Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 19 Febbraio 2020RSS feeds

Motorola è certa che il display del RAZR sia perfetto così com’è. E voi?

di Giovanni Mattei

Motorola assicura tutti a seguito delle preoccupazioni relative ai danni del display del Motorola RAZR e in generale sulla sua durabilità

L'articolo Motorola è certa che il display del RAZR sia perfetto così com’è. E voi? proviene da TuttoAndroid.

Ieri — 18 Febbraio 2020RSS feeds

General Motors, addio alla casa automobilistica australiana Holden entro il 2021

di Valentina Acri
General Motors annuncia la futura chiusura delle attività commerciali presenti in Australia e Nuova Zelanda abbandonando il marchio Holden. L’azienda americana prevede dunque di effettuare un ulteriore riorganizzazione nei vari mercati. Secondo gli annunci fatti da General Motors, entro il 2021 sarà presa la decisione di chiudere tutte le operazioni del marchio in Australia e […]

Motorola razr e Samsung Galaxy Z Flip: prime segnalazioni di schermi k.o.

di HDblog.it

Quanto sono resistenti i nuovi smartphone dotati di schermi flessibili? E' una domanda ricorrente, soprattutto tenuto conto che si tratta di prodotti equipaggiati con una tecnologia innovativa, ma ancora acerba, e che il loro costo non è trascurabile. A fornire una riposta, più che i test di laboratorio effettuati in condizioni di utilizzo che non rispecchiano quelle reali, sono i riscontri provenienti dagli utenti li utilizzano quotidianamente. Dopo l'avvio della commercializzazione del Motorola razr e del Samsung Galaxy Z Flip, arrivano le prime segnalazioni dei danni ai rispettivi schermi.

MOTOROLA RAZR: SCHERMO SEPARATO DALLO STRATO PROTETTIVO

Il primo caso documentato di rottura dello schermo flessibile del Motorola razr viene riportata da Raymond Wong del sito Input: dopo appena una settimana dall'acquisto ed averlo recensito - non si trattava quindi di un'unità fornita dall'azienda alla stampa per i test, ma di un modello regolarmente in commercio - lo schermo plastic OLED ha iniziato ad aprirsi in due in corrispondenza della cerniera.

Dalle immagini fornite (ved. anche quella in apertura articolo) appare evidente che il pannello OLED si è separato dallo strato protettivo in plastica posizionato sopra di esso. Il risultato è una vistosa bolla che incide negativamente non solo sull'aspetto estetico ma anche dal punto di vista funzionale: la superficie deformata complica l'interazione con il touch-screen, che in corrispondenza di quella zona non risponde più con la stessa reattività. Il proprietario aggiunge che lo smartphone non ha mai ricevuto colpi e che non è stato esposto a liquidi.


Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, compralo al miglior prezzo da Amazon a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meno recentiRSS feeds

Motorola Moto G8 Power Lite (XT2055-1) certificato in Thailandia

di HDblog.it

Moto G8 Power Lite è in arrivo a rafforzare le fila della famiglia: il dispositivo è stato certificato in Thailandia, e ci permette finalmente di inquadrare definitivamente l'enigmatico "Blackjack" che ha visitato la FCC qualche giorno fa. Il dispositivo di oggi ha nome in codice XT2055-1, mentre quello testato in America XT2055-2; due varianti dello stesso smartphone, insomma. Per la prima volta, oggi compare un'associazione chiara e incontrovertibile tra il codice modello e il nome commerciale.

Quindi in Thailandia abbiamo scoperto il nome, negli USA la capienza della batteria, pari a ben 5.000 mAh. Tutto il resto rimane completamente avvolto nell'ombra. Se dovessimo azzardare un'ipotesi, ci pare scontato dire che costerà meno del fratello maggiore Moto G8 Power, che in Italia è disponibile da qualche giorno a un prezzo di listino di 250 euro (e che vedete nella foto di apertura). Non è tuttavia detto che i due competeranno direttamente l'uno contro l'altro: potrebbero essere rilasciati in mercati diversi. Per il momento non abbiamo conferme, però. Resta anche da capire in quale aspetto Motorola avrà "alleggerito" il dispositivo.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, compralo al miglior prezzo da Amazon a 375 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

E’ successo di nuovo, Samsung Galaxy Z Flip fa crack

di Alessandro Matthia Celli

Il telefono pieghevole di prossima generazione di Samsung sta facendo parlare di sé non perché è un telefono fantastico ma a causa del solito problema. Senza dubbio il design a conchiglia del Samsung Galaxy Z Flip è qualcosa che molti consumatori amano. Come rivale diretto del nuovo Motorola RAZR, il telefono pieghevole Samsung dovrebbe fare una buona impressione, ma per un uso giornaliero che affidabilità ci garantisce?

(...)
Continua a leggere E’ successo di nuovo, Samsung Galaxy Z Flip fa crack su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2020. | Permalink |
Vedi il miglior smartphone android di Febbraio 2020
Tags del post: , , ,

10 errori da non fare se è scaduta la revisione auto

di Redazione

Non è raro che un’automobilista dimentichi la scadenza della revisione auto del proprio mezzo e se a ricordarlo sono le Autorità, durante un controllo di routine su strada, sono dolori! Vediamo come non dimenticare di fare la revisione auto e soprattutto quali errori non fare se ci ritroviamo con la revisione scaduta.

1.PROMEMORIA FAI DA TE DELLA REVISIONE

Le scadenze da ricordare per un contribuente/automobilista sono tante e tenerle tutte a mente comporta il rischio di dimenticarne qualcuna. Se siete avvezzi all’uso di smartphone e tablet potrete impostare dei promemoria, ma nel caso si guastasse o lo si smarrisse (a meno di non fare dei backup) si perderanno le scadenze. La scadenza si evince dalla carta di circolazione.

2.SCADENZA DELLA REVISIONE NOTIFICATA DALLE ISTITUZIONI

Il Portale dell’Automobilista, gestito dal Dipartimento Trasporti del MIT, offre ai suoi iscritti un servizio di notifica multicanale delle scadenze della patente di guida e della revisione. La notifica avviene tramite messaggio SMS o email, per fruire del servizio è sufficiente registrarsi al Portale (Qui il link diretto al Portale dell’Automobilista).

3.QUANDO VA FATTA LA REVISIONE AUTO

Secondo il Decreto n.408 del Ministero dei Trasporti la prima revisione di un’auto va effettuata dopo 4 anni dalla sua prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni. I mezzi con massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate sono invece sottoposti a revisione annuale (Leggi i controlli da fare prima della revisione).

4.LA REALE SCADENZA DELLA REVISIONE

Per comprendere quale sia il termine ultimo ed effettuare in tempo utile la revisione è necessario conoscere mese e anno di immatricolazione della vettura. Se ad esempio l’auto è stata immatricolata il 15 gennaio 2016 il termine ultimo per revisionarla è il 31 gennaio 2020. Le successive vanno effettuate, dopo due anni, entro il mese nel quale si è effettuata la precedente revisione.

5.REVISIONE AUTO PRESSO GLI UFFICI DELLA MOTORIZZAZIONE

La revisione può essere effettuata presso uno degli uffici della Motorizzazione Civile presenti sul territorio nazionale. È necessario effettuare un pagamento di 45.00 euro sul c/c 9001, compilare il modulo MC 2100 (Sia il modulo che il prestampato per il pagamento sono distribuiti negli uffici della Motorizzazione) e prenotare la revisione della vettura.

6.LA PRENOTAZIONE NON SOSTITUISCE LA REVISIONE

Se la vettura ha già la revisione scaduta non è possibile circolare anche se è stata effettuata la prenotazione. Il foglio di prenotazione permette di circolare soltanto il giorno fissato per la revisione, ovviamente per raggiungere la Motorizzazione.

7.REVISIONE AUTO PRESSO LE OFFICINE AUTORIZZATE

Se si sceglie di effettuare la revisione presso una delle officine autorizzate, oltre 8.000 sul territorio nazionale, basta recarsi alla più vicina ed effettuare l’operazione. Il costo in questo caso è di 66.80 euro. Le officine autorizzate sono collegate in tempo reale al CED della Motorizzazione e trasmettono l’esito della revisione.

8.REVISIONE AUTO OLTRE I TERMINI

Qualora ci si dovesse accorgere che la revisione è abbondantemente scaduta è ovviamente opportuno mettere in regola vettura. Nonostante l’irregolarità non vengono applicate sanzioni retroattive, se la revisione è superata si tornerà a circolare in regola.

9.MULTA PER AUTO SENZA REVISIONE

Se in occasione di un controllo di routine viene accertata la revisione scaduta si può essere multati con una sanzione che va da 159,00 a 639,00 euro. Inoltre il veicolo viene sospeso dalla circolazione fino a quando non viene effettuata la revisione, ovviamente con esito positivo. Se l’infrazione è accertata in autostrada viene applicato anche il fermo amministrativo e il ritiro della carta di circolazione, la quale verrà restituita dopo la prenotazione della revisione. Se la revisione non è stata effettuata per più scadenze la sanzione può essere raddoppiata.

10.MANCATA REVISIONE E RIVALSA ASSICURAZIONE

Se un’auto coinvolta in un incidente stradale dovesse risultare con la revisione scaduta, la compagnia assicurativa potrebbe rivalersi sul contraente addebitandogli le somme dei risarcimenti pagati agli altri soggetti coinvolti nel sinistro.

The post 10 errori da non fare se è scaduta la revisione auto appeared first on SicurAUTO.it.

Come utilizzare le 6 marce su Abarth 500

di redazione

Utilizzare le 6 marce sulla Abarth 500 permette di migliorare le prestazioni e di ridurre consumi ed emissioni inquinanti, con una maggiore efficienza complessiva. Uno dei nei dell’Abarth 500 è sempre stato il suo cambio 5 marce, un po’ debole e con una spaziatura dei rapporti migliorabile.

Finalmente FCA ha scelto di dotare le nuove 500 Hybrid di un cambio 6 marce, ma i preparatori già da tempo hanno trovato interessanti soluzioni alternative…

6 Marce su Abarth 500 – I tuner in anticipo

Certo, ne avrebbe beneficiato anche la famiglia delle Abarth 500, inspiegabilmente equipaggiata con un 5 marce denominato 501C, malamente spaziato e non sufficientemente resistente a fronte di elaborazioni spinte. Per fortuna i preparatori più smaliziati hanno individuato da tempo proprio in questo componente il tallone d’Achille delle varie Abarth 500/595/695.

Come utilizzare le 6 marce su  Abarth 500
Come utilizzare le 6 marce su Abarth 500

Così, parallelamente alla ricerca dei cavalli, si sono ricercate delle soluzioni per ovviare al problema; in effetti, non si è dovuto andare troppo lontano. L’Abarth 500 Assetto Corse, utilizzata una decina di anni fa nel Trofeo Abarth Selenia, era già dotata di un cambio manuale 6 rapporti.

6 Marce su Abarth 500 – Come montare il cambio giusto

Individuare il cambio giusto risolve in minima parte il problema di montarlo su una 500… In giro, infatti, si trova di tutto con soluzioni più o meno posticce che richiedono nella stragrande maggioranza dei casi il montaggio di una torretta sul pianale, rinunciando alla leva del cambio integrata nella plancia.

6 Marce su Abarth 500 con turbocompressori maggiorati

Nelle preparazioni con turbocompressori maggiorati e alberi a camme più spinti, il cambio 6 marce è la soluzione definitiva, poiché il motore resta sempre nel regime ideale di utilizzo senza mai inginocchiarsi tra una marcia e l’altra come accade invece con il 5 marce quando si monta un turbo maggiorato. Ma anche in presenza di un soft tuning, la vettura acquisisce una cattiveria sconosciuta al modello di serie.

Cerca la 500 Abarth nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti del cambio a 6 marce su Abarth 500 è su Elaborare 257.

Tecnica Come utilizzare le 6 marce su  Abarth 500 - Elaborare 257
Tecnica: Come utilizzare le 6 marce su Abarth 500 – Elaborare 257

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 257 Febbraio 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020
Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020



L'articolo Come utilizzare le 6 marce su Abarth 500 proviene da ELABORARE.

Galaxy Z Flip vs Motorola Razr, un drop test da brividi

di HDblog.it

La nuova generazione di dispositivi pieghevoli ha fatto irruzione sui mercati con due modelli che sembrano finalmente dare un senso a questa tecnologia display, inaugurata lo scorso anno da Galaxy Fold e, se vogliamo, perfezionata con i Motorola Razr e Galaxy Z Flip. Due dispositivi unici con design a conchiglia, davvero simili anche nella resistenza ad eventuali cadute, come evidenzia il video che vi proporremo a breve. Parliamo ovviamente del tanto temuto drop test, in grado di evidenziare limiti strutturali e punti deboli attraverso una serie di cadute a diverse altezze e diversi orientamenti dei dispositivi. Per quanto riguarda Razr, con cui abbiamo passato tre giorni intensi di utilizzo, abbiamo apprezzato la soluzioni ingegneristiche emerse dal recente teardown di iFixit.

Galaxy Z Flip dal canto suo, durante una 24 ore di prove ha evidenziato nella cerniera uno dei punti di forza, molta curiosità ruota inoltre attorno al rivestimento Ultra-Thin Glass, che dovrebbe in teoria assicurare una maggior resistenza ai graffi per il display principale. Ma arriviamo al punto, tanta attenzione ai dettagli costruttivi si tradurrà in una buona resistenza alle cadute? Vi lasciamo alla visione del drop test realizzato da CNET, prima di analizzare i risultati a seguire.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, compralo al miglior prezzo da Amazon a 375 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Motorola RAZR smontato da iFixit segna un nuovo record

di Tommaso

Il teardown di Motorola RAZR 2019 effettuato da iFixit mostra un dispositivo complesso e difficile da riparare.

L'articolo Motorola RAZR smontato da iFixit segna un nuovo record proviene da TuttoAndroid.

Motorola razr: riparabilità vicina allo zero, ma è un miracolo ingegneristico

di HDblog.it

Chi pensa di smontare e riparare il Motorola razr 2019 con metodi 'fai-da-te' dovrebbe accantonare l'idea: senza (adeguate capacità e senza) avere a portata di mano la documentazione che spiega come procedere, l'impresa rischia di trasformarsi in un incubo.

Lo sottolinea iFixit, illustrando il risultati del teardown a cui è stato sottoposto il primo pieghevole con schermo flessibile della casa Alata. L'autorevole fonte riconosce che si tratta del terminale più complicato mai smontato, lo boccia in termini di riparabilità con un voto pari a 1 su 10, ma esalta al tempo stesso le soluzioni ingegneristiche usate dall'azienda.

In breve, mettere insieme così tanti componenti - tra cui anche parti meccaniche, come quelle che compongono la cerniera che permette allo schermo di piegarsi e di restare teso una volta aperte le due metà del razr - non è impresa da poco, a maggior ragione se si tratta un prodotto che presenta soluzioni tecniche innovative a partire dal display flessibile.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 455 euro oppure da Amazon a 545 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

I 10 motori migliori per auto del 2020

di Donato D'Ambrosi

I 10 motori migliori per auto del 2020 sono stati premiati da una giuria di giornalisti USA specializzati dopo aver provato le auto per almeno 2 mesi. Tra i motori migliori per un’auto, la classifica Best Engine, anche quest’anno riserva un posto d’onore per un motore elettrico.  Ecco tutti i dettagli, i numeri e l’elenco dei 10 motori auto migliori 2020.

MOTORI E CILINDRATA, PIU’ GRANDI E PIU’ IBRIDI O ELETTRICI

Nell’elenco dei 10 migliori motori auto 2020 mancava un motore superiore a 6 litri dal 2015, da quando il paradigma cilindrata-motori si è convertito progressivamente a cubature più parche. Gli appassionati di muscle car saranno sicuramente entusiasti sapendo che per la giuria di Wards 10 Best Engines & Propulsion Systems 2020, il motore della Chevrolet Corvette Stingray è tra i 10 migliori del 2020. Il motore V8 6.2L OHV spiazza il motore la Chevrolet Bolt elettrica eletto nel 2018. Parlando di elettriche la giuria ha premiato quest’anno la Hyundai Kona EV per il suo propulsore da 150 kW.

I 10 MOTORI MIGLIORI PER AUTO 2020

Tra i 10 migliori motori 2020 molti sono sicuramente più “a loro agio” sul mercato americano che europeo, ma la classifica dimostra che sempre più propulsori ibridi superano la critica del settore. Daimler con il motore 3.0L 48V Turbo I-6 della Mercedes GLE 450 ed FCA con il motore 3.6L 48V eTorque del RAM 1500 hanno un sistema microibrido 48V. Entrambi i motori infatti utilizzano al posto del tradizionale alternatore un generatore che “assiste” il motore a combustione per abbattere consumi ed emissioni. E’ curioso notare come dal 2015, anno in cui fu premiato anche l’Ecoboost Ford, non si è mai più scesi al di sotto della cilindrata di 1,4 litri. Ecco di seguito l’elenco completo dei 10 motori migliori per auto del 2020.

– BMW 3.0L DOHC Turbocharged I-6 (BMW M340i)
– Daimler 3.0L DOHC 48V Turbo I-6 (Mercedes-Benz GLE450)
– FCA 3.6L DOHC 48V eTorque V-6 (Ram 1500)
– Ford 2.3L DOHC High Performance Turbo 4-Cyl. (Mustang)
– GM 3.0L DOHC Turbodiesel I-6 (GMC Sierra)
– GM 6.2L OHV V-8 (Chevrolet Corvette Stingray)
– Honda 2.0L DOHC Atkinson i-VTEC 4-Cyl./HEV (Accord Hybrid)
– Hyundai 150-kW Propulsion System (Kona EV)
– Hyundai 1.6L DOHC Turbocharged 4-Cyl. (Sonata)
– Nissan 2.0L DOHC VC-Turbo 4-Cyl. (Altima)

CURIOSITA’ SUL PREMIO MOTORE MIGLIORE DELL’ANNO 2020

Il titolo “10 Best Engines & Propulsion Systems” è stato cambiato dal 2020 proprio per aprire a tutti i sistemi di propulsione, benché le auto ibride fossero già candidate e premiate nelle edizioni precedenti. La giuria di Ward’s valuta ogni auto per un periodo di 2 mesi considerando criteri oggettivi e soggettivi di analisi. Per poter essere inserito nella rosa dei motori migliori candidati, l’auto deve essere in listino almeno entro il primo trimestre dell’anno e con un prezzo base non superiore a 60 mila dollari.

The post I 10 motori migliori per auto del 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

TIM Party lancia il concorso per vincere Motorola Razr e altri premi per San Valentino

di Giuseppe Biondo

Tra i progetti più chiacchierati ed affascinanti del momento, Motorola Razr rappresenta la punta di diamante della gamma smartphone di TIM

L'articolo TIM Party lancia il concorso per vincere Motorola Razr e altri premi per San Valentino proviene da TuttoAndroid.

TIM Party mette in palio dieci Motorola Razr fino al 19 febbraio

di HDblog.it

Siete degli utenti TIM e vi interessa il nuovo Motorola Razr? Da oggi potete provare a vincerlo grazie al nuovo concorso a premi indetto dall'operatore telefonico italiano su TIM Party. E per l'occasione, non dimenticate di dare un'occhiata alla nostra video anteprima in cui vi raccontiamo i primi giorni di utilizzo del pieghevole di casa Motorola.

La nuova iniziativa, valida fino al prossimo 19 febbraio 2020, è basata sulla modalità di gioco instant win ed è rivolta a tutti i consumatori maggiorenni residenti in Italia e nella Repubblica di San Marino che siano intestatari di un contratto di linea telefonica fissa TIM/Telecom o mobile attiva.

Per poter partecipare al concorso basterà accedere al sito TIM Party, compilare l'apposito form di iscrizione indicando manualmente i propri dati e aprire il Razr cliccando sullo schermo.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Amazon a 175 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Motorola One Action: Android 10 si fa vedere in Russia

di HDblog.it

Buone notizie per tutti i possessori di Motorola One Action, smartphone presentato durante la scorsa estate che si caratterizza per la sua forma allungata - display da 6,3" in formato 21:9 - e per la presenza di Android 9 Pie, quasi del tutto stock.

La scelta di integrare una distribuzione priva di troppe personalizzazioni, dovrebbe premiare una certa tempestività nel rilascio degli aggiornamenti, e proprio a questo proposito, Android 10 ha iniziato a diffondersi su questo modello, a partire dal mercato russo.

Il nuovo firmware è identificabile grazie alla numerazione QSB30.62-19 e porta con sé anche le patch di sicurezza di dicembre 2019, oltre a tutte le novità integrate da Google sull'ultima versione del proprio sistema operativo.

(aggiornamento del 11 February 2020, ore 18:40)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Quanti smartphone con Android stock in offerta oggi, fra cui Mi A3 e Pixel 4 XL

di Gianluigi Abbate

La settimana è appena iniziata e gli sconti non smettono di sorprendere: in offerta Xiaomi Mi A3, Pixel 4 XL, Nokia 9 PureView, Moto G8 Plus e tanti altri

L'articolo Quanti smartphone con Android stock in offerta oggi, fra cui Mi A3 e Pixel 4 XL proviene da TuttoAndroid.

In viaggio con Motorola Razr: tre giorni con il pieghevole a conchiglia | Video

di HDblog.it

"Per fortuna qualcosa si muove", mi viene da pensare guardando le nuove soluzioni come il Motorola Razr 2019, che tanto abbiamo atteso e finalmente è sbarcato anche in Italia dal 6 di febbraio. La tecnologia mobile avanza rapidamente, è vero, tanto che è difficile per noi, addetti ai lavori, trovare ormai particolari differenze tra smartphone e smartphone, mossi spesso dagli stessi chip, su una base Android/iOS.

La mia non vuol essere una critica forzata al sistema, l'evoluzione ci ha portati rapidamente verso un appiattimento delle novità e modelli sempre più completi, funzionali e, a volte, difficile da distinguere. Per questo motivo la discriminante principale è diventata il punto prezzo, a "parità" di performance e potenzialità (soprattutto multimediali), spesso a fare la differenza è proprio il costo, le offerte e i bundle (cuffiette, smartwatch e altri accessori in regalo).

Da questo collo di bottiglia solo i pieghevoli ci possono salvare. Seppur potrebbe sembrare un puro esercizio di stile la verità è ben più profonda: nuovi design, nuove forme, nuove categorie di prodotto senza un'etichetta ben precisa. L'idea che ci siamo fatti è che la "modularità" di due (o più) schermi, composta, come nel caso del Microsoft Surface Duo o più naturale, come nel caso del Razr e degli altri pieghevoli visti fino adesso, sia la chiave di una nuova era.


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 530 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Permangono i dubbi sulla durabilità di Motorola Razr e numerosi video li confermano

di Irven Zanolla

Motorola Razr, il primo pieghevole della compagnia americana, è da poco in vendita ma iniziano ad arrivare segnalazioni poco rassicuranti sulla sua solidità.

L'articolo Permangono i dubbi sulla durabilità di Motorola Razr e numerosi video li confermano proviene da TuttoAndroid.

Motorola razr, arrivano le torture di JerryRigEverything

di HDblog.it

Estremamente fragile. Potrebbe essere sintetizzato così il grado di resistenza del nuovo Motorola razr ai test, o meglio alle torture che gli sono state inflitte da Zack Nelson nel consueto video pubblicato sul canale JerryRigEverything.

Gli smartphone pieghevoli sono ancora molto lontani dall'essere resistenti tanto quanto quelli tradizionali. Ci sono dei limiti evidenti. In primis il display flessibile, che essendo realizzato in materiale plastico è decisamente soggetto a graffi permanenti anche causati da una leggera pressione di un'unghia.

A tal proposito sembrerebbe che Samsung sul Galaxy Z Flip abbia trovato la soluzione: un vetro sottilissimo denominato "Samsung Ultra Thin Glass" in grado di assicurare maggiore protezione. Per testarne l'efficacia, tuttavia, dovremo attenderne l'arrivo sul mercato.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, compralo al miglior prezzo da Amazon a 375 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

❌