Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 18 Febbraio 2019RSS feeds

District 9: The Board Game, un gioco da tavolo per il celebre film sci-fi

di Davide Vincenzi
District 9, il celebre film di fantascienza del 2009 diretto da Neill Blomkamp, è stato trasformato in un gioco da tavolo dalla Weta Workshop, lo studio di effetti speciali che ha contribuito a portare in vita quella che è stata una potente allegoria cinematografica che raccontava, attraverso il mezzo della fantascienza, importanti tematiche quali la xenofobia, […]

Battlestar Galactica Starship Battles arriva in italiano

di Mauro Monti
E’ di queste ore l’annuncio che il gioco “Battlestar Galactica Starship Battles” pubblicato ed edito da Ares Games arriverà anche in lingua italiana ad opera di Tesla Games con distribuzione ad opera di Red Glove Edizioni. Leggi anche: Battlestar Galactica Starship Battles recensione Creato da Andrea Angiolino e Andrea Mainini, gli stessi autori del popolare sistema […]
Meno recentiRSS feeds

Aelita, film di fantascienza sovietico da riscoprire

di Valerio Porcu
Nota del curatore. Se fossi un detective appena promosso della polizia di Gotham City, non mi sarebbe permesso credere alle coincidenze. Ma sono l’umile curatore di una rubrica settimanale dedicata alla narrativa fantastica, e posso credere a quello che mi pare – alla faccia tua, Gordon. Succede così che Omar Serafini mi propone l’articolo di […]

Cellulosa microfibrillata (MFC) Exilva, un rivoluzionario materiale bio (Made in UE) che sostituirà i derivati del petrolio

di Dario D'Elia
I derivati del petrolio, impiegati per realizzare plastiche e tanti altri prodotti inquinanti, da oggi hanno un concorrente bio: si chiama cellulosa microfibrillata (MFC) Exilva. È prodotta dalla norvegese Borregaard grazie alla bioraffineria di Sarpsborg. In pratica grazie a un rivoluzionario sistema di lavorazione della fibra di legno si ottiene un materiale ecologico e sostenibile […]

Charles Darwin, tanti auguri al padre dell’evoluzione

di Valerio Porcu
Il 12 febbraio 1809 nasceva Charles Darwin, vale a dire lo scienziato comunemente ritenuto il padre della Teoria dell’Evoluzione. Sono passati 210 anni, dunque, e solo 161 da quando presentò la sua opera più importante, vale a dire L’origine delle specie, pubblicata poi nel 1859. Come sempre accade, Darwin non fu folgorato sulla classica via […]

Nostalgia la flotta Nomade, fantascienza nichilista per il Monad System

di Claudio Serena
In Nostalgia la flotta Nomade si potrà vivere un viaggio secolare attraverso il cosmo accompagnando un’ umanità che ha ormai dimenticato la propria origine e misteriosi salvatori che hanno mandato sulla Terra delle ciclopiche Arche in un’epoca ormai dimenticata. Nostalgia è un viaggio malinconico attraverso il passato ed il futuro dell’uomo, perso in un cosmo […]

Recensione Materia oscura, ecco le autrici italiane di fantascienza

di Valerio Porcu
Era proprio necessario raccogliere le scrittrici di fantascienza italiane in un’antologia curata secondo il genere come unico criterio? Insomma, c’era proprio bisogno di un’antologia come Materia Oscura? È questo che ci si potrebbe domandare, anzi lo faranno in molti, pensando a questo generoso volume da quasi 300 pagine. È una domanda sbagliata e priva di senso. […]

Shades of Chaos Games rilascia un’edizione speciale del wargame Outlands

di Silvio Colombini
Il regolamento di Outlands è ora disponibile in un’edizione speciale: oltre al manuale base, conterrà la mini-espansione The Noob, la più corposa aggiunta Outlands : Legends e tutto il materiale aggiuntivo rilasciato dal 2018 ad oggi. Si tratta di un sistema di gioco originale che permette agli amanti dei wargame di poter intavolare una partita utilizzando […]

Europa sulla Luna: gli astronauti si preparano

di Marco Locatelli

L’Europa si prepara per riportare l’uomo sulla Luna. Una suggestione che potrebbe un giorno diventare realtà come testimoniano i test degli astronauti dell’Esa, in questi giorni impegnati a “saltellare” sulla cenere di Lanzarote, in Spagna.

Leggi il resto dell’articolo

Emissary Lost: in arrivo una nuova avventura per Coriolis

di Silvio Colombini
Free League Publishing ha appena annunciato l’uscita di Emissary Lost, la prima di una nuova serie di avventure per Coriolis, il gioco di ruolo fantascientifico Dal sito web: “I cronisti lo chiamano The Mysticides: decine di mistici vengono trovati morti o scompaiono senza lasciare traccia. Chi sta dando loro la caccia? E perché? E quando a […]

Bedin 1, la galassia vecchia quanto l’Universo

di Marco Locatelli

Un gruppo di ricercatori italiani dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) ha scoperto l’esistenza di un gruppo di stelle antichissime, di un’età paragonabile a quella dell’Universo stesso.

Leggi il resto dell’articolo

Un materiale di cellulosa che converte calore residuale in energia, perfetto per l’Internet delle cose

di Dario D'Elia
“Invece di produrre un materiale per (generare) energia, lo coltiviamo“, ha sintetizzato Mariano Campoy-Quiles, un ricercatore dell’Institut de Ciència de materials de Barcelona (ICMAB-CSIC). Il progetto che sta curando punta alla realizzazione di un materiale termoelettrico sostenibile e riciclabile capace di trasformare un calore residuale in energia (elettrica) sufficiente per alimentare sensori nel settore IoT, […]

Star Trek Adventures: in arrivo The Gravity of Crime, una nuova avventura per il gioco di ruolo

di Silvio Colombini
Modiphius ha appena rilasciato The Gravity of Crime, una nuova avventura per Star Trek: Adventures, il gioco di ruolo basato sull’omonimo brand televisivo. Rilasciato nel 2017, dopo un’intensa fase di collaborazione con i fan di tutto i mondo e con la partecipazione di un team di esperti della serie, Star Trek Adventures permette di rivivere le avventure della famosa nave della flotta […]

Su Marte scoperti 24 laghi, 5 ospitavano la vita

di Marco Locatelli

Importantissima scoperta su Marte: un gruppo di scienziati ha scovato le tracce di 24 antichissimi laghi che sarebbero risalenti a 3,5 miliardi di anni fa, quando il pianeta rosso era ancora ricco di acqua.

Leggi il resto dell’articolo

Energia gratis? Si può fare, raccogliendo le onde di Wi-Fi e Bluetooth

di Valerio Porcu

Un team di ricercatori del MIT e dell’università di Madrid ha sviluppato un sistema flessibile che può trasformare le onde elettromagnetiche in energia elettrica. Si tratta di una struttura integrabile in tessuti, coperture per oggetti – come la carta da parati – o potenzialmente anche in pillole ingeribili.

Alla base del progetto c’è l’antenna rettificante, vale a dire la rectenna di cui abbiamo già parlato qualche tempo fa a proposito dei pannelli solari con efficienza del 90%. In questo caso però il dispositivo può generare elettricità da radiazioni elettromagnetiche come i segnali Wi-Fi o il Bluetooth, mentre i pannelli solari di NovaSolix raccolgono energia solare.

L’antenna rettificante cattura le onde elettromagnetiche e le trasforma in corrente continua, sfruttando un semiconduttore bidimensionale che garantisce la flessibilità del supporto. Parliamo di quantità di energie piccolissima, circa 40 microwatt, sufficienti però a far funzionare dispositivi microscopici o a far accendere un LED.

Non si tratta di una tecnologia nuova, la antenne rettificanti esistono da decenni. L’elemento nuovo è il supporto flessibile, che potenzialmente permette di trasformare qualsiasi cosa in un generatore. Ricoprire le pareti di casa, per esempio, potrebbe permetterci di caricare gratuitamente lo smartphone; e con un impatto ambientale pari a zero.

Interessanti anche le applicazioni in ambito medicale, perché permetterebbe di fabbricare dispositivi ingeribili privi di batterie al litio, quindi senza il rischio che fuoriescano sostanze tossiche.

L’altro vantaggio di questo approccio, oltre alla flessibilità, sta nei costi ridotti rispetto a soluzioni precedenti. I ricercatori hanno scelto il bisolfato di molibdeno (MoS2), una sostanza con uno spessore di soli 3 atomi che, esposta a stimolo chimico, forza una transizione di fase tra un semiconduttore e il materiale metallico – agendo quindi come un semiconduttore.

Si parla infatti di diodo Schottky, un diodo caratterizzato dall’alta velocità e che rende possibile “catturare” onde ad alta frequenza, maggiore rispetto ad altri progetti di antenna flessibile, arrivando nell’ordine dei GHz (quella del vostro router Wi-Fi è a 2,4 oppure 5 Ghz).

“Questo design ci ha permesso di realizzare un dispositivo completamente flessibile, abbastanza veloce da coprire la maggior parte delle frequenze usate nel nostro quotidiano, compresi Wi-Fi, Bluetooth, rete cellulare LTE e molti altre”, spiega infatti l’ingegnere del MIT Xu Zhang. Un vantaggio a cui si aggiungono appunto i bassi costi di produzione.

“Abbiamo realizzato un nuovo modo di alimentare i dispositivi elettronici del futuro, raccogliendo l’energia del Wi-Fi in un modo facile da integrare in vaste aree, per portare intelligenza in ogni oggetto intorno a noi”, commenta Tomás Palacios del MIT/MTL Center for Graphene Devices and 2D Systems in the Microsystems Technology Laboratories.

Fluxx ultima frontiera! Questa volta tocca a Star Trek: Deep Space Nine

di Silvio Colombini

Looney Labs continua portare Fluxx dove nessun uomo è mai giunto prima esplorando nuove elementi della  saga di Star Trek!

Questa volta sarà il turno di Star Trek: Deep Space Nine.
Come i precedenti Star Trek Fluxx e Star Trek: The Next Generation Fluxx, questo nuovo capitolo includerà i personaggi delle serie televisive, tra cui Benjamin Sisko, Quark, Jadzia Dax e Worf, incorporandoli nel cangiante sistema di Fluxx. I Fondatori e la razza dei Jem’Hadar saranno invece utilizzati come carte Sorpresa e Brividi che ostacoleranno i giocatori.

Fluxx, il gioco di carte, è famoso per essere caratterizzato da un continuo evolversi delle regole nel corso di una partita: sono le azioni dei giocatori a deciderle ogni volta e a definire quali siano e condizioni di vittoria, costringendo a continui cambi di tattica e di strategia. Nel tempo sono state prodotte molte varianti sul tema: zombie, pirati, Chtulhu sono solo alcune!

Pensato per 2 o 6 giocatori dagli 8 anni, per partite di circa 30 minuti, Star Trek: Deep Space Nine Fluxx , sarà disponibile nel secondo trimestre dell’anno ad un prezzo di vendita previsto di 20,00$.

Nasa devia asteroide: satellite italiano testimone

di Marco Locatelli

Uno scontro cosmico con tanto di testimone oculare (italiano). Proprio così: il piccolissimo satellite made in Italy LiciaCube è stato scelto dalla Nasa per documentare l’impatto che avverrà nel 2022 tra una sonda e il doppio asteroide Didymos nell’ambito della missione Dart (Double Asteroid Redirection Test) appena approvata dalla Nasa.

Leggi il resto dell’articolo

MIT: messaggi audio spediti via laser a una singola persona a 2,5 metri di distanza

di Dario D'Elia

Un gruppo di ricercatori del Lincoln Laboratory del Massachusetts Institute of Technology hanno dimostrato che con la tecnologia laser si può trasmettere un messaggio audio a distanza a una persona senza impiegare dispositivi di ricezione. In pratica a prescindere dalla rumorosità e o il numero di persone in un ambiente al chiuso è possibile veicolare messaggi di qualsiasi tipo a un singolo, come hanno spiegato in un articolo pubblicato su Optics Letter dell’OSA.

“Il nostro sistema può essere impiegato a una certa distanza per trasmettere informazioni direttamente all’orecchio di qualcuno“, ha spiegato il leader del gruppo di ricerca Charles M. Wynn. “È il primo sistema che usa laser che sono totalmente sicuri per gli occhi e la pelle per localizzare un segnale audio a una particolare persona in ogni condizione”.

L’intera sistema si basa sull’effetto fotoacustico, ovvero quel fenomeno scoperto per la prima volta da Alexander Graham Bell – il patrigno del telefono, se si considera il lavoro di Antonio Meucci – che consente di ottenere onde sonore dalle variazioni di energia luminosa. In questo caso viene sfruttato il vapore acqueo dell’aria come “materiale” per l’assorbimento della luce e la successiva conversione in onde sonore.

“Questo può funzionare anche in condizioni relativamente secche perché c’è sempre un po’ d’acqua nell’aria, specialmente intorno alle persone”, ha aggiunto Wynn. “Abbiamo scoperto che non c’è bisogno di tanta acqua se usiamo una lunghezza d’onda laser che è molto assorbita dall’acqua”.

Immagine: depositphotos

In questo ambito vi sono due metodi che possono essere impiegati per lo sviluppo della sperimentazione. Quello tradizionale dove si interviene sulla potenza del laser per variare la lunghezza d’onda e la spettroscopia fotoacustica dinamica (DPAS). Il secondo come ha spiegato il ricercatore Ryan M. Sullenberger si basa sul “laser scanning (o sweeping) per ottenere  variazioni delle lunghezze d’onda capaci di codificare differenti frequenze – suoni quindi – nella luce. L’unico limite per ora è la distanza di trasmissione: sperano di superare i 2,5 metri di distanza e i 60 decibel.

Un compromesso tra le due tecniche potrebbe consentire in futuro di ampliare il raggio d’azione, incrementare la fedeltà audio e la potenza di emissione sonora. Su questa strada la prossima sfida sarà quella di avviare la sperimentazione all’aperto e in futuro di ottenere una versione commerciale della tecnologia.

Vasi sanguigni umani ricreati in laboratorio

di Candido Romano

La soluzione alla ricerca sul diabete potrebbe non arrivare da una nuova terapia o medicina. Per la prima volta infatti sono stati creati in laboratorio dei vasi sanguigni umani, degli organoidi vascolari tridimensionali partendo da cellule staminali. Si tratta di un sistema di vasi identici a quelli che trasportano il sangue all’interno del corpo umano. Secondo i ricercatori replicano perfettamente le funzionalità e la struttura dei vasi sanguigni umani. La ricerca è stata pubblicata su Nature.

Leggi il resto dell’articolo

They Came From Beneath the sea! La fantascienza anni ’50 approda su Kickstarter

di Simone Pesenti Gritti

They Came From Beneath the sea!  un nuovo gioco di ruolo dal sapore sci-fi retro si appresta a vincere la sua scommessa su Kickstarter, portando sui nostri tavoli mostri marini e creature tipiche della fantascienza anni ’50.

Prendete un calderone e buttateci dentro tutti i cliché tipici della fantascienza anni ’50, con le relative esagerazioni e generose dosi di trash-movie d’epoca. Immaginate scienziati pazzi che studiano mutazioni ed improbabili ma terrificanti creature. Immaginate radiazioni mortali e uomini di azione tutti di un pezzo che affrontano aberrazioni dell’altro mondo armati di chiavi inglesi e mitragliatrici il tutto unito ad arti chelati, sigari in bocca e picnic sulla spiaggia rovinati da enormi aragoste assassine che approdano a riva.

Possiamo aspettarci questo ed altro in un gioco di ruolo che assicura immediatezza e divertimento, attraverso la descrizione dettagliata di quello che avrebbe potuto succedere alla razza umana in costante attacco dei mostri venuti dal mare.
Le (dis)avventure dei poveri malcapitati giocatori si svolgeranno come missioni a sé stanti perfette per delle one shot, ad esempio finalizzate all’estrema difesa di una cittadina situata sulla costa, oppure nel tentativo di prevenire l’assalto e il recupero di una nave contaminata da crostacei radioattivi ed esseri venuti dagli degli abissi. Per chi ama invece le trame complesse ed epiche è prevista anche la possibilità di intavolare una campagna di gioco in grado di condurre i giocatori fin nel cuore delle forze nemiche a bordo di un sottomarino, per sparare un razzo dritto in faccia al capo granchio di turno, dando la caccia agli invasori là da dove vengono.

L’idea alla base di quest prodotto risiede proprio nel tentativo di riproporre gli stereotipi tipici del mondo dei film di serie Z dell’epoca, con i giocatori impegnati a rivestire i panni di personaggi quasi caricaturali e fuori dalle righe. Veterani di guerra, esploratori senza paura, meccanici che la sanno lunga, dottori fuori di testa e chi più ne ha più ne metta.

Sarà quindi parte integrante del prodotto il divertirsi a creare il proprio alter-ego oltre ad utilizzare un sistema collaudato di utilizzo dei dadi basato sul celebre metodo dei successi/insuccessi con il lancio di dadi da 10. Questo consentirà di sveltire parecchio le operazioni di calcolo che spesso in altri prodotti del genere, fermano l’azione e il senso di coinvolgimento nell’avventura. A fronte di un valore numerico di difficoltà, il risultato del lancio del dado sommato alla propria caratteristica decreta la riuscita o il fallimento della prova. Più sono i dadi richiesti da lanciare e più aumenterà l’effetto sia in positivo che in negativo.

I creatori hanno già annunciato la propria volontà di dare un seguito al manuale base attualmente proposto e sperano di poter espandere in futuro il mondo di They Came From Beneath the sea! grazie all’aiuto dei fan. Che state aspettando? Mano ai dadi, c’è un esercito di mostri da tostare.

Se i giochi a tema “mostri” e “B-MOVIE” vi intrigano sono sicuramente consigliati anche i giochi da tavolo:  Stay Away! e Mostri vs Eroi come alternative al gioco di ruolo per le serate nelle quali il master non è disponibile!

 

❌