Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 20 Giugno 2019RSS feeds

Ecco come cambia l’Area Windows Ink in Windows 10 20H1

di Filippo Molinini

Microsoft ha aggiornato l’Area Windows Ink nelle ultime build del prossimo grande aggiornamento di Windows 10, identificato dal nome in codice 20H1. Area Windows Ink rinnovata in Windows 10 20H1 L’Area Windows Ink, introdotta in Windows 10 Anniversary Update, è una funzione dedicata a tutte quelle feature relative all’utilizzo con la penna. Con l’aggiornamento 20H1, […]

Puoi leggere l'articolo Ecco come cambia l’Area Windows Ink in Windows 10 20H1 in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

TIM, Wind, Vodafone e altri offrono ricaricabili a 6,99 Euro al mese. Ecco tutte le offerte di telefonia di Giovedì 20 Giugno

Tante le offerte che si susseguono per quanto concerne i vari operatori della telefonia mobile. Spesso diventa difficile capire effettivamente se una determinata offerta è ancora valida e come è possibile soprattutto attivarla se andando in un negozio o se è possibile farlo online.

RHA presenta le T20 Wireless: con cavo o senza, ma sempre con la qualità del suono

RHA ha presentato le nuove cuffie T20 Wireless, evoluzione del modelo lanciato nel 2015 che ha ora un connettore MMCX grazie al quale è possibile scegliere tra connessione con cavo o senza

Cooler Master, dissipatori AIO Masterliquid Mirage: ecco il primo modello ML240P

Una serie che punta sul combinare le migliori performance per quanto riguarda il raffreddamento ad un design curioso: due gli elementi che attirano maggiormente l'attenzione, il coperchio trasparente della pompa e la girante delle ventole con palette unite tra di loro da un anello esterno

Cani dimenticati in auto: cosa fare e chi avvisare per salvarli

di Redazione

Cani dimenticati in auto

Con l’arrivo della stagione più calda si ripresenta il problema dei cani dimenticati in auto, anche per poco tempo, che potrebbero subire conseguenze letali a causa delle temperature torride all’interno degli abitacoli. Non è un problema di poco conto perché basta sfogliare un attimo i giornali per leggere di numerosissimi casi di cani lasciati in auto e salvati in extremis solo grazie alla tempestiva segnalazione dei passanti. Ma non sempre queste situazioni finiscono bene. Riepiloghiamo quindi cosa fare e chi avvisare se si scoprono cani o altri animali dimenticati in una vettura sotto il sole cocente, ricordando che esiste l’obbligo di soccorrere gli animali.

COSA DICE LA LEGGE SUI CANI DIMENTICATI IN AUTO

Facciamo innanzitutto una premessa. Chi lascia un cane in un’automobile per troppo tempo, mettendone a rischio l’incolumità, non commette soltanto un’azione deplorevole ma infrange pure la legge. Secondo l’art. 727 del Codice Penale, infatti, “chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

COSA SUCCEDE AI CANI DIMENTICATI IN AUTO

Molte persone non si rendono però conto del pericolo e credono che basti lasciare aperto uno spiffero di finestrino per assicurare il ricambio d’aria a un cane dimenticato a lungo in una vettura bollente. Ma non è così. D’estate una vettura parcheggiata al sole ci mette assai poco a diventare incandescente, sui 50° e anche di più. E un cane, che per natura sopporta il caldo assai meno dell’uomo (ovviamente alcune razze sono più sensibili di altre), quando raggiunge i 41° di temperatura corporea è già a serio rischio di colpo di calore. A 44° subentrano invece gravi danni alla circolazione che causano insufficienza renale, mancanza di ossigeno nel cervello ed emorragia interna. A quel punto la morte dell’animale è la conseguenza più probabile. E anche se si riuscisse a salvarlo in tempo, rimarrebbero altissime probabilità di danni cerebrali permanenti.

COSA FARE SE SI SCOPRE UN CANE DIMENTICATO IN UN’AUTO

Insomma, abbiamo cercato di spiegare per benino gli effetti nefasti di lasciare o dimenticare cani in auto. Vediamo adesso come comportarsi se si scopre un animale abbandonato all’interno di un veicolo al caldo. La prima cosa da fare è valutare la situazione, facendosi delle domande specifiche. Il cane sembra effettivamente in pericolo? Il caldo è davvero così asfissiante? L’auto è completamente al sole? I finestrini sono del tutto chiusi? Il cane dispone almeno di una vaschetta d’acqua? C’è un modo di rintracciare il proprietario (cercandolo magari nei negozi vicini) o di capire da quanto tempo l’auto sia ferma lì? (a questo proposito ripassiamo i 5 errori da NON fare quando si viaggia con animali in auto).

CANI DIMENTICATI IN AUTO: CHI AVVISARE

Solo dopo aver fatto queste valutazioni, se il padrone del cane non si è fatto ancora vivo e si ritiene che la situazione comporti dei rischi oggettivi per la bestiola, si deve agire allertando i Carabinieri (112) oppure la Polizia locale. Sconsigliamo di fare i ‘Rambo’ della situazione spaccando i finestrini dell’auto, non è quasi mai una buona idea. Molto meglio cercare di creare ombra mettendo dei giornali sul parabrezza e, se possibile, gettare acqua sulla vettura. Un’ulteriore possibilità consiste nel chiamare gli operatori dell’ENPA o di altre associazioni per la protezione degli animali, e nei casi più stremi un veterinario. E soprattutto coinvolgere altre persone nell’operazione di ‘salvataggio’ per avere dei testimoni di quanto accaduto. Potrebbero tornare utili.

COSA FARE SE IL CANE HA AVUTO UN COLPO DI CALORE

Qualora fosse necessario intervenire di persona, per riportare gradualmente a livelli normali la temperatura corporea di un cane che ha subito un grave colpo di calore, bisogna bagnargli la schiena e i lati del corpo con dei panni (va bene un comune asciugamano) pregni di acqua fredda ma non gelida, oppure di liquidi che evaporano facilmente come aceto o alcol. Questo perché l’evaporazione dell’acqua o dei liquidi sottrae calore al corpo. Meglio non usare il ghiaccio, dato che un raffreddamento troppo rapido potrebbe avere effetti nocivi e causare persino uno choc cardiocircolatorio. Ribadiamolo: proteggere i cani dal caldo torrido è un dovere di tutti.

The post Cani dimenticati in auto: cosa fare e chi avvisare per salvarli appeared first on SicurAUTO.it.

Un morto nell'unità di moderazione dei contenuti di Facebook

Il sistema di moderazione dei contenuti di Facebook, da qualche anno affidato a revisori umani, è al centro delle attenzioni ormai da diverso tempo: adesso un'approfondita inchiesta di The Verge fa luce su nuovi preoccupanti aspetti

Smartphone Sony: potrebbe avere 6 fotocamere. Ecco come funzioneranno

Un nuovo smartphone Sony all'orizzonte! Secondo quanto riportato, questa soluzione avrà per la prima volta sei fotocamere posteriori che permetteranno di dimostrare le potenzialità nel campo della fotografia per Sony.

Lo standard PCIe 6.0 in arrivo dal 2021: nuovo raddoppio della bandwidth

Le nuove specifiche PCI Express del futuro saranno standardizzate per il 2021, ma non se ne prevede l'adozione prima di almeno altri due anni. In cambio valori di bandwidth 8 volte superiori a quelli attuali

Il 43% delle app Android ha delle vulnerabilità, secondo questo studio

di Giovanni Pardo

Secondo Positive Technologies, su Android ed iOS anche le applicazioni non maligne celano molte vulnerabilità, nella maggior parte dei casi riguardanti la sicurezza dei dati. Come si può risolvere il problema?

L'articolo Il 43% delle app Android ha delle vulnerabilità, secondo questo studio proviene da TuttoAndroid.

FSP presenta la nuova serie di alimentatori SFX DAGGER PRO: ecco i modelli da 550 e 650 W

FSP, uno dei principali produttori mondiali di alimentatori, annuncia una nuova serie di di alimentatori denominata DAGGER PRO SFX presentando i primi due modelli uno da 550 W e l'altro da 650 W basati su standard SFX12V V3.3

Motorola One Pro: eccolo in nuovi render

Motorola One Pro sarà il primo smartphone Android della società statunitense a integrare quattro fotocamere nella zona posteriore. Ecco come dovrebbe apparire in nuovi render trapelati in Rete in queste ore.

Il passato portato al digitale: Hasselblad CFV II e 907x

Oltre ad Hasselblad X1D II 50, dalla Svezia è in arrivo, infatti, anche un nuovo dorso digitale medio formato CFV II 50C pensato per portare nel mondo dei bit e dei sensori CMOS il sistema Hasselblad V, nato nel 1957. Assieme ad esso viene presentato anche il corpo macchina 907X, il più sottile e leggero della storia Hasselblad

L’Irlanda premiata dall’ETSC per l’impegno nella sicurezza stradale

di Donato D'Ambrosi

L’Irlanda si aggiudica il premio Road Safety Performance Index, riconosciuto dall’ETSC (European Transport Safety Council) per l’impegno nel miglioramento della sicurezza stradale e la riduzione delle vittime stradali. Il premio è stato consegnato al Ministro irlandese per i trasporti, il turismo e lo sport per il risultato raggiunto dall’Irlanda dal 2010 ad oggi. Molti Paesi spesso esempio di efficienza come la Svezia e l’Olanda invece non hanno fatto meglio in fatto di sicurezza stradale.

30% DI VITTIME IN MENO IN IRLANDA

L’Irlanda è stato il secondo stato membro dell’Unione europea più sicuro nel 2018, per numero di morti stradali ogni milione di abitanti. L’ETSC ricorda che ha scalato 5 posizioni nella classifica dei paesi dell’UE dal 2010, fino al 7 °posto. Per avere qualche riferimento numerico bisogna sapere che dal 2010 l’Irlanda ha ridotto il numero di vittime stradali di oltre il 30%. L’ETSC fa notare come nello stesso periodo, i decessi sono aumentati in altri paesi relativamente sicuri, tra cui Svezia e Paesi Bassi.

LA TASK FORCE IRLANDESE PER LA SICUREZZA STRADALE

Il risultato dell’Irlanda è stata ottenuto anche grazie all’istituzione di una specifica agenzia governativa per la sicurezza stradale (Road Safety Authority – RSA). Questa agenzia ha implementato un piano strategico a lungo termine per migliorare la sicurezza stradale orientato principalmente a contrastare l’eccesso di velocità e la guida in stato di ebbrezza. “Negli ultimi anni l’Irlanda ha compiuto grandi progressi nella sicurezza stradale, riconoscendo allo stesso tempo le aree in cui deve ancora fare di più, come il miglioramento della sicurezza del ciclismo. Ha spiegato Antonio Avenosodirettore esecutivo ETSC.

QUANTO MANCA ALL’OBIETTIVO 2020

L’ETSC riconosce come dimezzare le vittime stradali entro il 2020, come voleva il precedente impegno è fuori portata. Per raggiungerlo significherebbe ridurre nel 21% i morti sia nel 2019 che nel 2020In molti Stati membri, la sicurezza stradale è stata sproporzionata negli ultimi anni, con tagli ai servizi di polizia stradale e il mancato investimento in infrastrutture più sicure. “Se tutti i paesi europei potessero raggiungere lo stesso livello di sicurezza dell’Irlanda, potremmo ridurre del 40% le morti per incidenti stradali. Così com’è, molti paesi sono fermi e addirittura tornano indietro. Possiamo imparare molto dall’approccio dell’Irlanda – è un modello per l’Unione europea ” afferma Avenoso.

The post L’Irlanda premiata dall’ETSC per l’impegno nella sicurezza stradale appeared first on SicurAUTO.it.

Come abilitare la nuova app di Cortana in arrivo con Windows 10 20H1

di WindowsBlogItalia

Microsoft è al lavoro per rinnovare Cortana in Windows 10 20H1, il prossimo grande aggiornamento del sistema operativo per PC e tablet. Vediamo come attivare subito la nuova versione. Nuova app di Cortana in Windows 10 20H1 Premesse Non ci riterremo responsabili di danni hardware e software causati da questa o dalle altre guide pubblicate […]

Puoi leggere l'articolo Come abilitare la nuova app di Cortana in arrivo con Windows 10 20H1 in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

Le auto più belle del Salone dell'Auto di Torino [GALLERY]

Dal motorsport alle nuove motorizzazioni, tutti i modelli esposti a Parco Valentino in una gallery di 60 foto

Nuovi case Cooler Master Silencio: compatti e silenziosi al massimo

Cooler Master rinnova la serie dei propri case ottimizzati per ridurre al minimo il rumore di funzionamento: due versioni, distinte per volume interno e dimensioni ma speculari per caratteristiche tecniche

Tesla: da luglio il nero si paga. Stessi colori per i prossimi 20 anni

di Donato D'Ambrosi

I colori preferiti dagli automobilisti non sono più quelli di una volta e visto che razionalizzare è il fattore comune a molti Costruttori di auto, anche Tesla ha annunciato cambiamenti importanti. Come suo solito fare, Elon Musk ha spiegato in un tweet lampo, qui sotto, che da luglio 2019 il colore nero costerà 1000 dollari e non sarà più quello base gratuito. In linea di massima i colori disponibili per le Tesla resteranno gli stessi ancora per molti anni. Ed è facile immaginare che far pagare la vernice di colore nero ha a che fare anche con la sempre maggiore compatibilità con i radar e i sensori dei sistemi ADAS.

L’ANNUNCIO DI MUSK SULLA VERNICE NERA DA 1000 $

Se fino ad oggi i colori scuri erano un must per le auto premium e quelle istituzionali, la tendenza del mercato va sempre più verso colori chiari, con il bianco in testa, e il grigio. Anche se non è ufficialmente chiaro il motivo della scelta Tesla di far pagare il colore nero 1000 dollari come per il grigio metallizzato a partire da luglio, si può ipotizzare che i nuovi colori siano più “radar-friendly”. Ma allora perché non dirlo chiaramente? Forse per non spaventare i clienti?

Starting next month, Tesla will charge $1000 for color black (same price as silver)

— Elon Musk (@elonmusk) June 19, 2019

COME CAMBIANO I COLORI DEI MODELLI TESLA

Quel che è certo è che da luglio il nero pastello non sarà più il colore di base gratuito: lo afferma sempre Elon Musk in risposta a un follower che chiedeva delucidazioni in merito. Quindi, salvo altre novità dell’ultimo minuto i colori standard delle Tesla sono fondamentalmente quelli della bandiera americana più qualche tono scuro: bianco pastello (gratis, di base), rosso, blu, grigio e nero metallizzati. E a chi ricorda a Musk che forse per Tesla è arrivato il momento di aggiornare la tavolozza dei colori, il CEO risponde che “Cambiare la tavolozza è l’inferno sul service, perché le auto durano per 20 anni. Ogni cambiamento di colore ha effetti a lungo termine, soprattutto per la Model 3.”

GLI EFFETTI DELLA VERNICE NERA SUGLI ADAS

Non sarebbe così improbabile il legame tra questa novità e l’introduzione di nuove vernici compatibili con i radar, poiché come abbiamo spiegato qui, saranno proprio i colori meno riflettenti e quelli scuri a sparire dai listini delle auto a guida autonoma. I maggiori fornitori di vernici stanno infatti lavorando con i Costruttori di auto allo sviluppo di rivestimenti che applicati su materiali che compensano il disturbo al funzionamento corretto dei Lidar. Sarà così anche per Tesla? Intanto se stavate pensando di comprare una Tesla nera farete bene ad affrettarvi per non pagare la vernice 1000 dollari in più.

The post Tesla: da luglio il nero si paga. Stessi colori per i prossimi 20 anni appeared first on SicurAUTO.it.

L'Università di Roma Tor Vergata e Microsoft insieme per il cloud ibrido

Microsoft e l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" hanno annunciato la propria collaborazione per trasformare l'architettura IT dell'ente in un modello di cloud ibrido grazie ad Azure Stack

Samsung Galaxy Note 10 in arrivo il 7 agosto? Ecco tutto quello che sappiamo

La serie di smartphone Samsung Galaxy Note 10 potrebbe essere lanciata all'inizio del mese di Agosto 2019 e non a metà o verso la fine come indicato in precedenza. Il luogo della presentazione dovrebbe essere New York.

Netflix aumenta i prezzi in Italia. Ecco quanto si dovrà pagare da oggi e per tutti

Era nell'aria e purtroppo l'aumento dei prezzi delle tariffe è arrivato anche in Italia. Netflix aumenta nuovamente le sue tariffe portando la versione "Premium" ad un costo di 2Euro al mese maggiore. Ecco i dettagli.
❌