Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 26 Marzo 2019RSS feeds

HMD Global consiglia gli smartphone Nokia

di Luca Colantuoni

HMD Global ha avviato una campagna pubblicitaria per evidenziare una delle migliori caratteristiche dei recenti smartphone Nokia, ovvero i miglioramenti ricevuti con i frequenti aggiornamenti. Il produttore finlandese ha distribuito Android 9 Pie per tutti i modelli annunciati finora con l’eccezione del Nokia 2. Il merito è sicuramente da attribuire al programma Android One che prevede l’installazione di una versione stock del sistema operativo.

Leggi il resto dell’articolo

Meno recentiRSS feeds

Nokia X71 con tripla cam 48 MegaPixel sarà svelato il 2 aprile a Taiwan

di HDblog.it

HMD si prepara a presentare un nuovo smartphone di fascia media, dopo aver cominciato il 2019 con il botto con il suo Nokia 9 PureView. Il dispositivo in questione prenderà il nome di Nokia X71 - probabile variante potenziata di X7, conosciuto anche come Nokia 8.1 - e verrà ufficializzato a Taiwan in prossimo 2 aprile, come si può leggere da un invito inviato alla stampa locale.

Questa sarà l'occasione in cui HMD presenterà nuovamente anche il Nokia 9 PureView nel mercato taiwanese, quindi si tratta di un evento molto importante per il brand finlandese. Entrambi gli smartphone hanno qualcosa in comune: l'elevata attenzione per il comparto fotografico.

Se infatti conosciamo già il particolarissimo modulo con 5 fotocamere che troviamo sul retro del top di gamma di casa HMD, anche Nokia X71 porrà grossa attenzione su questo tema, offrendo un comparto con 3 sensori fotografici posteriori, di cui uno da ben 48 MegaPixel, mentre un altro sarà dotato di ottiche grandangolari con campo visivo da 120°.


Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 629 euro oppure da ePrice a 798 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nokia X71 (aka Nokia 8.1 Plus) debutterà il 2 aprile con foro nel display e tripla fotocamera con 48 MP

di Vincenzo

Il 2 aprile verrà presentato ufficialmente Nokia X71 (aka Nokia 8.1 Plus) con display con il foro e tripla fotocamera posteriore con sensore principale da 48 MP.

L'articolo Nokia X71 (aka Nokia 8.1 Plus) debutterà il 2 aprile con foro nel display e tripla fotocamera con 48 MP proviene da TuttoAndroid.

Nokia e il presunto invio dei dati in Cina, interviene HMD Global

di Saverio Alloggio
HMD Global è intervenuta sulla questione che vede coinvolta Nokia e il presunto invio dei dati degli utenti in Cina. L’azienda, in una nota ufficiale pubblicata sul proprio portale, ha spiegato di aver incluso erroneamente il client di attivazione degli smartphone in versione cinese all’interno dei software dei dispositivi commercializzati in Europa. Da qui il […]

Nokia 7 Plus, dati inviati in Cina per errore

di Luca Colantuoni

Alcuni Nokia 7 Plus inviano dati ad un server cinese. Questa stranezza, scoperta da un utente norvegese, ha subito destato le preoccupazioni del Garante della privacy finlandese. HMD Global ha pubblicato un comunicato per chiarire che si è trattato di un errore software, risolto con un aggiornamento distribuito a febbraio 2019.

Leggi il resto dell’articolo

HMD Global ci spiega cosa è successo con Nokia 7 Plus e i dati verso la Cina

di Irven Zanolla

In un comunicato stampa HMD Global spiega come viene gestita la privacy degli utenti e quello che c'è da sapere sulla presunta fuga di dati su Nokia 7 Plus

L'articolo HMD Global ci spiega cosa è successo con Nokia 7 Plus e i dati verso la Cina proviene da TuttoAndroid.

Nokia 9 PureView è disponibile in Italia a 649€ con…due display!

di Enrico Andreoli

In anticipo sulla tabella di marcia, presentato meno di un me se fa allo scorso Mobile World Congress,  il nuovo Nokia 9 PureView con le sue 5 fotocamere è ufficialmente disponibile in Italia al prezzo di 649€.

(...)
Continua a leggere Nokia 9 PureView è disponibile in Italia a 649€ con…due display! su Androidiani.Com


© enricoandreoli for Androidiani.com, 2019. | Permalink |
Vedi il miglior smartphone android di Marzo 2019
Tags del post: ,

Nokia 9 PureView: disponibile in Italia e riparazione schermo gratuita!

di Canna
In sordina Nokia rende disponibile per il mercato italiano il nuovo Nokia 9 PureView.  Il preordine era già stato aperto tempo fa ma, come successo anche in altri paesi, Nokia ha deciso di anticipare pure le spedizioni. Confermato quindi il […]

Kia Ceed: prima immagine del crossover

di Redazione

Prosegue il percorso di crescita della gamma della Kia Ceed. Partita dalle più tradizionali varianti a due volumi e station wagon, già da ora può contare sull’inedita versione shooting brake denominata ProCeed che ha recentemente fatto il suo debutto commerciale. Ma le novità non si fermano qui e nel corso dell’anno, più precisamente nel corso della stagione autunnale, il produttore coreano presenterà anche un’inedita variante crossover del suo modello di medie dimensioni, oggi anticipato da un bozzetto che ne svela, almeno in parte, le linee.

PRESENZA OBBLIGATORIA

La scelta di declinare la Ceed anche in una versione a “ruote alte” è dettata dall’importanza di essere presente in uno dei segmenti in più forte espansione in questo momento. Suv e crossover, infatti, rappresentano oggi il 40% delle vendite nel nostro Paese. Questo tipo di carrozzeria, infatti, più che ad una reale necessità di mobilità, risponde a un gusto estetico dettato da un fenomeno sociale e di moda che negli ultimi anni si è fatto sempre più forte.

POSSIBILI FORME DA COUPÈ

Partendo dall’unico bozzetto rilasciato, non è facile intuire quelle che saranno le linee della nuova Kia Ceed Crossover. Tuttavia, è possibile, ipotizzare quella che sarà in generale la forma della carrozzeria. Osservando con attenzione il disegno, infatti, è possibile notare come la parte posteriore della vettura abbia una linea che ricorda in maniera piuttosto esplicita quella di una coupé, con il tetto che scende in maniera progressiva verso il basso, unito a un montante C massiccio. La forma del lunotto, invece, ricorda quello in uso sulla ProCeed, che dona all’insieme un piacevole tocco dinamico.

ANCHE MILD-HYBRID?

Difficile fare ipotesi su quello che potrebbe essere il powertrain della vettura. Molto probabilmente, sotto il cofano della futura Kia Ceed in variante crossover troveremo molti dei propulsori in uso sul resto della gamma Ceed. Come il 1.4 T-GDi a benzina da 140 CV o il 1.6 CRDi a gasolio da 136 CV. Non è da escludere anche il debutto di una versione del mild-hybrid proprio sul 1.6 turbodiesel, come si è visto l’anno scorso nel corso del Salone di Parigi. Attualmente, infatti, questo tipo di soluzione è in uso unicamente sulla Sportage con il motore 2.0 CRDi. Ereditati dall’attuale gamma Ceed saranno anche i vari sistemi di sicurezza, che assicurano una guida autonoma di livello due grazie a sistemi come, ad esempio, il cruise control adattivo e il Lane Following Assist

L'articolo Kia Ceed: prima immagine del crossover proviene da SicurAUTO.it.

Nokia 9 PureView è disponibile da oggi in Italia con riparazione schermo inclusa

di Paolo Giorgetti

Nokia 9 PureView è disponibile da oggi all'acquisto in Italia a 649 euro sul sito ufficiale, con una sostituzione gratuita dello schermo inclusa nel prezzo.

L'articolo Nokia 9 PureView è disponibile da oggi in Italia con riparazione schermo inclusa proviene da TuttoAndroid.

Nokia 7 Plus invia dati a server cinesi

di Luca Colantuoni

Il Nokia 7 Plus, annunciato al Mobile World Congress 2018 e disponibile in Italia da aprile 2018, è uno dei migliori smartphone distribuiti da HMD Global. Un utente ha scoperto che il dispositivo invia dati in forma non cifrata ad un server cinese. Il Garante della privacy finlandese ha avviato un’indagine in seguito alla pubblicazione della notizia da parte dell’emittente norvegese NRK.

Leggi il resto dell’articolo

Nokia, smartphone sotto inchiesta in Finlandia. Inviate informazioni in Cina?

di Alessandro Crea
Il difensore civico finlandese per la protezione dei dati ha aperto un’indagine su Nokia per verificare se i suoi smartphone abbiano violato le leggi dello Stato in materia di sicurezza dei dati. Il sospetto è infatti che siano stati usati per inviare informazioni in Cina. ‎L’emittente pubblica norvegese NRK ha infatti riferito nelle scorse ore […]

Nokia 7 Plus: non intenzionale l'invio dei dati in Cina | Comunicato HMD

di HDblog.it

Aggiornamento 24/03

Nokia pubblica sul sito una nota ufficiale in merito al "data breach" che ha coinvolto alcuni possessori di Nokia 7 Plus residenti in Norvegia. Dopo aver studiato approfonditamente il caso, l'azienda finlandese ha scoperto di aver incluso erroneamente il client di attivazione dello smartphone dedicato alla variante cinese all'interno del software di una partita di Nokia 7 Plus venduta in Europa. Per questo motivo i dispositivi cercavano ripetutamente di connettersi al server di China Telecom.

La società scandinava afferma che non è stato processato nessun tipo di dati personali degli utenti, e che l'aggiornamento di febbraio ha risolto definitivamente questa "falla". In più, Nokia precisa che tutti i dati sono archiviati all'interno dei server Amazon Web Services di HMD Global a Singapore, e non vengono condivisi con nessun altro soggetto terzo.

(aggiornamento del 25 March 2019, ore 14:46)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Alcuni Nokia 7 Plus hanno inviato dati personali in Cina senza permesso

di Paolo Giorgetti

In seguito ad alcune indagini, sembra che alcuni Nokia 7 Plus siano stati "beccati" a inviare pacchetti di dati personali a un server in Cina, senza alcuna autorizzazione. Ecco la risposta di HMD Global.

L'articolo Alcuni Nokia 7 Plus hanno inviato dati personali in Cina senza permesso proviene da TuttoAndroid.

Hyundai e Kia a rischio incendio indagini in corso negli Usa

di Antonio Elia Migliozzi

Hyundai e Kia sono sotto indagine per una serie di incendi sospetti. Dopo il maxi richiamo da 2,3 milioni di veicoli datato 2015 arrivano nuove grane. In particolare lo Stato del Connecticut ha deciso di mettere sotto accusa il costruttore coreano per via di una serie di incendi che hanno coinvolto auto del gruppo. Sono comunque diversi gli Stati americani che si riservano di aprire indagini sul caso. Hyundai, con una nota ufficiale, si è limitata a chiarire la sua piena collaborazione con le Autorità americane per una veloce risoluzione del caso. Al momento non non si conosce il numero della auto coinvolte e dal brand non è partito un richiamo ufficiale. Vediamo i dettagli.

EMERGENZA INCENDI

Hyundai e Kia sotto indagine per una serie di incendi sospetti che hanno coinvolto vetture del brand. Attualmente le autorità giudiziarie di diversi Stati americani si riservano di far luce sul caso che è relativo a centinaia di incendi. Dal 2015 le due case automobilistiche coreane hanno richiamato oltre 2,3 milioni di veicoli per affrontare vari rischi di incendio del motore. Nello scorso mese di novembre è stata avviata negli Usa un’indagine penale sui due brand per determinare se fossero stati eseguiti richiami specifici legati a difetti del blocco motore. Il Procuratore Generale del Connecticut, William Tong, ha fatto il punto: “Siamo a conoscenza di numerosi incendi che coinvolgono veicoli nel Connecticut, tra cui alcuni già in precedenza oggetto di richiamo. Questa è una questione seria, e ci stiamo muovendo in modo determinato e responsabile per scoprire i fatti e accertare le responsabilità” (Leggi tutti i dettagli sulla nuova Hyundai Sonata).

I NUMERI

Nel 2015, Hyundai ha richiamato ben 470.000 Sonata negli Stati Uniti, sostenendo che un guasto al motore avrebbe comportato il blocco del veicolo. Recenti anche i guai per Kia a causa dello stesso propulsore della Sonata. A marzo 2017, sono stati richiamati 618.000 mezzi tra Optima, Sorento, Sportage e Santa Fe. In una audizione al Congresso il Centro per la sicurezza automobilistica Usa ha dichiarato che Hyundai e Kia devono richiamare più veicoli. I marchi finiscono sotto indagine per una serie di incendi sospetti; sono ben 300 gli episodi. Nel dettaglio molti esponenti politici hanno chiesto all’NHTSA di avviare un’indagine su possibili deficit di sicurezza sui veicoli Hyundai e Kia equipaggiati con il motore Theta II. Parallelamente, riferisce Autonews, ne è stato chiesto un ritiro immediato (Leggi Honda richiama 1 milione di auto).

STEP SUCCESSIVI

Sul caso Hyundai ha rilasciato una dichiarazione ufficiale affermando che: Sta cooperando pienamente con il Governo in questa materia, e si impegna a fornire agli automobilisti americani veicoli sicuri, di alta qualità, efficienti ed economici”. La casa automobilistica ha aggiunto che ha apportato numerosi miglioramenti alla produzione di motori, e ha migliorato le attività di assistenza ai clienti per soddisfare ogni singolo cliente interessato.” Dal canto suo Kia deve ancora fornire la sua versione dei fatti. Allo stato il caso è ancora all’inizio perché, oltre al Connecticut, non si capisce quanti Stati sono intenzionati ad avviare un’indagine sul caso.

L'articolo Hyundai e Kia a rischio incendio indagini in corso negli Usa proviene da SicurAUTO.it.

Nokia 5.1 riceve Android 9 Pie

di Luca Colantuoni

HMD Global continua ad aggiornare i suoi smartphone, in base alla roadmap pubblicata a fine gennaio. A pochi giorni di distanza dal precedente rollout, il produttore finlandese ha annunciato la disponibilità di Android 9 Pie per il Nokia 5.1, venduto anche in Italia da settembre 2018.

Leggi il resto dell’articolo

Nokia 5.1, Android Pie in distribuzione

di HDblog.it

Nokia 5.1 si aggiorna ad Android 9 Pie, andando così ad arricchire la (ormai lunga) lista di dispositivi HMD Global che hanno già ricevuto l’update all’ultima versione del sistema operativo di Google (fatta eccezione per Android Q, la cui prima Beta risale a pochi giorni fa).

NOKIA 5.1

Nokia 5.1 è un dispositivo dotato di display da 5,5” FHD+, SoC MediaTek Helio P18 e fotocamera posteriore da 16MP:

  • Display "2,5D" 18:9 da 5,5 pollici FHD+ (2.160 x 1.080 pixel)
  • SoC MediaTek Helio P18:
  • CPU octa-core @ 2 GHz
  • GPU ARM Mali T720 MP3
  • 2 o 3 GB di RAM
  • 16 o 32 GB di archiviazione, espandibile via microSD
  • Fotocamera principale da 16 MP, con PDAF e flash dual-tone
  • Fotocamera anteriore da 8 MP
  • Batteria da 2.970 mAh
  • MicroUSB 2.0, Wi-Fi n, Bluetooth 4.2, NFC, radio FM, jack audio
  • Scanner di impronte digitali sul retro
  • Dimensioni: 151,1 x 70,73 x 8,27 millimetri

(aggiornamento del 20 March 2019, ore 08:26)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

HMD Global ha avviato il roll out dell’aggiornamento ad Android Pie per Nokia 5.1

di Gianluigi Abbate

HMD Global ha avviato il roll out dell'aggiornamento ad Android 9 Pie per Nokia 5.1. Siete pronti ad aggiornare il vostro smartphone?

L'articolo HMD Global ha avviato il roll out dell’aggiornamento ad Android Pie per Nokia 5.1 proviene da TuttoAndroid.

Ecco tre brevetti di Nokia 9 PureView con delle differenze sulle cinque fotocamere

di Giuseppe Biondo

Sarà interessante capire se uno di questi brevetti sarà utilizzato per il successore di Nokia 9 PureView, atteso nel terzo trimestre di quest'anno

L'articolo Ecco tre brevetti di Nokia 9 PureView con delle differenze sulle cinque fotocamere proviene da TuttoAndroid.

Kia elettriche su Amazon: apre lo store dei caricabatterie per la casa

di Antonio Elia Migliozzi

Kia sceglie di puntare sulla vendita online. Il digitale apre le porte ad un nuovo canale di acquisto che mette al centro il rapporto con il cliente e promette maggiore redditività. Il marchio coreano ha scelto di scommettere su Amazon per commercializzare una serie di soluzioni dedicate alla ricarica domestica delle sue vetture green. Come sappiamo possiamo ricaricare le auto elettriche, e ibride plug-in, direttamente a casa sfruttando direttamente la rete elettrica oppure attraverso specifici adattatori di ricarica a muro. Come è facilmente intuibile la fascia di prezzo è molto ampia e si deve fare i conti anche con i costi di installazione. Che sia il primo passo per spostare online la vendita delle auto elettriche Kia?.

OFFERTA NUOVA

Come sappiamo, anche per ragioni di comodità, la maggior parte delle ricariche dei veicoli elettrici avviene a casa. Eppure il processo può impiegare diverso tempo e risultare decisamente scoraggiante per i nuovi proprietari che si aspettano di ricaricare in tempi brevi. Ecco allora che in molti puntano a dotarsi di un wall di ricarica domestico per tagliare i tempi dell’operazione di rifornimento. Eppure, dopo aver scelto la stazione domestica “giusta”, i clienti devono anche trovare un elettricista locale per installarla. Kia scende in campo per semplificare tutto questo processo collaborando con Amazon. I possessori di modelli Kia ibridi plug-in ed elettrici, possono visitare la pagina dedicata sul portale americano Amazon.com/ChargeMyKia e scegliere tra uno dei tre caricabatterie consigliati da 240 V. Kia propone tre opzioni; un caricabatterie Bosch da 764 dollari, la variante meno costosa ChargePoint da 699 $, che peraltro è connessa con l’assistente vocale Amazon Alexa, oppure un caricatore JuiceBox a 549 dollari (Leggi Kia ecco la e Niro 2019).

ELETTRICO ONLINE

La partnership tra Kia e Amazon propone anche un elemento di grande novità. Il brand dell’auto mette in contatto anche i clienti con elettricisti locali autorizzati che fanno parte del programma americano Amazon Home Services. In questo modo si permette agli utenti di pianificare un appuntamento e ottenere un preventivo dettagliato riguardo i costi di tutto il processo di installazione. Al fine di farsi fare un preventivo, gli utenti devono inserire alcune informazioni elementari; ad esempio dove si trova il loro quadro elettrico, quanti anni ha il pannello elettrico di casa e quanto il pannello si trovi distante dalla posizione in cui vogliono che sia montato il dispositivo destinato alla ricarica. Insomma l’ecosistema elettrificato parte dal rapporto di fiducia tra brand dell’auto ed infrastruttura (Leggi le novità Kia al Salone di Ginevra 2019).

I DETTAGLI

Come è ovvio i clienti che presentano una rete elettrica domestica non particolarmente nuova si troveranno ad affrontare i costi di installazione maggiori. In questi casi, infatti, si dovrà aggiornare la rete domestica per consentirle di supportare dispositivi di ricarica ad elevato voltaggio. La partnership tra Kia ed Amazon mira a semplificare il processo di scelta delle vetture elettriche fornendo soluzioni su misura. Dal canto suo il Responsabile della progettazione e telematica di Kia Motor America, Orth Hedrick, ha dichiarato: “Essere in grado di ordinare un caricabatterie e l’installazione attraverso Amazon demistifica e semplifica l’esperienza per i nuovi proprietari di Kia EV e PHEV.”

L'articolo Kia elettriche su Amazon: apre lo store dei caricabatterie per la casa proviene da SicurAUTO.it.

❌