Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 23 Gennaio 2019RSS feeds

Peugeot 308 Active 1.5 BlueHDi 130: la prova d’acquisto

di Valerio Verdone

Oltre 6.000 euro di vantaggi per la compatta del Leone con la nuova motorizzazione Euro 6d-temp.

L'articolo Peugeot 308 Active 1.5 BlueHDi 130: la prova d’acquisto proviene da Motori.it.

Google Chrome vuole fermare gli ad-blocker

di Marco Locatelli

Nei prossimi aggiornamenti di Google Chrome potrebbe esserci anche un update che andrà a bloccare gli ad-blocker come uBlock Origin o uMatric, le estensioni per il browser di bigG che bloccano i contenuti pubblicitari sui siti web.

Leggi il resto dell’articolo

Come trasmettere lo schermo dello smartphone in TV

di Claudio Pomes
Capita spesso di vedere dei film, delle serie TV o in generale dei video sul nostro smartphone, nonostante le ridotte dimensioni non permettano di assaporare appieno tutti i dettagli dello...

Continua...

Come funziona Fiverr

di Alessio Salome
Se avete bisogno di un nuovo logo da applicare al vostro sito Web oppure volete arrotondare lo stipendio facendo qualche lavoretto extra, allora sicuramente vi interesserà la nostra nuova guida odierna in cui vi spieghiamo leggi di più...

L’applicazione di Samsung dedicata alle criptovalute è stata mostrata in un Galaxy S10

di Biagio Petronaci

Non molti giorni fa, una notizia preannunciava l’intenzione di Samsung di proporre un servizio dedicato alle criptovalute, monete digitali generati mediante la crittografia. […]

L'articolo L’applicazione di Samsung dedicata alle criptovalute è stata mostrata in un Galaxy S10 proviene da TuttoAndroid.

Poweramp supporta ora Android Auto e migliora l’integrazione con Google Assistant

di Irven Zanolla

La nuova versione di PowerAmp aggiunge il supporto ad Android Auto, migliora il supporto a Google Assistant e porta numerose altre novità.

L'articolo Poweramp supporta ora Android Auto e migliora l’integrazione con Google Assistant proviene da TuttoAndroid.

Nokia: roadmap di aggiornamento ad Android 9 Pie

di Francesco Ciannamea

HMD Global ha iniziato il rilascio dell’aggiornamento ad Android 9 Pie sui suoi smartphone con marchio Nokia. Scoprite i dettagli nel nostro articolo.

(...)
Continua a leggere Nokia: roadmap di aggiornamento ad Android 9 Pie su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Honor Play: riceve le patch di gennaio 2019

di Andrea Genovese

Honor Play nelle scorse ore sta ricevendo, anche per il nostro paese, un nuovo aggiornamento che include le ultime patch di sicurezza relative al mese di gennaio 2019.

(...)
Continua a leggere Honor Play: riceve le patch di gennaio 2019 su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: ,

Dove posizionare l’intercooler? Vantaggi e svantaggi

di Andrea Tomelleri

Vediamo quali sono i pro e i contro del montare l’intercooler in differenti posizioni all’interno del vano motore.

L'articolo Dove posizionare l’intercooler? Vantaggi e svantaggi proviene da Motori.it.

BMW X2 20d xDrive MSport: la prova su strada

di Valerio Verdone

Abbiamo guidato il SUV più glamour della gamma BMW che sposa una linea seducente con una dinamica di guida degna della Casa bavarese.

L'articolo BMW X2 20d xDrive MSport: la prova su strada proviene da Motori.it.

Ford Ranger Wildtrak: si amplia la lineup 2019 del pickup per l’Europa

di Francesco Giorgi

Tre configurazioni cabina, elevate doti fuoristradistiche, equipaggiamenti “alto di gamma”, nuovi turbodiesel: e con Wildtrak una serie di dotazioni esclusive.

L'articolo Ford Ranger Wildtrak: si amplia la lineup 2019 del pickup per l’Europa proviene da Motori.it.

Google aiuta Wikipedia: donerà 3,1 mln di dollari

di Marco Locatelli

Google sta per donare a Wikipedia altri 3,1 milioni di dollari, portando il suo contributo all’enciclopedia libera per definizione ad oltre 7,5 milioni di ollari.

Leggi il resto dell’articolo

The Expanse: su Amazon Prime Video arrivano le prime tre stagioni, in attesa della quarta

di Alessandro Crea

The Expanse arriva su Amazon Prime Video. Le prime tre stagioni della popolare serie sci-fi originariamente prodotta da SyFy e disponibile su Netflix sarà visibile sul servizio di streaming video di Amazon a partire dal prossimo 8 febbraio, ma per gli appassionati della serie le buone notizie non finiscono qui.

Amazon infatti produrrà anche la quarta stagione, come già annunciato dallo stesso Jeff Bezos lo scorso maggio, e la trasmetterà nel corso di quest’anno. I fan potranno quindi godersi nuovi episodi che non sarebbero mai esistiti se il colosso di Seattle non avesse acquisito i diritti del titolo, che si sarebbe dunque concluso dopo tre stagioni, nonostante il successo di pubblico e critica.

Il cast tecnico e artistico sembra essere di primo livello. La sceneggiatura ad esempio è stata affidata al duo composto da Mark Fergus e Hawk Otsby, già autori del primo Iron Man e soprattutto di I Figli degli Uomini di Alfonso Cuaròn al  quale hanno concorso agli Oscar.

Nel cast invece troviamo Thomas Jane, tre volte candidato ai Golden Globe, Shohreh Asgdashloo (Star Trek: Beyond), anch’essa candidata all’Oscar, che ha anche vinto in un’altra occasione, ma anche ottimi caratteristi come Dominique Tipper (Animali Fantastici e Dove Trovarli), Wes Chatam (The Hunger Games), Frankie Adams (Macchine Mortali) o Chad L. Coleman (The Walking Dead). Insomma, Amazon sembra credere nel progetto, non resta che attendere di vedere il risultato finale.

Per chi non dovesse conoscere la serie, ecco la sinossi ufficiale:

Gli umani hanno ormai colonizzato il sistema solare e le Nazioni Unite controllano la Terra mentre una forza militare indipendente risiede su Marte. Disperati per la scarsezza di acqua e ossigeno, la serie ha inizio con Marte e la Terra pronti a dichiararsi guerra per conquistare le risorse trovate nella Fascia Principale degli asteroidi. Con poche chance di sopravvivere, gli alleati si trovano a combattere per il futuro dell’umanità.

Avete mai letto i libri di James S. A. Corey a cui + ispirata la serie TV? Leviathan – Il Risveglio è il primo della serie.

iPod Touch: Apple estende il marchio al gaming

di HDblog.it

Apple sta lavorando per dare una seconda vita (chance?) a iPod Touch? L'ipotesi non è neanche troppo remota, soprattutto considerati i recenti rumor sull'imminente annuncio della 7a generazione di un prodotto la cui versione attuale risale al 2015 - con refresh nell'estate 2017. In questo caso, però, non ci riferiamo solamente a un nuovo modello, piuttosto a un'estensione del suo impiego. iPod Touch potrebbe infatti rappresentare la prossima mossa di Apple nel campo dei dispositivi gaming.

Il dubbio - più che legittimo, ma sempre dubbio rimane - sorge osservando il solito portale dell'USPTO, sul quale è comparsa la documentazione relativa alla registrazione (tuttora in corso) del marchio iPod Touch (la cui domanda era stata depositata a settembre 2018) in una classe di prodotto differente rispetto alla 9 che comprende:

[...] apparecchi e strumenti per scopi scientifici o di ricerca, apparecchiature audiovisive e informatiche, nonché attrezzature di sicurezza e di salvataggio.


Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 759 euro oppure da Amazon a 849 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Huawei P30 punterà tutto sugli schermi OLED e su una nuova fotocamera ancora più evoluta

di Irven Zanolla

Secondo i feedback forniti dai primi utenti che stanno testando Huawei P30 e P30 Pro, troveremo schermo OLED, tanta RAM e una nuova fotocamera.

L'articolo Huawei P30 punterà tutto sugli schermi OLED e su una nuova fotocamera ancora più evoluta proviene da TuttoAndroid.

eCooltra e Moovit siglano accordo per la green mobility

di Francesco Ciannamea

eCooltra e Moovit hanno siglato un accordo per la mobilità urbana. Scoprite i dettagli della partnership nel nostro articolo.

(...)
Continua a leggere eCooltra e Moovit siglano accordo per la green mobility su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

VW GOLF R elaborata con preparazione BRS Motorsport

di redazione

Questa VW Golf R elaborata tira fuori la vera anima della R: è più dinamica, più agile, più potente, ma senza esagerare. Preparata dal tuner BRS Motorsport vanta ora 399 CV e una coppia di 552 Nm. Questa poi non è solo la storia di una VW Golf R modificata, ma anche di un uomo giovane e della sua passione per la guida. resa più divertente e cattiva di quella standard, grazie ad un intervento di tuning mirato che ha comunque cambiato non di poco l’handling e il conseguente godimento di guida della “R”.

VW Golf R elaborata

L’upgrade della VW Golf R elaborata parte da una voglia di qualcosa in più anche in termini di coppia e cavalli. La soluzione adottata con la BRS Motorsport è stata quella di installare un kit Revo Stage 2 e di modificare l’aspirazione sempre Revo. Tutto questo ha spostato l’ago del 2 litri TSI dai 310 CV stock ai quasi 400 CV attuali, con 551 Nm di coppia, contro i 400 Nm di base.

VW Golf R modificata

Qualche ritocco sulla VW Golf R modificata è stato effettuato anche all’impianto frenante a sei pistoncini con disco flottante da 380 mm, mentre l’assetto sfrutta barre antirollio maggiorate e nuove molle H&R. Anche scarico ed esterni sono stati elaborati, con un impianto di scarico a centrale libero, senza catalizzatore e con un terminale silenziato dal diametro di 76 mm.

VW Golf R tuning

Sulla VW Golf R un tocco di tuning è stato dato anche all’estetica, con wrapping nero lucido per il tetto e oscuramento dei fari e dello stesso lunotto. I cerchi originali hanno lasciato il posto ai Revo da 19” bronze che, dobbiamo ammetterlo, rendono la Golf R molto più accattivante rispetto a quelli di serie un po’ smorti.

Scheda tuning VW Golf R by BRS Motorsport
Upgrade software motore Revo Stage2 Perf B 100 Ron 915€
Kit aspirazione Revo Carbon Series completo 1.050€
Kit cerchi Revo RV019 Matte Bronze 1.585€
Impianto frenante 6 pot Revo-Alcon 380 mm flottante 3.150€
Upgrade software DSG TVS Engineering Stage2+ 850€
Intercooler Airtec MQB Black Core 720€
Kit tubi siliconici intercooler TBF Performance 190€
Kit barre antirollio H&R 490€
Kit molle H&R 315€
Blow off DV+ 210€
Paddle color titanio Racing Line Performance
Kit candele NGK Iridium 79€
Kit puleggia servizi alleggerita BRS Motorsport 195€
Coppa olio maggiorata Wortec 475€
Olio Motul 300v 5W40 140€
Impianto di scarico completo composto da: downpipe 90 mm scatalizzato / centrale libero 76 mm / terminale silenziato 76 mm con 4 finali 100 neri in locazione standard BRS Motorsport 2.900€
Wrapping del tetto in nero lucido, oscuramento fari e vetri completo a cura di The Garage Milano 850€

Costo totale intervento tuning 14.100 Euro

Cerca la VW Golf usata su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della VW Golf R elaborata dal tuner BRS Motorsport è su Elaborare 245.

Cover elaborare 245 magazine gennaio 2019


L'articolo VW GOLF R elaborata con preparazione BRS Motorsport proviene da ELABORARE.

PlayStation Now arriva anche in Italia: 600 giochi

di Marco Locatelli

PlayStation Now, la piattaforma di cloud gaming di Sony, sarà disponibile anche in italia – e anche in altri paesi europei tra cui Spagna e Portogallo – a partire dalle prossime settimane.

Leggi il resto dell’articolo

Future GPU Intel, l’approccio alla comunità è giusto. Bisogna estenderlo a tutta l’azienda

di Manolo De Agostini

Ancora non sappiamo se le GPU dedicate di Intel attese per il 2020 saranno in grado di competere ad armi pari con le soluzioni di AMD e Nvidia in tutti i settori fin da subito, anche se lo speriamo vivamente per amor di concorrenza. Quello che però stiamo iniziando a vedere e apprezzare in queste settimane è il nuovo approccio di Intel nel rapporto con la comunità.

Rendersi raggiungibili dagli appassionati, ascoltare i feedback e farne tesoro. È quanto Intel sta facendo su Twitter con l’account Intel Graphics e i profili personali di diversi dirigenti e ingegneri, ma anche con eventi AMA (Ask Me Anything) su Reddit e siti specializzati.

È qualcosa che ci ricorda quanto fatto da AMD nei mesi “pre-Ryzen”, quando l’azienda cercò più volte il contatto con gli appassionati sui canali social e non solo, chiedendo cosa volessero dalle future CPU in modo da mettere a punto non solo l’hardware (moltiplicatore sbloccato su tutta la gamma, socket AM4 stabile per diversi anni, ecc.), ma anche la parte software con strumenti come Ryzen Master.

Uno scambio che poi si è rivelato proficuo per ambedue le parti, ma soprattutto un approccio che appare decisivo quando ti ritrovi a voler mettere piede in un nuovo mercato oppure stai cercando il riscatto, come avvenuto con AMD.

Le similarità tra una strategia e l’altra non sono casuali, ma figlie del fatto con diverse figure chiave di AMD sono passate a Intel proprio per curare il ritorno alle GPU dedicate dell’azienda statunitense, lontana dal settore da moltissimo tempo.

A due persone in particolare va probabilmente ascritto questo avvicinamento alla community: Chris Hook, ex di AMD e capo del marketing del nuovo Core e Visual Computing Group di Intel, e Lisa Pearce, Graphics Software Engineering Director, molto attiva su Twitter. Ma anche Raja Koduri, colui che guida la divisione e stabilisce la visione di Intel nello sviluppo delle GPU, non è da meno.

Nei giorni scorsi Intel ha annunciato l’arrivo di un nuovo pannello di controllo per i propri driver. L’azienda per ora ha diffuso un semplice “teaser trailer”, e in seguito su Twitter ha confermato che la prima release non includerà Linux. Una scelta che ha scontentato alcuni, portando a numerose richieste. Richieste che non sono passate inosservate, tanto che Chris Hook ha esternato di aver avuto molte discussioni sui pannelli di controllo su Linux nelle ore successive, in modo da ottenere quante più informazioni possibili per svilupparlo al meglio.

È quel tipo di approccio che avvicina le persone a un progetto, a un’azienda e che potrebbe convertirle in acquirenti del prodotto finale – sempre che sia effettivamente valido, ma questo è un altro paio di maniche. Ciò che però ci preme dire che è che piacerebbe che questa apertura al confronto e all’ascolto fosse sempre più pervasiva nella casa di Santa Clara. Dopo anni di poca chiarezza e apertura, Intel ha bisogno di cambiare marcia sotto il profilo comunicativo.

Eventi come l’Intel Developer Forum di qualche anno fa permettevano a consumatori e addetti ai lavori di saperne di più sui progetti in via di sviluppo e a Intel di raccogliere il feedback, nonché di avvicinarsi ai sentimenti dei consumatori. Forse quella formula non è più adatta ai giorni nostri, ma un metodo diverso da quello degli ultimi anni non può che fare bene.

Con il progetto delle GPU dedicate, qualcosa che nasce fondamentalmente da zero, è facile attuare una nuova strategia e probabilmente è anche l’unica strada percorribile per creare quell’attesa che talvolta serve attorno a un nuovo prodotto (ripetiamo, sempre che sia valido, altrimenti potrebbe trasformarsi in un boomerang). Ci piacerebbe che questa apertura interessasse prima o poi anche le CPU, in quanto vi sarebbero molte cose da suggerire a Intel. L’ultimo Architecture Day è un passo nella giusta direzione, ma si può fare di più. Attendiamo fiduciosi.

Open Fiber apre 12 nuovi Infratel fra Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Campania e Sicilia

di Lorenzo Spada
TIM Open Fiber rete unica in fibra ottica FTTH

Attraverso un tweet pubblicato nelle scorse ore, Open Fiber ha annunciato ufficialmente l’apertura di nuovi cantieri per la posa della fibra ottica inerente ai bandi Infratel in 12 comuni fra Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Campania e Sicilia. In particolare, i nuovi cantieri aperti da Open Fiber per la posa della fibra ottica sono stati aperti a: […]

L'articolo Open Fiber apre 12 nuovi Infratel fra Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Campania e Sicilia proviene da TuttoTech.net.

❌