni, con nuovi materiali.. La Ypsilon è lunga 383 cm, ospita comodamente 4 persone e dispone di un bagagliaio dal volume minimo di 245 litri. Nella nostra guida con i consigli per l’acquisto di utilitarie fino a 16.000 euro o poco più rientrano versioni a benzina, gpl e metano. Le bifuel gas/benzina sono la 1.2 69cv GPL Ecochic Black and Noir (16.300 euro) e la 1.2 69cv GPL Ecochic Gold (17.100 euro). Per entrambe il motore è un 4 cilindri con 69 CV/51 kW. Il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 7,2 l/100 km con 117 g/km di emissioni di CO2. Euro NCAP nel 2015 ha effettuato il crash test di Lancia Ypsilon che ha dato risultati molto modesti: 2/5.

MAZDA2

Decisamente rinnovata rispetto alla precedente generazione, ora Mazda2 si è allungata fino a 406 cm trasformandosi in un’utilitaria compatta dalle linee fluide e sinuose e dalla guida agile e dinamica. La capacità del bagagliaio parte da 280 litri. Nella nostra fascia di riferimento rientrano le versioni 1.5 Skyactiv-G 75cv Essence da 14.400 euro, 1.5 Skyactiv-G 75cv Evolve da 15.300 euro e 1.5 Skyactiv-G 90cv Evolve da 15.850 euro. Quest’ultima è spinta da un motore 1.5 benzina da 90 CV/66 kW, che consuma 5,7 l/100 km ed emette 111 g/km di CO2. Il crash test del 2015 di Mazda2 ha ottenuto da Euro NCAP il punteggio di 4/5.

MITSUBISHI SPACE STAR

È lunga appena 379 cm, ma la Mitsubishi Space Star tutto può definirsi tranne che un’auto scomoda. E pure il bagagliaio, capiente 235 litri, ha il suo perché (in proporzione alle dimensioni della vettura). Se possiamo spendere fino a 16.000 euro sforando il giusto, Space Star è disponibile in tre versioni a benzina e ben quattro con alimentazione a gas: tra queste la 1.0 Funky bi-fuel GPL da 14.990 euro e la 1.0 Intense NAVI ClearTec bi-fuel GPL da 16.800 euro. Vantano tutte propulsori da 71 CV/52 kW, consumano appena 5,8 l/100 km ed emettono soltanto 94 g/km di CO2. Il crash test di Mitsubishi Space Star del 2013 ha ottenuto un punteggio di 4/5.

OPEL CORSA

L’utilitaria tedesca Opel Corsa è disponibile sia nell’allestimento a 3 che a 5 porte. Sottoposta a restyling pochi anni fa, ha subito un rimodernamento della parte estetica esteriore ma anche una serie di modifiche per quanto riguarda la meccanica. Entrambi i modelli continuano comunque a condividere la stessa lunghezza (402 cm), ma la 5 porte ha un bagagliaio leggerissimamente più ampio. La Corsa 3 porte e la Corsa 5 porte sono in vendita con alimentazione a benzina oppure gpl, con prezzi che oscillano da 14.400 a 17.550 euro a seconda della versione. Il motore è quasi sempre un 4 cilindri da 90 CV/66 kW di potenza, con 7,8 l/100 km di consumi dichiarati e 114 g/km di emissioni CO2. Nel 2014 il crash test di Opel Corsa fatto da Euro NCAP ha dato come risultato 4/5.

SMART FORFOUR

Il nuovo modello della Smart Forfour è un’utilitaria gradevole e originale, ovviamente un po’ meno agile della ‘due posti’ ma decisamente più comoda (senza esagerare). È lunga 349 cm, ha 4 posti, 5 porte e una capacità di carico di 185 litri. La frenata automatica di emergenza è di serie sia sull’allestimento Passion che sul Supertech. Per quanto riguarda le motorizzazioni sono tutte a trazione posteriore e alimentate a benzina, una delle quali con cambio automatico. I prezzi variano dai 16.271 euro della versione 70 1.0 52kW Superpassion ai 17.721 euro della 70 1.0 52kW Superpassion Twinamic. Motore 1.0 da 71 CV/52 kW, 4,9 l/100 km di consumi nel ciclo misto e 112 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP di Smart Forfour del 2014 ha ottenuto 4 stelle su 5.

TOYOTA YARIS

Con l’ultimo aggiornamento l’abitabilità di Toyota Yaris è migliorata e consente adesso di viaggiare bene in quattro, stendendo sufficientemente le gambe. La lunghezza dell’auto è stata portata a 394 cm, anche nella configurazione a 3 porte. Il bagagliaio da 286 litri non è invece gigantesco, ma comunque in linea con quello della concorrenza. Il nostro portafoglio ci permette di accedere alle versioni a benzina 1.0 Cool MY18 (15.200 euro) e 1.0 Active MY18 (16.500 euro), entrambe dotate di motore 1.0 da 72 CV/53 kW, con consumo di 4,8 litri ogni 100 km e 107 g/km di emissioni dichiarate. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Toyota Yaris ha conquistato le 5 stelle.

The post Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 16.000 euro appeared first on SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto berlina: budget fino a 24.000 euro

di Redazione

È la terza volta che ci occupiamo di berline nelle nostre guide all’acquisto. Dopo aver analizzato quelle con fascia di prezzo fino a 18.000 euro e le vetture in vendita a 20.000 euro, stavolta tocca ai consigli per l’acquisto di berline con budget fino a 24.000 euro. Insomma, i modelli premium per chi cerca qualcosa in più dalla propria automobile. I veicoli del segmento C sono quelli con l’offerta più vasta su tutto il mercato europeo, e anche in termini di vendita vanno per la maggiore. Non è un caso che nei primi cinque mesi del 2019 quasi la metà (il 47,9%) delle nuove immatricolazioni abbia riguardato un’auto berlina. Per ogni vettura troverete una breve scheda tecnica con informazioni su carrozzeria, motori, emissioni, consumi e prezzi, oltre al fondamentale crash test. Guida aggiornata il 13 giugno 2019.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, possiamo passare alla nostra guida con i consigli per l’acquisto di berline con budget fino a 24.000 euro.

ALFA ROMEO MITO

L’ultima versione della berlina 2 volumi Alfa Romeo MiTo è uscita nel 2016 conquistando i favori di un gran numero di appassionati. Questo soprattutto grazie alle considerevoli prestazioni e ai consumi contenuti, in relazione al segmento di appartenenza. Misure standard (406 cm di lunghezza, bagagliaio da 270 litri) e prezzo accessibile: con soli 21.900 euro possiamo infatti portarci a casa il modello 1.4T 170cv Multiair Veloce TCT con cambio automatico e cerchi in lega di serie. Il motore è un 1.4 benzina da 170 CV/125 kW che consuma 5,4 l/100 km ed emette 124 g/km di CO2. L’ultimo crash test Euro NCAP di Alfa Romeo MiTo risale al 2008, clicca qui per vedere il punteggio.

AUDI A1 SPORTBACK

La nuova Audi A1 Sportback, realizzata sullo stesso pianale di Seat Ibiza e Volkswagen Polo, è cresciuta rispetto al modello precedente di ben sei centimetri in lunghezza (ora ne misura 402) e tre in larghezza, a tutto vantaggio dell’abitabilità e della capacità di carico. Ora il bagagliaio parte da 335 litri. Chi opta per questa berlina e può spendere fino a 24.000 euro ha a disposizione quattro versioni a benzina con cambio manuale. I prezzi variano dai 21.750 euro della 25 TFSI ai 23.400 euro della 30 TFSI Advanced. Spinta, quest’ultima, da un motore 1.0 da 116 CV/85 kW, con 4,9 l/100 km di consumo combinato e 111 g/km di emissioni di CO2. Nel 2010 Audi A1 è stata sottoposta a crash test da Euro NCAP e ha ottenuto 5 stelle.

CITROEN C3

La nuova versione di Citroen C3 è arrivata tre anni fa con dimensioni più compatte rispetto al passato e caratteristiche da cittadina quattro metri (399 cm per la precisione, mentre il bagagliaio parte da 300 litri). Per strada è subito riconoscibile grazie agli originali airbump, i paracolpi laterali. Con il nostro budget 20.000/24.000 euro si possono comprare due versioni a benzina della C3, la PureTech 110 S&S Origins EAT6 che costa 20.150 euro e la PureTech 110 S&S Uptown EAT6 in vendita a 20.300 euro. Entrambe montano un propulsore 1.2 da 110 CV/81 kW con cambio automatico, che consuma 5,1 l/100 km ed emette 120 g/km. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Citroen C3 ha ottenuto 4/5.

FIAT TIPO

La nuova Fiat Tipo è una berlina senza particolari grilli per la testa ma solida e concreta, dalla buona abitabilità (453 cm di lunghezza + bagagliaio da 520 litri) e dalle dotazioni essenziali. È disponibile anche in versione 2 volumi, leggermente più corta. Potendo spendere fino a 24.000 euro possiamo accedere a quattro versioni tutte diesel della Tipo, dalla 1.3 Mjt 95cv 5M Lounge da 20.300 euro alla 1.6 Mjt 120cv 6M Lounge da 21.550 euro. Quest’ultima è spinta da un motore 1.6 da 120 CV/88 kW con cambio manuale, consumi stimati in 4,5 l/100 km e 112 g/km di emissioni di CO2. Solo 3/5 il punteggio di Fiat Tipo nel crash test Euro NCAP del 2016.

FORD FIESTA

La settima generazione della berlina Ford Fiesta è stata lanciata nel 2017, a ben nove anni dal debutto del precedente modello. Rispetto a prima è più lunga di 7 cm (ora si attesta sui 404 cm), ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 292/1093 litri. Nella nostra forbice di spesa rientrano numerosissime versioni di Fiesta, benzina, diesel o Gpl, con cambio manuale o automatico. Il modello bifuel è denominato 1.1 75CV GPL Titanium, con motore 1.084 cm3 da 75 CV/55 kW, che emette appena 106 g/km di CO2. Prezzo: 20.150 euro. Fiesta è disponibile anche nella versione a 3 porte. Il crash test di Ford Fiesta effettuato da Euro NCAP nel 2017 ha ottenuto il massimo punteggio di 5/5.

FORD FOCUS

La nuova Ford Focus berlina è un’auto dalla forma regolare e dalla notevole spaziosità interna, mentre alla guida appare agile e sicura. È lunga 437 cm, la capacità del bagagliaio parte da 375 litri. Con il nostro budget sono disponibili due versioni a benzina con cambio manuale. La 1.0 EcoBoost 100cv Business da 22.600 euro e la più potente 1.0 EcoBoost 125cv Business da 23.600 euro. Quest’ultima è equipaggiata con un motore 1.0 da 125 CV/92 kW, che consuma 4,8 l/100 km ed emette 107 g/km di CO2. Testata nel 2018 da Euro NCAP, Ford Focus ha ottenuto 5 stelle.

HONDA JAZZ

Il restyling 2018 della berlina 2 volumi Honda Jazz ha interessato soprattutto la parte estetica, mantenendo la generosa abitabilità e la facilità di guida. 5 porte e 5 posti, è lunga 402 cm ed è dotata di un bagagliaio da 354 litri a salire. Potendo spendere fino a 24.000 euro sono disponibili per noi quattro versioni della Jazz, tutte a benzina e tutte con cambio automatico, con prezzi di listino da 20.500 a 21.150 euro. Il fiore all’occhiello è la 1.5 Dynamic Navi ADAS CVT, spinta da un propulsore da 130 CV/96 kW, con consumi che non superano 6,6 l/100 km ed emissioni fissate in 125 g/km. Punteggio pieno (5 stelle) per il crash test Euro NCAP di Honda Jazz fatto nel 2015.

HYUNDAI I30

L’attuale Hyundai i30 ha ricevuto un restyling di recente ed è l’auto che ha definitivamente colmato il gap tra il marchio coreano e la concorrenza europea. Offre cinque anni di garanzia di serie, seppur con alcune limitazioni e in Italia è disponibile anche con carrozzeria station wagon. È lunga 434 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 395 litri. Con 23.950 euro, appena nei limiti del nostro budget, si può comprare la versione 1.0 T-GDI Business a benzina con cambio manuale, spinta da un motore 1.0 da 120 CV/88 kW che consuma 5,6 l/100 km ed emette 119 g/km di CO2. Testata nel 2017 da Euro NCAP la Hyundai i30 ha ottenuto 5 stelle.

KIA CEED

La versione berlina 2 volumi della sudcoreana Kia Ceed è giunta alla terza generazione ed è parente stretta dell’appena citata Hyundai i30, con cui condivide l’intera meccanica e anche i motori. Lunga 431 cm, ha 5 posti (ma si viaggia meglio in 4) e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 395 litri. Spendendo da 21.250 a 23.750 euro sono disponibili versioni a benzina, diesel e Gpl della Ceed, tutte con cambio manuale. Tra queste non è affatto male la 1.4 GPL Pure, spinta da un 4 cilindri da 96 CV/70 kW, con consumo dichiarato nel ciclo misto è di 9,1 l/100 km e 137 g/km di emissioni di CO2. Nel 2012 Kia Ceed è stata testata da Euro NCAP ottenendo 5 stelle.

MINI 3 E 5 PORTE

3 o 5 porte fa poco differenza, la Mini è sempre la Mini e resta indiscutibilmente una delle vetture più affascinanti del suo segmento. Tra i due modelli la differenza di lunghezza è di ben 16 cm, ovviamente a vantaggio della 5 porte (398 vs 382 cm), e anche le misure del bagagliaio pendono dalla parte della Mini 5p, che può disporre di 278 litri contro i 211 della sorellina. Con i soldi a nostra disposizione possiamo permetterci tantissime versioni dell’uno o dell’altro modello, con prezzi che oscillano da 20.450 a 24.000 euro tondi tondi . I motori sono benzina o diesel, tutti con cambio manuale. Il crash test Mini del 2010 ha ottenuto 5/5.

NISSAN MICRA

La berlina 2 volumi Nissan Micra viene prodotta da oltre trentacinque anni ed è arrivata alla quinta generazione, per la gioia dei tantissimi aficionados della vettura nipponica. È lunga 399 cm, ha 5 posti e bagagliaio da 300 litri di capacità minima. Disponibile con alimentazione benzina e diesel, presenta pure una versione con cambio automatico. Si tratta della IG‐T 100 Tekna Xtronic, in vendita da 20.030 euro. Il propulsore è un 1.000 cm3 da 100 CV/74 kW, con 5,1 l/100 km di consumi dichiarati e 115 g/km di emissioni di CO2. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Nissan Micra è stato valutato 4/5.

OPEL ASTRA

L’ultimo modello di Opel Astra ha un look decisamente più sportivo e un’abitabilità perfetta per 4 persone, mentre in 5 si sta un po’ più strettini. È stata accorciata rispetto al passato e oggi misura 437 cm di lunghezza, mentre il bagagliaio parte da 370 litri. Col nostro budget possiamo scegliere tra cinque versioni della Astra, con prezzi da 21.400 a 24.000 euro. La più cara è la 1.4 Turbo Dynamic 150cv S&S MT6 a benzina con cambio manuale, spinta da un motore 1.4 da 150 CV/110 kW. Consuma 5,4 litri ogni 100 km ed emette 125 g/km di CO2. Il crash test del 2015 di Opel Astra effettuato da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle.

PEUGEOT 308

Nel 2017 la berlina 2 volumi Peugeot 308 ha ricevuto una bella quanto opportuna ripassata, migliorando sotto l’aspetto della guida, del comfort e dell’abitabilità. Come misure ora è lunga 425 cm e ha un bagagliaio da 420 litri. Chi vuole acquistare una 308 potendo spendere fino a 24.000 euro ha solo l’imbarazzo della scelta tra ben sei versioni benzina o diesel, tutte con cambio manuale. Ci permettiamo di segnalare la performante Style BlueHDi 100 S&S, con motore 1.5 diesel da 102 CV/75 kW che consuma soltanto 3,8 l/100 km, emette 100 g/km di CO2 e costa 23.850 euro. Nel 2013 Peugeot 308 ha ottenuto 5/5 nel crash test Euro NCAP.

RENAULT CLIO

Berlina 2 volumi che ha fatto epoca (la prima serie è del 1990), la Renault Clio con i suoi 406 cm di lunghezza offre un’abitabilità valida per quattro passeggeri (anche se è omologata per cinque), mentre il bagagliaio che parte da 300 litri è abbastanza buono per la categoria. Per quanto riguarda le motorizzazioni, il nostro budget di riferimento 20.000/24.000 euro prevede solo propulsori con alimentazione diesel. La versione più accattivante è la 1.5 DCI 90cv Moschino Intens EDC spinta da 90 CV/66 kW che consuma 3,9 litri ogni 100 km ed emette 105 g/km di CO2. Prezzo di listino: da 22.350 euro. Il crash test Euro NCAP di Renault Clio del 2019 ha ottenuto 5/5.

RENAULT MÉGANE

La Renault Mégane in versione berlina (esistono anche le carrozzerie Sporter e Grand Coupè) si ripresenta con un design decisamente rinnovato rispetto alla generazione precedente, più sportivo e filante. Oggi è lunga 435 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 434 litri. A disposizione per noi due versioni benzina e due diesel, tutte con cambio manuale e in vendita da 20.750 a 23.550 euro. Riflettori soprattutto sulla 1.3 TCE 85KW FAP Business, spinta da un motore 1.3 benzina da 115 CV/85 kW che consuma 5,4 l/100 km ed emette 124 g/km. Testata nel 2015 da Euro NCAP la Renault Mégane ha ottenuto 5 stelle su 5.

SEAT IBIZA

La nuova Seat Ibiza rispetto alla serie precedente si presenta con passo allungato (405 cm) e carreggiate allargate. Elementi che hanno consentito di guadagnare spazio nell’abitacolo, specie a livello del sedile posteriore. Gli interni ora sono più curati. Il bagagliaio parte da una capacità di 355 litri, non male. Nel nostro range di spesa rientrano numerose versioni della berlina 2 volumi spagnola, benzina o diesel e con cambio manuale o automatico. Per esempio scucendo 22.180 euro si può comprare la 1.6 TDI SCR 95cv FR DSG: motore 1.6 diesel da 95 CV/70 kW con cambio automatico, e consumi ed emissioni limitati rispettivamente a 4,0 kg/100 km e 105 g/km. Seat Ibiza ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

SKODA OCTAVIA

Berlina 3 volumi dalle dimensioni importanti, Skoda Octavia misura in lunghezza 467 cm e ha una capacità di carica del bagagliaio che parte da 590 litri. Insomma, l’auto ideale per viaggi lunghi con famiglia numerosa al seguito e relativi bagagli. In vendita da 20.950 a 23.890 euro, dispone di versioni benzina o diesel con cambio manuale. Tra tutte ci permettiamo di segnalare la 1.6 TDI Active diesel spinta da 115 CV/85 kW, con 4,1 l/100 km di consumi dichiarati e 107 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP di Skoda Octavia è stato effettuato nel 2013 e ha ottenuto 5/5.

TOYOTA YARIS HYBRID

Perché scegliere la berlina 2 volumi Toyota Yaris? Beh, perché con l’ultimo restyling l’abitabilità è migliorata e consente adesso di viaggiare bene in quattro, stendendo comodamente le gambe (la lunghezza dell’auto è stata portata a 394 cm). Il bagagliaio da 286 litri non è invece gigantesco, però in linea con quello della concorrenza. Ma soprattutto la Yaris è amica dell’ambiente, e del portafoglio. Questo perché alle versioni tradizionali ha abbinato numerosi modelli ad alimentazione ibrida in vendita da 21.250 a 23.300 euro. Il motore è sempre l’1.5 da 100 CV/74 kW con cambio automatico, un consumo di appena 3,7 litri ogni 100 km e 84 g/km di emissioni dichiarate. Nel 2017 il crash test di Toyota Yaris ha conquistato le 5 stelle.

VOLKSWAGEN GOLF

Con sette generazioni sul groppone la Volkswagen Golf è forse il punto di riferimento assoluto del segmento delle berline 2 volumi. L’ultimo modello sul mercato offre buona abitabilità (lunga 425 cm con un bagagliaio da 380 litri), stile, design e tecnologia. Insomma, il marchio Golf è sempre una garanzia. Con il nostro budget possiamo scegliere tra la versione 1.0 TSI 85kW Trendline BMT da 22.050 euro e la 1.0 TSI 85kW Business BMT da 23.600 euro. Entrambe a benzina e con cambio manuale, montano un propulsore da 115 CV/85 kW che consuma 4,8 l/100 km ed emette 111 g/km. Il crash test 2012 di Volkswagen Golf ha ottenuto il punteggio massimo di 5 stelle.

VOLKSWAGEN POLO

Chiudiamo la guida all’acquisto di una berlina con budget fino a 24.000 euro con una classica berlina 2 volumi tedesca, la Volkswagen Polo. Sottoposta ad aggiornamento nel 2017, da allora offre migliori finiture, maggior sicurezza e uno spazio a bordo a prova di viaggio in cinque. Merito forse della lunghezza portata a 405 cm, e anche il bagagliaio da 351 litri fa il suo dovere. Disponibili versioni a benzina, diesel e a metano della nuova Polo, anche con cambio automatico. Da notare la 1.6 TDI SCR 95cv Highline DSG BMT da 23.150 euro: motore diesel da 95 CV/70 kW, 4,0 l/100 km di consumi e 105 g/km di emissioni di CO2. Volkswagen Polo ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

The post Consiglio acquisto berlina: budget fino a 24.000 euro appeared first on SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto berlina: budget fino a 20.000 euro

di Redazione

Proseguiamo la nostra analisi del segmento C, quello con l’offerta più vasta di tutto il mercato europeo. E così, dopo il panorama sui modelli da 18.000 euro, ecco la nuova guida di SicurAUTO.it con i consigli per l’acquisto di berline con budget fino a 20.000 euro. Per ogni vettura troverete una piccola ma, speriamo, esauriente scheda tecnica con informazioni su carrozzeria, motori, emissioni, consumi e prezzi, oltre all’immancabile crash test. Il tutto per aiutarvi a scegliere l’auto che meglio si adatta alle vostre esigenze e alla vostra capacità di spesa, senza mai mettere in secondo piano la sicurezza. Guida aggiornata il 16 maggio 2019.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi. E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, passiamo finalmente alla nostra consigli per l’acquisto di berline con budget fino a 20.000 euro, presentate in ordine alfabetico.

CITROEN C3

La nuova versione di Citroen C3 è arrivata nel 2016 con dimensioni più compatte rispetto al passato e caratteristiche da cittadina quattro metri (399 cm per la precisione, mentre il bagagliaio parte da 300 litri). Per strada è subito riconoscibile grazie agli originali airbump, i paracolpi laterali. Con il nostro budget si possono comprare versioni benzina e diesel della C3, dalla BlueHDi 100 S&S Shine che costa 18.550 euro alla PureTech 110 S&S RAC3 Edition in vendita a 19.650 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.2 benzina da 110 CV/81 kW, consuma 4,7 l/100 km ed emette 107 g/km. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Citroen C3 ha ottenuto 4/5.

FIAT 500

Tornata in auge nel 2007 dopo i fasti degli anni ‘50 e ‘60, la nuova Fiat 500 ha avuto l’indubbio merito di riportare in alto il marchio Fiat dopo qualche anno di crisi. Lunga 357 cm, ha 4 posti e 3 porte con un volume minimo del bagagliaio di 185 litri. Rinnovata nuovamente nel 2015, ha beneficiato di un gran numero di modifiche, volte soprattutto a migliorare il comfort a bordo. In riferimento al nostro budget 18-20.000 euro, la Fiat 500 dispone di cinque versioni, due a benzina e tre con alimentazione bifuel benzina/gpl. In particolare la 1.2 69cv EasyPower 120 monta un propulsore 4 cilindri 1.2 gpl da 69 CV/51 kW, consuma 5,6 l/100 km ed emette 116 g/km di CO2. E costa 19.250 euro. Testata nel 2017 da Euro NCAP, la Fiat 500 ha ottenuto un modesto 3/5 nel crash test.

FIAT PANDA CROSS

Berlina 2 volumi ‘quasi’ crossover, la Fiat Panda Cross è la versione 4×4 del mitico ‘pandino’, una vettura agile e versatile per chi cerca emozioni offroad. Lunga 370 cm, è un po’ più alta del modello cittadino. Il bagagliaio parte invece da 225 litri. Per le possibilità del nostro portafoglio è disponibile la Panda Cross 0.9 TwinAir Turbo 85cv E6d-T. Cross 4×4, in vendita a 19.000 euro. Motore 0.9 benzina da 85 CV/63 kW, consumi stimati in 5,1 l/100 km ed emissioni che non superano 116 g/km di CO2. Il crash test 2015 di Fiat Panda Cross a cura di Euro NCAP ha ottenuto solo 3/5.

FORD FIESTA

La settima generazione della berlina Ford Fiesta è stata lanciata nel 2017, a ben nove anni dal debutto del precedente modello. Rispetto a prima è più lunga di 7 cm (ora si attesta sui 404 cm), ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 292/1093 litri. Nella nostra forbice di spesa rientrano la 1.1 85CV ST-Line da 19.150 euro, la 1.0 EcoBoost 125CV S&S ST-Line da 19.750 euro e la 1.0 EcoBoost 100CV S&S ST-Line Auto da 20.000 euro secchi. Avrete sicuramente intuito dal nome che quest’ultima è un’interessantissima versione con cambio automatico equipaggiata con un motore benzina da 1.000 cm3 e 100 CV/74 kW, che consuma 5,7 l/100 km ed emette 128 g/km di CO2. Fiesta è disponibile anche nella versione a 3 porte. Il crash test di Ford Fiesta effettuato da Euro NCAP nel 2017 ha ottenuto il massimo punteggio di 5/5.

HONDA JAZZ

Il restyling 2018 della berlina 2 volumi Honda Jazz ha interessato soprattutto la parte estetica, mantenendo la generosa abitabilità e la facilità di guida. 5 porte e 5 posti, è lunga 402 cm ed è dotata di un bagagliaio da 354 litri a salire. Con il nostro budget possiamo acquistare numerose versioni della Jazz, tutte benzina. Fari puntati sulla 1.5 Dynamic Navi ADAS, spinta da un propulsore da 130 CV/96 kW, con consumi che non superano 6,6 l/100 km ed emissioni fissate in 134 g/km. Prezzo di listino 19.800 euro. Punteggio pieno (5 stelle) per il crash test Euro NCAP di Honda Jazz fatto nel 2015.

HYUNDAI I20

L’ultimo modello della compatta Hyundai i20 è lungo 403 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 326 litri. Ha abbandonato le motorizzazioni a gasolio, ma ora mette a disposizione dei clienti il cambio a doppia frizione. Nel nostro range di spesa rientrano parecchie versioni della i20, benzina o gpl. Chi preferisce l’alimentazione bifuel può scegliere la 1.2 MPI Econext 75cv GPL 75cv Connect Line da 18.350 euro. A spingerla c’è un 4 cilindri da 73 CV/54 kW, con consumo dichiarato nel ciclo misto di 7,1 l/100 km e 129 g/km di emissioni di CO2. Nel 2015 il crash test di Hyundai i20 by Euro NCAP ha dato come esito 5/5.

LANCIA YPSILON

La gloriosa Lancia Ypsilon è rimasta forse l’ultimo motivo di vanto del marchio torinese fondato da Vincenzo Lancia nel 1906, che in passato ha prodotto così tante vetture di successo. L’ultimo restyling del 2015 ha aggiornato carrozzeria, abitacolo e interni, introducendo nuovi materiali. La Ypsilon è lunga 383 cm, ospita comodamente 4 persone e dispone di un bagagliaio dal volume minimo di 245 litri. Nella nostra guida con i consigli per l’acquisto di berline fino a 20.000 euro rientrano tre versioni a metano della Ypsilon e una gpl, la 1.2 69cv GPL Ecochic Platinum, in vendita da 18.100 euro. Monta un propulsore 4 cilindri con 69 CV/51 kW. Il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 7,2 l/100 km con 117 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP del 2015 di Lancia Ypsilon è andato piuttosto male con solo 2/5 di valutazione.

MINI 3 E 5 PORTE

3 o 5 porte fa poco differenza, la Mini è sempre la Mini e resta indiscutibilmente una delle vetture più affascinanti del suo segmento. Tra le due versioni la differenza di lunghezza è di ben 16 cm, ovviamente a vantaggio della 5 porte (398 vs 382 cm), e anche le misure del bagagliaio pendono dalla parte della Mini 5p, che può disporre di 278 litri contro i 211 della sorellina. Con i soldi a nostra disposizione possiamo permetterci soltanto la Mini One 55kW a 3 porte (18.150 euro) o a 5 porte (19.000 euro). Entrambe viaggiano grazie a un motore 1.5 benzina da 75 CV/55 kW, che consuma 5,4 l/100 km ed emette 123 g/km. Il crash test Mini del 2010 ha ottenuto 5/5.

NISSAN MICRA

La berlina 2 volumi Nissan Micra viene prodotta da oltre trentacinque anni ed è arrivata alla quinta generazione, per la gioia dei tantissimi aficionados della vettura nipponica. È lunga 399 cm, ha 5 posti e bagagliaio da 300 litri di capacità minima. Disponibile con alimentazione benzina, diesel e gpl, presenta pure due versioni con cambio automatico. La IG‐T 100 Acenta Xtronic da 18.030 euro e la IG‐T 100 N-Connecta Xtronic da 19.030 euro. Per entrambe il propulsore è un 1.000 cm3 da 100 CV/74 kW, con 4,9 l/100 km di consumi dichiarati e 111 g/km di emissioni di CO2. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Nissan Micra è stato valutato 4/5.

OPEL CORSA 5 PORTE

Sottoposta a restyling pochi anni fa, l’Opel Corsa 5 Porte è stata rimodernata nella parte estetica esteriore, ma sono state introdotte anche una serie di modifiche per quanto riguarda la meccanica. Adesso è lunga 402 cm e il bagagliaio ha una capacità di 285 litri, con in più la possibilità di regolare l’altezza del piano. Per il nostro budget è disponibile la versione 1.4 120 Anniversary 90cv AT6 con cambio automatico e motore 1.4 benzina da 90 CV/66 kW di potenza, che emette 139 g/km di emissioni CO2. Prezzo di listino: 18.250 euro. Nel 2014 il crash test di Opel Corsa fatto da Euro NCAP ha dato come risultato 4/5.

PEUGEOT 208

La compatta Peugeot 208 ha conservato la sua personalità anche dopo l’ultimo restyling, visto che l’aggiornamento si è concentrato soprattutto sulla meccanica e le modifiche estetiche si sono limitate al frontale dell’auto. Leggermente accorciata, oggi misura 397 cm con una capacità di carico del bagagliaio di 311 litri. Volendo spendere tra 18.000 e 20.000 euro sono a disposizione due versioni diesel e una benzina della 208. Quelle a gasolio sono la Active BlueHDi 100cv S/S da 18.030 euro e la Signature BlueHDi 100cv S/S da 19.330 euro. E poi c’è la Allure PureTech Turbo 110cv S/S da 19.480 euro, con motore 1.2 benzina da 110 CV/81 kW, 4,6 l/100 km di consumi dichiarati e 104 g/km di emissioni di CO2. Il crash test di Peugeot 208 by Euro NCAP è stato valutato 5/5 nel 2012.

RENAULT CLIO

Berlina 2 volumi che ha fatto epoca (la prima serie è del 1990), la Renault Clio con i suoi 406 cm di lunghezza offre un’abitabilità valida per quattro passeggeri (anche se è omologata per cinque), mentre il bagagliaio che parte da 300 litri è abbastanza buono per la categoria. Per quanto riguarda le motorizzazioni ce ne sono per tutti i gusti, benzina, diesel (anche con cambio automatico) e gpl. Chi preferisce l’alimentazione bifuel può scegliere tra la versione 0.9 TCE 90cv LPG Moschino Zen (18.200 euro) e la versione 0.9 TCE 90cv LPG Moschino Intens (19.300 euro). Montano tutte un 3 cilindri 900 cm3 da 90 CV/66 kW che consuma 6,9 litri ogni 100 km ed emette 109 g/km di CO2. Il crash test di Renault Clio del 2012 ha ottenuto 5/5.

SEAT IBIZA

La nuova Seat Ibiza rispetto alla serie precedente si presenta con passo allungato (405 cm) e carreggiate allargate. Elementi che hanno consentito di guadagnare spazio nell’abitacolo, specie a livello del sedile posteriore. Gli interni ora sono più curati. Il bagagliaio parte da una capacità di 355 litri, non male. Nel nostro range di spesa rientrano numerose versioni della berlina spagnola tra cui ben tre con alimentazione a metano. Per esempio la 1.0 TGI 90cv FR da 19.630 euro, con motore 1.000 cm3 da 90 CV/66 kW e consumi ed emissioni limitati rispettivamente a 4,1 kg/100 km e 92 g/km. Seat Ibiza ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

SUZUKI SWIFT

Oggi siamo di fronte alla quinta serie della berlina 2 volumi giapponese Suzuki Swift, che è stata profondamente rivisitata nel look e nelle motorizzazioni. Lo spazio interno adesso è ben sfruttato e sul sedile posteriore si sta bene anche in tre. Nonostante la lunghezza della vettura, con 384 cm, non sia proprio da top di gamma. Anche la capacità del bagagliaio è aumentata a 265 litri. Dovendo spendere tra 18.000 e 20.000 euro, non possiamo non suggerirvi le due splendide versioni con motore ibrido (ce n’è pure una solo benzina con cambio automatico). La 1.0 Hybrid S 2WD da 18.890 euro e la 1.2 Hybrid Top Allgrip 4WD da 18.890 euro. La seconda monta un propulsore 1.2 a doppia alimentazione da 90 CV/66 kW di potenza, 4,4 l/100 km di consumi e 101 g/km di emissioni di CO2. Soltanto 3/5 il punteggio di Suzuki Swift nel crash test di Euro NCAP del 2017.

TOYOTA YARIS

Perché scegliere la berlina 2 volumi Toyota Yaris? Beh, perché con l’ultimo restyling l’abitabilità è migliorata e consente adesso di viaggiare bene in quattro, stendendo comodamente le gambe (la lunghezza dell’auto è stata portata a 394 cm). Il bagagliaio da 286 litri non è invece gigantesco, però in linea con quello della concorrenza. Ma soprattutto la Yaris è amica dell’ambiente, e del portafoglio. Questo perché alle tradizionali versioni a benzina 1.0 Lounge MY18+ (18.050 euro) e 1.5 Lounge MY18+ (19.050 euro), ha abbinato il modello ibrido 1.5 Hybrid Cool MY18 in vendita ad appena 19.950 euro. Motore 1.5 da 100 CV/74 kW, un consumo di appena 3,7 litri ogni 100 km e 84 g/km di emissioni dichiarate, poco sopra i limiti dell’Ecobonus 2019 – 2021. Nel 2017 il crash test di Toyota Yaris ha conquistato le 5 stelle.

VOLKSWAGEN POLO

Classicissima berlina 2 volumi tedesca, la Volkswagen Polo è stata sottoposta ad aggiornamento nel 2017 e da allora offre migliori finiture, maggior sicurezza e uno spazio a bordo a prova di viaggio in cinque. Merito forse della lunghezza portata a 405 cm, e anche il bagagliaio da 351 litri fa il suo dovere. Disponibili versioni a benzina, diesel e a metano della nuova Polo. La 1.0 TSI Comfortline DSG BMT da 18.950 euro (motore benzina da 95 CV/70 kW, 4,7 l/100 km di consumi e 106 g/km di emissioni di CO2), è dotata pure di cambio automatico. VW Polo ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

L'articolo Consiglio acquisto berlina: budget fino a 20.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto berlina: budget fino a 18.000 euro

di Redazione

Dopo aver sviscerato il mercato delle piccole cittadine, con le guide dei segmenti A e B, relative ai budget da 10.000, 13.000 e 16.000 euro, passiamo ora al segmento C, dove è presente praticamente ogni costruttore europeo. Prosegue così il servizio che SicurAUTO.it vuole offrire a voi lettori, aiutandovi a scegliere l’auto che meglio si adatta alle vostre esigenze e il vostro budget, ovviamente senza mai dimenticare la sicurezza. Le guide sono strutturate per fascia di prezzo e si basano su un budget di rifmerimento, prendendo come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Tutte le guide che realizzeremo saranno costantemente aggiornate, tornate quindi spesso per scoprire le novità. Questa prima guida del segmento C la dedichiamo ai consigli per l’acquisto di una berlina compatta fino a 4,5 metri di lunghezza con un budget intorno ai 18.000 euro. Guida aggiornata il 2 aprile 2019.

LE VOSTRE ESIGENZE PRIMA DI TUTTO

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta, bilanciando tra le diverse esigenze, trovando la giusta motorizzazione, magari rendersi conto solo dopo qualche mese di aver sbagliato. A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la vostra scelta prima di tutto sulle vostre esigenze. A parte il budget, è importante, anzi fondamentale, conoscere le proprie esigenze e avere ben chiaro l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero? Per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di un acquisto importante e impegnativo sotto il profilo economico, quindi bisogna sapere quanti km l’anno si percorrono e in che tipo di strade, perché anche se un diesel in assoluto consuma meno, il delta di prezzo con la versione benzina potrebbe comunque rendere sconveniente il suo acquisto. Alle vetture con alimentazione alternativa (GPL – Metano) dedicheremo una guida a parte.

BENZINA O DIESEL

Sulla scelta tra benzina e diesel vale la pena soffermarsi ancora un momento, ripassando anche un po’ di storia. Fino al 1997 la scelta tra uno o l’altro era molto semplice: il diesel era per chi faceva tantissimi chilometri, la benzina per tutti gli altri. Questo accadeva per due motivi, il superbollo e le prestazioni piuttosto scarse (del diesel). Ma con l’invenzione del common rail e l’abolizione della sovrattassa le cose sono drasticamente cambiate. Il piacere di guida è aumentato esponenzialmente in pochi anni e il delta di prezzo è diminuito. Quindi, calcolatrice alla mano, bisogna fare bene i conti considerando la percorrenza media annuale, il consumo di carburante, i costi della manutenzione programmata e quelli della polizza, per stabilire a partire da qualche chilometraggio il diesel convenga rispetto al benzina.

IL CONCESSIONARIO E LA PROVA SU STRADA

Quando avete scelto il modello preferito, ma anche se avete un rosa di due o tre auto candidante o se perfino brancolate nel buio, una visita al concessionario può aiutarvi a schiarire le idee. Vedere un modello di persona, accomodarsi al posto guida e magari sentire il rumore del motore, sembrano azioni banali, ma spesso si rivelano risolutive per capire l’auto. La foto migliore o il video più accurato non equivarranno mai a trovarsi la vettura di fronte, per quanto noi cerchiamo di descrivervi tutto nelle nostre prove su strada di lunga durataTuttavia la vostra prova su strada è importantissima. Sentire il volante tra le proprie mani e avere una prima impressione sul comportamento dell’auto può dirci molto e può farci scoprire caratteristiche che magari non ci piacciono o non ci aspettavamo. Bisogna sempre chiedere di provare un’auto prima di comprarla, se possibile nella motorizzazione desiderata; tutti i concessionari hanno a disposizione auto targate per il test drive ed è un vostro diritto provarle per saggiarne le caratteristiche. Se tergiversano, cambiate concessionario. Vuol dire che il venditore non ha nemmeno la minima idea di come si vende un’auto, se già si dimostra poco disponibile prima dell’acquisto figuriamoci quando tornerete per reclamare qualche problema. Passati in rassegna i consigli preliminari, ecco le berline con un budget intorno ai 18.000 euro disponibili sul mercato, in rigoroso ordine alfabetico.

FIAT TIPO 4P

È lunga 4,53 metri, ha 5 posti e 4 o 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 520 dm3. Testata nel 2016 da Euro NCAP ha ottenuto 3 stelle; ha 6 airbag di serie e l’ESC+HillHolder. Nella versione base 1.4 Easy è spinta da un 4 cilindri con 95 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,7 L/100 km con 133 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 14.800 euro. La nuova Fiat Tipo è una delle prime vetture figlie della filosofia FCA Value for Money, l’auto si colloca come listino tra le low cost ma offre una dotazione di serie decisamente completa e attuale, oltre a una buona qualità costruttiva. Il modello è declinato, oltre che in versione berlina 4 porte, anche in variante hatchback e Station Wagon.

FORD FOCUS

È lunga 4,37 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 363 dm3. Testata nel 2018 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle; ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.0 EcoBoost Plus è spinta da un 3 cilindri Turbo con 100 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,6 L/100 km con 105 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 21.000 euro, ma con gli sconti scende abbondantemente anche sotto i 15.000. La gamma benzina ha come fiore all’occhiello i nuovi tre cilindri EcoBoost da un litro di cilindrata, da 100 e 125 CV, la 1.5 EcoBoost da 150 CV oltre alle super collaudate versione EcoBlue, sia da 1.5 che da 2 litri.

HYUNDAI I30

È lunga 4,34 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 395 dm3. E’ tutta nuova a partire dal nome, che perde l’apostrofo rispetto al precedente modello. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle; ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.4 è spinta da un 4 cilindri con 100 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,6 L/100 km con 129 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 19.400 euro. La Hyundai i30 attuale ha debuttato come restyling lo scorso anno ed è l’auto che ha definitivamente colmato il gap tra il marchio coreano e la concorrenza europea. Offre cinque anni di garanzia di serie, seppur con alcune limitazioni e in Italia è disponibile anche con carrozzeria station wagon; c’è anche una versione 3 porte ma da noi non viene importata. I motori benzina sono 1.4 aspirato e Turbo da 140 CV, mentre i motori diesel hanno la cilindrata 1.6 con potenza da 115 e 136 CV.

KIA CEED

È lunga 4,31 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 395 dm3. Il modello precedente è stato testato nel 2012 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle; ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.4 MPi è spinta da un 4 cilindri con 100 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6,1 L/100 km con 143 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 19.750 euro. La Kia C’eed è parente stretta della Hyundai i30, con cui condivide l’intera meccanica e anche i motori. Rispetto alla cugina offre due anni in più di garanzia, per un totale di sette, ma occhio alle limitazioni. È disponibile anche con carrozzeria station wagon e anche come coupé . I motori sono i medesimi della i30, con il cambio automatico che è disponibile sulle versioni più performanti.

RENAULT MÉGANE 5P

 

È lunga 4,35 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 384 dm3. Testata nel 2015 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (88%, 87%, 71%, 71%). Nella versione base è spinta da un 1.3 TCe 4 cilindri turbo benzina da 115 cv, con un consumo dichiarato di 5,4 l/100 km e 124 g/km di CO2. Il prezzo di listino parte da 20.750 euro. Un design decisamente rinnovato rispetto alla generazione precedente, più sportivo e filante e disponibile in diverse carrozzerie (Sporter e Grand Coupè). Disponibili svariate motorizzazioni benzina e diesel con un ampio ventaglio di scelte riguardo potenze e prestazioni. Occhio a scegliere quelle più recenti e pulite.

L'articolo Consiglio acquisto berlina: budget fino a 18.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 13.000 euro

di Redazione

Dopo la prima guida all’acquisto dedicata alle auto piccole con un prezzo intorno ai 10.000 €,  proseguiamo in questo nuovo servizio che SicurAUTO.it vuole offrire a voi lettori, per aiutarvi a scegliere l’auto che si adatta meglio alle vostre esigenze e al vostro budget, ovviamente senza mai mettere in secondo piano la sicurezza. Le guide saranno strutturate per fascia di prezzo e si baseranno su un tetto massimo da non superare, prendendo come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Tutte le guide che realizzeremo saranno costantemente aggiornate, tornate quindi spesso per scoprire le novità. Questa seconda guida è dedicata ai consigli per l’acquisto di un’auto utilitaria entro i 4 metri di lunghezza con un budget intorno ai 13.000 euro. Guida aggiornata il 26 marzo 2019.

LE VOSTRE ESIGENZE PRIMA DI TUTTO

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta, bilanciando tra le diverse esigenze, trovando la giusta motorizzazione e magari rendersi conto solo dopo qualche mese di aver sbagliato. A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la vostra scelta prima di tutto sulle vostre esigenze. A parte il budget, è importante, anzi fondamentale, conoscere le proprie esigenze e avere ben chiaro l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero? Per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di un acquisto importante e impegnativo sotto il profilo economico, quindi bisogna sapere quanti km l’anno si percorrono e in che tipo di strade, perché anche se un diesel in assoluto consuma meno, il delta di prezzo con la versione benzina potrebbe comunque rendere sconveniente il suo acquisto, considerando anche il fatto che ormai le auto piccole con motore diesel sono sempre più limitate per via delle omologazioni. Alle vetture con alimentazione alternativa (GPL – Metano) invece dedicheremo una guida a parte.

BENZINA O DIESEL

Sulla scelta tra benzina e diesel vale la pena soffermarsi ancora un momento, ripassando anche un po’ di storia. Fino al 1997 la scelta tra uno o l’altro era molto semplice: il diesel era per chi faceva tantissimi chilometri, la benzina per tutti gli altri. Questo accadeva per due motivi, il superbollo e le prestazioni piuttosto scarse (del diesel). Ma con l’invenzione del common rail e l’abolizione della sovrattassa le cose sono drasticamente cambiate. Il piacere di guida è aumentato esponenzialmente in pochi anni e il delta di prezzo è diminuito. Quindi, calcolatrice alla mano, bisogna fare bene i conti considerando la percorrenza media annuale, il consumo di carburante, i costi della manutenzione programmata e quelli della polizza, per stabilire a partire da qualche chilometraggio il diesel convenga rispetto al benzina.

IL CONCESSIONARIO E LA PROVA SU STRADA

Quando avete scelto il modello preferito, ma anche se avete un rosa di due o tre auto candidante o se perfino brancolate nel buio, una visita al concessionario può aiutarvi a schiarire le idee. Vedere un modello di persona, accomodarsi al posto guida e magari sentire il rumore del motore, sembrano azioni banali, ma spesso si rivelano risolutive per capire l’auto. La foto migliore o il video più accurato non equivarranno mai a trovarsi la vettura di fronte, per quanto noi cerchiamo di descrivervi tutto nelle nostre prove su strada di lunga durataTuttavia la vostra prova su strada è importantissima. Sentire il volante tra le proprie mani e avere una prima impressione sul comportamento dell’auto può dirci molto e può farci scoprire caratteristiche che magari non ci piacciono o non ci aspettavamo. Bisogna sempre chiedere di provare un’auto prima di comprarla, se possibile nella motorizzazione desiderata; tutti i concessionari hanno a disposizione auto targate per il test drive ed è un vostro diritto provarle per saggiarne le caratteristiche. Se tergiversano, cambiate concessionario. Vuol dire che il venditore non ha nemmeno la minima idea di come si vende un’auto, se già si dimostra poco disponibile prima dell’acquisto figuriamoci quando tornerete per reclamare qualche problema. Passati in rassegna i consigli preliminari, ecco il nostro giudizio su ogni utilitaria con un budget intorno ai 13.000 euro disponibile sul mercato, in rigoroso ordine alfabetico. Di alcuni dei modelli che rientrano nei 4 metri di lunghezza con un budget fino a 13 mila euro ne abbiamo parlato già nella precedente guida poichè nell versione base si possono acquistare anche con 10 mila euro. Si tratta delle Citroen C1, DR Zero, Fiat Panda, Ford KA+, Hyundai i10, Kia Picanto, Peugeot 108, Seat Mii, Skoda Citigo, Suzuki Celerio e Toyota Aygo che trovate già nella guida all’acquisto utilitaria fino a 10 mila euro.

CITROEN C3

È lunga 4,00 metri, ha 5 posti ed è disponibile solo con carrozzeria a 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 300 dm3. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto quattro stelle con il punteggio di 88%, 83%, 59%, 58%; ha 4 airbag di serie, così come la frenata d’emergenza assistita. Nella versione base PureTech 68 Live Edition è spinta da un 3 cilindri con 68 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,7L/100 km con 108 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 12.800 euro con un buon margine di sconto.

FIAT 500

La Fiat 500 è lunga 3,55 metri, ha solo 4 posti e 3 porte e dispone di un bagagliaio da 185 dm3. Testata nel 2007 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (35,28,14), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video) ma con il vecchio protocollo, quindi con risultati da contestualizzare al periodo; ha 7 airbag di serie, così come l’ESC e Hill Hollerd. Nella versione base 1.2 Pop dispone di un 4 cilindri con 69 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,1 L/100 km con 119 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 14.350 euro “scontabili”. La Fiat 500 è rinata nel 2007 e da allora è immutata stilisticamente ma è stata aggiornata a fine 2015. L’offerta di motori è ricca e può soddisfare le esigenze più disparate. Il Cinquino ha attraversato l’Atlantico ed è molto apprezzata sul mercato USA, anche sei crash test IIHS non hanno ottenuto i pieni voti, scarso l’esito dello Small Overlap.

FORD FIESTA

È lunga 3,97 metri, ha 5 posti ed è disponibile con 3 o 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 303 dm3. Testata nel 2012 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (91%, 86%, 65%, 71%), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 7 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.1 è spinta da un motore benzina con 85 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,2 L/100 km con 117 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 16.450 euro ma con gli sconti rientra tranquillamente nella soglia dei 13 mila euro di budget.

LANCIA YPSILON

È lunga 3,84 metri, ha 5 posti ed è disponibile solo con carrozzeria a 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 245 dm3. E’ stata testata nel 2015 da Euro NCAP (qui la scheda del crash test con il video e i risultati completi), ottenendo appena 2 stelle (44%, 79%, 64%, 38%). Ha 4 airbag, ESC con Hill Holder di serie. La versione benzina è spinta dallo stesso 1.2 da 69 CV della Fiat 500: il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,2L/100 km con 119 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 15.100 euro che scendono sotto i 13 mila euro con gli sconti. La Ypsilon è rimasta l’ultima Lancia ad avere successo sul mercato e questo le consentirà, probabilmente, di sopravvivere all’oblio dello storico marchio piemontese. Condivide la piattaforma con la Fiat Panda.

NISSAN MICRA

La Nissan Micra è stata profondamente rivista nella versione 2016, con un design e proporzioni che la avvicinano molto più alla Nuova Leaf. E’ lunga appena 3.99 m ma ha un bagagliaio da 300 litri in linea con le dirette concorrenti. La dotazione di base della Micra è difficile da avere su altre city car: fin dalla Visia c’è di serie la frenata automatica di emergenza. C’è una sola versione 1.0L 3 cilindri da 71 cavalli accreditato di un consumo medio di 5,3 l/100 km e 121 g/km di CO2 con un prezzo di listino da 12.950 euro. Nel crash test Euro NCAP ha ottenuto 4 stelle per la sicurezza.

OPEL CORSA

È lunga 4,02 metri, ha 5 posti ed è disponibile con 3 o 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 285 dm3. Testata nel 2014 da Euro NCAP ha ottenuto quattro stelle (79%, 77%, 71%,56%)ma con il vecchio protocollo, quindi i risultati non sono confrontabili con gli attuali (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 4 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base è spinta da un 1.2 Ecotec da 70 CV euro 6, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,1L/100 km con 120 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 12.950 euro. L’Opel Corsa è stata profondamente rinnovata nel 2014, mantenendo soltanto il pianale della vecchia versione, ereditando gli stilemi delle ultime produzioni del marchio.

PEUGEOT 208

È lunga 3,97 metri, ha 5 posti ed è disponibile con 3 o 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 311 dm3. Testata nel 2012 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (88%, 78%, 61%, 83%), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.2 PureTech è spinta da 3 un cilindri con 68 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,9  L/100 km con 113 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 16.130 euro che possono scendere anche fino a 10 mila euro, considerando che in autunno sarà in vendita la nuova 208 già svelata anche in versione elettrificata.

RENAULT CLIO

È lunga 4,06 metri, ha 5 posti ed è disponibile solo con carrozzeria a 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 300 dm3. Testata nel 2012 da Euro NCAP ha ottenutocinque stelle (88%, 89%, 66%, 99%), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 0.9 TechLife è spinta da un 3 cilindri con 75 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,0L/100 km con 113 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 13.900 euro. Può contare su un moderno motore 3 cilindri a benzina ma anche sul collaudatissimo 1.5 dCi (a prezzi inferiori del benzina se si approfitta di sconti). E’ disponibile anche con carrozzeria station wagon (Clio Sporter) e con doppia alimentazione benzina/GPL. Dalla Clio deriva anche la crossover Captur che sta riscuotendo molto successo.

RENAULT TWINGO

E’ la gemella della Smart forfour con cui condivide gran parte delle componenti incluso il motore. La Renault Twingo è un’utilitaria da sempre apprezzata soprattutto dalle donne per la sua linea giovane e il rapporto dimensioni-abitabilità che hanno contraddistinto la prima versione. Il listino parte da 11.450, ma con gli sconti si può scendere anche a meno di 10 mila euro. La versione entry level è equipaggaita con il 1000 cc 3 cilindri turbo benzina da 70 cv che condivide con la Smart. In alternatica c’è anche il motore 0.9 TechLife ma a un prezzo di listino più alto. E’ stata testata nel 2014 da Euro NCAP e ha incassato 4 stelle per la sicurezza.

SKODA FABIA

La Škoda Fabia è lunga 3,99 metri, ha 5 porte e 5 posti con un volume minimo del bagagliaio di 330 dm3. Testata nel 2014 da Euro NCAP ed ha ottenuto 5 stelle (81%, 81%, 69%, 69%). Nella versione base è equipaggiata con un 1.000 cc 3 cilindri turbo benzina da 60 cv, con un consumo medio dichiarato nel misto di 4,9 l/100 km e 110 g/km di CO2. Il prezzo di listino parte da 14.550 euro con ampio margine di sconto. L’ultima versione è stata aggiornata nel 2018, con una linea particolare che dona personalità alla berlina della Casa ceca. Buona abitabilità e buona la tecnologia a bordo, che consente la connessione degli smartphone direttamente con il sistema di infotelematica. Di serie è disponibile il cambio manuale a 5 marce e come optional il cambio DSG  a 7 rapporti ma solo dalla 1.0 TSI 110 cv.

SMART FORTWO

È lunga 2,69 metri, ha 4 posti e 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 260 dm3 (maggiore della Forfour). Testata nel 2014 da Euro NCAP ha ottenuto 4 stelle (78%, 77%, 65%, 56%). Nella versione di base è disponibile con un 1000 cc 3 cilindri turbo benzina da 70 cv, con un consumo dichiarato di 5 l/100 km e 114 g/km di CO2. Il prezzo di listino parte da 13.490 euro. Non sono disponibili motori diesel, con un’ampia gamma di motorizzazioni benzina con cambio manuale o automatico. Disponibile anche elettrica, anticipando il percorso che porterà la piena elettrificazione del brand di city car tedesco, attesa per il 2020.

TOYOTA YARIS

È lunga 3,94 metri, ha 5 posti ed è disponibile con 3 o 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 286 litri. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (89%, 81%, 60%, 86%), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 7 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.0 è spinta da un 3 cilindri con 72 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,6 L/100 km con 104 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 15.200 euro con buoni margini di sconto.

VOLKSWAGEN POLO

È lunga 4,05 metri, ha 5 posti ed è disponibile con 3 o 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 351 dm3 nella versione aggiornata del 2017. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (90%, 86%, 41%, 71%); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.0 evo è spinta da 3 un cilindri con 65 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,8 L/100 km con 108 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 15.150 euro ma con gli sconti è possibili rientrare nel budget dei 13 mila euro. L’offerta di motori è ampia, con i turbo 3 e 4 cilindri, benzina, diesel e metano con cambio manuale o automatico.

L'articolo Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 13.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

❌