Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Emissioni di CO2: le Case auto che rischiano di più dal 2021

di Donato D'Ambrosi

Se le vendite di auto elettriche e ibride non decollano, le emissioni medie di CO2 non scenderanno: ecco le Case auto che rischiano di più secondo un’indagine

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Auto neopatentati: la lista 2020 dei modelli e le restrizioni

di Redazione

Auto neopatentati

Sono tante le auto che i neopatentati possono guidare dopo il conseguimento della patente B: ecco la lista aggiornata al 2020, con i prezzi di listino

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Sistemi ISA a confronto: il test sull’Intelligent Speed Adaptation

di Donato D'Ambrosi

L’ETSC mette a confronto tecnologie diverse per il controllo della velocità: ecco un’anticipazione sul sistema ISA obbligatorio dal 2022 con il test sull’Intelligent Speed Adaptation

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Limiti di velocità e Coronavirus: a Londra +650% di multe

di Donato D'Ambrosi

E’ allarme multe a Londra per limiti di velocità e Coronavirus: la polizia registra un picco pericoloso di infrazioni che mobilita anche le compagnie di assicurazione

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Guidare in Olanda: limiti, norme e consigli per evitare multe

di Redazione

Scopri tutte le norme, i consigli e i limiti del codice della strada olandese per guidare in Olanda in tutta sicurezza e senza prendere multe

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

TIM lancia le offerte xTE e ripropone Young Senza Limiti Special Edition

di Vincenzo

Il mese di maggio di TIM sarà fatto di novità e ritorni: da una parte le nuove offerte xTe, dall'altra la Young Senza Limiti Special Edition.

L'articolo TIM lancia le offerte xTE e ripropone Young Senza Limiti Special Edition proviene da TuttoAndroid.

Andare in bici nella Fase 2: gli errori da non fare

di Donato D'Ambrosi

Nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus meno limiti all’attività sportiva all’aperto: ecco gli errori da non fare se si decide di andare in bici con la mascherina

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

10 errori da non fare con i limiti di velocità

di Donato D'Ambrosi

Come si mantiene la giusta velocità di guida? Ecco i 10 errori da non fare con i limiti di velocità e i consigli per evitare rischi e multe al volante

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Guidare in Austria: limiti, norme e consigli per evitare multe

di Redazione

In Austria non si sorpassano gli scuolabus alla fermata, ma pochi lo sanno: ecco i limiti, norme e consigli per evitare multe se vi trovate a guidare in Austria

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Guidare in Repubblica Ceca: limiti, norme e consigli per evitare multe

di Redazione

In Repubblica Ceca c'è tolleranza zero per alcool alla guida e farmaci pesanti: ecco gli altri limiti, le norme e i consigli per guidare in Repubblica Ceca in sicurezza

Leggi l'articolo completo su SicurAUTO.it

Alcolock in Europa obbligatorio: i Paesi che già lo adottano

di Donato D'Ambrosi

In Europa ci sono ancora troppe differenze tra i limiti di alcol ammessi alla guida, un grosso problema soprattutto quando ci si sposta per lavoro o per piacere. Si passa facilmente da 0 a 0,8 g/l di alcol nel sangue con tolleranza zero solo per i conducenti professionisti e i neopatentati. Una situazione che secondo  l’ETSC va risolta imponendo che chi si mette al volante non deve bere nulla. Questa regola vale già in tutti i Paesi dove l’alcolock è in fase sperimentale. Ecco i Paesi dove il motore si blocca se il sistema rileva che il conducente ha bevuto.

LIMITI ALCOL VARIABILI IN EUROPA E RISCHIO SICUREZZA

L’alcolock è un dispositivo collegato all’accensione del motore che soprattutto sui veicoli commerciali pesanti è diventato uno standard nazionale di alcuni Paesi UE. In pratica se il conducente ha bevuto anche un bicchiere di vino il motore non si avvia. Nonostante la sempre maggiore diffusione dell’alcolock anche i conducenti professionisti speso e volentieri vengono sorpresi al volante oltre il limite di legge. E’ il motivo per cui la posizione comunitaria è l’inasprimento delle sanzioni e la tolleranza zero verso chi infrange la legge. Ed è qui che punta l’European Transport Safety Council, spingere l’UE ad adottare anche il limite di 0 g/l di alcol per tutti i conducenti. Senza alcuna eccezione per i neopatentati, i conducenti esperti o professionisti.

ALCOLOCK OBBLIGATORIO: I PAESI UE DOVE C’E’ GIA’

In Europa sono solo 17 i Paesi dove l’alcolock è equipaggiato sui veicoli oppure lo sarà a breve. La Svezia ha adottato volontariamente l’obbligo dell’alcolock sui veicoli per il trasporto pubblico con obbligo di riabilitazione per chi viene sorpreso a bere al volante. La Finlandia, come la Svezia, ha introdotto spontaneamente l’obbligo dell’alcolock sui veicoli commerciali e scuolabus. In Polonia, Danimarca, Austria, Belgio, Francia, Regno Unito, Portogallo e Germania l’alcolock è presente su tutti i mezzi commerciali pesanti. Tra i Paesi dell’Unione Europea, l’Irlanda, la Germania, la Slovenia, Lettoni, Estonia e la Spagna stanno definendo norme ad hoc sull’uso dell’alcolock, mentre l’Italia è nella fase sperimentale dell’obbligo. Tra i Paesi in cui bisogna soffiare nell’alcolock per partire, la Lituania ha annunciato l’obbligo volontario che dal 2020 sui veicoli commerciali.

PERCHE’ LA TOLLERANZA ZERO DI ALCOL AL VOLANTE

Attraversando l’Europa un guidatore non professionista ma esperto, magari in viaggio con la famiglia può trovarsi sopra o sotto il limite di legge se fermato dalla polizia per un controllo. Il problema sollevato dall’ETSC, non è tanto sapere qual è il limite di 0,1 – 0,2 – 0,3 g/l e così via in giro per l’Europa. Ma capire qual è il valore di alcol nel sangue per ogni conducente tale da non alterare il suo stato fisico. Qualcosa che le stime non possono chiarire in quanto il tempo di smaltimento dell’alcol varia da persona a persona in base a una serie di fattori troppo variabili come spiega il video qui sotto.

The post Alcolock in Europa obbligatorio: i Paesi che già lo adottano appeared first on SicurAUTO.it.

Autostrada: i limiti di velocità in assenza di segnaletica

di Raffaele Dambra

Autostrada limiti di velocità

Quando si guida in autostrada i limiti di velocità si devono sempre rispettare, anche in assenza di apposita segnaletica. Ma quali sono questi limiti? Secondo l’orientamento dettato da una non troppo lontana sentenza della Corte di Cassazione (la 26393/2017), se l’ente proprietario dell’autostrada non ha provveduto a specificare la soglia consentita in un determinato tratto, si applicano i limiti minimi e massimi previsti dalla legge. Una precisazione apparentemente superflua (è ovvio che la mancanza dei segnali non autorizza di certo a sfrecciare a 200 km/h) ma in realtà necessaria per determinare l’effettivo limite massimo.

AUTOSTRADE E LIMITI DI VELOCITÀ: IL CODICE DELLA STRADA

Ai sensi dell’articolo 142 comma 1 del Codice della Stradala velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade”. Tuttavia sempre il medesimo comma stabilisce che “sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia […] gli enti proprietari o concessionari possono elevare il limite massimo di velocità fino a 150 km/h sulla base delle caratteristiche progettuali ed effettive del tracciato”. Basandosi su questa doppia lettura, un automobilista che aveva spinto il piede sull’acceleratore fino a raggiungere la velocità di 159 km/h, e per questo multato di una somma compresa da 168 a 674 euro per aver superato di oltre 10 km/h e non oltre 40 km/h il limite massimo (art. 142 CdS comma 8), si era rivolto alla Suprema Corte chiedendo la riduzione della sanzione.

LIMITE MASSIMO IN AUTOSTRADA: 130 O 150 KM/H?

A suo parere, infatti, nella fattispecie si sarebbe dovuto applicare il comma 7 dell’art. 142, secondo cui chi supera il limite di velocità di non oltre 10 km/h paga solo la sanzione ridotta da 41 a 168 euro. La sua tesi era ben chiara: poiché il CdS contempla, a certe condizioni, la possibilità di viaggiare in autostrada a 150 km/h, e dato che sul tratto interessato non erano stati segnalati i limiti minimi e massimi di velocità, e che comunque quel tratto rientrava come caratteristiche tra quelli percorribili a 150 km/h, sarebbe stato più giusto multarlo con la sanzione ridotta per aver superato di soli 9 km/h (159 vs 150) il limite massimo virtualmente consentito.

LIMITI IN AUTOSTRADA: SENZA SEGNALETICA LA VELOCITÀ MASSIMA È SEMPRE 130 KM/H

La Corte di Cassazione ha però rigettato la tesi dell’automobilista ricorrente, precisando che gli enti proprietari di strade e autostrade hanno sì facoltà discrezionale di fissare limiti di velocità minimi e massimi diversi da quelli stabiliti con carattere generale dall’art. 142 del CdS, ma solo provvedendo alla relativa segnalazione. E che l’eventuale aumento del limite massimo da 130 a 150 km/h in autostrada non può mai essere lasciato alla ‘libera interpretazione’ dei conducenti, essendo in gioco la sicurezza della circolazione e la tutela della vita umana. In definitiva, quindi, il limite massimo di velocità in autostrada in assenza di specifica segnaletica è sempre quello previsto per legge, ovvero 130 km/h.

The post Autostrada: i limiti di velocità in assenza di segnaletica appeared first on SicurAUTO.it.

❌