Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

LG vanta il proprio legame con Google, alla faccia di Huawei

di Giuseppe Biondo

Non si può asserire che chi lo ha scritto avesse in mente Huawei e le sue sventure, ma la "simpatica" vignetta arriva con un tempismo sfortunato

L'articolo LG vanta il proprio legame con Google, alla faccia di Huawei proviene da TuttoAndroid.

LG aggiorna le Smart TV ThinQ 2019 col supporto ad Alexa

di Lorenzo Spada
LG Smart TV ThinQ 2019

Da quando LG ha lanciato il brand ThinQ per definire i prodotti della smart home e del proprio ecosistema smart, ha fatto grande affidamento su Google Assistant. Ciò comunque non vuol dire una chiusura agli altri assistenti digitali come Alexa. A questo proposito, vi segnaliamo che LG ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per […]

L'articolo LG aggiorna le Smart TV ThinQ 2019 col supporto ad Alexa proviene da TuttoTech.net.

LG X6 (2019) entra nella lista di Android Enterprise, LM-X600IM fa visita a Geekbench

di Vincenzo

LG X6 (2019) è entrato a far parte di Android Enterprise Recommended, intanto uno smartphone sconosciuto del brand ha fatto visita a Geekbench.

L'articolo LG X6 (2019) entra nella lista di Android Enterprise, LM-X600IM fa visita a Geekbench proviene da TuttoAndroid.

Apple aggiorna il monitor LG UltraFine 4K: pannello più grande e Thunderbolt 3

di HDblog.it

Nel corso delle ultime ore Apple ha rinnovato la gamma MacBook Pro introducendo i nuovi processori Intel di ottava e nona generazione, tuttavia pare che l'aggiornamento del listino abbia riguardato anche un altro prodotto: il monitor LG UltraFine 4K.

Apple ha infatti riportato in vendita lo schermo su tutti i principali mercati (era infatti stato rimosso dallo store USA, ma non solo), introducendo qualche importante novità. La prima riguarda la dimensione del pannello, che passa dai precedenti 21,5" a 23,7". Un display più grande quindi, che però riceve una curiosa riduzione di risoluzione, dal momento che si passa al 4K standard (3840x2160p) rispetto alla definizione custom adottata dal modello originale (4096x2304p). Presente anche il supporto alla gamma cromatica P3 e una luminosità massima di 500 candele per metro quadro.

Insomma, tutte specifiche pensate per offrire un'esperienza simile a quella proposta sugli altri prodotti desktop Apple con display integrato, come gli iMac. Ricordiamo infatti che i monitor UltraFine sono pensati per l'utilizzo con Mac Mini o come base per una postazione fissa dedicata ai MacBook, e la loro alta definizione - al netto di diagonali contenute - viene gestita in maniera ottimale da macOS.


Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Phoneclick a 549 euro oppure da Trony a 695 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

LG lancerà una TV OLED 8K e la TV arrotolabile OLED R nella seconda metà del 2019

di Lorenzo Spada
LG TV OLED 8K CES 2019

LG Electronics ha annunciato che lancerà la sua TV OLED da 88 pollici in 8K (la stessa che è stata presentata al CES 2019) in Corea del Sud nell’ultima parte dell’anno per indirizzare il segmento premium con display migliorati e un nuovo fattore di forma. Il colosso della Corea del Sud ha già lanciato la […]

L'articolo LG lancerà una TV OLED 8K e la TV arrotolabile OLED R nella seconda metà del 2019 proviene da TuttoTech.net.

Dieselgate Renault: spunta un nuovo dossier contro il 1.6 dCi

di Redazione

Era la fine del 2016 quando anche Renault fu investita dallo scandalo Dieselgate. Portò al richiamo di 15.000 vetture. Per la Casa francese il motore incriminato era il 1.6 dCi nelle due configurazioni da 130 e 160 CV. Il quattro cilindri, propulsore chiave nell’offerta Renault per diffusione e dati di vendita, era stato sviluppato all’interno dell’alleanza con Nissan e in collaborazione anche con il gruppo Daimler. Oggi il quotidiano Le Monde parla di nuove prove contro Renault. Ma andiamo con ordine.

LE ACCUSE DEL 2016

Tutto ebbe inizio più di tre anni fa, quando la Direzione Generale della Concorrenza, dei Consumi e della Repressione delle frodi (DGCCRF) accusò Renault. Secondo quanto riportato nel rapporto consegnato allora alla magistratura, la DGCCRF sospettava che Renault adottasse un software truccato che modificava il funzionamento del motore durante i test antinquinamento. In particolare, questo software era in grado di ridurre drasticamente le emissioni di ossidi di azoto (NOx) proprio durante le sole fasi di omologazione. Secondo l’accusa, anche a seguito di perquisizioni compiute nella sede della Casa il 7 gennaio 2016, esisterebbero addirittura delle mail interne in cui si parlava di sistemi antinquinamento in grado di azionarsi solo durante i test di omologazione.

LE CONFERME DEL 2017

Nell’ottobre del 2017 i magistrati ordinarono all’Istituto Superiore dell’automobile e dei trasporti (ISAT) di effettuare una seconda serie di test per confermare la presenza di un dispositivo elettronico fraudolento. L’ISAT effettuò nuove rilevazioni su Captur e Clio IV e concluse che esisteva in effetti un dispositivo di contenimento delle emissioni che si adattava alla procedura di omologazione e che si comportava in modo diverso durante la guida in condizioni reali.

NIENTE TRAPPOLA NOX SOTTO I 50 KM/H

Gli esperti dell’ISAT sono andati oltre e hanno analizzato il funzionamento del software modificato nei dettagli. Ecco i risultati. A quanto pare la valvola EGR e la trappola NOX, o sistema SCR, funzionano solo in condizioni “ideali”. La prima solo all’interno di un range di temperatura preciso. In inverno, o nei mesi più caldi, quindi, la valvola EGR smetteva di essere operativa. La trappola NOX, invece, non interveniva al di sotto dei 50 km/h. Questo in condizioni reali. Perché durante i test omologativi queste “limitazioni” erano disattivate. A tutto vantaggio dell’efficienza e del contenimento delle emissioni.

L'articolo Dieselgate Renault: spunta un nuovo dossier contro il 1.6 dCi proviene da SicurAUTO.it.

LG V30 si aggiorna in Italia: ecco le patch di aprile 2019

di HDblog.it

LG è tornata ad aggiornare LG V30, lo smartphone top di gamma dell'azienda coreana che abbiamo deciso di riprovare nel corso a metà aprile 2018 dopo il corposo aggiornamento ThinQ.

Il nuovo update, disponibile anche sui dispositivi italiani attraverso una notifica OTA, ha un peso di poco superiore ai 617MB e porta con sé esclusivamente un miglioramento della sicurezza del sistema operativo Android grazie all'introduzione delle patch di aprile 2019. La build di riferimento è la V22j-APR-03-2019 ed è basato sulla distribuzione software Android Oreo 8.0.

Secondo quanto dichiarato da LG Corea poco più di un mese fa, il dispositivo dovrebbe ricevere la più recente versione Android Pie 9.0 soltanto a partire dal secondo trimestre 2019. LG V30, ricordiamo, può ancora essere considerato un prodotto considerando le specifiche tecniche che includono un processore Qualcomm Snapdragon 835, 4GB di RAM e 64GB di storage interno e un prezzo di vendita ormai praticamente stabile intorno ai 259 euro.

(aggiornamento del 13 May 2019, ore 08:01)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone XR, Galaxy S10+ e S10e: primi per spedizioni in USA | Canalys Q1 2019

di HDblog.it

iPhone XR, Galaxy S10+ e S10e sono stati gli smartphone più spediti negli Stati Uniti nel corso del primo trimestre 2019, stando agli ultimi dati pubblicati da Canalys.

Durante il Q1 2019 il totale degli smartphone spediti è passato a quota 36,4 milioni, in calo del 18% rispetto ai 44,4 milioni registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Si tratta di un trend in linea con quello rilevato a livello globale da IDC, tuttavia il mercato USA presenta un calo decisamente più marcato rispetto al dato mondiale del -6,6%, questo a causa delle sue caratteristiche intrinseche.

In primo luogo sappiamo bene come negli Stati Uniti sia del tutto assente Huawei, ovvero proprio la società che nei dati IDC ha mostrato la maggior crescita su base annua, quindi la mancanza del suo effetto tampone si ripercuote inesorabilmente sull'andamento generale del mercato. Se infatti a livello mondiale le sue performance positive possono compensare il calo delle altre società, ciò non accade negli USA, dove la crisi di pochi può significare il crollo generale del settore.

(aggiornamento del 11 May 2019, ore 11:40)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone XR, Galaxy S10+ e S10e: primi per spedizioni in USA | Canalys Q1 2019

di HDblog.it

iPhone XR, Galaxy S10+ e S10e sono stati gli smartphone più spediti negli Stati Uniti nel corso del primo trimestre 2019, stando agli ultimi dati pubblicati da Canalys.

Durante il Q1 2019 il totale degli smartphone spediti è passato a quota 36,4 milioni, in calo del 18% rispetto ai 44,4 milioni registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Si tratta di un trend in linea con quello rilevato a livello globale da IDC, tuttavia il mercato USA presenta un calo decisamente più marcato rispetto al dato mondiale del -6,6%, questo a causa delle sue caratteristiche intrinseche.

In primo luogo sappiamo bene come negli Stati Uniti sia del tutto assente Huawei, ovvero proprio la società che nei dati IDC ha mostrato la maggior crescita su base annua, quindi la mancanza del suo effetto tampone si ripercuote inesorabilmente sull'andamento generale del mercato. Se infatti a livello mondiale le sue performance positive possono compensare il calo delle altre società, ciò non accade negli USA, dove la crisi di pochi può significare il crollo generale del settore.

(aggiornamento del 15 May 2019, ore 13:41)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Rimuovere la batteria di LG G8 ThinQ? Ecco perché è una cattiva idea

di Irven Zanolla

Dopo aver visto il durability test di LG G8 ThinQ da parte dei JerryRigEverything, scopriamo perché non dovreste provar3e a rimuovere la batteria.

L'articolo Rimuovere la batteria di LG G8 ThinQ? Ecco perché è una cattiva idea proviene da TuttoAndroid.

VW, BMW, Daimler accusati di violazione regole delle emissioni Diesel

di Emanuela Acri
Poche ore fa si è scatenata una vera e propria tempesta sulle Case Automobilistiche BMV, Volkswagen e Daimler. Nel mese di marzo, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha citato in giudizio la società Volkswagen e l’ex amministratore delegato Martin Winterkorn, accusandoli di ingannare gli investitori in relazione allo scandalo delle emissioni. La denuncia […]

Google migliora ARCore che accoglie LG G8 ThinQ e V50 ThinQ tra i dispositivi supportati

di Giuseppe Biondo

Tra le novità hardware e software annunciate ieri al Google I/O 2019 c'era anche ARCore, vero e proprio motore di molte app in realtà aumentata

L'articolo Google migliora ARCore che accoglie LG G8 ThinQ e V50 ThinQ tra i dispositivi supportati proviene da TuttoAndroid.

LG V50 ThinQ 5G esordirà sul mercato il 10 maggio

di Roberto F.

Il team di LG ha annunciato ufficialmente che le vendite di LG V50 ThinQ 5G inizieranno venerdì 10 maggio in Corea del Sud. Ecco tutti i dettagli

L'articolo LG V50 ThinQ 5G esordirà sul mercato il 10 maggio proviene da TuttoAndroid.

Multa da 600 milioni a Porsche per le emissioni sui diesel in Germania

di Donato D'Ambrosi

Porsche è stata condannata a pagare una multa da quasi 600 milioni di dollari dal tribunale tedesco per l’effetto dell’ombra dieselgate. I giudici della corte di Braunschweig avevano già sanzionato Volkswagen e Audi per le emissioni dei motori diesel. Ora la multa a Porsche rincara il conto salato che ha superato 30 miliardi di dollari in multe e compensazioni, come riporta Reuters.

MULTA SENZA RICORSO

Porsche avrebbe dovuto vigilare sui test dei motori diesel per impedire che finissero sul mercato auto con valori di emissioni non conformi ai limiti. I Pubblici ministeri del tribunale tedesco hanno imposto un’ammenda da 598 milioni di dollari (535 milioni di euro) che si sentiva nell’aria. D’altronde già Audi precedentemente aveva accettato di pagare una multa da 800 milioni di euro per buttarsi tutto alle spalle. Lo stesso per Volkswagen, che controlla interamente Porsche, cui è stata comminata una multa da 1 milione di euro in Germania.

CHIUDERE UN OCCHIO HA PENALIZZATO ANCHE PORSCHE

Secondo i procuratori del distretto di Stoccarda, il dipartimento di sviluppo Porsche ha trascurato i suoi obblighi legali nella supervisione dei test sulle emissioni. Gli ingegneri e i dirigenti responsabili della supervisione accusati di negligenza sono già stati perseguiti in Germania e USA. Infatti ha destato scalpore l’ordine del Quartier generale Volkswagen ai manager di restare al di fuori dei confini USA per qualche tempo.

LA PRIMA ELETTRICA ID. E’ GIA ORDINABILE

Mentre Volkswagen cerca di costruire un futuro a zero emissioni a partire dall’elettrica ID già ordinabile, si aggiorna anche il bilancio dei costi del dieselgate. Con la multa a Porsche Volkswagen ha superato la soglia dei 30 miliardi di dollari in sanzioni, buona parte di queste compensazioni incassate da enti statali e governativi. L’assenza di un ricorso, ad oggi, dimostra tutta la volontà di allontanarsi quanto prima dal ricordo del dieselgate.

L'articolo Multa da 600 milioni a Porsche per le emissioni sui diesel in Germania proviene da SicurAUTO.it.

LG rimborsa 300 euro sull’acquisto di una TV OLED B9, C9 e E9 da 65″

di Lorenzo Spada
LG TV OLED 2019

Avete voglia di acquistare una TV OLED nei prossimi giorni? Potrebbe essere un’ottima occasione porre la vostra occasione alla nuova promozione lanciata da LG che permette di acquistare una delle sue TV OLED lanciate nel 2019 (serie B9, C9 e E9) da 65 pollici ricevendo un rimborso diretto sul conto corrente di 300 euro. Le […]

L'articolo LG rimborsa 300 euro sull’acquisto di una TV OLED B9, C9 e E9 da 65″ proviene da TuttoTech.net.

Samsung ed LG, stop alla produzione degli smartphone in Corea?

di Christian Mazza
LG Electronics e Samsung Electronics stanno diminuendo e in alcuni casi anche interrompendo la produzione di smartphone in Corea. A quanto pare, e stando a quelle che sono le recenti indagini degli analisti di settore, i due colossi orientali starebbero trasferendo le loro produzioni in Vietnam o in altri paesi dove i costi di manodopera […]

Super Offerta LG B8 OLED da 55″ a 950 euro (UPDATE)

di Tom's Hardware
Visto il successo riscontrato l’offerta è nuovamente disponibile fino al 19 maggio con scorte limitate Interessante promozione su Ebay riguardante uno dei televisori OLED più apprezzati degli ultimi mesi. Si tratta dell’LG B8, entry level dell’azienda sud-coreana con tutte le carte in regola per diventare uno dei televisori con pannello OLED più diffusi del momento. […]

Samsung e LG presto abbandoneranno la Corea del Sud per la produzione di smartphone

di Roberto F.

Il mercato coreano è stato uno di quelli leader nella produzione di smartphone, grazie colossi come Samsung e LG ma ora entrambe hanno deciso di cambiare politica

L'articolo Samsung e LG presto abbandoneranno la Corea del Sud per la produzione di smartphone proviene da TuttoAndroid.

❌