Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 23 Gennaio 2019RSS feeds

Netflix, condividere film e serie TV su Instagram

di Candido Romano

Di solito per condividere le esperienze migliori riguardo le proprie preferenze sulle serie TV e film ci si affida ai social network. Facebook è uno di questi, usato però sempre meno dai giovani. Instagram è invece la piattaforma del momento ed è al centro di una nuova funzione proprio di Netflix, per ora disponibile su iOS, ma arriverà presto anche su Android. La popolare piattaforma di streaming video mira proprio a questo: consentire ai propri utenti di far sapere a tutti i propri consigli su cosa vedere.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix entra a far parte della MPAA

di Matteo Tontini

Netflix entra a far parte della Motion Picture Association of America (“Organizzazione americana dei produttori cinematografici”, MPAA), diventando così la prima piattaforma per lo streaming all’interno dell’organizzazione hollywoodiana. Per chi non lo sapesse, gli altri membri della MPAA sono i sette studi principali del cinema statunitense: Walt Disney, Sony, Metro-Goldwyn-Mayer, Paramount Pictures, 20th Century Fox, Universal Studios e Warner Bros.

Leggi il resto dell’articolo

Meno recentiRSS feeds

Netflix, con Roma boom di nomination agli Oscar

di Marco Grigis

È un traguardo importante, quello raggiunto oggi dalla piattaforma di streaming Netflix. L’Academy ha infatti reso note le nomination per la novantunesima edizione dei Premi Oscar e il colosso dello streaming non ha solo fatto incetta di candidature, ma ha anche ottenuto la nomination per Miglior Film. Tutto merito di “Roma”, la pellicola in bianco e nero di Alfonso Cuarón, già Leone d’Oro a Venezia.

Leggi il resto dell’articolo

Vinile: 2018 da record, vincono i classici

di Marco Grigis

Anche per il 2018 il vinile ha segnato delle vendite record, affermandosi come uno dei formati più amati dagli ascoltatori. È una seconda vita ricca di successi, quella che sta caratterizzando 33 e 45 giri in tutto il mondo, con dei ritmi di distribuzione che non si vedevano praticamente dalla fine degli anni ’80. E, almeno per quanto riguarda gli Stati Uniti, si tratta del tredicesimo anno continuativo in ascesa per gli appassionati del solco: nel 2018 sono state acquistare 16.8 milioni di copie, il 14.6% in più rispetto all’anno precedente. È quanto rivela Nielsen, nel rivelare l’andamento del mercato nell’anno da poco concluso.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix raggiunge i 139 milioni di abbonati

di Marco Grigis

Importanti traguardi per Netflix, il colosso dello streaming a livello internazionale, nel corso dell’ultimo trimestre del 2018. La società, infatti, ha raggiunto quota 139 milioni di abbonati, aggiungendone quindi altri 9 rispetto alla precedente rilevazione. Un risultato al di sopra delle stesse aspettative del gruppo, pronto pochi mesi fa a indicare una guidance di 7.6 milioni di nuovi utenti.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix aumenta i prezzi negli Stati Uniti

di Marco Grigis

Gli abbonati statunitensi vedranno a breve lievitare la loro spesa per Netflix, con aumenti per tutti i piani di sottoscrizione. È quanto riportano alcune fonti a stelle e strisce, pronte a confermare come i rincari saranno applicati a tutti gli utenti Oltreoceano nei prossimi tre mesi. Al momento, però, non è dato sapere se il gruppo voglia seguire la medesima politica in altre parti del mondo, come l’Europa.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix Black Game: la vita la decide l’utente

di Marco Grigis

Permettere agli utenti di controllare la vita di una persona nel mondo reale, a colpi di preferenze sui social media: è questa l’ultima iniziativa di Netflix, con un appuntamento fissato per il 16 gennaio. Il portale di streaming video lancerà infatti “Black Game”, un esperimento che vedrà protagonista un personaggio completamente guidato dagli abbonati a casa.

Leggi il resto dell’articolo

Amazon: negli USA lo streaming video è gratuito

di Marco Grigis

Amazon lancia negli Stati Uniti un servizio di streaming video gratuito, supportato dalla pubblicità. È questo l’ultimo progetto del gruppo di Jeff Bezos che, con IMDb Freedive, permetterà agli utenti a stelle e strisce di approfittare di un buon archivio di film e serie TV a costo zero. Al momento, non è dato sapere se la società sia intenzionata a proporre lo stesso modello anche in altri Paesi.

Leggi il resto dell’articolo

Tim Cook conferma: nuovo servizio Apple nel 2019

di Marco Grigis

Il 2019 potrebbe essere l’anno delle novità sul fronte dei servizi Apple. È quanto ha lasciato intendere Tim Cook, nel corso di una recente intervista per CNBC, sottolineando come il gruppo sia pronto a lanciare a breve una nuova proposta. Il CEO non ha rivelato grandi dettagli sui piani dell’azienda, ma gli analisti sono certi: si tratta della piattaforma di streaming su cui la società sta da tempo lavorando.

Leggi il resto dell’articolo

Streaming: azienda bloccherà l’account sharing

di Marco Grigis

L’account sharing è ormai una prassi più che consolidata per gli appassionati dello streaming, soprattutto video. Approfittando dei piani di abbonamento più costosi, quelli che permettono di sfruttare la visione contemporanea su più dispositivi, non capita di rado che gruppi di amici si accordino per condividere la spesa. Sebbene la pratica sia perlopiù tollerata dai fornitori di servizi, un’azienda britannica ha intenzione di porre fine alla condivisione delle password, sfruttando una tecnologia basata sull’intelligenza artificiale.

Leggi il resto dell’articolo

Golden Globe 2019: le vittorie di Netflix e Amazon

di Marco Grigis

Netflix e Amazon Prime Video, due delle principali piattaforme di streaming, si sfidano nuovamente a suon di premi. Questa volta il campo della battaglia è quello dei Golden Globe, dove entrambi i servizi sono riusciti ad aggiudicarsi alcune statuette, sebbene i riflettori della stampa siano stati tutti puntati su Lady Gaga e Rami Malek, rispettivamente premiati per “A Star Is Born” e “Bohemian Rhapsody”.

Leggi il resto dell’articolo

L’app Buonanotte Gif permette di augurare la buonanotte con immagini animate e frasi romantiche

di Gerardo Orlandin

Buonanotte Gif è un'applicazione che offre delle immagini animate che possono essere inviate per augurare la buonanotte ai vostri cari o pubblicate sui social network. L'app include centinaia di bellissime immagini tra le quali luna, stelle e adorabili personaggi fantasy per augurare agli  amici e ai parenti una notte tranquilla e sogni d'oro, oltre a frasi e immagini romantiche per augurare la buona notte alla persona amata.

L'articolo L’app Buonanotte Gif permette di augurare la buonanotte con immagini animate e frasi romantiche proviene da TuttoAndroid.

Cassette: le colonne sonore le fanno risorgere

di Marco Grigis

La rinascita delle cassette non sembra trovare ostacoli, sebbene il processo sia decisamente più lento rispetto a quello analogo relativo ai vinili. Nel corso del 2018 le vendite sono cresciute in tutto il mondo, con un ritmo decisamente più spedito nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Canada. E proprio in quest’ultimo Paese si è assistito a un particolare trend, non solo nella distribuzione, ma anche nel genere: a trainare la riaffermazione del nastro, infatti, sono le colonne sonore.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix: polemica su Reddit per i sottotitoli

di Marco Grigis

Appare sulle pagine di Reddit una polemica relativa a Netflix e, più precisamente, sulla qualità dei sottotitoli offerti dal colosso dello streaming. Secondo quanto rivelato dagli utenti, con più di mille voti per la questione, la trascrizione dei dialoghi risulterebbe molto più edulcorata rispetto al parlato. L’intoppo, tuttavia, sembrerebbe essere più dovuto a problemi di traduzione che a una responsabilità diretta dell’azienda specializzata in intrattenimento online.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix: nel Regno Unito supera la pay tv

di Marco Grigis

Netflix è in procinto di raggiungere un importante traguardo: superare la pay tv nel Regno Unito, uno dei mercati dell’intrattenimento più importanti al mondo. È quanto sottolinea una previsione di Ampere Analysis, così come riporta il Guardian: entro la fine del 2018, il servizio di streaming sarà presente in più abitazioni rispetto alla principale emittente a pagamento britannica, Sky UK.

Leggi il resto dell’articolo

Netflix testa un piano da 3 euro alla settimana

di Marco Grigis

Nuova tornata di test sui prezzi per Netflix, il popolare portale per lo streaming video. Dopo i tentativi di qualche mese fa in Asia, con l’avvio di alcune sottoscrizioni a poco meno di 4 dollari al mese, il gruppo sembra essere passato al mercato europeo. Alcuni utenti austriaci, così come riferisce BGR, negli ultimi giorni avrebbero infatti notato l’arrivo di alcuni piani tariffari settimanali.

Leggi il resto dell’articolo

Vinili: scoperto traffico di dischi contraffatti

di Marco Grigis

Il grande ritorno del vinile, con cifre di vendita record per l’anno in corso, ha comportato un effetto collaterale poco gradito dall’industria discografica: quello dell’esplosione della contraffazione. È quanto rende noto la stampa inglese, con una recente operazione condotta dalla British Phonographic Industry (BPI) e della South Wales Police per bloccare un impianto di stampa non autorizzato.

Leggi il resto dell’articolo

YouTube, rimossi 7,8 milioni di video in tre mesi

di Matteo Tontini

YouTube ha pubblicato il rapporto trimestrale relativo ai video rimossi tra luglio e settembre, includendo anche dati aggiuntivi sulle rimozioni di canali e commenti.

Leggi il resto dell’articolo

Apple Music Connect, stesso destino di Ping

di Marco Grigis

Apple non raccoglie fortuna nell’universo dei social network musicali. Dopo l’esperimento fallito con Ping, rimosso da iTunes nel 2012, il gruppo di Cupertino ha annunciato la chiusura di un progetto simile: quello di Apple Music Connect. La piattaforma pensata per permettere agli artisti e ai fan di interagire direttamente, infatti, sembra non aver raggiunto il successo sperato.

Leggi il resto dell’articolo

Streaming, Bohemian Rhapsody la più ascoltata

di Matteo Tontini

All’inizio di questa settimana è stato ufficialmente rivelato che Bohemian Rhapsody è la canzone più ascoltata in streaming del XX secolo. Il famosissimo brano dei Queen è stato pubblicato più di quattro decenni fa, nel 1975, nel quarto album di successo della band – A Night at the Opera.

Leggi il resto dell’articolo

❌