Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Lo Hobbit, da romanzo a film, storia di un’opera didattica

di Imma Antonella Marzovilli
Dalla sua prima pubblicazione, Lo Hobbit ha segnato, per quasi cento anni, la gioventù di milioni di lettori.  Pensato per un pubblico di giovani, Lo Hobbit trova la sua genesi proprio negli anni ’20 dello scorso secolo, quando Tolkien iniziava a lavorare sulla mitologia che caratterizzerà tutto il mondo di Arda. Interessante è comprendere, però, […]

Ci risiamo: Fastweb Mobile annuncia l’ennesima rimodulazione

di Giovanni Mattei

Dal prossimo 20 marzo 2020 Fastweb Mobile effettuerà la rimodulazione del giga extra che avrà un costo di 6 euro

L'articolo Ci risiamo: Fastweb Mobile annuncia l’ennesima rimodulazione proviene da TuttoAndroid.

Le auto più vendute in Europa sono sempre più ibride, elettriche e a gas

di Donato D'Ambrosi

Le auto più vendute in Europa mostrano forti segnali di cambiamento. A gennaio 2020 il mercato perde oltre il 7% rispetto all’anno precedente (oltre 1,13 milioni di immatricolazioni), ma le ibride ed elettriche ribaltano il paradigma dell’auto nuova. Tra i 5 mercati maggiori le auto più vendute perdono consensi con le motorizzazioni a gasolio, di più in UK (-33%). Esplodono letteralmente le vendite di auto ad alimentazione alternativa, con i motori a benzina in testa per quote di vendite. Ecco le marche di auto più vendute in Europa e quale alimentazione potrebbe avere la vostra prossima auto.

AUTO NUOVE DIESEL IN EUROPA: L’ITALIA NE VENDE DI PIU’

Il mercato delle auto nuove supera gennaio 2020 in un forte clima di incertezza, per lo più dovuto al condizionamento economico della Brexit, secondo Paolo Scudieri, presidente di ANFIA. L’associazione della Filiera industriale italiana riporta un bilancio che, tra le cadute generalizzate di immatricolazioni, mostra l’ascesa delle auto ad alimentazione alternativa. Tra i 5 maggiori mercati (Germania, Francia, Regno Unito, Spagna e Italia) che coprono il 68% delle immatricolazioni di auto in Europa, il diesel perde consensi ovunque. Tra i 5 major market, l’Italia è il Paese che a gennaio 2020 ha venduto più auto diesel (33%), a fronte di un aumento collettivo di auto ibride, elettriche e a gas.

AUTO IBRIDE ED ELETTRICHE, CRESCONO LE IMMATRICOLAZIONI IN EUROPA

Tra le auto più vendute in Europa si rafforza la crescita di auto elettriche: agli strabilianti trend a 3 cifre, si associa anche un aumento delle quote, comunque marginale. Le auto nuove elettriche e ibride aumentano rispettivamente in Italia (+546%; +278%), Spagna (+172% e 2% in quota; +55% e 13% in quota), Francia (+258% e 8% in quota; +49% e 9% in quota), Germania (+61% e 3% in quota; +50% e 12% in quota) e UK (+300% e 6% in quota; +21% e 13% in quota).

LE AUTO PIU’ VENDUTE IN EUROPA PER MARCA

In questo contesto è facile immaginare che tra le auto più vendute in Europa ci siano le marche che hanno a listino una maggiore offerta con le alimentazioni più vendute. In realtà il segno meno tocca un po’ quasi tutti i Gruppi di Costruttori: Volkswagen (-0,1%), PSA (-14%), Renault (-16,4%), Hyundai (-3,9%) ed FCA (-6,4%). Al contrario invece Toyota Group (+10%) e BMW Group (+3,8%) sono gli unici Costruttori con una crescita media dei vari marchi a gennaio 2020.

The post Le auto più vendute in Europa sono sempre più ibride, elettriche e a gas appeared first on SicurAUTO.it.

Documento unico di circolazione: primi rilasci dal 6 aprile 2020

di Raffaele Dambra

Attestato di rischio dinamico

La sua genesi è risultata piuttosto travagliata ma ormai il countdown è finalmente iniziato e per i primi rilasci del Documento unico di circolazione o DUC bisognerà attendere meno di due mesi. A partite dal 6 aprile 2020, infatti, inizierà la graduale introduzione del nuovo documento che accorpa la carta di circolazione e il certificato di proprietà di ogni veicolo, snellendo le procedure burocratiche relative ad immatricolazioni, passaggi di proprietà, demolizioni e quant’altro. Dovrebbero anche diminuire i costi, ma su questo non c’è ancora certezza (vi terremo aggiornati).

DOCUMENTO UNICO DI CIRCOLAZIONE: CHE COS’È

Ricapitolando, il Documento unico di circolazione riunisce in un solo foglio il certificato di proprietà, attualmente consegnato dall’ACI, e la carta di circolazione, rilasciata dalla Motorizzazione civile. Il nuovo DUC contiene i dati tecnici e di intestazione del veicolo, oltre a tutte le informazioni validate dal PRA relative alla situazione giuridico patrimoniale del mezzo e alla cessazione dalla circolazione conseguente alla sua demolizione o alla sua definitiva esportazione all’estero. Sono inoltre riportate le info su eventuali privilegi e ipoteche, su provvedimenti amministrativi e giudiziari che incidono sulla proprietà e sulla disponibilità del veicolo, annotati presso il PRA, e anche su eventuali provvedimenti di fermo amministrativo.

QUANDO SARÀ RILASCIATO IL DOCUMENTO UNICO DI CIRCOLAZIONE

Previsto dal d.lgs. 98/2017 (cosiddetta ‘Riforma Madia’), il Documento unico di circolazione sarebbe dovuto entrare in vigore prima nel 2018, poi nel 2019 e infine lo scorso 1° gennaio 2020, ma insormontabili difficoltà tecniche e burocratiche ne hanno rallentato l’attuazione. Ora però sembrerebbero non esserci più dubbi, e infatti il Decreto Dirigenziale n.3/2020 del MIT ha disposto le fasi di graduale messa in esercizio delle procedure telematiche per il rilascio del DUC, fissando al 6 aprile 2020 la data delle prime emissioni del documento. Cliccando sul tasto rosso Scarica PDF in fondo all’articolo si può leggere l’intero decreto dirigenziale del MIT che riporta integralmente le nuove disposizioni.

DOCUMENTO UNICO DI CIRCOLAZIONE: DAL 6 APRILE 2020 SOLO PER ALCUNE OPERAZIONI

Come detto, l’introduzione del Documento unico di circolazione avverrà gradualmente nel corso dell’anno e inizialmente non sarà rilasciato per tutte le operazioni ma soltanto per alcune, con l’obiettivo di entrare pienamente a regime entro la fine del 2020. Pertanto dal prossimo 6 aprile il DUC sarà disponibile soltanto per le seguenti richieste:
– minivoltura (quando si vende un veicolo a un concessionario o a un rivenditore di veicoli usati);
– cessazione dalla circolazione per demolizione;
– cessazione dalla circolazione per definitiva esportazione all’estero.
L’adozione del DUC per le succitate operazioni sarà obbligatoria e avverrà in tutti gli STA (Sportello Telematico dell’Automobilista) attivi negli uffici della Motorizzazione e negli uffici ACI-PRA, oltre che nelle agenzie di pratiche auto e nelle delegazioni ACI.

DOCUMENTO UNICO DI CIRCOLAZIONE: ULTERIORI NOVITÀ DAL 4 MAGGIO 2020

Successivamente, dal 4 maggio 2020, il DUC sarà disponibile anche per altre operazioni. Ma in questo caso solo in via facoltativa, nell’attesa di ottimizzare le relative procedure telematiche. Tali operazioni sono:
– immatricolazione, comprese quelle relative ai veicoli importati in Italia da altri Paesi dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo;
– passaggio di proprietà, compresa l’ipotesi di trasferimento in favore degli eredi;
reimmatricolazione per furto, smarrimento, deterioramento e distruzione della targa.

Fino a nuovo ordine le disposizioni fin qui elencate non si applicheranno a:
– passaggio di proprietà di veicoli per la cui destinazione o uso la legislazione vigente impone la sussistenza di requisiti o titoli autorizzativi al servizio di trasporto;
– immatricolazione e passaggio di proprietà di veicoli oggetto di contratto di locazione finanziaria, di usufrutto o di patto di riservato dominio;
– operazioni che presuppongono adempimenti cumulativi o consecutivi.

The post Documento unico di circolazione: primi rilasci dal 6 aprile 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

Overdrive City è una simulazione in cui costruire una città a tema automobilistico e gareggiare in pista

di Gerardo Orlandin

Overdrive City è un gioco manageriale in cui dovrete costruire una città fortemente orientata alle auto da corsa, con tracciati da gara sui quali gareggiare con i bolidi di prestigiose case automobilistiche che realizzerete voi stessi.

L'articolo Overdrive City è una simulazione in cui costruire una città a tema automobilistico e gareggiare in pista proviene da TuttoAndroid.

Wind comunica nuove rimodulazioni per alcuni suoi clienti

di Pietro Paolucci

Il piano di autoricarica Pieno Wind subisce l'ennesima rimodulazione, con una modifica contrattuale che ritorna annunciata via SMS. Ecco tutti i dettagli e la nuova scadenza comunicata dall'operatore telefonico.

L'articolo Wind comunica nuove rimodulazioni per alcuni suoi clienti proviene da TuttoAndroid.

Le 10 auto nuove più vendute in Italia a gennaio 2020

di Donato D'Ambrosi

Smarrimento carta di circolazione

Le 10 auto più vendute in Italia a gennaio 2020 contano meno utilitarie e SUV rispetto al mese dello scorso anno: in totale sono state vendute 155.528 auto nuove. Gli italiani hanno acquistato ancora meno auto a benzina, diesel e GPL, mentre le auto a Metano, ibride ed elettriche vendute a gennaio fanno registrare numeri positivi. Ecco quali sono le 10 auto più vendute ad inizio 2020 per marca e modello.

SEMPRE MENO DIESEL E GPL TRA LE AUTO PIÙ VENDUTE

“Dopo la ripresa delle vendite registrata a partire dallo scorso settembre e un dicembre in crescita a doppia cifra (+12,5%), il mercato dell’auto apre il 2020 con segno negativo (-5,9%), commenta Paolo Scudieri Presidente ANFIA. E’ così che il mercato auto apre il 2020, con immatricolazioni sempre più orientate all’elettrico/ibrido e vendite di auto diesel che non erano così basse dal 2001. Tra le auto nuove vendute in Italia a gennaio 2020 le auto ibride, incluse le ricaricabili, ed elettriche (PEV) raddoppiano quasi i volumi rispetto a gennaio 2019. Lo riporta l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica elaborando i dati del Ministero dei Trasporti.

LE 10 AUTO NUOVE PIÙ VENDUTE IN ITALIA PER MARCA E MODELLO

Le auto mild hybrid (come Fiat Panda e Fiat 500 in commercio dal 2020) e full hybrid aumentano del 74% con una quota di mercato del 9,2%. Le auto nuove Plug-in a gennaio 2020 sono quasi 5 volte quelle vendute a gennaio 2019: aumentano le immatricolazioni sia delle elettriche (BEV: +546% e 1,2% di quota), che delle ibride plug-in (PHEV: +269% e 0,8% di quota). In totale le auto a ridotte emissioni superano per la prima volta una quota del 2% dell’immatricolato. Le auto nuove diesel vendute a gennaio 2020 calano del -8%, come le auto a benzina (-3%, quota 47%) e le auto a GPL (-21%, quota 6,2%).

LE MARCHE DI AUTO NUOVE PIÙ VENDUTE IN ITALIA A GENNAIO 2020

Le auto nuove più vendute a gennaio 2020 perdono una quota di super-utilitarie (Fiat Panda e Fiat 500) e utilitarie (Lancia Ypsilon). Ma diminuiscono anche i SUV di tutte le dimensioni e le auto di lusso rispetto a gennaio 2019. Aumentano invece le immatricolazioni di monovolume (+9%) e di auto sportive (+17%). Tra le auto nuove vendute in Italia a gennaio 2020, i marchi di FCA (sono esclusi Ferrari e Maserati) totalizzano quasi 40 mila immatricolazioni (+0,2%), con una quota di mercato del 25,6%. Sono positivi anche i numeri di Fiat (+5,6%), Ferrari (+50%), DR (+28,8%) e Lamborghini (+39,1%).

The post Le 10 auto nuove più vendute in Italia a gennaio 2020 appeared first on SicurAUTO.it.

Bitdefender: sempre più attacchi mirano ai guadagni delle aziende

di Antonino Caffo
La tecnologia ci offre un ampio ventaglio di possibilità per comunicare ma sia le aziende che gli utenti finali preferiscono l’email. Infatti, alcuni studi stimano che nel 2019 siano state inviate ogni giorno più di 293,6 miliardi di email. Una buona parte, tuttavia, è costituita da spam, tentativi di frodi ed estorsioni come la famosa […]

Le 20 auto elettriche e ibride Plug-in più vendute al mondo nel 2019

di Donato D'Ambrosi

Quante auto elettriche e ibride Plug-in sono state vendute nel 2019? Tante o poche a seconda di come le correnti di pensiero vorranno leggere i numeri delle 20 auto elettriche e ibride ricaricabili più vendute al mondo nel 2019. Nel 2019 per ogni Tesla Model S, sono state vendute 10 Tesla Model 3.

LE 20 AUTO ELETTRICHE E IBRIDE PIU’ VENDUTE NEL 2019

Non poteva che esserci una Tesla in testa alla classifica delle auto elettriche più vendute al mondo nel 2019, ma non una Tesla qualsiasi, bensì la Tesla Model 3. Nel 2019 – secondo i dati di Ev-Volumes e diffusi da CleanTechnica, sono state vendute oltre 220 mila Tesla Model 3. Magari saranno anche poche rispetto ai volumi che fa la Fiat Panda solo in Italia (in media circa 10 mila unità al mese) ma con la produzione in Cina e in Europa, il paradigma è già invertito. Di certo gli ecobonus giocano un ruolo importante nell’acquisto di un’auto elettrica o ibrida più popolare. A livello globale però, nella classifica delle 20 auto elettriche e ibride più vendute che riportiamo qui sotto, sono molto vicini modelli che delta sul prezzo d’acquisto importante (es. eGolf e Tesla Model X).

IN CINA SI VENDONO PIU’ AUTO ELETTRICHE E IBRIDE AL MONDO

Nel primo semestre 2019, sono state vendute complessivamente 1,13 milioni di veicoli elettrici. Tra il 2018 e il 2019 però proprio la Tesla Model 3 ha contribuito ad invertire le quote tra auto elettriche e ibride vendute. Tra i Paesi che nel primo semestre 2019 hanno assorbito il maggior numero di auto elettriche e ibride al mondo, la Cina (56%), supera Europa (23%) e USA-Canada (17%). Secondo i dati Jato, la Tesla Model 3 non è solo l’elettrica più venduta al mondo ma anche l’auto che ha avuto la maggiore crescita in Europa a dicembre 2019. Tanto da mettersi alle spalle modelli di massa come la Dacia Duster e la Nissan Qashqai. Clicca qui sotto per vedere a tutta larghezza la classifica delle auto elettriche (in grassetto) e ibride più vendute al mondo.

LE AUTO ELETTRICHE E IBRIDE IN EUROPA

In Europa le immatricolazioni di auto elettriche e ibride sono pari a 173.200 unità nel primo semestre nel 2019, l’84% in più rispetto al volume registrato nel primo semestre del 2018 (fonte Jato). La crescita del mercato delle auto elettriche però non è accreditabile solo alla Tesla Model 3, secondo Jato sarebbe avvenuta lo stesso senza Tesla (ma a +46%). Renault Zoe, BMW i3 e Volkwagen e-Golf sono tra le auto elettriche che avrebbero dato una spinta altrettanto importante al mercato in Europa.

The post Le 20 auto elettriche e ibride Plug-in più vendute al mondo nel 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Dal prossimo 25 giugno 2020 partiranno le rimodulazioni di alcune offerte TIM

di Giovanni Mattei

Dal prossimo 25 giugno 2020 alcune offerte TIM subiranno delle rimodulazioni per quanto concerne il prezzo e il quantitativo di minuti e SMS.

L'articolo Dal prossimo 25 giugno 2020 partiranno le rimodulazioni di alcune offerte TIM proviene da TuttoAndroid.

Rimodulazione TIM: 1,99 euro al mese per alcuni piani base da febbraio

di Lucia Massaro
TIM ha annunciato che introdurrà una nuova rimodulazione di alcuni piani base che a partire dal 27 febbraio avranno un costo mensile di 1,99 euro. Il costo aggiuntivo andrà ad aggiungersi alle tariffe a consumo ma sarà applicato solo in assenza di un’offerta che prevede Giga e minuti. Per questo, l’operatore proporrà ai clienti interessati […]

TIM apre il 2020 nel segno delle rimodulazioni: ecco i piani interessati

di Irven Zanolla

Il 2020 di TIM si apre all'insegna delle rimodulazioni, che saranno effettive entro la fine di febbraio. Scopriamo i piani impattati dalla nuova iniziativa.

L'articolo TIM apre il 2020 nel segno delle rimodulazioni: ecco i piani interessati proviene da TuttoAndroid.

Le auto più vendute in Europa a dicembre 2019

di Donato D'Ambrosi

Le auto più vendute in Europa a dicembre 2019 sono del gruppo Volkswagen, ma con inaspettati cambiamenti nella classifica europea dei Costruttori. Il mercato auto 2019 si chiude tutto sommato positivamente (+21,4%), ma con immatricolazioni auto in crescita solo per Francia, Italia e Germania. Ecco chi ha venduto più auto a dicembre e quali sono le marche di auto più vendute nel 2019.

LE AUTO PIU’ VENDUTE IN EUROPA, I 5 MAJOR MARKET

Dal bilancio delle immatricolazioni auto 2019 di ANFIA sui dati ACEA (l’associazione europea dei costruttori automotive) l’industria auto chiude l’anno in positivo. Nei principali maggiori mercati (75% immatricolazioni) solo Spagna (-4,8%) e Regno Unito (-2,4%) registrano un calo di vendite in tutto il 2019. Così come il trend delle vendite di auto diesel è in continua discesa: -13,2% rispetto al 2018 e una quota al 32%. La contrazione delle vendite è a due cifre in Spagna (-26%), Italia (-22%), Regno Unito (-22%) e Francia (-11%). Mentre cresce in Germania (+3,7%), la quota di auto diesel è ai minimi in Regno Unito e in Spagna, mentre l’Italia è il Paese con il maggior numero di auto nuove diesel (39,8% nel 2019).

LE AUTO PIU’ VENDUTE IN EUROPA PER ALIMENTAZIONE

“Tutti i Paesi dell’area UE-EFTA hanno chiuso il mese con il segno positivo eccetto la Norvegia (-9,7%) e con l’impennata delle immatricolazioni in particolare Svezia (+109%) e Olanda (+113%)” ha dichiarato Roberto Scuderi Presidente ANFIA. Tra le auto più vendute in Europa a dicembre 2019 per alimentazione, le vendite di auto a benzina raggiungono il 49% (+32%). Le auto diesel vendute a dicembre 2019 in Europa del 40%, la più bassa degli ultimi 18 anni. Le auto ad alimentazione alternativa valgono il 15,7% del mercato (+19%): le auto elettriche crescono del +113%, quelle ibride Plug-in del +41,5%. Clicca sull’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

LE MARCHE DI AUTO PIU’ VENDUTE IN EUROPA A DICEMBRE 2019

Le marche di auto italiane hanno registrato, in Europa, 69.431 immatricolazioni a dicembre 2019 (+13,8%), con Fiat (+25,4%) e Alfa Romeo (+1%) in ripresa. Tra le auto più vendute a dicembre 2019, il Gruppo Volkswagen mantiene la testa (+21%), seguito da PSA (-2%), Renault (+23,1%), Hyundai (+18%) e BMW (+16,4%). Le marche di auto con una crescita maggiore dei volumi sono Smart (+126%), Alpine (+90%) e Mazda (+73%).

The post Le auto più vendute in Europa a dicembre 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Hype City Idle Tycoon è una simulazione edilizia inattiva in cui costruirete intere città da zero

di Gerardo Orlandin

Hype City Idle Tycoon è una simulazione edilizia di tipo inattivo in cui dovrete costruire intere città da zero con edifici unici di vario tipo come case, hotel e negozi investendo i profitti da essi generati. Ogni edificio ha le sue caratteristiche di rendita che può essere riscossa toccandolo ripetutamente, inoltre è possibile svilupparlo spendendo i soldi guadagnati e assumere un manager per ottimizzarne i profitti.

L'articolo Hype City Idle Tycoon è una simulazione edilizia inattiva in cui costruirete intere città da zero proviene da TuttoAndroid.

Il mercato dei veicoli industriali al palo: -10,2% a ottobre 2019

di Donato D'Ambrosi

Le immatricolazioni dei veicoli industriali costantemente in calo (-10,2% gli autocarri a ottobre) sono la cartina al tornasole di un’economia ferma. Lo rivelano i dati dell’ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) sulle immatricolazioni di autocarri superiori a 3,5 tonnellate e autobus.

I NUMERI DEL MERCATO DEI MEZZI INDUSTRIALI

Ad ottobre 2019, sono stati rilasciati 1.901 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-10,2% rispetto ad ottobre 2019) e 1.118 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con portata superiore a 3.500 kg (-11,8%), suddivisi in 104 rimorchi (-1,9%) e 1.014 semirimorchi (-12,7%). Entrambi i comparti confermano un trend negativo nei primi dieci mesi del 2019: 19.866 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 6,9% in meno del periodo gennaio-ottobre 2018, e 12.314 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (-7,8% rispetto a gennaio-ottobre 2018), così ripartiti: 1.179 rimorchi (-6,4%) e 11.135 semirimorchi (-7,9%).

TRAFFICO IN AUMENTO MA CON GLI STESSI MEZZI INVECCHIATI

La riduzione delle vendite di veicoli industriali non è figlia di un traffico di mezzi pesanti ridotto, anzi. Le flessioni della produzione nazionale dipendono dalla crescita congelata dell’economia Per contro, il traffico autostradale dei veicoli pesanti in milioni di veicoli/km risulta in aumento del +2% nei primi 8 mesi del 2019. Guardando alla produzione nel settore delle costruzioni che impatta sul settore dell’autotrasporto, nei primi 8 mesi del 2019, l’indice mostra un aumento tendenziale del +3,1%. Clicca sulla tabella qui sotto per vederla a tutta larghezza.

IMMATRICOLAZIONI MEZZI PESANTI PER PESO

Secondo le classi di peso, da inizio anno registrano volumi in crescita gli autocarri con peso superiore a 5.000 kg fino a 8.000 kg (+5%). Importante, invece, la flessione dei trattori stradali: -14% nei primi 10 mesi del 2019. Da inizio anno, sono stati rilasciati 823 libretti di circolazione di autocarri alimentati a GNL (Gas Naturale Liquefatto) e 347 a CNG (Gas Naturale Compresso). Per i veicoli trainati la flessione è più contenuta per i marchi nazionali (-4,9%) e più significativa per i marchi esteri (-9,7%). Al contrario del mercato autocarri, i rimorchi e semirimorchi registrano volumi in calo nelle regioni del Nord Italia (-16%) e volumi in aumento nelle regioni del Sud-Isole (+3,6%).

The post Il mercato dei veicoli industriali al palo: -10,2% a ottobre 2019 appeared first on SicurAUTO.it.

Mercato auto Europa: +9% con il diesel in ripresa

di Donato D'Ambrosi

Il mercato auto in Europa ad ottobre 2019 mette a segno il primo pareggio del 2019: quasi +9% di auto vendute con una crescita nei primi 5 Paesi di riferimento. Com’è accaduto anche in Italia, le auto vendute recuperano sulla stagnazione del 2018 provocata dal Wltp. E’ la dimostrazione che le nuove norme creano effetti a lungo termine da cui però anche la Germania sembra uscirne con una ripresa delle immatricolazioni di auto diesel.

L’EUROPA SI E’ SCROLLATA DALL’EFFETTO WLTP

Nell’area UE+Efta le immatricolazioni di auto nuove sono state 1.214.989 con una crescita complessiva dell’8,6%, secondo i dati anticipati dal Centro Studi Promotor. Crescono le vendite auto nuove in tutti i paesi tranne che a Cipro. Il risultato di ottobre è dovuto ancora all’entrata in vigore del nuovo standard di omologazione WLTP, che scatenò le immatricolazioni anticipate per sfuggire agli standard di omologazione più severi. Ovviamente ne hanno risentito le vendite dei mesi successivi: sui piazzali delle concessionarie c’erano poi già abbastanza auto a km 0 da smaltire, oltre a quelle cedute alle società di noleggio.

IL MERCATO AUTO IN UK TIENE I REMI IN BARCA

I 5 maggiori mercati d’Europa sono i più rappresentativi della salute economica del settore poiché coprono il 71,4% delle immatricolazioni. Germania, Spagna, Francia e Italia chiudono tutti in positivo, ad esclusione del Regno Unito, alle prese anche con la Brexit. La sola Germania mette a segno a ottobre una crescita del 12,7%, seguita dalla Francia (+8,7%), l’Italia (+6,7%) e la Spagna (+6,3%). Il Regno Unito paga un calo di vendite auto dall’inizio del 2019 di -2,9% e -6,7% ad ottobre 2019.

LE AUTO PIU’ VENDUTE IN EUROPA AD OTTOBRE 2019

Tra le marche di auto più vendute in Europa ad ottobre 2019 Seat e Skoda trainano il Gruppo Volkswagen che chiude con +30% di immatricolazioni. FCA recupera rispetto ad ottobre 2018 (+2,5%) ma fa i conti con un calo di immatricolazioni nel 2019 (-9,2%) e di quota mercato (al 6,1%). Renault e Toyota crescono del +12,7%, Ford attesta le vendite a +3,5%, mentre Hyundai, BMW e Daimler seguono il gruppo di testa al di sotto del +2%.

The post Mercato auto Europa: +9% con il diesel in ripresa appeared first on SicurAUTO.it.

Incentivi auto elettriche 2020: la guida regione per regione

di Raffaele Dambra

Incentivi auto elettriche 2020

Non sono pochi gli automobilisti che potranno accedere agli incentivi auto elettriche 2020 erogati da diverse regioni, con la possibilità di cumularli all’Ecobonus statale in vigore per altri due anni e usufruire quindi di uno sconto sull’acquisto che nel migliore dei casi supera agevolmente i 10 mila euro. Insomma, sembra proprio questo il momento migliore per comprare una vettura elettrica, ibrida o comunque a basse emissioni, sfruttando le tante agevolazioni che mirano a favorire una mobilità più sostenibile. Vediamo perciò quali sono gli incentivi regionali a cui è già possibile aderire, tenendo presente che nei prossimi mesi ne potrebbero arrivare altri ancora (e noi saremo ovviamente pronti a fornirvi tutti i dettagli).

INCENTIVI AUTO ELETTRICHE 2020 VALLE D’AOSTA

In Valle d’Aosta gli incentivi riguardano l’acquisto di auto elettriche e a basse emissioni fino a un massimo di 70 g/km di CO2. Il contributo è concesso sia sui veicoli nuovi che usati (ma solo se comprati presso concessionari), anche in leasing o a noleggio. In alternativa alle auto si possono acquistare biciclette a pedalata assistita e i dispositivi della micromobilità elettrica, come per esempio i monopattini. Sono a disposizione fino a 6 mila euro per i privati, fino a 10 mila euro per le aziende che non effettuano trasporto passeggeri e fino a 15 mila euro per le imprese del trasporto persone. L’incentivo può aumentare fino al 20% in caso di contestuale rottamazione di una vecchia auto da Euro 0 a Euro 4. Le domande per i mezzi acquistati nel 2019 (valide anche per gli acquisti già effettuati), si possono presentare dal 13 novembre 2019 al 31 marzo 2020. Le domande per gli acquisti fatti nel 2020, vanno invece presentate dal 1° gennaio al 21 ottobre 2020.

INCENTIVI AUTO ELETTRICHE 2020 LOMBARDIA

Dal 15 ottobre 2019 e fino al 30 settembre 2020, salvo esaurimento anticipato delle risorse, i residenti in Lombardia possono accedere a robusti incentivi per sostituire le autovetture inquinanti con veicoli a basse emissioni, nuovi o usati. Il contributo, a fondo perduto, viene erogato soltanto se l’acquisto della nuova vettura è accompagnato dalla radiazione di un veicolo inquinante (fino a Euro 2 se benzina e fino a Euro 5 se diesel). Più basse sono le emissioni delle auto acquistate, più alto è il valore dell’incentivo. Si parte da 2 mila euro per l’acquisto di una vettura fino a 130 g/km di CO2; e si arriva a ben 8 mila euro per chi compra un’auto elettrica a emissioni zero. Incentivi auto 2020 in Lombardia (fino a 20 mila euro) sono a disposizione anche per le micro, piccole e medie imprese della regione.

INCENTIVI AUTO ELETTRICHE 2020 TRENTINO ALTO ADIGE

Nonostante la particolare struttura amministrativa della regione Trentino Alto Adige, gli incentivi auto elettriche 2020 nelle due province autonome di Trento e di Bolzano sono praticamente simili. In entrambi i casi, infatti, l’agevolazione riguarda l’acquisto di auto ecologiche e ammonta a: 4 mila euro se si compra un’auto elettrica; 2 mila per una vettura ibrida plug-in, senza obbligo di rottamazione. Le misure, aperte sia ai cittadini privati che agli enti pubblici e alle imprese, sono strutturali, quindi senza scadenza (almeno fino a nuovo ordine).

INCENTIVI AUTO ELETTRICHE 2020 FRIULI VENEZIA GIULIA

In Friuli Venezia Giulia gli incentivi sono destinati a chi rottama un veicolo a benzina o a gasolio da Euro 0 a Euro 4. E, contestualmente, acquista un’autovettura elettrica, ibrida o bifuel benzina/metano adibita a uso privato. L’auto da acquistare dev’essere nuova, oppure usata o a km zero ma immatricolata da non più di due anni. Acquistando una vettura nuova o a km zero il contributo ammonta a 3.000 euro per le bifuel, a 4.000 per le ibride e a 5.000 per le elettriche; comprando invece una vettura usata il contributo scende rispettivamente a 1.500, 2.000 e 2.500 euro. L’auto da rottamare può essere intestata al soggetto richiedente o a un familiare convivente. Gli incentivi in Friuli sono disponibili già dallo scorso mese di settembre e fino ad esaurimento fondi.

N.B. Aggiorneremo costantemente quest’elenco non appena comunicheranno nuovi incentivi auto elettriche 2020 dalle stesse o da altre regioni italiane.

The post Incentivi auto elettriche 2020: la guida regione per regione appeared first on SicurAUTO.it.

Incentivi Valle d’Aosta: altri 7 milioni per auto e bici elettriche

di Raffaele Dambra

Incentivi Valle d'Aosta

In arrivo nuovi incentivi in Valle d’Aosta a sostegno della mobilità ecosostenibile. Il governo regionale ha dato infatti il via libera al contributo di 7 milioni di euro per tre anni a favore dei residenti e delle imprese valdostane che vogliono sostituire una vecchia auto inquinante con un veicolo a zero o a basse emissioni (max 70 g/km di CO2), oppure con una bici o un monopattino elettrico. Il provvedimento, già approvato dalle commissioni competenti a inizio novembre 2019, sarà pienamente in vigore dopo la delibera attuativa della giunta, attesa a breve.

INCENTIVI VALLE D’AOSTA: FINO A 6 MILA EURO PER UN’AUTO ELETTRICA

I nuovi incentivi auto 2019 della Valle d’Aosta prevedono un contributo che non può superare il 25% della spesa ammissibile, così suddiviso: fino a 6 mila euro a veicolo per i privati (costo massimo di acquisto: 60 mila euro); fino a 10 mila euro a veicolo per le aziende che non effettuano trasporto passeggeri; fino a 15 mila euro per le imprese specializzate nel trasporto persone. Le agevolazioni valgono sia per i veicoli nuovi che per quelli usati (ma solo se acquistati in concessionaria), nonché per le auto in leasing e a noleggio a lungo termine. In questi ultimi due casi il contributo può salire fino al 35% del valore contrattuale riferito ai primi tre anni del contratto, per un importo comunque non superiore a 6 mila euro per vettura.

INCENTIVI AUTO VALLE D’AOSTA: MAGGIORI CONTRIBUTI CON LA ROTTAMAZIONE

Gli incentivi auto in Valle d’Aosta saranno validi per le vetture acquistate a partire dal 1° gennaio 2019. E si potranno cumulare con altre agevolazioni di questo tipo, statali o europee, come ad esempio l’Ecobonus 2019-2021, portando così l’importo potenziale del contributo a ben 12 mila euro per veicolo. Inoltre, rottamando una vecchia auto si potrà ottenere un incentivo extra variabile dal 5% (per chi rottama una Euro 4) al 20% (per una Euro 0). I veicoli elettrici nuovi, immatricolati da quest’anno, godranno pure dell’esenzione del bollo auto per un ulteriore triennio.

INCENTIVI IN VALLE D’AOSTA: AGEVOLAZIONI ANCHE PER BICI ELETTRICHE

La regione Valle d’Aosta ha pensato anche a coloro che vogliono dire definitivamente addio alle automobili scegliendo altri mezzi ancor più ecosostenibili. Ci sono infatti incentivi per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita (fino al 50% della spesa ammissibile per un massimo di 700 euro) e di mezzi della micromobilità elettrica come monopattini, hoverboard, segway e dispositivi simili (anche in questo caso fino al 50% della spesa ammissibile ma per un massimo di 300 euro). Per bici e monopattini elettrici i contributi saranno validi solo per i mezzi acquistati dopo l’entrata in vigore del provvedimento. E, dulcis in fundo, c’è anche una quota a fondo perduto fino a 1000 euro per l’acquisto e l’installazione di stazioni di ricarica domestiche per veicoli elettrici, oltre a contributi fino a 15 mila euro per rinnovare il parco veicoli di proprietà pubblica.

The post Incentivi Valle d’Aosta: altri 7 milioni per auto e bici elettriche appeared first on SicurAUTO.it.

Mercato auto a +6,7%: i modelli più venduti a ottobre 2019 in Italia

di Donato D'Ambrosi

http://add-a-cdchanger.co.uk/wp-content/uploads/sites/294/2018/04/A_row_of_modern.jpg

Il mercato auto in Italia si risolleva con quasi 157 mila immatricolazioni e +6,7% di volumi rispetto all’ottobre negativo del 2018. Sono i dati pubblicati da Anfia che raccontano una contrazione continua del diesel ma una crescita nelle vendite di auto a benzina, ibride elettriche, GPL e a metano. Tra le auto più vendute in Italia ad ottobre 2019 i SUV piccoli svettano, assieme ai modelli di auto sportive. Ecco tra le 10 auto più vendute ad ottobre 2019.

AUTO DIESEL, BENZINA, GPL, METANO ED ELETTRIFICATE

Le auto diesel vendute ad ottobre in Italia perdono il -13,5%, scendendo a quota 35,5%. Al contrario, le auto a benzina sono aumentate del +17% e rappresentano il 46% del mercato. Le autovetture ad alimentazione alternativa, questo mese, raggiungono una quota del +18,4%, confermando il trend degli ultimi mesi. Le auto GPL crescono sia a ottobre, +2%, sia nei 10 mesi 2019 (+9%) come per le autovetture a metano, quadruplicate nel mese, ma in calo del -9% nel cumulato. Le autovetture ibride tradizionali salgono al +43% come le auto elettriche (+62%) e le ibride Plug-in (+48%). Risultati agevolati anche dagli ecoincentivi sull’acquisto di auto elettriche in Italia.

AUTO SPORTIVE E SUV I MODELLI PREFERITI IN ITALIA

In calo del 6% le immatricolazioni delle citycar (motivo che ha spinto Fiat a programmare un futuro senza Panda e 500). Diminuiscono del 3% anche le utilitarie, di cui il modello più venduto è Lancia Ypsilon. Le autovetture medie crescono del 4%, meno però dei SUV. I SUV di tutte le dimensioni (il 15% delle immatricolazioni è del Gruppo FCA) conquistano il 42% del mercato, soprattutto grazie alla buona performance dei SUV piccoli (+30% – il più venduto Fiat 500X). La variazione è lievemente positiva anche per le immatricolazioni di monovolume (il più venduto è Fiat 500L), che, a ottobre, segna +0,5%. Le auto sportive, crescono più di tutte, +69% rispetto allo stesso mese del 2018.

LE 10 AUTO PIU’ VENDUTE AD OTTOBRE 2019

Tra i numeri delle auto più vendute in Italia ad ottobre 2019, le immatricolazioni a marchio Fiat non passano inosservate, nonostante la testa dei 10 modelli più venduti sia del Gruppo FCA. In testa alla classifica c’è immancabilmente la Fiat Panda che dall’estremo opposto vede la Fiat 500, in ultima posizione. Numeri su cui Fiat – Chrysler sta programmando gli obiettivi in Europa al fianco di PSA. Ad ottobre 2019 hanno venduto più auto Fiat (oltre 21 mila), Volkswagen (16.980) e Ford (quasi 11 mila) al di sopra delle 10 mila unità; clicca sull’immagine qui sopra per vederla a tutta larghezza. Qui sotto invece ecco i 10 modelli più venduti in Italia ad ottobre 2019.

– FIAT PANDA 10.752
– LANCIA YPSILON 4.846
– FIAT 500X 3.448
– VOLKSWAGEN T-CROSS 3.353
– CITROEN C3 3.296
– VOLKSWAGEN T-ROC 3.294
– RENAULT CAPTUR 3.072
– DACIA DUSTER 3.070
– FORD FIESTA 3.023
– FIAT 500 2.983

The post Mercato auto a +6,7%: i modelli più venduti a ottobre 2019 in Italia appeared first on SicurAUTO.it.

Agevolazioni acquisto auto ecologiche 2019 in Friuli e Trentino

di Raffaele Dambra

Agevolazioni acquisto auto ecologiche 2019 in Friuli e Trentino

Sono ancora disponibili interessanti agevolazioni per l’acquisto di auto ecologiche nel 2019 in Friuli e Trentino Alto Adige (o Südtirol se preferite). Le regioni del nord est sono tra le più virtuose nell’incentivare la sostituzione di vecchi veicoli inquinanti con vetture a basse o a zero emissioni, e i cittadini privati residenti in questi territori ne stanno approfittando con entusiasmo, avendo tra l’altro la possibilità di cumulare i contributi regionali con altri incentivi, tra cui l’Ecobonus 2019-2021.

AGEVOLAZIONI ACQUISTO AUTO ECOLOGICHE 2019 IN FRIULI VENEZIA GIULIA

In Friuli Venezia Giulia le agevolazioni sono destinate alla rottamazione di un veicolo a benzina o a gasolio da Euro 0 a Euro 4. E il conseguente acquisto di un’autovettura elettrica, ibrida o bifuel benzina/metano adibita a uso privato. L’auto da acquistare dev’essere nuova, oppure usata o a km zero ma immatricolata da non più di due anni. I beneficiari sono i cittadini residenti in Friuli Venezia Giulia al momento della domanda. Se si acquista una vettura nuova o a km zero il contributo ammonta a 3.000 euro per le bifuel, a 4.000 per le ibride e a 5.000 per le elettriche; se si acquista invece una vettura usata il contributo scende rispettivamente a 1.500, 2.000 e 2.500 euro. L’auto da rottamare può essere intestata al soggetto richiedente o a un familiare convivente. Gli incentivi in Friuli, cumulabili con altri contributi, sono disponibili già dallo scorso settembre 2019 e fino all’esaurimento dei fondi. Per ulteriori informazioni vi rimandiamo al portale della Regione.

INCENTIVI AUTO 2019 NELLA PROVINCIA DI TRENTO

In Trentino, o sarebbe meglio dire nella provincia autonoma di Trento, sono attualmente a disposizione incentivi per l’acquisto di auto elettriche, moto elettriche ed e-bike e per l’installazione di stazioni di ricarica, destinati a persone fisiche, imprese ed enti locali. Per i dettagli di ciascun contributo consultate la pagina dell’APIAE di Trento; mentre per quanto riguarda le sole agevolazioni per l’acquisto di auto ecologiche riservate ai privati residenti sul territorio, gli incentivi ammontano a 4.000 euro se si compra un’auto elettrica e a 2.000 per una vettura ibrida plug-in, senza obbligo di rottamazione. Entrambi sono cumulabili con l’Ecobonus nazionale.

AGEVOLAZIONI ACQUISTO AUTO ECOLOGICHE 2019 IN PROVINCIA DI BOLZANO

Nella provincia autonoma di Bolzano, denominata pure Alto Adige o Südtirol, le agevolazioni per l’acquisto di autoveicoli elettrici e ibridi plug-in nuovi sono a favore di privati, enti pubblici e organismi di diritto pubblico, oppure di associazioni e altre organizzazioni che non svolgono attività imprenditoriale. I cittadini residenti possono ottenere un contributo di 4.000 euro sul prezzo d’acquisto di un’auto elettrica pura o di 2.000 per un’ibrida plug-in. A cui si aggiungono 5 anni di esenzione dal bollo auto, mentre in seguito si pagherà soltanto il 22,5%. Disponibile anche un incentivo fino a 1.000 euro per la stazione di ricarica a casa. Per altre informazioni c’è il portale istituzionale.

The post Agevolazioni acquisto auto ecologiche 2019 in Friuli e Trentino appeared first on SicurAUTO.it.

❌