Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Asus ufficializza ROG Rapture GT-AX11000, router tri-band Wi-Fi 802.11ax per giocatori

di Marco Pedrani

Oltre a TP-Link, anche Asus ha ufficializzato il suo primo router 802.11ax (Wi-Fi 6), già mostrato lo scorso giugno, dedicato ai videogiocatori. Si chiama ROG Rapture GT-AX11000, è tri-band e offre un Wi-Fi con velocità superiori a 10Gbps, funzionalità dedicate al gaming e un processore quad core 64-bit da 1,8 GHz per riuscire a soddisfare anche i videogiocatori più esigenti. Il router è già disponibile al prezzo di circa 550 euro. Se delle funzioni gaming non v’interessa niente invece, potete dare un’occhiata all’RT-AX88U.

È bene ricordare che il nuovo standard 802.11ax è pienamente compatibile con i precedenti, quindi è possibile collegare al Rapture GT-AX11000 qualsiasi tipo di dispositivo Wi-Fi.

Essendo progettato per i giocatori, il router di Asus include alcune funzionalità indirizzate in particolare a questi utenti: la triple-level gaming acceleration è in grado di ridurre il ping e offrire un gameplay a bassa latenza, Game Radar offre la possibilità di trovare il server migliore prima di connettersi verificando il ping, Open NAT serve per effettuare il port forwarding in tre semplici passi e la selezione dinamica della frequenza (DFS) consente di evitare interferenze con altri dispositivi wireless.

Per offrire la migliore connettività possibile, il router è ha una porta 2,5G Ethernet, in modo da offrire agli utenti con LAN 5/10G tutta la banda possibile. Il ROG Rapture GT-AX11000 è il primo router di Asus dotato di illuminazione Aura RGB, in grado di riprodurre diversi effetti di luce per poter giocare con stile. È presente anche un pulsante personalizzabile che permette di abilitare o disabilitare i led, il Game Boost o il DFS, senza bisogno di usare l’interfaccia web o l’applicazione Asus Router.

Il router supporta una larghezza di banda di 160 MHz e una modulazione 1024-QAM, grazie alle quali è in grado di fornire velocità fino a 11000 Mbps, risultando 2,3 volte più veloce rispetto ai router 4×4 tri-band basati su tecnologia 802.11ac. Grazie alla combinazione delle tecnologie OFDMA e MU-MIMO e all’uso del Wi-Fi 6, il nuovo Rapture GT-AX11000 fornisce una rete fino a quattro volte più capiente ed efficiente.

L’OFDMA assicura fino all’80% di copertura in più rispetto ai router di precedente generazione, garantendo a chi gioca con dispositivi mobili una copertura ottimale in ogni punto della casa. La tecnologia Target Wait Time (TWT) garantisce a questo tipo di utenza una durata della batteria fino a sette volte superiore rispetto a quella che si avrebbe se connessi ad altri router.

La triple-level game acceleration si sviluppa su tre livelli e permette di dare priorità ai pacchetti che vanno dal dispositivo su cui il gioco è in esecuzione al server. Il primo livello di accelerazione consiste nell’uso del software GameFirst, ora aggiornato alla versione V. Se siete in possesso di un prodotto ROG (scheda madre o notebook) che lo supporta, potrete controllare voi tramite il programma a quali giochi dare la priorità.

Il nuovo software permette anche di controllare il router e di abilitare Game Boost con un semplice click. Game Boost è il secondo livello di accelerazione presente e dà priorità ai pacchetti di gioco all’interno della rete locale, anche quando sono collegati altri utenti che stanno sfruttando la banda per streaming video o altre attività che necessitano di molte risorse di rete. Test all’interno dei giochi hanno dimostrato come i primi due livelli di accelerazione riducano il ping del 33% in più rispetto alle soluzioni dei concorrenti.

Il terzo livello consiste nel supporto integrato a wtfast, un servizio che ottimizza le connessioni per assicurare il percorso più corto verso i server di gioco. “Quando tutti i tre livelli della triple-level game acceleration sono abilitati”, afferma Asus, “il Rapture GT-AX11000 offre un ping fino al 90% inferiore e garantisce sessioni di gioco online decisamente più fluide”.

Delle tre bande Wi-Fi presenti, il Rapture ne dedica una esclusivamente al gaming, così da evitare interferenze con altri dispositivi. La tecnologia DFS permette di sbloccare i canali più liberi all’interno della banda 5 GHz, in modo da ridurre ancor di più le interferenze e garantire esperienze di gioco fluide e veloci.

Il nuovo Asus ROG Rapture GT-AX11000 offre gratuitamente il servizio AiProtection Pro, un sistema di sicurezza della rete mantenuto da Trend Micro che protegge tutti i dispositivi connessi, compresi quelli che non sono in grado di eseguire software di sicurezza (ad esempio quelli IoT).

Non manca nemmeno il supporto ad Asus AiMesh, che permette agli utenti di creare un sistema Wi-Fi mesh connettendo altri router Asus e ROG AiMesh supportati alla propria rete.

L'articolo Asus ufficializza ROG Rapture GT-AX11000, router tri-band Wi-Fi 802.11ax per giocatori proviene da Tom's Hardware.

TP-Link ha annunciato i router Archer AX6000 e AX11000 Wi-Fi 6 (802.11ax)

di Manolo De Agostini

TP-Link ha annunciato i suoi primi router con supporto allo standard 802.11ax, anche noto come Wi-Fi 6. I modelli sono due, Archer AX6000 e Archer AX11000. Il primo è già disponibile in preordine negli Stati Uniti, a 350 dollari, mentre il secondo arriverà verso fine gennaio a 450 dollari.

Entrambi i modelli si basano su piattaforme di Broadcom. Il modello AX6000 è dotato di un SoC Broadcom BCM49408 con quattro core ARM Cortex A53 a 1,8 GHz, con un coprocessore che si occupa della gestione dei pacchetti di rete che opera a 800 MHz e mantiene la CPU principale libera per altre operazioni. Oltre a questo chip ci sono due chip radio BCM43684 in configurazione 4×4:4, con uno che opera a 2,4 GHz per un throughput teorico di 1148 Mbps e un altro che funziona su un canale dedicato a 5 GHz con un throughput massimo teorico di 4804 Mbps.

L’AX11000 è una piattaforma tri-band che si basa sempre sul SoC BCM49408. Collegato a questo chip ci sono tre soluzioni BCM43684 in configurazione 4×4:4, due dedicate ai 5 GHz (fino a 4804 Mbps ciascuna) e una ai 2,4 GHz (fino a 1148 Mbps). Con questo prodotto TP-Link punta ai videogiocatori, con funzioni integrate come ‘Game Accelerator’ QoS e la possibilità di usare uno dei collegamenti a 5 GHz esclusivamente per il gaming.

Entrambi i router hanno 1 GB di RAM, una porta WAN a 2,5 Gbps, otto Gigabit LAN e due USB 3.0 (1x Type-A e 1x Type-C). Supportano anche funzioni quali link aggregation, band steering e DFS.

Per quanto riguarda la nuova generazione del Wi-Fi, nasce per prendere di petto il problema della congestione delle reti e punta a garantire migliori prestazioni e consumi ridotti nelle bande 2,4 e 5 GHz con un uso più efficiente dello spettro. Il nuovo W-Fi assicura un data rate il 37% maggiore del Wi-Fi 5 (IEEE 802.11ac), un throughput per utente quattro volte superiore e può gestire otto flussi a 5 GHz e quattro a 2,4 GHz.

Tra le altre caratteristiche del Wi-Fi 6 abbiamo l’integrazione “di serie” di MU-MIMO, per servire più dispositivi contemporaneamente, e OFDMA, sigla che sta per “Orthogonal Frequency-Division Multiple Access”, una tecnologia mutuata dal settore delle reti mobili che migliora l’efficienza nell’uso dei canali.

L'articolo TP-Link ha annunciato i router Archer AX6000 e AX11000 Wi-Fi 6 (802.11ax) proviene da Tom's Hardware.

Router gaming: i migliori da comprare

di Fabrizio De Santis
La necessità di avere un router performante è aumentata di molto negli ultimi tempi, soprattutto nel mondo del gaming. La sempre maggior ampiezza di banda richiesta sia per i contenuti multimediali come lo streaming di leggi di più...

Dati VoIP Infostrada per configurazione cordless

di Gaetano Abatemarco
Di base WIND Infostrada invia ai propri utenti il router Zyxel in comodato d’uso. Se decidete però di acquistare un router Fibra migliore (tra l’altro molti li abbiamo consigliati nella nostra guida), potreste avere problemi a configurare leggi di più...

Exploit della NSA: oltre 45 mila router violati

di Antonino Caffo

Akamai, multinazionale che si occupa di traffico di rete e monitoraggio dei network, ha pubblicato una scoperta alquanto preoccupante. Secondo i tecnici, un famoso strumento di hacking realizzato a partire dai file di spionaggio della NSA, avrebbe permesso di violare oltre 45 mila router in tutto il mondo.

Leggi il resto dell’articolo

Come trovare indirizzo IP della stampante

di Alessio Salome
Diversi produttori hanno deciso di portare sul mercato delle stampanti wireless che permettono di avere meno cavi sparsi sulla scrivania e di utilizzarle in remoto attraverso una semplice connessione ad Internet. In questa nuova guida leggi di più...

Router per fibra ottica: guida all’acquisto

di Fabrizio De Santis
Online aumenta il mercato e le vendite dei router per fibra ottica, segno che la fibra si sta finalmente, anche se molto lentamente, diffondendo nel nostro Paese e sta raggiungendo un numero sempre più considerevole leggi di più...

Arriva in Italia Asus RT-AX88U

di Antonino Caffo

Presentato più di un anno fa, all’IFA 2017, Asus ha finalmente reso disponibile in Italia il suo nuovo router, RT-AX88U. Il dispositivo è uno dei primi con supporto al protocollo Wi-Fi 802.11ax e ad essere controllato da un processore quad-core a 64 bit. La connettività è garantita, oltre che dal wireless in uscita, da due porte USB in ingresso e ben otto porte Gigabit Lan. In teoria, l’RT-AX88U dovrebbe essere in grado di raggiungere una velocità di di 6000 Mbit/s, risultato dei 1148 Mbit/s su banda 2,4 GHz e 4.804 Mbit/s su banda a ​​5 GHz.

Leggi il resto dell’articolo

Netgear Nighthawk AX8 e AX12, router Wi-Fi 6 che sembrano astronavi

di Valerio Porcu

Netgear ha annunciato il Nighthawk AX8 e il Nighthawk AX12, i suoi primi router Wi-Fi 6 – il nuovo nome introdotto recentemente per indicare la nuova generazione dello standard 802.11, vale a dire 802.11ax. Come da tradizione, l’azienda ha curato molto anche l’aspetto dei router, scegliendo stavolta un design che ricorda vagamente una nave spaziale. Volendo ci si può vedere un trasporto imperiale preso da Star Wars in effetti, o un caccia con tecnologia stealth.

Compatibilmente con lo standard Wi-Fi 6, i due nuovi router promettono velocità di trasferimento fino a 6 Gbps, gestite da un processore “quad-core” che bilancerà le prestazioni per ottenere sempre i migliori risultati possibili. Grazie alla soluzione QAM (Quadrature amplitude modulation) l’azienda promette anche un’efficienza migliorata del 25% rispetto alle generazioni precedenti. Le antenne (8×8 MIMO) sono integrate nelle “ali”.

Le porte Ethernet disponibili sono cinque (AX12) o sei (AX8), oltre a una dedicata per l’ingresso della linea Internet dal modem. Non manca il controllo vocale tramite Google Assistant o Alexa, ma il materiale stampa non risponde alla fondamentale domanda a che serve il controllo vocale su un router? A bordo ci sono due porte USB 3.0 per collegare hard disk, stampanti e altre periferiche.

La differenza fondamentale tra i due modelli sta nei flussi contemporanei: otto oppure dodici, compatibilmente con il nome del modello (AX8 e AX12 appunto). Chi ha veramente tanti dispositivi da collegare contemporaneamente potrebbe trovare interessante la seconda possibilità.

Prevedibilmente non stiamo parlando di oggetti economici; per ora il Nighthawk AX8 è presente sul catalogo di Amazon USA, con un prezzo base fissato a circa 400 dollari. L’AX12 sarà in distribuzione invece nel primo trimestre 2019.  Se siete interessate a un router Wi-Fi 6 e non volete aspettare, comunque, è già in commercio l’Asus RT-AX88U a circa 400 euro. In previsione delle legittime cautele da parte dei compratori, inoltre, Netgear sta introducendo il servizio “Wi-Fi as a service”; a quanto pare che sia una sorta di periodo di prova gratuito di 90 giorni.

Se vuoi migliorare le prestazioni wireless casa, più che un nuovo router probabilmente ti serve un sistema mesh come Huawei Wi-Fi Q2 (250 euro).

L'articolo Netgear Nighthawk AX8 e AX12, router Wi-Fi 6 che sembrano astronavi proviene da Tom's Hardware.

Recensione Huawei Wi-Fi Q2, rete mesh per casa e ufficio

di Valerio Porcu

Introduzione

Huawei è nota per i suoi smartphone ma propone anche altri prodotti, tra cui anche Huawei Wi-Fi Q2, un sistema mesh pensato per l’ambito domestico e per i piccoli uffici. Proposto a un prezzo concorrenziale (circa 250 euro per tre ripetitori), offre la possibilità di coprire un’abitazione di grandi dimensioni e di risolvere i problemi dovuti a ostacoli (pareti) e disturbi.

Già, perché si fa presto a dire “metto il Wi-Fi”, ma poi, spesso e volentieri, le cose non vanno come ci si aspettava. In prossimità del router, magari nella stessa stanza, in genere va tutto bene: ci si collega, con lo smartphone, il tablet o il computer, e si naviga senza problemi. Si fa streaming video, si spostano file da e verso il server locale, si può anche giocare.

Se la casa è grande e ci si sposta in un’altra stanza arrivano le complicazioni. A volte basta una sola parete a compromettere la qualità del segnale wireless; se ce ne sono due o più, quasi certamente la navigazione diventa lenta, fin troppo lenta per essere utilizzabile. Anche nelle situazioni migliori, c’è qualche angolo morto dove non si può usare il Wi-Fi. Magari il secondo bagno, magari il balcone, magari il cortile.

Huawei Wi-Fi Q2

Storicamente la soluzione a questi problemi è stata l’extender Wi-Fi, un dispositivo relativamente semplice che si aggancia alla rete Wi-Fi esistente e ne crea una seconda. Piazzato strategicamente in casa, può senz’altro aumentare la copertura. I sistemi mesh si possono vedere, in un certo senso, come l’evoluzione degli extender.

Specifiche

Ognuno dei tre ripetitori è alto poco meno di 20 centimetri, e largo 112 x 75 mm alla base. Piuttosto compatto, e dovrebbe risultare semplice da posizionare dovunque in casa. Oltre al connettore di alimentazione ci sono anche tre porte Ethernet, utili per collegare televisori, lettori blu-ray o qualsiasi cosa sia priva di Wi-Fi (oggi non sono molti i dispositivi che non ce l’hanno, ma è pur sempre un’opzione in più). Frontalmente c’è un solo pulsante, per attivare il collegamento WPS. Sotto c’è una striscia che si illumina di rosso o blu, o lampeggia secondo lo stato della connessione.

All’interno Huawei ha inserito i canonici sistemi di sicurezza. L’aspetto sicuramente più interessante è che ognuno di questi router gestisce in modo autonomo la rete a 2.4 GHz e quella a 5 GHz. In altre parole, se avete uno smartphone capace di usare entrambi gli standard, non dovrete più scegliere a mano. Sarà Huawei Wi-Fi Q2 a decidere per voi, offrendo la connessione migliore per potenza e velocità disponibile.

ozedf

Oltre a gestire la qualità e la velocità della rete, il software di bordo si occupa anche di regolare costantemente le impostazioni fini per ridurre i disturbi. In altre parole, se il vicino prende un forno a microonde nuovo o cambia il suo router Wi-Fi, il vostro Huawei Wi-Fi Q2 si regola di conseguenza per offrirvi le migliori condizioni possibili.

Per altri dettagli, potete consultare la pagina ufficiale con le specifiche complete.

Installazione e app dedicata

Huawei Wi-Fi Q2 prevede l’uso di tre ripetitori, ognuno dotato di antenne MIMO, beamforming  e soluzioni software per l’ottimizzazione del segnale. L’installazione è semplicissima: basta prendere il primo ripetitore e collegarlo a una porta Ethernet del router o del modem. Se avete già una rete Wi-Fi, andrà disattivata. Poi si collega il cavo di alimentazione del primo ripetitore Huawei Wi-Fi Q2. Vi servirà dunque una presa di corrente nelle vicinanze.

Per collegarsi alla nuova rete Wi-Fi è sufficiente inquadrare il codice QR posto sotto a ognuno dei tre ripetitori. Poi si va in un punto della casa dove il Wi-Fi arriva con una potenza almeno discreta (meglio non arrivare al limite). Si posiziona il secondo ripetitore Huawei Wi-Fi Q2 e si inserisce la presa di corrente. Si ripete l’operazione per il terzo ripetitore.

Huawei Wi-Fi Q2

La parte hardware è conclusa. Avrete immediatamente a disposizione una nuova rete wireless ad alta velocità, e per usarla non dovrete far altro che collegarvi con i vari dispositivi che avete in casa. Ci sono però altre operazioni da fare, attraverso l’applicazione Huawei Smart Home, disponibile sia per Android sia per iOS.

Tramite l’app potrete modificare il nome della rete e la relativa password. Consiglio di replicare le impostazioni della rete precedente, se ne avevate una; in questo modo i dispositivi si collegheranno automaticamente, e “non sapranno” che qualcosa è cambiato.

È poi possibile usare alcuni strumenti per ridurre al minimo i disturbi o per impostare dei limiti – per esempio possiamo impedire che il tablet dei bambini si colleghi in certi orari.  Si può impostare una rete per gli ospiti, orari in cui il Wi-Fi sarà spento e così via.

Non è il sistema di gestione e controllo più completo che abbiamo mai visto, anzi molti router di fascia alta offrono senz’altro un ventaglio di opzioni più ampio e versatile. Huawei ha preferito puntare sulla semplicità, limitando le voci disponibili a quelle basilari ed essenziali. Il risultato è un’app ergonomica e funzionale; gli utenti più avanzati potrebbero trovarla incompleta, ma probabilmente avranno un modem/router più sofisticato, a monte dell’Huawei Wi-Fi Q2, per gestire le funzioni di cui hanno bisogno.

Eventualmente, comunque, sugli store mobile si trova anche HUAWEI HiLink, un’app adatta a gestire sistemi più complessi.

Prova sul campo

L’installazione richiede davvero pochi minuti, come abbiamo visto sopra. Si tratta di collegare due cavi per il primo ripetitore e uno per gli altri, e di trovare i posti migliori dove posizionarli. Fatto questo, Huawei Wi-Fi Q2 è pronto all’uso. I primi passi sono facili e danno soddisfazione.

L’app è comoda e funzionale. Sugli app store troverete alcune lamentele relative a bug e crash, ma nel nostro breve test non abbiamo avuto nessun tipo di problema. L’unico inconveniente è che l’app non mantiene aperta la connessione al router (ma ricorda la password): ogni volta che la si apre bisogna attendere due o tre secondi per il nuovo login. Non è certamente un dramma.

L’effetto è evidente: con Huawei Wi-Fi Q2 abbiamo potuto coprire aree della casa dove prima il Wi-Fi non arrivava, con una velocità del tutto soddisfacente. Dove prima era zero assoluto, ho visto fino a 40 Mbps con un ping di 11 ms. Sono valori più che sufficienti per fare streaming da Netflix o simili.

Mancava un po’ di stabilità e la connessione non era adatta al multiplayer online, ma abbiamo avuto poco tempo per fare il test e regolare i dettagli. Probabilmente con un po’ più di tempo a disposizione avremmo potuto ottenere il massimo possibile.

Conclusioni

Con Huawei Wi-Fi Q2 ho potuto coprire parti di casa mia dove non arriva la rete del mio FRITZ!box 7490, vale a dire una camera da letto, due bagni e un antibagno. Nello studio invece ho ottenuto una rete wireless con prestazioni maggiori, che ha reso un po’ più piacevoli le ore di lavoro in casa (non che prima non funzionasse niente).

Huawei Wi-Fi Q2
Huawei Wi-Fi Q2

Il sistema Huawei Wi-Fi Q2 sembra funzionare come promesso, e pur non avendo potuto svolgere un test tecnico più approfondito, è sicuramente un prodotto consigliabile. Soprattutto per via del prezzo: a 250 euro circa, infatti, costa meno dei più famosi Netgear Orbi (300 euro circa) o di Google Wi-Fi (360 euro). Tra i prodotti che costano ancora meno, l’unico che vale la pena di prendere in considerazione è il Tenda Nova MW6.

Sicuramente si può risparmiare scegliendo un ordinario extender Wi-Fi, e se il vostro primo criterio è spendere il meno possibile non c’è altro da aggiungere. Con una soluzione mesh come quella offerta da Huawei Wi-Fi Q2, però, non avrete disconnessioni dovute al passaggio da una rete all’altra, né dovrete preoccuparvi di configurare le varie impostazioni. Installazione facile, un’app per fare tutto, e il sistema funziona: gli altri membri della famiglia smetteranno di farvi notare che qualcosa non funziona o che in quel certo punto della casa non si può navigare, e non vi chiederanno supporto tecnico che non avete voglia di dare. E scusatemi se è poco.

L'articolo Recensione Huawei Wi-Fi Q2, rete mesh per casa e ufficio proviene da Tom's Hardware.

Netgear Orbi Micro

di Giacomo Barbieri

Netgear Orbi Micro è un sistema WiFi per la casa che promette di estendere il segnale wireless in ogni angolo dell’abitazione, anche delle più grandi. Esistono diverse declinazioni di questo prodotto e nel modello in questione (RBR20), il produttore garantisce di coprire con il segnale WiFi aree molto vaste utilizzando i satelliti opzionali e di offrire una velocità massima di rete nell’ordine dei 2,2 Gbps. Per garantire velocità così altre, Netgear Orbi Micro utilizza un sistema WiFi Tri-Band che sulla carta permette di garantire le massime velocità anche con molteplici dispositivi connessi.

Leggi il resto dell’articolo

Asus RT-AX88U, il primo router wireless 802.11ax disponibile in Italia

di Manolo De Agostini

Il router Asus RT-AX88U, compatibile con la specifica 802.11ax (o per meglio dire, il Wi-Fi 6), è arrivato sul mercato. L’azienda taiwanese l’ha annunciato in merito agli Stati Uniti, ma andando su Amazon Italia vediamo che è stato aggiunto al catalogo da pochi giorni. Il prezzo, a seconda del venditore, parte da 399 euro fino ad arrivare a 439 euro. Il router, dotato di un potente processore quad-core a 1,8 GHz, ha due porte USB frontali e otto Gigabit LAN.

Pezzo forte è ovviamente la connettività Wi-Fi, che consente all’RT-AX88U di supportare un bandwidth di 160 MHz e 1024-QAM per garantire prestazioni wireless combinate fino a 6000 Mbps – 1148Mbps sulla banda 2,4 GHz e 4804 Mbps su quella a 5 GHz, segnando un incremento di 2,3 volte rispetto ai router dual-band 802.11ac 4×4. La specifica 802.11ax / Wi-Fi 6 non è però incentrata solo alle prestazioni, ma offre miglioramenti e ottimizzazioni per consentire a più dispositivi di collegarsi senza fili e godere di una velocità soddisfacente.

Tra le novità troviamo OFDMA, sigla di “Orthogonal Frequency-Division Multiple Access”, una tecnologia oggi usata per migliorare la capacità delle reti LTE. Quando ci si collega a un router 802.11ac su un canale a 20, 40, 80 o 160 MHz, ogni volta che un router invia un’informazione a un client usa tutto il bandwidth disponibile in quel canale, senza badare alla quantità d’informazione che deve essere inviata. OFDMA permette a questi canali di essere suddivisi, aumentando la quantità di dato che può essere inviata e ricevuta verso/da differenti dispositivi nello stesso momento.

Dato che lo scopo della nuova specifica è quello di assicurare prestazioni e stabilità in presenza di molte reti e tanti utenti nello stesso ambiente, il MU-MIMO è diventato parte integrante dello standard – non è più opzionale, né limitato al download. Con MU-MIMO si possono servire più dispositivi contemporaneamente, al contrario della maggior parte delle soluzioni odierne che possono occuparsi delle richieste di un solo dispositivo alla volta. Secondo Asus, MU-MIMO e OFDMA insieme garantiscono efficienza e capacità della rete fino a 4 volte superiori.

Inoltre, c’è una tecnologia chiamata Target Wake Time (TWT) che permette a router e client wireless di concordare sui tempi di connessione, consentendo al router di minimizzare la sovrapposizione di dispositivi che hanno bisogno di connettività regolare ma non continua. I dispositivi moderni, che verificano regolarmente la presenza di aggiornamenti o altre informazioni, potrebbero sfruttare questa soluzione per ridurre al minimo la congestione della rete.

Dal punto di vista software Asus RT-AX88U include QoS adattivo e Gamers Private Network (GPN) per accelerare l’online gaming. AiMesh consente di creare una rete mesh aggiungendo router compatibili e AiProtection Pro è un sistema di sicurezza sviluppato da TrendMicro che punta a mantenere i dispositivi al riparo dai pericoli della rete.

L’approvazione formale dello standard 802.11ax dovrebbe avvenire prossimamente, ma Asus ha giocato d’anticipo, come spesso accade nel mondo del networking. Per cui non aspettatevi brutte sorprese, il nuovo router supporterà perfettamente la specifica. Per sfruttare al massimo il router è necessario avere computer e dispositivi mobile che supportino 802.11ax, non ancora disponibili al momento.

L'articolo Asus RT-AX88U, il primo router wireless 802.11ax disponibile in Italia proviene da Tom's Hardware.

I migliori Router WiFi

di Manuel Baldassarre
Una buona navigazione Internet non dipende solo dalla copertura di rete della vostra zona ma anche dal router WiFi che scegliete di abbinare. Solitamente alcuni operatori offrono in comodato d’uso modem router Wifi ADSL o leggi di più...

AVM porta in Italia il FRITZ!Box 7530

di Antonino Caffo

AVM ha presentato il nuovo FRITZ!Box 7530, modem entry-level pensato per una vasta gamma di pubblico. Si tratta di un punto di accesso particolarmente indicato per chi ha necessità di una connessione DSL fino a 300 megabit al secondo ma bada anche all’estetica e design di un oggetto che sempre più esce dai nascondigli delle case per diventare un complemento d’arredo.

Leggi il resto dell’articolo

Come configurare access point

di Alessio Salome
L‘access point è un dispositivo molto simile a un router (se non proprio uguale) che permette di estendere il segnale del modem Wi-Fi principale in quei punti della casa in cui non è presente una leggi di più...

Netgear Nighthawk XR500

di Giacomo Barbieri

Netgear Nighthawk XR500 è un router ad alte prestazioni pensato esplicitamente per l’ambito gaming. Netgear è un brand molto noto ed apprezzato nel settore delle infrastrutture di rete ed accanto ai canonici prodotti per la casa o per l’ufficio, la società da alcuni anni ha iniziato a proporre ai suoi clienti dei modelli di router ad altissime prestazioni con il brand “Nighthawk”. Trattasi di prodotti che nel tempo hanno saputo conquistare i giocatori proprio in virtù delle alte prestazioni offerte, merito di un hardware di altissimo profilo e della possibilità di poterli configurare nei minimi dettagli grazie ad un pannello di controllo ricco di opzioni avanzate.

Leggi il resto dell’articolo

Come resettare router TP Link

di Alessio Salome

Spesso può capitare che il proprio modem, router o modem/router inizi a far capricci proponendovi una connessione di rete instabile oppure non rispondendo ad alcuni comandi. In questo caso, potete provare ad effettuare un ripristino e vedere se riuscite a risolvere. Abbiamo deciso di realizzare una guida in cui vi spieghiamo dettagliatamente come resettare router TP Link (se possedete un modello della nota società cinese) in pochi e semplici passaggi senza ricorrere ad operazioni complesse. Non perdiamo altro tempo e vediamo subito come procedere.

Indice dei contenuti

Come accedere al pannello di configurazione

Naturalmente, per poter procedere al reset del dispositivo, è necessario entrare nel pannello di amministrazione. Grazie a quest’ultimo è possibile gestire tutte le funzionalità proposte dal router, modem o modem/router utilizzando qualunque dispositivo in grado di connettersi ad Internet e un qualsiasi browser.

Detto ciò, vediamo i passi da effettuare:

  • Aprite il browser predefinito (es. Chrome, Firefox o Safari) e, nella barra degli indirizzi, digitate 192.168.1.1 o 192.168.0.1.
  • Dopo aver premuto il tasto Invio della tastiera, dovrebbe comparire la schermata di login in modo da accedere al pannello di amministrazione del router TP Link.
  • Per proseguire è necessario inserire username e password. In questo caso, provate la combinazione admin e admin o admin e password. Vi suggeriamo comunque di controllare l’etichetta presente sul retro del device oppure il manuale utente.
  • Una volta effettuato correttamente l’accesso al pannello di gestione, dovreste avere davanti la schermata principale contenente una serie di informazioni sul router.

Se non riuscite a trovare la chiave di accesso esatta del dispositivo TP Link, vi consigliamo di controllare la pagina Supporto presente sul sito Web ufficiale della società. Qualora non doveste riuscire ad accedere al pannello di amministrazione per qualche strano motivo, vi suggeriamo di spegnerlo e riaccenderlo attraverso l’apposito pulsante che solitamente si trova sul retro.

Come eseguire il backup delle impostazioni

Il secondo passaggio da eseguire, una volta entrati correttamente nel pannello di controllo del router TP Link, è eseguire un backup delle impostazioni da ripristinare in caso di problemi. Il ripristino, infatti, andrà a cancellare tutte le impostazioni personalizzate precedentemente (come le password), quindi vi consigliamo di effettuare un backup.

Ecco i passi da attuare:

  • Dal pannello di amministrazione del router, modem o modem/router di TP Link, cliccate sulla scheda Avanzate (o Advanced) che trovate in alto e poi scegliete Backup & Ripristino (o Backup & Restore).
  • Fatto ciò, per procedere con il backup, basta pigiare su Backup che trovate al centro della schermata, impostando anche la destinazione in cui volete salvare il file di configurazione.

Nel caso in cui decideste di effettuare un ripristino del dispositivo a causa di un malfunzionamento, vi consigliamo di non fare il backup in quanto il successivo ripristino del file di configurazione precedente potrebbe far ritornare lo stesso problema.

Come resettare router TP Link

Dopo aver visto le operazioni preliminari, adesso possiamo passare finalmente all’argomento principale di questa guida, ossia come resettare router TP Link.

Ecco gli step da seguire:

  • Sempre dal browser predefinito, accedete al pannello di configurazione come visto nelle precedenti righe.
  • Dalla schermata principale, cliccate sulla scheda Avanzate (o Advanced) che trovate in alto.
  • A questo punto, pigiate su Strumenti di sistema (o System Tools) e scegliete Backup & Ripristino (o Backup & Restore).
  • Per completare la procedura di reset, premete su Ripristina impostazioni di fabbrica (o Restore factory defaults) e cliccate su . In alcuni modelli, il pulsante del ripristino potrebbe trovarsi nella sezione Strumenti di sistema (o System Tools) > Impostazioni di fabbrica (o Factory Defaults).
  • Una volta completata l’operazione, il router TP Link sarà riportato alle impostazioni inziali.

Un altro sistema per effettuare il ripristino del router TP Link, qualora non riusciste ad accedere al pannello di amministrazione, è quello di sfruttare il pulsante fisico Reset che solitamente si trova sul retro del device. Per prima cosa, è necessario procurarvi un oggetto appuntito come un ago. Dopodiché, vi basta premere per circa 10 secondi il tasto Reset.

Dopo averlo rilasciato, tutti gli indicatori LED del router TP Link dovrebbero accendersi in contemporanea e spegnersi dopo qualche istante. Ciò significa che l’operazione di ripristino è andata a buon fine.

Alcuni modelli dispongono del pulsante WPS/Reset che può essere impiegato sia per sfruttare la tecnologia Wi-Fi Protected Setup che per il ripristino. Fate la stessa procedura vista poco fa ma questa volta tenetelo premuto per circa 15 secondi.

Come ripristinare il backup delle impostazioni

Se avete bisogno di ripristinare la configurazione personalizzata dal backup fatto poco fa, allora seguite alla lettera gli step indicati qui sotto:

  • Accedete sempre al pannello di amministrazione del router TP Link e pigiate sulla scheda Avanzate (o Advanced) presente in alto.
  • Fatto ciò, scegliete Strumenti di sistema (o System Tools) e pigiate su Backup & Ripristino (o Backup & Restore).
  • Nel passaggio successivo, cliccate su Browse e selezionate il file creato in precedenza prelevandolo dalla cartella scelta come destinazione.
  • Completate la procedura di ripristino pigiando su Ripristino (o Restore).

Cosa fare se non si vuole effettuare il reset

Nel caso in cui non voleste effettuare direttamente il ripristino alle impostazioni di fabbrica, potrete provare a riavviare semplicemente il router TP Link e vedere se la situazione si risolve.

Per fare ciò, vi basta seguire alla lettera gli step elencati qui sotto:

  • Effettuate l’accesso sempre al pannello di amministrazione dal browser preferito e, dalla schermata principale, scegliete Riavvio (o Reboot) collocato in alto a destra.
  • Procedete con il riavvio del dispositivo pigiando su o OK.

La funzione di Reboot potrebbe trovarsi anche negli Strumenti di sistema (o System Tools), accessibili dalla barra laterale di sinistra. Cliccate su Riavvio (o Reboot) e confermate l’operazione scegliendo prima Riavvio e poi OK. Altre due opzioni da usare, se non riuscite a riavviare il router TP Link dalle impostazioni, sono il pulsante di accensione/spegnimento (attendere circa 60 secondi prima di riaccenderlo) oppure scollegando l’alimentatore dalla corrente elettrica e ricollegarlo dopo circa un minuto.

Altri articoli utili

Per concludere, nell’elenco qui sotto trovate altri posta interessanti pubblicati sempre su ChimeraRevo che riguardano il tema router e che vi consigliamo di leggere.

Come aprire porte router FastwebFastweb permette di aprire le porte dei suoi router sfruttando il pannello di amministrazione accessibile da un comune browser. Vediamo insieme come fare!
Miglior router per gamingVolete acquistare un nuovo router per le vostre sessioni di gioco? Vediamo insieme quali sono i migliori router per gaming attualmente in commercio.
Come entrare nel router e accedere alle impostazioniEntrare nel router non è così difficile: in questo articolo vi mostreremo cosa dovete fare, come trovare l'indirizzo giusto e le credenziali di accesso.
I migliori Router WiFiDovete acquistare un router WiFi ma siete indecisi su quale comprare? Ecco la nostra guida d'acquisto per aiutarvi nella scelta, con tanti consigli.
Come configurare un routerNon sapete come configurare un router per impostare parametri di base, avanzati, cambiare password o migliorare la Wi-Fi? Ecco come fare.
Router per fibra ottica: guida all’acquistoAbbiamo una linea in FTTH o siamo raggiunti in VDSL al nostro indirizzo ma il modem router non è all'altezza? Vediamo insieme i migliori modelli.
Router: cos’è e come funzionaTutti abbiamo sentito parlare di router, a volte con un utilizzo improprio di questo termine. Facciamo un po' di chiarezza.
Router LTE – 4G: guida all’acquistoPossiamo sfruttare la nuova tecnologia LTE per connessioni veloci ovunque ci troviamo, con i router wireless compatibili.
Miglior router per gamingVolete acquistare un nuovo router per le vostre sessioni di gioco? Vediamo insieme quali sono i migliori router per gaming attualmente in commercio.

Come scegliere il router Wi-Fi giusto

di Alessio Salome

Come scegliere il router Wi-Fi giusto? Se questa è la domanda che vi state facendo, allora siete capitati nella guida giusta! Nelle prossime righe, infatti, vi sveleremo alcuni consigli per aiutarvi a scegliere il prodotto più adatto alle vostre esigenze, elencandovi le differenze fra router, modem e modem/router e tanto altro ancora. Non perdiamo altro tempo e passiamo subito al sodo.

Indice dei contenuti

Modem: cos’è

Il modem è un dispositivo che permette a chiunque di connettersi ad Internet sfruttando una connessione ADSL, VDSL e/o 3G/4G, la MODdulazione e la DEModulazione dei segnali elettrici tramite, per esempio, il doppino telefonico, un connettore RJ-11 oppure una connessione senza fili come LTE o WiMAX. Sul mercato esistono due tipi di modem: analogico e digitale. Nel primo caso parliamo, ad esempio, del vecchio 56K (che ormai non viene utilizzato più) mentre nel secondo si tratta di un dispositivo che ormai si trova in qualunque abitazione dove è presente una connessione ad Internet attiva.

Oltre al modem analogico esterno, inoltre, è possibile trovare modem interni con attacco PCI oppure usando una SIM. In particolare, sulla piazza troviamo modelli che si collegano al computer via Wi-Fi (come i pocket modem) oppure collegandoli a una porta USB (es. le chiavette offerte da Wind, Wind, Fastweb, 3 Italia, Vodafone e così via) o ancora modem che si collegano ai notebook attraverso una ExpressCard o quelli integrate direttamente in smartphone e tablet con modulo 3G/4G.

Router: cos’è

A differenza del modem, il router è un dispositivo che si occupa esclusivamente di instradare i dati fra una o più diverse reti informatiche. Ciò può avvenire in due modi: attraverso un cavo Ethernet oppure utilizzando una o più antenne (quindi via wireless) che possono trovarsi sia all’esterno che all’interno del dispositivo. A differenza del modem, però, il router offre varie funzioni aggiuntive come firewall, port forwarding, DNS normale o dinamico, QoS, la possibilità di gestire le reti LAN e/o WLAN e altro ancora.

Modem/router: cos’è

Negli ultimi anni sono stati immessi nel mercato dei dispositivi che possono essere considerati degli ibridi in quanto sono un misto fra modem e router. In particolare, in commercio abbiamo dei modem che hanno al loro interno un router e viceversa un router che integra un modem. Dunque, questi dispositivi riescono a compiere sia le operazioni fatte da un modem che di un router, oltre alla possibilità di utilizzarli anche come access point.

Un modem/router o un router/modem permette, inoltre, di risparmiare sui costi e soprattutto eviterete di perdere tempo nel collegare un dispositivo all’altro. I modem/router possono essere utilizzati con la maggior parte degli operatori italiani, quindi TIM, Tiscali, Fastweb, Vodafone, Infostrada, TeleTu e così via, quindi non c’è bisogno di noleggiare il dispositivo fornito dal provider (anche se in alcuni casi è obbligatorio da contratto).

Come scegliere il router Wi-Fi giusto

In questo capitolo vi elencheremo alcuni consigli da seguire per scegliere il modem/router giusto in base alle vostre esigenze.

Vediamo quali sono:

  • Supporto alla connettività ADSL2+ di tipo Annex A.
  • Supporto alla connettività VDSL/VDSL2 per utilizzare senza problemi la Fibra.
  • Compatibilità con la tecnologia wireless 802.11 ac (che sarà sempre più utilizzata).
  • 4 porte gigabit Ethernet in dotazione in modo da poter collegare direttamente i PC Desktop e/o i notebook che preferite attraverso i cavi Ethernet.
  • Una o più porte USB 3.0 per collegare e condividere con l’intera rete stampanti, chiavette USB, hard disk esterni e così via.
  • Supporto dual band (2.4 GHz + 5 GHz) per garantire una migliore copertura wireless e senza interferenze.
  • Supporto alla maggior quantità di Mb/s possibile.
  • Almeno due antenne esterne in dotazione (possibilmente rimovibili).
  • Supporto IPv6.
  • Supporto alla crittografia WPA/WPA2.
  • Supporto WPS (Wi-Fi Protected Setup).
  • Pulsanti per accendere/spegnere sia il Wi-Fi che il modem/router.
  • Processore dual core (anche se non necessario).
  • Maggior quantità possibile di memoria RAM.
  • Supporto VoIP (se avete bisogno di effettuare chiamate utilizzando Internet).
  • Tecnologia MU-MIMO in dotazione (Multiple User, Multiple Input, Multiple Output – permette al modem di gestire più dispositivi contemporaneamente senza impattare sulla velocità di trasferimento dei dati).
  • Porte EWAN per connettere il modem in cascata ad altri dispositivi via cavo, VDSL e Fibra.
  • Porte USB per condividere la connessione delle chiavette 3G/4G tramite router (non necessario).
  • Supporto alla tecnologia Mesh networking (molto utile se avete una casa o un ufficio molto grande e volete estendere la connessione Wi-Fi in ogni punto).
  • Tecnologia Beamforming+ (presente in alcuni router a 5 GHz più avanzati e ha lo scopo di migliorare le prestazioni delle reti a 5 GHz sul lungo raggio trasmettendo il segnale in modo preciso verso i device che ne hanno bisogno).
  • Vedere se il pannello di amministrazione vanta funzioni come il controllo genitoriale (parental control) e la possibilità di creare una rete ospite.

Ci sono alcuni modelli top di tipo tri band che riescono a utilizzare sia la banda a 2.4 GHz che due bande a 5 GHz in contemporanea per garantire una migliore velocità nel trasferimento dei dati. Per sfruttare pienamente alcune caratteristiche (come per esempio la tecnologia Wi-Fi 802.11 ac) è necessario disporre di un PC Desktop o notebook di ultima generazione. In alternativa, potete acquistare un apposito adattatore USB. Potete trovarne alcuni su Amazon.

OffertaPiù venduto N. 1
D-Link DWA-171 Adattatore USB Nano Wireless AC Dual-band, Nero/Antracite
D-Link Systems, Inc. - Personal computer
21,99 EUR - 24% 16,69 EUR
OffertaPiù venduto N. 2
D-Link DWA-182 Adattatore USB Wireless AC Dual-band, Nero/Antracite
D-Link Systems, Inc. - Personal computer
39,99 EUR - 27% 29,09 EUR

Un altro consiglio che vi diamo per scegliere il router Wi-Fi giusto è di affidarvi ai seguenti brand: Sitecom, TP-Link, D-Link, Buffalo, ASUS, Belkin, FRITZ!, Netgear, Linksys e ZyXEL.

Dove acquistare il router Wi-Fi giusto

Nelle scorse settimane abbiamo pubblicato una serie di guide interessanti su ChimeraRevo che sicuramente vi aiuteranno a scegliere il dispositivo giusto in base alle vostre esigenze. Le trovate elencate qui sotto:

Altri articoli utili

Router: cos’è e come funzionaTutti abbiamo sentito parlare di router, a volte con un utilizzo improprio di questo termine. Facciamo un po' di chiarezza.
Come configurare il router per migliorare la sicurezza del WiFiTemiamo che qualche vicino abbia accesso alla nostra rete? Vediamo quali procedure applicare per migliorare sensibilmente la sicurezza del WiFi di casa.
Come aumentare velocità InternetInternet che va lento è una soluzione davvero frustrante vero? Non possiamo fare miracoli ma cercheremo comunque di darvi alcuni consigli per migliorare la vostra situazione.
Come potenziare segnale WiFiState riscontrando problemi con la vostra Wi-Fi e volete assolutamente potenziare il vostro segnale? Ecco a voi alcuni utili trucchi.
Come entrare nel router e accedere alle impostazioniEntrare nel router non è così difficile: in questo articolo vi mostreremo cosa dovete fare, come trovare l'indirizzo giusto e le credenziali di accesso.
Come collegare un nuovo router WiFi su FastwebL'HAG dell'operatore non vi convince? Vediamo come collegare un altro router WiFi a cascata senza rinunciare al modem incluso nella propria offerta.
iPhone come router: attivare hotspotVuoi condividere la tua rete cellulare con gli altri dispositivi? Ecco la guida su come attivare l'hotspot per usare l'iPhone come router.
Come configurare un routerNon sapete come configurare un router per impostare parametri di base, avanzati, cambiare password o migliorare la Wi-Fi? Ecco come fare.
Come trovare indirizzo IP del routerNon sappiamo come entrare nel nostro router per cambiare le impostazioni? Ecco la guida per trovare l'indirizzo IP del router.
Come migliorare la connessione Wi-FiDovete migliorare la connessione Wi-Fi perché troppo debole in alcuni punti della casa? Ecco i nostri consigli per potenziare il segnale.
Come cambiare i DNS nel routerNon esiste un procedimento standard ma basta sapere, orientativamente, dove guardare
Come collegare due router in cascata: guida completaNecessità di espandere la rete locale? Il router offerto dall'operatore non è il massimo? Una soluzione potrebbe essere il 'cascading'

Migliori router FRITZ!Box

di Giuseppe Brandi

Il vostro vecchio router non è più in grado di garantire performance soddisfacenti? Cercate una soluzione che possa permettervi di sfruttare al massimo la vostra connessione? Nessun problema: AVM, il famoso produttore di router FRITZ!Box, propone diverse soluzioni adatte a qualsiasi tipologia di utente. In questa guida andremo a vedere i migliori router FRITZ!Box a confronto, suddividendoli per fascia di prezzo ed evidenziando le caratteristiche salienti di ognuno.

Indice

Come scegliere un router FRITZ!Box

Prima di vedere quale router FRITZ!Box comprare, capiamo quali sono i fattori principali da verificare nella scelta di un nuovo router.

Rete Wireless

Una tra le prime caratteristiche da considerare è la tipologia di rete wireless. Al momento possiamo trovare due soluzioni principali: 802.11 N 802.11 AC. Il primo fa riferimento a modelli che possono raggiungere una velocità di trasferimento pari a 450 Mbps, mentre il secondo si riferisce a prodotti che arrivano ad una velocità di addirittura 1.3 Gbps. Dunque, un router di tipo “AC” garantisce performance migliori rispetto ad uno più datato di tipologia N”.

Banda

Un’altra distinzione molto importante da fare è quella tra i router monoband router dualband. I primi, solitamente più datati, lavorano su un’unica frequenza da 2.4 GHz. I secondi, invece, permettono di configurare due reti wireless che lavorano su frequenze diverse: in questo caso 2.4 GHz 5 GHz. La differenza principale tra le due è che la 2.4 GHz funziona meglio per coprire aree più ampie, mentre la 5 GHz consente velocità maggiori per le connessioni a breve raggio.

Bitrate

Il bitrate viene utilizzato per esprimere la velocità di trasmissione, ovvero il quantitativo di informazione che il collegamento trasferisce in una determinata unità di tempo. Maggiore sarà il bitrate e maggiore sarà anche la velocità in download e upload della rete, a patto che questa lo consenta.

Migliori router FRITZ!Box

Senza ulteriori indugi, vediamo quali sono i migliori router FRITZ!Box presenti sul mercato.

FRITZ!Box 4020

Offerta
AVM FRITZ! Box 4020 International Router Wireless N 450, 1 USB per Modem 3G-4G, 4 Porte LAN, Access Point, Design Compatto
  • Router wireless per il collegamento ad una rete già disponibile come un modem ADSL, Fibra (VDSL, FTTH), WLL (internet via radio/satellite come Eolo, Open Sky, Noisat)
  • Wireless N fino a 450 Mbit/s (sulla banda da 2,4 GHz), 1 Wan + 4 LAN
  • Rete Ospiti Wireless o LAN con Captive Portal
  • Accesso sicuro al FRITZBox da ovunque con MyFRITZ! (Dynamic DNS gratuito) e VPN
  • Prioritizzazione del traffico per Gaming e Streaming
59,99 EUR - 21% 47,54 EUR
Acquista su Amazon

Il primo router di AVM che analizziamo è un ottimo entry-level da abbinare ad una connessione non troppo veloce. Si tratta di un monoband con 4 porte LAN 1 porta USB che funge da media server. Non dispone di una memoria interna, per cui dovrete collegare un dispositivo esterno tramite l’apposita porta USB.

  • Rete wireless: N
  • Banda: 2.4 GHz
  • Bitrate: 450 Mbps

FRITZ!Box 3272

AVM FRITZ! Box 3272 Modem Router Wireless N450, ADSL, ADSL2+, 2 LAN Gigabit, Media Server
  • Software e istruzioni in italiano
  • Rete wireless tramite WLAN N fino a 450 Mbit/s
  • WLAN N (2,4 GHz) per fino a 450 Mbit/s, compatibile con i precedenti standard WLAN (802.11g/b/n)
  • Media server per la condivisione in rete di musica, immagini e video
  • 2 Porta USB 2.0 per la condivisione in rete di stampanti e supporti di archiviazione
72,45 EUR
Acquista su Amazon

Questo dispositivo condivide le stesse caratteristiche del 4020 appena visto. L’unica differenza da segnalare è la presenza di 2 porte LAN Gigabit 2 porte USB.

  • Rete wireless: N
  • Banda: 2.4 GHz
  • Bitrate: 450 Mbps

FRITZ!Box 4040

Offerta
AVM FRITZ! Box 4040 International Router Wireless AC 1300 (860+400 Mbps), 1 Wan Gigabit + 4 LAN Gigabit, Access Point, 2 USB
  • Router wireless per il collegamento ad una rete già disponibile come un modem ADSL, Fibra (VDSL, FTTH), WLL (internet via radio/satellite come Eolo, Open Sky, Noisat)
  • Wireless AC+N fino a 1300 Mbit/s con Band Steering
  • 1 USB 3.0 e 1 USB 2.0 per collegare Modem 4G-3G, Hard Disk e Stampanti
  • Rete Ospiti Wireless o LAN con Captive Portal
  • Accesso sicuro al FRITZBox da ovunque con MyFRITZ! (Dynamic DNS gratuito) e VPN
99,00 EUR - 15% 83,99 EUR
Acquista su Amazon

Ultimo tra i router AVM di fascia bassa, questo FRITZ!Box 4040 migliora alcuni aspetti critici del 4020. Si tratta di un dispositivo dualband con 4 porte LAN Gigabit 2 porte USB. Non è presente, come nei modelli precedenti, il supporto all’ADSL/ADSL2+.

  • Rete wireless: AC + N
  • Banda: 2.4 GHz e 5 GHz
  • Bitrate: 866 Mbps + 400 Mbps

FRITZ!Box 7430

Offerta
AVM FRITZ! Box 7430 International Modem Router Wireless N450, Telefonia VoIP, Base DECT, ATA, Segreteria, ADSL2+, VDSL, 4 LAN, 1 USB, 1 FXS
  • Funzionalità di router anche con chiavetta 4G/3G (LTE/UMTS/HSPA) o via porta Ethernet 1 per connessione con modem via cavo o fibra ottica (FTTH)
  • Gestisce fino a 20 account VoIP, funzione ATA
  • Base DECT per collegare fino a 6 Cordless (GAP)
  • Possibilità di configurare fino a 5 segreterie telefoniche con Voice2Mail
  • Rete Ospiti Wireless o LAN con Captive Portal
129,00 EUR - 19% 104,99 EUR
Acquista su Amazon

Sale la fascia di prezzo ma sale anche la qualità. Sebbene questo router sia monoband e non abbia porte LAN Gigabit, supporta l’ADSL/ADSL2+ VDSL. Può funzionare come centralino e dispone di servizio di segreteria e fax.

  • Rete wireless: N
  • Banda: 2.4 GHz
  • Bitrate: 450 Mbps

FRITZ!Box 3490

Offerta
AVM FRITZ! Box 3490 International Modem Router Wireless, AC1750 Dual Band, ADSL2+, Fibra (VDSL), 4 LAN Gigabit, Modalità Router con WAN in LAN 1, 2 USB 3.0, Software e Istruzioni in Italiano
  • Funzionalità di router anche con chiavetta 4G/3G (LTE/UMTS/HSPA) o via porta Ethernet 1 per connessione con modem via cavo o fibra ottica (FTTH)
  • Wireless dual AC + N per l'uso in simultanea delle bande di frequenza da 2,4 GHz e 5 GHz (450 + 1300 Mbit/s)
  • Maggiore copertura e velocità wireless grazie al Band Steering
  • Accesso sicuro al FRITZBox da ovunque con MyFRITZ! (Dynamic DNS gratuito) e VPN
  • Prioritizzazione del traffico per Media Streaming
159,99 EUR - 26% 119,00 EUR
Acquista su Amazon

Nella fascia media è davvero difficile trovare un prodotto completo come il FRITZ!Box 3490. Nonostante perda il supporto alla segreteria e ai fax è un dualband con 4 porte LAN Gigabit.

  • Rete wireless: AC + N
  • Banda: 2.4 GHz e 5 GHz
  • Bitrate: 1300 Mbps + 450 Mbps

FRITZ!Box 6820

Offerta
AVM FRITZ!Box 6820 LTE, Modem 4G/3G, Slot per SIM, Wireless N 450 Mbits, 1 LAN Gigabit, Alimentato, Istruzioni e Software in Italiano
  • Internet veloce via rete mobile grazie al modem LTE (4G) e UMTS (3G) integrato
  • Modem LTE di cat. 4 (FDD) con multibanda per tutte le bande wireless mobili in uso attualmente in Europa
  • Internet via LTE fino a 150 Mbit/s, via UMTS/HSPA+ fino a 42 Mbit/s
  • Velocità di 450 Mbit/s e portata massima grazie a Wireless N (2,4 GHz, MIMO 3 x 3)
  • Contenuto confezione: FRITZ!Box 6820 LTE, Cavo LAN di 1.5 metri, Alimentatore, Guida rapida plurilingue (EN, DE, ES, FR, IT, PL, NL), FRITZ! Notice (EN, DE)
249,00 EUR - 22% 193,51 EUR
Acquista su Amazon

Oltre a prodotti destinati a rimanere nelle vostre case, AVM propone anche un modem 4G portatile, che non rinuncia a caratteristiche di alto livello.

Ovviamente non si tratta di un prodotto indicato per le funzioni di segreteria, fax e media server; piuttosto è indicato per un utilizzo lavorativo fuori porta.

  • Rete wireless: N
  • Banda: 2.4 GHz
  • Bitrate: 450 Mbps

FRITZ!Box 7490

Offerta
AVM FRITZ! Box 7490 International Modem Router Wireless AC 1750, ADSL2+, Fibra (VDSL), Telefonia Analogica e/o VoIP, Base Dect, Centralino, Segreteria, 4 LAN Gigabit, 2 Usb 3.0, 2 FXS
  • Prezzo minimo applicato negli ultimi 30 giorni: EUR 188,01
  • Funzionalità  di router anche con chiavetta 4G/3G (LTE/UMTS/HSPA) o via porta Ethernet 1 per connessione con modem via cavo o fibra ottica (FTTH)
  • Wireless dual AC + N per l'uso in simultanea delle bande di frequenza da 2,4 GHz e 5 GHz (450 + 1300 Mbit/s)
  • Gestisce 1 linea telefonica analogica e/o fino a 20 account VoIP
  • Base DECT per collegare fino a 6 Cordless (GAP)
299,00 EUR - 31% 205,00 EUR
Acquista su Amazon

Ex re indiscusso della fascia alta, questo FRITZ!Box 7490 è un router dualband con i fiocchi che supporta, oltre ai protocolli ADSL/ADSL2+VDSL ISDN, anche la telefonia VoIP.

Rispetto a tutti gli altri prodotti AVM, dispone di una memoria interna (seppure irrisoria, di appena 500 MB) da dedicare alle funzioni di media server o per la memorizzazione di contatti e segreteria.

  • Rete wireless: AC + N
  • Banda: 2.4 GHz e 5 GHz
  • Bitrate: 1300 Mbps + 450 Mbps

FRITZ!Box 7590

Offerta
AVM FRITZ!Box 7590 International Modem Router, Wireless Veloce AC+N 2533 Mbit/s, Telefonia Analogica e VoIP, Base DECT, Media Server
  • Modem Router che usa la tecnologia 4x4 Multi-User-MIMO 1.733 (5 GHz) + 800 Mbit/s (2.4 GHz) contemporaneamente
  • Centralino per tutti i telefoni analogici, ISDN, DECT e IP, base DECT per 6 telefoni cordless, funzione di ricezione e di invio di fax
  • Media server con connettività NAS integrato mette a disposizione della rete domestica musica, immagini e video DLNA, UPnP AV
  • 4 porte LAN Gigabit ultraveloci per computer, televisori ed altri dispositivi di rete, 2 potenti porte USB 3.0 per supporti di memoria (NAS), stampanti di rete e chiavette per rete mobile
  • Contenuto: FRITZ!Box 7590, cavo DSL/telefono 4.00m, cavo LAN 1.5m, alimentatore, istruzioni di installazione
289,00 EUR - 4% 278,46 EUR
Acquista su Amazon

Proprio per via dell’enorme successo riscosso dal 7490, AVM ha deciso bene di produrre un valido successore che migliora, oltre che nelle performance, anche nel design.

Come vi abbiamo già detto, AVM cerca di mantenere il suo stile iconico, quasi giocattoloso, su tutta la sua gamma di dispositivi. Con questo nuovo router è evidente come qualcosa stia cambiando. Il prodotto è molto più elegante, grazie anche alla forma affusolata e ad un uso meno preponderante del colore rosso.

Passando alle specifiche, invece, condivide le stesse del 7490, ma ha un bitrate maggiore.

  • Rete wireless: AC + N
  • Banda: 2.4 GHz e 5 GHz
  • Bitrate: 1733 Mbps + 800 Mbps

Conclusioni e altre guide utili

AVM ha proprio una soluzione per tutte le tasche. Vi consigliamo di scegliere attentamente il router FRITZ!Box più adatto alla vostra rete, in quanto se disponete di fibra ottica non potrete scegliere un prodotto limitato ad una banda e con bitrate basso. Al contrario, se avete una connessione bassa e lenta, sarà inutile spendere tanto per un router che non potrete sfruttare al massimo. La soluzione sta nel trovare il giusto equilibrio! Per maggiori informazioni, vi rimandiamo ad alcuni articoli:

Router: cos’è e come funzionaTutti abbiamo sentito parlare di router, a volte con un utilizzo improprio di questo termine. Facciamo un po' di chiarezza.
Router per fibra ottica: guida all’acquistoAbbiamo una linea in FTTH o siamo raggiunti in VDSL al nostro indirizzo ma il modem router non è all'altezza? Vediamo insieme i migliori modelli.
I migliori Router WiFiDovete acquistare un router WiFi ma siete indecisi su quale comprare? Ecco la nostra guida d'acquisto per aiutarvi nella scelta, con tanti consigli.

Recensione ROUTER MESH EnGenius EMR3000

di Andrea Galeazzi
Ed eccoci ad una nuova puntata dedicata ai router/access point Mesh, ovvero quegli apparati che ci permettono di distribuire in maniera intelligente la banda internet che arriva nel modem del nostro operatore che, solitamente, ha un WiFi abbastanza limitato. La […]
❌