Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 24 Marzo 2019RSS feeds

Download nuovo Microsoft Edge Preview basato su Chromium

di Alexandre Milli

Dopo aver visto  le prime immagini del nuovo browser di Microsoft Edge basato su Chromium è ora disponibile al download in versione preview. Preview di Microsoft Edge disponibile La prima versione di anteprima di Microsoft Edge basata sull’engine di Chromium è finalmente disponibile al download. Trovate il link per il download in fondo all’articolo. NOTA […]

Puoi leggere l'articolo Download nuovo Microsoft Edge Preview basato su Chromium in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

Come parlare con operatore Wind Infostrada del servizio clienti

di Jader Liberatore

Per parlare con un operatore del servizio clienti Wind Infostrada chiama il 155. Quante volte ti hanno suggerito di telefonare a questo numero per parlare con Wind? Sicuramente tante, ma sono anche tanti i casi in cui non riesci a parlare con un operatore in tempi brevi oppure cade la linea e devi seguire la voce […]

L'articolo Come parlare con operatore Wind Infostrada del servizio clienti proviene da MelaRumors.

Nissan: negli e-sport con FaZe Clan e OpTic Gaming

di Giuseppe Cutrone

Nissan entra nel mondo degli e-sport sponsorizzando le due squadre FaZe Clan e OpTic Gaming.

L'articolo Nissan: negli e-sport con FaZe Clan e OpTic Gaming proviene da Motori.it.

Come trasferire foto da WhatsApp a PC

di Alessio Salome
Avete ricevuto delle immagini importanti tramite la nota piattaforma di messaggistica istantanea e adesso vorreste trasferirle sul vostro computer senza compiere operazioni particolari. In questa nuova guida di oggi vi spiegheremo nello specifico come trasferire leggi di più...

Microsoft Your Phone consente di condividere contenuti dal PC allo smartphone Android

di Roberto F.

Torniamo ad occuparci di Microsoft Your Phone, applicazione lanciata dal colosso di Redmond alla fine dello scorso anno, in quanto c'è un'importante novità

L'articolo Microsoft Your Phone consente di condividere contenuti dal PC allo smartphone Android proviene da TuttoAndroid.

LineageOS 16.0 è ora disponibile per tanti Xiaomi e per Nexbit Robin

di Pietro Paolucci

LineageOS 16.0 ufficiale apre le braccia verso tanti Xiaomi e un Nexbit Robin. Supportano ora la nuova versione smartphone come Xiaomi Mi5, Mi 5s, Mi 5s Plus, Mi MIX e Mi Note 2.

L'articolo LineageOS 16.0 è ora disponibile per tanti Xiaomi e per Nexbit Robin proviene da TuttoAndroid.

Ieri — 23 Marzo 2019RSS feeds

La calcolatrice di Windows 10 sarà presto la migliore amica degli studenti di algebra e geometria

di Lorenzo Spada
Windows 10

Nonostante le calcolatrici dei vari sistemi operativi siano pressoché identiche nelle loro funzioni di base, quella di Windows 10 sta per ricevere una nuova funzionalità che tornerà molto utile a coloro che studiano algebra e geometria. Dopo averla resa open source pubblicando il codice sorgente, Microsoft sta per introdurre la “modalità grafico” sulla calcolatrice di […]

L'articolo La calcolatrice di Windows 10 sarà presto la migliore amica degli studenti di algebra e geometria proviene da TuttoTech.net.

Microsoft xCloud è la risposta a Google Stadia che porterà i giochi Xbox sui dispositivi Android

di Roberto F.

Microsoft ha svelato qualche anticipazione su xCloud, la sua prossima piattaforma di gioco cloud che sarà probabilmente la principale rivale di Google Stadia

L'articolo Microsoft xCloud è la risposta a Google Stadia che porterà i giochi Xbox sui dispositivi Android proviene da TuttoAndroid.

Meno recentiRSS feeds

Archos Play Tab: un mega tablet Android da 21,5" travestito da gioco da tavolo

di HDblog.it

Dopo aver preso parte al MWC 2019 con diverse novità in ambito smartphone, Archos torna a far parlare di se presentando un nuovo tablet Android, decisamente fuori misura. Archos Play Tab, questo il nome commerciale con la quale debutterà sul mercato europeo, è un tablet di dimensioni piuttosto notevoli, addirittura più grande del vecchio Galaxy View di Samsung.

L'essenza di proporre un dispositivo di questo tipo si concretizza in un prodotto a metà strada tra tablet e gioco da tavolo. Archos Play Tab integra infatti un'interfaccia dedicata che permette di scegliere tra diverse categorie - strategia, guerra, educativo, fantasy - in un compendio di oltre 1000 titoli freemium, che in versione digitale permettono di tornare a giocare ad alcuni board-game come Monopoly o Scrabble, sfruttando un display da 21,5" FHD.

Tutto lo schermo è inoltre protetto da un vetro di 6 mm laminato e temperato per resistere agli urti, il processore è un octa-core non meglio specificato, il software a bordo è Android 9 Pie con Play Store preinstallato, infine, non mancano 3GB di RAM, 32GB di memoria interna e una batteria da 5000 mAh.


Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, compralo al miglior prezzo da Amazon a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

ARCHOS presenta Play Tab con display Full HD da 21,5 pollici: ecco il tablet per i giochi da tavolo

di Vincenzo
Archos Play Tab

ARCHOS ha annunciato ufficialmente il suo nuovo Play Tab, device che si contraddistingue per un enorme display da ben 21,5 pollici Full HD.

L'articolo ARCHOS presenta Play Tab con display Full HD da 21,5 pollici: ecco il tablet per i giochi da tavolo proviene da TuttoAndroid.

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018

di Redazione

Non è una novità che in momenti di crisi molti automobilisti scelgano di rivolgersi al mercato delle auto usate piuttosto che impegnarsi nell’acquisto di un modello nuovo. Forse colpisce di più ora, con le restrizioni alla circolazione che toccano in modo sempre più massiccio anche auto relativamente recenti spingendo verso quelle più fresche ed “ecologiche”. Sta di fatto però che secondo i dati raccolti ed elaborati da Unrae, l’associazione dei rappresentanti delle case estere, tra il 2017 e il 2018 si è registrato un incremento dei passaggi di proprietà del 4,3%, che in volumi significa 5.567.570 trasferimenti contro 5.337.851.

TANTE KM0

Scendendo nello specifico, il dato 2018 va bilanciato tenendo conto della sovrabbondanza di km0 immessi sul mercato l’anno precedente. Nel 2017, infatti, il record di autoimmatricolazioni da parte dei dealer (più che raddoppiate rispetto all’anno precedente) aveva contribuito a portare il mercato a quasi 2 milioni di vetture, ma ingrassato le fila di auto destinate ad essere rivendute “di seconda mano” anche se di fatto nuove.

SPESA IN AUMENTO

Complessivamente, il mercato usato ha generato nel 2018 un giro d’affari di 21,6 miliardi di euro, oltre il 10% in più rispetto al 2017 quando il volume aveva toccato quota 19,6 miliardi. Tuttavia, in questo dato influisce non poco l’aumento dell’importo medio del passaggi di proprietà, che si attesta poco sopra i 7mila euro. Dunque, più scambi per vetture, si presume, più recenti o di livello superiore e dunque più costose, che hanno portato a un innalzamento del prezzo medio.

MENO TRATTATIVE PRIVATE

L’altro dato che emerge dalle statistiche è la diminuzione dei passaggi di proprietà da privato a privato che sono scesi da oltre il 46% al 44,6%, perdendo due punti e il primato di formula favorita. Questo è andato all’acquisto presso rivenditori e concessionarie, formula che è salita a poco meno del 47%, mentre la quota relativa all’acquisto di km0 è salita al 7,6%, con un incremento decisamente notevole di 1,5 punti.

L'articolo Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018 proviene da SicurAUTO.it.

Screenshot Mac: guida completa per catturare una schermata

di Jader Liberatore

macOS include centinaia di funzioni utili e pochi sanno che è possibile catturare una schermata del Mac senza ricorrere ad applicazioni sviluppate da terzi o particolari trucchi da esperto informatico. In questa guida dedicata agli screenshot Mac ti spiego tutto quel che devi sapere per catturare lo schermo del tuo computer in un istante e […]

L'articolo Screenshot Mac: guida completa per catturare una schermata proviene da MelaRumors.

Bosch porta in Italia il sistema di avviso per la marcia contromano

di Alessandro Crea
La sola idea di potersi imbattere in automobilisti che guidano contromano fa paura, ma non è una possibilità così remota come può sembrare. Solo in Germania ad esempio si verificano circa 2000 eventi l’anno. Bosch però ha pronta la soluzione: wrong-way driver warning, un servizio salvavita basato su cloud, disponibile in 13 Paesi europei tra […]

Kia Ceed: prima immagine del crossover

di Redazione

Prosegue il percorso di crescita della gamma della Kia Ceed. Partita dalle più tradizionali varianti a due volumi e station wagon, già da ora può contare sull’inedita versione shooting brake denominata ProCeed che ha recentemente fatto il suo debutto commerciale. Ma le novità non si fermano qui e nel corso dell’anno, più precisamente nel corso della stagione autunnale, il produttore coreano presenterà anche un’inedita variante crossover del suo modello di medie dimensioni, oggi anticipato da un bozzetto che ne svela, almeno in parte, le linee.

PRESENZA OBBLIGATORIA

La scelta di declinare la Ceed anche in una versione a “ruote alte” è dettata dall’importanza di essere presente in uno dei segmenti in più forte espansione in questo momento. Suv e crossover, infatti, rappresentano oggi il 40% delle vendite nel nostro Paese. Questo tipo di carrozzeria, infatti, più che ad una reale necessità di mobilità, risponde a un gusto estetico dettato da un fenomeno sociale e di moda che negli ultimi anni si è fatto sempre più forte.

POSSIBILI FORME DA COUPÈ

Partendo dall’unico bozzetto rilasciato, non è facile intuire quelle che saranno le linee della nuova Kia Ceed Crossover. Tuttavia, è possibile, ipotizzare quella che sarà in generale la forma della carrozzeria. Osservando con attenzione il disegno, infatti, è possibile notare come la parte posteriore della vettura abbia una linea che ricorda in maniera piuttosto esplicita quella di una coupé, con il tetto che scende in maniera progressiva verso il basso, unito a un montante C massiccio. La forma del lunotto, invece, ricorda quello in uso sulla ProCeed, che dona all’insieme un piacevole tocco dinamico.

ANCHE MILD-HYBRID?

Difficile fare ipotesi su quello che potrebbe essere il powertrain della vettura. Molto probabilmente, sotto il cofano della futura Kia Ceed in variante crossover troveremo molti dei propulsori in uso sul resto della gamma Ceed. Come il 1.4 T-GDi a benzina da 140 CV o il 1.6 CRDi a gasolio da 136 CV. Non è da escludere anche il debutto di una versione del mild-hybrid proprio sul 1.6 turbodiesel, come si è visto l’anno scorso nel corso del Salone di Parigi. Attualmente, infatti, questo tipo di soluzione è in uso unicamente sulla Sportage con il motore 2.0 CRDi. Ereditati dall’attuale gamma Ceed saranno anche i vari sistemi di sicurezza, che assicurano una guida autonoma di livello due grazie a sistemi come, ad esempio, il cruise control adattivo e il Lane Following Assist

L'articolo Kia Ceed: prima immagine del crossover proviene da SicurAUTO.it.

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

di Redazione

Proseguono le guide all’acquisto di SicurAUTO.it . Dopo aver analizzato il mercato delle piccole e quello delle berline compatte del segmento C e dei SUV è il momento di parlare dei Crossover, che si distinguono da questi ultimi per le dimensioni anche minori, per la disponibilità della trazione anteriore in luogo di quella integrale e per una maggiore vocazione urbana da tuttofare. Noi di SicurAUTO.it, con questa nuova guida, vogliamo aiutarvi a scegliere l’auto che si adatta di più alle vostre esigenze e al vostro budget, ovviamente senza mai dimenticare la sicurezza. Le guide sono strutturate per fascia di prezzo e si basano su un budget prestabilito, prendendo come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Per ogni segmento abbiamo preso in considerazione i modelli più venduti del mercato. Tutte le guide che realizzeremo saranno costantemente aggiornate, tornate quindi spesso per scoprire le novità. Ecco i Crossover che si possono acquistare con un budget di circa 15.000 euro.

Guida aggiornata il 22 marzo 2019.

LE VOSTRE ESIGENZE PRIMA DI TUTTO

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta, bilanciando tra le diverse esigenze, trovando la giusta motorizzazione, magari rendersi conto solo dopo qualche mese di aver sbagliato. A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la vostra scelta prima di tutto sulle vostre esigenze. A parte il budget, è importante, anzi fondamentale, conoscere le proprie esigenze e avere ben chiaro l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero? Per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di un acquisto importante e impegnativo sotto il profilo economico, quindi bisogna sapere quanti km l’anno si percorrono e in che tipo di strade, perché anche se un diesel in assoluto consuma meno, il delta di prezzo con la versione benzina potrebbe comunque rendere sconveniente il suo acquisto. Alle vetture con alimentazione alternativa (GPL – Metano) dedicheremo una guida a parte.

BENZINA O DIESEL

Sulla scelta tra benzina e diesel vale la pena soffermarsi ancora un momento, ripassando anche un po’ di storia. Fino al 1997 la scelta tra uno o l’altro era molto semplice: il diesel era per chi faceva tantissimi chilometri, la benzina per tutti gli altri. Questo accadeva per due motivi, il superbollo e le prestazioni piuttosto scarse (del diesel). Ma con l’invenzione del common rail e l’abolizione della sovrattassa le cose sono drasticamente cambiate. Il piacere di guida è aumentato esponenzialmente in pochi anni e il delta di prezzo è diminuito. Quindi, calcolatrice alla mano, bisogna fare bene i conti considerando la percorrenza media annuale, il consumo di carburante, i costi della manutenzione programmata e quelli della polizza, per stabilire a partire da qualche chilometraggio il diesel convenga rispetto al benzina.

IL CONCESSIONARIO E LA PROVA SU STRADA

Quando avete scelto il modello preferito, ma anche se avete un rosa di due o tre auto candidante o se perfino brancolate nel buio, una visita al concessionario può aiutarvi a schiarire le idee. Vedere un modello di persona, accomodarsi al posto guida e magari sentire il rumore del motore, sembrano azioni banali, ma spesso si rivelano risolutive per capire l’auto. La foto migliore o il video più accurato non equivarranno mai a trovarsi la vettura di fronte, per quanto noi cerchiamo di descrivervi tutto nelle nostre prove su strada di lunga durataTuttavia la vostra prova su strada è importantissima. Sentire il volante tra le proprie mani e avere una prima impressione sul comportamento dell’auto può dirci molto e può farci scoprire caratteristiche che magari non ci piacciono o non ci aspettavamo. Bisogna sempre chiedere di provare un’auto prima di comprarla, se possibile nella motorizzazione desiderata; tutti i concessionari hanno a disposizione auto targate per il test drive ed è un vostro diritto provarle per saggiarne le caratteristiche.  Passati in rassegna i consigli preliminari, ecco in breve i Crossover con un budget intorno ai 15.000 euro disponibili sul mercato, in ordine alfabetico.

CITROÊN C3 AIRCROSS

La Citroen C3 Aircross è un SUV compatto in vendita dal 2017 che ripropone le linee anticonvenzionali, ma più moderate lanciate dalla C4 Cactus. Ha un prezzo di listino che parte da 18.250 euro e con i suoi 415 cm di lunghezza si pone praticamente al vertice dei B-SUV adatti anche alla città. Bisogna sicuramente non farsi mancare nulla per superare il tetto dei 25 mila euro al quale non si arriva neppure con la versione top di gamma Shine. Per chi si accontenta di qualcosa in meno ci sono anche gli allestimenti Live e Feel. La gamma di motori è piuttosto ampia e mette di fronte alla scelta tra i benzina PureTech 82, PureTech 110 S&S Feel EAT6, PureTech 130 S&S e diesel BlueHDi 100 e BlueHDi 120. Guarda qui il crashtest Euro NCAP della C3 Aircross.

FIAT PANDA CITY CROSS

Deriva strettamente dalla Fiat Panda normale, con sospensioni rialzate e design incattivito, ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Il progetto risente dell’età, nonostante gli aggiornamenti hitech del sistema d’infotainment, infatti Fiat ha già svelato forme eproporzioni della prossima Panda con il prototipo Fiat 120. A un prezzo di listino che parte da 14.890 euro la Fiat Panda City Cross si può scegliere solo con trazione anteriore (a differenza della 4×4) e solo con motore 1.2 benzina da 69 cavalli. Per sapere quanto è sicura guarda qui il video e la scheda del crash test.

FORD KA+ ACTIVE

Come non notare le differenze con la Ford KA+ e in effetti vale lo stesso discorso della Fiat Panda, solo che il progetto della KA+ è molto più recente e conta su dotazioni di serie più ricche. Il prezzo di listino e su per giù lo stesso – parte da 13.250 euro –  ma ha di serie, tra le varie,  il Cruise Control e i cerchi in lega già dall’allestimento base Active. I  motori disponibili sono 2 : il benzina 1.2 85cv S&S Active e il diesel 1.5 EcoBlue 95cv S&S Active. La FOrd Ka+ da cui deriva non ha ottenuto un risultato brillante nel crashtest Euro NCAP.

KIA STONIC

È lunga 4,14 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 332 dm3. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto 3 stelle (85%, 84%, 62%, 25%). 4 motorizzazioni disponibili, 3 benzina e un diesel. Entry level è il 4 cilindri da 84 cavalli 5,2 l/100 km e 118 g/km CO2, seguito da un altro 4 cilindri ma da 100 cv 5,5 l/100 km e 125 g/km CO2, e da un 3 cilindri da 120 cv, 5 l/100 km e 115 g/km CO2. L’unica motorizzazione diesel disponibile è un 4 cilindri da 110 cv 4,2 l/100 km e 198 g/km CO2. Il prezzo di listino parte da 16.750 euro. Con la Stonic si completa l’offerta SUV di KIA. La Stonic, il cui nome è una crasi tra i termini speed e tonic, si presenta con un design all’avanguardia, dove si coglie il family feeling della Casa coreana. L’abitacolo è confortevole, e si presenta ben curato nei minimi dettagli, sia per i materiali sia per l’intrattenimento a bordo. Scopri qui quanto è sicura nel crashtest Euro NCAP.

NISSAN JUKE

Fortemente ispirata all’iconico concept Gripz visto a Francoforte 2015. È lunga 4,13 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 354 dm3. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.6 è spinta da un 4 cilindri con 108 CV, con un prezzo di listino che parte da 14.900 euro. Lo stesso motore benzina è disponibile anche nella variante bifuel GPL o in alternativa al motore 1.5 DCi a gasolio.

PEUGEOT 2008

Con il restyling presentato al Salone di Ginevra 2016 la Peugeot 2008 ha acquisito una connotazione più da Suv e il suo bagaglio tecnologico è stato arricchito con l’introduzione del Peugeot i-Cockpit. È lunga 4,16 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 350 dm3. Testata nel 2013 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 1.2 PureTech 82 Access è spinta da un 3 cilindri con 82 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4,9 L/100 km con 114 g/km di emissioni di CO2 e un prezzo di listino parte da 18.330 euro. In alternativa ci sono anche le versioni BlueHDi 100, BlueHDi 120, PureTech Turbo 110 e PureTech Turbo 130.

RENAULT CAPTUR

È lunga 4,12 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 350 dm3. Testata nel 2013 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l’ESC. Nella versione base 900 TCe è spinta da un 3 cilindri turbobenzina con 90 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,1 L/100 km con 113 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 18.950 euro. La Renault Captur deriva strettamente dall’ultima generazione di Clio, con la quale condivide anche la quasi totalità della meccanica, ed è imparentata con la Nissan Juke.

L'articolo Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro proviene da SicurAUTO.it.

Microsoft, data center nel DNA

di Filippo Vendrame

In un futuro molto lontano, Microsoft potrebbe sostituire i server dei suoi data center con il DNA. Non è una traccia di un film di fantascienza perché la casa di Redmond, assieme ai ricercatori dell’Università di Washington, è risucita a creare un prototipo di un dispositivo che è in grado di tradurre le informazioni digitali in DNA e viceversa. Trattasi della prima volta che si riesce a creare un processo di conversione completamente automatizzato.

Leggi il resto dell’articolo

Come vengono prodotte le auto, dall’ordine alla consegna

di Redazione

Ogni volta che un cliente pone la sua firma su un contratto di acquisto per un auto nuova, si mette in moto un meccanismo molto complesso che attraverso una serie di passaggi porta all’ordine, alla produzione e infine alla consegna del veicolo al nuovo proprietario. Tuttavia, osservando una macchina dietro la vetrina di una concessionaria, viene difficile immaginare la complessità di questo procedimento. Per capirlo, abbiamo preso ad esempio il processo produttivo dello stabilimento Volkswagen di Wolfsburg, all’interno del quale grazie al sistema FIS, vengono prodotte 3.500 auto ogni giorno.

TUTTO SOTTO CONTROLLO

Acronimo di Fertigungs, Informations und Steuerungssystem, in italiano sistema di produzione, informazione e controllo, il FIS è il vero e proprio cervello dell’intero sistema di produzione di Wolfsburg. È situato al secondo piano dello stabilimento, all’ingresso 54 e si sviluppa su una superficie di 200 metri quadrati, all’interno della quale sono posizionati 16 schermi e 40 monitor. Da qui, quindici esperti per turno di lavoro supervisionano l’intero processo di produzione delle automobili.

VALUTAZIONE DEI MATERIALI

Non appena il cliente firma il contratto, in fabbrica viene avviato un processo di verifica preliminare per coordinare il successivo avvio della produzione. Vengono analizzati i vari componenti necessari per la costruzione del vicolo, considerando il loro posizionamento. Dal momento che molti materiali non sono presenti all’interno del sito di produzione, infatti, il sistema calcola il tempo richiesto da questi per raggiungere la fabbrica, in modo da stabilire la data di inizio produzione e quella di consegna al cliente.

PRENOTAZIONE DELLO SLOT DI PRODUZIONE

A questo punto viene generata la “sonata”. Si tratta di una sorta di “prenotazione” della linea di montaggio. Questa viene fatta tenendo in considerazione delle varie specifiche del veicolo, che in alcuni casi possono allungare il tempo di produzione. Ad esempio, per installare un tetto panoramico sono necessari 73 secondi. Tuttavia, la linea di montaggio lavora a intervalli di 60 secondi. Il sistema FIS, quindi deve inserire la produzione dell’auto con tetto panoramico tra auto prive di questo componente per poter compensare i secondi aggiuntivi necessari all’installazione. A questo punto viene creata la lista di componenti del veicolo da produrre, al quale viene assegnato un ID identificativo. Fatto quest’ultimo passaggio l’auto può cominciare ad essere prodotta, sempre sotto la supervisione del FIS, che monitora ogni eventuale “anomalia” che potrebbe interrompere il normale flusso di produzione, ponendovi subito rimedio. Come ad esempio il ritardo di un fornitore o un guasto ad un macchinario.

 

FUTURO AUTOMATIZZATO

Come dicevamo, ad oggi il FIS è gestito dall’uomo, ma secondo i piani di Volkswagen, in futuro sarà integrato da un sistema di intelligenza artificiale al quale sarà progressivamente lasciato il compito di controllare la produzione in maniera completamente autonoma. In questo modo potranno essere aggiunte funzioni specifiche a ciascun sito produttivo.

L'articolo Come vengono prodotte le auto, dall’ordine alla consegna proviene da SicurAUTO.it.

Come togliere anteprima messaggi WhatsApp

di Alessio Salome
Dato che siete parecchio fissati sul tema della privacy, vorreste trovare un metodo per nascondere l’anteprima dei messaggi che ricevete sulla nota piattaforma di messaggistica istantanea. In questa nuova guida odierna vi indicheremo i passaggi leggi di più...

Fossil: lo smartwatch in collaborazione con BMW arriverà nel 2020

di Lucia Massaro
Durante il Baselworld Watch Show attualmente in corso a Basilea in Svizzera, Fossil ha mostrato i primi modelli di orologi realizzati in collaborazione con la casa automobilistica BMW. La partnership tra le due aziende – annunciata nel 2018 – porterà anche alla realizzazione di una serie di smartwatch che saranno touchscreen e non ibridi.   […]

Microsoft presenta System Center 2019

di Claudio Davide Ferrara

Microsoft ha presentato System Center 2019, nuova versione della sua suite pensata per la gestione centralizzata di sistemi di informatici.

Leggi Microsoft presenta System Center 2019

❌