Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Sì, Pronto!?! lancia un piano a gettoni e Digi Mobil proroga le sue offerte Combo

di Roberto F.

L'offerta di Sì, Pronto!?!, il brand low cost lanciato di recente da Rabona Mobile, si è arricchita di un piano con sistema a gettoni. Ecco come funziona

L'articolo Sì, Pronto!?! lancia un piano a gettoni e Digi Mobil proroga le sue offerte Combo proviene da TuttoAndroid.

Problemi per le chiamate in uscita con Kena Mobile: impossibile chiamare da alcune ore

di Irven Zanolla

Problemi per Kena Mobile i cui utenti, al momento, non riescono a effettuare chiamate in uscita. Funziona a quanto pare il traffico in entrata.

L'articolo Problemi per le chiamate in uscita con Kena Mobile: impossibile chiamare da alcune ore proviene da TuttoAndroid.

Huawei: un piano di investimenti per conquistare gli sviluppatori

di Redazione HTML.it
Huawei punta a coinvolgere gli sviluppatori mobile introducendo anche incentivi economici sostanziosi per chi abbraccerà l'ecosistema di servizi del colosso cinese. Leggi Huawei: un piano di investimenti per conquistare gli sviluppatori

Volete passare a Kena Mobile? Fatelo oggi approfittando della promo Black Friday

di Paolo Giorgetti

Volete passare a Kena Mobile? Potete approfittare dell'offerta del Black Friday per attivare Kena Voce 4,99, Kena 5,99 Flash o Kena 13,99 Promo con primo mese gratis e senza costi per SIM, attivazione e spedizione.

L'articolo Volete passare a Kena Mobile? Fatelo oggi approfittando della promo Black Friday proviene da TuttoAndroid.

Huawei: un piano di investimenti per conquistare gli sviluppatori

di Redazione HTML.it

Huawei punta a coinvolgere gli sviluppatori mobile introducendo anche incentivi economici sostanziosi per chi abbraccerà l'ecosistema di servizi del colosso cinese.

Leggi Huawei: un piano di investimenti per conquistare gli sviluppatori

Optima Mobile propone l’offerta 50 Special Minuti+ al costo di 8,90 euro al mese

di Gianluigi Abbate

Optima Mobile propone l'offerta 50 Special Minuti+: minuti illimitati,100 SMS e 50 GB di internet a 8,90 euro al mese (invece di 12,90 euro)

L'articolo Optima Mobile propone l’offerta 50 Special Minuti+ al costo di 8,90 euro al mese proviene da TuttoAndroid.

PosteMobile rilancia la sua offerta da 4,99 euro: come attivare Creami WOW Weekend

di Marco Grasso

PosteMobile torna alla carica con la Creami WOW Weekend, un'offerta capace di offrire grande flessibilità per via del meccanismo dei credit a un prezzo stracciato.

L'articolo PosteMobile rilancia la sua offerta da 4,99 euro: come attivare Creami WOW Weekend proviene da TuttoAndroid.

PosteMobile rilancia la sua offerta da 4,99 euro: come attivare Creami WOW Weekend

di Marco Grasso

PosteMobile torna alla carica con la Creami WOW Weekend, un'offerta capace di offrire grande flessibilità per via del meccanismo dei credit a un prezzo stracciato.

L'articolo PosteMobile rilancia la sua offerta da 4,99 euro: come attivare Creami WOW Weekend proviene da TuttoAndroid.

Black Friday Kena: 1 mese gratis e zero costi sim, attivazione e spedizione

di Raffaele Giasi
Vi segnaliamo che anche Kena Mobile è entrata in aria di Black Friday, annunciando una serie di offerte davvero interessanti, disponibili a partire da questa settimana e fino al prossimo 2 dicembre 2019. Doveroso specificare che si tratta di promozioni disponibili per i nuovi clienti che desiderano la portabilità del proprio numero o un numero […]

Huawei mette sul tavolo 10 milioni di dollari per supportare gli sviluppatori italiani

di Mikhael Costa

Ha preso il via oggi il primo Huawei Developer Day italiano, un evento a tutto tondo sul mondo Huawei per aprire le porte dell'azienda a programmatori indipendenti e non al fine di arricchire l'ecosistema, già esistente, di App e servizi racchiusi nel Huawei Mobile Services.

L'articolo Huawei mette sul tavolo 10 milioni di dollari per supportare gli sviluppatori italiani proviene da TuttoAndroid.

Kena Mobile festeggia il Black Friday alla grande per le nuove offerte attivate

di Gerardo Orlandin

In occasione del Black Friday e Cyber Monday, Kena Mobile, operatore virtuale Full MVNO che si appoggia alla rete TIM, offre gratuitamente il primo mese su tutte le sue offerte in commercio da oggi 25 Novembre al 2 Dicembre 2019, inoltre, sempre da oggi 25 Novembre 2019 l’offerta Kena 8.99 dedicata ai clienti provenienti da ho. Mobile non è più commercializzata.

L'articolo Kena Mobile festeggia il Black Friday alla grande per le nuove offerte attivate proviene da TuttoAndroid.

Problemi con ho. Mobile e Vodafone? Disservizi e down in molte zone d’Italia

di Irven Zanolla

Giornata poco piacevole quella di oggi per numerosi utenti Vodafone, e a quanto pare anche ho. Mobile, che risiedono nel Nord, Centro e Sud Italia.

L'articolo Problemi con ho. Mobile e Vodafone? Disservizi e down in molte zone d’Italia proviene da TuttoAndroid.

Call of Duty Mobile: modalità Zombi e supporto al controller finalmente disponibili

di Giacomo Todeschini
Dopo una lunga attesa ha finalmente fatto il suo esordio su Call of Duty Mobile anche la celebre modalità Zombi, oramai un vero e proprio classico all’interno della leggendaria saga di Activision. Un’aggiunta decisamente attesa, che ha mandato in visibilio i numerosissimi giocatori del titolo su mobile. L’introduzione di tale modalità non è però l’unica […]

71 Giga e minuti e SMS illimitati a 7,99 euro al mese con rete Vodafone? Ecco Attacco Mondiale

di Vincenzo

Anche Rabona Mobile partecipa al Black Friday 2019 con Attacco Mondiale: 71 Giga, minuti e SMS illimitati verso tutti al costo mensile di 7,99 euro.

L'articolo 71 Giga e minuti e SMS illimitati a 7,99 euro al mese con rete Vodafone? Ecco Attacco Mondiale proviene da TuttoAndroid.

Monopattini elettrici non sono ciclomotori: no multe da migliaia di euro

di Raffaele Dambra

Monopattini elettrici ciclomotori

Recentemente hanno fatto scalpore le multe comminate ad alcuni malcapitati utilizzatori di monopattini elettrici. Multe da migliaia di euro perché nei casi in questione, in mancanza di indicazioni più specifiche, gli agenti della Polizia locale hanno equiparato i monopattini ai ciclomotori. Ravvisando quindi numerose infrazioni tra cui alcune molto gravi come il mancato utilizzo del casco e l’assenza di targa, carta di circolazione e assicurazione obbligatoria. Si tratta però di un’interpretazione molto severa e probabilmente neppure del tutto corretta, frutto comunque della gran confusione creatasi dopo l’entrata in vigore del DM sulla micromobilità elettrica. Confusione a cui l’attuale Esecutivo sembrerebbe (finalmente) voler porre rimedio con un’apposita circolare che, a quanto si apprende, escluderebbe l’equiparazione dei monopattini elettrici ai ciclomotori. Considerandoli invece dei semplici ‘acceleratori di andatura’.

MONOPATTINI ELETTRICI: REGOLE CHIARE NEI COMUNI DOVE È GIÀ PARTITA LA SPERIMENTAZIONE

Le prime anticipazioni sulla circolare che MIT e Interno stanno definendo congiuntamente sono apparsi sul Sole 24 Ore. Che ha riportato alcuni stralci dell’audizione in commissione Trasporti alla Camera del sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Traversi, in risposta alle interrogazioni presentate dai deputati Maccanti e Rosso dopo le polemiche per le maxi multe inflitte ai conducenti dei monopattini elettrici. L’On. Traversi ha spiegato (ma chi ha letto bene il decreto, pochi a nostro avviso, lo sapeva già) che chi circola sui monopattini e sugli altri micromezzi elettrici nelle aree predisposte dai Comuni che hanno ufficialmente avviato la sperimentazione, non ha nulla da temere. A patto ovviamente di rispettare le norme di comportamento previste dal decreto stesso. Tra cui, per esempio, il divieto di trasportare passeggeri e l’obbligo di dotarsi di luci di posizione anteriore e posteriore nelle ore di oscurità. Chi infrange le norme del DM è soggetto alle stesse sanzioni previste dal CdS per pedoni e ciclisti: da 26 a 102 euro.

MONOPATTINI ELETTRICI: NO CICLOMOTORI, SARANNO ACCELERATORI DI ANDATURA?

I problemi sorgono quando si utilizza il monopattino elettrico nei Comuni dove non è ancora partita la sperimentazione (la stragrande maggioranza). O fuori dalle aree predisposte nei Comuni che l’hanno avviata. In entrambi i casi l’uso del monopattino e degli altri micromezzi non è praticamente mai permesso, quindi chi viene beccato è punibile con una multa. Sì, ma che tipo di multa? Nell’audizione in commissione Trasporti il sottosegretario Traversi ha confermato che con la circolare di prossima pubblicazione si provvederà a escludere l’equiparazione dei monopattini con i ciclomotori. Evitando quindi l’applicazione di altre sanzioni da migliaia di euro. Viceversa al MIT stanno verificando se in base alle vigenti disposizioni i micromezzi elettrici possono essere assimilati ai veicoli con caratteristiche atipiche o agli acceleratori di andatura, regolati entrambi dal Codice della Strada.

MONOPATTINI ELETTRICI: LE PROBABILI NUOVE SANZIONI

Una decisione in merito pare che non sia stata ancora presa. Per il collega Maurizio Caprino del Sole 24 Ore è più probabile però che si vada in direzione degli acceleratori di andatura. Che comprendono per lo più pattini, monopattini a spinta e skateboard. Risulterebbe infatti difficile inserire i micromezzi elettrici nella categoria dei veicoli con caratteristiche atipiche, visto che per il DM monopattini elettrici e mezzi simili non sono neanche classificati come veicoli ma solo come ‘dispositivi’. Se questa ipotesi sarà confermata dalla circolare ministeriale, a tutti i mezzi della micromobilità elettrica che circolano dove non è consentito si applicheranno dunque le medesime sanzioni già previste per gli acceleratori di andatura, da 26 a 102 euro.

MONOPATTINI ELETTRICI: COMUNI DOVE È PARTITA LA SPERIMENTAZIONE

Chiudiamo riportando la ancora esigua lista dei Comuni che hanno già dato ufficialmente il via alla sperimentazione dei monopattini e degli altri micromezzi elettrici. Ribadiamo per l’ennesima volta che in questi Comuni la circolazione di tali mezzi è consentita solo nelle aree predisposte, indicate dalla specifica segnaletica stradale (monopattini e segway: aree pedonali, piste ciclabili, piste ciclopedonali, zone 30 e strade con limite di velocità 30 km/h; hoverboard e monowheel solo aree pedonali. I Comuni sono comunque liberi di escludere le strade ritenute non idonee). Ad oggi la sperimentazione è già partita a Rimini, Cattolica (RN), Pesaro, Casalpusterlengo (LO), Verona e Torino. A breve (già deliberata, si attende solo l’installazione della segnaletica) sarà avviata pure a Milano, Monza e Mogliano Veneto (TV). E anche a Imola (BO), Formigine (MO), Pisa, Bari, Palermo e Alcamo (TP). Dati a cura del Club Italiano del Monopattino Elettrico.

The post Monopattini elettrici non sono ciclomotori: no multe da migliaia di euro appeared first on SicurAUTO.it.

Pokémon GO: in arrivo l’evento Team Rocket

di Ivan Miralli
Il mese corrente di novembre rappresenta un ottimo punto di svolta per il franchise dei Pokémon, grazie anche (e soprattutto) alla recente uscita di Pokémon Spada e Scudo su Nintendo Switch, che ha permesso di avere una bella spinta alle vendite della console stessa. Il titolo non rapresenta però l’unico gioco Pokémon all’attivo: a ormai […]

Come leggere i nuovi segnali stradali dei monopattini elettrici

di Raffaele Dambra

Segnaletica stradale monopattini elettrici

Pur tra mille difficoltà e contraddizioni su cui si sta tentando di porre rimedio anche a livello normativo, la circolazione dei mezzi della micromobilità elettrica sta pian piano prendendo piede in quei Comuni che hanno avviato la sperimentazione tramite l’apposita ordinanza. L’ultima è Torino e a breve toccherà pure a Milano. Chi risiede in queste e in altre città avrà senz’altro già fatto conoscenza con la nuova segnaletica stradale che regola il passaggio di monopattini, hoverboard, segway e monowheel, e a cui tutti dovremo presto abituarci anche se non è sempre di facile comprensione. Vediamo perciò come leggere i nuovi segnali stradali dei monopattini elettrici e degli altri dispositivi simili.

SEGNALETICA STRADALE DEI MONOPATTINI ELETTRICI

Ad imporre una specifica segnaletica stradale per i monopattini elettrici è lo stesso (contestatissimo) DM che lo scorso giugno ha dato il là alla sperimentazione. In particolare il comma 2 dell’articolo 4 prevede che i Comuni sono chiamati a installare, lungo le infrastrutture stradali e parti di strada individuate per la circolazione dei mezzi della micromobilità elettrica, appositi segnali verticali e orizzontali conformi a quanto prescritto nel medesimo decreto ministeriale 229/2019. Il DM non si limita infatti a disporre l’installazione dei segnali stradali, ma illustra pure come devono essere fatti.

COME LEGGERE I SEGNALI STRADALI DEI MONOPATTINI ELETTRICI

Innanzitutto il Comune che intende avviare la sperimentazione dei monopattini elettrici e di hoverboard, segway e monowheel, deve installare all’inizio del centro abitato, sotto l’indicazione del nome della città, uno specifico pannello (vedi sotto) per informare l’utenza che nel territorio comunale è consentita in via sperimentale la circolazione di monopattini e segway nelle zone 30 o con limite di velocità di 30 km/h, nonché sulle piste ciclabili e sui percorsi ciclopedonali (ricordiamo che hoverboard e monowheel possono circolare solo nelle aree pedonali, che sono ovviamente aperte anche a monopattini e segway). Tuttavia il Comune può liberamente scegliere di vietare la circolazione di tali mezzi in alcuni tratti dove sarebbe in teoria consentito, perché magari le caratteristiche della strada non lo permettono, segnalandolo caso per caso. E può anche decidere far circolare su tutto il territorio o solo i monopattini o solo i segway.

SEGNALI STRADALI MONOPATTINI ELETTRICI, HOVERBOARD, SEGWAY E MONOWHEEL NELLE AREE PEDONALI

La circolazione di monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel nelle aree pedonali, con limite di velocità massimo di 6 km/h, è autorizzata solo se il cartello che indica la zona pedonale è accompagnato da un pannello integrativo quadrato a fondo bianco che riproduce il simbolo dei micromezzi ammessi (un po’ come avviene adesso per le bici). Un Comune può ammettere nell’area pedonale solo una categoria di micromezzi, oppure più di una o tutte e quattro, come ritiene più opportuno. Se il Comune decide di riservare appositi spazi per l’esclusiva circolazione dei dispositivi elettrici, in questo caso i segnali con i simboli dei vari dispositivi devono essere rotondi e con fondo blu. Nelle seguenti immagini possiamo vedere la tipologia di segnali stradali per entrambe le casistiche: prima le aree pedonali e poi le zone esclusive.

The post Come leggere i nuovi segnali stradali dei monopattini elettrici appeared first on SicurAUTO.it.

Auto usata online, la rivoluzione BrumBrum

di Valerio Porcu
L’auto usata oggi si cerca anche online, anzi per molti il primo passo è cercarla sul marketplace di Facebook, su Subito o servizi simili. Sembra una cosa molto moderna, ma la verità è che quando si tratta di automobili il sistema di compravendita è, bene o male, uguale a sé stesso da parecchi decenni. Ci […]

Pininfarina, con PURA Vision una linea di hypercar elettriche

di Emanuela Acri
Pininfarina ha recentemente svelato quali sono i piani per la futura piattaforma di auto elettriche grazie alla collaborazione con Bosch, che come tutti sapranno è il leader nella produzione di motori elettrici, insieme a Benteler, holding tedesca. Inoltre, a quanto pare, è stato anche affermato che tra i progetti, vi è quello di dare il […]
❌