Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

LineageOS colpisce ancora: la versione 16 disponibile per tanti nuovi smartphone

di Giovanni Pardo

ASUS ZenFone Max Pro M2, Asus ZenFone 3, Samsung Galaxy S3 Neo, Xiaomi Redmi Note 4X, Sony Xperia Z3 Compact, Motorola Moto G7 e Yandex Phone ottengono il supporto alla ROM LineageOS 16 e con essa Android 9 Pie.

L'articolo LineageOS colpisce ancora: la versione 16 disponibile per tanti nuovi smartphone proviene da TuttoAndroid.

LineageOS 16 disponibile, in via ufficiale, per alcuni smartphone poco recenti

di Giovanni Pardo

LineageOS 16 basata su Android 9 Pie è tornata su Xiaomi Redmi Note 4, mentre è arrivata per la prima volta su Asus ZenFone 3, Samsung Galaxy S3 Neo, Sony Xperia Z3 Compact e Yandex Phone. A quando Android 10?

L'articolo LineageOS 16 disponibile, in via ufficiale, per alcuni smartphone poco recenti proviene da TuttoAndroid.

Gomme invernali: quando bastava cambiare solo il battistrada

di Donato D'Ambrosi

Era l’ottobre del 1959, Pirelli al Salone dell’Auto di Torino presentò uno pneumatico rivoluzionario: la gomma che diventava invernale. L’idea che vide la luce sessant’anni fa si chiamava Pirelli BS3, cioè “Battistrada Separato 3”, perché a comporre lo pneumatico erano una carcassa e un battistrada non vulcanizzati assieme. Un battistrada facilmente intercambiabile così da passare dalle prestazioni estive a quelle invernali, o viceversa, con poco lavoro e senza nemmeno smontare lo pneumatico dal cerchio. Una soluzione tecnologica innovativa, rimasta in produzione alcuni anni, che ha anticipato il cambio stagionale delle gomme invernali.

PIONIERI ITALIANI NELLE GOMME ESTATE – INVERNO

Il brevetto del Pirelli BS3 portava la firma dell’Ing. Carlo Barassi, allora a capo dell’Ufficio Tecnologico della Direzione Tecnica Pneumatici Pirelli, reparto che oggi si chiama R&D. Lì venne sviluppata un’idea che nacque qualche anno prima nella mente creativa dell’Ing. Giuseppe Lugli, all’epoca responsabile del Laboratorio Fisico del Settore Gomma Pirelli. Barassi, appassionato di sci e di montagna, conosceva bene le problematiche della guida invernale. Per far fronte alle condizioni di bassa aderenza, gli automobilisti erano soliti legare delle cinture borchiate sopra al battistrada delle gomme di trazione. Ma le difficoltà erano molte e i vantaggi pochi. Una pratica che nasceva per i mezzi agricoli che viaggiavano a bassa velocità sul fango dei campi.

COME FUNZIONAVA IL BS3

Il principio di funzionamento del Pirelli BS3 è semplice. Il battistrada era montato su tre anelli del diametro della carcassa dello pneumatico ed erano tenuti in sede dalla pressione dell’aria. Poi, in occasione del cambio stagionale, si smontava il battistrada non adatto e se ne montava uno più adatto alla successiva stagione. E qui la storia del BS3 si incrocia con quella di un altro pneumatico leggendario di Pirelli: il Cinturato, che “prestò” il disegno estivo al BS3.

DAGLI AUTOGRILL ALLE GOMME INVERNALI

L’arrivo del BS3 portò un’altra innovazione: tramite un accordo con Autogrill, Pirelli creò delle officine apposite nelle stazioni di servizio dell’Autostrada del Sole. Qui i tecnici avevano il compito di sostituire i battistrada di BS3, oltre che offrire ogni altro tipo di assistenza delle auto degli italiani in viaggio. La storia del Pirelli BS3 racconta che già sessant’anni fa sulle strade italiane ed europee si sentiva l’esigenza di coperture adatte alla stagione, esigenza che oggi è diventata legge nella maggior parte dei paesi. Il BS3 ha accompagnato lo sviluppo delle auto per qualche tempo, poi il progresso delle vetture stesse ha reso obsoleta la novità del battistrada separato e Pirelli ha scelto di puntare su invernali puri. Oggi, sessant’anni più tardi, conta su una gamma molto specializzata che va dallo Scorpion Winter pensato per i Suv fino al P Zero Winter per le quattro ruote più sportive, passando per il Cinturato Winter per le compatte e medie. Tutti progettati con un po’ di quel genio italiano che diede vita al BS3.

The post Gomme invernali: quando bastava cambiare solo il battistrada appeared first on SicurAUTO.it.

Audi S3 8L elaborata 490 CV con preparazione Brando Racing

di redazione

L’Audi S3 8L elaborata da Brando Renzoni della Brando Racing vanta ora 490 CV. La preparazione è stata realizzata dal giovane e vulcanico preparatore romano, che costruisce parti speciali, elabora assetti, interviene sull’elettronica, realizza gestioni motore dedicate e banchi flussometri. L’elaborazione voleva tirare fuori il meglio dal 1.8 turbo, specialmente per le gare di accelerazione, grazie ai freni maggiorati con addirittura 8 pompanti e disco da 380 mm. L’assetto a ghiera della Eibach è efficace sia in pista che su strada, ma si potrebbe migliorare con cerchi da 18” e pneumatici semislick.

Audi S3 8L elaborata

Sulla Audi S3 elaborata l’unica concessione all’estetica riguarda l’impiego dei cerchi XXR 527 di colore nero, che all’anteriore lasciano intravedere l’enorme impianto frenante D2 con disco da 380 mm. Anche nell’abitacolo, dove troviamo i bei sedili in pelle Recaro di serie con regolazione elettrica, gli interventi si limitano all’installazione di manometri per monitorare temperatura EGT, wideband, pressione e temperatura olio, pressione turbo con fondoscala a 2 bar. Interessante il tasto aggiuntivo, che consente di innestare manualmente l’Haldex rendendo la trazione integrale permanente.

Audi S3 8L elaborata 490 CV con preparazione Brando Racing- posteriore

Audi S3 8L modificata

Il propulsore che equipaggia questa Audi S3 8L modificata fa parte di una generazione di quattro cilindri del gruppo VAG basata sull’utilizzo delle cinque valvole per cilindro. Una soluzione molto in voga tra la fine degli anni ’90 e gli inizi del 2000, poi abbandonata in favore di altre tecnologie come l’iniezione diretta di benzina. Il turbocompressore di serie è un KKK04, accoppiato a due piccoli intercooler aria-aria posti ai lati del paraurti anteriore. La prima versione aveva 209 CV, mentre dopo il restyling raggiungeva 225 CV e 280 Nm di serie. In questo caso si tratta di un modello del 2001, ma ancora con 209 CV. L’obiettivo della Brando Racing era ottenere circa 490 CV e per arrivare a questo risultato non ha lesinato sulla componentistica.

Audi S3 8L elaborata 490 CV con preparazione Brando Racing-motore

Audi S3 8L tuning

A livello sospensivo, il tuning di questa Audi S3 8L ha visto l’assetto di serie sostituito con ammortizzatori a ghiera griffati Eibach modello Pro Street. Davanti si trova anche un impianto maggiorato della D2 con pinze da ben 8 pompanti che mordono dischi baffati da 380 mm. I cerchi in lega XXR 527 multirazze da 7,5Jx17″ calzano pneumatici Yokohama Neova AD08R nella misura 225/45 R17.

Cerca la Audi S3 usata su newsauto.it 

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Audi S3 8L by Brando Racing è su Elaborare 247.

Audi S3 8L elaborata 490 CV con preparazione Brando Racing

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 247 Marzo 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€

cover Elaborare Marzo n° 247 2019

L'articolo Audi S3 8L elaborata 490 CV con preparazione Brando Racing proviene da ELABORARE.

UMIDIGI S3 Pro: aperte ufficialmente le prevendite

di Nicolò Bertocco

Oggi sono state aperte le prevendite di UMIDIGI S3 Pro, l’ultimo flagship della nota casa cinese, sul sito ufficiale e sullo store AliExpress del produttore.

(...)
Continua a leggere UMIDIGI S3 Pro: aperte ufficialmente le prevendite su Androidiani.Com


© nicolobertocco for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: ,

UMIDIGI S3 Pro: panoramica sul dispositivo

di Nicolò Bertocco

UMIDIGI ha annunciato il suo ultimo flagship, UMIDIGI S3 Pro, il primo smartphone della compagnia cinese ad impiegare il nuovo sensore Sony IMX586. Ecco una breve panoramica sull’hardware di questo telefono.

(...)
Continua a leggere UMIDIGI S3 Pro: panoramica sul dispositivo su Androidiani.Com

© nicolobertocco for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: ,

Audi S3 preparazione 463 CV

di redazione

L’Audi S3 preparata da BRS Motorsport con i suoi 463 CV di potenza e 555 NM di coppia è quasi un prototipo, sviluppato in Italia in via sperimentale da Revo, una vera “bomba” che però sa divertire anche quando arrivano le curve…
Per questo non dite “la solita Audi”, fareste uno sbaglio colossale! Sotto un’apparenza tranquilla, infatti, si cela una vettura completamente trasformata a livello di motore e assetto, che rappresenta lo stato dell’arte dell’elaborazione secondo Revo Technik per quanto riguarda il modello S3. Una Audi S3 davvero unica, potente e impressionante, preparata non solo per la pista, con un buon assetto e il conseguente handling.

Motore e cambio – La maggior parte del lavoro sulla Audi S3 si è concentrata sul propulsore 2.0 TSI, che in origine ha 300 CV. La mappatura della centralina per il raggiungimento del livello “Revo Stage 3” ha comportato parecchie modifiche delle parti motore.

Assetto – La trazione quattro non è tutto, al contrario di quanto sostenuto in Audi. Qui si è lavorato per rendere l’Audi S3 così potenziata anche un’arma tra le curve, non solo in rettilineo. Per questo è stato escluso l’assetto attivo “Magnetic Ride” a favore di più classiche sospensioni KW regolabili idraulicamente in estensione e in compressione, e in altezza agendo sulle ghiere.

Freni e scarico – Uno dei primi problemi è stata la frenata; l’impianto di serie non era per nulla adeguato nemmeno nella prima fase, quella dello Stage 2, anche solo per l’utilizzo su strada.

Scheda tuning Audi S3
ECU Revo Stage3
DSG Revo Stage3
Motore:
Turbo Revo IS38ETR
Aspirazione completa Revo Carbon Series
Downpipe BRS 90>76 mm De-cat
Catback BRS 76 mm con silenziatore finale
Bobine Okada Plasma Project
Candele NGK PLFER7A8EG
Intercooler Airtec Black Core
Manicotti siliconici TBF
Condotti intercooler in alluminio Wortec
Blow off GFB DV+
Coppa olio motore maggiorata Wortec
Coppa olio DSG Wortec
Kit raffreddamento DSG Wortec
Recupero vapori olio Racingline
Telaio:
Ammortizzatori KW V3 Gepfeffert con piastre camber anteriori
Kit emulatori Magnetic Ride KW
Barre antirollio H&R ant. e post.
Freni:
Impianto anteriore Alcon-Revo 355 mm 6 pompanti
Cerchi:
Arcasting 8Jx18”

Costo totale intervento tuning 11.530 Euro

Audi S3

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i segreti della Audi S3 è su Elaborare 234.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 234 Gennaio 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 234

L'articolo Audi S3 preparazione 463 CV proviene da ELABORARE.

Audi S3 8V elaborazione 460 CV

di redazione

Partendo da una base Audi S3 8V da 300 CV, alla BRS Motorsport sono riusciti a raggiungere quota 460 CV. Per ottenere questo risultato a motore chiuso (ed è qui il bello!), il tuner milanese BRS Motorsport ha puntato su un turbo ETR Stage3 Revo, scarico 76 mm scatalizzato con downpipe da 90 mm, iniezione acqua/metanolo e bobine Okada.
Questa è soltanto una piccolissima parte degli interventi eseguiti sull’Audi S3 a livello motoristico, mentre per l’assetto troviamo un kit KW Variante 3 rivisto nell’idraulica e impianto Alcon con pinze 6 pompanti per i freni. La vettura sarà oggetto di un approfondito test in pista sul prossimo numero di Elaborare.
Info: Tel. 328/9668653

L'articolo Audi S3 8V elaborazione 460 CV proviene da ELABORARE.

Audi S3 2.0 TFSI preparazione 428 CV

di redazione

Audi S3 2.0 TFSI

L'elaborazione di questa Audi S3 2.0 TFSI con 428 CV è stata realizzata da Carburatori Bergamo e sembrerebbe una belva pronta per la pista ed invece erogazione, regolazione dell’assetto coilover e upgrade dei freni sono impostati per un utilizzo quotidiano. È il suo colore, quell’azzurro Audi reso opaco, che non la fa passare inosservata, nemmeno quando è ferma nella corsia box della pista di Franciacorta, durante una delle ultime giornate fredde di questo inverno. In effetti, rispetto ad una S3 originale, all'esterno non ci sono altri segni distintivi, se si esclude un assetto visibilmente ribassato. Motore - Tanto lavoro, ecco la sintesi finale. Il fatto di avere 420 CV, dai 265 originari, e 577 Nm di coppia, non è tutto, ovviamente. Carburatori Bergamo ha studiato ed elaborato il 2 litri TFSI Audi non solo per estremizzarne i numeri della potenza, ma anche per mantenerne l’affidabilità e la funzionalità. La scelta dunque è stata quella di non intervenire sulle parti interne, ma di concentrarsi sugli organi esterni del quattro cilindri a iniezione diretta della Casa dei Quattro Anelli. Audi S3 2.0 TFSI Scheda tuning Audi S3 (8p) 2.0 TFSI 265 CV MOTORE Piastra pompa freno Aspirazione da 90 mm Valvola pop-off GFB. Turbina K04 modificata da Carburatori Bergamo Wastegate Forge Bobine Audi R8 Ngk iridium Recupero vapori Revo Runnflap APR Valvola rail RS4 Pompa benzina alta pressione Autotech Pompa benzina bassa pressione modificata Intercooler twin Tfsi Forge CTS turbo throttle CTS turbo outlet Pipe Puleggia alleggerita Manometro turbo Blink ASSETTO Assetto KW variante 1 regolabile in altezza. FRENI Kit EBC PD12K con dischi da 345 mm ant. 310 mm post. e pastiglie Redstuff 3000 Series Tubi in treccia Olio Motul BF600 SCARICO Supersprint da 76 mm ESTETICA Vernice blu sprint opaco Tetto nero lucido Parti in plastica interne e calandra RS3 di colore nero lucido Lavori eseguiti da carrozzeria M&P di Lallio Costo totale intervento tuning oltre 5.000 Euro L'articolo completo con tutti i segreti e la prova in pista della Audi S3 2.0 TFSI è su Elaborare 226. Audi S3 2.0 TFSI ACQUISTA ELABORARE n° 226 aprile 2017 QUI  ABBONATI alla rivista mensile ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONAMENTO DIGITALE ANNUALE a solo 22,99€  Cover Elaborare 226

Scarico per Audi S3 2.0

di redazione

Scarico Ragazzon Audi S3 2.0

Un nuovo impianto di scarico per l'Audi S3 2.0 viene proposto da Ragazzon, azienda trevigiana specializzata nella realizzazione di scarichi sportivi ad elevate prestazioni. Tra queste segnaliamo la linea completa maggiorata con diametro da 76 mm per l’Audi Audi S3 8V Sportback Quattro 2.0 TFSI. Il nuovo impianto di scarico include il catalizzatore metallico 300 cpsi (1.440 Euro) e il centrale abbinato al posteriore sdoppiato con valvole integrate (2.196 Euro). Quest’ultimo sfrutta il motore elettrico originale per l’azionamento delle valvole e dispone di quattro uscite ovali da 108x70 mm. Volendo sostituire il solo catalizzatore con quello metallico Ragazzon, occorre acquistare l’apposito manicotto di riduzione.

DS3 test con assetto regolabile Öhlins

di redazione

DS3 test assetto Ohlins

Il settimo step di elaborazione sulla DS3 ha visto il test con l'assetto regolabile Öhlins sulla pista dell'Isam di Anagni. Öhlins, in collaborazione con lo staff tecnico di Andreani Group, ha sviluppato appositamente per questo test il kit specifico per la DS3. Regolabile nella taratura e nell’altezza, è la soluzione più sofisticata per questa vettura. gli ammortizzatori della linea R&T utilizzano l'esclusiva tecnologia DFV (Dual Flow Valve) con valvole a doppio flusso che garantiscono una tenuta di strada ottimale, consentendo al pneumatico di lavorare al meglio; ciò si traduce in migliori performance su pista e maggiore comfort, feeling e piacere di guida su strada. Questo kit prevede la regolazione idraulica dell'estensione dell'ammortizzatore e il precarico delle molle, con un'altezza più bassa di 15 mm rispetto all'originale. Le molle anteriori e posteriori sono di tipo lineare con un K rispettivamente di 60 N/mm e 34 N/mm.(...) DS3 test assetto Ohlins DS3 test assetto Ohlins COMPORTAMENTO SU STRADA - Comparabile all'originale, il comfort di bordo è rimasto molto buono. Tuttavia si avverte una maggiore frenatura dell'ammortizzatore, che riesce a smorzare in fretta i movimenti della sospensione. In autostrada o comunque a velocità superiori ai 100 km/h è più efficace un setup medio rigido dell'ammortizzatore, piuttosto che quello morbido, più indicato per l'utilizzo cittadino.(...) COMPORTAMENTO IN PISTA - Rollio e beccheggio sono ridotti ai minimi termini, ma anche in questo caso il posteriore non scorre come vorremmo, i pneumatici nemmeno si scaldano. Alla curva Mare così come con i Bilstein, la gomma anteriore esterna tende ad andare in deriva e un posteriore così abbottonato di certo non favorisce la percorrenza. Meglio privilegiare una guida pulita senza forzare troppo in curva.(...) DS3 test assetto Ohlins Hot lap in pista con Pierluigi Mancini - Ad un prezzo più elevato Öhlins offre un ottimo prodotto. Nel test slalom il risultato è paragonabile a quello del Bilstein, con una notevole riduzione del rollio e un apprezzabile miglioramento in termini di reattività e prontezza. Nel test comfort gli Öhlins ci hanno sorpreso: nonostante la rigidezza, hanno dimostrato una buona capacità di assorbimento dei duri colpi, che poi avrei riscontrato anche saltando sui cordoli in pista. (...) L'articolo completo con il test dell'assetto regolabile Öhlins sulla DS3 è su Elaborare 214. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

DS3 test con assetto completo Bilstein

di redazione

DS3 Test MAK Yokohama

Il sesto step di elaborazione sulla DS3 ha visto il test con assetto completo Bilstein .  sulla pista dell'Isam di Anagni, dove smontiamo nuovamente le sospensioni per installare un assetto completo, regolabile in altezza, ma caratterizzato dalla taratura fissa: Bilstein PSS 14. L'assetto Bilstein PSS 14 è stato studiato appositamente per uso stradale quotidiano, senza disdegnare qualche evento track day nel fine settimana. Le molle sono di tipo progressivo, per il massimo comfort a basse velocità e una buona performance nell’utilizzo più spinto, ad esempio in circuito. DS3 test assetto Bilstein Il carico ad altezza statica parte da 55 N/mm (ant.) e 49 N/mm (post.) e s’incrementa man mano che la molla viene schiacciata. L'abbassamento sull'anteriore certificato dal TÜV tedesco è da 30 fino a 50 mm, mentre al posteriore si può regolare da -5 fino a -15 mm. Gli ammortizzatori sono a stelo rovesciato, sistema up-side-down. Come tutti i componenti Bilstein sono pressurizzati ad alta pressione, revisionabili e, in caso di necessità, ritarabili su specifica del cliente presso il "Bilstein Technical Center" di Bolzano. La taratura di base per l’anteriore è di 770 Newton in estensione e 110 Newton in compressione, ad una velocità di 0,52 metri al secondo, mentre per il retrotreno il setup è 1.020 Newton in estensione e 135 Newton in compressione, sempre alla stessa velocità. DS3 test assetto Bilstein DS3 test assetto Bilstein DOSSO - Il comfort a bordo è decisamente peggiorato per via delle molle più dure. Si avverte un colpo secco che scuote tutto l'avantreno e viene mal digerito anche dal pilota. COMPORTAMENTO IN PISTA - Come per lo slalom, il ridotto rollio aumenta la precisione in curva. Tra tutte le configurazioni è quella che mi ha convinto di più proprio per il miglior inserimento, più diretto. Il retrotreno, invece, ha perso la vivacità di serie limitando l'agilità della vettura di curvare nel misto stretto, ma aumentando la soglia di confidenza del guidatore nei curvoni veloci. La ruota posteriore non si alza più in curva, mentre si avvertono maggiormente le reazioni passando sui cordoli. DS3 test assetto Bilstein DS3 test assetto Bilstein HOT LAP IN PISTA - Prima di scendere in pista per il Time Attack sperimento il passaggio sui dossi e lo slalom. In questa prova noto innanzitutto la drastica riduzione del rollio, che permette di viaggiare a velocità nettamente superiori tra i birilli senza nessuno sforzo. (...) L'articolo completo con tutti i dettagli del test sulla DS3 con assetto completo Bilstein è su Elaborare 214. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

DS3 test con molle assetto Eibach

di redazione

DS3 test assetto Eibach

Il quinto step di elaborazione sulla DS3 ha visto il test con molle assetto Eibach ed è il primo dedicato all’assetto. Così abbiamo sperimentato sulla pista dell'Isam di Anagni la soluzione più economica che prevede la sostituzione delle sole molle con componentistica Eibach. Il set Prokit Eibach offre un alto rendimento della dinamica, una guida precisa e un ottimo comportamento in tutte le condizioni stradali. L’abbassamento del baricentro rende la macchina ancora più sportiva. Il corpo vettura scende di circa 30 mm: migliora la tenuta di strada, aumenta la sicurezza, con qualità certificata TÜV. Il prodotto è garantito 5 anni. DS3 test assetto Eibach (2)DS3 test assetto Eibach (1) Test montaggio - Abbiamo eseguito cinque prove per valutare l’assetto: il passaggio sul dosso, lo slalom fra birilli, il comportamento su strada, il comportamento in pista e l’hot lap in pista. DOSSO - Leggermente peggiorato il comfort, ma perfettamente accettabile. Non si avvertono forti scossoni. Praticamente in linea con le molle originali. SLALOM a 40 Km/h - Si inizia a percepire il limite di aderenza delle gomme. La vettura tende leggermente a smusare. Il rollio è diminuito rispetto all'originale, ma si fa sentire (e vedere) ancora. (...) DS3 test assetto Eibach L'articolo completo con tutti i dettagli del test sulla DS3 con molle assetto Eibach è su Elaborare 214. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

DS3 test con scarico Supersprint

di redazione

DS3 Project

Il 4° step del DS3 Project Tuning ha visto il montaggio dello scarico Supersprint e, visto che non volevamo notevoli incrementi di potenza, abbiamo optato per la sostituzione del centrale e del terminale, mantenendo quindi downpipe e catalizzatore di serie. Supersprint non è mancata all’appuntamento: l’azienda mantovana ha voluto testare il suo impianto di scarico ad alte prestazioni sulla nostra DS3 THP 165 CV, al fine di contribuire all’incremento di cavalleria della nostra sport compact. In questo caso, però, abbiamo testato una soluzione intermedia, lasciando downpipe e catalizzatore originali, intervenendo così solo su centrale e finale. Il diametro del tubo, per entrambi, è di 54 mm; il tutto realizzato in acciaio 409 verniciato in nero. Esteticamente è stato scelto il terminale di scarico con la doppia uscita da 80 mm. Il montaggio, come tradizione Supersprint, è risultato agevolissimo e paragonabile a quello di un componente di serie per via dell’esperienza ultracinquantennale nella realizzazione di scarichi ad alte prestazioni. Il montaggio scarico Supersprint  su DS3 1) Con la vettura sul ponte si procede alla rimozione del terminale originale e del centrale. DS3 test scarico supersprint 2) Con i componenti a terra si nota il centrale dotato di silenziatore, oltre a quello presente sul terminale. 3) Il centrale Supersprint viene collegato alla cravatta del downpipe di serie. DS3 test scarico Supersprint 4) La parte mediana dello scarico Supersprint è realizzata con tubo da 54 mm, senza strozzature né silenziatori aggiuntivi. 5) Il silenziatore posteriore viene collegato al centrale e fissato agli attacchi originali. DS3 test scarico Supersprint 6) Abbiamo scelto la configurazione a doppia uscita tonda, che si integra perfettamente nel paraurti di serie. DS3 test scarico Supersprint 7) Generalmente nero, questo scarico è stato realizzato per l’occasione con una finitura a specchio. Test su strada DS3 con scarico Supersprint Pochi cavalli in più quindi, ma già dalle prime prove è risultato evidente come sia mutata la voce della nostra DS3. Il sound di scarico è decisamente più racing, anche se non affatto fastidioso per i passeggeri, mentre è migliorata ulteriormente la rapidità del motore nel salire di giri, soprattutto ai regimi più elevati. L’impianto è omologato e fornito di apposito certificato che ne permette l’utilizzo su strada pubblica. DS3 Project montaggio freni (1)DS3 Project montaggio freni L'articolo completo con tutti i dettagli del test sulla DS3 con scarico Supersprint è su Elaborare 214. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

Nuova Ford Focus RS Elaborare Marzo 2016 in edicola

di redazione

Cover Elaborare 214

ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI - PREVIEW QUI SCARICA l'APP per IPAD - ANDROID QUI (la puoi consultare anche on line da PocketMags) app-digitali-magazine-tuning-elaborare Test in pista con la nuova Ford Focus RS 350 CV! Ford Focus RS 350 CV Top Tuning AUDI TT RS 750 CV by HPerformance Audi TT RS 750 CV NEWS Shop I migliori accessori per la tua auto selezionati questo mese Patronas - Giuseppe D'Arrigo   Tuning test (auto preparate provate questo mese) Audi RS 3 Sportback 2.5 TFSI quattro S-Tronic by F-Tech 481 CV Lotus Exige 260 Cup 332 CV Renault 5 GT Turbo Racing 287 CV Audi A3 2.0 TDI 359 CV Opel Corsa OPC by Mittiga Tuning 231 CV Renault Mégane RS by BR Garage 263 CV Audi RS 3Lotus Exige CupRenault 5 GT TurboAudi A3 2.0 TDIOpel Corsa OPC ELABORAUDIO Smart Fortwo by Audio Car Caserta GARAGE Mappa Banchi a rulli in Italia aggiornata, dove provare la potenza della tua auto. Top tuner Simoncini Ammortizzatori Tecnica  Dischi freno Tecnica dischi freno Supertest DS 3! Test DS 3 Posta I consigli dell’esperto Preparazioni Novità dai professionisti del tuning Lezioni di guida - A scuola con Alessandro Tedeschini e la Elaborare Academy Driving School Lezioni di guida Elaborare Eventi Vintage Automotoretrò e Automotoracing 2016 a Torino Lancia Fulvia Automotoretrò 2016 EVENTI Tuning Intervista a Nicoletta Deidda, presidente Club "DS 3 Sardegna" Nicoletta Deidda Club DS 3 SardegnaMiss Officina Giorgia Boccardellli Giorgia Boccardelli Calendario Appuntamenti Club Marzo 2016 aggiornato + "Last Minute" La mia supercar, le auto selezionate dei nostri lettori. "Riflessioni"- Il libro del mese "...Però, Zanardi da Castel Maggiore!" di Siegfried Stohr ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover Elaborare 214

Recensione video e requisiti Call of Duty Advanced Warfare

di Aggregator

Il nuovo Call of Duty presenta degli interessanti elementi di differenziazione rispetto al recente passato della serie. Innanzitutto è sviluppato da un team che finora non si era mai occupato autonomamente di un Cod, ovvero Sledgehammer Games. Il progetto è iniziato tre anni fa e punta a svecchiare massicciamente, tramite un nuovo scenario futuristico e a meccaniche di gioco decisamente più aggressive, una struttura di gioco che da una parte attira ancora i suoi vecchi fan ma dall’altra fatica a coinvolgere il resto dei giocatori.

A modificare in maniera sostanziale gli equilibri di gioco sono i nuovi movimenti consentiti dall’esoscheletro di cui sono dotati i soldati. Queste possenti armature consentono di spiccare agili balzi, di rimanere attaccati alle pareti verticali, di scivolare velocemente verso la prossima copertura, di cambiare bruscamente direzione mentre si è in volo e di usare tutta una serie di abilità. I giocatori di Call of Duty dovranno padroneggiare tutte le nuove opprtunità di movimento per poter continuare a essere competitivi sul campo di battaglia.

Le vicende sono ambientate nel 2054, quando un’organizzazione terroristica nota come KVA dà l’inizio al primo attacco terroristico globale della storia contemporanea distruggendo i reattori nucleari dei principali paesi occidentali. In tutti e cinque i continenti, le infrastrutture governative e militari, l’elettricità e la tecnologia, non sono più disponibili e questo impedisce all’occidente di fronteggiare la minaccia rappresentata dal KVA.

[adv1]

REQUISITI HARDWARE NECESSARI

Configurazione minima
OS: Windows 7 64-Bit / Windows 8 64-Bit / Windows 8.1 64-Bit
CPU: Intel CoreTM i3-530 @ 2.93 GHz / AMD Phenom II X4 810 @ 2.80 GHz o superiore
Memoria: 6 GB RAM
GPU: NVIDIA GeForce GTS 450 @ 1GB / ATI Radeon HD 5870 @ 1GB o superiore
DirectX: Versione 11
Hard Drive: 55 GB
Audio: DirectX-compatible

Configurazione raccomandata
OS: Windows 7 64-Bit / Windows 8 64-Bit / Windows 8.1 64-Bit
CPU: Intel Core i5-2500K @ 3.30GHz
Memoria: 8 GB RAM
GPU: NVIDIA GeForce GTX 760 @ 4GB
DirectX: Versione 11
Hard Drive: 55 GB
Audio: 100% DirectX 9.0c Compatible 16-bit

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy S III S3 i9300

di Aggregator

Il Samsung Galaxy SIII è dotato di un processore Exynos quad core da 1.4 GHz, 1GB di memoria RAM e supporta le reti quadribanda GSM/EDGE ed UMTS/HSPA+ fino a 21mbps in download e 5.76 in upload. 16GB o 32GB sono i tagli di memoria previsti inizialmente. In futuro potrebbe arrivare sul mercato anche la versione da 64GB.

Per quanto riguarda la connettività troviamo il bluetooth stereo 4.0 (per trasferimenti velocissimi), il WiFi dual band (a-b-g-n), WiFi Direct, DLNA ed NFC con Android Beam che permette di scambiare dati semplicemente appoggiando i dorsi di due modelli dotati di questa tecnologia.

[adv1]

La microUSB è sia USB Host, che permette la connessione diretta di periferiche esterne, sia MHL 1.0 per la connessione diretta ad una TV HD tramite porta HDMI. Tanti i sensori presenti: accelerometro, geo-magnetic, giroscopio, RGB Light e barometro. Non manca il ricevitore GPS assistito e GLONASS.

Il display è un HD Super AMOLED da 4.8 pollici con risoluzione di 720 x 1280 pixel a 16 milioni di colori e matrice Pentile. La fotocamera posteriore è da 8 megapixel con autofocus, flash a LED ed HDR mentre quella anteriore è da 1.9 megapixel. La batteria è da 2100 mAh.

Fonte

❌