Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Ecco le novità di Portal Games per il 2020

di Mabelle Sasso
Infornata di novità in arrivo dalla polacca Portal Games. La casa editrice di Detective e Coloni Imperiali ha annunciato i titoli dei suoi nuovi giochi durante l’annuale convention PortalCon. A giudicare dalla quantità degli annunci e dei giochi che saranno pubblicati nel corso di questo 2020 è proprio il caso di dire che questo sarà […]

I film in uscita al cinema – Febbraio 2020

di Giovanni Arestia
Il “mega elenco” dei film al cinema di febbraio 2020! Il 2020 è iniziato con un gennaio ricco di sorprese e successi quasi inaspettati, anche se non sono mancate le piccole ma cocenti delusioni. Febbraio non sarà da meno, sperando che possano del tutto mancare le delusioni. Questo mese ci riserverà il gradito e atteso […]

Promare, la recensione dell’esplosivo film animato dello studio Trigger

di Andrea Balena
I prolifici Nexo Digital e Dynit, per lanciare la stagione 2020 dei lungometraggi animati, hanno deciso di partire col botto con Promare, il titanico debutto cinematografico dello studio Trigger sotto la direzione artistica del duo Hiroyuki Imaishi e Kazuki Nakashima, autori dietro alle apprezzate serie Sfondamento dei Cieli Gurren Lagann e Kill la Kill. In sala […]

Ztl Roma: orari, mappa e permessi

di Raffaele Dambra

Ztl Roma orari mappa permessi

Oggi ci occupiamo dell’immensa Ztl di Roma, con gli orari, la mappa, i permessi e i divieti. Considerata non a torto una delle zone a traffico limitato più estese d’Europa, prevede tre grandi aree (Centro Storico, Anello ferroviario e Fascia verde) sottoposte a differenti limitazioni. La Ztl del Centro Storico è a sua volta completata da altre quattro Ztl, San Lorenzo, Testaccio, Trastevere e Tridente, situate in determinati quartieri o strade molto frequentate da residenti e turisti, alcune delle quali sono attive solo nelle ore serali e notturne. Insomma di carne al fuoco ce n’è tanta, proviamo a fare chiarezza  (cliccate sulle mappe per visualizzarle in formato più grande).

ZTL ROMA: CENTRO STORICO

La Ztl di Roma Centro Storico delimita tutta la parte rinascimentale della Capitale, in una sorta di cerchio imperfetto racchiuso a nord da Piazza del Popolo, a ovest dal Tevere, a sud dai Fori Imperiali fino all’anello interno del Colosseo e a est da via Vittorio Veneto. Si tratta di una Ztl sia diurna che notturna.

– Orari Ztl Centro Storico:

La Ztl Centro Storico diurna è chiusa alle automobili dalle 6:30 alle 18:00 da lunedì a venerdì (esclusi i festivi) e dalle 14:00 alle 18.00 il sabato (esclusi i festivi). La Ztl Centro Storico notturna è chiusa invece dalle 23:00 alle 3:00 di ogni venerdì e sabato (esclusi i festivi). La Ztl notturna è sospesa dall’1 al 31 agosto.

– Divieti, permessi, esenzioni della Ztl Centro Storico:

L’accesso alle Ztl del Centro Storico negli orari di attivazione è vietato a tutti veicoli, con l’eccezione di quelli provvisti di regolare permesse o esenzione. Pertanto possono accedere in Ztl, utilizzando i veicoli autorizzati ed esponendo il contrassegno in evidenza sul cruscotto o sul lunotto posteriore, le seguenti categorie:
residenti e altri soggetti aventi diritto al permesso per la Ztl;
disabili in possesso di contrassegno speciale di circolazione;
auto delle forze dell’ordine, taxi, auto a noleggio con conducente (NCC);
moto e ciclomotori;
auto elettriche previa richiesta per email a Roma Servizi per la Mobilità (pubbliciserviziZTL@romamobilita.it) a cui allegare copia della carta di circolazione del veicolo.

Sono previsti inoltre permessi per numerose altre categorie.

A seconda della diversa tipologia di permesso si ha diritto al solo transito (attraversamento della Ztl) o anche alla circolazione (accesso nella Ztl) e sosta su strada negli spazi consentiti.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/ztl-centro-storico

ZTL ROMA: SAN LORENZO

La Ztl San Lorenzo di Roma copre l’omonimo quartiere ed è delimitata da via Tiburtina, via dei Reti, viale dello Scalo San Lorenzo e via di Porta Labicana. Si tratta di una zona a traffico limitato notturna.

– Orari Ztl San Lorenzo:

La Ztl San Lorenzo è chiusa alle automobili dalle 21:30 alle 3:00 di ogni venerdì e sabato, anche se festivi. Inoltre da maggio a ottobre è attiva pure il mercoledì e il giovedì (anche festivi) con gli stessi orari. La Ztl San Lorenzo è sospesa dall’1 al 31 agosto.

Divieti, permessi ed esenzioni della Ztl San Lorenzo sono gli stessi della Ztl Centro Storico.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/ztl-san-lorenzo

ZTL ROMA: TESTACCIO

La Ztl Testaccio di Roma si trova nell’omonimo quartiere ed è compresa all’interno del perimetro formato da lungotevere Testaccio, via Marmorata, via Luigi Galvani, via Beniamino Franklin e via Aldo Manuzio. Si tratta di una zona a traffico limitato notturna.

– Orari Ztl Testaccio:

La Ztl Testaccio è chiusa alle automobili dalle 23:00 alle 3:00 di ogni venerdì e sabato, esclusi i festivi. La Ztl San Lorenzo è sospesa dall’1 al 31 agosto.

Divieti, permessi ed esenzioni della Ztl Testaccio sono gli stessi della Ztl Centro Storico.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/ztl-testaccio

ZTL ROMA: TRASTEVERE

La Ztl Trastevere di Roma, sia diurna che notturna, copre ovviamente l’omonimo e caratteristico quartiere situato al di là della sponda del Tevere rispetto al centro storico. I suoi confini sono delimitati approssimativamente da via di Sant’Onofrio, lungotevere Gianicolense, lungotevere della Farnesina, lungotevere Raffaello Sanzio, lungotevere degli Anguillara, lungotevere Ripa, via di San Michele, via della Madonna dell’Orto, via Anicia, via di San Francesco a Ripa, via Emilio Morosini, via Dandolo, viale Glorioso, Scalea del Tamburino, via Nicola Fabrizi, via Giuseppe Garibaldi e passeggiata del Gianicolo. È ‘tagliata in due’ da viale Trastevere che non fa parte della Ztl ed è sempre percorribile dai veicoli.

– Orari Ztl Trastevere:

La Ztl di Trastevere a Roma è chiusa alle automobili in orario diurno dalle 6:30 alle 10:00 tutti i giorni, esclusi i festivi. In orario notturno è chiusa invece dalle 21:30 alle 3:00 di ogni venerdì e sabato, anche se festivi, mentre da maggio a ottobre è chiusa al traffico anche il mercoledì e il giovedì con gli stessi orari. La Ztl Trastevere è sospesa dall’1 al 31 agosto.

Divieti, permessi ed esenzioni della Ztl Trastevere sono gli stessi della Ztl Centro Storico.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/ztl-trastevere

ZTL ROMA: TRIDENTE

La super centrale Ztl Tridente o A1, istituita nell’autunno 2014, interessa le tre vie che partono da piazza del Popolo (da cui il nome Tridente), ovvero via di Ripetta, via del Corso e via del Babuino, e le strade immediatamente limitrofe tra cui piazza di Spagna. È situata all’interno della Ztl Centro Storico ma osserva orari diversi.

– Orari Ztl Tridente:

La Ztl Tridente (A1) è completamente chiusa ad automobili, ciclomotori e motocicli dalle 6:30 alle 19:00 da lunedì a venerdì, esclusi i festivi, e dalle 10:00 alle 19.00 del sabato, sempre esclusi i festivi.

Permessi, esenzioni e ulteriori informazioni sulla Ztl Tridente di Roma a questo link.

ZTL ROMA: ANELLO FERROVIARIO

La Ztl Anello Ferroviario di Roma è un’area molto vasta che include le zone centrali e semicentrali della Capitale. Nella mappa qui sopra è quella contrassegnata in viola.

– Orari Ztl Anello Ferroviario:

La Ztl è attiva in modo permanente dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali. Non ci sono limiti di orario.

– Divieti della Ztl Anello Ferroviario:

Quando la Ztl Anello Ferroviario è attiva non possono accedere e circolare gli autoveicoli pre-Euro 1 (benzina e diesel), Euro 1 (benzina e diesel), Euro 2 (diesel). Inoltre dal 1° novembre 2019 al 31 ottobre 2020 sono inclusi pure gli Euro 2 (benzina) e gli Euro 3 (diesel). Altri veicoli che non possono circolare fino al 31 ottobre 2020 sono i ciclomotori e motoveicoli Euro 1 (a due, tre e quattro ruote) dotati di motore a 2 e 4 tempi. Sempre nella Ztl Anello Ferroviario non possono accedere e circolare 24/7 i ciclomotori e motoveicoli Euro 0 (a due, tre e quattro ruote) dotati di motore a 2 e 4 tempi.

IMPORTANTE: le limitazioni all’accesso e alla circolazione all’interno dell’Anello Ferroviario si applicano contestualmente a TUTTE le Ztl del centro storico, residenti compresi.

Per le norme sui permessi cliccare qui.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/fascia-verde-anello-ferroviario

ZTL ROMA: FASCIA VERDE

La Ztl Fascia Verde di Roma comprende l’intera area all’interno del Grande Raccordo Anulare (GRA), ad esclusione di quattro zone, denominate Zona A, Zona B, Zona C e Zona D, le cui strade sono invece aperte alla circolazione. Nella mappa qui sopra è quella contrassegnata in verde.

– Orari Ztl Fascia Verde:

La Ztl è attiva in modo permanente dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali. Non ci sono limiti di orario.

– Divieti della Ztl Fascia Verde:

Nei giorni indicati non possono accedere e circolare nella Ztl Fascia Verde gli autoveicoli pre-Euro 1 (benzina e diesel), Euro 1 (benzina e diesel) e Euro 2 (diesel). Inoltre, nel caso di superamento dei limiti di inquinamento, l’area viene interdetta ad altre categorie di veicoli, fino a comprendere gli ultimissimi diesel Euro 6.

Per le norme sui permessi cliccare qui.

Altre informazioni:
https://romamobilita.it/it/servizi/ztl/fascia-verde-anello-ferroviario.

The post Ztl Roma: orari, mappa e permessi appeared first on SicurAUTO.it.

Car sharing Roma: da maggio 2020 servizio esteso alle periferie

di Raffaele Dambra

Car sharing Roma

Con la delibera 306/2019 la Giunta Capitolina ha esteso alle periferie, fino a raggiungere Ostia, il servizio di car sharing a Roma, oggi limitato alle zone centrali e semi centrali (1, 2 e 3). Le nuove linee guida per la mobilità condivisa saranno in vigore dal 1° maggio 2020, sino ad allora rimarranno valide le attuali norme. In cambio del potenziamento del servizio gli operatori di car sharing della Capitale otterranno sconti sul canone che versano nelle casse del Comune di Roma: più si spingeranno lontano dalle aree del centro e meno pagheranno.

CAR SHARING ROMA: LE ATTUALI REGOLE E LE NOVITÀ 2020

Attualmente, infatti, gli operatori versano al Campidoglio 1.200 euro l’anno per ciascun veicolo, tariffa che comprende l’accesso libero nella ZTL e la sosta gratuita sulle strisce blu. Il canone scende a 480 euro annui se prevede solo il parcheggio libero negli stalli a pagamento. Ma dal prossimo 1° maggio, con l’estensione del servizio alle zone più periferiche, le tariffe caleranno progressivamente in base all’area di operatività. Per esempio nella zona 4, quella del GRA (Grande Raccordo Anulare), sul prezzo pieno di 1.200 euro ci saranno sconti da 90 a 540 euro a seconda della superficie dell’area, che va da 4 a 24 kmq. E per le società di car sharing che decideranno di coprire anche la zona 5 (area extra GRA) e la zona 6 (area di Ostia) di Roma, nella migliore delle ipotesi il canone potrà addirittura azzerarsi.

CAR SHARING A ROMA: FLOTTA DA CAMBIARE OGNI 4 ANNI

Per accedere alle tariffe agevolate gli operatori di car sharing a Roma, oltre ad ampliare la copertura del servizio, dovranno garantire dei servizi minimi. I più importanti sono: prevedere il noleggio in condivisione 24 ore su 24, con disponibilità di un call center per le necessità dei clienti; cambiare i veicoli ogni 4 anni, oppure al raggiungimento di 100 mila km di percorrenza, con modelli nuovi e dal minimo impatto ambientale; garantire, a partire dal 2021, una flotta composta da almeno 600 vetture o 200 se si tratta di soli veicoli elettrici. Il Comune di Roma si impegnerà invece a realizzare nuovi stalli dedicati ai veicoli in sharing e una serie di isole ambientali nei punti più strategici della città (ad esempio presso le stazioni ferrovie e della metro o al capolinea dei mezzi pubblici), dotate anche di colonnine di ricarica.

ROMA: SHARING IN PERIFERIA ANCHE PER GLI SCOOTER

Nella delibera che ha introdotto le suddette novità si specifica che le nuove linee guida saranno valide dal 1° maggio 2020 non solo per gli operatori di car sharing ma anche, ove compatibili, per quelli di scooter sharing. A Roma il servizio di noleggio auto in condivisione è attualmente offerto da Enjoy, Share Now (la nuova società nata dall’unione di Car2go e Drive Now, qui le tariffe), Sharengo e Car Sharing Roma, quest’ultimo gestito direttamente dal Comune. Per gli scooter abbiamo invece Zig Zag, eCooltra e Cityscoot.

Cliccando sul tasto Scarica PDF si può visualizzare l’intera delibera 306/2019 di Roma Capitale con tutte le specifiche delle nuove linee guida sul car sharing da maggio 2020.

The post Car sharing Roma: da maggio 2020 servizio esteso alle periferie appeared first on SicurAUTO.it.

Blocco diesel in Emilia Romagna: le Euro 4 tornano a circolare dal 21 gennaio

di Donato D'Ambrosi

Il Blocco diesel in Emilia Romagna rientra dall’ultimo allarme sulle auto diesel Euro 4. Una buona notizia per gli automobilisti che da alcuni giorni si erano imbattuti nel divieto alla circolazione esteso alle auto diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Secondo l’ultimo bollettino di oggi dell’Arpa i livelli di particolato PM10 sono rientrati nei limiti (50 ug/m3) dopo le ordinanze precedenti sul blocco ai diesel Euro 4.

REVOCA BLOCCO DIESEL EURO 4, IN QUALI CITTA’

Dopo Roma che ha indetto il criticato blocco ai diesel Euro 6 in fascia verde, è comprensibile il timore di restare a piedi in tutta Italia. Il bollettino dell’Arpa (Agenzia Regionale Protezione Ambientale) dell’Emilia Romagna, l’allarme del 17 gennaio 2020 potrà rientrare. Dal 21 gennaio 2020 possono circolare le auto Euro 4 diesel che erano state bloccate in molti comuni tranne che a Forlì e Cesena. Il 17 gennaio 2020 infatti erano stati rilevati superamenti delle soglie di particolato PM10. Rispetto alla soglia di 50 ug/m3 di PM10, era scattata l’allerta smog a Modena (125 ug/m3), Bologna (118ug/m3), Rimini (110ug/m3), Reggio Emilia (107ug/m3), Forlì-Cesena (106ug/m3), Ferrara (106ug/m3) e Ravenna (102ug/m3).

PERCHE’ IL BLOCCO DIESEL EURO 4 IN EMILIA ROMAGNA

Il superamento della soglia di 50 ug/m3 per 3 giorni consecutivi rispetto al precedente bollettino ha fatto scattare l’estensione del blocco diesel Euro 4 in Emilia Romagna, tranne a Forlì-Cesena (13 gennaio 50 ug/m3). Come spiega l’Arpae, fenomeni di inversione termica e assenza di condensazione o di brinamento, aumentano gli inquinanti negli strati più bassi dell’atmosfera e l’aerosol secondario. La perturbazione regionale del weekend 18-19 gennaio ha portato ad una drastica riduzione della concentrazione delle polveri, facendo rientrare i valori registrati dalle stazioni di monitoraggio. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

LIMITAZIONI E ORARI STANDARD SUL BLOCCO AUTO IN EMILIA ROMAGNA

Con i livelli di PM10 entro la soglia limite in tutte le province, non è più quindi in vigore il blocco alla circolazione delle auto diesel Euro 4 dal 21 gennaio 2020. Almeno fino al prossimo bollettino dell’Arpae del 23 gennaio 2020 non ci saranno limitazioni all’uso domestico di biomasse e alle temperature dei riscaldamenti domestici. Restano invece invariate le limitazioni alla circolazione nei Comuni aderenti al PAIR dell’Emilia Romagna. Non possono circolare in Emilia Romagna dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e nelle domeniche ecologiche dalle 8.30 alle 18.30:

– veicoli benzina Pre Euro e Euro 1;
– veicoli diesel Pre Euro, Euro 1, Euro 2 e Euro 3;
– ciclomotori e motocicli Pre Euro.

The post Blocco diesel in Emilia Romagna: le Euro 4 tornano a circolare dal 21 gennaio appeared first on SicurAUTO.it.

L’uomo che fece perdere la guerra ai nazisti: la recensione

di Giovanni Arestia
La paura e il sospetto di avere un nemico all’interno della propria patria sicura sono sempre stati degli aspetti determinanti della storia moderna. Sia che siano reali, sia che siano falsi, creare dei nemici ha sempre rafforzato il potere dello Stato e la fiducia del popolo in esso e questo è uno dei principali motivi […]

Romancing SaGa 3 | Recensione

di Luca Salerno
Romancing SaGa 3 nelle sue fasi iniziali è quasi rassicurante. I castelli, i paesi e i personaggi in stile 16-bit compongono uno scenario quasi familiare che ricorda molto da vicino Final Fantasy. Se fossero due fratelli gemelli, Final Fantasy sarebbe il classico figlio con “la testa a posto”: preciso, ordinato e con una chiara idea […]

Dragon Ball Super Broly: in arrivo il romanzo firmato Edizioni Star Comics!

di Francesco Caputo
Dopo aver fatto incetta nelle sale cinematografiche e nei cuori degli appassionati, Dragon Ball Super Broly debutta nuovamente in un nuovo formato, quello cartaceo. A portare in Italia quest’opera manga è Edizioni Star Comics, che ha da poco annunciato la data d’uscita. Leggi anche: Dragon Ball Super: Broly recensione della Ultralimited Edition Blu-Ray La narrazione […]

Blocco diesel Euro 3 a Roma: al via il divieto permanente

di Raffaele Dambra

Blocco diesel Euro 3 a Roma

Dopo Milano, Torino, Bologna e altre città italiane, anche la Capitale estende il divieto di circolazione permanente delle automobili più inquinanti tramite il blocco dei diesel Euro 3. Roma compie dunque un altro decisivo passo verso l’obiettivo finale, che è quello di eliminare completamente i diesel dal centro storico entro l’anno 2024. Entrato in vigore formalmente venerdì 1° novembre 2019 ma sostanzialmente lunedì 4 novembre, il blocco è limitato alla Ztl ‘Anello ferroviario’ che include gran parte delle aree centrali e semi-centrali.

BLOCCO DIESEL EURO 3 A ROMA: STOP DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ

Il blocco dei diesel Euro 3 a Roma è valido dal lunedì al venerdì per l’intera giornata, con esclusione dei festivi infrasettimanali (per questo non è scattato il 1° novembre, giorno festivo, ma il 4). Insieme ai diesel Euro 3 sono interessate dal divieto di circolazione anche le autovetture a benzina Euro 2; e i ciclomotori e motoveicoli Euro 1 a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi. Inoltre, in via transitoria fino al 31 marzo 2020, non potranno circolare nella Ztl Anello Ferroviario (dal lunedì al venerdì, ad eccezione dei festivi, nelle fasce orarie 7:30-10:30 e 16:30-20:30) pure i veicoli commerciali diesel Euro 3 e benzina Euro 2 che il Codice della Strada identifica con le categorie N1, N2 e N3.

MISURE ANTISMOG ROMA 2019: ESENZIONI

Le nuove misure antismog che mettono al bando dal centro di Roma i diesel Euro 3 interessano all’incirca 230 mila veicoli, anche se non mancano le esclusioni. Sono infatti esentate dal divieto di circolazione le seguenti categorie: 1) veicoli muniti del contrassegno per persone invalide; 2) veicoli adibiti a servizi di polizia, sicurezza, emergenza, soccorso stradale, pronto intervento, trasporto salme; 3) veicoli adibiti al trasporto collettivo pubblico; 4) veicoli adibiti ai rifiuti, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi per il decoro urbano; 6) veicoli adibiti al trasporto di partecipanti a cortei funebri; 7) veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.; 8) veicoli adibiti al trasporto dei medici in servizio di emergenza; 9) veicoli bifuel (benzina + gpl o metano), anche trasformati, purché marcianti con alimentazione gpl o metano.

ROMA: MISURE ANTISMOG GIÀ IN VIGORE

Già dallo scorso anno all’interno della cosiddetta Ztl ‘Fascia verde’ (ben più ampia dell’Anello ferroviario, come si vede dall’immagine in alto), dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali, non possono accedere gli autoveicoli benzina e diesel Euro 0 ed Euro 1 e i diesel Euro 2. Ovviamente questa tipologia di vetture è interessata pure dalle nuove misure contro l’inquinamento a Roma del 2019. Nella Fascia Verde, in caso di superamento dei limiti delle polveri sottili nell’aria, a partire dal terzo giorno le restrizioni si estendono alle auto benzina Euro 2, dal quinto giorno alle diesel Euro 3 e dall’ottavo alle diesel Euro 4, 5 e 6.

The post Blocco diesel Euro 3 a Roma: al via il divieto permanente appeared first on SicurAUTO.it.

Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni

di redazione

L’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga è davvero la pista dei campioni, uno storico circuito automobilistico e motociclistico italiano che si trova a Campagnano di Roma, situato a circa 30 km a nord del capoluogo. Dal 12 ottobre 2006 è intitolato ufficialmente al pilota automobilistico Piero Taruffi, che ne fu l’ingegnere progettista.

Autodromo di Vallelunga – La storia

Il circuito di Vallelunga nacque nei primi anni ’50 dalla trasformazione di un ippodromo voluto e realizzato pochi anni prima dall’imprenditore romano Raniero Pesci, un appassionato di cavalli con una spiccata vocazione per gli affari. La prima corsa automobilistica si svolse il 9 dicembre 1951 su una pista di sabbia, seguendo la moda americana dell’epoca ovvero le gare di speedway.

Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni
Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni

Autodromo di Vallelunga – Dati tecnici

Inaugurazione: 1951

Lunghezza International: 4,085 km per le auto e 4,110 km per le moto

Lunghezza Club: 1,746 Km

Senso di marcia: dal 1970 orario

Larghezza: media di 11 mt, che raggiunge i 14 mt sulla linea del traguardo

Curve: 13, di cui 7 a destra e 6 a sinistra

Raggio di curvatura: da 23 mt del “Tornante” ai 166 mt della “Curva Grande

Capacità tribuna: 1.500 spettatori

Box: 24 e 30 rimesse

Postazioni commissari di percorso: 23

Distributore carburante: nel paddock

Autodromo di Vallelunga – Record assoluti

Auto: 1’12”80 media 202,005 km/h Anthony Davidson (Honda RA 106-02 F1) Test F1 marzo 2006

Moto: 1’35″89 media 154,300 km/h Troy Bayliss (Ducati 999-07 SBK) Superpole SBK 29 settembre 2007

Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni
Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni

L’articolo completo con tutti i dettagli sulla storia, i record e gli eventi memorabili dell’Autodromo di Vallelunga è su Elaborare 253.

Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni
Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 253 Ottobre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Ottobre n° 253 2019



L'articolo Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la pista dei campioni proviene da ELABORARE.

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna: nuovo bando ottobre 2019

di Raffaele Dambra

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna

È stato appena avviato un nuovo bando regionale, il terzo da febbraio di quest’anno, che prevede incentivi per l’acquisto di auto ecologiche in Emilia-Romagna nel mese di ottobre 2019. Sono a disposizione 485 mila euro per i privati cittadini emiliano-romagnoli che intendono rottamare una vettura inquinante sostituendola con un’altra decisamente più green. Il contributo regionale è di 3 mila o 2 mila euro a veicolo, fino a esaurimento fondi.

INCENTIVI EMILIA-ROMAGNA OTTOBRE 2019: I REQUISITI

In particolare, possono accedere agli incentivi i residenti in regione che rottamano auto alimentate a benzina fino a Euro 2 oppure auto diesel fino a Euro 4 e acquistano contestualmente vetture nuove con basse o zero emissioni. L’incentivo regionale è di 3 mila euro per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi e di 2 mila per chi compra automobili a metano o Gpl. Le domande possono essere presentate fino al 29 ottobre 2019, senza alcun vincolo legato al reddito o all’Isee dell’interessato. Non serve nemmeno la certezza dello sconto ulteriore del 15% sul prezzo di listino del modello base praticato dalle case produttrici, previsto dal Protocollo di intesa siglato nel 2018 tra Regione Emilia-Romagna, Anfia, Unrae e Federauto. E si considerano automaticamente acquisite le richieste pervenute nell’ambito della precedente edizione del bando per le quali i rivenditori non lo abbiano applicato.

INCENTIVI AUTO ECOLOGICHE EMILIA-ROMAGNA: ELETTRICHE, IBRIDE, METANO E GPL

I contributi sono a disposizione anche di chi ha già rottamato una vettura inquinante dal 1° gennaio 2019 e non ha ancora provveduto a sostituirla con una più ecologica. Il veicolo da rottamare può essere sia un’autovettura di proprietà che un mezzo intestato a un’altra persona, purché quest’ultima abbia dato il consenso e sia anch’essa residente in Emilia-Romagna. Come detto, oltre alle auto elettriche concorrono all’ottenimento del bonus le auto ibride (benzina/elettrica), a metano (mono e bifuel benzina) e Gpl (mono e bifuel/benzina), ma devono essere almeno Euro 6. È ammesso il cumulo con gli incentivi dell’Ecobonus 2019-2021 voluto dal Governo Conte I.

LA PROCEDURA PER ACCEDERE AGLI INCENTIVI

La procedura per accedere agli incentivi auto ecologiche dell’Emilia Romagna dev’essere eseguita esclusivamente online collegandosi nella sezione dedicata del portale della Regione e usando le credenziali informatiche. Il 29 ottobre 2019 è la data ultima per prenotare il contributo, poi entro il 31 dello stesso mese si deve inviare l’ordine di acquisto della nuova vettura ed entro il 30 aprile 2020 è prevista la rendicontazione attraverso un applicativo regionale.

The post Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna: nuovo bando ottobre 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Prenotare Uber è più sicuro: le novità dell’App a Roma e Milano

di Donato D'Ambrosi

Uber

La sicurezza dell’App Uber in Italia implementa le novità annunciate dopo le polemiche a Londra su Uber. Prenotare Uber Black e Uber Lux i due servizi NCC di Uber attivi a Roma e Milano è più sicuro. Lo standard di sicurezza riguarda i controlli sul conducente e l’assistenza ai passeggeri che sono già comunque coperti da un’assicurazione Uber.

L’APP UBER E’ PIU’ SICURA

Troppi incidenti, soprattutto a Londra, passeggeri che hanno denunciato atteggiamenti molesti degli autisti Uber e conducenti Uber distratti hanno influenzato il numero di utenti dell’App Uber. La sicurezza è diventata una priorità a maggior ragione che in Italia Uber si è apprestata a lanciare anche Uber Taxi, in aggiunta ai servizi NCC Uber, Uber Black e Uber Lux. Le novità sulla sicurezza dell’App partiranno da Roma e Milano, anche se secondo il sito ufficiale è possibile prenotare una corsa Uber a Firenze, Torino e Bologna. Le novità dell’App Uber più sicura riguardano l’integrazione del centro sicurezza per aumentare le tutele dei passeggeri alla prenotazione di una corsa, a bordo di un’auto Uber e al termine della corsa.

NOVITA’ DELL’APP UBER PER GLI AUTISTI

Prima di salire su un’auto qualsiasi, alla prenotazione con App Uber, l’utente può chiedere un PIN senza il quale l’autista non potrà iniziare la corsa. Lo step successivo per riconoscere l’auto Uber sarà quello di utilizzare le onde ad ultrasuoni, secondo quanto ha anticipato Uber. Segnalare un incidente con un’auto Uber prima comportava terminare la corsa e solo dopo il Servizio Uber avrebbe preso in carico il problema. Ora il driver non ha più scuse, può in qualsiasi momento segnalare qualsiasi problema di sicurezza durante il viaggio. Nell’App Uber è presente anche il pulsante il numero unico per le emergenze (112 in Europa – 911 negli USA), sperando che all’occorrenza gli operatori siano rapidi a rispondere. In caso di necessità, se si chiede soccorso, l’App Uber invia automaticamente la posizione e la targa del veicolo da cui è partita la richiesta di soccorso.

PIU’ SICUREZZA PER I PASSEGGERI UBER BLACK E LUX IN ITALIA

L’App Uber integra il sistema di riconoscimento dell’autista partner tramite Real-Time ID Check, una funzione di Uber annunciata già nel 2016. Prima che Uber diventasse più sicura il conducente veniva riconosciuto attraverso il volto ritratto nei selfie. Ora invece l’App Uber riconosce il conducente se sbatte le palpebre, sorride e muove la tesa così come gli viene richiesto. Un’altra chicca che rende Uber più sicura è la funzione che presto sarà disponibile in 200 Paesi entro ottobre 2019: l’avviso piste ciclabili. Se la corsa termina vicino una pista ciclabile, il passeggero riceve la notifica prima di scendere. In questo modo potrà evitare di colpire con lo sportello un ciclista in transito.

The post Prenotare Uber è più sicuro: le novità dell’App a Roma e Milano appeared first on SicurAUTO.it.

Buche a Roma: Raggi festeggia 1 milione di mq di asfalto rifatto

di Raffaele Dambra

Buche a Roma

Il problema (reale) delle buche a Roma è stato sovente utilizzato dagli oppositori di Virginia Raggi per attaccare l’amministrazione della prima cittadina. Ma adesso la sindaca della Capitale si è presa una prima rivincita annunciando i numeri, senza dubbio incoraggianti, che riguardano il rifacimento delle strade a Roma negli ultimi due anni. Con un post su Facebook che ha ricevuto ben 17 mila like, Raggi ha annunciato infatti che la superficie di manto stradale rifatto ha raggiunto 800.000 mq circa, e che entro la fine del 2019 supererà quota 1 milione.

BUCHE A ROMA: LA RIVINCITA DELLA SINDACA VIRGINIA RAGGI

Immaginate 150 campi da calcio”, ha scritto una raggiante Virginia Raggi nel post su Facebook. “Metteteli in fila uno dietro l’altro. Bene, sono le strade nuove che abbiamo rifatto a Roma negli ultimi due anni. Questa è l’esatta dimensione della superficie di strade oggetto di lavori nel 2018 e nel 2019. Entro la fine di quest’anno arriveremo infatti a oltre 1 milione di metri quadri di manto stradale completamente rinnovato”. In particolare i metri quadrati di strade rifatte nel 2018 sono stati 380.215,35, mentre nel 2019 gli interventi hanno interessato finora 420.165,08 mq. E con i 253.599 mq previsti entro il prossimo 31 dicembre la soglia psicologica del milione di metri quadri sarà ampiamente superata, raggiungendo precisamente 1.053.979,43. E nel 2019 si avrà un 43,5% in più di vie riasfaltate rispetto all’anno prima.

BUCHE A ROMA: “STIAMO RISOLVENDO IL PROBLEMA NEL SEGNO DELLA TRASPARENZA E DELLA LEGALITÀ”

Sono numeri importanti che testimoniano il nostro impegno per restituire a cittadini, automobilisti e motociclisti e ciclisti strade sicure e decorose, nel segno della trasparenza e della legalità”, ha concluso la sindaca. Gli ultimi interventi per risolvere il problema delle buche a Roma hanno riguardato via Giovanni Camillo Peresio nel VI Municipio (quartiere Torrespaccata), dove oltre al rifacimento dell’asfalto sono state pulite le caditoie e ripristinati i marciapiedi sconnessi.

Immaginate 150 campi da calcio. Metteteli in fila uno dietro l’altro. Bene, sono le #StradeNuove che abbiamo rifatto a…

Geplaatst door Virginia Raggi op Woensdag 25 september 2019

STRADE RIFATTE E BILANCIO ATAC: ROMA STA RISORGENDO?

Insomma, dopo tanti attacchi social e non solo (ricorderete la pesante ironia per i post trionfali sulla macchinetta mangia plastica mentre nel frattempo le strade di Roma cadevano a pezzi), Virginia Raggi e l’amministrazione del Movimento 5 stelle hanno finalmente segnato un punto a loro favore. Anche se c’è da fare ancora tanto (ma non è affatto semplice). Intanto un altro bel risultato riguarda l’oculata gestione dell’Atac, l’azienda dei trasporti pubblici della Capitale, che ha chiuso un bilancio in utile per la prima volta nella storia realizzando nel 2018 profitti per 839.558 euro. I cittadini romani sperano ovviamente che almeno una parte si utilizzino per cambiare la vetusta flotta degli autobus (l’ultimo si è incendiato appena due giorni fa).

BUCHE A ROMA: NON TUTTI SONO CONVINTI DEL BUON LAVORO DELL’AMMINISTRAZIONE RAGGI

Di fronte a questi bei risultati, dobbiamo per dovere di cronaca riportare anche una voce contraria e molto critica verso l’amministrazione Raggi. Un reportage pubblicato sull’ultimo numero di Panorama ha fornito infatti numeri impietosi sulla sicurezza stradale a Roma. Spiegando che nel primo semestre del 2019 si sono verificati nella Capitale ben 15.000 sinistri; mentre da gennaio a settembre si sono contate 103 vittime della strada. Di cui almeno il 30% causate dalle pessime condizioni dell’asfalto. Inoltre numerosi consiglieri dell’opposizione lamentano che i decantati lavori di asfaltatura delle strade si riducono spesso in semplici quanto inutili rattoppi. Portando come esempio (ma purtroppo ce ne sarebbero tanti altri) il caso del giovane scooterista che lo scorso 24 luglio è deceduto per una caduta provocata da una buca sul manto stradale. Buca che era stata ‘riparata’ per ben tre volte nelle settimane precedenti. L’inchiesta aperta per omicidio colposo chiarirà se quei rattoppi sono stati eseguiti nel rispetto delle regole.

The post Buche a Roma: Raggi festeggia 1 milione di mq di asfalto rifatto appeared first on SicurAUTO.it.

Super tutor Caesar a Roma: legge le targhe a 400 metri di distanza

di Raffaele Dambra

Super tutor Caesar a Roma

Gli automobilisti della Capitale faranno bene a rigare dritto perché sulle strade di Roma è in arrivo il nuovo super tutor Caesar, un sistema di rilevamento della velocità ben più performante dei normali tutor. Capace, dicono, di leggere le targhe delle auto fino a 400 meri di distanza, anche di notte. L’installazione del dispositivo inizierà ad agosto e durerà all’incirca quattro mesi. Poi ci sarà una fase di sperimentazione del sistema seguita da un’altra di pre-esercizio durante la quale le violazioni al Codice della Strada non saranno sanzionate. E infine, da inizio 2020, Caesar entrerà in funzione a tutti gli effetti.

COME FUNZIONA IL SUPER TUTOR CAESAR

Il super tutor Caesar è un sistema di controllo basato su una serie di rilevatori posti a distanza di 850 metri l’uno dall’altro, su opposti pali videosorvegliati. Come un tutor autostradale rileva la velocità media di ogni veicolo in transito, ed è in grado di calcolare l’eventuale sanzione sia per il singolo passaggio che per l’intera tratta sottoposta ad accertamento. La multa poi sarà sempre una, ma la sanzione sarà riferita alla violazione più grave commessa lungo la tratta. Esempio: se un conducente che circola su una strada con limite di 50 km/h percorre il tratto che va da A a B a una velocità di 70 km/h, dovrebbe essere sanzionato con una multa di circa 80 euro. Ma se poi nel tratto che va da B a C accelera fino a 130 km/h, Caesar è in grado di selezionare l’infrazione più importante, irrogando la relativa sanzione di 550 euro + la decurtazione di 10 punti dalla patente.

SUPER TUTOR CAESAR: DOVE SI TROVA A ROMA

Il sistema del super Tutor Caesar sarà sperimentato su una delle arterie stradali più pericolose dell’area metropolitana di Roma. Parliamo di via Cristoforo Colombo tra l’Eur e il litorale di Ostia, più precisamente dall’incrocio con la Pontina fino alla rotonda di Ostia. Una strada terribile che solo nel 2018 ha registrato ben 13 vittime da incidenti stradali, quarta in assoluto in questa poco edificante classifica dietro Pontina, Grande Raccordo Anulare e via del Mare. Inutile dire che se il test darà i suoi frutti l’utilizzo di Caesar sarò gradualmente esteso ad altre strade di Roma e d’Italia.

QUALI RISULTATI CON IL SUPER TUTOR CAESAR?

Il tratto di via Cristoforo Colombo a Roma sarà dunque la prima strada urbana in Italia a sperimentare un tale sistema di tutor. Sistema, ribadiamolo, capace di leggere le targhe a 400 metri di distanza pure al buio e su tratti stradali molto lunghi. In questo modo si confida in un abbattimento quasi totale dei sinistri. Anche se va detto che la pericolosità di via Colombo non è dettata soltanto dall’alta velocità (peraltro Roma Capitale è già intervenuta per abbassare il limite su alcuni tratti da 50 a 30 km/h), ma dall’asfalto in certi punti fortemente deformato a causa delle radici dei pini marittimi presenti a bordo strada.

The post Super tutor Caesar a Roma: legge le targhe a 400 metri di distanza appeared first on SicurAUTO.it.

Le 35 mete preferite delle Vacanze 2019 in giro per il mondo

di Antonio Elia Migliozzi

Arrivano le vacanze e molti decidono di non raggiungere spiagge o montagne e puntano dritto verso le città. Tre città italiane, ovvero Roma, Milano e Firenze scalano la classifica delle 35 mete urbane che spiccano per l’offerta culturale dei loro musei. La ricerca di un noto sito web conferma l’ottimo risultato delle destinazioni italiane che si piazzano tra le 19 città europee preferite dai viaggiatori. Nella sola Roma si contano oltre 160 musei con poli di eccellenza che vanno dai Musei Capitolini a quelli Vaticani con oltre 200.000 pezzi conservati passando per la Galleria Borghese. A Firenze è immancabile una visita agli Uffizi ma tutta la città, come nel caso di Roma e Milano è intrisa di storia. Quanto al capoluogo Lombardo oltre alla visita al Duomo è necessario investire il proprio tempo per uno sguardo ai capolavori delle pinacoteche Ambrosiana e di Brera. Insomma l’offerta delle nostre città d’arte si conferma, ancora una volta, un’eccellenza a livello europeo e mondiale.

ITALIA FORTE

Secondo il sondaggio di Jetcost, noto motore di ricerca per voli e hotel, tre città italiane si piazzano tra le 35 città che spiccano a livello mondiale per la loro offerta museale. Facendo un controllo sulle ricerche effettuate dai visitatori attraverso la sezione esplora del portale, Roma, Milano e Firenze sono risultate tra le 19 città europee preferite dai viaggiatori su un totale di 35 nel mondo. Tra le principali città europee per offerta museale troviamo: Madrid, Barcellona, Londra, Amsterdam, Bruxelles, Copenaghen, Stoccolma, Bilbao, Parigi, Berlino, Praga, Valencia, Vienna, Atene, Anversa e Mosca. Secondo i dati raccolti dal sondaggio il 67% dei turisti sceglie le proprie mete di vacanza in base ai musei che si possono visitare. Ecco allora che alle tradizionali mete estive che vanno dalle spiagge ai monti si aggiungono, ancora una volta, le città d’arte. Lo studio ha anche approfondito l’attenzione dei turisti a varietà, quantità dei poli museali.

MUSEI AL CENTRO

Se guardiamo a Roma è facile capire perché la capitale conservi il primato tra le ricerche in rete. In città trovano posto oltre 160 musei. Tra i più cercati, considerando il Vaticano come parte della città di Roma, troviamo i Musei Vaticani, con la loro impressionante collezione. Quest’ultima spazia in in ambiti quali pittura, scultura, e archeologia con oltre 200.000 pezzi esposti. Come non citare le splendide architetture delle sue sale che fanno da scrigno alle opere, come le stanze di Raffaello o la Cappella Sistina di Michelangelo. A conferma della loro performance i Musei Vaticani risultano anche la quinta attrazione più visitata al mondo grazie. Ogni anno si contano più di 6 milioni di visitatori. A Roma non manca l’attenzione per i Musei Capitolini, considerati il più antico museo pubblico del mondo. La loro istituzione viene infatti fatta risalire al lontano 1471, confermato l’interesse dei turisti per la Galleria Borghese.

FIRENZE E MILANO

Seconda meta italiana è Firenze. Qui la Galleria degli Uffizi offre una delle più ricche e famose collezioni di dipinti del mondo. Maestri come Botticelli, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello e Tiziano estasiano oltre 2 milioni di turisti all’anno. Segue la Galleria dell’Accademia, che ospita anche il famoso David di Michelangelo originariamente esposto in Piazza della Signoria. La ricerca sottolinea che, anche se in questo caso come per Roma, l’intera città è un “museo a cielo aperto” che attira milioni di turisti con le sue bellezze. Chiude la classifica italiana Milano. Qui l’ex-refettorio rinascimentale del convento adiacente al Santuario di Santa Maria delle Grazie espone “L’Ultima Cena”, affresco di Michelangelo noto in tutto il mondo. Molto apprezzata anche la Pinacoteca Ambrosiana e quella di Brera. Non manca l’attenzione per il museo del Teatro alla Scala, uno dei templi dell’opera lirica più noti e apprezzati al mondo.

The post Le 35 mete preferite delle Vacanze 2019 in giro per il mondo appeared first on SicurAUTO.it.

E-Gap, come funziona la ricarica mobile per auto elettriche?

di Antonio Elia Migliozzi

Parte da Roma il cammino di E-GAP. Il nuovo servizio di ricarica a domicilio per auto elettriche è pronto a rivoluzionare il settore eliminando l’ansia da batteria scarica. Una flotta di van si muove per la città e permette una ricarica rapida dei veicoli in strada. Tramite l’apposita App si potrà indicare la propria posizione e scegliere in quanto tempo si desidera ottenere una ricarica. Nel caso in cui ci sia un’emergenza improvvisa con l’auto elettrica ferma in un luogo difficile da raggiungere il driver di E-GAP può usare una specifica batteria portatile di emergenza. I prezzi variano a seconda del preavviso con cui si richiede il servizio, del tempo di ricarica e della potenza erogata. La fascia di prezzo va dai 15€ prenotando il servizio 24 ore prima, ai 30€ per una ricarica più urgente. Vediamo tutti i dettagli.

COME FUNZIONA E-GAP

Il nuovo servizio di ricarica E-GAP arriva a Roma dopo il lancio a Milano. La piattaforma si distingue dalle classiche colonnine di ricarica per essere rapido e mobile grazie all’uso di appositi van. Da oggi si può prenotare la ricarica per le auto elettriche ricevendo la visita di un tecnico “a domicilio”, ossia ovunque si trovi il veicolo. Basta scaricare l’App sul proprio smartphone prenotare la propria ricarica. La funzione di geolocalizzazione sfrutta il Gps ma si può anche indicare la posizione in cui sosterà il mezzo. Importante selezionare in quanto tempo si vuole ricevere la ricarica di cui si può anche seguire lo svolgimento da mobile. Se veicolo elettrico si trova in un punto difficile da raggiungere, il driver userà una batteria d’emergenza trasportabile a mano. In questo modo si potrà spostare il mezzo dalla zona di intralcio ad un parcheggio comodo per la ricarica completa.

INFRASTRUTTURA A DOMICILIO

Per quanto riguarda i costi E-GAP promette di essere competitivi. La ricarica a domicilio ha una fascia di prezzo che va dai 15€ ,prenotando il servizio 24 ore prima, ai 30€ per una ricarica più urgente. Esistono tariffe; small, durata massima 30 minuti a 5kWh di potenza, medium durata massima 45 minuti a 10kWh e large 60 minuti a 15kWh. Il servizio di ricarica E-GAP, 100% made in Italy, parte da Roma ma ci sarà una rapida espansione. Annunciate due collaborazioni, con Mercedes-Benz Italia per i veicoli smart e con Europ Assistance. I clienti che acquistano una smart elettrica a Roma e a Milano potranno utilizzare anche i servizi di ricarica mobile on-demand di E-GAP. La partecipazione di Europ Assistance integra il servizio di ricarica mobile di E-GAP con quelli di soccorso. Le partnerships prevedono, inoltre, lo studio di nuovi servizi da offrire insieme al mercato.

IL CONCEPT

I van di E-GAP sono stazioni di ricarica mobile e veloce, in grado di fornire energia per ricaricare veicoli elettrici. Il piano di diffusione del servizio di E-GAP prosegue dunque in Italia, e presto raggiungerà altre 8 metropoli estere: Parigi, Berlino, Londra, Stoccarda, Madrid, Amsterdam, Utrecht e Mosca. Francesco De Meo, Direttore Marketing di E-GAP: “Roma ha dimostrato di saper cogliere l’opportunità di promuovere la mobilità sostenibile attraverso veicoli elettrici”. Anche in l’Italia conferma l’interesse per i veicoli elettrici e ibridi e si prevede, entro il 2030, una crescita di circa il 50% per gli elettrici plug-in e di oltre il 35% gli elettrici. Conclude De Meo: “Per E-GAP si apre una nuova sfida, in linea con il nostro piano industriale e che nei prossimi mesi si estenderà anche oltre confine.”

The post E-Gap, come funziona la ricarica mobile per auto elettriche? appeared first on SicurAUTO.it.

Doppio senso ciclabile nel Codice della Strada: nuovo emendamento

di Redazione

Doppio senso ciclabile Codice della Strada

C’è anche la norma sul doppio senso ciclabile nella riforma del Codice della Strada. Inizialmente esclusa dal testo base, la proposta di modifica è stata reinserita come emendamento proprio in extremis. E sarà poi discussa nelle prossime settimane insieme all’intero provvedimento per l’eventuale trasformazione in legge. Quindi non c’è ancora nulla di definitivo ma i proponenti sono fiduciosi.

COSA SIGNIFICA DOPPIO SENSO CICLABILE

Il doppio senso ciclabile, definito allo stesso modo ‘senso unico eccetto bici’, prevede che una strada a senso unico per i veicoli a motore possa essere percorsa in entrambi i sensi dalle bici, in una corsia a loro dedicata. In caso di approvazione definitiva non tutte le strade a senso unico saranno interessate dal provvedimento. Il doppio senso ciclabile sarà infatti applicato solo alle strade con velocità moderata, a prescindere dalla larghezza della carreggiata, con corsia ciclabile o senza e all’interno di zone 30 e zone residenziali, dove il traffico dev’essere il più possibile ridotto e disincentivato. Saranno invece escluse le principali arterie di traffico e le strade con limite di velocità a 50 km/h. Per questo motivo è fuorviante parlare di norma che regolarizza la ‘circolazione delle bici contromano’, non è affatto così.

I FIRMATARI DELL’EMENDAMENTO

Il reinserimento dell’emendamento sul doppio senso ciclabile è avvenuto grazie all’efficace lavoro del deputato Diego De Lorenzis del M5S, vicepresidente della XI Commissione Trasporti della Camera e relatore della riforma del Codice della Strada. La prima firmataria è invece l’altra deputata pentastellata Valentina Barzotti. Quest’ultima ha ripreso nei contenuti il testo già presentato dal collega Emanuele Scagliusi e inizialmente escluso dal testo base.

COSA PREVEDE LA NORMA SUL DOPPIO SENSO CICLABILE

L’emendamento è stato ripresentato con una nuova formulazione nell’articolo 182, comma 9-quater del CdS. “All’interno dei centri abitati, ove il limite massimo di velocità è uguale o inferiore a 30 km/h e contemporaneamente la strada sia classificata di tipo E (strada urbana di quartiere) o F (strada locale) ovvero sia parte di una zona a traffico limitato, i velocipedi possono circolare anche in senso opposto all’unico senso di marcia per tutti gli altri veicoli, previa valutazione delle condizioni di sicurezza, indipendentemente dalla larghezza della carreggiata, dalla presenza e dalla posizione di aree per la sosta veicolare e dalla massa dei veicoli autorizzati al transito. […] È in ogni caso esclusa la possibilità di consentire la circolazione dei velocipedi in contromano”.

UN IMPORTANTE PASSO VERSO UNA MOBILITÀ SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE

L’iter legislativo è ancora un po’ lungo (bisogna attendere prima la votazione in Commissione e poi in Aula, sia alla Camera che al Senato, sperando che nel frattempo non cada il Governo…) ma un importante passo verso una mobilità più sostenibile si è comunque compiuto, come ha confermato a bikeitalia.it il relatore De Lorenzis. “Sono fiducioso che i tempi siano maturi per approvare questa importante misura che ha già dimostrato di funzionare in tutta Europa”, le sue parole.

L'articolo Doppio senso ciclabile nel Codice della Strada: nuovo emendamento proviene da SicurAUTO.it.

Vuoi OnePlus 7 prima di tutti? L’evento è fissato a Roma il 18 maggio

di Simone Pozzebon

L’attesa per i nuovi OnePlus cresce sempre di più; i dispositivi verranno presentati a livello globale il prossimo 14 maggio, per quanto riguarda l’Italia la prima occasione utile per toccarli con mano è fissata il 18 maggio a Roma.

(...)
Continua a leggere Vuoi OnePlus 7 prima di tutti? L’evento è fissato a Roma il 18 maggio su Androidiani.Com


© simonepozzebon for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

AUTOSHOW 2019 a MODENA con ELABORARE DAYS

di redazione

Una domenica speciale ci attende il 22 SETTEMBRE con l’ELABORARE AUTOSHOW 2019 in Emilia Romagna, terra calda per i motori. L’appuntamento imperdibile per festeggiare i 250 numeri della rivista ELABORARE è all’Autodromo di Modena per una giornata indimenticabile (Elaborare Day) dedicata agli appassionati della guida con auto sportive in pista e non solo, con un ricco ed interessante programma tutto “performances” e personalizzazioni. Sarà davvero un grande AutoShow!

RESOCONTO POST Evento

SEGUI l’evento su FACEBOOK

Si torna nuovamente in pista dopo il grande successo delle manifestazioni all’Autodromo di Modena, organizzate nel 2016-2017-2018, con gli Elaborare Days dove si ritrovano ogni anno lettori, fans, Club ed auto speciali, test drive Auto Performanti ed Aziende specializzate del settore. Tanta attività nei paddock e tra i cordoli, passione per le auto sportive, classiche e tuning!

ORE 13.00 HANDY DRIVE CUP – IN PISTA con i ragazzi disabili e le ONLUS di Modena

Programma completo e le informazioni necessarie per partecipare da protagonisti! www.auto-show.it

Quando e dove?

Il 22 settembre 2019 Autodromo di Modena!

Circuito con omologazione ACI e FMI inaugurato nel 2011. Lungo 2.007 metri e largo 12 con un susseguirsi di sali e scendi, 11 curve e un rettilineo che misura 400 metri. È dotato di 21 box e un paddock attrezzato.

PROGRAMMA AUTOSHOW ELABORARE DAY
22 SETTEMBRE – ATTIVITA’ IN PISTA Track Day

Turni di prove libere da 20 minuti, aperte alle vetture del pubblico
Exciting Laps con vetture sportive
Orari domenica 22 settembre ore 9.00 – 18.30 (solo turni di pista)

Elaborare-Days Autoshow Modena

22 SETTEMBRE –  ATTIVITA’ IN PISTA Track Day + TROFEI + EXPO + Driving Experience

Trofeo Car Audio Emilia Romagna: Best in Show, Best Engine, Best Racing, Best Racing Classic, Best Classic, Tuning 2000 Style, Estetica & Design.
TROFEI Car Audio – Best in Show, Best Engine, Best Racing, Best Racing Classic, Best Classic, Tuning 2000 Style, Estetica & Design.

TROFEI – Best in Show, Best Engine, Best Racing, Best Racing Classic, Best Classic, Tuning 2000 Style, Estetica & Design.
(PACK “1” 10€ iscrizione+ kit “basic” con prodotto Ma-Fra + Copia Rivista a scelta (Elaborare/Classic/ Elaborare 4×4).
Direttamente il giorno 22 settembre presso il Box Elaborare, premiazione alle ore 17.30 al box Elaborare.
MODALITA’ ISCRIZIONE TROFEI (direttamente nel paddock e pre-registrazione gratuita)

SEI UN’AZIENDA DI SETTORE E VUOI PARTECIPARE?

Disponibili Box, spazi paddock, aree di sponsorizzazione e servizi vari scrivi una mail a info@auto-show.it

SEI UN PRIVATO E VUOI PARTECIPARE CON LA TUA AUTO?

Vieni in autodromo con la tua auto per provare emozioni straordinarie in questo autoshow di Elaborare! Partecipa anche tu insieme al team di Elaborare per condividere la passione per le auto speciali/sportive/tuning nell’Autodromo di MODENA con l’Elaborare AutoShow 2018

VUOI PARTECIPARE CON IL TUO CLUB?

E’ possibile avere uno spazio personalizzato nel paddock accreditandosi gratuitamente all’evento. Saranno riservati spazi dedicati ad ogni singolo club senza limitazione di numero vetture! Un’ottima occasione di visibilità durante la giornata, sulla rivista su NewsautoTV in televisione!

Scrivi una mail a info@auto-show.it
o messaggio WHATSAPP al numero +39 342 754 6859


Ingressi Autoshow
Pubblico visitatori GRATUITO!
Auto (solo EXPO e Turni) GRATUITO (accesso paddock entro le ore 9.00)

Orari Autoshow
Domenica 22 settembre ore 9.00 – 18.30 (expò, test drive, turni, trofei) con grande parata finale in pista per tutte le auto private e racing presenti in autodromo!


Elaborare-Days Autoshow Modena con auto storiche
Elaborare Days Autoshow Modena con auto storiche

ATTIVITA’ NEI BOX

Lamborghini Gallardo-nera-g all'Autoshow di Modena
Lamborghini Gallardo-nera-g all’Autoshow di Modena

– Aziende specializzate nella vendita e installazione di componenti speciali tuning e racing
– Preparazioni elettroniche con mappature e centraline aggiuntive in tempo reale
– Demo detailing con servizio on-site
– Assistenza pneumatici/cerchi/impianti frenanti
– Produzione adesivi, magliette/cappelli/felpe personalizzate
– Acquisto gadget automobilistici e accessori

ATTIVITA’ NEI PADDOCK

Maxi raduni di Club auto Sportive/Tuning/Classiche e auto di privati con Trofei Elaborare
Maxi raduno ER Car Audio con giudici professionali e Trofei SPL e Sound Quality
Assistenza pneumatici e cerchi by MAC AUTO (partner tecnico)

EXPO’ 4×4 -Fuoristrada preparati e selezionati dalla redazione di ELABORARE 4×4 – Club e Aziende nel paddock

ATTIVITA’ IN PISTA

Turni di prove libere da 20 minuti, aperte alle vetture del pubblico
Esibizioni di Drifting e Quad Acrobatici, Exciting Laps con vetture sportive Peugeot. Parata di vetture private a chiusura giornata.
——————
PREZZO E PACCHETTI TURNI STRADALI E RACING
– Costo del turno: 30 €
– Pacchetto 2 turni: 56 €
– Pacchetto 3 turni: 80 €
———————–
Prenotazioni TURNI PISTA INFO QUI
Tel 059 388711 – info@autodromodimodena.it 

(casco obbligatorio + scarico di responsabilità)
————-
Passeggero: 10 Euro (paga una sola volta per l’intero giorno)
Pilota supplementare: 25€ (da indicare nell’e-mail di prenotazione e/o durante le operazioni di accredito al desk della segreteria Autodromo)
Casco a noleggio: 10€ (disponibilità limitata)

Raduno club auto speciali, sportive e performanti!

Special Guest

ABARTH-SCORPIONI IN PISTA

RADUNO NAZIONALE A112

– RADUNO NAZIONALE AMERICAN LEGEND

– RADUNO NAZIONALE ALFA CLUB

Quest’anno grande presenza di appassionati e possessori di Abarth che saranno protagonisti all’evento in uno spazio dedicato. Solo per gli “abarthisti” in palio a fine giornata un prestigioso kit turbo SAITO SFM230 Scorpio!!!

NON PRENDERE IMPEGNI VIENI A MODENA IL 22 SETTEMBRE!
TI ASPETTIAMO IN PISTA CON LA TUA AUTO PER UNA GIORNATA DI GRANDI EMOZIONI!

Autodromo di Modena
Autodrmo di Modena AUTOSHOW

REPORT EVENTO COME E’ ANDATA NEL 2018 CON FOTO E VIDEO

L'articolo AUTOSHOW 2019 a MODENA con ELABORARE DAYS proviene da ELABORARE.

❌