Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Saldi fino all’80% su giacche, polo e pantaloni da Gutteridge!

di Francesco Caputo
Gutteridge è un marchio italiano che produce capi d’abbigliamento eleganti, in particolare giacche, pantaloni, scarpe e persino vestiti completi. In queste ore, sul proprio sito ufficiale, la società napoletana ha inaugurato una nuova tornata di sconti su moltissimi prodotti del proprio catalogo. Le offerte, in alcuni casi, possono raggiungere uno sconto pari all’80% del prezzo […]

Bridgestone presenta le gomme quattro stagioni Weather Control A005 EVO

di Donato D'Ambrosi

Le gomme quattro stagioni Bridgestone Weather Control A005 EVO evolvono ottimizzando le prestazioni su neve: ecco le novità delle nuove gomme all season giapponesi

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Bridgestone riceve il premio per i migliori pneumatici invernali 2019

di Donato D'Ambrosi

Il test dei migliori pneumatici invernali 2019 – 2020 ha premiato Bridgestone come produttore dell’anno delle gomme per l’inverno 2019. Ad assegnare il premio a Bridgestone è stata la rivista tedesca Auto Bild dopo aver testato oltre 100 gomme invernali e quattro stagioni in numerose prove. Tra i migliori pneumatici su neve, bagnato e asciutto solo Bridgestone è risultata la gomma invernale più equilibrata. Ecco i dettagli del test e della gomma invernale migliore secondo il magazine tedesco.

PREMIO AL MIGLIOR PRODUTTORE DI GOMME INVERNALI 2019

Tra 18 produttori di pneumatici invernali, Bridgestone ha surclassato tutti nel Supertest invernale. Il premio come miglior produttore di pneumatici a Bridgestone è il risultato di una serie di valutazioni, inclusa quella fatta su 53 pneumatici invernali di dimensione 225/45 R17. Obiettivo del test è stato individuare i migliori pneumatici invernali con il minore spazio di frenata su asciutto, bagnato e neve. Tra tutte le gomme invernali testate da Auto Bild, l’ha spuntata il Bridgestone Blizzak LM005.

LA GAMMA DELLE GOMME INVERNALI BRIDGESTONE MIGLIOI NEI TEST 2019

Il Bridgestone Blizzak LM005 della gamma invernale, per vettura, per SUV e per la mobilità estesa, ha dimostrato alti livelli di sicurezza in tutte le condizioni di guida in inverno nella misura 225/45 R17. È disponibile in 118 misure (dai 14” ai 21’’) ma solo 24 misure sono dotate della tecnologia DriveGuard integrata. Mentre 46 ulteriori misure saranno introdotte nel 2020, con un’espansione della gamma fino ai 22 pollici.

MIGLIORI PNEUMATICI INVERNALI CON ETICHETTATURA “A”

E’ il miglior pneumatico invernale con etichettatura europea “A”, la più alta della categoria, per aderenza sul bagnato su tutta la gamma. Inoltre i test dell’ente indipendente TÜV SÜD hanno certificato gli pneumatici invernali Bridgestone Blizzak LM005 tra i migliori pneumatici invernali per le categorie “frenata su neve”, “frenata su ghiaccio” e “aderenza su neve”. Le performance di Bridgestone sono state poi confermate da Auto Bild, che ha classificato Blizzak LM005 come “Esemplare” secondo i risultati dei test invernali 2019 con la misura 225/45 R17.

The post Bridgestone riceve il premio per i migliori pneumatici invernali 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

6 maggiori cause che danneggiano gli pneumatici in strada

di Donato D'Ambrosi

La foratura è davvero l’unico rischio da temere in strada che può danneggiare le gomme? Uno studio condotto da Bridgestone ha identificato le 6 maggiori cause che provocano danni agli pneumatici che hanno portato ad incidenti stradali anche importanti. Ecco quando e perché una corretta manutenzione concorre alla sicurezza di guida tanto quanto avere pneumatici con il giusto spessore del battistrada.

L’INDAGINE SULLE CAUSE DEGLI PNEUMATICI DISTRUTTI

L’indagine Bridgestone ha analizzato in 1 anno e mezzo circa 1035 campioni di pneumatici provenienti da rilievi post incidente. Lo studio sulle cause più frequenti che danneggiano le gomme si è concentrato sulle Autostrade inglesi M1, M6, M40, M5 e M42. Dall’indagine è venuto fuori che la maggior parte delle gomme si forano per detriti raccolti, quindi per scarsa pulizia delle strade. MA subito dopo la principale causa di incidente stradale per gomme inefficienti, è la scarsa manutenzione. Vediamo nel dettaglio cosa mina la sicurezza delle gomme al punto da poter provocare un incidente stradale.

COSA DANNEGGIA DI PIU’ LE GOMME

Molto spesso i ricercatori hanno analizzato pneumatici di scorta utilizzati fino alla distruzione del battistrada. “Questa ricerca conferma che gli utenti delle strade devono avere un ruolo maggiore e prendere l’abitudine di controllare la pressione degli pneumatici e del battistrada. Spiega Richard Leonard di Highways Englande cercare residui attaccati agli pneumatici prima di mettersi in viaggio.” Tra le cause più frequenti di panne legate agli pneumatici ci sono:

– La foratura (56%), che può portare a distacco totale o parziale della cintura.
– Scarso gonfiaggio (18%).
– Insufficiente manutenzione del veicolo (8%).
– Difetti di fabbricazione degli pneumatici (1%).
– Surriscaldamento degli pneumatici (1%).
– Cause indeterminabili (16%).

COSA SUCCEDE ALLE GOMME DANNEGGIATE ALLA GUIDA

La Highways England, società incaricata della manutenzione stradale, ha raccolto oltre 1000 frammenti di pneumatici. La maggior parte dei pezzi di gomme recuperati erano costituiti da cinture complete, cioè la parte del battistrada chiusa che si stacca dalla gomma. Subito dopo ci sono parti incomplete di battistrada e involucri radiali, cioè la spalla degli pneumatici che potrebbe essere stata staccata anche durante le sostituzioni in emergenza. Dallo studio infatti sono stati esclusi tutti i casi di pneumatici sostituiti dal soccorso stradale sulla rete. Tra gli pneumatici esaminati 472 erano di camion e bus, 452 di autoveicoli, 104 di VAN, 6 di motocicli e 1 per il fuoristrada.

The post 6 maggiori cause che danneggiano gli pneumatici in strada appeared first on SicurAUTO.it.

Confronto Processori Pentium Celeron Core i3 i5 Core 2 Duo Quad

di Aggregator

Celeron G1610, Pentium G2020 e Core i3-3225 si scontrano con gloriose soluzioni del passato come il Core 2 Quad Q9550 e il Core 2 Duo E8400. Ha senso, se avete una vecchia piattaforma, investire un budget modesto per cambiare la CPU? La parola ai test.

In conclusione siamo rimasti impressionati dalla potenza dell’architettura Core 2, specialmente le CPU a 45 nm che abbiamo provato. Siamo anche delusi dal fatto che Intel non venda più processori a basso costo dedicati agli appassionati, come tanti Celeron e Pentium del passato.

[adv1]

Infine, abbiamo riscontrato che un Core 2 Quad overcloccato (Yorkfield) supera facilmente il Core i3 in diverse applicazioni di codifica video e produttività. Quando la frequenza è abbastanza alta, riesce a tenere il passo del Core i3 anche nei giochi ottimizzati per sfruttare i thread. Il vero vincitore di oggi è il Core i5-3570K. È praticamente senza rivali. Inoltre ha un moltiplicatore sbloccato, il che ci consente di raggiungere livelli prestazionali ancora maggiori.

Fonte

❌