Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 21 Giugno 2019RSS feeds

Dal Netflix Hack Day arriva la vibrazione nelle scene più movimentate dei film

di Irven Zanolla

Al Netflix Hack Day alcuni impiegati hanno presentato delle soluzioni alquanto bizzarre, che potrebbero offrire lo spunto ad altri sviluppatori.

L'articolo Dal Netflix Hack Day arriva la vibrazione nelle scene più movimentate dei film proviene da TuttoAndroid.

Ieri — 20 Giugno 2019RSS feeds

Mozilla: risolta una vulnerabilità critica in Firefox ESR

di Claudio Davide Ferrara

Mozilla. Rilevata e risolta una vulnerabilità type confusion a carico della versione ESR.

Leggi Mozilla: risolta una vulnerabilità critica in Firefox ESR

Chrome: blocco di default per gli URL ingannevoli

di Claudio Davide Ferrara

Chrome introduce il blocco degli URL ingannevoli in modalità predefinita per prevenire le azioni di phishing.

Leggi Chrome: blocco di default per gli URL ingannevoli

Aphrodite dei Pesci EX SOG torna con la ristampa

di Alex Enuncio
La figure dedicata al personaggio dei Cavalieri Dello Zodiaco: Aphrodite dei Pesci EX SOG ritorna a grandissima richiesta come ristampa dopo essere stata sold-out dopo diversi mesi. Dopo il velocissimo esaurimento di questa figure nel dicembre 2017, finalmente Tamashii Nations ha deciso di ristampare il cavaliere della dodicesima casa ovvero Aphrodite dei Pesci ( da […]

Google Assistant arriverà su tutti i Chromebook con ChromeOS 77

di Irven Zanolla

A otto mesi di distanza dalla sua promessa, Google conferma che porterà Google Assistant su tutti i Chromebook a partire da ChromeOS 77.

L'articolo Google Assistant arriverà su tutti i Chromebook con ChromeOS 77 proviene da TuttoAndroid.

Marijuana al volante: il 70% degli americani ne ignora gli effetti

di Antonio Elia Migliozzi

Uno studio AAA mette in guardia sui rischi legati all’uso della marijuana. Si tratta di una sostanza molto diffusa negli Usa. Il 70% degli americani ritiene impossibile che la polizia fermi alla guida un conducente che la abbia assunta. Ben 14,8 milioni di automobilisti hanno dichiarato di mettersi alla guida entro un’ora dall’uso di marijuana. Ancora peggio il fatto che secondo i dati dell’AAA il 7% degli americani si è messo alla guida dopo l’assunzione di una forte dose. Insomma un campanello d’allarme molto serio sul fronte della sicurezza. Basti pensare che dal 2015 il numero di conducenti arrestati per l’uso di marijuana è aumentato del 20%. Vediamo nel dettaglio lo studio firmato AAA.

DROGHE ALLA GUIDA

Uno studio dell’Istituto AAA mette fa luce sul rapporto tra gli americani e la marijuana. Quasi il 70% dei cittadini Usa pensa che sia improbabile che la polizia sorprenda a guidare qualcuno che la ha assunta. Insomma per l’AAA Foundation for Traffic Safety c’è una sostanziale idea di impunità. Circa 14,8 milioni di conducenti hanno dichiarato che negli ultimi 30 giorni si sono messi al volante entro un’ora dall’uso di marijuana. Bisogna sapere che gli effetti di questa droga si verificano solitamente entro le prime quattro ore dall’assunzione. I driver sotto l’effetto della marijuana hanno il doppio delle probabilità di essere coinvolti in un incidente. David Yang, direttore dell’AAA: “La marijuana può modificare in modo significativo i tempi di reazione e compromettere le scelte dell’autista”. Eppure, prosegue Yang: Molti automobilisti non considerano la guida sotto l’effetto della marijuana rischiosa come altri comportamenti come guidare ubriachi o parlare al telefono.

EFFETTI PERICOLOSI

E’ evidente che negli Usa la consapevolezza dei rischi legati alla marijuana alla guida è ancora bassa. Secondo l’AAA il 7% degli americani ha dichiarato di aver provato a guidare dopo aver assunto marijuana. Tra i comportamenti pericolosi dichiarati alla guida c’è l’uso di alcol (1,6%), il sonno (1,7%) e l’uso di farmaci soggetti a prescrizione (3 %). I millennial, quasi il 14%, hanno le maggiori probabilità di guidare entro un’ora dall’uso di marijuana, seguiti dai nati tra 1995 e 2010 (10%). Gli uomini (8%) hanno più probabilità rispetto alle donne (5%) di mettersi alla guida poco dopo aver usato marijuana. Per l’AAA è importante sapere che la marijuana è una droga e come tale ha dei rischi. Jake Nelson, direttore dell’AA Traffic Security and Advocacy. “I funzionari delle forze dell’ordine usano tecnologie più sofisticate per identificare i guidatori sotto l’effetto dalla marijuana”.

I RISCHI

Negli Usa sono attivi programmi come il Advanced Roadside Impaired Driving Enforcement (ARIDE) che valutano e classificano i rischi legati alla guida. L’uso di alcuni farmaci può, ad esempio, ridurre l’attenzione dei driver. Per questo la polizia in tutto il paese è oggi addestrata per riconoscere i rischi. Al momento ci sono più di 95.300 agenti addestrati che pattugliano le strade degli Stati Uniti. Gli agenti riferiscono che la marijuana è la categoria di sostanze che rintracciano più spesso. Dal 2015, il numero di conducenti arrestati per l’uso di marijuana è aumentato del 20% . Ecco allora che l’AAA raccomanda a tutti gli automobilisti di evitare di guidare dopo l’uso della marijuana o di qualsiasi altra droga. Questo serve a scongiurare l’arresto e mantenere le strade sicure. Per l’AAA il fatto che la marijuana sia legale non significa che sia compatibile con la guida.

The post Marijuana al volante: il 70% degli americani ne ignora gli effetti appeared first on SicurAUTO.it.

IBM annuncia Db2 11.5: IA, machine learning e blockchain tra le novità

IBM ha annunciato la disponibilità di DB2 versione 11.5, nuovo aggiornamento del suo database che porta con sé novità come l'introduzione dell'intelligenza artificiale, del supporto al machine learning e alla blockchain

Per Dynabook è il momento di premere l'acceleratore sul PC as a Service

Secondo Dynabook per garantire la produttività, la crescita e la sicurezza informatica le aziende dovrebbero migrare verso il concetto di PC as a service, così da garantire una flotta di dispositivi sempre aggiornata e affidabile

Microsoft Edge ora disponibile anche per le vecchie versioni di Windows. Ecco quali e come installarlo

Il nuovo browser web Edge di Microsoft basato su Chromium è finalmente disponibile anche per sistemi operativi del colosso di Redmond più datati. Parliamo di Windows 7, 8 e 8.1. Ecco come provarlo.

Google My Business aiuta le attività commerciali ad avere una propria identità

di Irven Zanolla

Google My Business offre nuove opportunità alle attività commerciali per garantirsi visibilità su Google Maps e Google Search.

L'articolo Google My Business aiuta le attività commerciali ad avere una propria identità proviene da TuttoAndroid.

Usare lo smartphone come Dash Cam per registrare video in macchina

di Claudio Pomes
La Dash Cam è la videocamera che si mette in macchina per riprendere la strada che si sta percorrendo, registrando quindi un video di quello che accade mentre si guida la macchina . Le Dashcam,...

Continua...

Fortnite: in arrivo quest’autunno i fucili Nerf

di Simone Lelli
Uno dei videogame che sta più spopolando negli ultimi mesi è proprio Fortnite: è normale quindi che tutto il merchandising attorno stia avendo un enorme successo tra i fan del gioco. Già collaudata come serie, è stata ufficializzata una nuova collezione di fucili Nerf della Hasbro, che arriverà in commercio questo autunno. Tra le varie […]

Spider-Man: J.J. Abrams e figlio scriveranno una miniserie a fumetti per Marvel

di Roberto Tavecchia
J.J. Abrams e suo figlio Henry scriveranno una miniserie a fumetti dedicata a Spider-Man che vanterà il tratto di Sara Pichelli ed introdurrà un nuovo e pericolosissimo villain. La notizia coglie tutti di sorpresa dopo che in seguito ad un’illustrazione condivisa sui social raffigurante il numero quattro disegnato dalle ragnatele, il pubblico di tutto il […]

F1 2019: i requisiti di sistema della versione PC

Codemasters ha rivelato le specifiche hardware di F1 2019, nuovo capitolo dell'annuale gioco di corse il cui debutto è fissato per il 28 giugno.

Più sicurezza con la tecnologia Garmin inReach? La testimonianza di Barmasse, Fantini, Gregoretti e Zanga

Garmin Italia ha raccolto a Milano quattro avventurieri che hanno utilizzato Garmin inReach nelle loro imprese in giro per il globo. Sicurezza è stata la parola d'ordine di tutti gli interventi della serata, denominata Garmin Safety Day. Hervé Barmasse, Andrea Fantini, Stefano Gregoretti e Matteo Zanga lo hanno detto tutti in modo chiaro, un dispositivo come Garmin inReach non ti permette di andare a cercare 'grane' osando di più, ma aggiunge un importante ancora di sicurezza nei casi più critici

Mortal Kombat 11: in arrivo la nuova modalità competitiva

La nuova ‘Kombat League’ aggiunge la modalità competitiva stagionale a Mortal Kombat 11

Instagram vi darà 7 giorni per usare foto e video non pubblicati nelle Stories

di Vincenzo

Instagram si prepara ad introdurre una novità interessante per le Stories: gli utenti potranno usare in un secondo momento foto e video non pubblicati.

L'articolo Instagram vi darà 7 giorni per usare foto e video non pubblicati nelle Stories proviene da TuttoAndroid.

Xiaomi lancia una nuova promo su lampadine smart e speaker Bluetooth

di Vincenzo

Xiaomi terrà una vendita flash nelle serate di oggi e domani avente ad oggetto le Xiaomi Mi LED Smart Bulb e lo Xiaomi Mi Pocket Speaker 2. 

L'articolo Xiaomi lancia una nuova promo su lampadine smart e speaker Bluetooth proviene da TuttoAndroid.

Renault, Nissan e Mitsubishi: via ai test con Waymo in Francia e Giappone 

di Antonio Elia Migliozzi

Prosegue il lavoro di Renault e Nissan per arrivare alla guida autonoma. I due costruttori hanno stretto una alleanza strategica con Waymo. Dopo FCA e Jaguar anche Renault e Nissan entrano in contatto con l’azienda americana. Il progetto prevede lo sviluppo congiunto di nuovi servizi di mobilità a guida autonoma. Presto vedremo le auto della flotta Waymo attive anche in Francia e in Giappone. I costruttori si sono accordati con Waymo per operare nel campo dei servizi di mobilità autonoma per le persone e le merci. La notizia della partnership con Waymo arriva a pochi giorni da quella dell’apertura di un nuovo centro di ricerca di Renault in Israele. L’azienda francese e i suoi alleati proseguono quindi verso la realizzazione dei loro obiettivi strategici.

ALLEANZE AUTONOME

Il Gruppo Renault e Nissan Motor hanno un nuovo alleato. I due costruttori hanno appena firmato una partnership con Waymo. L’accordo esclusivo prevede una prima fase esplorativa, che riguarda tutti gli aspetti relativi ai servizi di mobilità a guida autonoma per il trasporto delle persone e la consegna di merci. Questo significa che Renault e Nissan forniranno il loro sostegno per portare sulle strade di Francia e Giappone la tecnologia sviluppata da Waymo. Si tratta di un passaggio importante a cui ne potrebbero seguire di altri. Alla luce dell’accordo i brand lavoreranno per unire le forze e ampliare le loro competenze tramite la valutazione delle opportunità di mercato. Questo prevederà, non solo la probabile fornitura di una flotta dedicata, ma un lavoro di ricerca sulle questioni commerciali, giuridiche e normative riguardo l’auto driveless.

LEADERSHIP MONDIALE

L’alleanza tra Renault, Nissan e Waymo punta sulla dimensione internazionale e sull’ampio raggio d’azione. Il piano abbraccia tutti i segmenti dai veicoli commerciali alle autovetture. Per arrivare alla guida autonoma l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ha scelto di puntare su un leader mondiale come Waymo. L’azienda americana è specializzata nelle tecnologie a guida autonoma ed ha accumulato oltre 16 milioni di chilometri nei suoi test su strada. La partnership segna una prima tappa nello sviluppo di servizi di mobilità autonoma a lungo termine. Il lavoro tra Francia e Giappone, non esclude un ulteriore allargamento degli orizzonti. In un secondo momento potranno essere considerati altri mercati ma la Cina viene fin da ora esclusa. Il Gruppo Renault e Nissan fanno sapere che si tratta di una “alleanza esplorativa” ma dai toni trapela un certo ottimismo.

LA PROSPETTIVA

Da parte sua John Krafcik, Ceo di Waymo, ha detto: “Grazie alla portata internazionale dell’alleanza, il nostro Waymo Driver può fornire soluzioni di mobilità differenziate in Francia, Giappone”. La notizia dell’accordo tra Renault, Nissan e Waymo arriva a pochi giorni da un’altro importante evento. La scorsa settimana Renault ha inaugurato un nuovo centro di ricerca sulla guida autonoma in Israele. La collaborazione con le migliori start-up israeliane permetterà a Renault di concentrarsi sulle tecnologie per il futuro dell’auto. Il nuovo centro di ricerca in Israele si aggiunge agli altri Innovation Lab dell’Alleanza Renault Nissan. Quelli già attivi si trovano, rispettivamente, nella Silicon Valley e a Shanghai. Insomma la prospettiva è quella di accelerare la ricerca sulla guida autonoma grazie a partnership importanti con leader del settore tecnologico.

 

The post Renault, Nissan e Mitsubishi: via ai test con Waymo in Francia e Giappone  appeared first on SicurAUTO.it.

❌