Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Motorola One Hyper verrà lanciato il 3 dicembre, ma potrebbe essere deludente

di Biagio Petronaci
Motorola One Hyper verrà lanciato il prossimo 3 dicembre. La stampa brasiliana, proprio durante queste ore, starebbe ricevendo i primi inviti ufficiali. Dopo svariate indiscrezioni, mancherebbero ancora pochi giorni prima di poter mettere le mani su questo device. L’evento organizzato da Motorola sarebbe stato fissato per il 3 dicembre 2019 in Brasile, alle ore 9:30 […]

LineageOS colpisce ancora: la versione 16 disponibile per tanti nuovi smartphone

di Giovanni Pardo

ASUS ZenFone Max Pro M2, Asus ZenFone 3, Samsung Galaxy S3 Neo, Xiaomi Redmi Note 4X, Sony Xperia Z3 Compact, Motorola Moto G7 e Yandex Phone ottengono il supporto alla ROM LineageOS 16 e con essa Android 9 Pie.

L'articolo LineageOS colpisce ancora: la versione 16 disponibile per tanti nuovi smartphone proviene da TuttoAndroid.

Motorola razr: sfondi ufficiali disponibili al download

di HDblog.it

Sono passate due settimane dall'annuncio di Moto razr 2019 (QUI potete conoscerlo meglio nella nostra anteprima), il primo pieghevole dell'azienda alata in grado di scuotere l'ancora acerbo mercato foldable grazie al suo iconico design che si ispira alla gamma Motorola razr dei primi anni 2000.

E se per mettere le mani sul nuovo smartphone sarà necessario attendere ancora qualche settimana - i preordini verranno aperti anche in Italia a partire dal 4 dicembre a 1.599 euro - gli utenti più nostalgici possono sin da ora scaricare gli sfondi ufficiali recentemente condivisi in rete.

Certo, non potrete piegare il display del vostro dispositivo (o meglio, potete farlo, ma si renderà necessaria una visita al centro assistenza), ma sarete in grado di avere un primo assaggio del Moto razr - Retro RAZR inclusa.


Battery Phone a meno di 150€? Xiaomi Mi A2 Lite è in offerta oggi su a 109 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Assaggiate un po’ di Motorola RAZR 2019 scaricando i suoi sfondi ufficiali

di Roberto F.

In attesa del suo arrivo sul mercato, è già disponibile uno sfondo ufficiale del Motorola RAZR 2019. Ecco come scaricarlo con un click

L'articolo Assaggiate un po’ di Motorola RAZR 2019 scaricando i suoi sfondi ufficiali proviene da TuttoAndroid.

Motorola One Hyper: lancio atteso per il 3 dicembre in Brasile

di HDblog.it

Motorola One Hyper è sempre più vicino al lancio. I leak delle ultime settimane ci hanno aiutato a delineare l'identikit dello smartphone, ma sembra che dovremo attendere ancora pochi giorni prima di scoprirne ogni dettaglio.

Pare infatti che Motorola abbia cominciato ad inviare i primi inviti stampa ai colleghi brasiliani, comunicandogli che il nuovo One Hyper verrà svelato ufficialmente il prossimo 3 dicembre, nel corso di un evento che si terrà alle ore 9:30 locali. Al momento non ci sono indicazioni riguardo la location scelta.

L'immagine che vedete in apertura è parte dell'invito e ci conferma nuovamente la presenza di una fotocamera anteriore pop-up. Il display di One Hyper sarà quindi privo di fori o notch, e dovrebbe essere un'unità da 6,39" con risoluzione FullHD+ e basato su tecnologia LCD. Secondo le ultime indiscrezioni sotto la scocca troveremo il SoC Qualcomm Snapdragon 675, assistito da 4GB di memoria RAM, 128GB di memoria interna espandibile e da una batteria da 3.600 mAh con supporto alla ricarica rapida a 15W.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Amazon a 190 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mazda MX-5 elaborata 220 CV con preparazione BBR GTI!

di redazione

Una Mazda MX-5 da 220 CV elaborata con kit plug&play! Il tuner inglese BBR GTI ha infatti recentemente lanciato il kit più potente, in versione aspirata, per la Mazda MX-5 ND 2 litri in versione 184 CV. Grazie a nuovi pistoni, bielle, impianto di scarico, molle valvola, aspirazione ed elettronica, la potenza massima sale fino a 220 CV a 7.800 g/m.

Il kit è “plug&play”, quindi non richiede una particolare messa a punto rispetto allo standard fornito dal preparatore inglese, uno dei più apprezzati sulle piccole spider Mazda.

Info: www.bbrgti.com

L'articolo Mazda MX-5 elaborata 220 CV con preparazione BBR GTI! proviene da ELABORARE.

Eventi auto, raduni club Dicembre 2019 Calendario Date

di redazione

Eventi auto a dicembre 2019! Con la stagione fredda non viene meno la passione per i raduni club motori tuning, eventi club, fiere, auto preparate e auto d’epoca, vetture sportive e motori rombanti, feste e tanto divertimento che si svolgono nel mese di dicembre 2019.

1 dicembre Lo Show dei motori | Valleromosa (CA)
Marotto Sound organizza a Vallermosa “Lo Show dei motori”, un’emozionante manifestazione dedicata a tuning, drift, prova accelerazione, fuoristrada, auto d’epoca, motoraduno, con musica e spettacoli. L’inizio è previsto per le 9.00.
Raffaele Tel. 349/7539622

Lo Show dei motori
Lo Show dei motori

8 dicembre 1ª Giornata della “MotorTerapia, trofeo ACI Bari” |Bari
All’Autodromo del Levante, in località Binetto, si svolgerà dalle 9.00 la prima edizione di “MotorTerapia, trofeo ACI Bari” organizzata da Mc Salentum Terrae, in collaborazione con ACI Bari. Sarà una gara di emozioni, abbracci e sorrisi in una giornata dedicata interamente ai bambini e ai ragazzi con disabilità, i quali scenderanno in pista a bordo di auto da rally, sportive, storiche e moto per vivere un giro entusiasmante accanto a veri piloti.
Tel.328/9675151 motoclubsalentumterrae@gmail.com

1ª Giornata della “MotorTerapia, trofeo ACI Bari”
1ª Giornata della “MotorTerapia, trofeo ACI Bari”

8 dicembre Raduno Tuning Day |Calenzano (FI)
Presso il Centro Commerciale Carrefour di Calenzano, il Fun Tuning Club organizza un raduno tuning con numerosissime categorie in gara.
Sarah Tel. 333/9126222

Raduno Tuning Day
Raduno Tuning Day

14-15 dicembre Christmas Week |Reggio Emilia
Nel Padiglione delle Fiere di Reggio Emilia, in zona Mancasale, Alex Macchia e MC Design organizzano “Christmas Week”, con expo di auto, moto, tatuaggi ed esoterico. La kermesse ospiterà anche un bel numero di vetture americane.
Alex Tel. 347/6880250 – macchialex90@gmail.com

Christmas Week
Christmas Week

15 dicembre Natale in tuning 2.0 | Palermo
L’A.S.D. Ronnj Art Tuning Show, in collaborazione con Elaborare e New Black Gladiators Tuning Club, organizza un evento natalizio presso la stazione di servizio Brugnano Energia di Partinico. La manifestazione è dedicata a tuning, Hi-Fi car, 4×4, vetture d’epoca, moto e a tutto ciò che riguarda il mondo dei motori. Buona musica, tante novità e divertimento, nonché una meritoria raccolta fondi di beneficenza a favore dei piccoli pazienti dei reparti di Chirurgia e Oncoematologia pediatrica degli Ospedali palermitani Civico e Policlinico.
Ronnj Tel. 380/6916936

Natale in tuning 2.0
Natale in tuning 2.0

15 dicembre X-Mas Edition|Messina
In piazza Duomo a Messina, a partire dalle 10.00, il Wide&Low Tuning Club, in collaborazione con Elaborare, organizza un raduno di tuning, motor show, auto d’epoca, moto e 4×4. È prevista anche una raccolta fondi per il piccolo Dylan Maceli.
Andrea Tel. 347/6817972

X-Mas Edition
X-Mas Edition

15 dicembre #Xmas in the air|Grosseto
L’Aeroporto Militare di Grosseto vivrà una domenica speciale con Alfa Race Project e il Club Alfa Toscana, che organizzano un evento spettacolare di auto e aerei. In programma esposizione statica dei caccia Eurofighter, tappa alla concessionaria Brandini Auto con pranzo di Natale e a seguire test drive e ringraziamenti. L’evento è aperto a tutti i modelli di Alfa Romeo con iscrizione obbligatoria entro l’8 dicembre.
Marco Tel. 329/4773239 – marco@alfaproject.it – www.alfaproject.it

#Xmas in the air
#Xmas in the air

15 dicembre Pizza di Natale|Pinerolo (TO)
Un pranzo di Natale con un format diverso e originale! Quest’anno la Pizza di Natale organizzata dall’Abarth Club Torino si svolgerà presso Don Raffaele Pizzeria di Pinerolo, nell’esclusiva location dello Zero Club. A disposizione il parcheggio privato e la sala.
Tel. 331/9264452 – info@abarthclubtorino.it – torino.abarthclubofficial.com

Pizza di Natale
Pizza di Natale

15 dicembre Tappa Campionato 3X|Sutri (VT)
Presso l’Inn Bar Drink&Food, il New Bi.Bi Tuning Club organizza la Tappa del Trofeo Nazionale truck, car audio e tuning. Dalle ore 9.00 alle 19.30 si svolgeranno gare in numerose categorie con premi speciali: dal tuning easy e hard al german style, Abarth, JDM, dal wrapping soft e hard al Rombo, Spl e Dj con gara urlo.
Massimiliano Tel. 351/2000643 – Annamaria Tel. 349/1690762

Tappa Campionato 3X
Tappa Campionato 3X

L'articolo Eventi auto, raduni club Dicembre 2019 Calendario Date proviene da ELABORARE.

Moto Razr toccato con mano: bello, pronto ma il concept non convince fino in fondo

di Matteo Virgilio

Abbiamo avuto l’opportunità di toccare con mano il nuovissimo Motorola Razr 2019, il pieghevole che riporta alla luce una delle icone tecnologiche più importanti di sempre, lo storico Motorola Razr che nel lontano 2005 aveva riscritto il concetto di design dei cellulari. Nel 2019 degli schermi pieghevoli la musica è cambiata e Lenovo si è […]

L'articolo Moto Razr toccato con mano: bello, pronto ma il concept non convince fino in fondo proviene da TuttoAndroid.

500 Abarth elaborata 500 CV con preparazione Gabucci

di redazione

La 500 Abarth elaborata fa 500 CV, grazie alla preparazione del tuner romano Gabucci Autotecnica! Infatti l’esperienza maturata nel Time Attack dai fratelli Gabucci con la loro Grande Punto Abarth è stata capitalizzata in un nuovo kit di trasformazione per l’utilizzo stradale studiato anche per la diffusissima 500 Abarth.

Il kit della 500 Abarth modificata comprende un turbocompressore Garrett GTX 2867 Gen2, abbinato ad un motore completamente ricostruito con componentistica speciale (pistoni stampati, bielle in acciaio, ecc.), realizzata su specifiche del preparatore pontino. Con 2 bar di pressione di sovralimentazione e limitatore a quota 8.800 g/m, eroga una coppia massima di 430 Nm da 6.500 a 8.600 g/m.

La potenza massima raggiunta con 1,7 bar di pressione è di 450 CV. Recentemente la pressione di sovralimentazione è stata portata a 2 bar per puntare ai 500 CV.

Info: Gabucci Autotecnica – Tel. 0773/804353 – www.gabucciautotecnica.it

L'articolo 500 Abarth elaborata 500 CV con preparazione Gabucci proviene da ELABORARE.

Motorola RAZR 2 potrebbe aggiungere i pulsanti touch laterali

di Lucia Massaro
Motorola RAZR non è ancora arrivato sul mercato, ma già si comincia a parlare del suo successore. Lenovo sembra aver fatto centro riportando in vita il concetto di smartphone a conchiglia applicato a questa nuova tipologia di dispositivi. Secondo quanto riferito da LetsGoDigital, di recente è stato approvato un nuovo brevetto Motorola presso l’ufficio marchi […]

Motorla razr: sensori touch laterali nel futuro del pieghevole | Brevetto

di HDblog.it

Parlare di un ipotetico Motorola razr 2 quando il primo modello non è ancora arrivato sul mercato può sembra prematuro, ma lontano dai riflettori Motorola mette in cassaforte un brevetto che potrebbe risultare molto utile per la realizzazione di un suo erede. L'idea alla base riguarda l'integrazione di sensori touch laterali: otto in totale, quattro su ogni lato.

Il brevetto, approvato il 21 novembre scorso presso USPTO e WIPO, si chiama Cumulative sensor in a foldable device (sensore cumulativo in un dispositivo pieghevole) e mostra uno smartphone simile al Motorola razr 2019, quindi caratterizzato per la possibilità di chiudere lo schermo su se stesso. Rispetto all'attuale razr presenta però un sistema di input aggiuntivo.

Gli otto sensori posizionati lungo i bordi permettono di eseguire un totale di 20 funzioni e 20 gesture differenti, 13 quando il dispositivo è aperto e 7 quando è chiuso. In tale seconda ipotesi i quattro sensori della parte superiore si allineano perfettamente a quelli della parte inferiore, formando in tal modo un ''sensore cumulativo" che supporta funzioni/gesture diverse rispetto a quelle dei due sensori che lo compongono.


Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 419 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Samsung Galaxy Fold 2 potrebbe ispirarsi a Motorola RAZR

di Biagio Petronaci
Samsung Galaxy Fold 2 potrebbe avere un design molto simile a quello di Motorola RAZR: questa è la tesi portata avanti successivamente alla scoperta di un utente su Twitter. Quella inizializzata da Motorola è una vera e propria rivoluzione. La società ha infatti deciso di far rinascere il suo RAZR, ovvero lo storico telefonino a […]

Il Motorola RAZR 2 potrebbe essere ancora più smart e capace di capire l’utente al volo

di Roberto F.

Se il Motorola RAZR 2019 è stato appena presentato da Lenovo , già si inizia a pensare a quello che potrebbe essere il suo successore, Motorola RAZR 2

L'articolo Il Motorola RAZR 2 potrebbe essere ancora più smart e capace di capire l’utente al volo proviene da TuttoAndroid.

Il futuro degli smartphone pieghevoli? Visionox mostra le sue idee

di Giacomo

Gli smartphone pieghevoli sono ormai tra noi. Abbiamo già assistito alla presentazione di alcuni dispositivi da parte di tre leader di questo settore, ma dal definirli un prodotto di massa ce ne passa. La tecnologia è ancora acerba, ma le idee sono tante. Visionox, in occasione della Conferenza mondiale dell’Industria dei Display, ha voluto mostrare […]

L'articolo Il futuro degli smartphone pieghevoli? Visionox mostra le sue idee proviene da TuttoAndroid.

Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR

di redazione

Le bielle Porsche StepCom e i motori rapporto di compressione variabile, ovvero VCR (Variable Compression Ratio): ecco come funzionano! Porsche Consulting, divisione di ingegneria e sviluppo della Casa di Stoccarda, in collaborazione con la tedesca Hilite, ha infatti brevettato una delle soluzioni più interessanti viste finora per la realizzazione di motori a rapporto di compressione variabile VCR.

Il rapporto di compressione (RC) è il rapporto tra il volume massimo (quando il pistone si trova al PMI) e quello minimo (quando il pistone raggiunge il PMS) misurabile all’interno del cilindro.

Bielle Porsche Stepcom – Brevetto geniale

La modalità con cui l’invenzione Porsche permette di variare il RC durante il funzionamento del motore è semplice nella sua genialità. È stata sviluppata insieme all’Azienda tedesca Hilite, produttrice di componenti per l’industria automobilistica come sistemi di distribuzione variabile e comandi idraulici per cambi automatici.

Il sistema a RC variabile Hilite StepCom prevede l’impiego di speciali bielle, nelle quali l’alloggiamento dello spinotto è dotato di un elemento eccentrico che può ruotare grazie all’azione di due piccole aste ad azionamento idraulico. Il principale vantaggio tecnico di queste particolari componenti è la facilità di integrazione in architetture motoristiche già esistenti, in quanto è sufficiente sostituire le bielle tradizionali con quelle StepCom.

Bielle Porsche Stepcom – Come funzionano

Nella biella StepCom, lo spinotto del pistone è montato in un cuscinetto eccentrico, che ruotando va a modificare la lunghezza effettiva della biella, influendo così sul rapporto di compressione. La forza che fa ruotare il cuscinetto eccentrico è dovuta alla massa oscillante del pistone e alla pressione esercitata sullo stesso dalla combustione, che aumenta al salire della pressione di sovralimentazione.

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti delle Bielle Porsche StepCom è su Elaborare 254.

Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR
Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 254 Novembre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Novembre n° 254 2019



L'articolo Bielle Porsche StepCom, ecco come funzionano nei motori VCR proviene da ELABORARE.

Motorola RAZR: quanto costa cambiare il display?

di Alessandro Ricatti

Dopo aver assistito alla presentazione ufficiale del Motorola RAZR, la stessa azienda ha dichiarato i prezzi relativi alla sostituzione del display flessibile. In realtà, il prezzo non è poi così molto elevato.

(...)
Continua a leggere Motorola RAZR: quanto costa cambiare il display? su Androidiani.Com


© alessandroricatti for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Kawasaki integrerà i sistemi ARAS di Bosch nel 2021

di Giorgio Rivi
Kawasaki in occasione di EICMA, il salone del ciclo e motociclo tenutosi a Fieramilano, annuncia di essere la prima azienda motociclistica giapponese a voler integrare sulle proprie moto i nuovi sistemi ARAS (Advanced Rider Assistance Systems) in collaborazione con Bosch. A dimostrazione del fatto che la sicurezza in strada è un argomento molto importante anche per […]

Monopattini elettrici non sono ciclomotori: no multe da migliaia di euro

di Raffaele Dambra

Monopattini elettrici ciclomotori

Recentemente hanno fatto scalpore le multe comminate ad alcuni malcapitati utilizzatori di monopattini elettrici. Multe da migliaia di euro perché nei casi in questione, in mancanza di indicazioni più specifiche, gli agenti della Polizia locale hanno equiparato i monopattini ai ciclomotori. Ravvisando quindi numerose infrazioni tra cui alcune molto gravi come il mancato utilizzo del casco e l’assenza di targa, carta di circolazione e assicurazione obbligatoria. Si tratta però di un’interpretazione molto severa e probabilmente neppure del tutto corretta, frutto comunque della gran confusione creatasi dopo l’entrata in vigore del DM sulla micromobilità elettrica. Confusione a cui l’attuale Esecutivo sembrerebbe (finalmente) voler porre rimedio con un’apposita circolare che, a quanto si apprende, escluderebbe l’equiparazione dei monopattini elettrici ai ciclomotori. Considerandoli invece dei semplici ‘acceleratori di andatura’.

MONOPATTINI ELETTRICI: REGOLE CHIARE NEI COMUNI DOVE È GIÀ PARTITA LA SPERIMENTAZIONE

Le prime anticipazioni sulla circolare che MIT e Interno stanno definendo congiuntamente sono apparsi sul Sole 24 Ore. Che ha riportato alcuni stralci dell’audizione in commissione Trasporti alla Camera del sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Traversi, in risposta alle interrogazioni presentate dai deputati Maccanti e Rosso dopo le polemiche per le maxi multe inflitte ai conducenti dei monopattini elettrici. L’On. Traversi ha spiegato (ma chi ha letto bene il decreto, pochi a nostro avviso, lo sapeva già) che chi circola sui monopattini e sugli altri micromezzi elettrici nelle aree predisposte dai Comuni che hanno ufficialmente avviato la sperimentazione, non ha nulla da temere. A patto ovviamente di rispettare le norme di comportamento previste dal decreto stesso. Tra cui, per esempio, il divieto di trasportare passeggeri e l’obbligo di dotarsi di luci di posizione anteriore e posteriore nelle ore di oscurità. Chi infrange le norme del DM è soggetto alle stesse sanzioni previste dal CdS per pedoni e ciclisti: da 26 a 102 euro.

MONOPATTINI ELETTRICI: NO CICLOMOTORI, SARANNO ACCELERATORI DI ANDATURA?

I problemi sorgono quando si utilizza il monopattino elettrico nei Comuni dove non è ancora partita la sperimentazione (la stragrande maggioranza). O fuori dalle aree predisposte nei Comuni che l’hanno avviata. In entrambi i casi l’uso del monopattino e degli altri micromezzi non è praticamente mai permesso, quindi chi viene beccato è punibile con una multa. Sì, ma che tipo di multa? Nell’audizione in commissione Trasporti il sottosegretario Traversi ha confermato che con la circolare di prossima pubblicazione si provvederà a escludere l’equiparazione dei monopattini con i ciclomotori. Evitando quindi l’applicazione di altre sanzioni da migliaia di euro. Viceversa al MIT stanno verificando se in base alle vigenti disposizioni i micromezzi elettrici possono essere assimilati ai veicoli con caratteristiche atipiche o agli acceleratori di andatura, regolati entrambi dal Codice della Strada.

MONOPATTINI ELETTRICI: LE PROBABILI NUOVE SANZIONI

Una decisione in merito pare che non sia stata ancora presa. Per il collega Maurizio Caprino del Sole 24 Ore è più probabile però che si vada in direzione degli acceleratori di andatura. Che comprendono per lo più pattini, monopattini a spinta e skateboard. Risulterebbe infatti difficile inserire i micromezzi elettrici nella categoria dei veicoli con caratteristiche atipiche, visto che per il DM monopattini elettrici e mezzi simili non sono neanche classificati come veicoli ma solo come ‘dispositivi’. Se questa ipotesi sarà confermata dalla circolare ministeriale, a tutti i mezzi della micromobilità elettrica che circolano dove non è consentito si applicheranno dunque le medesime sanzioni già previste per gli acceleratori di andatura, da 26 a 102 euro.

MONOPATTINI ELETTRICI: COMUNI DOVE È PARTITA LA SPERIMENTAZIONE

Chiudiamo riportando la ancora esigua lista dei Comuni che hanno già dato ufficialmente il via alla sperimentazione dei monopattini e degli altri micromezzi elettrici. Ribadiamo per l’ennesima volta che in questi Comuni la circolazione di tali mezzi è consentita solo nelle aree predisposte, indicate dalla specifica segnaletica stradale (monopattini e segway: aree pedonali, piste ciclabili, piste ciclopedonali, zone 30 e strade con limite di velocità 30 km/h; hoverboard e monowheel solo aree pedonali. I Comuni sono comunque liberi di escludere le strade ritenute non idonee). Ad oggi la sperimentazione è già partita a Rimini, Cattolica (RN), Pesaro, Casalpusterlengo (LO), Verona e Torino. A breve (già deliberata, si attende solo l’installazione della segnaletica) sarà avviata pure a Milano, Monza e Mogliano Veneto (TV). E anche a Imola (BO), Formigine (MO), Pisa, Bari, Palermo e Alcamo (TP). Dati a cura del Club Italiano del Monopattino Elettrico.

The post Monopattini elettrici non sono ciclomotori: no multe da migliaia di euro appeared first on SicurAUTO.it.

General Motors fa causa ad FCA: Marchionne al centro delle accuse

di Donato D'Ambrosi

FCA accusata da General Motors di aver addolcito i rapporti con i sindacati USA e favorire la sua posizione nel rinnovo del contratto di lavoro. E’ l’accusa pesante che General Motors ha mosso nei confronti di Fiat – Chrysler. Al centro delle presunte tangenti ci sarebbe proprio l’ex AD Sergio Marchionne, scomparso nel 2018. Ecco come stanno le cose e l’effetto delle accuse di General Motors sull’avviata trattativa di fusione tra FCA e PSA.

IL PRESUNTO PIANO DOPO LA PROPOSTA DI FUSIONE RIFIUTATA

General Motors non ha risparmiato colpi, accusando FCA di aver pagato tangenti nell’ambito delle trattative tra l’UAW (United Auto Workers). La principale organizzazione sindacale americana dei metalmeccanici sta trattando nuove condizioni contrattuali proprio con Ford, GM ed FCA. La causa intentata da General Motors si fonderebbe su una serie di elementi maturati in seguito al rifiuto di General Motors a fondersi con FCA nel 2015. General Motors infatti sostiene che alcuni ex dirigenti FCA (dichiaratisi colpevoli in un’indagine UAW) avrebbero pagato tangenti ai sindacati per indebolire GM. L’accusa di Genral Motors non ha solo fatto il giuro del mondo, ma ha anche avuto un effetto in borsa (-3,9% a Piazza Affari).

GLI AIUTI A FCA DALL’UAW SECONDO GENERAL MOTORS

I vantaggi che FCA avrebbe ottenuto corrompendo funzionari dell’UAW sarebbero – secondo General Motors, una precisa strategia pilotata dall’ex AD Marchionne. L’UAW avrebbe infatti appoggiato FCA nell’adozione di contratti a tempo determinato e lavoratori di secondo livello, meno retribuiti rispetto a General Motors. Il supporto dell’UAW secondo le accuse avrebbe anche permesso a Fiat-Chrysler di risollevare le sorti dello stabilimento a Toledo dove si produce la Jeep Wrangler. Questi vantaggi concessi a FCA avrebbero creato dei costi del lavoro maggiorati di miliardi di dollari a General Motors.

COSA RISCHIA FCA NELLA CAUSA DI GENERAL MOTORS

Nonostante tutto però General Motors sarebbe intenzionata a restituire il maltolto solo ad FCA, escludendo dalla causa legale l’UAW. Dal canto suo FCA si è dichiarata estranea alle accuse ma soprattutto sorpresa dalle tempistiche di un’accusa così grave. “FCA è convinta che le accuse mosse da General Motors non siano altro che un tentativo senza basi di distogliere l’attenzione dalle sfide proprie di quella società. (…) Ciò comprende il suo piano di fondersi con PSA, che per parte sua ha completato con successo il risanamento delle attività europee che ha recentemente acquistato dalla General Motors.”. Come riporta Auto Reuters, secondo la legge anticorruzione Federal Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act, FCA rischia di dover pagare il triplo dei danni economici eventualmente accertati oltre a spese legali, interessi e altre sanzioni.

The post General Motors fa causa ad FCA: Marchionne al centro delle accuse appeared first on SicurAUTO.it.

❌